Perché si verifica l'allergia ai pollini e come viene trattata?

Nutrizione

L'allergia ai pollini (febbre da fieno, febbre da fieno) è un gruppo di malattie allergiche causate dal polline delle piante. È caratterizzato da manifestazioni infiammatorie acute della pelle e delle mucose. In Russia, la malattia colpisce circa il 15% della popolazione. Inoltre, fino a 14 anni, la maggior parte dei ragazzi soffre di allergie e dopo 14 anni le ragazze. Come identificare e trattare in tempo le allergie ai pollini?

Meccanismo di sviluppo

La violazione si basa sull'ipersensibilità al polline delle piante. Nella mucosa della faringe, della laringe, degli occhi e del naso ci sono recettori speciali, nonché cellule immunitarie (neutrofili, macrofagi). Quando il polline entra in contatto con questi recettori, i macrofagi vengono attivati. A loro volta, rilasciano istamina nello spazio circostante. Quest'ultimo si espande e aumenta la permeabilità dei capillari sanguigni. Di conseguenza, una grande quantità di acqua entra nei tessuti periferici dal sangue, il muco viene rilasciato. Insieme all'acqua, altre sostanze attive che migliorano le manifestazioni della malattia provengono dal sangue. Tutto ciò crea le condizioni per la comparsa di edema, congestione nasale, lacrimazione, starnuti.

Un'allergia si sviluppa su uno o più gruppi di piante. La maggior parte delle persone colpite dalla febbre da fieno sono quelle che coltivano fiori, ortaggi e colture da frutto..

Le ragioni

I fattori provocatori della febbre da fieno sono il polline di alberi, fiori, arbusti ed erbe infestanti. Viene stabilita la relazione tra la stagione e il periodo di maturazione delle piante. In base alla frequenza di insorgenza della malattia, si distinguono tre periodi di punta. Il primo cade alla fine di aprile - l'inizio di maggio. In questo momento, predominano le allergie alla fioritura di quercia, salice, noce, frassino, mela, betulla, acero, olmo, lillà, conifere e pioppo..

Il secondo periodo cade da giugno ad agosto. I cereali prosperano in questi mesi. Questi includono erba di grano, falò, segale, mais, bluegrass. A giugno appare la lanugine di pioppo. A differenza del polline delle piante, non provoca sintomi pronunciati di patologia. Anche il tiglio fiorisce questo mese..

Il terzo periodo è in autunno. A settembre, la concentrazione di polline d'erba è stata aumentata nell'aria. Ambrosia, quinoa, canapa e dente di leone hanno la massima attività allergenica..

Sintomi

Le allergie al polline sono caratterizzate da un quadro clinico caratteristico. Combina i sintomi di danno alle mucose degli occhi, della cavità nasale e del tratto respiratorio. Negli adulti, prima di tutto, ci sono manifestazioni di congiuntivite: una sensazione di un corpo estraneo, bruciore, prurito, arrossamento della congiuntiva, fotofobia, lacrimazione abbondante e gonfiore delle palpebre. Allo stesso tempo, i segni di rinite sono in aumento: prurito nel rinofaringe e nel naso, dolore nei seni frontali e mascellari (a volte negli spazi parotidi), frequenti starnuti.

Il tasso di sviluppo e la gravità delle manifestazioni dipendono dalla quantità di polline inalata da una persona. Più è grande, più è difficile la malattia. Quando l'impollinazione delle piante è completata, le reazioni del corpo si indeboliscono e gradualmente scompaiono.

Nei bambini, la febbre da fieno si sviluppa dopo 3 anni. Durante questo periodo, l'immunità del bambino non è completamente formata ed è più esposta all'ambiente. I tratti distintivi della febbre da fieno includono:

  • naso che cola, congestione nasale, prurito al rinofaringe, starnuti costanti;
  • eruzioni cutanee;
  • irritazione e arrossamento della mucosa degli occhi, gonfiore delle palpebre e lacrimazione abbondante;
  • difficoltà respiratoria causata dal gonfiore della gola;
  • disturbi neurologici: pianto, nervosismo, malumore;
  • mal di testa, sudorazione eccessiva (in rari casi);
  • affaticamento, sonnolenza costante, apatia, mancanza di appetito, debolezza generale del corpo.

Diagnostica

Un esame allergologico è una misura obbligatoria che consente di determinare cosa ha provocato esattamente una reazione negativa. Il paziente viene applicato superficialmente o intradermicamente (graffio, iniezione) con il presunto allergene. Dopo qualche tempo, vengono analizzate le manifestazioni locali. Se si verificano arrossamento della pelle, forte prurito o gonfiore, significa che la persona è malata di febbre da fieno.

Per la diagnosi di laboratorio, viene eseguito un prelievo di sangue per la ricerca. La norma degli eosinofili nel sangue è l'1-5% del numero totale di cellule del sangue. Se questi limiti vengono superati, c'è motivo di credere che il corpo sia predisposto alle allergie.

I metodi diagnostici immunologici non sono meno informativi. Il sangue viene testato per il contenuto di immunoglobuline di classe E (proteine ​​specifiche). Con la febbre da fieno, la loro concentrazione aumenta bruscamente.

Trattamento

Un'allergia al polline viene trattata secondo una metodologia dettagliata. Con un significativo deterioramento delle condizioni del paziente, viene prescritta una terapia intensiva. Ha lo scopo di ridurre la secrezione di muco, alleviare il gonfiore delle mucose del naso e degli occhi e migliorare la funzione respiratoria..

Nella lotta contro la malattia, vengono utilizzati antistaminici. Nelle forme acute di allergie, vengono somministrate per via intramuscolare e endovenosa. Se non ci sono miglioramenti, passano alle forme di dosaggio orale. Le medicine di questo gruppo includono: Loratadin, Suprastin, Tavegil, Diazolin. Il regime di ricezione e la dose sono selezionati dal medico curante.

Farmaci vasocostrittori diffusi - Oxymethazoline, Galazolin, Naphthyzine. Fanno parte di un gruppo di sostanze che agiscono sui recettori adrenergici. L'eccitazione di quest'ultimo porta a un restringimento dei vasi sanguigni periferici, riduce i sintomi di allergia, allevia il gonfiore, elimina la congestione nasale e la rinite e facilita la respirazione. Per evitare l'infezione secondaria e lo sviluppo di un processo purulento, vengono utilizzati Nazol, Evkazolin, Zirtek, Farial, Allergodil, Tizin e altri.La frequenza d'uso delle gocce nasali è 2-3 volte al giorno.

Con segni di congiuntivite, viene instillata una soluzione albucida. Opatanol, Cromohexal, Ketotifen, Zodak sono considerati ugualmente efficaci colliri. Con le formazioni ulcerative, vengono mostrati unguenti ormonali: Elokom, Advantan, Lorinden, Celestoderm. I prodotti non ormonali che alleviano il prurito e l'infiammazione includono Elidel, Fenistil, Bepanten, Gistan, Vundekhil.

Nel periodo di remissione, viene utilizzata l'iposensibilizzazione specifica. Questo termine si riferisce all'abitudine graduale del corpo all'azione dello stimolo. Al paziente vengono somministrate dosi minime giornaliere di allergeni pollinici purificati. Non provocano una reazione incontrollata del corpo. In questo caso, si sviluppa resistenza a determinati tipi di sostanze allergeniche. L'ipersensibilità viene eseguita in corsi fino a quando non si ottiene un effetto positivo duraturo..

Prevenzione

Un metodo efficace per la prevenzione della febbre da fieno è l'eliminazione del contatto con il polline. L'ottimale sarebbe un cambio di residenza temporaneo. Altre raccomandazioni dovrebbero essere seguite..

  • Trascorri la pulizia con acqua più spesso nel soggiorno. Ridurre mobili e moquette. Conservare biancheria da letto, piumini, cuscini di piume e libri in condizioni appropriate (in copertine resistenti, in un armadio chiuso). Ciò ridurrà il rischio di diffusione di particelle di polvere..
  • Nella stagione calda, astenersi dal camminare. Si consiglia inoltre di limitare il soggiorno in luoghi di congestione delle piante (campi, giardini). Se ciò non è possibile, cambia i vestiti immediatamente dopo il ritorno a casa..
  • Non asciugare i vestiti dopo il lavaggio..
  • Con il bel tempo e dopo la pioggia, ventilare l'appartamento. Allo stesso tempo, appendi un foglio umido su finestre e porte aperte..
  • Fai una doccia almeno 2 volte al giorno.
  • Evitare l'uso di profumi, deodoranti sintetici e altre sostanze odorose.
  • Trattare le malattie infettive e allergiche in tempo.

Inoltre, gli esperti medici non raccomandano animali domestici. I peli di animali domestici hanno una forte proprietà allergenica. Non meno importante è la preparazione preventiva pre-stagionale del corpo. Implica l'assunzione di farmaci che riducono la suscettibilità agli allergeni pollinici. I più famosi sono Zaditen (ketotifen) e Intal (acido cromoglicico).

L'allergia ai pollini è una malattia stagionale comune. Si manifesta con reazioni del sistema immunitario sotto forma di danno alle mucose degli occhi e del tratto respiratorio superiore. Le malattie sono colpite da bambini e adulti. Per evitare conseguenze pericolose, avrai bisogno dell'aiuto di un allergologo. Il trattamento include l'assunzione di antistaminici e vasodilatatori, pomate ormonali.

Allergia nei bambini. Nutrizione per pollinosi nei bambini

Sorprendentemente, non per tutti la primavera è una ragione di gioia. Molti bambini e adulti sono allergici alla fioritura o alla febbre da fieno. Si scopre che, oltre ai farmaci, la nutrizione terapeutica può influenzare il corso dell'allergia di un bambino.

Un'allergia alla fioritura è un'allergia al polline, che è praticamente impossibile nascondere in primavera, quindi la febbre da fieno non viene trattata, ma i suoi sintomi possono essere alleviati stabilizzando la condizione e riducendo la manifestazione della malattia. Un modo per alleviare i sintomi delle allergie da fioritura nei bambini è quello di effettuare un aggiustamento dietetico generale e un aggiustamento nutrizionale basato sull'allergene (puoi determinare l'allergene contattando un immunologo allergologo).

Gruppo a rischio:
1. La pollinosi è comune nelle persone di qualsiasi età e sesso, ma nei bambini è più comune all'età di oltre 6 anni. Un inizio precoce della febbre da fieno si osserva nei bambini i cui genitori sono anche soggetti a malattie allergiche nei loro genitori.
2. Se a un bambino vengono diagnosticate allergie alimentari, la tendenza del suo corpo alla febbre da fieno è più alta.
3. I ragazzi sono allergici alla fioritura più spesso delle ragazze.

Suggerimenti generali per l'alimentazione di un bambino allergico con febbre da fieno:

  • Nel periodo di esacerbazione della febbre da fieno, nutrire il bambino cibo solo della propria preparazione. Cerca di rendere il cibo facile da digerire (a questo proposito, annulla il muesli, perché i cereali sono difficili da digerire).
  • Elimina i cibi fritti e grassi dalla dieta del tuo bambino.
  • Scegli i prodotti lattiero-caseari con una durata di conservazione breve, non più di 7 giorni.
  • Cucina il tuo porridge per bambini.
  • Per un po ', rinuncia ai prodotti da forno e alla cottura: hanno molti lieviti e altri componenti dannosi per la salute.
  • Escludere completamente i pomodori dalla dieta: puoi dare ai bambini solo nella stagione in cui maturano naturalmente e non crescono in serra.

Come mangiare un bambino con diversi tipi di allergie alla fioritura:
1. Per le allergie al polline di ontano e betulla, limitare il consumo da parte del bambino di drupacee (pesche, prugne, ciliegie, pere, olive) e spezie (cumino, anice, curry). Abbandona anche completamente la linfa di betulla, il meno possibile ricorrere al trattamento con gemme di betulla e una foglia.

2. Se sei allergico al polline delle erbe di cereali, non dovresti dare al tuo bambino cereali, mais, prodotti da forno e pasta, noci (specialmente arachidi), soia, fagioli, acetosa, fragole e agrumi, nonché kvas.

3. Se sei ipersensibile al polline di nocciola, smetti di mangiare noci (nocciole, mandorle, noci).

4. Per le allergie all'ambrosia e al polline di assenzio, gli esperti raccomandano di abbandonare temporaneamente semi, senape, halva e maionese, cicoria, erbe e spezie: sedano, aneto, semi di cumino, galletto, curry, pepe, noce moscata, cannella, zenzero e coriandolo - così come le zucche (anguria e melone). Escludere assenzio, farfara, elecampane, camomilla, calendula, spago, achillea, tanaceto, dente di leone da rimedi erboristici.

5. Se sei allergico al polline degli alberi che fioriscono in primavera e all'inizio dell'estate, il bambino dovrebbe anche evitare di mangiare alcune verdure: carote, sedano, patate novelle e paprika: questi prodotti hanno una struttura comune con polline dagli alberi e possono aumentare i sintomi delle allergie.

6. Se sei allergico al polline delle erbe foschia (quinoa), il tuo bambino non dovrebbe mangiare barbabietole e spinaci.

7. Durante il periodo di esacerbazioni stagionali della febbre da fieno, si raccomanda a tutti i pazienti di escludere il miele.

Oltre alle esacerbazioni (inverno e inizio primavera), questi prodotti non sono solo non dannosi, ma anche benefici per il tuo bambino. Mangiandoli in piccole quantità, abitua gradualmente il suo corpo a risposte adeguate al polline delle piante corrispondenti.

Ulteriori suggerimenti per i genitori con allergie alla fioritura nei bambini:

  • Con tempo asciutto e caldo, soprattutto al mattino, cerca di assicurarti che il tuo bambino passi più tempo in casa, meno tempo fuori. È meglio camminare con un bambino la sera, quando l'aria contiene un contenuto minimo di polline allergenico..
  • Assicurati di chiudere le finestre e le finestre nella stanza. In caso di caldo estremo, appendere le finestre con una garza bagnata.
  • Più spesso del solito esegui la pulizia a umido a casa: pulisci il pavimento, i davanzali, i tavoli con un panno umido.
  • Assicurati che, venendo dalla strada, il bambino faccia una doccia, perché il polline potrebbe depositarsi sul corpo. Inoltre, un bambino allergico dovrebbe lavarsi il viso più volte al giorno, sciacquare occhi e naso con soluzione salina o cloruro di sodio (1/3 di cucchiaino in un bicchiere d'acqua). Compra un sapone ipoallergenico per bambini.
  • Non asciugare il bucato di tuo figlio sul balcone in modo che il polline non si depositi su di esso..

Pollinosi: cosa succede?

Ieri abbiamo iniziato a parlare di allergie e reazioni al polline e alle erbacce nei bambini e negli adulti. E alcune domande ci sono già diventate chiare, ma dobbiamo chiarire alcuni punti in più. Quindi, per il nostro paese, un'allergia al polline e alla polvere delle nostre piante ed erbe tradizionali sarà rilevante oggi. Ora di più su questo.

Allergia al polline degli alberi

La pollinosi, causata dal polline degli alberi, può iniziare intorno a metà primavera, tra la fine di aprile e maggio, questo è il momento in cui l'ontano inizia a fiorire e la betulla dopo di essa. Questi sono gli allergeni più comuni, ma le allergie al polline delle conifere sono rare, nonostante l'abete rosso, il pino o l'abete possano produrre molto più polline rispetto alle piante decidue della stessa regione. Ma questo fatto è associato al fatto che la dimensione delle particelle di polline di conifere è piuttosto grande, si attardano attivamente a livello delle mucose del naso e della faringe e raramente penetrano nelle parti inferiori del sistema respiratorio e non penetrano nella circolazione sistemica. Pertanto, l'immunogenicità di queste particelle è molto più bassa di quelle simili in latifoglie. Il più allergenico tra gli alberi è la betulla e le sue famiglie correlate, dopo che arriva la nocciola allergenica (nocciola) e la cenere. Data l'ampia distribuzione della betulla e dei suoi fratelli più stretti sul pianeta, le allergie a questi alberi sono molto diffuse e ogni anno ne soffrono fino a un milione.

L'elenco degli alberi più allergenici oggi è il seguente:

La betulla è il leader della lista: circa 40 proteine ​​potenzialmente pericolose si trovano nel suo polline, provocando una reazione allergica, e sei sono le più attive e sono spesso identificate come allergeni. Secondo la stagione della fioritura della betulla, l'allergia va dalla fine di marzo (nelle regioni meridionali) all'inizio di giugno (alle latitudini settentrionali).
L'ontano, un lontano parente di betulla, appartiene alla famiglia delle betulle e occupa un onorevole secondo posto tra gli alberi allergenici. Inizia a fiorire anche prima della betulla, da marzo a metà aprile. Allo stesso tempo, l'ontano rilascia meno allergeni da polline, ma allo stesso tempo sono concentrati e abbastanza forti, quindi spesso provoca anche reazioni negative.

Il terzo rappresentante della betulla è la nocciola (nocciola), il polline che può causare gravi reazioni allergiche, inclusa la croce (con altre piante e sostanze simili). La nocciola può fiorire presto - da metà febbraio a fine marzo, è sufficiente per lui aumentare la temperatura dell'aria già a 7-10 gradi Celsius.

La cenere è un altro rappresentante delle piante allergeniche, ma appartiene alla famiglia delle olive. Oltre al fatto che il polline di cenere stesso può causare una grave febbre da fieno, questo polline può anche causare dermatite da contatto quando viene a contatto con la pelle. La fioritura delle ceneri inizia in aprile e termina entro la fine di maggio - giugno. Un altro forte allergene è il salice (salice, vetlo), che ama crescere vicino a eventuali corpi idrici. Un'allergia al polline della famiglia del salice è molto meno comune della febbre da fieno a causa della betulla, ma in gravità questa allergia è solitamente la più grave. Spesso gli attacchi di febbre da fieno che questa pianta provoca la fine di attacchi di asma bronchiale.

Un altro albero popolare in termini di allergie è il pioppo, che tutti accusano di quasi tutte le reazioni allergiche nella stagione. Ma, in realtà, il pioppo stesso non è il colpevole di reazioni allergiche come una pianta. Il fatto è che il pioppo produce semi con lanugine e la lanugine è un ottimo adsorbente di allergeni da altre erbe che fioriscono in questo momento o da altri alberi che sono allergeni - il pioppo li sopporta solo. E considerando che la lanugine volante penetra perfettamente nelle mucose degli occhi e del naso, gli allergeni di altre piante cadono esattamente sul bersaglio - sulle mucose.

Allergia alle piante di polline

Questo tipo di febbre da fieno, che si presenta come un'allergia al polline di molte piante, è chiaramente associato alla fioritura stagionale di entrambi gli alberi, che abbiamo menzionato sopra, e di alcuni cereali, erbe infestanti e fiori di prato. Oggi, gli allergologi hanno più di 700 piante diverse che provocano la febbre da fieno, anche nei bambini di età diverse. Spesso, gli attacchi di allergie sono provocati se il bambino viene a contatto con il polline delle piante al mattino. Fu in quel momento che la stragrande maggioranza delle piante costituiva le condizioni più favorevoli per il rilascio attivo di polline e impollinazione. Ulteriori condizioni per lo sviluppo della febbre da fieno sono considerate un certo livello di umidità e luce solare. Molto meno spesso, un'allergia al polline si verifica nelle estati piovose o molto secche, poiché si creano condizioni sfavorevoli per far maturare ed espellere il polline. La pioggia fa piovere il polline a terra, l'aria si schiarisce e in una siccità le piante muoiono semplicemente senza essere impollinate. Inoltre, il tasso di incidenza è associato alla regione, per le regioni calde meridionali si verifica prima che per le latitudini settentrionali. In molti paesi, incluso nel nostro paese, i medici allergologi hanno sviluppato alcune mappe allergiche che elencano i tempi e le zone di spolveramento di alcune piante.

Manifestazioni cliniche di febbre da fieno

Ci possono essere molte manifestazioni della febbre da fieno, tipiche della stagione della fioritura, e gli allergologi hanno identificato diverse forme cliniche di questa malattia. Quindi, tali forme si distinguono come:

- rinocongiuntivite allergica con gonfiore e congestione nasale, arrossamento degli occhi e forte prurito,
- tracheite allergica con tosse ossessiva secca, sudore,
- laringite allergica con sviluppo di falsa groppa o tosse che abbaia,
- attacchi di asma,
- attacchi di bronchite con componenti ostruttivi e asmatici,
- una combinazione di queste manifestazioni in un paziente.

Le reazioni allergiche al polline sono state studiate per molto tempo e i fattori di rischio che provocano la febbre da fieno sono stati sistematizzati in alcuni gruppi. Quindi, se la febbre da fieno è causata dalla fioritura di alberi e arbusti, di solito inizia alla fine di marzo e dura verso la fine di maggio. Con la febbre da fieno causata da erbe o cereali, le normali reazioni allergiche si verificano tra metà maggio e la fine di luglio. Con lo sviluppo della febbre da fieno in risposta alla fioritura delle erbe infestanti, le reazioni si verificano di solito da metà giugno e terminano entro la fine dell'autunno.

Reazioni allergiche al polline

Il polline di molti colori può causare un'allergia, mentre può essere sia piante da campo che piante da interno, ma molto spesso tale allergia è una conseguenza dell'allergia crociata. Cioè, se esiste già un'allergia a cibo, droga o erbe. Inoltre, vale la pena considerare che solo i fiori possono essere allergenici, il cui polline deve essere trasportato dal vento per l'impollinazione. Tipicamente, questi includono molti amati fiori di campo e fiori di campo con grandi foglie, ma allo stesso tempo con piccole infiorescenze tenui, inoltre, la famiglia delle felci può essere allergenica. E tutte le piante con fiori profumati, grandi e luminosi che sono impollinati da api o altri insetti non sono allergeniche. Il loro polline non è trasportato dal vento e non provoca allergie. La maggior parte delle piante domestiche non ha polline, poiché le piante da interno si riproducono in altri modi, quindi, di solito, si verificano reazioni allergiche ai fiori interni a causa del rilascio di oli essenziali, succhi di latte e molto probabilmente causeranno dermatite da contatto.

In molti casi, le allergie al polline possono essere causate dalla presenza di allergenicità generale inerente al corpo di bambini e adulti e dalla somiglianza nella struttura del polline tra i fiori stessi e le loro piante correlate, che già ha causato un'allergia nel paziente. Quindi, le reazioni incrociate possono produrre cereali e rosaceae, la famiglia dei gigli, polline di assenzio, fiori di ambrosia e camomilla, margherite, crisantemi o aster. I medici raccomandano caldamente di astenersi dalla crescita nel proprio sito o nella casa estiva, se si hanno bambini allergici, di questo tipo:
fiori perenni a forma di aster, crisantemo, elleboro, ranuncoli, zinnia, coreopsis o rudbeckia. Non dovresti piantare fiori come gerani e fiordalisi, mancini e primule, margherite e calendula, mughetti e calendule. Non dovresti inoltre propagare le piante rampicanti sotto forma di imopeia, clematide e glicine.

Per i bambini con allergie, la vicinanza alle piante da fiore, anche dai fiori domestici, non è molto buona. Prova a rimuovere tutte le piante da fiore e le piante con un forte odore pungente dalla casa. Spruzza il resto delle piante con acqua il più spesso possibile per ridurre la quantità di particelle emesse da esse. Rimuovi questi fiori dal vivaio nelle stanze dove è poco ventilato, rifiuta i fiori volumetrici e di grandi dimensioni e sii sempre pronto a separarti dai fiori se le allergie si verificano ancora e ancora.

Come aiutare il tuo bambino ad affrontare un'allergia alla fioritura?

Un'allergia alla fioritura, nota anche come febbre da fieno e febbre da fieno, è una malattia estremamente comune nei bambini e negli adulti, che rende difficile godersi la stagione calda, la fioritura rigogliosa, le passeggiate nella natura - in una parola, praticamente rovina la vita. L'autrice permanente del Daily Baby, Maria Makarova, insieme all'allergologa-immunologa Anna Shulyaeva, ha esaminato le cause, i sintomi e i metodi di trattamento delle allergie da polline..

Quando i bambini sono allergici al polline di piante e alberi?

La febbre da fieno nei bambini non appare immediatamente. Ciò si verifica all'età di 3-5 anni, a volte più tardi. In questo caso, anche se gli esami del sangue del bambino mostrano una predisposizione alle allergie, i sintomi potrebbero non comparire. La febbre da fieno ha la proprietà di "dormire" nel corpo per qualche tempo. Qualcuno non lo mostra, qualcuno si presenta completamente inaspettatamente.

Questo perché l'incontro con un allergene - con polline di piante e alberi - non provoca una manifestazione istantanea dei sintomi. Ma nel tempo, l'immunità del bambino con una predisposizione alle allergie si indebolisce, il corpo inizia a riconoscere dannose le proteine ​​di un certo tipo di polline e le combatte.

Chi è a rischio??

Più di altri soggetti alla febbre da fieno:

  • bambini i cui genitori o altri parenti sono allergici;
  • bambini che respiravano regolarmente fumo di sigaretta durante il primo anno di vita;
  • bambini che soffrono di allergie alimentari;
  • bambini con asma;
  • bambini che vivono in un ambiente ecologico sfavorevole o in un appartamento in cui l'aria è satura di peli di animali, polvere e altri tipi di allergeni.

Come distinguere la febbre da fieno dalla SARS?

I sintomi della febbre da fieno sono molto simili ai raffreddori. Quasi immediatamente dopo essere uscito, il bambino inizia a starnutire, dopo un paio d'ore il suo naso è bloccato. I medici chiamano questa rinite allergica. Possono anche diventare rossi e iniziare a prudere, che si chiama congiuntivite allergica. L'appetito di un bambino può diminuire, aumentare l'affaticamento e, allo stesso tempo, compaiono disturbi del sonno. Possono apparire irritabilità, mal di testa, ansia. Nei bambini piccoli, questo si manifesta come stato d'animo eccessivo..

A causa dell'edema della mucosa del tratto respiratorio, il bambino inizia a tossire, la respirazione può essere difficile. Sulla pelle può comparire un'eruzione allergica del tipo di orticaria - piccole macchie rosa che prurito. Meno comunemente, a causa della febbre da fieno nei bambini, si sviluppa edema Quincke. Il battito cardiaco può essere accelerato, a volte l'allergia colpisce anche gli organi digestivi, che si manifesta in nausea, vomito, dolore all'addome, feci disturbate.

La principale differenza rispetto al comune raffreddore è la mancanza di temperatura e la stagionalità della manifestazione della malattia. Di norma, la febbre da fieno si verifica nei bambini solo durante la stagione di fioritura. Nella Russia centrale, da metà marzo a inizio ottobre. Allo stesso tempo, diversi bambini soffrono di esacerbazione di allergie in momenti diversi. Qualcuno è più suscettibile all'influenza del polline dei fiori, qualcuno è più colpito dalla lanugine di pioppo, qualcuno è influenzato dal tiglio, ecc..

Accade spesso che un'allergia al polline di una determinata pianta sia combinata con una certa allergia alimentare. Ad esempio, un'allergia al polline degli alberi può essere accompagnata da un'allergia a carote, mele, sedano, prugne, ciliegie, ciliegie, albicocche, pesche e altri frutti di pietra, oltre a noci e miele; allergia al polline di erbe di cereali - un'allergia a pane, cereali, muesli e altri prodotti a base di cereali; allergia al polline delle infestanti - allergia al miele, halva, olio di semi di girasole, anguria, melone, zucchine e melanzane, patate, agrumi.

Qual è il pericolo di febbre da fieno?

Al minimo sospetto di febbre da fieno in un bambino, dovresti consultare un allergologo il prima possibile. Perché se il contatto con l'allergene non viene eliminato, una reazione allergica può svilupparsi in un'infezione batterica e dare complicazioni come congiuntivite purulenta, sinusite, asma e altri. La rinite allergica può anche causare infiammazione dei seni paranasali e aumentare le adenoidi..

È possibile curare la febbre da fieno?

Purtroppo, nessun trattamento offre una garanzia assoluta in caso di allergie. Al fine di ridurre al minimo le reazioni allergiche, è innanzitutto necessario limitare il contatto del bambino con l'allergene. Inoltre, durante la stagione della fioritura, può essere prescritta una dieta speciale che esclude l'uso di prodotti che provocano allergie (l'elenco dei prodotti è redatto da un allergologo sulla base dell'analisi del sangue di un bambino).

Dopo 8-9 anni, i bambini in Russia possono eseguire l'immunoterapia secondo lo stesso schema degli adulti. Durante un'esacerbazione allergica, a un bambino vengono prescritti antistaminici, farmaci antiallergici non steroidei e broncodilatatori in caso di sintomi asmatici.

Passa spesso alla cosiddetta medicina alternativa: omeopatia, naturopatia, agopuntura.

Commento di una allergologa-immunologa Anna Mikhailovna Shulyaeva:

“La pollinosi è una malattia allergica associata ad una maggiore sensibilità del corpo ai pollini delle piante e che causa reazioni principalmente al tratto respiratorio superiore e agli occhi. Manifestazioni di solito sotto forma di prurito, lacrimazione, starnuti, tosse, respiro corto.

Il trattamento per la febbre da fieno può essere stagionale e fuori stagione. Il trattamento stagionale include l'alleviamento dell'esacerbazione e la terapia di base con antistaminici che riducono la risposta del corpo a un allergene. Il trattamento fuori stagione si chiama ASIT ed è una terapia specifica con piccole dosi di allergeni. Si tiene nel periodo autunno-inverno..

Esistono anche trattamenti alternativi - aggiuntivi - per la febbre da fieno. Questi includono:

  • aerazione e pulizia a umido almeno una volta al giorno;
  • la conservazione di libri, biancheria da letto, in particolare cuscini di piume e piumini in condizioni appropriate, in base alle quali il rischio di particelle di polvere sarà ridotto al minimo. Ad esempio, la biancheria da letto deve essere conservata in copertine resistenti e libri in un armadietto;
  • non tenere peluche e libri sugli scaffali aperti, cercare di ridurre al minimo l'uso di tappeti a pelo lungo;
  • i locali devono essere spaziosi, facilmente ventilabili e pulibili;
  • restrizione all'uso di aerosol;
  • Non avviare animali domestici in casa, appartamento, perché la lana ha una forte proprietà allergenica;
  • "la lotta contro la muffa al chiuso (spesso appare in bassa stagione e provoca reazioni allergiche)".

Commento di Victor Polozov, rappresentante di Winzel:

Un'allergia alla fioritura può far star male un bambino, non solo per strada, ma anche a casa. Durante l'aerazione, il polline entra nel vivaio, causando esacerbazione della febbre da fieno.

Allo stesso tempo, anche una finestra chiusa per diverse settimane non risolverà il problema: la mancanza di aria fresca porta a un eccesso di anidride carbonica e carenza di ossigeno.

La via d'uscita dalla situazione nel caso di un bambino allergico può essere l'installazione di attrezzature speciali nella stanza dei bambini - recuperatori. Questo sistema consente di ventilare la stanza tutto il giorno senza aprire una finestra. Indipendentemente dalla stagione e dall'ora del giorno, i recuperatori aggiornano l'aria nella stanza, mantenendo una temperatura confortevole.

Il sistema è dotato di filtri che intrappolano la polvere dalla strada e fungono da purificatore d'aria. La filtrazione può essere così forte che anche gli allergeni microscopici - il polline - non possono entrare nella stanza. L'aria fresca senza polline aiuterà il bambino a sopportare più facilmente un grave periodo di allergie e a mantenere un sonno sano.

È importante ricordare l'umidità nella stanza: dovrebbe essere compresa tra il 40 e il 60%. L'umidità elevata non è meno pericolosa della bassa, poiché può causare muffe e aumentare le reazioni allergiche. Usando il recuperatore, puoi abbassare rapidamente il livello di umidità all'ottimale, poiché può funzionare in modalità di scarico.

Allergia al polline degli alberi nei bambini

La comparsa di lacrimazione e naso che cola è spesso associata a un'infezione virale o batterica, ma un'altra ragione è del tutto possibile: un'allergia al polline, è pollinosi e "febbre da fieno".

Questa patologia fu segnalata per la prima volta al mondo nel diciannovesimo secolo dall'inglese John Bostok - il suo rapporto gettò le basi per gli studi sui meccanismi di sviluppo e le conseguenze della malattia, che gli scienziati di tutto il mondo.

I sintomi nei pazienti si verificano con l'inizio del periodo di fioritura di alberi e varie piante, comprese le erbacce - e persistono fino a quando l'aria viene pulita da particelle allergeniche.

Per far fronte a loro, è necessario elaborare un regime terapeutico adattato individualmente sotto la guida di un medico esperto. È importante che un paziente con sensibilità al polline sia consapevole di tutti i probabili segni della malattia e delle opzioni terapeutiche che esistono oggi..

Le piante allergeniche più comuni

Esiste un vasto elenco di provocatori causalmente significativi: gli esperti affermano che circa 700 specie hanno la capacità di causare reazioni patologiche. I più pericolosi sono:

  1. Erbe, comprese le erbacce (ambrosia, assenzio, ortica, quinoa, erba di grano).
  2. Colture di cereali commestibili (grano, segale, mais, avena, orzo).
  3. Alberi, arbusti (betulla, ontano, pioppo, quercia, frassino e nocciola).

Le ragioni

Il polline è un allergene attivo e potente, il contatto con il quale porta allo sviluppo di un processo infiammatorio acuto nella mucosa del tratto respiratorio superiore e degli occhi.

Una predisposizione ereditaria è considerata un importante fattore di rischio: se i genitori soffrono di "febbre da fieno", è possibile che si trovi nel bambino.

Quando si conferma l'importanza del polline come provocatore della reazione, sono importanti i seguenti criteri:

  • contenuto proteico (proteine);
  • la presenza di una grande quantità di oli essenziali;
  • peso molecolare superiore a 5000 e inferiore a 40.000 dalton.

Determinano la capacità di indurre una risposta immunitaria e formano una sensibilità specifica del corpo - sensibilizzazione. Più allergeni di polline sono nell'aria, maggiore è il rischio di sviluppare sintomi di intolleranza. Se le particelle hanno una massa sufficiente, vengono facilmente trasportate con le correnti del vento e possono depositarsi sulla mucosa del naso e degli occhi.

In presenza di febbre da fieno, è possibile l'allergia crociata, a causa della somiglianza della struttura dei provocatori proteici. I suoi segni sono in grado di apparire in qualsiasi momento dell'anno, in contrasto con la "febbre da fieno", che è caratterizzata da stagionalità. Il deterioramento è causato da:

L'opzione di un provocatore dipende dall'allergene primario e anche i farmaci a base di estratti vegetali possono provocare violazioni.

Sintomi

Sintomi tipici

Questi includono disturbi del naso, faringe, congiuntiva degli occhi che si verificano a seguito di salire sulle mucose del polline. Si sviluppano rapidamente, a volte entro pochi minuti, causano un notevole disagio al paziente: interferiscono con la normale respirazione, influenzano la qualità della vista.

Rinite, congiuntivite

Con la pollinosi, entrambe le patologie si trovano, di regola, in combinazione. Le seguenti manifestazioni sono caratteristiche di esse:

  1. Congestione nasale.
  2. Rilascio abbondante di segreto trasparente.
  3. Starnuti, prurito.
  4. tosse.
  5. Lacrimazione, gonfiore delle palpebre.
  6. fotofobia.

Il paziente può essere disturbato da problemi di udito associati a ridotta pervietà della tromba di Eustachio (tubootite allergica), vertigini a causa di difficoltà respiratorie, mal di gola dopo il sonno. Le palpebre aumentano significativamente di volume fino a quando non sono completamente chiuse insieme, gli occhi diventano rossi, costantemente acquosi.

Se è necessaria una diagnosi differenziale, è importante ricordare che un naso che cola con febbre da fieno suggerisce una congestione nasale.

Asma bronchiale

  • tosse parossistica;
  • mancanza di respiro con difficoltà a espirare;
  • la comparsa di respiro sibilante secco nei polmoni.

I sintomi elencati sono combinati con rinite e congiuntivite. Durante un episodio di esacerbazione, il paziente respira rumorosamente, pesantemente, può appoggiare le mani sulle ginocchia, sullo schienale di una sedia o sul letto. È difficile per lui espellere l'aria inalata, il che provoca una sensazione di panico. Durante l'auscultazione (esame utilizzando un fonendoscopio), si sentono rantoli sibilanti o ronzanti, che a volte vengono ascoltati anche senza dispositivi speciali - basta stare accanto al paziente.

Segni atipici

Tra questi ci sono:

  1. Eruzione cutanea (si verifica per contatto diretto con il polline).
  2. Prurito e gonfiore nell'area genitale esterna, aumento della minzione.
  3. Nausea, vomito, diarrea, dolore addominale.
  4. Mancanza di respiro in combinazione con una sensazione di palpitazioni, dolore dietro lo sterno.
  5. Debolezza, febbre, brividi, vertigini.

Le eruzioni cutanee si combinano con altre manifestazioni: le aree interessate iniziano a prudere fortemente, motivo per cui un paziente che soffre di sensibilità al polline non può addormentarsi, concentrarsi su importanti attività quotidiane e diventa irritabile. La febbre è più spesso subfebrile (da 37,1 a 37,9 ° C).

Caratteristiche del corso nei bambini

L'allergia al polline in un bambino procede più spesso che in un adulto. I seguenti sintomi possono disturbarti:

  • naso che cola, starnuti, rinorrea (comparsa di secrezioni liquide);
  • lacrimazione, arrossamento degli occhi;
  • incapacità di tollerare la luce intensa;
  • tosse lancinante, mancanza di respiro.
  • debolezza generale, febbre;
  • nausea, vomito, dolore addominale, vertigini;
  • sudorazione, brividi;
  • la comparsa di macchie e vesciche sulla pelle.

L'orticaria, cioè un'eruzione cutanea pruriginosa sotto forma di vesciche, in un bambino è spesso accompagnata da un aumento della temperatura corporea a 37,1–39 ° C.

Diagnostica

È necessario confermare il ruolo del polline come provocatore di sintomi - con un risultato positivo, vengono selezionati trattamenti e misure profilattiche che possono migliorare le condizioni del paziente.

Test di laboratorio

Ad oggi, sono disponibili diversi metodi:

  1. Rilevazione di anticorpi IgE specifici nel sangue.
  2. Conta dei leucociti, stima la percentuale di eosinofili e basofili.
  3. Esame citologico della secrezione nasale e congiuntiva secreta.
  4. Microscopia delle feci (in presenza di sintomi dal tratto gastrointestinale).

Il rilevamento di anticorpi è di fondamentale importanza per la diagnosi della febbre da fieno..

L'indubbio vantaggio di questo metodo è la sua sicurezza: durante il test, il paziente non entra in contatto con l'allergene e i risultati, se adeguatamente preparati, sono caratterizzati da un alto livello di accuratezza e affidabilità.

Tutti gli altri metodi elencati nell'elenco non sono specifici e possono indicare la presenza non solo della "febbre da fieno", ma anche di altre patologie associate alla sensibilità individuale.

Test cutanei

  • arrossamento
  • gonfiore, prurito;
  • rash element (blister, papule).

Con qualsiasi variante della modellazione a contatto, che si tratti di lubrificazione della pelle intatta, lievi graffi o iniezione, esiste il rischio di sviluppare una grave reazione allergica. Pertanto, le persone che hanno avuto un episodio di shock anafilattico in passato dovrebbero escludere meglio questo metodo di ricerca..

Affinché il risultato del test cutaneo sia affidabile, è necessario condurlo dopo aver interrotto l'uso di antistaminici al di fuori della stagione di fioritura delle piante.

Lo specialista dovrebbe informarti se il paziente ha usato indipendentemente il rimedio per l'allergia ai pollini - questo è importante per lo sviluppo di tattiche terapeutiche. Inoltre, vale la pena ricordare che il test non viene eseguito per bambini piccoli, persone di qualsiasi età durante le infezioni acute. Un elenco completo di controindicazioni può essere verificato con il proprio medico.

Trattamento

È necessario selezionare la terapia per un paziente che soffre di febbre da fieno individualmente. Esistono diversi modi di base che possono alleviare in modo significativo le condizioni del paziente. Diamo un'occhiata a ciascuno di essi a turno.

Approccio di eliminazione

Include numerose opzioni per interrompere il contatto con un allergene:

  1. Partenza per una regione in cui non vi è fioritura di piante pericolose.
  2. Uso di dispositivi di protezione (maschera, occhiali, ecc.).
  3. Distruzione di alberi, ambrosia vicino alla casa.
  4. Chiusura di porte e finestre, rifiuto temporaneo di aerazione.
  5. L'uso di condizionatori d'aria, depuratori d'aria.
  6. Limitare la durata delle passeggiate, l'esclusione dei viaggi nella "zona verde".

Terapia desensibilizzante

Include varie opzioni per influenzare il corpo, consentendo per un breve o lungo periodo di tempo di alleviare il paziente di sintomi spiacevoli. Sebbene non esista una medicina in grado di eliminare una volta per tutte il fenomeno delle allergie, la giusta scelta dell'approccio terapeutico renderà la vita del paziente più confortevole.

Agenti farmacologici

Quando può essere prescritta la febbre da fieno:

  • antistaminico;
  • glucocorticosteroide (GCS).

Le pillole per allergia ai pollini più comunemente usate sono convenienti da prendere e trasportare. Farmaci popolari che non causano sonnolenza:

  • con un decorso lieve, è sufficiente utilizzare un antistaminico (compressa (Cetrin), nonché unguento, gocce o, ad esempio, spray (Allergodil));
  • in caso di moderata luminosità delle manifestazioni, è necessario aggiungere un glucocorticosteroide topico (Nazonex, Tafen nasale);
  • in forma grave, vengono utilizzati diversi farmaci in combinazione, per fermare un attacco d'asma - un inalatore (salbutamolo), opzioni sistemiche per corticosteroidi (prednisone).

Dovresti anche essere consapevole che esistono farmaci barriera per le allergie al polline, ad esempio Nazaval (contiene cellulosa micronizzata). È disponibile sotto forma di spray, dopo averlo spruzzato forma uno strato di gel sulla superficie della mucosa nasale che impedisce il contatto con allergeni.

Immunoterapia specifica per allergeni

Abbreviato come ASIT. Questo è il metodo più efficace e promettente sviluppato negli ultimi decenni per combattere la febbre da fieno. Come trattare l'allergia ai pollini con il suo aiuto? Viene effettuata la somministrazione multipla di dosi diluite di sostanze provocatorie nel corpo; la loro concentrazione sta gradualmente aumentando.

Ciò consente di raggiungere la tolleranza immunologica, una condizione in cui una persona smette di rispondere a un allergene causalmente significativo. La presentazione di ASIT ha reso possibile l'assunzione di una cura completa per le persone che soffrono di sensibilità individuale.

Tuttavia, oggi il criterio per completare con successo il corso è la remissione (assenza di sintomi), della durata di 5 anni o più.

La terapia specifica per allergeni non viene eseguita durante un'esacerbazione delle manifestazioni della febbre da fieno - dovrebbe essere iniziata pochi mesi prima della stagione impollinatrice delle piante.

Ci sono altre controindicazioni: bambini in età prescolare, gravidanza. Se il metodo è adatto per un paziente specifico, il medico curante decide dopo aver esaminato e valutato la condizione.

Dieta

Una dieta allergica per il polline degli alberi richiede cautela con noci, semi (pesca, ciliegia, ecc.), Patate, pomodori, kiwi ed erbe. In caso di sensibilità ai cereali, sono esclusi:

  • prodotti da forno;
  • cereali, kvas;
  • malto, birra, salsiccia;
  • mais, grano a base alcolica.

Le persone che non possono tollerare il contatto con le erbacce possono sperimentare un peggioramento quando introdotte nella dieta:

  • meloni, anguria, agrumi, girasole, melanzane;
  • spinaci, barbabietole, miele, senape, maionese;
  • assenzio, vermouth, cicoria, topinambur, halva.

Il trattamento dell'allergia ai pollini con un cambiamento nella nutrizione dovrebbe essere effettuato sotto la supervisione di un nutrizionista che pianifica la dieta ottimale anche se vengono eliminati potenziali provocatori..

Prevenzione e consigli utili

Al fine di prevenire il deterioramento della condizione, il contatto con il polline dovrebbe essere evitato per quanto possibile, il trattamento tempestivo delle malattie delle vie respiratorie che aumentano il rischio di sviluppare la sensibilità individuale. È inoltre necessario:

  1. Porta un antistaminico.
  2. Ridurre al minimo il tempo trascorso in strada durante la spolverata.
  3. Per convincere colleghi e famiglie a non aprire finestre e porte, poiché il polline può entrare nella stanza con un flusso d'aria.
  4. Segui una dieta consigliata.

Vale la pena sapere che i rimedi popolari per le allergie ai pollini, preparati sulla base di componenti vegetali, sono strettamente controindicati per un paziente con febbre da fieno - così come i rimedi a base di erbe.

Possono causare reazioni gravi, tra cui shock anafilattico: le conseguenze sono imprevedibili. Pertanto, è meglio astenersi dall'utilizzare qualsiasi rimedio casalingo: il beneficio previsto è molto inferiore al probabile danno. Se il paziente è determinato a utilizzare il metodo folk, è necessario consultare il proprio medico in anticipo.

Fonti: medscape.com, mdlinx.com, health.harvard.edu.

Quali sono i segni di questa malattia stagionale?.

Come si manifesta e che nella maggior parte dei casi agisce come un allergene.

Come si manifesta il quadro clinico. Quali tipi di fiori sono potenzialmente irritanti.

Quali tipi di piante possono causare una reazione. Prevenzione e trattamento.

Allergia al polline degli alberi nei bambini: quali alberi sono pericolosi

Ciao cari lettori. Oggi ci occupiamo delle manifestazioni allergiche dei bambini in relazione alla spolverata degli alberi.

  • Come viene diagnosticata un'allergia, cosa stanno facendo i medici per curarla.
  • Un'allergia al polline degli alberi nei bambini è anche chiamata febbre da fieno (quando il corpo reagisce bruscamente al polline delle piante).
  • Questa è una malattia stagionale e poiché la maggior parte degli alberi (compresi quelli allergenici) alle medie latitudini russe fioriscono in primavera e all'inizio dell'estate, il picco della malattia si osserva proprio in questa stagione.

È necessario effettuare un aggiustamento per la regione: per il sud, la fioritura inizierà prima, per il nord della Russia in seguito. Gli alberi fioriscono più velocemente nei climi caldi che in quelli temperati.

  1. La sfera immunitaria del bambino si riferisce al polline degli alberi come un agente alieno pericoloso che deve essere affrontato immediatamente..
  2. L'istamina è prodotta nel corpo per una lotta simile contro il pericolo e quindi inizia il processo allergico..
  3. La febbre da fieno estiva è già associata alla fioritura di cereali ed erbe infestanti, ma oggi stiamo considerando come un bambino reagisce al polline degli alberi in fiore.
  4. Clinicamente, la reazione del bambino alla spolverata degli alberi è molto simile al comune raffreddore.
  5. A volte i genitori nutrono un bambino con farmaci freddi, antibiotici, che peggiorano il fegato e i reni.
  6. Di conseguenza, il processo allergico si manifesta ancora di più: le reazioni cutanee sono collegate a sintomi simili al raffreddore..

Tutto dipende dalla cura dei genitori: se in aprile-maggio il bambino è malato di qualcosa di simile a un raffreddore, è probabile un'allergia al polline degli alberi. Non ritardare la visita di un allergologo, è molto importante iniziare il trattamento giusto in modo tempestivo.

Alberi pericolosi e non pericolosi per un bambino allergico

È stato a lungo rivelato che il polline di alcuni alberi ha un livello di allergenicità quasi zero, mentre in altri questo livello è molto alto. Quali alberi causano allergie?

  • Il polline più pericoloso è la betulla: è molto leggera, i suoi grani hanno una superficie non appiccicosa, quindi il vento lo porta molto lontano.
  • Una concentrazione molto piccola di polline di betulla nell'aria è sufficiente per un bambino allergico a sviluppare una esacerbazione della malattia.
  • E al culmine della fioritura della betulla in un metro cubo d'aria ci sono quattromila chicchi di polline di questo albero.
  • Oltre alla betulla, gli allergeni nelle latitudini medio russe includono:
  • Ontano.
  • nocciola.
  • acero.
  • Quercia.
  • Salice.
  • Castagna.
  • Acacia.
  • Pioppo.
  • Lilla.
  • albero di mele.
  • pioppo tremolo.
  • Olmo.
  • Carpino.
  • Faggio.
  • Gelsomino.
  • Pino.
  • Abete rosso.
  • Tiglio (questo albero fiorisce un po 'più tardi degli altri e diventa pericoloso per un bambino allergico quasi in piena estate).

I ricercatori hanno scoperto che il pericolo maggiore è rappresentato dagli alberi impollinati con l'aiuto del vento (hanno un polline fine con un guscio denso e ne viene prodotto molto).

Molto spesso, i bambini sono allergici al polline di un particolare albero, ma è possibile l'ipersensibilità a diverse varietà di polline.

Gli alberi impollinati dagli insetti sono caratterizzati da polline allergenico basso. Ad esempio, quasi tutti gli alberi da frutto si riferiscono a questo tipo di pianta..

Quasi tutti questi alberi fioriscono in aprile-maggio-inizio giugno. L'allergia al polline degli alberi in un bambino si verifica ogni anno allo stesso tempo.

Se parliamo delle regioni più meridionali della Russia, il polline più allergenico di cipresso, arborvitae, ginepro.

Sintomatologia

I principali segni di un processo allergico innescato dalla spolverata di alberi irritanti:

  • Rinite, accompagnata da una sensazione di bruciore nel naso e nella bocca.
  • Congiuntivite, in cui si verifica lacrimazione, gli occhi diventano rossi: il bambino avverte una sensazione di bruciore negli occhi dal polline depositato sui bulbi oculari.
  • starnuti.
  • Tosse, la respirazione diventa più difficile.
  • Eruzione cutanea pruriginosa.

I genitori dovrebbero mostrare il bambino in tempo all'allergologo per prevenire complicazioni: il loro asma più pericoloso.

Diagnosi della malattia e terapia

La malattia viene diagnosticata mediante un esame del sangue per la presenza di immunoglobuline E o mediante un test allergologico (dall'età di cinque anni). Gli allergotest devono essere eseguiti al di fuori del periodo di esacerbazione..

Dopo aver determinato quale polline dell'albero risponde a un albero, viene prescritta una terapia complessa. Come trattare correttamente un bambino?

  • Ridurre al minimo il contatto con il polline.
  • Assunzione di antistaminici. Di solito, un allergologo prescrive antistaminici di ultima generazione (compresse, sciroppi, unguenti), mentre la terapia farmacologica non è accompagnata da effetti collaterali negativi..
  • Dieta ipoallergenica per allergie al polline degli alberi. Lo specialista raccomanderà di rimuovere i prodotti che possono causare una reazione crociata.
  • Gli enterosorbenti rimuoveranno dal corpo un irritante.
  • Il naso che cola e la congiuntivite causati dall'intolleranza al polline degli alberi sono trattati con spray nasali antinfiammatori e colliri..
  • Per trattare l'infiammazione della pelle, uno specialista prescriverà unguenti antistaminici, gel.
  • Un allergologo può raccomandare l'uso di vari rimedi popolari insieme a farmaci e elencherà quali erbe possono essere utilizzate..
  1. La prescrizione di eventuali farmaci è di esclusiva responsabilità dell'allergologo..
  2. La tecnica di trattamento dell'allergia ai pollini moderna di maggior successo è la terapia ASIT, quando a un bambino vengono regolarmente somministrate determinate dosi di stimolo.
  3. Innanzitutto, l'allergene viene somministrato in ordine crescente, quindi lo stesso dosaggio viene utilizzato per circa tre anni.
  4. Il corpo si abitua allo stimolo e non lo percepisce più come un agente dannoso..

Il metodo consente di recuperare completamente dalle allergie stagionali o di ottenere una remissione molto lunga. Dopo che il bambino ha 5 anni, può essere trattato con la terapia ASIT.

  • Per distinguere tra pollinosi con reazioni crociate e allergie alimentari, gli esperti utilizzano test e analisi speciali.
  • Maggiori informazioni sulla nutrizione per le allergie infantili al polline degli alberi
  • Se un bambino risponde al polline di un albero o di un altro, oltre al trattamento farmacologico, una dieta correttamente pianificata è molto importante.
  • Questa è una "dieta incrociata", perché insieme all'intolleranza al polline si sviluppano reazioni allergiche a una serie di prodotti, poiché alcuni irritanti alimentari e per inalazione sono simili nella struttura.
  • A causa di questa somiglianza, il sistema immunitario dei bambini risponderà non solo alle molecole di granuli di polline, ma anche a quelle presenti in numerosi prodotti..
  • Il medico che compone la dieta terrà conto non solo del fattore di allergia crociata, ma esclude anche cibi altamente allergenici (cioccolato, carne affumicata, sottaceti, noci, miele, fragole, ecc.) Dal menu del bambino per il periodo di esacerbazione.

L'allergia crociata al polline degli alberi è molto comune. Cosa non mangiare per un bambino che è ipersensibile al polline di alberi in fiore?

Di solito, dalla dieta dei bambini, quando il polline è nell'aria, viene rimosso quanto segue:

  • Linfa di betulla.
  • Noccioline.
  • Mele, ciliegie, pesche, nettarine, lamponi, banane, arance, albicocche.
  • Patate novelle.
  • Prezzemolo e aneto.
  • Pomodori, cetrioli, carote, sedano, peperoni rossi e verdi.

Ma rimane abbastanza cibo per organizzare una dieta variata per le malattie allergiche stagionali.

Questi sono cereali, prodotti a base di latte acido e latte, ricotta, carne (a basso contenuto di grassi), patate (vecchio raccolto), cavolo (bollito, stufato), barbabietole, legumi, pane, pasta, biscotti, cracker, zuppe, uova, uva passa (il medico elencherà tutto in dettaglio). Delle bevande, si consigliano tè, composta di frutta secca..

  1. La dieta viene introdotta per un periodo piuttosto breve e quando termina la fioritura dell'albero, i prodotti proibiti per la durata della manifestazione di pollinosi vengono lentamente restituiti alla dieta dei bambini.
  2. I genitori dovrebbero ricordare che una dieta in caso di intolleranza al polline degli alberi è necessaria e non deve essere violata, altrimenti i sintomi allergici potrebbero intensificarsi.
  3. È possibile proteggersi dalle esacerbazioni?
  4. È completamente impossibile proteggere un bambino dagli incontri con il polline degli alberi quando è sbocciato. Ma è possibile ridurre al minimo l'esposizione al polline:
  • Non aprire le finestre durante la fioritura.
  • La messa in onda è consigliabile solo sotto la pioggia.
  • Pulizia giornaliera a umido.
  • Per asciugare i vestiti dei bambini lavati solo al chiuso (quindi non ci sarà polline depositato su di esso).
  • Grazie al calendario della fioritura, la terapia preventiva può essere completata poco prima della fioritura di un albero che è "pericoloso" per il bambino. La terapia antistaminica è prescritta da un allergologo.
  • Sulla strada per usare un allergomask.
  • È meglio camminare fino alle dieci del mattino o dopo quattro giorni: il polline è meno attivo in questo momento..
  • Dopo essere rimasto in strada, fai i gargarismi e risciacqua i passaggi nasali con acqua.

Importante da ricordare

  1. Il polline di alcuni alberi può innescare un processo allergico in un bambino.

Responsabile della reazione negativa è il funzionamento "errato" del sistema immunitario, che prende il polline per un agente straniero e inizia a combattere contro la sua produzione nel corpo di istamina.

  • I sintomi della febbre da fieno sono un segnale di una visita urgente a un allergologo, perché se non trattate le allergie stagionali, è irto di asma bronchiale per la vita.
  • Ci vediamo nel prossimo articolo.!

    Allergia ai pollini degli alberi

    La pollinosi è una reazione allergica del corpo umano al polline di varie piante.

    Il picco di questa malattia si verifica in aprile-giugno, ma alcune piante che causano allergie fioriscono fino a ottobre (erba).

    Il motivo di questa malattia è che per la maggior parte questo tipo di allergia provoca il polline delle piante impollinate dal vento. È di dimensioni scarse e penetra facilmente nel tratto respiratorio..

    Allergia al polline degli alberi nei bambini

    Spesso i bambini, specialmente quelli che vivono in città, sono allergici al polline degli alberi. In una tale situazione, è molto pericoloso automedicare. È necessario mostrare il bambino a uno specialista nel campo dell'allergologia, che prescriverà un trattamento individuale e competente.

    I segni di allergia al polline degli alberi nei bambini non differiscono dai sintomi di una reazione allergica negli adulti:

    • congestione nasale ed eccessiva secrezione di muco;
    • gli occhi si gonfiano, lacrimazione, prurito;
    • appare tosse persistente o starnuti.

    È necessario eliminare la causa delle allergie al polline degli alberi nel tempo, cioè limitare il contatto del bambino con il polline:

    • uscire la mattina o la sera, ma è meglio dopo la pioggia, quando tutti gli allergeni si depositano sul terreno;
    • dopo una passeggiata, dovresti fare una doccia e sciacquarti il ​​naso con acqua salata per eliminare le sostanze irritanti;
    • una buona protezione contro gli allergeni sarà un filtro e un umidificatore per l'aria in casa e in macchina;
    • durante un viaggio durante il periodo di fioritura attiva di un albero che provoca allergie, non è possibile aprire i finestrini in macchina;
    • dopo il lavaggio, gli indumenti devono essere asciugati in spazi chiusi per impedire l'ingresso di allergeni nel tessuto;
    • ventilare la stanza solo dopo la pioggia, ma non è possibile ventilare la stanza quando la pianta allergenica sta attivamente fiorendo;
    • se possibile, dovresti portare il bambino fuori dalla zona climatica, dove fiorisce la pianta irritante.

    Ottimo posto con bassi allergeni nell'aria - il mare.

    Allergia al polline di alberi a fioritura precoce (miscela)

    I moderni metodi medici per diagnosticare le malattie allergiche si basano sul rilevamento di una reazione irritante.

    Per riconoscere il vero allergene, vengono utilizzate miscele polliniche di alberi a fioritura precoce..

    Se il risultato dell'analisi è positivo, indicato dalla produzione di immunoglobulina E, vengono prescritti ulteriori studi e test per identificare un irritante specifico.

    Dieta per allergie al polline degli alberi

    Una persona allergica al polline degli alberi dovrebbe monitorare la propria dieta. È necessario scegliere una dieta per ridurre il carico nutrizionale sull'organismo nel suo insieme e anche per escludere eventuali allergeni dall'elenco degli alimenti consumati.

    Se sei allergico al polline degli alberi, non dovresti solo aderire a una corretta alimentazione, ma anche escludere gli allergeni dalla dieta. È necessario rimuovere dal menu:

    • miele;
    • Succo di betulla;
    • noccioline
    • fragole, ciliegie, ecc.;
    • caffè o tè forte;
    • nuove patate coltivate, carote;
    • bevande alcoliche.

    È necessario ridurre al minimo l'uso di cibi fritti, piccanti, grassi e salati:

    • prodotti affumicati, comprese le salsicce;
    • marinate e sottaceti;
    • cibi dolci e pasticceria (zucchero, gelato, torte)
    • cacao;
    • coloranti alimentari e additivi.

    La tua dieta dovrebbe essere basata sui prodotti ammessi:

    • prodotti farinacei (pagnotta, panini, biscotti);
    • carni senza grassi (magre) (pollo, vitello, tacchino)
    • pesce di mare;
    • uova cotte in alcun modo;
    • cereali che contengono carboidrati complessi;
    • casseruole di cereali vari;
    • latte e prodotti lattiero-caseari;
    • verdure (patate del raccolto precedente, ravanelli, pomodori, cetrioli);
    • legumi (fagioli, lenticchie);
    • tè o caffè non concentrato.
    • È inoltre necessario aumentare la quantità di liquido consumato al giorno.
    • Non usare medicinali a base di coni di ontano e gemme di betulla.
    • Per indebolire l'azione degli allergeni, è necessario condurre uno stile di vita attivo, aderire a una corretta alimentazione, composta in base alla dieta, è necessario impegnarsi nell'indurimento del corpo per aumentare e rafforzare l'immunità.

    Il bambino è allergico alla fioritura e al polline: sintomi e trattamento, cause, misure preventive

    Molto spesso, alberi e piante in fiore sono associati all'arrivo di una stagione calda e al raccolto futuro. Tuttavia, negli ultimi anni ci sono sempre più persone che soffrono di allergie al polline (febbre da fieno) in primavera e in estate. Spesso la malattia colpisce i bambini e ogni anno aumenta il numero di piccoli allergici. Come affrontare la febbre da fieno in un bambino?

    Cos'è un'allergia pericolosa alla fioritura, perché appare nei bambini?

    Allergia alla fioritura: la risposta dell'organismo alle sostanze presenti nel polline delle piante. La malattia è insidiosa in quanto i suoi sintomi assomigliano alle manifestazioni di un raffreddore. Molti genitori a lungo potrebbero non essere consapevoli del fatto che il bambino ha avuto un'allergia in primavera e che il miglioramento delle condizioni del bambino è associato all'efficacia del trattamento a freddo.

    Il paziente può riscontrare le seguenti complicanze:

    • perdita dell'udito dovuta al gonfiore dei seni e della cavità dell'orecchio;
    • mancanza di coordinamento;
    • asma;
    • allergia al cibo.

    Le allergie in fiore hanno maggiori probabilità di verificarsi in quei bambini i cui genitori sono allergici. I seguenti fattori portano alla malattia:

    • Immunità debole a causa di malattia.
    • Eccessiva sterilità ambientale. Alcuni genitori cercano di disinfettare costantemente tutto ciò che tocca il bambino e l'ingestione anche di una piccola quantità di elementi estranei provoca reazioni negative.
    • Mangiare cibi ricchi di ormoni.
    • Trattamento antibiotico.
    • Cattiva ecologia.
    • Stretto contatto con il fumo di tabacco.
    • Radiazione da dispositivi elettronici.

    Piante che causano reazioni allergiche e il tempo della loro fioritura

    Le allergie sono causate dalla fioritura di alberi e piante. Di regola, la febbre da fieno non appare a causa dei fiori del giardino fortemente profumati. Le erbacce sono un grande pericolo per chi soffre di allergie. La tabella fornisce un elenco di allergeni forti e il loro tempo di fioritura..

    Gruppo di pianteNomeTempo di fioritura
    WeedsAmbrosia, assenzio, Chernobyl, quinoa, shiritsa, orticaMetà estate - prima metà dell'autunno
    Alberi deciduiOntano, acero, frassino, betulla, quercia, salice, pioppo tremulo, pioppo, olmo, castagnoDa aprile a maggio
    Alberi sempreverdiAbete rosso, cipresso, pinoFine marzo - giugno
    Alberi e arbusti da giardinoMelo, lilla, tiglioMaggio giugno
    CerealeSegale, avena, miglio, grano, maisgiugno luglio
    Prato e fioriTarassaco, piantaggine, fiordaliso, erba di granoMaggio - luglio

    La stessa lanugine di pioppo è un allergene lieve. Tuttavia, può irritare le mucose degli occhi e del naso e trasportare una grande quantità di polline da altre piante..

    Sintomi di un'allergia alla fioritura nei bambini

    In caso di allergia al polline, nei bambini appare un naso che cola. Il fluido rilasciato è sempre limpido. La congiuntivite è spesso osservata nei bambini. I sintomi caratteristici sono anche:

    • occhi rossi e gonfi;
    • lacrimazione
    • bruciore al naso e alla gola;
    • starnuti
    • gonfiore del seno;
    • sensazione di formicolio agli occhi in piena luce;
    • tosse senza produzione di espettorato;
    • mancanza di respiro e attacchi di asma;
    • mal di testa;
    • eruzioni cutanee;
    • eruzione cutanea prurito;
    • nausea;
    • disordini del sonno.

    Quali test sono necessari per fare una diagnosi in un bambino?

    Per la diagnosi utilizzando:

    • esame del sangue (dettagliato e immunologico);
    • test cutanei (applicazione di un allergene sulla pelle e studio della reazione).

    Caratteristiche del trattamento

    È completamente impossibile curare le allergie stagionali. Il trattamento della febbre da fieno è di ridurre la risposta del corpo a un allergene, alleviare i sintomi e rafforzare l'immunità. Durante i periodi di esacerbazione della malattia, al bambino viene prescritta una dieta speciale. I metodi di terapia sono selezionati da un allergologo a seconda delle condizioni e dell'età del paziente.

    Terapia farmacologica

    Per alleviare i sintomi delle allergie, ai bambini vengono prescritti antistaminici per l'azione orale e locale, gocce per alleviare l'infiammazione degli occhi e dei seni, unguenti per alleviare le condizioni della pelle. La tabella fornisce un elenco dei farmaci più popolari utilizzati nelle manifestazioni stagionali delle allergie nei bambini..

    attoNomeModulo per il rilascioEtà minima del paziente
    AntistaminiciloratadinaSciroppo2 anni
    suprastinCompresse, iniezione1 mese
    cetirizinaGocce, sciroppo, compresse-
    Terapia antinfiammatoriaAllergocromLacrime1 mese
    LomuzoleGocce nasali6 anni
    Rimozione del gonfiore degli occhi e dei passaggi nasaliNazol BabyDue mesi
    Tizin2 anni
    OpatanolLacrime3 anni
    Rimozione di infiammazione e prurito della pelleBepantenUnguento-
    Fenistil-

    Corso di iposensibilizzazione

    L'iposensibilizzazione ha lo scopo di aumentare la resistenza del corpo all'allergene. I corsi terapeutici non vengono quasi effettuati in primavera e in estate. Esistono 2 tipi di terapia: specifica e non specifica.

    L'iposensibilizzazione specifica comporta l'introduzione di un agente causale allergico nel corpo del paziente a piccole dosi. Aumentare gradualmente la dose di allergene. Il corpo del bambino si abitua a un elemento ostile e cessa di reagire bruscamente a una pianta in fiore.

    L'iposensibilizzazione non specifica ha lo scopo di aumentare l'immunità locale e generale del bambino. La terapia prevede l'uso dei seguenti metodi di trattamento:

    • farmaci preventivi per le allergie;
    • procedure fisioterapiche (elettroforesi, radiazioni ultraviolette, terapia a microonde);
    • esercizi sportivi;
    • trattamento Spa.

    Dieta ipoallergenica

    I principi dell'alimentazione dipendono dall'allergene che ha causato la reazione del corpo. A seconda dell'agente patogeno, l'allergologo durante il periodo di esacerbazione esclude vari prodotti dall'alimentazione del bambino. Ad esempio, con un'allergia al polline di mais, cereali di mais e altri cereali, pane, noci sono esclusi. Se la malattia è provocata dalla betulla, non si dovrebbero consumare frutti di bosco, spezie e linfa di betulla.

    Durante un'esacerbazione, è anche necessario rispettare le seguenti regole nutrizionali generali:

    • non usare cibi a lunga digeribilità;
    • Non alimentare il paziente con cibi fritti, piccanti e grassi;
    • Non utilizzare prodotti con una lunga durata;
    • non dare al bambino panini;
    • escludere l'uso di frutta e verdura luminose (fragole, pomodori, agrumi).

    Rimedi popolari

    Gli esperti non raccomandano l'uso di rimedi popolari per curare la febbre da fieno. Queste ricette si basano sull'uso di erbe che possono migliorare l'effetto allergico. Puoi usare questa o quella ricetta solo se i genitori sanno con certezza che i componenti non causeranno un'allergia nel bambino.

    AppuntamentoLa basecucinandoMolteplicità di ammissione e dosaggio
    Infuso per purificazione del sangueFoglie di una stringa e ortichePrendi 1 cucchiaio. l foglie di entrambe le piante e versare 200 ml di acqua bollente, lasciare per circa un'ora.1/2 tazza al giorno tra i periodi di esacerbazione
    Accelerazione dell'eliminazione delle tossine, rafforzando l'immunitàRadice di sedano2 cucchiai. l materie prime tritate versare 1 cucchiaio. acqua calda. Insistere 2 ore.10 ml 2 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti
    Risciacquare il naso, ridurre il gonfiore dei senisaleIn 1 litro di acqua, diluire 1 cucchiaino. sale.Se si verifica un naso che cola, sciacquare il naso fino a 6 volte al giorno

    Prevenzione delle allergie ai pollini in un bambino

    I genitori di un bambino allergico devono attenersi alle seguenti regole di prevenzione:

    • durante il periodo di fioritura, camminando con il bambino solo nel pomeriggio con tempo calmo;
    • proteggere le finestre degli alloggi con stracci bagnati;
    • dopo una passeggiata, lavare accuratamente il bambino e sciacquare il naso con soluzione salina;
    • madre che allatta per seguire una dieta;
    • evitare i luoghi delle piante da fiore;
    • durante l'esacerbazione, non nutrire il bambino con miele;
    • fare la pulizia bagnata due volte al giorno;
    • Non appendere abiti allergici per strada;
    • non essere coinvolto nel nuoto in decotti di erbe.

    Immunologo: le allergie più comuni e le loro cause

    • Perché si sviluppa una reazione allergica alla polvere domestica, al cibo e al polline, può verificarsi una malattia in età adulta, in che modo differiscono le diverse generazioni di antistaminici e fanno apparire nuovi tipi di allergie in Russia?
    • Il capo del dipartimento di allergologia e immunologia della clinica della prima università medica di Pavlov Elena Bobrova risponde alle domande più comuni sulle allergie.
    • - Quali sono le allergie più comuni a San Pietroburgo??

    - Nelle regioni settentrionali, le allergie più comuni tra gli adulti sono causate dal cosiddetto allergene domestico, un allergene degli acari della polvere domestica e dell'epidermide degli animali domestici. L'80% dei pazienti con malattie allergiche ha questo tipo.

    Nel nostro paese, nelle regioni settentrionali, c'è anche un'allergia al polline degli alberi: betulla, ontano e nocciola. Il polline di ontano e nocciola è già apparso nell'aria, il polline di betulla sta per apparire. Fioriscono tutti tra aprile e maggio e questo periodo termina all'inizio di giugno.

    Un altro tipo comune di allergia ai pollini è un'allergia al polline delle erbe di cereali. Queste sono erbe che crescono su prati, erbe da prato..

    Inoltre, un'allergia al polline delle erbacce, come l'assenzio, è comune: sebbene lo coltiviamo anche, le allergie ai pollini al assenzio nelle steppe delle regioni meridionali sono più colpite.

    Le allergie alimentari negli adulti sono rare. Questo è un problema pediatrico I bambini sono spesso allergici ai prodotti di origine animale, come proteine ​​del latte vaccino, uova di gallina, pesce, cereali e soia. Questi tipi di allergie alimentari scompaiono principalmente all'età di cinque anni e in molti bambini prima.

    - E quali allergie persistono anche nell'età adulta??

    - Molto spesso, fin dall'infanzia, persiste un'allergia ai pesci. Negli adulti, può apparire una [reazione allergica] ai prodotti a base di erbe.

    Generalmente soffrono anche di allergie ai pollini perché i pollini [e alcuni alimenti] hanno antigeni incrociati..

    Ad esempio, da qualche parte nel 40 percento delle persone allergiche alla betulla, potremmo essere allergici alle noci, ai frutti di bosco [colture]. Solo il cinque percento è allergico ai cereali.

    Circa il 27 percento di coloro che soffrono di allergie ai pollini contro l'assenzio hanno un'allergia alimentare, ad esempio senape o Compositae. Questo gruppo comprende molte erbe medicinali: achillea, calendula, camomilla.

    - Come procede una reazione allergica e in che modo dipende dal tipo di allergia?

    - Le allergie si sviluppano secondo determinate leggi. Esistono quattro tipi di reazioni allergiche. Di norma, le reazioni allergiche al polline o ai prodotti vegetali producono immunoglobuline specifiche di classe E. Ad esempio, tali anticorpi compaiono contro il polline di betulla e nocciola, mele, carote.

    L'allergia è sempre una malattia geneticamente determinata.

    - Cosa in questo caso è associato a un numero crescente di allergie? Ad esempio, l'Accademia europea di allergologia e immunologia clinica parla di un aumento epidemico dell'incidenza.

    - Si verifica la crescita di malattie allergiche. Molto spesso, con malattie allergiche, è interessato il tratto respiratorio, che si manifesta con rinite allergica, asma, congiuntivite. Nell'infanzia, si trova spesso una patologia come la dermatite atopica, che di solito si trasforma in una forma respiratoria della malattia con l'età.

    Il danno al tratto respiratorio è in gran parte dovuto all'inquinamento atmosferico nei centri industriali, dove ci sono molte emissioni dalle imprese.

    L'aria inquinata danneggia l'epitelio e un debole antigene penetra attraverso di esso, il che non ha causato malattie nelle generazioni precedenti: polline, un allergene degli acari della polvere domestica.

    In questo caso, una reazione allergica si realizza sotto forma di asma bronchiale o rinite allergica..

    - Cioè, una tale allergia può verificarsi nel mezzo della vita?

    - Tuttavia, le allergie sono prevalentemente una malattia precoce. Pertanto, tra i bambini ci sono molte allergie.

    La protezione contro una malattia allergica viene effettuata dalla produzione di anticorpi bloccanti - immunoglobuline di classe G4. Non consentono lo sviluppo di un quadro clinico vivido, causato da un'alta concentrazione di immunoglobuline di classe E..

    Ma se per qualche motivo la produzione di immunoglobuline di classe G4 viene interrotta, il quadro clinico di una malattia allergica può svilupparsi o i sintomi che erano in passato ritornano. Pertanto, accade che diverse persone hanno manifestato durante l'infanzia, poi sono passate e, in età adulta, a 30-40 anni, un'allergia clinicamente grave può improvvisamente svilupparsi.

    - Se un'allergia persiste in una persona in età adulta, può tuttavia indebolirsi nel tempo?

    - Se la diagnosi di asma bronchiale è stata fatta durante l'infanzia, ma il paziente non ha mostrato segni di soffocamento per molti anni e non lo disturba, questa diagnosi non viene rimossa.

    Un'altra cosa è se un tale paziente è soggetto a trattamento. Se non ci sono assolutamente lamentele e gli indicatori funzionali rimangono entro i limiti normali, allora no. Tuttavia, una persona dovrebbe sapere quale asma bronchiale è stato causato durante l'infanzia ed evitare questi fattori causalmente significativi.

    Altrimenti ci sarà una ricaduta. Se si soddisfano i [requisiti necessari], può passare un numero enorme di anni e il paziente avrà una remissione stabile - questo si applica all'asma bronchiale, alla rinite e alla dermatite atopica..

    Quindi il trattamento in diversi periodi della vita e periodi del decorso della malattia è diverso.

    - Come si sviluppa un'allergia alla polvere? Dipende, ad esempio, dalla composizione della polvere che si deposita in casa?

    - Un'allergia alla polvere domestica è un'allergia domestica all'antigene che si trova nell'appartamento. Prima di tutto, è associato a un'allergia a una zecca domestica. Le zecche sono animali microscopici che non sono visibili all'occhio, che non mordono, ma secernono un allergene. Ciò è stato dimostrato negli anni '50 del secolo scorso. In latino sono chiamati Dermatophagoides.

    Le zecche da appartamenti infetti si sono diffuse. Nella nostra città, hanno infettato circa l'80 percento degli appartamenti. Come succede? Di norma, se le persone si trasferiscono in un nuovo appartamento e portano almeno un piccolo cuscino con le zecche dei loro parenti, questo è sufficiente. Si moltiplicano rapidamente, in tre mesi il loro numero [aumenterà] due volte.

    Negli appartamenti nuovissimi dove nessuno viveva, non ci sono segni di spunta. Non esistono in istituzioni o hotel, perché di solito non ci sono oggetti personali che possono essere infettati e viene eseguita la sanificazione.

    - Cioè, la polvere di città - ad esempio, quella che si accumula sulle strade e nell'aria dopo l'inverno - è sicura in questo senso?

    - Questa è una grande polvere dispersa che non penetra nel tratto respiratorio inferiore e non può essere un allergene. Un allergene è una proteina che ha un peso molecolare specifico che può penetrare attraverso l'epitelio. E solo la sporcizia non penetra attraverso l'epitelio.

    - Qual è la differenza tra le diverse generazioni di antistaminici? C'è una differenza nel modo in cui influenzano le allergie?

    - Esistono due generazioni di antistaminici. I farmaci di prima generazione di solito durano sei ore, vengono assunti tre volte al giorno e hanno molti effetti collaterali, come sonnolenza, compromissione della coordinazione e dipendenza.

    Ci sono molti farmaci di seconda generazione che tutti hanno usato ultimamente. Tutti questi farmaci funzionano 24 ore, vengono assunti una volta al giorno e, di norma, non hanno gli effetti collaterali che ho menzionato. Ti consentono di guidare un'auto, cosa assolutamente impossibile da fare quando si assumono farmaci di prima generazione.

    - Se una persona ha sintomi allergici minori che non causano una condizione grave come il soffocamento, è obbligatorio per lui assumere antistaminici?

    - Anche se ci sono manifestazioni allergiche minori, è necessario consultare un medico. Gli antistaminici non sono una panacea che aiuta in tutti i casi..

    Esistono diversi modi per trattare le malattie allergiche: ad esempio, il trattamento dell'asma bronchiale è diverso dal trattamento della dermatite atopica.

    Vengono utilizzati mezzi diversi e mezzi diversi saranno efficaci. Pertanto, è necessario contattare uno specialista.

    - È necessario sottoporsi a test allergologici per le persone che non hanno una malattia diagnosticata e nessun sintomo?

    - Se il paziente non ha sintomi e lamentele, quindi, secondo me, non è necessario sottoporsi a test - e sono piuttosto costosi -. Se il paziente soffre di un'allergia per tutti i parenti, ma lui stesso non ha sintomi, può contattare un allergologo se lo desidera.

    - Compaiono nuovi tipi di allergie?

    - Se parliamo di allergie alimentari, la dieta umana non cambia molto: come è stata per molti anni, è rimasta tale. Molto spesso mangiano prodotti lattiero-caseari, uova, carne di manzo, maiale, pollo, qualsiasi tipo di cereali, frutta e verdura.

    D'altra parte, in passato c'era pochissima soia nella nostra dieta settentrionale, quindi praticamente non c'era allergia ad essa. La soia è comune in tutto il mondo ed è allergica ad essa..

    Ora appare più spesso con noi, poiché abbiamo iniziato a consumare più di questo prodotto. O, per esempio, è apparso il sesamo [nella nostra dieta] - anche questo è un allergene.

    Quindi direi che le nuove allergie sono associate a cambiamenti nelle abitudini alimentari.

    Per quanto riguarda l'allergia ai pollini, le piante che siamo cresciute molti anni fa stanno crescendo ora. Qui non appare nulla di nuovo..

    Ma ci sono differenze legate alla temperatura: se si osserva un riscaldamento precoce, i sintomi dell'allergia ai pollini compaiono prima.

    E se era un inverno freddo, e poi un forte riscaldamento, allora tutte le piante iniziano a fiorire allo stesso tempo, il che provoca focolai più gravi di allergie respiratorie.

    - Quali allergie sono più pericolose in termini di effetti sulla salute??

    - Un allergene molto pericoloso è l'allergene del veleno degli imenotteri: vespe e api. Una reazione allergica al morso di un tale insetto viene anche determinata in modo di laboratorio - determinando le immunoglobuline specifiche corrispondenti.

    Qui la situazione è piuttosto complicata: una persona deve comportarsi in modo tale da non essere morsa. Altrimenti, le conseguenze saranno molto serie - fino allo sviluppo dello shock anafilattico. Per questi pazienti durante la consultazione, ti diciamo cosa devi avere a casa e fallo da soli quando sono stati morsi da una vespa o un'ape.

    Le allergie ai pesci possono anche causare reazioni gravi. I pazienti di solito lo sanno fin dall'infanzia. Alcuni non solo non possono mangiare il pesce, ma reagiscono bruscamente anche al suo odore.

    Tali pazienti dovrebbero essere estremamente attenti nei luoghi della ristorazione pubblica, perché se c'era del pesce nel piatto, lo hanno rimosso e messo qualcos'altro, quindi questa traccia può provocare una reazione estremamente grave nel paziente.

    L'allergia al polline si trova nelle regioni settentrionali, ma non è così grave come, ad esempio, nelle regioni meridionali. Le allergie agli animali domestici e alle zecche possono causare asma bronchiale grave, ma di solito questo è controllato e se il paziente segue le istruzioni del [medico], le reazioni acute acute molto spesso non si verificano.

    - A proposito di allergie ai pesci, la quantità gioca un ruolo qui? Supponiamo che ci sarà una differenza se il pesce di una persona giace semplicemente su un piatto o se ha mangiato un pezzo intero in una volta?

    - Qualsiasi reazione allergica, incluso il pesce, non dipende dalla dose. Una piccola quantità di antigene può entrare nel corpo e quindi si sviluppa una cascata di reazioni allergiche, che può essere molto grave. E l'altra persona - al contrario, i polmoni. Dipende dal paziente, non dalla quantità di materiale ricevuto..

    - Esistono cose come le pseudoallergie: ad esempio, includono una "allergia fredda". Come funzionano e come si differenziano dalle allergie comuni?

    - Esiste un numero enorme di reazioni pseudoallergiche - più di quelle allergiche. Si distinguono per l'assenza di una fase immunitaria, cioè una reazione antigenica all'interno del corpo.

    La base delle reazioni pseudoallergiche sta in molti meccanismi completamente diversi. Pertanto, durante la diagnosi, scopriamo, a causa di quale malattia si sviluppa questa reazione.

    Spesso si presentano a causa di disturbi del tratto gastrointestinale, compromissione della fermentazione, disbiosi intestinale, ad esempio dopo l'assunzione di antibiotici.

    Qui, a proposito, c'è una dipendenza dalla dose del prodotto consumato. Più una persona mangiava, peggio per lui. E quando il paziente è guarito, può mangiare di nuovo [questo prodotto]. In caso di allergie, il paziente non può mai consumare [prodotti che causano reazioni allergiche].

    Per quanto riguarda le allergie fredde, questo di solito è un sintomo di un'altra malattia. Ad esempio, un'eruzione cutanea può svilupparsi con malattie del tessuto connettivo, con malattie autoimmuni. Pertanto, la reazione al freddo può essere dovuta al fatto che una persona è mal curata e non riceve abbastanza farmaci. Questa non è un'allergia..

    Un'allergia è sempre una reazione a una sostanza, molto spesso una proteina di un certo peso molecolare. Sul fattore fisico, non può verificarsi.