Allergia alle erbe e agli alimenti a base di cereali

Cliniche

Un'allergia al polline di cereali è inclusa nel gruppo di malattie manifestate dalla febbre da fieno - un'infiammazione allergica della mucosa del naso e degli occhi. A volte anche una minima quantità di polline è sufficiente per una persona a sviluppare tutti i sintomi spiacevoli. Un'allergia ai “cereali” può anche essere il cibo, cioè i segni della malattia si verificano dopo aver mangiato il prodotto. Maggiori informazioni su entrambi i tipi di allergie nell'articolo..

Allergia ai pollini di cereali

In caso di rinite stagionale con congiuntivite, che appare durante il periodo di fioritura delle piante, vale la pena prendere in considerazione e sottoporsi a diagnosi. Forse c'è un'allergia al polline delle erbe di cereali - una patologia comune dovuta all'ipersensibilità del corpo e che si manifesta solo durante la stagione di fioritura. Secondo la classificazione medica ICD-10, la malattia è trattata con il codice J30.1 (rinite allergica provocata dal polline delle piante).

Un'allergia alla fioritura dei cereali si verifica in persone predisposte a reazioni simili del sistema immunitario. A volte ci sono problemi nel trovare la causa della patologia, perché, vivendo in città, pochi immaginano la capacità del polline di essere trasportato dal vento su lunghe distanze. La febbre da fieno, o febbre da fieno, può verificarsi con la partecipazione di polline da tali piante allergeniche:

Va anche notato che la lanugine di pioppo provoca anche una tale allergia, perché contiene polline abbondante proveniente da altre piante, che le lanugine leggere trasportano negli appartamenti e nelle case. A causa delle differenze nei periodi di fioritura delle singole piante, la patologia può verificarsi in momenti diversi:

  1. La prima ondata - l'inizio di aprile - l'inizio di giugno.
  2. La seconda ondata - la fine di maggio - la fine di luglio.
  3. La terza ondata - luglio-agosto.

Tuttavia, la fioritura della maggior parte dei cereali avviene in piena estate, quindi, di solito, per chi soffre di allergie, i sintomi spiacevoli iniziano durante questo periodo. La stragrande maggioranza dei pazienti ha anche un'allergia alimentare a vari prodotti, spesso ai cereali stessi, che dovrebbero essere presi in considerazione in terapia (una dieta speciale è importante per le allergie al polline delle erbe di cereali).

Le ragioni

Nei soggetti allergici, questa malattia viene spesso ereditata e le reazioni di ipersensibilità in un bambino possono essere molto diverse. Ma anche tra le persone predisposte, non si verifica sempre un'allergia ai cereali e i seguenti fattori aumentano il rischio del suo aspetto:

  • Vivere in un brutto ambiente,
  • Lavora in industrie polverose e inquinate,
  • fumo,
  • Fatica,
  • Infezioni frequenti,
  • Altre malattie allergiche.

Negli ultimi anni, la patologia viene registrata più spesso, a causa dell'accumulo di composti chimici dannosi (dall'acqua, dall'aria) da parte del polline, quando diventa ancora più patogeno. Dopo che il polline viene introdotto nel corpo, provoca la produzione di istamina, altri mediatori dell'allergia, l'infiammazione si verifica con il muco dal naso, con abbondante lacrimazione dagli occhi. Si nota che dai cereali l'ipersensibilità è provocata solo da particelle "maschili", in cui vi sono molte sostanze specifiche. Si trova anche un'allergia crociata ai cereali, che hanno sostanze comuni con determinati alimenti, ma questo tipo di malattia viene diagnosticato meno spesso..

Sintomi

Senza esacerbazione, la patologia non si manifesta in alcun modo, ma in un periodo tranquillo sono possibili altri fenomeni di allergia, ad esempio il cibo. Durante la fioritura delle piante nell'uomo, di solito si osserva il seguente quadro clinico:

  • Scarico abbondante dal naso (trasparente, acquoso);
  • Congestione, gonfiore;
  • Rossore delle ali del naso;
  • Starnuti frequenti;
  • Prurito al naso, nelle palpebre;
  • Rossore degli occhi, iperemia vascolare congiuntivale;
  • Lacrimazione abbondante.

Molto spesso, un'allergia ai cereali in un bambino o in un adulto si manifesta anche con faringite allergica con gonfiore della gola, forte prurito del palato, arrossamento degli archi palatali e parete faringea posteriore. Le sensazioni a volte raggiungono un limite insopportabile, c'è un malessere generale: affaticamento, calo delle prestazioni, debolezza.

In una categoria separata di persone, si verifica un'allergia ai cereali con sintomi più gravi: difficoltà respiratoria, tosse, respiro corto, eruzione cutanea, crampi addominali, diarrea, dolori articolari. Se la clinica si unisce ai polmoni, esiste il rischio di ottenere una complicazione sotto forma di asma, l'edema di Quincke.

Diagnosi di allergia ai cereali

Una visita a un allergologo è obbligatoria e, con una diagnosi precoce, le possibilità di ottenere un trattamento completo e di aiuto rapido sono maggiori. Per l'esame e la diagnosi, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  1. Test cutanei. Un modo semplice per identificare il tipo di allergene. I campioni devono essere eseguiti in inverno, quando non si verificano esacerbazioni della malattia.
  2. Esami del sangue per IgE specifiche. Secondo gli anticorpi del polline di cereali nel sangue, si possono trarre conclusioni: la soglia normale per le allergie verrà superata.

Di grande importanza è la raccolta dell'anamnesi e l'identificazione del rapporto di ipersensibilità con il periodo dell'anno, il luogo di residenza, il contatto con gli allergeni, ecc..

Trattamento ambulatoriale

La lotta contro il problema dovrebbe essere globale. Pertanto, è importante sia il trattamento medico che una dieta per le allergie al polline di cereali: un alimento che contribuirà a ridurre il livello di reattività del corpo, rimuoverà i prodotti infiammatori. Il cibo più sano che puoi mangiare è carne magra, verdure, frutta ipoallergenica, assorbenti naturali - mele cotte, patate. Escludere una dieta per allergie all'erba di cereali consiglia:

  • alcool,
  • caffè,
  • Alimento piccante, grasso, dolce,
  • Cioccolato,
  • Noccioline,
  • Fragole,
  • Cibo esotico,
  • Miele.

Non dovresti fare una passeggiata in condizioni ventose con questa malattia, quindi è meno probabile che si verifichi il contatto con un allergene. Inoltre, il trattamento conservativo delle allergie alle erbe di cereali può includere i seguenti farmaci e metodi:

  1. Farmaci ad azione complessa.
  2. Antistaminici - Telfast, Zodak, Tavegil.
  3. Collirio antiallergico - Cromoglin, Opatanol.
  4. Risciacquo nasale salino - Aqualor, Aquamaris.
  5. Immunoterapia specifica: l'introduzione di allergeni nel corpo in piccole dosi per produrre un'immunità specifica.

Trattamento alternativo

Le persone hanno molti metodi di guarigione dalle allergie, ma senza l'approvazione di un medico, è meglio non usarle. Vale la pena combinare la terapia tradizionale e il trattamento tradizionale - quindi l'efficacia sarà maggiore. Un esempio di una ricetta per le allergie al polline di cereali è:

  • Prendi un cucchiaio di crusca,
  • Preparare la crusca con acqua bollente,
  • Lasciare per un paio di minuti,
  • Bere un bicchiere di acqua pulita al mattino a stomaco vuoto,
  • Mangia crusca subito dopo l'acqua,
  • Ripetere il trattamento in 1 mese.

I medici di solito raccomandano l'uso della raccolta anti-allergenica, che mostra risultati molto buoni..

Possibili conseguenze della malattia

Se la terapia non è stata tempestiva, la rinite e la congiuntivite diventano croniche. Il gonfiore del naso provoca sinusite e otite media, interrompe il funzionamento dell'apparato vestibolare. La febbre da fieno non trattata può andare nell'asma bronchiale, può essere complicata dal soffocamento - l'edema di Quincke. Pertanto, è necessario assumere pillole per le allergie ai cereali ed eseguire altri tipi di trattamento!

Allergia alimentare ai cereali

I cereali svolgono un ruolo cruciale nella nutrizione umana, ma, tuttavia, anche tali prodotti comuni possono essere allergici. Non confondere un'allergia ai cereali con la loro intolleranza alimentare - celiachia (enteropatia celiaca), in cui l'infiammazione dell'intestino tenue si verifica quando entra nel corpo. L'allergia porta allo sviluppo di risposte immunitarie "standard" con una varietà di manifestazioni cliniche.

Per provocare l'ipersensibilità, che nel nostro tempo si osserva in 1 persona su 200, si può pane, kvas, pasta, qualsiasi pasticceria, ecc. Più spesso, la patologia si verifica nei bambini, ma può persistere per tutta la vita. In base al grado di allergenicità, in ordine decrescente, i cereali sono distribuiti come segue:

Molto spesso si verificano insieme allergie alimentari e ipersensibilità al polline dall'erba di cereali.

Cause della malattia

La ragione della reazione anomala del corpo risiede nell'aumentata reattività del sistema immunitario, dovuta all'eredità o alle condizioni acquisite.

L'allergia è causata dalla proteina dei cereali - glutine (glutine e sua gliadina componente), che si trova in abbondanza nel grano, nell'orzo, nella segale. Mais, riso sono sicuri per i pazienti con intolleranza al glutine, ma con allergie alimentari ai cereali, possono anche partecipare allo sviluppo della malattia. Il grano saraceno è considerato una cultura ipoallergenica; non provoca quasi mai un problema..

Il motivo immediato quando si verifica un'allergia con una varietà di sintomi è il consumo di prodotti a base di grano. Ma alcune persone si sentono male anche quando si trovano vicino alla farina, nella stanza in cui viene immagazzinato il grano (ad esempio, nei lavoratori della panetteria, nella produzione di alimenti per animali). Nelle forme gravi della malattia, anche la somministrazione di compresse contenenti amido di frumento provoca sintomi.

Sintomi

Le manifestazioni della patologia sono molto diverse, si sviluppano in modo diverso a seconda della reattività del corpo e della tendenza a uno o l'altro sintomo. Una delle condizioni gravi può essere l'asma bronchiale. Di solito per qualche tempo è preceduto da attacchi a breve termine di respiro corto, respiro corto, pesantezza al petto.

Più spesso l'allergia alimentare ai cereali si manifesta sotto forma di orticaria, eczema e dermatite atopica: un'eruzione cutanea rossa localizzata sulle pieghe di ginocchia, gomiti, stomaco, torace, collo, guance e glutei. In Asia, questa reazione si osserva spesso dopo aver mangiato riso, mentre in Europa, dove questo cereale viene consumato in misura minore, l'allergia al riso viene diagnosticata raramente..

Le manifestazioni del tratto gastrointestinale completano molto spesso la clinica della pelle. Possono essere così:

L'edema di Quincke, lo shock anafilattico sono opzioni pericolose e del tutto possibili per lo sviluppo della malattia. Pertanto, per eventuali manifestazioni iniziali della malattia, è necessario consultare un medico!

Diagnostica patologica

La diagnosi viene fatta da un allergologo o allergologo-immunologo dopo una serie di test di laboratorio:

  • Esame del sangue per IgE totali;
  • Esame del sangue clinico con una stima del numero di eosinofili;
  • Un esame del sangue per immunoglobuline specifiche ai cereali;
  • Desiderabile - un pannello comune di allergia alimentare;
  • Se necessario, test cutanei (in alcune persone, provocano anche reazioni anomale).

A colpo sicuro, il medico studia l'anamnesi (famiglia e individuo). Al paziente può essere chiesto di tenere un diario alimentare se è difficile trovare un allergene specifico. È anche importante valutare le condizioni generali del sistema immunitario, che aiuteranno a scegliere un trattamento adeguato..

Trattamento ambulatoriale per una malattia.

La terapia comprende l'intera gamma di misure standard che aiuteranno a ridurre l'ipersensibilità del corpo e ad avere un effetto sintomatico. Al paziente vengono prescritti antistaminici. Gocce, compresse per allergie ai cereali - questi sono moderni Zirtek, Loratadina e altri farmaci.

L'allergia alimentare riduce la gravità durante l'assunzione di assorbenti: Polysorb, Smecta, carbone attivo, Enterosgel e questi farmaci sono inclusi nel programma di trattamento.

Lo strumento Allergonics si è dimostrato valido. In molti casi, l'uso di questo farmaco non solo può alleviare i sintomi, ma anche eliminare per sempre le allergie alle piante di cereali.

Nelle reazioni gravi, così come con lo sviluppo dell'asma, a una persona viene prescritto un trattamento per un'allergia ai corticosteroidi dei cereali (Prednisolone, Idrocortisone). Se si osserva l'edema di Quincke, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza e la terapia verrà eseguita in ospedale.

Dieta e menu per questa patologia

La dieta per le allergie ai cereali è talvolta più efficace dell'assunzione di pillole. È molto importante osservare un'alimentazione priva di cereali, in cui non ci sono pane, frittelle, torte e qualsiasi cottura da colture “problematiche”. Un'eccezione per la prima volta è il grano saraceno, che raramente provoca allergie. In futuro, l'espansione del menu è possibile a causa di avena, riso, mais, miglio. Non dobbiamo dimenticare che le allergie alimentari si verificano anche con il consumo di alcol (birra, bevande forti a base di grano), salse, salsicce, salsicce, polpette e altri alimenti in cui la farina o l'amido sono in qualche modo coinvolti.

La reazione crociata al grano è anche possibile con il consumo di prezzemolo, acetosa, pastinaca, che dovrebbero anche essere esclusi. Inoltre, non è possibile mangiare un numero di altri prodotti allergici, poiché è importante ridurre la reattività generale del sistema immunitario. Questi includono:

Il paziente dovrebbe mangiare nel modo giusto, mangiare più verdure, bere bevande a base di latte acido, consumare carne bollita a basso contenuto di grassi, carne in umido. Di seguito è riportato un esempio di menu per il giorno:

  • Colazione: porridge di grano saraceno con latte diluito, banana, tè;
  • Pranzo: zuppa di verdure, purè di patate con braciola, tè, pane di riso (grano saraceno);
  • Spuntino: un bicchiere di kefir, una mela cotta;
  • Cena: insalata di pomodori e cetrioli, uova strapazzate, pane.

Trattamento alternativo

La medicina alternativa offre una serie di ricette a base di erbe che aiutano a ridurre i sintomi della malattia e prevenirli in futuro:

  1. Raccogli la lenticchia d'acqua, risciacqua. Versare un cucchiaio di materie prime con un bicchiere di acqua bollente, lasciare per un'ora. Bere 30 ml tre volte al giorno.
  2. Macina le radici di dente di leone e bardana, prepara un'infusione da un cucchiaio della miscela e 300 ml di acqua bollente. Lasciare agire per 6 ore, assumere 100 ml tre volte al giorno.
  3. Bollire un cucchiaio di erbe di celidonia in 500 ml di acqua per 5 minuti, lasciare raffreddare. Bere 50 ml due volte al giorno con un'eruzione cutanea dovuta a reazioni allergiche.
  4. Il più efficace è l'uso della raccolta anti-allergenica, ma è a pagamento.

Le conseguenze delle allergie alimentari

Qualsiasi tipo di ipersensibilità del corpo con abbandono, mancanza di trattamento e dieta adeguata può andare in condizioni più gravi. Le manifestazioni cliniche della malattia possono peggiorare nel tempo, compaiono una reazione al polline delle piante, alcuni tipi di allergie domestiche e l'intolleranza ad altri prodotti.

Una terribile complicazione è l'asma bronchiale, che minaccia direttamente la vita di una persona. Un paziente con una grave forma di allergia può anche morire di shock anafilattico, asfissia con edema di Quincke. Lo sviluppo dell'enteropatia da glutine può anche essere una complicazione pericolosa, che può essere trattata solo da un rifiuto completo e permanente della quantità minima di glutine.

Le specifiche della malattia dei bambini sul componente principale delle piante di cereali. Cause, sintomi e metodi di controllo.

Caratteristiche della reazione a questo prodotto e differenza dalla malattia sopra descritta.

Caratteristiche distintive dell'intolleranza al prodotto più comune. Perché appare e come trattarla?

Come capire che il polline delle piante è il principale irritante? Quali manifestazioni del corpo ti diranno a riguardo?

Cosa mangiare per le allergie: la dieta giusta

Spesso i medici prescrivono una dieta speciale per eliminare i sintomi allergici. Questo modo di mangiare aiuta a identificare i prodotti allergenici e migliorare la terapia. Quali alimenti possono essere consumati con allergie e quali no?

Tipi di diete

Gli specialisti medici hanno sviluppato 2 tipi di diete ipoallergeniche: non specifiche ed eliminative. Il primo è adatto a tutti i tipi di reazioni allergiche. La sua essenza è l'esclusione dalla dieta degli alimenti più allergenici, come latte o frutti di mare. Il menu è composto da prodotti a basso contenuto allergenico: cereali, verdure e frutta verdi, prodotti a base di latte acido, carne a basso contenuto di grassi, ecc. Il corso minimo di una dieta non specifica va da 2 a 4 settimane.

La dieta di eliminazione è sviluppata individualmente. Gli alimenti specifici che causano una reazione allergica sono esclusi dalla dieta. Ad esempio, con la febbre da fieno, è necessario abbandonare alcuni prodotti per il periodo di fioritura delle piante. Se il latte provoca allergie, escludere tutti i prodotti lattiero-caseari, i dolci e le pasticcerie che contengono questo allergene.

Per migliorare il benessere, è importante non solo utilizzare alimenti a basso contenuto allergenico, ma anche rispettare determinate regole. Mangia frazionalmente, in piccole porzioni, almeno 4-5 volte al giorno. Bere almeno 2,5 litri di acqua naturale pulita al giorno. Assicurarsi che il tasso calorico non superi 2600–2900 al giorno.

Prodotti consentiti

La dieta per le allergie comporta non solo l'esclusione di alimenti ad alto potenziale allergenico. Alcuni prodotti sono classificati come allergenici moderati. A volte possono essere introdotti nella dieta, ma il consumo è ridotto al minimo. L'elenco di tali prodotti comprende grano e segale, grano saraceno, mais e riso, banane, albicocche, carote, barbabietole, patate e legumi.

Per le allergie, sono ammessi determinati alimenti..

  • Prodotti lattiero-caseari a bassa e media percentuale di grassi (solo in assenza di allergie alle proteine ​​del latte).
  • Tacchino, coniglio, pesce di fiume (pesce persico, pesce persico, luccio).
  • Cereali: orzo perlato e avena.
  • Frutta, verdura e bacche di verde e bianco: cavolo bianco, broccoli, cetrioli, zucchine, mele.
  • Una varietà di erbe ed erbe: aneto, prezzemolo, lattuga, ortica, dente di leone.
  • Verdure e Burro.
  • Mele e pere secche.

Tutti questi prodotti sono preferibilmente consumati crudi, bolliti, in umido o cotti al forno.

L'elenco dei prodotti consentiti può espandersi in modo significativo a seconda del tipo di allergia. Quindi, se i peli dell'animale sono irritanti, chi soffre di allergie può mangiare quasi tutto tranne carne di maiale e manzo. Quando reagisce agli acari della polvere e agli scarafaggi, l'elenco è limitato solo agli abitanti del mare profondo con un guscio chitinoso (gamberi, granchi, aragoste, ostriche). Con l'asma bronchiale, provocato dal polline delle piante, è permesso mangiare tutto tranne il pane integrale, il miele, le noci, alcuni tipi di frutta.

Prodotti ipoallergenici

Con un'esacerbazione delle allergie, adulti e bambini devono rinunciare a cibi ricchi di allergeni per qualche tempo. In questo caso, non è possibile mangiare quanto segue:

  • Frutti di mare (gamberi, calamari, ostriche).
  • Tutte le verdure rosse, bacche, frutta: pomodori, angurie, ciliegie, fragole.
  • Latte e latte grasso.
  • Frutta a guscio, funghi, prodotti dell'apicoltura.
  • Uova, carne grassa.
  • Spezie, senape, aceto, rafano.
  • Agrumi, Ananas, Mango.

Con una dieta a basso contenuto allergenico, è vietato mangiare cibi affumicati, salati e piccanti. Con gravi eruzioni cutanee, è necessario abbandonare la cottura, muffin, fast food, bevande gassate zuccherate, succhi confezionati. È vietato bere alcolici di qualsiasi forza. Ricorda: anche una piccola concentrazione di alcol etilico influisce negativamente sul sistema immunitario, esacerbando le manifestazioni di allergie.

Se sei allergico al polline di ambrosia, rifiuta di usare semi e olio di semi di girasole. Cerca di non mangiare melone, sedano, aneto, prezzemolo, spezie: curry, cannella, zenzero, noce moscata.

Se l'allergia è causata dalle proteine ​​del latte vaccino, escludere dalla dieta non solo i prodotti a base di latte acido, ma anche panna, formaggio, gelato, burro, pane integrale. Sostituisci i nutrienti mancanti includendo pane di segale, cereali, verdure, carne, grassi vegetali nella dieta. Bevi tè, bevande alla frutta, succhi di frutta appena spremuti.

La dieta della mamma che allatta

Spesso, al fine di identificare un allergene, una madre che allatta deve non solo aderire a una corretta alimentazione, ma anche tenere un diario alimentare. Per fare questo, annota tutto ciò che era nel menu nelle colonne appropriate, indica il numero di ingredienti, il tempo di mangiare. È altrettanto importante notare il metodo di preparazione e lavorazione dei piatti, le condizioni, la durata di conservazione. Di fronte a ogni prodotto, descrivi la reazione del bambino: se ci sono state eruzioni cutanee, in caso affermativo, qual è la loro natura, intensità.

Introdurre gradualmente nuovi prodotti, in piccole porzioni: un articolo in 3 giorni. Quindi puoi monitorare la reazione del bambino e assicurarti che il nuovo cibo sia ben tollerato..

Prodotti consigliati per una madre che allatta:

  • Latticini (kefir, latte cotto fermentato, panna acida), formaggio.
  • Pesce bianco magro (nasello, eglefino, luccio sauro).
  • Carne di coniglio, tacchino, manzo magro.
  • Cereali: mais, riso, grano saraceno.
  • Verdure bianche e verdi: cavolo, rape, olive.
  • Frutti gialli e verdi: mele, banane, albicocche.

Se a un bambino vengono diagnosticate allergie alimentari, al fine di evitare eruzioni cutanee, scartare cibi in scatola, caffè forte, salse piccanti, condimenti e cibi pronti. Ignora gli alimenti che contengono coloranti e conservanti. Non abusare dei dolci. Con un grande desiderio, puoi occasionalmente gustare marmellate, marshmallow o biscotti.

Razione del bambino

Nei bambini in età prescolare, viene spesso diagnosticata l'intolleranza a determinati prodotti. Per eliminare i sintomi delle allergie, è necessario aderire alla nutrizione terapeutica. Il corso di una tale dieta non supera i 10 giorni. L'elenco dei prodotti consentiti e vietati per i bambini è praticamente lo stesso di un adulto. Le seguenti raccomandazioni ti aiuteranno a eliminare rapidamente i sintomi delle allergie..

In particolare, attenersi rigorosamente alla dieta durante i periodi di esacerbazione della malattia. Escludere completamente tutte le sostanze irritanti dal menu per bambini: bacche fresche, frutta, formaggi, yogurt, latte, piatti contenenti uova. Non dare salsicce, spinaci, salsicce e fegato ai bambini. Sostituisci il pane integrale con pane di segale o senza zucchero.

Per ricostituire le proteine ​​animali, includi tacchino, coniglio, maiale magro o agnello nel menu per bambini. Se il bambino ha intolleranza al latte, in nessun caso dargli carne di manzo. Come contorno per i piatti di carne, cuoci il grano saraceno, il miglio, l'avena, il mais o il porridge di riso.

Non privare completamente il bambino dei dolci: il glucosio è necessario per il pieno funzionamento del cervello. Dagli pere, mele verdi, cucina composte di frutta secca. Come dessert, cuoci una casseruola di farina di riso con albicocche o purè di frutta cotta.

Per rendere il bambino più facile da tollerare una dieta ipoallergenica, aderire a questa dieta con tutta la famiglia.

Una dieta sana è importante per il benessere. Una persona allergica deve sapere quali alimenti può mangiare per non provocare un'esacerbazione. Tuttavia, non dimenticare che la dieta è solo uno dei metodi di trattamento complesso. Pertanto, con un'esacerbazione della malattia, assicurati di visitare un medico e adattare ulteriormente la terapia con lui.

Menu speciale: dieta allergica

Un'allergia con eruzioni cutanee e altri sintomi altrettanto dolorosi richiede una revisione completa della dieta quotidiana. Scopriamo come mangiare correttamente le allergie, in modo da non provocare la comparsa di reazioni negative.

Le allergie possono essere diverse, le allergie alimentari sono spesso associate a processi psicosomatici più complessi. L'allergia cutanea negli adulti diventa spesso una conseguenza della malnutrizione, che non è adatta al corpo di una persona allergica. Per eliminare i sintomi negativi, è necessario scegliere un menu specifico in modo che il cibo sia sicuro, ma allo stesso tempo equilibrato.

Seguire le regole prescritte da una dieta ipoallergenica è necessaria per tutti i tipi di allergie. Tuttavia, tale dieta è molto importante per le allergie alimentari, perché rifiutando qualsiasi alimento specifico, è possibile identificare le cause delle allergie alimentari.

Dieta allergica per adulti: punti salienti

Una persona allergica deve passare a una cosiddetta dieta ipoallergenica non specifica. Il primo principio di una tale dieta è che è necessario dividere i prodotti in 3 gruppi: alto, medio e basso allergenico.

Dieta rigorosa per allergie negli adulti

I bambini piccoli affrontano questo problema più spesso degli adulti, ma il principio del trattamento è lo stesso per tutte le categorie di età - oltre a prendere antistaminici, devi seguire una dieta. Un gran numero di rigide restrizioni sulle allergie alimentari è il modo più affidabile per aiutare rapidamente il corpo e per alcune situazioni è anche una misura diagnostica per aiutare a identificare un irritante..

Qual è una dieta rigorosa per le allergie

Una violazione dell'assimilazione del cibo, in cui la proteina in arrivo viene riconosciuta come agente estraneo, quindi il corpo inizia a produrre anticorpi contro di essa - una tale definizione di allergia alimentare viene data dai medici. Bacche, cereali e persino mele possono essere irritanti. L'eccezione è il sale e lo zucchero, ma sono anche soggetti a un rigoroso divieto di esacerbazione di una reazione allergica, poiché irritano la mucosa intestinale. Grazie a una dieta rigorosa:

  • la condizione migliora durante l'esacerbazione;
  • il rischio di recidiva è ridotto;
  • il carico sul tratto digestivo è ridotto;
  • le tossine che si accumulano a causa della lotta degli anticorpi con "agenti estranei" vengono eliminate;
  • la necessità di antistaminici è ridotta;
  • viene rilevato un allergene specifico (se sconosciuto).

Un menu speciale per chi soffre di allergie, che implica l'esclusione di cibi pericolosi, con le allergie porta molti benefici, anche come misura diagnostica, ma la dieta non può essere l'unico modo per eliminare il problema. La correzione nutrizionale non sostituisce l'assunzione di antistaminici e altri metodi terapeutici prescritti da un medico sulla base di test.

I principi

Una rigorosa dieta per le allergie dovrebbe essere rigorosamente osservata, poiché in alcune situazioni anche la vita del paziente può dipendere da essa: una risposta immunitaria distorta si manifesta non solo con eruzioni cutanee e infiammazione con un mal di stomaco, ma anche soffocamento. La reazione anafilattica può portare alla morte. Per questo motivo, è importante familiarizzare con i principi principali di una dieta terapeutica:

  • Limitare la quantità di sale a 6 g / giorno.
  • Il cibo dovrebbe essere sottoposto a trattamento termico, ma è vietata la frittura: il menu contiene solo stufati, al forno, bolliti, al vapore. Dopo aver eliminato i sintomi di esacerbazione, puoi preparare insalate da frutta o verdura fresca.
  • La nutrizione per le allergie è frazionaria, i pasti - fino a 8 volte al giorno, anche per ridurre il carico sul tratto gastrointestinale. Piccole porzioni aiutano inoltre a monitorare la reazione al cibo e prevenire una possibile ricaduta (più allergeni da mangiare, più difficile sarà la condizione).
  • La cottura dovrebbe essere fatta in modo indipendente, non dai cibi pronti, in modo da non avere dubbi sulla composizione del cibo..
  • Additivi alimentari, coloranti, conservanti, salse, maionese sotto il severo divieto di allergie alimentari.
  • L'introduzione di nuovi prodotti alimentari richiede una rigorosa contabilità: iniziare con piccole dosi e assicurarsi di descrivere la reazione nel diario alimentare. Se possibile, eseguire il test sotto la supervisione di una famiglia o di un medico.
  • Studia attentamente le formulazioni sui prodotti di fabbrica per eliminare le tracce di allergeni. Non acquistare carne e pesce tritati.

Tipi di diete di base

I medici affermano che non solo le allergie alimentari richiedono una revisione del menu: una reazione negativa ai farmaci deve anche alleviare le condizioni del paziente rimuovendo determinati alimenti dalla dieta. La gravità delle condizioni del paziente ha anche un ruolo nell'elaborazione di un piano nutrizionale. Sulla base di questo, gli specialisti hanno sviluppato 2 tipi di diete rigorose:

  • Di base o non specifico. Sono prescritti durante il periodo di esacerbazione o quando non si conosce l'esatto allergene, al fine di ridurre il carico sulla digestione, per indebolire i sintomi negativi.
  • Eliminazione o specifica. Sono selezionati in base a uno stimolo specifico, suggeriscono la sua completa eliminazione dal piano nutrizionale, quindi possono essere utilizzati anche nel periodo acuto. Aiutano anche a capire l'esatta reazione del corpo, la possibilità di sostituire un irritante alimentare causale con un basso allergene.

Non specifico

I primi 1-2 giorni si consiglia di morire di fame se si ha una reazione allergica al cibo e l'irritante è sconosciuto. In questo momento, puoi bere acqua pulita (1,5 litri al giorno per gli adulti, 1 litro per i bambini), acqua minerale non gassata, tè a bassa preparazione. Dopo la prescrizione di una dieta ipoallergenica rigorosa, il cui menu si basa su prodotti che non provocano una risposta immunitaria negativa brillante:

  • grano saraceno e farina d'avena (bolliti in acqua);
  • pane integrale (1-2 gradi, ieri), pangrattato;
  • zuppe di verdure (è possibile aggiungere i cereali specificati);
  • brodo di rosa selvatica, composte di frutta secca non zuccherate.

Una dieta ipoallergenica così rigorosa viene osservata per un massimo di 5 giorni, durante i quali le manifestazioni di esacerbazione devono attenuarsi per trasferire il paziente a una dieta più varia. La frutta e la verdura vengono introdotte in grandi quantità, ma gradualmente, soprattutto quelle di media e alta allergene. La risposta ad ogni nuova voce di menu viene attentamente monitorata..

Eliminazione

Una dieta rigorosa specifica è indicata per le persone con un irritante esatto noto. Dal menu si ottiene non solo lui, ma tutto ciò che ha una struttura simile ad esso: fonti di allergeni incrociati. La percentuale di contenuto nei piatti non ha un ruolo. Inoltre, dalla dieta eliminare:

  • Amplificatori di allergenicità di qualsiasi alimento (sostanze irritanti della mucosa): brodi ricchi ricchi, spezie, zucchero, sale, aceto, senape, rafano.
  • Alimenti altamente allergenici: cioccolato (e tutto ciò che è presente nel cacao), caffè, miele, agrumi, pesce.

Il menu di una dieta a eliminazione rigorosa è importante da formare con l'aggiunta di prodotti enterosorbenti - fonti di fibre, che aiutano ad alleviare rapidamente le condizioni di una persona eliminando le tossine. Crusca, cereali (preferibilmente cereali integrali - non crusca), verdure, frutta vengono introdotti nella dieta quotidiana e i piatti devono essere cucinati usando lo stufato o l'ebollizione. Con una dieta di eliminazione correttamente selezionata, dopo 3-4 giorni, i sintomi delle allergie si attenuano. Restrizioni nutrizionali rigorose vengono osservate per 2 settimane. Un altro paio di sfumature:

  • Con una reazione stagionale, è necessaria una dieta rigorosa durante l'intero periodo di spolverata attiva dell'allergene.
  • Se la risposta immunitaria negativa del corpo non è stagionale, la dieta di eliminazione è prescritta per 10-15 giorni, mentre la persona è in trattamento. In rari casi, i divieti severi durano per tutta la vita.

Tipi di prodotti in base al contenuto di allergeni in essi

Se una persona si trova di fronte a una reazione negativa al cibo per la prima volta e non riesce a determinare esattamente quale prodotto sia pericoloso per lui, la dieta si basa sulla completa esclusione di potenziali irritanti forti. In base alla concentrazione di allergeni, i prodotti sono suddivisi in:

  • Altamente attivo: noci, fave di cacao (e loro derivati), caffè, miele, uova, grano, funghi, frutti di mare, pesce, aceto, spezie, confetteria, agrumi, pollame (tranne tacchino, pollo), mango, ananas, fragole, melanzane, pomodori, ravanello, melone, latte (e suoi derivati), maionese, carni affumicate, senape, rafano.
  • Medio attivo: manzo, pollo, patate, grano saraceno, avena e semole di riso, legumi (soia, piselli, fagioli), barbabietole, rape, ribes nero, cinorrodi, mirtilli rossi, mirtilli, mirtilli rossi, ciliegie.
  • Bassa attività: latticini, miglio, orzo perlato, mais, tacchino, coniglio, agnello magro e maiale, cavolo (cavolfiore, broccoli, cavolo bianco), zucchine, aneto, prezzemolo, pere, mele, ciliegie, prugne, ribes (bianco, rosso).

Menù per allergie per adulti

Anche le restrizioni alimentari più severe non parlano di una dieta povera: dopo aver eliminato i principali allergeni (e in alcune situazioni secondari), una persona non perde l'opportunità di mangiare varia e gustosa. Un punto importante nella dieta è la considerazione delle reazioni crociate:

  • Se sei allergico alle noci, è consigliabile escludere dalla dieta grano saraceno, riso e farina d'avena, sesamo, papavero, mango, kiwi.
  • Se sei allergico alle arachidi, ai pomodori, alla soia, ai piselli e ai frutti a buccia grande (albicocca, prugna, nettarina, ecc.) Può essere pericoloso..

La necessità di una dieta rigorosa per le allergie ai farmaci è contestata da alcuni medici, ma se la condizione è grave, ha senso passare per un breve periodo a una dieta ipoallergenica non specifica o seguire una di queste opzioni:

  • Allergia all'aspirina: rigetto di bacche, agrumi, meloni, pesche, prugne, peperoni, pomodori, patate, cetrioli.
  • Allergia agli antibiotici: rimozione dal menu di noci, formaggio, fragole, funghi, uva, frutti di mare, uova, piatti pesanti (piccanti, fritti, grassi), uova, frutta esotica, cibi pronti, salsicce, bevande gassate.

Nel periodo di miglioramento dei sintomi di allergia

La dieta più diversificata è considerata una semplice dieta non specifica, che richiede di mangiare 4 p / giorno o più spesso e comporta l'esclusione di soli elementi che irritano il tratto digestivo. La dieta di base per le allergie negli adulti si basa su tali elenchi di generi alimentari:

Permesso

Limitato

Sono vietati

Biscotti Galetny, pane di ieri, panini senza lievito, salati e non ricchi

Prodotti da forno, farina calda

Zuppe di verdure, su brodo di carne magra, con graniglie, zuppa di cavolo, borsch

Frattaglie di carne (rene, fegato, lingua)

Piatti di carne di vitello, manzo, pollame (bolliti, in umido, al vapore)

Uova (1 pz. / Giorno, alla coque o frittata)

Marinate, sottaceti, affumicati

Ricotta non acida di breve durata, latte scremato, yogurt, kefir, yogurt naturale

Cereali (tutto se non si è allergici al glutine), pasta

Verdure, frutta, frutta secca

Gelato, bevande fredde

Acqua minerale, tè o caffè con latte, kissel

Fragole, fragole, melone, pomodori, melanzane, fagioli, lenticchie

Per allergie al polline degli alberi

C'è una reazione crociata tra allergeni vegetali (non tutti) e proteine ​​presenti negli alimenti, quindi se c'è intolleranza al polline degli alberi (in particolare betulla, nocciola, quercia, ontano, acero), erbe, una persona dovrebbe rifiutare alcuni alimenti. Una dieta rigorosa si presenta così:

Raccomandazione

Alimenti e piatti

Limite

Dolci, confetteria, gelato, alcool, cioccolato, cacao, bevande fredde, affumicate, marinate, sottaceti, alimenti con coloranti e additivi

Escludere

Miele, ciliegie, ciliegie, albicocche, pesche, fragole, noci, mele, cognac, patate novelle, carote, linfa di betulla, medicine su coni di ontano e gemme di betulla

Permesso

Piatti

Zuppe e piatti di specie magre di pollame, vitello, manzo, eventuali piatti a base di uova, casseruole da cereali, pasta, cereali

Le bevande

Caffè sfuso con latte, acqua minerale (compresa la soda), tè

Prodotti

Arachidi, fagioli, piselli, lenticchie, patate, barbabietole, pomodori, cetrioli, ravanelli, ravanelli, latte cotto fermentato, yogurt, acidophilus e latte normale, ricotta fresca non acida, panna acida, kefir, prodotti da forno, biscotti

Per allergie al latte di mucca

Secondo gli esperti, non vi sono evidenti allergeni correlati nel latte di mucca e la caseina o il lattosio sono la causa della reazione negativa, pertanto solo i latticini sono esclusi dalla dieta (anche per le capre). La pulizia del latte acido dipende dall'organismo specifico. Per la sostituzione, è possibile utilizzare latte di riso, mandorle o noci, se non sono allergici. Raccomandazioni dietetiche:

Permesso

Sono esclusi

Uova, noci, fagioli

Latte (incluso essiccato)

Carne, pesce, frattaglie

Frutta, verdura, bacche

Burro, margarina

Prodotti da forno non contenenti latte o suoi derivati

Porridge su acqua senza olio

Succhi di frutta e verdura

Per le allergie ai pesci

Se, attraverso test di laboratorio, è stata determinata una specie di pesce che non viene percepita dall'organismo, viene rimossa solo dalla dieta. In altri casi, è necessario abbandonare qualsiasi pesce, caviale, prodotti / piatti in cui è presente questo componente (incluso olio di pesce, farina di ossa), frutti di mare. Il resto del cibo non è proibito, quindi un gran numero di alimenti consentiti sono nella dieta:

Categoria

Prodotti

Le bevande

Caffè, tè nero o verde, bevande gassate, alcool, succhi di frutta e verdura

Dolci

Miele, melassa, zucchero, marmellata, marmellata, marmellate, marmellata, dolci, cioccolato, halva

grassi

Panna, verdura e burro, margarina

Prodotti da forno

Fonti proteiche

Carne, pollame, prosciutto, frattaglie, funghi, legumi, noci

Cibo vegetale

Frutta, verdura, bacche

riposo

Prodotti a base di latte e acido lattico, cereali, pasta, brodi e decotti su prodotti ammessi

Ricette utili

Pasti deliziosi e sicuri per le allergie sono selezionati in base a specifiche restrizioni nutrizionali. Le ricette seguenti sono rivolte solo a una dieta non specifica con un divieto rigoroso aggiuntivo di irritanti altamente attivi, cibi pronti, spezie, cibo in scatola, sottaceti, sottaceti per una persona i cui sintomi di esacerbazione si sono attenuati. Non dimenticare di chiarire quali prodotti allergici sono ammessi direttamente dal medico.

Biscotti di farina d'avena con banana

  • Tempo: 35 minuti.
  • Dosi per confezione: 3 persone.
  • Contenuto calorico: 339 kcal in 100 grammi.
  • Scopo: per il tè.
  • Cucina: a casa.
  • Difficoltà: facile.

Questi biscotti croccanti possono essere serviti per la colazione o il tè della sera. A coloro che seguono la figura piaceranno anche loro, poiché non c'è un grammo di zucchero in cottura (la banana fornisce dolcezza), non c'è farina (viene utilizzata solo la farina d'avena e grano saraceno per l'allergia al glutine). Se vuoi una superficie più liscia, aggiungi l'uovo in assenza di allergia alle proteine. Per un gusto più interessante, l'uva passa, i mirtilli rossi secchi, la mela grattugiata possono essere introdotti qui..

Ingredienti:

  • fiocchi d'avena "Ercole" - 140 g;
  • olio vegetale - 50 ml;
  • banana matura - 120 g;
  • uvetta (opzionale) - 30 g.

Metodo di cottura:

  1. Versare acqua bollente sull'uvetta, lasciare cuocere a vapore.
  2. Versare i cereali nella padella, marroni.
  3. Macinare in un robot da cucina (ma non farina!).
  4. Metti la banana lì, gira un altro minuto.
  5. Aggiungi olio, uvetta, mescola.
  6. Metti le palline su una teglia da forno, appiattiscile a torte spesse. Cuocere in forno a 200 gradi per 20–25 minuti.

Cotolette di tacchino con zucchine

  • Tempo: 1 ora.
  • Dosi per confezione: 3 persone.
  • Piatti calorici: 61 kcal.
  • Scopo: a pranzo.
  • Cucina: a casa.
  • Difficoltà: media.

Di tutti i tipi di carne e pollame con allergie, la più sicura è la Turchia, sulla base della quale si possono preparare deliziose polpette al forno. Se la massa di lavoro è molto liquida, strizzala a mano e aggiungi un paio di cucchiai di farina d'avena. Se lo si desidera, è possibile creare una combinazione di tacchino tritato con vitello e cotolette pronte con purè di patate (senza burro e latte).

Ingredienti:

  • turchia - 350 g;
  • zucchine - 200 g;
  • un mucchio di aneto;
  • sale (opzionale) - 1/4 cucchiaino.

Metodo di cottura:

  1. Tagliare il tacchino a pezzi, sbucciare e allo stesso modo tagliare le zucchine. Scorri in un robot da cucina.
  2. Macinare l'aneto, mescolare alla massa risultante. Salare a piacere.
  3. Formare piccole cotolette con le mani, inserire uno stampo in ceramica, serrare con un foglio.
  4. Metti in forno freddo. Cuocere in forno a 180 ° 40–45 minuti (conto alla rovescia dal momento del riscaldamento completo).

Dieta per malattie allergiche

Nutrizione al di fuori del periodo di esacerbazione

Per alcune di queste malattie, il cibo sarà il fattore provocante. Per altri, gli allergeni come polline di piante, peli di animali, polvere, ecc. Sono più significativi ed è chiaro che le raccomandazioni dietetiche per così tante patologie diverse differiranno in modo significativo. Tuttavia, ci sono una serie di raccomandazioni che saranno utili a tutti..

  1. Verificare con il proprio allergologo un elenco esatto di alimenti "consentiti" e "vietati". Potrebbe essere necessario eseguire test di scarificazione della pelle o un test IgE sierico specifico per determinare se si hanno allergeni specifici..
  2. Con molta cura, prova nuovi cibi. È meglio se lo fai a casa e sotto la supervisione di parenti che possono aiutare in caso di allergie.
  3. Cucina il tuo cibo da cibi crudi crudi. Compra carne e pesce solo con un pezzo.
  4. Cerca di non usare cibi trasformati, cibi in scatola, maionese e altre salse. Non puoi mai essere completamente sicuro della composizione del prodotto finito..
  5. Studia attentamente la composizione di ogni alimento preparato che stai per mangiare.

Queste raccomandazioni si applicano sia ai bambini che agli adulti. Se il bambino è allergico, è necessario monitorare attentamente la sua dieta. Tutto è relativamente semplice fino a quando il bambino non è piccolo e frequenta la scuola o l'asilo. Non appena un bambino cresce e diventa indipendente, diventa più difficile controllarlo. È necessario spiegare al bambino quali alimenti può mangiare e quali no. In questo caso, dovresti scegliere questa forma di dialogo in modo che il bambino capisca che le tue istruzioni non sono "capricci della mamma", ma una necessità. Se ci sono molti prodotti "proibiti", ha senso scriverli sulla carta e consegnarli al bambino. La barista e gli insegnanti a scuola dovrebbero anche essere consapevoli del problema di tuo figlio. Se non sei sicuro della qualità delle colazioni scolastiche, dovresti preparare i tuoi alimenti per bambini a casa e consegnarli con te in un contenitore di plastica.

Nutrizione durante esacerbazioni di malattie allergiche

Come già accennato, la caratteristica fisiologica delle persone che soffrono di qualsiasi malattia allergica è la loro tendenza iniziale a varie manifestazioni di allergie. La situazione diventa ancora più acuta durante un'esacerbazione della malattia di base, quando il corpo è in uno stato di iperreattività, in quel momento anche un irritante minore può migliorare le manifestazioni della malattia di base o manifestare una nuova reazione allergica.

Ecco perché, le raccomandazioni dietetiche durante l'esacerbazione sono simili per tutte le malattie e sono piuttosto rigide.

Ecco un elenco approssimativo di prodotti "consentiti" e "vietati".

escluso:

  • brodi, piatti piccanti, salati, fritti, affumicati, spezie, salsicce e prodotti gastronomici (salsicce cotte e affumicate, salsicce, salsicce, prosciutto), fegato;
  • pesce, caviale, frutti di mare;
  • uova
  • formaggi affilati e trasformati, gelati, maionese, ketchup;
  • ravanello, ravanello, acetosa, spinaci, pomodori, peperone, crauti, sottaceti;
  • funghi, noci;
  • agrumi, fragole, fragole, lamponi, albicocche, pesche, melograni, uva, olivello spinoso, kiwi, ananas, melone, anguria;
  • grassi refrattari e margarina;
  • bevande gassate di frutta, kvas;
  • caffè, cacao, cioccolato;
  • miele, caramello, caramelle gommosa e molle, caramelle, torte, muffin (con aromi, ecc.);
  • gomma da masticare.

Limitato a:

  • semola, pasta, pane di qualità premium
  • latte intero e panna acida (forniti solo nei piatti), ricotta, yogurt con additivi alla frutta;
  • agnello, pollo;
  • carote, rape, barbabietole, cipolle, aglio;
  • ciliegia, ribes nero, banane, mirtilli rossi, more, brodo di rosa canina;
  • burro.

Consigliato (tenendo conto della tolleranza individuale):

  • cereali (eccetto la semola);
  • latticini (kefir, biokefir, yogurt senza additivi alla frutta, ecc.);
  • formaggio dolce;
  • carne magra (manzo, maiale, coniglio, tacchino), carne in scatola specializzata per alimenti per neonati;
  • tutti i tipi di cavolo, zucchine, zucca, zucca leggera, prezzemolo, aneto, giovani piselli, fagiolini;
  • mele verdi e bianche, pere, varietà leggere di ciliegie e prugne, ribes bianco e rosso, uva spina;
  • burro chiarificato, raffinato olio vegetale deodorato (mais, girasole, oliva, ecc.);
  • fruttosio;
  • pane di grano di secondo grado, pane di cereali, bastoncini di iris di mais senza zucchero e cereali.

Tale dieta è prescritta per esacerbazioni di malattie allergiche per 7-10 giorni, quindi, secondo le raccomandazioni del medico, è possibile passare lentamente a una dieta individuale ipoallergenica (una dieta che esclude alimenti specifici che sono allergeni per un particolare paziente).

In conclusione, voglio chiedere a tutti coloro che soffrono di allergie di non trattare la dieta come un tormento.
Ricorda che seguendo le raccomandazioni dietetiche, ti dai l'opportunità di vivere una vita sana e appagante nonostante tu abbia una malattia allergica.

Nutrizione per allergie al polline degli alberi

Molte persone soffrono di allergie in primavera. Molto spesso questo si manifesta nella fioritura degli alberi.

Portiamo alla vostra attenzione raccomandazioni nutrizionali per allergie al polline di alberi (betulla, ontano, nocciola, quercia, olmo, acero).

consentiti:

  • prodotti da forno - pane, prodotti da forno, biscotti;
  • zuppe e piatti di carne - qualsiasi di manzo magro, vitello, pollame;
  • piatti a base di uova - qualsiasi;
  • latte e prodotti lattiero-caseari: latte, yogurt, latte fermentato al forno, kefir, ricotta a basso contenuto di grassi di breve durata;
  • cereali, casseruole da cereali, pasta;
  • verdure: patate, barbabietole, ravanelli, ravanelli, cetrioli, pomodori coltivati ​​all'antica;
  • legumi: fagioli, piselli, lenticchie, arachidi;
  • bevande: tè debole, caffè con latte, acqua potabile e minerale non gassata.

Limite:

cibi dolci e confetteria - zucchero, dolci, conserve, confetteria contenenti coloranti alimentari e additivi (vedere gli additivi sulle etichette dei prodotti con l'indice E); così come carni affumicate (comprese le salsicce affumicate), sottaceti, marinate, bevande fredde, cioccolato, cacao, gelato, alcool.

Vietato:

miele, mele, noci, ciliegie, pesche, albicocche, ciliegie, fragole, patate novelle, carote, linfa di betulla, cognac.

Le medicine di erbe sono proibite: germogli e foglie della betulla, coni di ontano.

Cross Allergy: cosa non si può mangiare durante la fioritura

Ogni primavera, i biologi installano un dispositivo speciale sui tetti delle case che registra il livello di allergeni. Questa primavera a Mosca, il polline nell'aria è 6 volte più del solito. Chi soffre di allergie non solo dalla fioritura, ma anche dalle allergie tra prodotti. Diciamo come si manifesta e cosa bisogna fare.

Che cos'è l'allergia crociata??

Questa è una condizione in cui il sistema immunitario umano è ugualmente ostile agli allergeni nell'aria e negli alimenti. Tuttavia, provoca non solo edema della mucosa e congiuntivite, come con la normale febbre da fieno, ma anche disagio nella bocca e nella laringe. E a volte prurito alle orecchie. Tale reazione al cibo può verificarsi sia durante la fioritura che durante tutto l'anno..

Di norma, ciò è dovuto a un insieme simile di aminoacidi in diversi allergeni: ad esempio, sono identici nel polline di betulla e nella mela.

Chi può avere reazioni crociate?

Molto spesso questo accade con chi soffre di allergie che hanno maggiori probabilità di soffrire di allergie ai pollini (in particolare betulla).

È pericoloso?

Se non viene fatto nulla, allora sì. I sintomi possono essere così forti da diffondersi ad altri organi. Nel peggiore dei casi, le allergie possono portare a shock anafilattico - un edema laringeo mortale. Tuttavia, questo è estremamente raro..

Cosa fare?

Per prima cosa scopri a cosa sei allergico ed escludi questo prodotto. Ad esempio, il 70% delle persone con intolleranza al polline di betulla risponde anche a noci, kiwi, carote crude, mele e pere. Per fare questo, fai un test di Pirke per la sensibilità a frutta e verdura cruda, nonché uno speciale esame del sangue IgE.

Come essere trattati?

Prendi antistaminici che il medico prenderà e seguirà una dieta. Non combinare queste pillole con i rimedi vegetali a base di erbe: la malattia può peggiorare.

Cosa escludere dalla dieta?

Dipende dall'allergene che scatena i sintomi:

  • Se reagisci al polline di betulla, ontano e nocciola, dovrai rimuovere dal tuo menu mele, pere, ciliegie, ciliegie, prugne, prugne, albicocche, albicocche secche, fragole e molti altri prodotti freschi.
  • Per le allergie al polline di erbe di prato, cereali, caffè, cacao, miele dovrebbero essere esclusi.
  • Se sei allergico al polline delle erbe infestanti, scartare miele, melone, anguria, semi, halva, olio di girasole, senape, maionese, zucchine, melanzane.

Ma cosa devo mangiare??

Gli stessi prodotti, ma solo dopo l'elaborazione. Di norma, chi soffre di allergie tollera frutta e verdura bollite, in scatola, in salamoia e anche sbucciate.

Per ulteriori informazioni sui prodotti che possono causare allergie, vedere Live Healthy.