Cosa fare con un'allergia alla fioritura?

Analisi

Nella stagione calda, è così piacevole passeggiare attraverso un parco verde, letteralmente costellato di aiuole con una varietà di piante, passeggiare lungo un vicolo ricco di rose e tulipani, ammirare la vista di iris, peonie e gigli in fiore nel giardino botanico. Molte persone scelgono un modo simile di riposo per se stesse, introducono bambini, familiari adulti e amici. Ma per una persona con una sensibilità individuale al polline, è meglio rifiutare l'invito. L'allergia alla fioritura è una variante stagionale della malattia dell'apparato respiratorio e degli occhi, che può svilupparsi in pazienti di età diverse. È caratterizzato da disturbi respiratori, lesioni infiammatorie della congiuntiva, nonché sintomi della pelle e delle mucose. A seconda della gravità del corso, la patologia crea un notevole disagio o addirittura minaccia la vita del paziente..

Le ragioni

Un'allergia che si verifica negli adulti e nei bambini durante la fioritura di massa delle piante è spiegata da una reazione al polline nell'aria. Contiene proteine ​​(proteine), che sono identificate dal sistema immunitario come una minaccia per il corpo - il contatto con esso porta alla produzione di speciali composti protettivi (anticorpi). Questo tipo di sensibilità individuale è chiamato febbre da fieno, in passato - febbre da fieno..

Esistono tre periodi di spolveratura:

  1. Primavera (da marzo a maggio). In questo momento, le persone sensibili reagiscono agli alberi e agli arbusti: quercia, nocciola, cenere, pioppo (lanugine). Possibili allergie all'erba - piantaggine, dente di leone giallo.
  2. Estate (da giugno ad agosto). Le piante di Bluegrass - erba di grano, coda di volpe, segale sono della massima importanza.
  3. Autunno (inizia a metà luglio e termina a ottobre).

Assenzio, quinoa e la famosa erba allergenica - fioriture di ambrosia.

Il polline ha una volatilità: la capacità di essere trasportato con i flussi del vento su distanze significative. Durante la pioggia, diventa più facile per il paziente, poiché scompare dall'aria, ma la sua concentrazione è molto alta in primavera e in estate nei giorni di sole..

Le persone allergiche alla fioritura dovrebbero essere consapevoli del loro pericolo: reazioni crociate, che sono lo sviluppo della sensibilità agli alimenti e ai farmaci a base di estratti vegetali, le cui proteine ​​hanno una struttura simile alle particelle di polline.

Le violazioni, a differenza della febbre da fieno, possono verificarsi in qualsiasi momento dell'anno, il che richiede costante attenzione e attenzione da parte dei pazienti.

Sintomi

I segni di un'allergia alla fioritura sono concentrati in diverse "lesioni":

Si presentano molto rapidamente: è sufficiente un contatto a breve termine con il polline. All'inizio, appare un sintomo: un naso che cola, quindi i cambiamenti patologici negli occhi lo completano. Se una persona tocca la pianta con le mani, la pelle nell'area di contatto soffre (vedi foto).

Problema respiratorio

Questo gruppo comprende disturbi da tutte le parti del tratto respiratorio - sia la parte superiore (naso, faringe) che inferiore (laringe, trachea, bronchi, polmoni). Possono verificarsi i seguenti sintomi di allergia in fioritura primaverile:

  • congestione nasale;
  • scarico mucoso di consistenza liquida dalle narici;
  • ridotta gravità dell'olfatto;
  • prurito, starnuti, tosse;
  • mancanza di respiro, in cui è difficile per il paziente espirare aria dai polmoni;
  • l'apparenza di respirazione rumorosa, respiro sibilante sonoro secco.

Sono descritti segni di rinite e asma bronchiale - queste patologie si verificano sia separatamente che in combinazione. Il quadro clinico è spesso integrato da sintomi di otite media: prurito alle orecchie, compromissione dell'udito. È anche probabile un aumento della temperatura corporea - un paziente adulto di solito ha la febbre di basso grado (da 37,1 a 37,9 ° C)

Danni agli occhi

Può verificarsi sia in forma acuta che cronica. Nel primo caso, si notano sintomi pronunciati di un'allergia alla fioritura:

  1. Prurito intenso, quasi insopportabile all'interno delle palpebre.
  2. Edema congiuntivale significativo combinato con arrossamento.
  3. Scarico abbondante di liquido lacrimale.
  4. Sensazione di bruciore, "sabbia", "macchie" negli occhi.

Un paziente deve portare una sciarpa ovunque con sé; è difficile per lui lavorare con un computer, piccoli dettagli e documenti. Nel secondo tipo di reazione, il paziente è disturbato dal prurito periodicamente rinnovato delle palpebre, che è combinato con moderato gonfiore e arrossamento. Anche la lacrimazione è presente. Con lo sviluppo di complicanze della cornea (cheratite), l'acuità visiva diminuisce.

Per evitare l'infezione, è necessario abbandonare la pettinatura degli occhi e utilizzare eventuali gocce solo su raccomandazione di un medico.

Segni aggiuntivi

Questi sono sintomi facoltativi ma probabili che accompagnano la rinite e la congiuntivite classiche. Come è un'allergia alla fioritura? Le seguenti violazioni sono caratteristiche:

  • eruzione della pelle (macchie, vesciche, vesciche - elementi grandi e piccoli);
  • arrossamento e gonfiore delle mucose in combinazione con prurito di vari gradi di intensità;
  • nausea, vomito, flatulenza, feci turbate, dolore epigastrico;
  • debolezza generale, febbre.

Si verificano quando vengono consumate particelle di polline (ad esempio, se il paziente pranza nel giardino e l'allergene entra accidentalmente nel piatto) o in caso di reazioni crociate.

Caratteristiche del corso nei bambini

I sintomi dell'allergia alla fioritura di un bambino sono simili a quelli degli adulti, ma sono molto più difficili da tollerare per un piccolo paziente. La febbre da fieno rappresenta una grave minaccia per la salute. I cambiamenti infiammatori nel tratto respiratorio superiore colpiscono l'intero corpo nel suo insieme, accompagnati da una varietà di effetti avversi. Una descrizione delle sfumature delle manifestazioni durante l'infanzia può essere presentata nella tabella.

PatologiaSintomicomplicazioni
riniteC'è una congestione nasale persistente, una scarica chiara in quantità significativa, "saluto allergico" (strofinando la punta del naso), ripetuti starnuti. Il bambino ha le occhiaie sotto gli occhi, la pelle sopra il labbro superiore diventa rossa a causa dell'irritazione con secrezioni e una sciarpa. Il paziente respira attraverso la bocca, russa in un sogno, la mattina inizia con una sensazione di secchezza e dolore alla gola. Il bambino può rifiutare il cibo o mangiare poco e con riluttanza, perché gli è difficile respirare a causa del gonfiore della mucosa nasale.Molto probabilmente, lo sviluppo della tubootite allergica, in cui vi è una disfunzione della tromba di Eustachio, su uno o entrambi i lati. Le orecchie depongono, con una forte caduta di pressione possono ferire. Inoltre, la perdita dell'udito è ridotta. Nei bambini è possibile lo sviluppo di una rinite batterica, una sinusite (un processo infiammatorio nei seni paranasali). Inoltre, durante la stagione di esacerbazione della febbre da fieno, viene rilevato un aumento delle dimensioni delle adenoidi.
CongiuntiviteÈ caratterizzato da arrossamento, intenso prurito degli occhi, a causa del quale è difficile per il bambino resistere alla pettinatura, nonché un abbondante deflusso del liquido lacrimale.Molto spesso, il paziente è minacciato dall'attaccamento di un'infezione a causa di danni alla mucosa da parte di unghie, oggetti estranei utilizzati per alleviare almeno temporaneamente il prurito. Esiste anche il rischio di cheratite (infiammazione della cornea).
Asma bronchialeL'attacco inizia acutamente, i sintomi aspecifici agiscono come "precursori": ansia, irritabilità, agitazione mentale e motoria. Talvolta si osserva un'aggressività pronunciata. Dopo un po ', appare respiro corto con un'espirazione prolungata, tosse, respiro sibilante si sente nei polmoni.Se l'asma in un bambino è dovuta alla febbre da fieno, non dovrebbero esserci complicazioni con un trattamento adeguato. Tuttavia, nella variante cronica della malattia c'è il rischio di attacchi più frequenti, la formazione di cambiamenti irreversibili nell'albero bronchiale. Inoltre, è impossibile escludere la possibilità di sviluppare uno stato asmatico in cui un episodio di disturbi respiratori non scompare da solo e l'accumulo di espettorato viscoso nelle parti inferiori del tratto respiratorio porta al loro blocco, il che significa un aumento della carenza di ossigeno (ipossia) e soffocamento.

Un bambino piccolo potrebbe non avere perdite nasali: se è costantemente in una posizione prona, una secrezione fluida scorre lungo la parte posteriore della gola, dando l'impressione di un naso che cola.

Sono anche probabili i sintomi atipici di un'allergia alla fioritura nei bambini. Tra loro:

  • febbre;
  • nausea;
  • dolore addominale, diarrea;
  • vertigini, debolezza;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • una sensazione di compressione dietro lo sterno;
  • eruzioni cutanee.

Sono osservati in combinazione con manifestazioni classiche, il che rende possibile sospettare almeno la febbre da fieno insieme ad altre probabili patologie: intossicazione e infezione.

Diagnostica

Confermare che il paziente abbia la febbre da fieno può essere solo uno specialista, ad esempio un allergologo adulto o pediatrico. Alla consultazione iniziale, vengono raccolte informazioni relative alle condizioni generali del paziente, alle caratteristiche del decorso della malattia, viene elaborato un piano di esame.

Test di laboratorio

Questa è l'opzione diagnostica più sicura, in cui non è richiesto il contatto diretto del paziente con sostanze provocatorie. Si basa sul rilevamento di anticorpi specifici della classe IgE, che il sistema immunitario utilizza per attuare una risposta a un'invasione di allergeni. Viene eseguito uno studio sul siero del sangue, per il quale è necessario eseguire il campionamento da una vena nella sala di trattamento.

In preparazione all'analisi, è necessario interrompere l'assunzione di antistaminici (anche se alcuni metodi moderni possono essere utilizzati anche sullo sfondo di un normale carico di farmaci). L'uso di glucocorticosteroidi è necessariamente escluso.

Test cutanei

Sono di grande importanza per la diagnosi della febbre da fieno, sono divisi in molte varietà:

  • prik-test (micropuntura);
  • scarificazione (creazione di graffi superficiali);
  • gocciolamento (applicazione di una piccola quantità di sostanza stimolante), ecc..

Tutti implicano la creazione di un contatto con il presunto allergene per iniziare una reazione. Se la pelle nell'area di contatto diventa rossa, si gonfiano, prurito, appare una papula (nodulo) o vescica, si dice un risultato positivo - cioè c'è una sensibilità alla soluzione del test.

Una condizione importante per il test è l'assenza di sintomi acuti di allergia o infezione, malattie della pelle.

Questi fattori possono distorcere le prestazioni, interferire con un'adeguata interpretazione..

Test provocatori

Per identificare la sensibilità, una soluzione di allergene diluita viene gocciolata in un occhio, narice (d'altra parte la mucosa è considerata un "controllo", cioè serve a valutare correttamente i risultati e fare un chiaro confronto dei cambiamenti).

In caso di gonfiore, lacrimazione, prurito, il test è considerato positivo. L'area esposta all'allergene viene lavata con soluzione fisiologica, dopodiché viene utilizzato un farmaco per alleviare i sintomi (compressa di Tsetrin, gocce di vasocostrittore a base di xilometazolina, ecc.). La pelle e gli studi provocatori non possono essere eseguiti da donne in gravidanza, persone con una storia di shock anafilattico.

Trattamento

Pensando a cosa fare con un'allergia alla fioritura, è necessario farsi un'idea dei metodi esistenti per migliorare le condizioni del paziente. Un medico qualificato ti aiuterà a capire quale opzione di trattamento è necessaria in un caso particolare..

Principio di eliminazione

Implica la creazione di condizioni in cui il paziente non entrerà in contatto con una sostanza provocante, cioè il polline. La soluzione migliore è partire temporaneamente per una regione sicura. Tuttavia, non tutti possono permettersi una vacanza regolare e lunga, proprio come un cambio di residenza. Pertanto, vengono utilizzate misure aggiuntive:

  1. Chiudere tutte le finestre, le porte, i balconi della casa. Per mantenere una temperatura confortevole - installazione di aria condizionata.
  2. Esclusione dalla dieta di allergeni crociati.
  3. Eliminazione di piante da interno che possono fiorire.
  4. Ridurre al minimo la durata di passeggiate per strada, gite in parchi, piazze, campi, giardini.
  5. Pulizia giornaliera bagnata in casa.
  6. Indossa una maschera, occhiali da sole.

L'eliminazione non è una cura per un'allergia alla fioritura, ma è un metodo efficace, senza il quale l'efficacia dei preparati farmacologici è significativamente ridotta.

Terapia desensibilizzante

La forma di realizzazione più semplice è il farmaco. Un antistaminico (Cetrin, Erius) eliminerà rapidamente qualsiasi sintomo doloroso, che si tratti di naso che cola o eruzione cutanea. Se si sceglie uno strumento di nuova generazione, la sonnolenza viene eliminata. Un metodo più efficace dimostrato nei casi più gravi è l'uso di glucocorticosteroidi topici (Nazonex, Elokom). Esistono varie forme mediche: compresse, gocce, unguenti, soluzioni iniettabili, ecc..

L'omeopatia con la febbre da fieno non è raccomandata: è meglio scegliere l'opzione di trattamento tradizionale. Come barriera, puoi usare un farmaco a base di cellulosa - Nazaval, che può rendere la mucosa nasale impermeabile alle particelle di polline.

Un'allergia alla fioritura può anche essere trattata con un ciclo di iniezioni di dosi crescenti di sostanze provocanti. Questo metodo si chiama immunoterapia: consente di ridurre la sensibilità del corpo e l'assenza di reazioni a contatto con il polline.

Opzione domestica: l'uso di infusi, decotti e altre medicine alternative è controindicato, come qualsiasi rimedio a base di erbe.

Poiché ci sono componenti vegetali nella composizione, è possibile lo sviluppo di gravi disturbi: orticaria, edema di Quincke, broncospasmo, shock anafilattico. Non puoi curare la febbre da fieno da solo, qualsiasi metodo alternativo dovrebbe essere discusso con un medico.

Prevenzione e consigli utili

Non è sufficiente sapere come trattare un'allergia alla fioritura: è anche importante essere in grado di prevenirla. Per evitare il contatto con il polline, è necessario:

  • rimuovere i fiori da casa, dall'ufficio;
  • distruggere un albero capace di spolverare se cresce vicino alle finestre;
  • lavarsi le mani, cambiare vestiti e scarpe dopo essere tornati dalla strada - e ogni membro della famiglia dovrebbe farlo;
  • fare regolarmente il bagno e pettinare gli animali che escono di casa (si consiglia di non farlo dal paziente, ma da una persona sana);
  • usare una garza bagnata per appendere le foglie delle finestre;
  • indossare sempre gli occhiali;
  • quando ci si sposta in auto non aprire i finestrini.

Queste misure, combinate con la terapia farmacologica, aiuteranno a far fronte ai sintomi della febbre da fieno e la primavera tornerà a deliziarsi con i suoi colori. Per evitare che l'allergene in fiore danneggi la salute del bambino, dovresti parlargli del pericolo della malattia - e per consolidare le sue conoscenze, regalare qualche souvenir (lascia che sia, ad esempio, una piccola lettera o una figura che porterà con sé). Altrimenti, i bambini, giocando, possono arrampicarsi sugli alberi, raccogliere le erbacce e quindi provocare reazioni avverse dal proprio corpo.

Come riconoscere il verificarsi di una reazione allergica.

Come si può riconoscere e curare una malattia?

A cosa è allergico in primavera.

Quali piante che sbocciano in estate possono causare una reazione negativa del corpo.

Allergia alla fioritura

Le allergie in fiore sono molto comuni oggi. Sfortunatamente, nessuno è stato ancora in grado di liberarsene completamente, quindi le persone devono sopportare i suoi spiacevoli sintomi. Una reazione allergica si manifesta con forte prurito al naso, secrezione dai passaggi nasali, starnuti e congestione nasale.

Fattori di rischio

Prima di determinare le cause di un'allergia alla fioritura, dovresti capire quali alberi e piante sono un pericolo. Questi sono: ontano, betulla, pioppo, ambrosia, dente di leone, camomilla, girasole, quinoa.

Un'allergia alla fioritura della betulla si verifica a metà aprile e dura circa un mese. Il polline di betulla, secondo le recensioni di un gran numero di persone, dà loro il problema maggiore.

Si distinguono le seguenti cause di allergia alla fioritura:

  1. Fattore ereditario. Se entrambi i genitori hanno malattie allergiche, la possibilità di formazione di questo disturbo in un bambino è del 50%.
  2. Irrazionale e malnutrizione.
  3. Vivere in una zona inquinata.

Nella maggior parte dei casi, i segni di allergia iniziano a disturbare una persona anche durante l'infanzia e la giovane età. Tale malattia è caratterizzata da un decorso ciclico: c'è una fase di esacerbazione e remissione.

Manifestazioni della malattia

Secondo il nome della malattia, puoi immediatamente capire che tutte le sue manifestazioni si fanno sentire in primavera e durano l'intero periodo delle piante da fiore. Un'allergia alla fioritura ha i seguenti sintomi:

  • arrossamento degli occhi e lacrimazione;
  • starnuti frequenti
  • naso che cola grave e congestione nasale;
  • arrossamento e gonfiore della mucosa nasale;
  • insufficienza respiratoria o mancanza di respiro;
  • tosse;
  • eruzioni cutanee.

Tutti i sintomi allergici descritti sono molto simili ai sintomi di un raffreddore. Ma una differenza significativa può essere distinta: con un'allergia alla fioritura, non si verifica un aumento della temperatura corporea e i suoi sintomi diventano intensi con tempo caldo e secco. Per quelle persone che soffrono di febbre da fieno, l'esacerbazione si verifica ogni anno e la sua durata è di un mese o più. Una fase di esacerbazione è un vero tormento per una persona allergica alla fioritura, quindi è importante sapere come trattare questa malattia.

Terapia efficace

Non è possibile curare completamente un'allergia alla fioritura della betulla e di altre piante. L'unica cosa che si può fare in questa situazione è ridurre la gravità dei sintomi della malattia e stabilizzare la condizione.

Prima che le piante fioriscano, è necessario sottoporsi a un corso di terapia farmacologica. Include antistaminici e farmaci antiallergici. L'auto-somministrazione è vietata, solo uno specialista qualificato dovrebbe trattare un tale paziente. Succede che alcuni farmaci siano adatti al paziente, ma non apportino l'effetto desiderato. Inoltre, solo un medico sarà in grado di elaborare un regime terapeutico individuale.

Puoi anche sbarazzarti dei spiacevoli sintomi di un'allergia alla fioritura della betulla e di altre piante usando un metodo come l'iposensibilizzazione. La sua essenza sta nell'introduzione di allergeni causali. Inizialmente, il farmaco inizia a essere somministrato a piccole dosi e alla fine del trattamento - di grandi dimensioni. Di conseguenza, è possibile ridurre la sensibilità del corpo all'allergene, riducendo così i sintomi della malattia.

Medicinali efficaci

La base per il trattamento delle allergie alla fioritura è la limitazione del contatto e l'eliminazione dell'allergene. A causa del fatto che è impossibile soddisfare questa condizione con una reazione allergica al polline, è necessario trattare questa malattia con l'aiuto di agenti farmacologici. Sono divisi nei seguenti tipi:

  1. Antistaminici: non influenzano il processo metabolico o la produzione di istamina, ma ne bloccano i recettori.
  2. Stabilizzatori dei mastociti: compresse come Nedocromil e Cromolin sono considerate efficaci. Si consiglia di usarli nei casi in cui altri farmaci non hanno l'effetto desiderato o sono controindicati. Queste pillole per la fioritura allergica bloccano il rilascio dei mediatori dell'albero dai mastociti..
  3. Farmaci antinfiammatori: possono essere utilizzati nel trattamento delle allergie alla fioritura per via orale. Le pillole sono utilizzate in modo particolare nei casi più gravi (insorgenza di asma stagionale, dermatite allergica).
  4. Preparazioni antileucotriene - utilizzate nel trattamento delle allergie da fiore.
  5. Immunoterapia: utilizzata quando i farmaci utilizzati non hanno avuto l'effetto desiderato o il contatto con l'allergene non può essere limitato.

Etnoscienza

Un'allergia alla fioritura con le sue manifestazioni spiacevoli può essere eliminata con l'aiuto di metodi alternativi di trattamento. Se è noto per certo che questa malattia è nata a causa della fioritura e dell'impollinazione di alcune piante, quindi dopo il ritorno dalla strada, devi fare una doccia e fare i gargarismi con acqua semplice. Le seguenti ricette popolari sono molto efficaci:

  1. Un decotto di calendula. Per preparare questo prodotto, devi prendere un bicchiere di acqua bollente e aggiungerlo al contenitore, dove sono posizionati 10 fiori di calendula. Infondere il brodo per mezz'ora, filtrare e prendere 3-4 volte al giorno per un cucchiaio.
  2. Brodo di camomilla Preparare il prodotto è facile: versare un cucchiaio di fiori con un bicchiere di acqua bollente, cuocere per 30 minuti, insistere, filtrare e consumare un cucchiaio.
  3. Quando la malattia ha danneggiato gli occhi, puoi usare il succo di infiorescenze di trifoglio di prato.
  4. Pallone di successione. Dovrebbe essere assunto per via orale, ma tale terapia dovrebbe durare almeno 5 anni. È facile preparare il prodotto, versare acqua bollente sull'erba e prenderlo come un normale tè. La bevanda risultante dovrebbe rivelarsi una tonalità dorata. Poiché la serie non ha controindicazioni, non ci sono dosaggi speciali. La raccolta dovrebbe avvenire mediante sforzi indipendenti. Il tè presentato libererà il corpo dagli allergeni ed eliminerà i spiacevoli sintomi allergici..

Semplici consigli

Per prevenire le ricadute e alleviare le condizioni del paziente, è necessario seguire semplici consigli quotidiani:

  1. Un'allergia alla fioritura migliora il sistema immunitario del corpo, a seguito del quale può essere rapidamente disabilitato. Per questo motivo, è necessario mangiare cibo che ha un effetto antinfiammatorio. Il corretto funzionamento dell'apparato digerente è un passo importante verso l'incremento delle difese dell'organismo. Si consiglia di ricostituire la dieta con noci, olio di pesce, olio di semi di lino. Questi prodotti contengono una grande quantità di acido alfa-linoleum. Prebiotici o batteri vivi devono essere inclusi nella dieta. Pertanto, gli yogurt con culture vive non possono fare qui. La loro azione è volta a rafforzare il sistema digestivo e stimolare il sistema immunitario.
  2. Il naso dovrebbe essere sempre in perfette condizioni. Per mantenere la sua purezza, è necessario lavare regolarmente i passaggi nasali, il che elimina una certa quantità di allergeni prima che inizino a esercitare i loro effetti avversi. Per questi scopi, è necessario utilizzare la seguente soluzione: un cucchiaino di sale in ½ litro di acqua calda.
  3. Al mattino, con tempo asciutto, è meglio rimanere in casa e non visitare la strada. Nonostante la mancanza di polline nel tuo cortile, può essere portato dal vento da qualsiasi altra parte..
  4. Mentre nella stanza, tutte le porte, le finestre devono essere ben chiuse, si consiglia di appendere le finestre con una garza bagnata. Pulisci i davanzali, i tavoli e il pavimento più volte al giorno con un panno umido. L'asciugatura non dovrebbe avvenire sul balcone.
  5. Camminare per strada dovrebbe avvenire solo la sera. Fu in quel momento che una piccola quantità di polline era contenuta nell'aria. Puoi usare gocce appositamente progettate per la rinite allergica, ma il loro svantaggio significativo è la dipendenza veloce..

Sebbene sia molto difficile sbarazzarsi completamente di un'allergia alla fioritura, è abbastanza realistico ridurre le sue manifestazioni osservando semplici raccomandazioni. Prova a seguire le semplici regole di igiene personale, pulisci la tua casa il più spesso possibile e controlla anche la tua immunità. Se decidi di utilizzare alcuni farmaci o medicine tradizionali, assicurati di ottenere il consenso di un medico per non danneggiare ancora di più il tuo corpo.

Polynosis.
Allergia alla fioritura

Pollinosi (allergia al polline delle piante)

Un'allergia alla fioritura (febbre da fieno) fu descritta per la prima volta all'inizio del XIX secolo, ma poi fu chiamata febbre da fieno. Il fatto è che i sintomi di questa allergia sono molto simili ai sintomi della febbre e i medici ritengono che ciò sia dovuto al fieno, alla stagione in cui viene raccolto il foraggio per gli animali da allevamento e i sintomi sono particolarmente gravi solo nei prati, dove piante fiorite.

Ora la causa dell'allergia alla fioritura è già nota con precisione, è il polline - granuli microscopici contenenti cellule sessuali maschili di piante. Il fatto è che in presenza di una predisposizione alle allergie, il corpo umano inizia a percepire alcune proteine ​​che fanno parte del polline delle piante come ostili e inizia a "combatterle", formando una reazione infiammatoria simile nei sintomi a una febbre.

Il polline delle piante è estremamente piccolo, ma le particelle più "spiacevoli" per una persona hanno dimensioni di 20-40 micron (1 micron - 0,001 mm). Queste particelle penetrano più profondamente nel tratto respiratorio di una persona. Inoltre, dimensioni microscopiche di granuli di polline contribuiscono alla loro facile diffusione nell'aria per decine e persino centinaia di chilometri dall'accumulo di "piante madri". Quindi, ad esempio, nel caso di una reazione al polline di betulla, i pazienti iniziano a sentire la sua presenza nell'aria molto prima dell'inizio della fioritura nella loro regione, poiché le masse di polline sono portate dal vento da più latitudini meridionali, dove la fioritura inizia prima.

Tipi di allergie da fiore

È consuetudine distinguere tre specie e tre stagioni, che spiegano il picco di fioritura di alcuni gruppi di piante:

  1. Gli alberi fioriscono da fine aprile a inizio maggio: betulla, ontano, nocciola (nocciola), quercia, acero.
  2. La fine di maggio - l'inizio di luglio - la stagione della fioritura dei cereali (grano, segale, avena, orzo, erba timida, erba di grano, ecc.).
  3. Da fine luglio a inizio settembre, fioriscono le cosiddette erbacce: ambrosia, quinoa, assenzio.

Queste stagioni non hanno limiti di tempo chiaramente definiti, tutto è determinato dalle condizioni meteorologiche in una determinata area, dal movimento delle masse d'aria e da molti altri fattori. Ma ci sono diversi modelli nella concentrazione di polline nell'aria, comune a tutte le stagioni e tutti i tipi di polline:.

  • Di solito, le allergie sono causate dal polline delle piante impollinate dal vento e il polline viene solitamente rilasciato al mattino presto. La massima concentrazione di polline nell'aria si osserva a metà giornata quando, a seguito del movimento dell'aria, il polline viene trasportato dal luogo delle piante da fiore e si diffonde su una vasta area.
  • Di sera, di solito la concentrazione di polline nell'aria diminuisce, di notte è minima.
  • Nelle città in cui la concentrazione di piante da fiore non è così elevata, la massima concentrazione di polline nell'aria è osservata con tempo secco e chiaro. Durante la pioggia, il polline viene "lavato" dall'aria prima ancora che abbia il tempo di raggiungere gli isolati.

La lanugine di pioppo, che si ritiene sia spesso la causa delle allergie, merita un'attenzione speciale. In effetti, la stessa lanugine di pioppo è un "prodotto" assolutamente ipoallergenico. Questo non è altro che i frutti del pioppo, o meglio, il soffice guscio del seme, il cui scopo è di contribuire alla massima distribuzione dei semi da parte del vento. Il problema è che la lanugine di pioppo come una padella raccoglie molto polline da altre piante su se stesso, spostandolo sottovento dove non volerebbe mai! Pertanto, durante il periodo di fioritura del pioppo, c'è una reazione di picco alla fioritura delle erbe da prato (nella Russia centrale) e dell'ambrosia (nel sud).

Dobbiamo essere onesti e rendere omaggio al pioppo per il suo significativo contributo alla purificazione dell'aria delle nostre città: la lanugine di pioppo raccoglie e deposita sul terreno un'incredibile quantità di polvere, fuliggine, fuliggine e altre "gioie" presenti nell'aria delle megalopoli!

Vale anche la pena ricordare l'ambrosia, la cui allergia ai pollini è diventata una vera piaga delle nostre regioni meridionali. È ancora più deludente che l'ambrosia non sia un residente locale della Russia, ma un emigrante dagli Stati Uniti. I semi di Ambrosia furono introdotti per caso nell'Unione Sovietica negli anni '60, con semi di grano. Ma, a differenza del Nord America, in Russia l'ambrosia non ha nemici naturali, né malattie, né parassiti. Attualmente, il governo sta sviluppando programmi speciali per combattere questo male nelle regioni meridionali, ma il loro successo è stimato da alcuni esperti come dubbio. Questo nemico è resistente a molti erbicidi, siccità, molto fertile. È una coincidenza o no, ma la parola ambrosia è tradotta dal greco come "immortale", quindi le prospettive per una lotta di successo contro di essa sembrano essere una questione di un futuro molto lontano.

Sintomi di allergia di fioritura

I sintomi della febbre da fieno o della febbre da fieno derivano dal suo nome precedente - quasi tutti i segni di febbre: naso che cola, tosse, mal di gola, starnuti, congiuntivite, respiro corto e attacchi asmatici.

Ma le caratteristiche di un'allergia alla fioritura sono che si manifesta ogni anno all'incirca nello stesso momento, durante la stagione della massima presenza di polline da certe piante nell'aria. È vero, con lo sviluppo della malattia, questo periodo può iniziare prima e durare più a lungo. Ciò è dovuto alla crescente sensibilità del corpo di una persona allergica a un allergene specifico..

La diagnosi della febbre da fieno si basa su un colloquio approfondito del paziente, un'analisi delle circostanze dell'inizio della reazione, l'identificazione del modello di convulsioni e l'analisi dei sintomi.

Ben collaudato nella diagnosi delle allergie ai pollini e ai test di scarificazione (pelle), quando vengono applicati diversi graffi sulla pelle del paziente, ognuno dei quali ha un allergene particolare. Nei luoghi in cui viene applicato un allergene, a cui questo paziente è sensibile, si sviluppa una reazione allergica locale, si verificano gonfiore e arrossamento. Quindi, si scopre a cosa esattamente il paziente ha una reazione (ovviamente, se l '"allergene" era tra quelli testati). Si ritiene che l'affidabilità dei campioni di scarificazione sia dell'80-85%.

Prevenzione e trattamento delle allergie ai pollini

Quasi l'unico modo per prevenire la febbre da fieno è eliminare il contatto con il polline. Sarebbe bello per il periodo di fioritura della "tua" pianta lasciare temporaneamente la regione. Nel caso ideale, cambia il tuo luogo di residenza. E devo dire che la febbre da fieno è spesso una buona ragione per muoversi, specialmente quando è associata a una grave allergia (spesso ambrosia) che minaccia la vita del paziente..

Ma qualcosa può essere fatto senza misure così drastiche:

  1. Come per le allergie alla polvere domestica, il principale aiuto per le allergie al polline è un purificatore d'aria. Un dispositivo correttamente selezionato che lavora 24 ore su 24 è in grado, se non al 100%, almeno in una certa misura, di alleviare le tue condizioni, migliorare la qualità della vita e ridurre i rischi di sviluppare l'asma bronchiale.
  2. Al momento della fioritura, devi provare meno spesso a uscire di casa, se possibile, la sera.
  3. All'uscita, utilizzare respiratori con il massimo grado di protezione. Quando si sceglie un respiratore, ricordare che la dimensione dei granuli di polline è di 20-40 micron. In assenza di un respiratore, non trascurare la benda di garza.
  4. Installa reti speciali che proteggono il polline dalle finestre (tali reti sono già disponibili in vendita). Se non è possibile ottenere tali reti, serrare le finestre con una garza, preferibilmente in 2-3 strati, preferibilmente bagnando periodicamente la garza con acqua.
  5. Esegui regolarmente la pulizia a umido nella stanza, questo rimuoverà quel polline che ti arriva dalla strada, manterrà un'umidità sufficiente nell'aria (al livello del 60-65%). In aria umida, il polline molto probabilmente si deposita sulla superficie. Usa umidificatori.
  6. Al ritorno a casa, è consigliabile fare la doccia immediatamente. Se questo è impossibile per qualsiasi motivo, dovresti almeno lavarti le mani, il viso e il naso (è consigliabile utilizzare dispositivi speciali - docce nasali).

I farmaci per l'allergia ai pollini devono essere usati solo come indicato e sotto la supervisione di un medico. Questi includono:

  1. Antistaminici (farmaci non selettivi che riducono la risposta del corpo agli allergeni). Di solito, il farmaco dura da alcuni giorni a diverse settimane - al momento della fioritura di una particolare pianta. I farmaci moderni non causano effetti collaterali, sonnolenza, non influenzano l'attività fisica e mentale del paziente.
  2. Per combattere la rinite e la congestione nasale, vengono utilizzati spray e gocce vasocostrittivi. Ma il loro uso può causare un effetto di dipendenza e, invece del sollievo atteso, nel tempo puoi ottenere un gonfiore grave e difficile da trattare. Alcuni medici raccomandano di non usare gocce di vasocostrittore per più di tre giorni consecutivi. E, in ogni caso, questo dovrebbe essere fatto come prescritto dal medico e in conformità con le sue raccomandazioni.
  3. L'immunoterapia allergenica specifica (ASIT), una sorta di "vaccinazione" contro le allergie, è più efficace solo in caso di allergia al polline. Spesso, il corso ASIT non solo elimina completamente la reazione durante i periodi di fioritura, ma cura anche le allergie crociate al cibo. Abbiamo scritto di più su questo in un altro articolo..

Allergia crociata

La pollinosi è una reazione allergica a una proteina di origine vegetale, presente nel polline di alcune piante. Ma le proteine ​​sono costituite da aminoacidi. Inoltre, può risultare che l'insieme di aminoacidi che compongono una proteina sia estremamente simile all'insieme di amminoacidi di un'altra proteina. E a volte si scopre che il corpo che risponde alla prima proteina reagisce a quella, un'altra, "simile" alla prima proteina. Questo fenomeno è noto come allergia crociata..

Quindi, ad esempio, se sei allergico al polline di betulla (che si manifesta esclusivamente durante la sua fioritura, in primavera), potresti anche avere una reazione al polline di alcune altre piante il cui polline contiene una proteina simile, così come alcuni alimenti (mele, ciliegie, prugne, carote e altri) contenenti proteine ​​simili. E questa allergia alimentare sarà già tutto l'anno.

Di solito, i pazienti stessi sono in grado di determinare se hanno un'allergia alimentare e cosa esattamente. Tuttavia, sono note le tabelle sulle allergie incrociate in cui i prodotti alimentari sono più comunemente associati a diversi tipi di febbre da fieno, per i quali l'allergia crociata è più frequente..

In generale, se sai per quale polline di una particolare pianta hai una reazione allergica, i prodotti elencati nella sezione corrispondente della tabella delle allergie incrociate dovrebbero essere usati con cautela:

Come curare un'allergia alla fioritura?

Un'allergia alla fioritura è una condizione caratterizzata dallo sviluppo della sensibilità patologica del corpo del paziente ai componenti contenuti nel polline delle piante. Tutto questo è espresso in una serie di sintomi che causano un grande inconveniente al paziente, durante il periodo di fioritura della pianta - allergene.

Nel caso di un'allergia alla fioritura, ci sono una serie di fattori che provocano la sua prevalenza nei moderni residenti urbani:

  • Cattive condizioni ambientali nel luogo di residenza del paziente. L'industria moderna inquina eccessivamente l'aria con i rifiuti della sua produzione, che hanno un effetto negativo sull'immunità del paziente;
  • Eredità. Nell'emergere di malattie allergiche, un ruolo importante è svolto dal fattore ereditario. Per un aumentato rischio di sviluppare un'allergia alla polvere, è sufficiente che uno dei parenti del bambino sia allergico;
  • L'uso di grandi quantità di prodotti chimici domestici. La maggior parte dei cosmetici moderni, prodotti chimici domestici e prodotti di profumeria provocano un'eccessiva sensibilità respiratoria, che porta allo sviluppo di reazioni allergiche ai componenti che si diffondono nell'aria;
  • L'assenza di allattamento al seno nel bambino o attraverso un inizio precoce;
  • Alto livello di radiazione di fondo;
  • Nutrizione, costituita da prodotti di origine non naturale, contenenti conservanti, coloranti, stabilizzanti e altre sostanze.
  • Mancanza di attività fisica, in cui il sistema immunitario diventa più debole;
  • Entusiasmo eccessivamente forte per l'igiene delle condizioni di vita, a causa del quale il sistema immunitario non contatta adeguatamente le sostanze irritanti. Su questo tema sarà più accettabile osservare una moderazione ragionevole;

Sintomi di allergia di fioritura

L'allergia alla fioritura ha principalmente manifestazioni respiratorie (che colpiscono il sistema respiratorio), sintomi congiuntivi (occhi e aree cutanee adiacenti) e manifestazioni dermatologiche. Per i sintomi dell'allergia ai pollini, la loro stretta dipendenza dall'allergene delle piante da fiore è caratteristica. Appaiono quando la pianta inizia a fiorire e scompare sensibilmente, quando questa fioritura scompare.

Le manifestazioni respiratorie di un'allergia alla fioritura si manifestano con la congestione nasale, che rende difficile la respirazione; starnuti costanti; il rilascio di un liquido trasparente; secchezza e irritazione dei seni.

I sintomi della congiuntivite comprendono arrossamento degli occhi, aumento della fotosensibilità, disagio nella zona degli occhi, formazione di una crosta sulle palpebre, arrossamento degli occhi, lacrimazione.

Le manifestazioni cutanee sono caratterizzate dalla comparsa di ulcere allergiche, drenaggio della pelle, forte prurito e desquamazione, arrossamento della pelle.
Separatamente, le manifestazioni asmatiche si distinguono per un'allergia al polline. In questo caso, parlano di asma bronchiale di natura allergica. Ciò significa che i sintomi asmatici si sviluppano solo dopo il contatto con un allergene..

Nelle allergie, l'asma bronchiale si verifica quando si verifica un restringimento del diametro del lume bronchiale in risposta a un allergene. Di conseguenza, si sviluppa soffocamento, accompagnato da tosse secca e dolore toracico..

Oltre ai farmaci standard per il trattamento delle allergie, la terapia delle manifestazioni asmatiche comprende anche agonisti del recettore beta (clenbuterolo), che consentono di espandere il lume dei bronchi e facilitare la respirazione.

Diagnosi di allergia ai pollini

Prima di tutto, per un trattamento efficace, il paziente deve sapere quale polline di quale particolare pianta provoca allergie in lui. Spesso molti gruppi di piante (alberi da giardino, fiori, erbe infestanti) hanno una fioritura incrociata, motivo per cui a volte è difficile riconoscere un allergene specifico. Per questo, vengono eseguite misure diagnostiche speciali: test cutanei, test provocatori, esami del sangue per anticorpi.

Le misure diagnostiche vengono eseguite nei laboratori medici, in quanto richiedono attrezzature mediche speciali, nonché personale di laboratorio qualificato.

In nessun caso dovresti provare a determinare un'allergia per pollinarti, poiché il contatto diretto con un allergene comporta sempre il rischio potenziale di sviluppare forme gravi di reazione allergica, che comporta insufficienza respiratoria dovuta a edema laringeo.

Test cutanei

I test cutanei suggeriscono il contatto diretto dell'epidermide del paziente con un gruppo di sospetti allergeni, con un ulteriore monitoraggio della loro reazione nel sito di contatto. Un test allergenico è considerato positivo se si verifica una reazione allergica standard con forme localizzate caratteristiche di dermatite nel sito di applicazione sulla pelle.

Durante i test cutanei, è necessario osservare le condizioni del paziente per 72 ore. Durante queste misure, è necessario osservare le precauzioni volte a combattere le esacerbazioni, poiché questo test prevede il contatto diretto del paziente con l'allergene. Di conseguenza, possono verificarsi esacerbazioni come orticaria estesa, edema di Quincke e shock anafilattico..

Il derma viene effettuato con i seguenti metodi:

  1. Applicazione di una speciale applicazione sulla pelle. Durante questo test, è necessario astenersi dal lavare sotto la doccia e qualsiasi carico che contribuisca ad aumentare la sudorazione;
  2. L'introduzione dell'allergene attraverso piccole incisioni chirurgiche;
  3. L'introduzione di un allergene attraverso iniezioni;

Prima di condurre test cutanei, è necessario interrompere la terapia con antistaminici e corticosteroidi, 2-3 giorni prima dell'inizio dell'analisi. Nella condizione di uso prolungato, questo punto viene discusso separatamente, poiché queste sostanze, con un uso prolungato, possono avere un effetto cumulativo.

I test cutanei sono vietati nelle seguenti condizioni: esacerbazione di una reazione allergica; gravidanza; malattie infettive; vecchiaia (oltre 60 anni).

Esame del sangue per anticorpi

Questa analisi rivela un aumento della concentrazione di anticorpi al contatto con un allergene. A tal fine, viene prelevato un campione di sangue di un paziente, che viene quindi esposto a vari allergeni. Sotto l'influenza di un allergene, aumenta la concentrazione di proteine ​​speciali - immunoglobuline, che sono anche chiamate "anticorpi".

Questo metodo è estremamente informativo, poiché diagnostica i parametri biochimici del sangue caratteristici di una reazione allergica. Non ha controindicazioni, è adatto per l'uso nei bambini e negli anziani.

Come curare un'allergia alla fioritura

Fortunatamente per i pazienti, un'allergia alla fioritura può essere trattata e eseguita con successo, senza danni alla salute del paziente. Questo viene fatto secondo la testimonianza di specialisti competenti nel campo dell'allergologia e, in alcuni casi, con il coinvolgimento di specialisti di altre aree della medicina. Al momento, infatti, il trattamento specifico delle malattie allergiche non è noto. Ci sono due direzioni nella terapia: la prevenzione e il sollievo dei sintomi, che viene effettuato utilizzando farmaci, in varie forme di utilizzo.

Immunoterapia con allergia ai pollini

L'immunoterapia delle malattie allergiche è un metodo basato sul costante contatto del paziente con l'allergene. Vengono iniettate soluzioni del sospetto allergene. La concentrazione di allergene con questo metodo è significativamente inferiore a quella che il paziente incontra nella vita di tutti i giorni. L'introduzione dell'allergene avviene continuamente, per diversi mesi.

Per le allergie al polline, si consiglia di condurre la terapia durante il periodo dalla fine dell'autunno all'inizio della primavera (o fino alla fioritura della pianta allergenica). In questo caso, è importante un chiaro calcolo del tempo, poiché l'immunoterapia al momento della presenza di una grande quantità di allergene nell'aria è pericolosa e inefficace.

In generale, questo è un metodo molto efficace, che dovrebbe avvenire sotto costante controllo medico. Deve essere chiaro che comporta l'introduzione diretta di un allergene nel flusso sanguigno e senza un'adeguata supervisione medica, questo evento può essere molto deplorevole. L'immunoterapia non viene mai eseguita durante un'esacerbazione della malattia.!

In varie stampe dedicate alla medicina tradizionale, si dice che è necessario utilizzare tè a base di polline dell'allergene vegetale prima della fioritura. Questo metodo non è affidabile e minaccia lo sviluppo di complicanze, poiché è impossibile calcolare un dosaggio accurato e sicuro con questo approccio. Utilizzando questa opzione di immunoterapia, si ottiene semplicemente un altro sviluppo di sintomi allergici, che possono avere conseguenze molto gravi e in ogni caso peggiorare la salute.

Allergia ai pollini

Fino ad oggi, la scienza medica non conosce una tale medicina che dovrebbe affrontare il compito di eliminare la vera causa dell'immunità patologicamente attiva.
Il trattamento si riduce all'uso di farmaci che eliminano i sintomi delle allergie. Per il trattamento di reazioni allergiche vengono utilizzati bloccanti dell'istamina, corticosteroidi e farmaci vasocostrittori. Questi medicinali sono utilizzati sia in forme per uso generale (compresse, iniezioni, sciroppi), sia per applicazione topica (unguenti, spray, gocce).

Antistaminici

L'effetto di questi farmaci si basa sulla capacità di queste sostanze di bloccare i recettori dell'istamina. Questo ormone, che si collega ai recettori sulla superficie delle cellule della pelle, dell'apparato respiratorio, del rinofaringe, ecc. A causa dell'effetto di questo ormone, il paziente manifesta sintomi di allergia. Gli antistaminici impediscono a questo ormone di esercitare un effetto biologico sulle cellule, impedendo lo sviluppo di sintomi allergici.

È più consigliabile utilizzare antistaminici prima di iniziare il contatto con l'allergene (circa 5 giorni prima della fioritura). Più moderno è il farmaco antistaminico, meno effetti collaterali ha e inoltre non richiede una frequenza di somministrazione inferiore, a causa della capacità di contatto prolungato con il recettore cellulare.

Demidrol è uno dei primi farmaci antistaminici usati per trattare le malattie allergiche. Ha un forte effetto antistaminico, allevia perfettamente i sintomi della rinite allergica (prurito e irritazione al naso, congestione nasale, starnuti allergici). Richiede un uso frequente e ha un effetto collaterale pronunciato: provoca secchezza delle fauci, può provocare tachicardia, ha un forte effetto inibitorio, riduce la reazione, provoca debolezza e grave sonnolenza diurna. Controindicato nell'ultimo trimestre di gravidanza, in relazione a una grave minaccia di provocazione di un aborto spontaneo.

Diazolina: ha un effetto simile al demidrolo, ma non ha un effetto inibitorio così pronunciato. Colpisce fortemente le prestazioni del tratto gastrointestinale, può causare vari disturbi di questo organo.

Erius è un farmaco moderno che non provoca inibizione del sistema nervoso centrale, quindi non provoca letargia e sonnolenza diurna. Allevia perfettamente i sintomi della rinite allergica e congiuntivite nelle allergie ai pollini. Gli effetti collaterali sono relativamente rari e sono espressi come segue: secchezza della mucosa orale, palpitazioni, vertigini, nausea, debolezza. Desloratidina: il principio attivo di erius è in grado di aumentare l'attività degli enzimi epatici. Ad oggi, non ci sono dati esatti sull'uso di questo farmaco durante la gravidanza. L'appuntamento in questa condizione viene effettuato se esiste un rischio elevato per la salute della madre e del bambino.

La claritina è una droga moderna con una quantità minima di effetti collaterali. È un farmaco che viene preferibilmente utilizzato per le allergie ai pollini, poiché influenza in modo più efficace la manifestazione di questa malattia. Non ha un effetto tossico sul cuore e un effetto sedativo. Ha un effetto di oltre 12 ore dal momento della somministrazione, quindi non richiede un uso frequente. Lo svantaggio di questo farmaco è che la loratidina passa nel latte materno, quindi non è adatta all'uso durante l'allattamento.

Corticosteroidi per il trattamento delle allergie

I corticosteroidi (cortisone, idrocortisone, desametasone, betametasone) hanno l'effetto più potente sull'alleviamento dei sintomi allergici. Questo perché agiscono su tutti i meccanismi biologici responsabili del verificarsi di una reazione allergica. Impediscono il rilascio di istamina e altri fattori necessari per una reazione allergica nel sangue; interferire con l'infiammazione e la trasformazione allergica del tessuto connettivo; ridurre la produzione di anticorpi; sopprimere i processi infiammatori.

L'uso di farmaci corticosteroidi ha una caratteristica: questi farmaci non sono adatti per un uso a lungo termine, poiché non hanno solo un potente effetto anti-allergenico, ma anche effetti collaterali altrettanto potenti. Per questo motivo, di solito vengono prescritti per un periodo non superiore a 5 giorni, per alleviare i sintomi acuti delle allergie. l'ulteriore trattamento viene effettuato con altri farmaci con effetti collaterali meno pronunciati.

Nel caso in cui sia necessaria una terapia a lungo termine con farmaci corticosteroidi, vengono prescritti farmaci concomitanti e additivi biologicamente attivi per mantenere la salute della corteccia surrenale.

Collirio allergico

Spesso gli occhi sono l'organo più suscettibile alle reazioni allergiche in un paziente con polline. Ciò è dovuto sia all'effetto caratteristico dell'allergene sugli organi visivi, sia al fatto che è in grado di entrare direttamente nella mucosa degli occhi ed esercitare un effetto irritante locale lì..

Opatanol è un farmaco con proprietà antistaminiche, usato sotto forma di colliri. Rimuove efficacemente l'espansione dei vasi oculari, arrossamento, prurito, riduce le reazioni infiammatorie. Questo è un farmaco abbastanza sicuro che è adatto per un uso a lungo termine. Si consiglia di iniziare il suo utilizzo qualche giorno prima della presunta fioritura della pianta allergenica. Quindi avrà la massima efficienza.

Instillazione negli occhi più volte al giorno, 1-2 gocce. L'intervallo tra l'uso deve essere di almeno 8 ore.

Loteprednol - le gocce contro le allergie per uso topico, sono un farmaco corticosteroideo. Rimuove efficacemente le manifestazioni della congiuntivite allergica, rimuovendo tutti i sintomi di una reazione allergica nell'occhio e nei tessuti adiacenti. È prescritto in brevi corsi, per 4-5 giorni, con manifestazioni acute di reazioni allergiche. Con un uso prolungato, può causare effetti collaterali estesi in tutto il corpo. Non è raccomandato per le malattie infettive poiché il loterprednol, come qualsiasi altro farmaco corticosteroide, inibisce l'immunità.

Vizin - gocce vasocostrittore che alleviano arrossamenti e affaticamento degli occhi. Non è raccomandato l'uso per più di 4 giorni, poiché esiste un rischio diretto di espansione delle navi, in assenza di ingestione della sostanza attiva.

Prevenzione delle allergie da fiore

  • Durante la fioritura le piante non fanno passeggiate nelle seguenti condizioni: mattina e pomeriggio, tempo ventoso e secco, in luoghi di accumulo di potenziali allergeni;
  • Utilizzare la pulizia a umido per evitare l'accumulo di allergeni nella stanza;
  • Utilizzare filtri speciali per pulire il polline dall'aria interna;
  • Utilizzare respiratori e occhiali da sole per impedire l'ingresso di polline;
  • Installare barriere speciali sulle finestre

Attenzione! Lo scopo di questo articolo è di familiarizzare con il fenomeno dell'allergia ai pollini. In nessun caso non utilizzare le informazioni contenute in questo articolo, nonché da altre fonti, ai fini dell'automedicazione.