Allergia alimentare: sintomi negli adulti e nei bambini, trattamento

Trattamento

La reazione aggressiva (risposta) del sistema immunitario a determinati prodotti alimentari è caratterizzata dalla produzione di sostanze chimiche (istomine) che causano all'organismo una o un'altra reazione allergica: ecco come si caratterizza l'allergia alimentare.

Ciò indica una maggiore sensibilità del corpo a determinati tipi di componenti alimentari direttamente correlati al funzionamento del sistema immunitario, quando la sua proteina (immunoglobulina "E"), entrando in una reazione chimica con allergeni, provoca la manifestazione di sintomi esterni o interni.

Il fallimento dei processi immunitari inizia fin dalla tenera età e può influire negativamente sul lavoro di molti organi e sistemi del corpo - i sistemi respiratorio e cardiovascolare, il tratto digestivo.

Classificazione

La reazione immunitaria a un allergene alimentare può svilupparsi a causa di vari fattori: quando si mangia cibo, quando sente l'odore o anche a contatto.

Le allergie alimentari nei bambini e negli adulti sono divise in due tipi: latente e pronunciato. La vista nascosta è dinamica. L'uso regolare o eccessivo di un prodotto provocatorio porta a una forma cronica della malattia. Escluderlo dalla dieta porta ad una fase di riposo.

La visione nascosta delle allergie alimentari suddiviso in gruppi:


  1. 1) Tutto l'anno - manifestato su base continuativa durante il giorno;
  2. 2) Hopping - una manifestazione di una reazione insolita a prodotti che non sono nemmeno allergenici ed è espressa principalmente dal mal di testa;
  3. 3) La temperatura alla quale si manifesta l'allergia anche con una leggera ipotermia del corpo, causando una manifestazione accelerata dei sintomi;
  4. 4) Associato, che è una specie mista. I segni di allergie alimentari sono aggravati non solo dal cibo, ma anche dall'olfatto.
pronunciato la specie è caratterizzata dalla manifestazione di reazioni allergiche immediatamente dopo l'assunzione del prodotto allergenico. Le reazioni allergiche negli adulti si manifestano più spesso quando consumate:

  • prodotti ittici e frutti di mare;
  • alcuni frutti e bacche;
  • uova
  • arachidi e vari tipi di noci;
  • miele e cioccolato.
I prodotti allergenici sono generalmente suddivisi in gruppi in base al grado della loro attività. Il gruppo con un alto grado di attività comprende:

  • uova e carote;
  • melone e agrumi;
  • miele, cioccolato e caffè;
  • pesce, funghi, bacche rosse e molti altri prodotti.
Il gruppo di attività medie comprende:

  • mais e piselli;
  • maiale e patate;
  • Pesche;
  • riso e grano saraceno.
Il gruppo di attività debole comprende:

  • agnello e mele;
  • prugne e agrus;
  • zucchine.
Abbastanza spesso, la reazione allergica non è causata dal cibo stesso, ma da vari coloranti, additivi, emulsionanti e vari sapori.

Cause delle allergie alimentari

Lo sviluppo della malattia ha origine dalla prima infanzia e le cause delle allergie alimentari sono molto diverse..

Negli adulti la reazione si manifesta a seguito di:


  • predisposizione ereditaria;
  • gli effetti della microflora intestinale;
  • immunità indebolita;
  • ipersensibilità della mucosa gastrointestinale;
  • regolare esposizione dell'allergene al corpo
Per bambini, quindi la predisposizione del bambino alle reazioni allergiche viene stabilita anche durante lo sviluppo fetale e continua immediatamente dopo la nascita. E tutto inizia con la dieta sbagliata di una donna incinta.

In futuro, le manifestazioni allergiche si sviluppano a seguito di:


  1. 1) L'ingresso di anticorpi nel corpo del bambino con il latte materno, a seguito di un'alimentazione scorretta di una madre che allatta;
  2. 2) Allattamento al seno corto: l'introduzione di miscele artificiali in alimenti complementari, la maggior parte dei quali sono preparati nel latte di vacca, la cui proteina provoca una reazione allergica. Se il latte materno non è sufficiente per un bambino, su raccomandazione di un medico, vengono selezionate miscele ipoallergeniche.
  3. 3) Una grande quantità di cibo alla prima alimentazione.
Puoi riconoscere una tale allergia dai sintomi più comuni. Vedi anche, cause di allergie alla fioritura..

Sintomi di un'allergia alimentare

Sintomi di allergie alimentari nei bambini

Anche senza un'educazione medica, i sintomi delle allergie alimentari in un bambino possono essere notati senza problemi. Si esprime:


  1. 1) Reazioni cutanee. Varie eruzioni cutanee sono il primo segno di questa malattia nei bambini. Appaiono sotto forma di macchie rosse di varie dimensioni, noduli e bolle. Prurito pesantemente, dando al bambino una sensazione spiacevole. Il bambino è cattivo, dorme male, rifiuta il cibo.
  2. 2) Disordini gastrointestinali. Disturbi digestivi, espressi da diarrea, coliche intestinali, che causano nausea e vomito.
  3. 3) Edema. L'edema si verifica in casi particolarmente gravi. Gonfiore di mani e piedi, mucose del naso e del palato, orecchie, palpebre e genitali. In tali casi, è necessaria assistenza medica di emergenza per prevenire l'edema polmonare..
A rischio sono i bambini che hanno una predisposizione genetica. In tali casi, si dovrebbe prestare particolare attenzione alla dieta del bambino. E anche con sintomi lievi, dovresti consultare immediatamente un medico.

Trattamento delle allergie alimentari

Nel trattamento delle allergie alimentari, viene utilizzato un approccio integrato, suddividendolo in fasi. La terapia ha lo scopo di eliminare i sintomi e prevenire l'esacerbazione della malattia. Una delle condizioni principali è l'osservanza di una corretta alimentazione equilibrata..


  1. A forma acuta alle malattie vengono prescritti farmaci che eliminano intensamente i sintomi: Suprastin o Tavegil.
  2. A medio e mite, gli antistaminici più intensi sono Telfast, Loratadin, Kestin, Cetirazin.
Tali farmaci non hanno "insidie" sotto forma di effetti collaterali, quindi sono sicuri e sono prescritti anche ai bambini più piccoli. Se un bambino soffre di allergie, questo si manifesta di solito con disbiosi. E il trattamento, prima di tutto, mira a ripristinare le condizioni fisiche della microflora.

A volte non è necessario assumere farmaci, basta rimuovere il fattore provocante dalla dieta.

L'immunoterapia specifica per allergeni è uno dei moderni metodi di trattamento. Gli adulti non sono assegnati. Viene eseguito solo quando l'allergene è vitale ed è impossibile escluderlo dalla dieta. Si applica ai bambini allattati al seno ma hanno una reazione allergica al latte.

Per qualsiasi gravità delle allergie alimentari, è necessaria una visita da un medico. L'automedicazione, ovviamente, può dare risultati, ma le ricadute non sono escluse..

Quale medico dovrei contattare per il trattamento?

Se, dopo aver letto l'articolo, supponi di avere sintomi caratteristici di questa malattia, allora dovresti chiedere il parere di un allergologo.

Allergia alimentare: sintomi, cause e metodi di trattamento (dieta, farmaci, gente)

Un'allergia alimentare è una reazione ipersensibile anormale del sistema immunitario che riconosce le proteine ​​alimentari come estranee. Un prerequisito è un aumento preliminare della sensibilità con lo stesso prodotto. L'allergia alimentare si sviluppa dopo ripetute ingestioni del "prodotto colpevole". Un tale prodotto è chiamato allergene, perché gli anticorpi vengono prodotti ad esso..

Negli ultimi anni, il fatto che una tendenza alle allergie alimentari sia ereditata sta trovando sempre più prove. Con l'età, la frequenza diminuisce: le persone di età superiore ai 60 anni si ammalano due volte in meno rispetto ai 18-40 anni. Nessun effetto sul genere.

Sintomi

I sintomi sono locali, generali e diversi..

Condizioni allergiche locali

  • rinite - gonfiore e secrezione acquosa dal naso;
  • congiuntivite - arrossamento degli occhi e lacrimazione, prurito;
  • esacerbazione dell'asma bronchiale;
  • eustachite - edema, mal d'orecchi, perdita dell'udito, sensazione di scoppio a causa di danni alla tromba di Eustachio o al canale che collega l'orecchio medio alla faringe;
  • orticaria o dermatite, in cui compaiono vesciche piatte sulla pelle, gravemente pruriginose, simili a un'ustione di ortica;
  • eczema o un'eruzione cutanea diversa, accompagnata da bruciore, prurito e spesso ricorrenti;
  • manifestazioni gastrointestinali - nausea, vomito, dolore addominale, feci turbate;
  • mal di testa;
  • stomatite aftosa o formazione di ulcere peculiari nella cavità orale;
  • Sindrome di Kounis o sindrome coronarica, in cui i mediatori infiammatori causano un attacco di angina pectoris o persino infarto del miocardio.

La classica disposizione degli elementi allergici della pelle sono le pieghe del gomito, le stesse su entrambi i lati, sullo stomaco e sull'inguine.

Condizioni allergiche comuni

Le condizioni sistematiche con allergie alimentari si sviluppano raramente, sono disposte in ordine decrescente di gravità come segue:

  • broncospasmo: respiro sibilante, respiro corto a riposo;
  • ipotensione - una forte diminuzione della pressione sanguigna, a cui si ferma la filtrazione renale;
  • coma o depressione della coscienza e funzioni vitali;
  • shock anafilattico, che porta alla morte senza assistenza medica.

La differenza tra allergie alimentari e intolleranze alimentari

AllergiaIntolleranza
Formazione complessa antigene-anticorpo in risposta all'assunzione di ciboAssenza congenita di enzimi e altre sostanze necessarie per la digestione
La reazione si verifica quasi istantaneamente dopo aver assunto una piccola quantità di cibo contenente un allergeneLa reazione si sviluppa dopo poche ore, a volte il giorno successivo, piccole quantità di prodotto possono essere consumate senza danni
I principali sintomi sono visibili sulla pelle: gonfiore, prurito, orticaria, disturbi gastrointestinali sono facoltativiFormazione eccessiva di gas, nausea, vomito, dolore addominale, diarrea
I principali alimenti che provocano allergie sono molluschi, uova, latte, pesce, arachidi, granoProdotti che spesso causano intolleranza: carne trasformata, latte, alimenti senza glutine, cavoli, fagioli

Prodotti più allergici a

GruppoProdotti
Origine animale
  • latte di mucca;
  • latte di capra;
  • uova di gallina
Verdura
  • legumi;
  • noci, in particolare arachidi e nocciole;
  • Grano;
  • segale;
  • orzo;
  • Mais;
  • agrumi;
  • miele;
  • sesamo;
  • frutti di rosso e arancio;
  • Kiwi;
  • avocado;
  • uva
Frutti di mare
  • gamberetto
  • Aragoste
  • aragoste;
  • Gambero
  • un pesce

Cause e fattori di rischio

  • Igiene. Un confronto di dati statistici porta a conclusioni interessanti: maggiore è lo sviluppo del Paese, più spesso i suoi cittadini soffrono di allergie alimentari. Ciò è dovuto al fatto che nei paesi altamente sviluppati le persone vivono in condizioni di pulizia, a volte vicine alla sterilità. Il sistema immunitario umano in tali paesi manca di contatto con molti allergeni. Ciò porta al fatto che il sistema immunitario è "sottocarico". Tuttavia, la natura non può essere modificata in breve tempo. L'immunità umana è progettata per resistere a un certo numero di stimoli. Se questi stimoli non bastano, il sistema immunitario inizia a rispondere al cibo e ad altri fattori innocui. Questa teoria è confermata dai migranti provenienti da paesi sottosviluppati: più a lungo vivono in condizioni civili, più spesso hanno un'allergia alimentare.
  • Prodotti chimici domestici. La sua ampia distribuzione irrita costantemente il sistema immunitario di coloro che sono predisposti a questo. Non è sempre possibile rimuovere permanentemente un singolo prodotto chimico domestico da stoviglie, biancheria, superfici, tracce di una sostanza. Da piatti e posate, i resti di sostanze chimiche entrano quotidianamente nel tratto digestivo e questo accade costantemente.
  • Stabilizzanti, concentrati, esaltatori di sapidità, emulsionanti e coloranti, grassi transgenici. Il funzionamento dell'industria alimentare non è senza di essa. Se prendiamo in considerazione alcuni snack, cibi in scatola e fast food, si scopre che si tratta di una "bomba chimica" contenente solo prodotti naturali intervallati, e questo è tutt'altro che vero. I cibi meno naturali nella dieta umana - verdure dell'orto, pane senza impurità, latte e carne di animali che vivono in natura - maggiore è la probabilità di allergie.

Diagnosi di allergie alimentari

Esistono solo due metodi diagnostici affidabili: test cutanei a scarificazione e determinazione del livello di immunoglobulina E (IgE).

Test di scarificazione

Un test di scarificazione è l'applicazione di un allergene ai graffi sulla pelle. Graffiano la pelle dell'avambraccio o della schiena, notano dove viene applicato l'allergene. Puoi usare gli scarificatori con un allergene standardizzato, che è già sulla punta, o strofinare l'allergene separatamente. Per uso alimentare estratti di noce, agrumi o altro.

La reazione viene presa in considerazione dopo 30 minuti. Nei luoghi in cui viene applicato l'allergene reale, si verifica l'infiammazione, dal rossore all'orticaria. Tali test sono più indicativi, ma alcuni pazienti presentano complicazioni sotto forma di una reazione ritardata, quando l'infiammazione inizia dopo 6 ore. Questa reazione è sempre difficile, può raggiungere le ulcere della pelle..

Determinazione del livello di immunoglobulina E (IgE)

L'immunoglobulina E comune è una sostanza responsabile dello sviluppo di tutte le reazioni allergiche. L'analisi per questa immunoglobulina determina la concentrazione totale di anticorpi nel plasma sanguigno.

Il sangue venoso viene prelevato per analisi, la risposta è dopo 1 giorno lavorativo o urgentemente dopo 2 ore. Solo un medico dovrebbe valutare il risultato, poiché si nota un livello elevato non solo con allergie alimentari, ma anche con altre condizioni: invasioni elmintiche, infezioni parassitarie, mielomi.

Esistono kit di laboratorio standardizzati che identificano un gruppo di allergeni. È difficile per i prodotti alimentari determinare quale reazione li sta causando, quindi è necessario un diario alimentare per chiarire.

Diario alimentare allergico

La forma di tale diario è arbitraria, la cosa principale è scrivere tutto ciò che una persona mangia, anche se si tratta di un cracker o una bacca. La puntualità è la regola più importante. Devono essere osservati due punti: cosa viene mangiato e qual è la reazione ad esso.

È conveniente dividere un foglio di carta in 3 colonne: tempo del pasto, composizione del cibo e reazione. Le descrizioni degli alimenti dovrebbero essere il più dettagliate possibile..

Tempo del pastoCosa si mangiaReazione
19:00Il latte (nome commerciale), ieri, è rimasto in frigorifero, 1 tazzaDopo 5 minuti, gli occhi diventarono rossi, fu preso Loratadin, il rossore passò dopo 1 ora

Con un accurato journaling in 1-2 settimane, il quadro diventerà chiaro. Certo, devi essere onesto con te stesso e non dimenticare di portare una torta o un pezzo di torta mangiato per strada a cui sei stato trattato al lavoro.

Quando viene rilevato un prodotto sospetto, viene completamente scartato per 2 settimane, quindi mangiano una piccola porzione e monitorano attentamente la risposta del corpo. Quindi puoi impostare la soglia di tolleranza. Ad esempio, dopo una fetta d'arancia non succede nulla, ma la metà provoca già una reazione.

Trattamento

Non è stato ancora sviluppato un metodo completo e assolutamente affidabile per sbarazzarsi delle allergie, ma esistono metodi che portano un notevole sollievo. La combinazione più efficace di dieta, immunoterapia e farmaci. È impossibile rimuovere completamente gli alimenti pericolosi dal cibo, poiché c'è sempre un'allergia crociata. Se rimuovi un prodotto da un gruppo pericoloso, nel tempo il corpo inizia a rispondere a un altro.

Dieta

Devi rispettare i principi di base:

  • varietà, in modo che lo stesso prodotto venga ripetuto non più di 3 volte a settimana;
  • metodo di cottura - cottura, cottura al vapore;
  • limitare (è possibile eliminare completamente) grassi, fritti e affumicati;
  • rifiutare cibi in scatola, fast food e bibite gassate;
  • preparare i primi piatti su un brodo di carne o pesce debole vegetale o secondario;
  • rifiutare spezie e marinate;
  • mangiare ogni 3 ore, servendo non più di 250 grammi (bicchiere).
Prodotti proibitiProdotti consentiti
  • cioccolato;
  • uova
  • latte intero;
  • crostacei e frutti di mare;
  • integrale
  • agrume
  • noccioline
  • alcool.
  • cereali;
  • latticini;
  • mele - tranne il rosso;
  • bacche e frutti che non hanno un colore brillante - uva spina, pere, ciliegie bianche e ribes;
  • formaggio dolce;
  • carne magra bollita;
  • pane nero
  • verdure domestiche di stagione;
  • burro chiarificato e olio raffinato.

Immunoterapia

Questa è l'introduzione di anticorpi monoclonali all'immunoglobulina E. Le immunoglobuline vengono bloccate e non si sviluppa una reazione allergica. Il farmaco più famoso è l'omalizumab. Viene somministrato solo per via sottocutanea, le dosi aumentano gradualmente. L'intero corso del trattamento fornisce una diminuzione della risposta immunitaria per 1 anno, nel corso successivo è necessario ripetere.

Il metodo ha molte controindicazioni, non è adatto a tutti.

Medicinali

Farmaci usati di diversi gruppi:

  • antistaminici: riducono il rilascio di mediatori (Cetrin, Astemizole, Loratadine e simili);
  • Ketotifene: stabilizza le membrane dei mastociti;
  • Il cortisone è un ormone glucocorticoide della corteccia surrenale;
  • L'adrenalina è un ormone della corteccia surrenale, il trattamento principale per lo shock anafilattico;
  • Teofillina: dilata i vasi sanguigni periferici;
  • Istamina a dosi crescenti;
  • Immunoglobulina antiallergica umana: un nuovo farmaco;
  • enterosorbenti che rimuovono i complessi antigene-anticorpo dal lume intestinale (carbone attivo, Polysorb, Polyphepan e simili).

Le persone inclini all'anafilassi devono portare con sé una siringa di adrenalina per interrompere immediatamente la reazione. Se non hai medicine con te, in condizioni di emergenza puoi causare dolore acuto - inserisci una spina nei muscoli, cucita a una profondità ridotta. Con dolore acuto, l'adrenalina verrà rilasciata, la cascata anafilattica si interromperà.

Gli scienziati hanno isolato una grande molecola proteica che può arrestare l'anafilassi in pochi secondi. Lo studio continua, presto apparirà una nuova classe di farmaci allergici.

Rimedi popolari

Il rimedio testato è una serie in tre parti della famiglia di astri. Nomi popolari - erba scrofolosa, corna di capra, bardana a due punte, cane. Puoi usare solo erbe farmaceutiche, poiché alcune sottospecie sono velenose.

La pianta essiccata viene prodotta come tè o un decotto viene aggiunto al bagno. Non assumere più di un mese entro 1-2 volte al giorno. L'assunzione prolungata e incontrollata porta a ipotensione, disturbi delle feci, debolezza, irritabilità.

Allo stesso scopo, vengono utilizzati gusci di uova sode. Il guscio viene martellato in polvere, vengono aggiunte alcune gocce di succo di limone, prese una volta al giorno, un quarto di cucchiaino, preferibilmente al mattino prima dei pasti per 2 settimane.

È impossibile curare completamente le allergie alimentari. Il meccanismo della sua formazione non è completamente compreso, quindi non esiste uno strumento efficace. Tuttavia, la dieta, uno stile di vita sano e l'uso periodico di farmaci possono migliorare significativamente la qualità della vita..

L'allergia alimentare è pericolosa?

Sì, e soprattutto, la possibilità di sviluppare shock anafilattico. Questa è una reazione che ha una mortalità dal 10 al 20%. Il meccanismo principale è l'espansione paralitica istantanea di tutti i vasi sanguigni. Il gonfiore delle vie aeree si sviluppa, la filtrazione glomerulare nei reni si arresta, il flusso sanguigno diventa inefficace. Gli ormoni adrenalina e glucocorticoidi interrompono la reazione; è necessaria l'intubazione tracheale. Molto spesso, l'anafilassi si sviluppa sui frutti di mare..

Con reazioni più deboli, la risposta immunitaria viene interrotta, il numero di allergeni si espande. Nel tempo, se non trattata, si sviluppa una reazione su quasi tutti i prodotti.

Prevenzione

Puoi vivere pienamente con le allergie alimentari se segui diverse regole:

  • evitare che il prodotto causi la reazione;
  • mangiare solo a casa;
  • assumere periodicamente enterosorbenti;
  • bere abbastanza acqua pulita senza gas;
  • quando si esce di casa, conservare in un luogo ben visibile informazioni su quali alimenti sono allergici e quali medicinali aiutano;
  • non mangiare frutti di mare;
  • evitare snack e fast food, bibite gassate, cibo in scatola;
  • lavare i piatti con soda e non con un agente chimico;
  • se almeno una volta si è verificata un'anafilassi, portare adrenalina in una siringa.

Continuando l'argomento, assicurati di leggere:

Purtroppo non possiamo offrirti articoli adatti.

Allergia alimentare - Sintomi e trattamento

È particolarmente difficile aderire a una dieta se il paziente è sensibile ai prodotti che costituiscono la base della dieta abituale. Le allergie alimentari negli adulti si manifestano con nausea, congestione nasale, lacrimazione e persino mal di testa e richiedono un trattamento obbligatorio, poiché può essere pericoloso per la vita.

Le ragioni

Che cos'è un'allergia alimentare? Questa è intolleranza alimentare dovuta a meccanismi immunopatologici - in effetti, una reazione avversa del sistema immunitario al cibo che il paziente mangia. Al contatto con un prodotto che è contemporaneamente un allergene causalmente significativo, si verifica la formazione di anticorpi, il rilascio di sostanze biologicamente attive - spiegano i sintomi. Secondo i concetti moderni, l'allergia alimentare è considerata come una manifestazione di una reazione avversa al cibo; essendo sorto una volta, si manifesterà sicuramente in futuro.

Si distinguono le seguenti cause di allergia alimentare:

  1. Predisposizione ereditaria (presenza di una malattia allergica in parenti stretti - e non necessariamente sensibilità ai prodotti).
  2. Nutrizione impropria durante la gravidanza e l'allattamento (l'introduzione nella dieta di una donna incinta e in allattamento di prodotti con un alto grado di allergenicità (latte, noci, ecc.) In molti casi porta alla comparsa di sintomi allergici nel bambino).
  3. Nutrizione impropria di un neonato (transizione precoce all'alimentazione artificiale, troppo cibo, nonché consumo da parte di un bambino piccolo di alimenti che spesso si trovano come allergeni (ad es. Latte di vacca, agrumi)).
  4. Disturbi digestivi (infiammazione, microflora intestinale compromessa).
  5. Infezione (virus, batteri e funghi patogeni influenzano negativamente l'apparato digerente, causano malattie infiammatorie, provocano una varietà di reazioni immunitarie).

I segni di un'allergia ai prodotti, in particolare un'allergia facciale, sono spesso presenti anche in pazienti che soffrono di altre forme di malattie allergiche - ad esempio, febbre da fieno, dermatite atopica. Gli allergeni alimentari più comuni:

  • latte vaccino, formaggio, albume d'uovo;
  • cioccolato, noci, additivi alimentari, spezie, cereali;
  • noci, legumi, bacche, frutta e verdura dai colori vivaci, verdure.

Le allergie alimentari possono essere associate a qualsiasi prodotto e la gravità delle manifestazioni non dipende dalla quantità consumata dal paziente.

Nella stragrande maggioranza dei casi, lo sviluppo dei sintomi si verifica in conformità con il meccanismo di reazione di ipersensibilità di tipo immediato, motivo per cui le allergie sono anche chiamate IgE-mediate. I sintomi si manifestano rapidamente, il paziente può ricordare cosa ha mangiato e quindi identificare un allergene causale.

varietà

In allergologia clinica, le allergie alimentari si distinguono per tipo di corso, variante di sensibilità agli allergeni e natura delle manifestazioni; la posizione dell'eruzione cutanea e altri segni della reazione sono rilevanti solo se i sintomi sono potenzialmente letali (ad es. gonfiore della mucosa delle vie respiratorie).

Tipi di flusso

Esistono tipi di allergie alimentari come:

  • transitorio (è anche chiamato allergia alimentare della prima infanzia);
  • persistente (a differenza del transitorio, persiste per tutta la vita del paziente).

Una caratteristica delle allergie transitorie è la scomparsa dei sintomi quando il bambino cresce. Vale la pena notare che il recupero non è sempre osservato e molti bambini con una predisposizione ereditaria alle allergie o che soffrono di malattie allergiche continuano a notare la sensibilità ai prodotti alimentari in età adulta. Pertanto, al fine di curare le allergie alimentari, è necessario prendere immediatamente le misure, quando compaiono i sintomi.

Tipi di sensibilità agli allergeni

Esistono due tipi di sensibilità agli allergeni:

  • sensibilizzazione orale;
  • sindrome da polline-cibo.

Con la sensibilizzazione orale, l'allergene inizialmente entra nel corpo attraverso la bocca. La sindrome pollinico-alimentare è caratterizzata dal fatto che la sensibilizzazione primaria, cioè la sensibilità all'allergene, si forma in relazione al polline delle piante - e solo dopo si verifica una reazione quando si mangia un determinato prodotto alimentare.

Natura delle manifestazioni

A seconda di come si manifesta l'allergia alimentare, ci sono:

  • corso esplicito;
  • corrente latente (cancellata).

Con un corso ovvio, la reazione inizia immediatamente o poco dopo il ricevimento dell'allergene. La forma latente è caratterizzata da un decorso cronico, non è associata a IgE, ma a IgG, quindi si forma lentamente, con un uso prolungato del prodotto, che è un allergene causalmente significativo.

Pertanto, un'allergia ai prodotti può verificarsi non solo con la sensibilità alimentare, ma anche con la sensibilità al polline delle piante, procedere in modo esplicito o invisibile.

Sintomi

I sintomi delle allergie alimentari negli adulti sono piuttosto numerosi: possono essere suddivisi, innanzitutto, come locali e sistemici. Le manifestazioni locali includono segni di una reazione del sistema digestivo, dell'apparato respiratorio, degli occhi, della pelle, del sistema nervoso, generalizzati sono caratterizzati da una violazione delle condizioni generali, possono essere potenzialmente letali.

Segni locali

Le principali manifestazioni locali di allergie sono:

  • gonfiore della mucosa rinofaringea, nausea, vomito, disturbi alle feci, crampi al dolore addominale;
  • congestione nasale, naso che cola con abbondante scarico acquoso, prurito al naso, respiro corto, soffocamento, tosse parossistica;
  • arrossamento degli occhi, prurito delle palpebre, lacrimazione; eruzione cutanea, prurito, edema di Quincke, orticaria.

La conseguenza della malattia può anche essere l'emicrania, un attacco di mal di testa lancinante.

Sintomi di sistema

Le manifestazioni sistemiche o generalizzate includono:

  1. Shock anafilattico.
  2. Orticaria generalizzata.
  3. Edema di Quincke generalizzato.

L'orticaria è caratterizzata dalla comparsa di prurito vesciche sulla pelle e sulle mucose; le eruzioni cutanee possono avere una tonalità rosa pallido o porcellana. Con l'edema di Quincke, i tessuti con una buona estensibilità si gonfiano - le palpebre, le labbra, le guance, nonché le mucose della cavità orale, della laringe, della trachea e del tratto digestivo. Non c'è prurito cutaneo nell'area interessata. I sintomi dipendono dalla posizione dell'edema: sensazione di pienezza, naso che cola, dolore addominale.

Una condizione pericolosa per la vita è l'edema laringeo. Nella foto puoi vedere i sintomi che causano allergie sul viso con l'edema di Quincke..

Lo shock anafilattico è la manifestazione più pericolosa di un'allergia alimentare. È caratterizzato da un forte calo della pressione sanguigna, orticaria, edema di Quincke, insufficienza respiratoria e febbre. Possono verificarsi vomito, dolore addominale, movimenti intestinali involontari e crampi. Lo shock si sviluppa alla velocità della luce o con un periodo di "precursori", che includono brividi, acufeni, una sensazione di debolezza generale, nausea, dolore nella parte bassa della schiena e dell'addome, intorpidimento delle dita, lingua.

Con le allergie alimentari, i sintomi possono verificarsi simultaneamente da vari organi e sistemi - fattori come l'attività fisica, lo stress emotivo possono aumentare la gravità delle manifestazioni.

Quanto si manifesta un'allergia sul viso o un'allergia di una diversa localizzazione? Se il paziente ha una reazione acuta mediata da IgE, i sintomi si manifestano dopo pochi minuti, meno spesso dopo alcune ore. Quando gli anticorpi IgE non sono coinvolti nella reazione, il "periodo di attesa" viene esteso a 12-72 ore.

Allergia latente

I segni di allergie alimentari con una forma latente sono noti per molte settimane e mesi, sono caratterizzati non solo da eruzioni cutanee, ma anche da sintomi di danno all'apparato digerente, muscolo-scheletrico, respiratorio e urinario. Tra loro:

  • bruciore di stomaco, nausea, flatulenza, dolore addominale, costipazione ricorrente o diarrea;
  • minzione frequente, dolore nella parte bassa della schiena;
  • pelle secca, prurito ed eruzione cutanea, dolore a muscoli e articolazioni, mal di testa;
  • affaticamento, raffreddori frequenti.

Cosa fare se un'allergia alimentare latente si è sviluppata negli adulti? I sintomi e il trattamento di questa patologia sono l'area di interesse professionale di un allergologo. Ma è estremamente difficile collegare i fenomeni di allergia latente con la sensibilità ai prodotti alimentari, poiché i sintomi non compaiono immediatamente e non appaiono così violentemente come con la forma mediata da IgE. Anche un medico curante esperto non può sempre capire immediatamente quale sia la causa dei reclami dei pazienti. Una certa percentuale di allergie alimentari latenti rimane non confermata e i pazienti vengono trattati senza successo per lungo tempo.

In tutti i casi sopra indicati, si raccomanda di assumere Allergonix. Questo rimedio naturale è adatto per adulti e bambini e mostra un risultato duraturo (si potrebbe scrivere che elimina le allergie per sempre, ma finora non è stato clinicamente testato). Più efficace nel trattamento delle allergie alimentari, tra cui su frutta e verdura. Recensioni su di lui possono essere lette qui e guardare il programma tematico "Live Healthy".

Diagnostica

Cosa fare con le allergie alimentari? Innanzitutto, è necessario confermare la sua presenza, poiché i sintomi non sono specifici e possono essere spiegati non solo da una reazione allergica. Il medico intervista ed esamina il paziente: già in questa fase si può presumere che la diagnosi sia affidabile. I pazienti sono incoraggiati a tenere un diario alimentare in cui vengono inseriti tutti gli alimenti consumati insieme a una descrizione della condizione dopo aver mangiato. Per una diagnosi più accurata, viene utilizzata una serie di metodi di laboratorio:

  1. Determinazione del livello di IgE totali e IgE specifiche, nonché di IgG (test immunoenzimatico, analisi chemiluminescente).
  2. Microscopia di strisci dalla mucosa nasale, congiuntiva per rilevare eosinofili - cellule che si trovano in gran numero con allergie.
  3. Esame del sangue clinico generale per determinare il livello di eosinofili.
  4. Analisi fecale (coprogramma) per il rilevamento di eosinofili.

Come determinare quali sono le cause delle allergie? Per questo, vengono utilizzati test di eliminazione e provocatori. L'essenza del test di eliminazione è che il prodotto, presumibilmente causando i sintomi, è escluso dalla dieta per una settimana. Il paziente in questo momento tiene un diario alimentare con una descrizione dettagliata della condizione. Tale test viene ripetuto con ciascuno dei probabili allergeni causali..

Un test provocatorio viene eseguito dopo 5 giorni di un test di eliminazione. Al mattino, al paziente viene somministrato un prodotto alimentare che è considerato un probabile allergene, dopo di che vengono valutati i cambiamenti di stato, vengono nuovamente eseguiti i test di laboratorio necessari. Un test provocatorio viene eseguito sotto la supervisione di un medico e con una forma di allergia mediata da IgE, solo in ambito ospedaliero, poiché i sintomi si sviluppano rapidamente e la gravità è difficile da prevedere..

Vengono eseguiti anche test cutanei: utilizzando un'iniezione o un graffio con uno speciale scarificatore, l'allergene viene applicato sulla pelle, dopo di che il medico nota se apparirà il blister, quale sarà la sua dimensione.

I test cutanei non vengono eseguiti se il paziente ha precedentemente subito un attacco di shock anafilattico; pochi giorni prima dello studio interrompere l'assunzione di farmaci antiallergici, antidepressivi.

Per stabilire la diagnosi corretta e imparare a curare la malattia, è necessario un esame a tempo pieno da parte di un medico: le allergie al viso o agli arti non sono necessariamente causate dal cibo. Non dovresti anche confrontare le manifestazioni di malattie allergiche nella foto, poiché l'eruzione cutanea è simile per diverse patologie, ma il trattamento è diverso. Se si sospetta un'allergia alimentare, i cui sintomi assomigliano a una forma latente, è necessaria una diagnosi approfondita, l'esclusione di altre probabili cause.

Trattamento

Come sbarazzarsi delle allergie alimentari? Sfortunatamente, la sensibilità agli allergeni osservata in età adulta non può essere eliminata. Affinché i sintomi scompaiano, è necessario interrompere il contatto con il provocatore della reazione. Il trattamento delle allergie alimentari negli adulti è impensabile senza seguire una dieta chiamata eliminazione - quegli alimenti che sono confermati come allergeni causali, così come gli alimenti ad alto potenziale allergenico (agrumi, funghi, miele, caffè, ecc.) Sono esclusi dalla dieta - un elenco completo può essere ottenuto dal medico.

Come trattare le allergie alimentari? Quando compaiono i sintomi e per la prevenzione delle esacerbazioni, vengono prescritti antistaminici:

Il primo soccorso per le allergie alimentari dipende dalla gravità delle manifestazioni. L'assunzione del prodotto allergenico viene immediatamente interrotta, puoi sciacquarti la bocca con acqua pulita. Se il paziente è preoccupato per le manifestazioni locali (ad esempio, allergia facciale, prurito delle palpebre, rinite), è necessario assumere un antistaminico che funzioni rapidamente (Cetrin, Desloratadine) - il medicinale dovrebbe essere sempre con te. Come trattare un paziente con shock anafilattico, orticaria generalizzata, edema di Quincke? Utilizza adrenalina (epinefrina), desametasone, iniezione di prednisolone, è necessaria una chiamata di emergenza.

Inoltre, viene eseguito il trattamento delle malattie dell'apparato digerente, vengono prescritti farmaci che ripristinano la microflora intestinale. Insieme al medico, viene presa in considerazione la questione dell'ASIT (immunoterapia specifica per allergeni). Questo metodo ha lo scopo di ridurre la sensibilità a un allergene, ma presenta una serie di controindicazioni. L'allergia alimentare, il cui trattamento viene eseguito correttamente, smette di disturbare il paziente, quindi è necessario aderire alla dieta e seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico curante.

A che età si verifica una reazione allergica e come trattarla /

Caratteristiche della dieta per ogni giorno ed esempi del menu, che faciliterà un trattamento rapido.

Come è una reazione allergica ai frutti di mare.

Perché c'è una reazione intollerabile alle bevande per gli adulti. Come affrontarlo e se può essere curato?

Allergia al cibo

La manifestazione di una varietà di reazioni allergiche al normale cibo innocuo o ad alcuni ingredienti che vengono utilizzati nel processo di cottura è generalmente chiamata allergia alimentare..

Un certo tipo di prodotto può contenere molti allergeni. Fondamentalmente, il corpo reagisce bruscamente alle proteine, meno spesso ai carboidrati e ai grassi. Se una persona ha una reazione allergica, il suo sistema immunitario produce troppi anticorpi. Di conseguenza, il corpo percepisce le proteine ​​innocue come un agente infettivo..

Le vere allergie alimentari sono molto rare nella popolazione - circa il due percento delle persone ne soffre. Le allergie alimentari nei bambini di solito si verificano la prima volta dopo la nascita. Di norma, dopo alcuni anni, le sue manifestazioni scompaiono. Allo stesso tempo, la maggior parte dei pazienti adulti che credono di soffrire di allergie alimentari manifestano la cosiddetta "pseudo-allergia alimentare". Sebbene i segni di questa condizione siano simili alle allergie, in realtà c'è intolleranza alimentare. Ci sono anche casi in cui una persona convinta che un determinato alimento per lui sia un allergene sviluppa una reazione psicosomatica corrispondente.

Cause delle allergie alimentari

Parlando delle cause delle allergie, si dovrebbe notare un fattore ereditario. È importante considerare che se uno dei genitori ha un'allergia, il rischio di sviluppare questa condizione in un bambino è raddoppiato. Di conseguenza, il rischio di sviluppare allergie in quei bambini i cui entrambi i genitori sono allergici è ancora più elevato. Ma allo stesso tempo, le sostanze che sono per i genitori non sono sempre gli allergeni per il bambino. Inoltre, nelle persone le cui famiglie hanno casi di asma, febbre da fieno, eczema si osserva un alto rischio di allergie.

Le allergie alimentari nei bambini e negli adulti possono svilupparsi su quasi tutti i prodotti. Tuttavia, ci sono un certo numero di prodotti che spesso causano reazioni allergiche. In questo elenco, dovrebbero essere annotate uova, latte, pesce, frutti di mare, soia, noci, ecc. Pertanto, una persona incline a tali reazioni dovrebbe aderire rigorosamente a una dieta per le allergie alimentari.

A volte una persona può sviluppare una cosiddetta allergia crociata. Una reazione simile segue dopo una reazione a un allergene specifico. Ad esempio, le persone allergiche ai pesci potrebbero smettere di percepire normalmente i frutti di mare..

Sintomi di un'allergia alimentare

Di norma, in una persona che è caratterizzata da allergie alimentari, i sintomi della malattia compaiono per un periodo che va da alcuni minuti a due ore dopo aver mangiato cibo con un allergene. Tuttavia, le persone che hanno una grave forma di allergia possono avvertire le manifestazioni della malattia immediatamente dopo aver toccato o annusato un tale prodotto.

Con le allergie alimentari, i sintomi della malattia sono principalmente espressi da gonfiore e prurito delle labbra, della gola e della bocca. Se il cibo con un allergene è nel sistema digestivo, può provocare vomito, nausea, diarrea e coliche intestinali. Con allergie alimentari, compaiono anche eczema, orticaria e arrossamento della pelle. Alcune persone in procinto di sviluppare reazioni allergiche soffrono anche di rinite allergica, in cui il paziente viene superato con un naso che cola, si manifesta tosse e respiro superficiale. Inoltre, una persona con una reazione allergica può avvertire sonnolenza crescente e una sensazione di distrazione.

In alcuni casi, può verificarsi anche una reazione allergica ritardata. Con questa forma di reazione allergica, dopo che una persona ha consumato un allergene, potrebbero essere necessarie diverse ore o diversi giorni. Se confrontiamo i sintomi di una reazione ritardata con manifestazioni di un'allergia immediata, i sintomi qui potrebbero non essere così pronunciati. Il paziente può manifestare eczema, orticaria, asma.

Il sintomo più grave dell'allergia alimentare è lo shock anafilattico. Questa condizione si verifica se una reazione allergica copre diversi organi e persino sistemi. Lo shock anafilattico si verifica relativamente raramente, ma questa condizione è molto pericolosa per la vita umana. In questa condizione, il paziente mostra orticaria, sudorazione, forte prurito. Una persona gonfia la mucosa della faringe, difficoltà a respirare e la pressione sanguigna scende bruscamente. Con questa forma di allergia alimentare, il paziente deve essere trattato il più rapidamente possibile. In effetti, in assenza di una terapia adeguata e tempestiva, è possibile la perdita di coscienza e persino la morte.

Diagnosi di allergie alimentari

La diagnosi in questo caso viene eseguita da uno specialista allergologo. Conduce un sondaggio dettagliato del paziente, analizza la sua storia medica, nomina gli esami necessari. Durante l'esame, il medico può chiedere al paziente un elenco di quei prodotti per i quali ha avuto una reazione allergica.

Nel processo di definizione di una diagnosi, viene utilizzato un test di scarificazione della pelle per determinare se un determinato prodotto è un allergene per l'uomo. Per ottenere risultati più accurati, viene eseguito uno speciale esame del sangue di laboratorio: un test con radio allergosorbenti, test immunoenzimatico e test anticorpali.

In genere, tali studi possono identificare allergeni potenzialmente pericolosi. Ma in alcuni casi, il medico può anche prescrivere test provocatori in cui l'allergene viene somministrato al paziente nel naso, sotto la lingua. Successivamente, viene valutata la risposta del paziente. Tuttavia, tali test vengono eseguiti solo sotto la supervisione di un medico, poiché potrebbero essere necessarie cure urgenti..

Trattamento delle allergie alimentari

Se a una persona è stata diagnosticata una vera allergia alimentare, il trattamento, prima di tutto, consisterà nel seguire rigorosamente una dieta speciale. Dovrebbe eliminare completamente la presenza di un allergene. Per qualche tempo, il paziente deve seguire rigorosamente una dieta ipoallergenica, inclusi solo quei prodotti che non provocano reazioni allergiche. Dopo alcune settimane, puoi provare a introdurre un allergene nella dieta. Ma con il ri-sviluppo delle allergie alimentari, la dieta ipoallergenica deve essere continuata di nuovo.

La conformità con la cosiddetta dieta di eliminazione (ovvero una dieta che esclude i prodotti allergenici) dovrebbe iniziare solo dopo aver consultato un medico esperto. Dopotutto, la dieta dovrebbe essere variata e la persona deve ricevere tutti i nutrienti e le vitamine necessari per il corpo. Pertanto, i prodotti che causano allergie devono essere sostituiti con altri equivalenti nel contenuto di nutrienti.

Una dieta con allergie alimentari molto spesso aiuta a superare completamente questo disturbo. Tuttavia, ci sono alcuni alimenti per i quali le persone sviluppano un'allergia permanente..

Pertanto, con le allergie alimentari, il modo più efficace per superare questa condizione è determinare l'allergene alimentare e la sua ulteriore evitamento..

Quando si trattano le allergie, è importante tenere conto del fatto che se una persona soffre di asma, aumenta il rischio di gravi conseguenze da una reazione allergica. Pertanto, tali pazienti devono sempre assumere con loro una dose di adrenalina (adrenalina), che deve essere assunta in caso di reazione allergica.

Se una persona ha comunque consumato un prodotto che è un allergene per lui, in questo caso è necessario assumere farmaci adeguati. Se c'è una lieve reazione a un allergene, allora può essere fermato con antistaminici. Nelle allergie alimentari acute è possibile il trattamento simultaneo con epinefrina e un antistaminico. L'iniezione di epinefrina elimina efficacemente una reazione allergica.

Allergia alimentare nei bambini

Le allergie alimentari sono molto più comuni nei bambini. Allo stesso tempo, le allergie alimentari nei bambini che maturano nella maggior parte dei casi scompaiono gradualmente. Quindi, una reazione allergica a latte, uova, soia, grano, il bambino sostanzialmente "cresce": le sue manifestazioni scompaiono fino alla sua età di cinque anni. Ma un'allergia a noci, pesce, frutti di mare può rimanere per tutta la vita.

Oltre alla posizione ereditaria, un'allergia in un bambino può provocare l'alimentazione artificiale iniziale del bambino o l'interruzione dell'allattamento al seno nei primi mesi della sua vita. Di recente, i bambini sono spesso allergici alla soia, che viene spesso utilizzata come additivo per vari prodotti..

Le madri che allattano un bambino dovrebbero mangiare solo cibi ipoallergenici per evitare reazioni allergiche nel loro bambino. È particolarmente importante aderire a tale dieta la prima volta dopo la nascita di un bambino. Ravanelli, cipolle, aglio, brodi, piatti affumicati, condimenti piccanti dovrebbero essere esclusi dalla dieta di una madre che allatta. Si deve inoltre prestare attenzione ai prodotti lattiero-caseari, dei quali è preferibile utilizzare solo latte acido.

I sintomi delle allergie alimentari nei bambini sono simili a quelli negli adulti. Ma succede che le reazioni allergiche ai prodotti alimentari provocano la comparsa di vomito e diarrea in un bambino. Di conseguenza, cresce e si sviluppa più lentamente. Pertanto, se un'allergia alimentare nei bambini di età inferiore a un anno provoca tali sintomi, è indispensabile mostrare immediatamente il bambino a un medico.

Se sei soggetto ad allergie in un bambino, devi seguire alcune raccomandazioni per evitare reazioni indesiderate. Al fine di evitare allergie alimentari nei bambini fino a un anno, i genitori dovrebbero introdurre gradualmente nuovi alimenti nel menu del bambino, un prodotto alla volta per cinque giorni e monitorarne la reazione. Il servizio di un nuovo piatto deve essere aumentato gradualmente, iniziando da uno molto piccolo. Inizialmente a un bambino può essere offerto mezzo cucchiaino di un nuovo prodotto. Se si verifica una reazione allergica, il prodotto deve essere escluso dal menu del bambino e consultare un medico.

I medici consigliano di evitare frutti di colore brillante. Ad esempio, le mele rosse possono essere sostituite con gialle e verdi. Se c'è una percezione negativa delle uova di gallina, possono essere sostituite con uova di quaglia. Il grasso più preferito è l'olio vegetale.

Un'allergia alimentare in un bambino può anche apparire sui componenti dei prodotti - coloranti, additivi alimentari, che fanno parte di molti prodotti alimentari. In questo caso, potrebbe essere necessario un esame per determinare l'allergene..

Se un bambino più grande è allergico a un determinato prodotto alimentare, i genitori dovrebbero sicuramente informare i dipendenti dell'istituto di cura dei bambini - scuola materna o scuola. Dovrebbero essere consapevoli di come fermare una reazione allergica, a malapena un bambino usa erroneamente un allergene.

Prevenzione delle allergie alimentari

Le misure preventive sono molto importanti per le persone a rischio, cioè quelle i cui parenti hanno avuto casi di allergie alimentari. È necessario stare molto attenti al nuovo cibo e monitorare come il corpo reagirà ad esso. Pertanto, è meglio provare il cibo in porzioni molto piccole e se una persona si trova in un ambiente non familiare, è meglio rifiutare del tutto il nuovo cibo.

È altrettanto importante studiare attentamente la composizione dei prodotti indicati sulle etichette. In effetti, tra questi ingredienti, potrebbero anche esserci allergeni. Le persone inclini alle allergie alimentari non dovrebbero mangiare cibi raffermo. Anche il cibo in scatola non è il cibo migliore per chi soffre di allergie. Pertanto, la nutrizione delle persone soggette ad allergie dovrebbe essere il più ponderata possibile e allo stesso tempo è necessario un attento monitoraggio della composizione dei prodotti..

Istruzione: laureato presso il Rivne State Basic Medical College con una laurea in Farmacia. Si è laureata alla Vinnitsa State Medical University. M.I. Pirogov e uno stage basato su di esso.

Esperienza lavorativa: dal 2003 al 2013 - ha lavorato come farmacista e manager di un chiosco farmacia. Ha ricevuto lettere e riconoscimenti per molti anni di lavoro coscienzioso. Articoli su argomenti medici sono stati pubblicati su pubblicazioni locali (giornali) e su vari portali Internet.

Commenti

Le allergie da bambini sono tra le peggiori!

Olga, devi assolutamente scoprirlo. Puoi anche superare test speciali per l'allergene. sappiamo a cosa è allergico nostro figlio, quindi cerchiamo di impedire ai prodotti proibiti di entrare nel corpo del bambino. È vero, questa regola non si applica alle nonne. ecco perché se vedo che il bambino inizia a cospargere, comincio immediatamente a dare enterosgel - per rimuovere gli allergeni dal corpo.

E non riusciamo ancora a capire a quali alimenti il ​​bambino è allergico..

Siamo allergici al latte di mucca sin dalla nascita e non lo diamo affatto al bambino, ha mangiato cereali senza latte, a volte ha bevuto latte di capra e tutto andava bene. Ma quando andammo all'asilo, mia figlia fece colazione lì con il porridge di latte, e dopo pranzo l'insegnante mi chiamò e disse che aveva la scabbia, poiché era coperta di acne e prurito. E quando abbiamo capito qual è il problema, si è scoperto che era un casino. Ora proviamo a fare colazione a casa, e solo allora all'asilo.