Sviluppo di un'allergia al latte materno

Trattamento

Il latte materno è la base della nutrizione per un neonato. Contiene composti preziosi necessari per la piena crescita e sviluppo del bambino. Ci sono casi di allergie al latte materno nei bambini, che sono dovuti a diversi motivi. Per eliminare e prevenire questo spiacevole fenomeno, la mamma dovrebbe aderire a una dieta ipoallergenica.

Può esserci un'allergia al latte materno?

Lo sviluppo di un'allergia nei lattanti al latte materno è associato a una modifica della composizione del prodotto materno, che può verificarsi a causa del mancato rispetto della dieta della madre. Molto spesso, le proteine ​​del latte vaccino agiscono come allergeni. Questa bevanda viene consumata da molte donne che allattano, fiduciose nella sua capacità di stimolare l'allattamento. Di conseguenza, il bambino ha indigestione, coliche, feci schiumose rapide ed eruzioni cutanee. Può provocare una reazione allergica di natura prolungata.

Ciò che effettivamente provoca allergie nei neonati?

Diversi fattori possono influenzare l'allergia del bambino al latte materno, che sono descritti di seguito..

Cause di una reazione allergica

Ci sono 2 fattori principali che causano allergie:

  1. Carenza di lattasi La presenza di questa patologia segnala un'inadeguata suscettibilità del corpo ai composti di origine animale.
  2. Intolleranza alle proteine ​​nei bambini allattati al seno. In questa condizione, il tratto digestivo del bambino non è in grado di digerire completamente e assorbire il latte di qualsiasi tipo.

Molte madri sono convinte che il latte di mucca stimoli l'allattamento, ma non è così. Spesso sono le proteine ​​della mucca che agiscono come provocatori per l'insorgenza di un'eruzione cutanea estesa sul corpo del bambino e dei disturbi delle feci. In questo caso, sostituire il prodotto di origine animale con verdure, ad esempio riso, soia, avena, latte di cocco.

I fattori più comuni che provocano una risposta negativa del corpo del bambino includono:

  • errori nella dieta materna;
  • l'uso di alimenti altamente allergenici (latticini, uova, fragole, agrumi, cioccolato);
  • prendendo prodotti con glutine;
  • abuso di cibo con l'aggiunta di componenti chimici (conservanti, coloranti, esaltatori di sapidità).

Per eliminare e ridurre la probabilità di sviluppare successive reazioni allergiche al latte materno, è necessario eliminare i fattori provocatori di cui sopra.

La composizione del latte materno

La composizione del latte materno è complessa, multicomponente, composta da:

  • proteine;
  • carboidrati;
  • grassi;
  • ormoni;
  • vitamine;
  • sostanze minerali.

Se una donna che allatta trascura un'alimentazione dietetica speciale, la composizione del prodotto materno viene modificata. La prevalenza di allergeni in esso porta allo sviluppo di reazioni avverse.

Possibili allergeni nella dieta della mamma

Molto spesso, nei primi 2 o 3 mesi dopo la nascita si verifica un'allergia al latte materno. In questo momento, l'organismo neonato si abitua a nuovi alimenti e condizioni di vita, si forma il tratto gastrointestinale. Focolai di allergie alimentari nei bambini si verificano a causa dell'abuso di agrumi, verdure, noci, uova, carne e pesce ad alto contenuto di grassi della mamma. Pertanto, quando appare una risposta negativa dal corpo di un bambino, una donna che allatta dovrebbe rivedere il suo menu.

Importante! Anche dopo che l'allergene è stato escluso dalla dieta, possono verificarsi sintomi dolorosi per altri 5-10 giorni, che dipende dalla concentrazione di prodotti altamente allergenici che entrano nel corpo del bambino.

Proteine ​​del latte vaccino

Le proteine ​​della mucca sono un forte allergene. Pertanto, una madre che allatta dovrebbe smettere di consumare latte di mucca. Con l'assunzione giornaliera di questo prodotto, l'allattamento si intensifica, il processo per ottenere cibo per il bambino è facilitato, ma allo stesso tempo, la probabilità di una reazione allergica.

I pediatri consigliano alle madri di escludere dal loro menu tutti i piatti a base di latte, i cereali bolliti nel latte di mucca. L'introduzione di alimenti complementari dovrebbe iniziare non prima di 10 mesi dopo la nascita del bambino. Con l'ipersensibilità del corpo del bambino, è necessario aderire a una dieta ipoallergenica parsimoniosa. Per mantenere i livelli di calcio, la bevanda in questione può essere sostituita con spinaci, broccoli e fegato..

Additivi chimici

I componenti chimici (esaltatori di sapidità, conservanti, coloranti, aromi) utilizzati per la produzione di molti prodotti possono causare danni significativi alla salute dei bambini. Dopo aver mangiato tale cibo, potresti provare:

  • disturbo del tratto digestivo;
  • eruzioni cutanee;
  • segni di grave intossicazione;
  • ritardo dello sviluppo.

Durante l'alimentazione naturale, una donna che allatta dovrebbe escludere dalla sua dieta succhi confezionati, conservazione, cibi pronti, salse, maionese.

Glutine

Il glutine è un forte allergene. È contenuto in:

  • pasta;
  • miglio;
  • semolino;
  • crusca;
  • cereali;
  • salsicce, salsicce;
  • bastoncini di granchio;
  • cibo in scatola;
  • formaggio blu;
  • gelato;
  • patatine fritte;
  • Fast food
  • dadi da brodo.

Nei primi mesi di allattamento, la mamma dovrebbe rifiutarsi di prendere un pasto del genere. Dopotutto, c'è un'alta probabilità di sviluppare un'allergia in un bambino per il latte materno. Per l'epatite B, si consiglia di consumare grano saraceno, riso, mais, legumi e verdure naturali.

farmaci

Una controindicazione all'uso di molti medicinali è il periodo di gestazione e allattamento. Ad esempio, i farmaci contenenti teofillina durante l'allattamento devono essere astenuti. È consentito assumere tali farmaci non prima di sei mesi dopo la nascita del bambino. Se è necessaria una terapia farmacologica, si consiglia di utilizzare assorbenti, inalatori che non sono in grado di penetrare nel latte materno.

Cibo esotico

Un organismo neonato non può digerire e assorbire completamente i frutti esotici. Frutti alieni rossi e arancioni, le verdure possono diventare provocatori. Tale cibo dovrebbe essere introdotto nella dieta della madre non prima di 3 mesi dopo la nascita del bambino, si consiglia di attendere sei mesi.

La mamma ha un'allergia al proprio latte??

Molte donne si chiedono se possono verificarsi allergie al latte materno nella madre stessa? I medici affermano che ciò è impossibile, perché si manifesta una reazione indesiderata agli allergeni provenienti dall'esterno. E il latte materno è un liquido prodotto indipendentemente dal corpo femminile durante l'allattamento.

Sintomi di un'allergia al latte materno

I sintomi di un'allergia al latte materno nei neonati sono accompagnati da:

  • sputare il bambino dopo aver mangiato;
  • nausea
  • dolore alla pancia;
  • eruzioni cutanee pruriginose;
  • sgabelli rapidi e acquosi di una tinta verdastra;
  • Edema di Quincke (condizione pericolosa).

Inoltre, il bambino diventa lunatico, irrequieto.

Come mantenere l'allattamento al seno con un'allergia al latte materno?

Se c'è un'allergia nel latte materno, non trasferirlo bruscamente all'alimentazione artificiale. Questo non aiuterà a risolvere il problema, ma solo a esacerbarlo, poiché la maggior parte delle formule per bambini contiene proteine ​​di mucca (un forte allergene). In questo caso, la donna che allatta dovrebbe rivedere il suo menu il più possibile, renderlo più equilibrato e sicuro per il corpo del bambino.

Si consiglia di includere bevande alla frutta, tisane, composte, frutta di colore verde, zuppe vegetariane, latticini e carne dietetica. Il cibo dovrebbe essere frazionario. Non dimenticare di bere pesantemente (fino a due litri al giorno). È necessario aderire a tale dieta fino a quando i segni dolorosi sono completamente eliminati (circa 1 mese), dopo di che è necessario introdurre gradualmente nuovi alimenti, osservando la reazione delle briciole.

Nutrizione della mamma

Se viene rilevata intolleranza al glutine in un bambino, una donna che allatta dovrebbe abbandonare il consumo di cereali da miglio, semola, farina d'avena, pasta, cacao, maiale, pesce, miele. Se il bambino soffre di deficit di lattasi, la mamma dovrebbe escludere il latte intero dalla sua dieta.

Per eliminare e prevenire reazioni indesiderate dal corpo del bambino, la madre dovrebbe aderire a una dieta ipoallergenica rigorosa per almeno 3 mesi dopo l'inizio dell'allattamento. Successivamente, è consentito inserire con attenzione alimenti contenenti una quantità minima di allergeni, osservando possibili cambiamenti nel benessere e / o nel comportamento del bambino.

Importante! È necessario osservare un intervallo di due, tre giorni tra il consumo di cibo non familiare.

Opzioni di menu ipoallergenici

In una dieta ipoallergenica non ci sono prodotti ad alta allergenicità:

  • miele naturale;
  • frutti di mare;
  • caffè;
  • preservazione;
  • spezie;
  • bevande gassate;
  • salinità
  • agrumi;
  • mele
  • ananas.

Inoltre, una madre che allatta dovrebbe escludere latticini, prodotti a base di burro dal menu e ridurre l'assunzione di sale. Puoi mangiare pane a base di farina di grano, piatti a base di cereali, verdure di colore verdastro, latticini, frutta, carne bollita di varietà a basso contenuto di grassi.

Se il bambino segue un'alimentazione mista o artificiale, la donna dovrebbe attenersi a una dieta ipoallergenica rigorosa, alimentando il bambino con una miscela di latte a base di proteine ​​del latte diviso o idrolizzato.

Trattamento allergia al latte materno

La base per il trattamento dei neonati è l'osservanza di una dieta ipoallergenica equilibrata da parte di una madre che allatta. L'alimentazione e l'integrazione possono influire negativamente sulle qualità protettive del corpo del bambino e può essere difficile scegliere una miscela di latte.

Quali farmaci possono essere somministrati ai bambini?

Durante le esacerbazioni, ai bambini possono essere somministrati antistaminici, Smecta, Fenistil. Ciò contribuirà a rimuovere l'allergene dal tratto digestivo del bambino. Per eliminare il prurito e le eruzioni cutanee, vengono utilizzate creme / pomate terapeutiche (D-pantenolo, Bepanten). Tali farmaci fermano il processo infiammatorio, guariscono le ferite, le crepe nella pelle.

Quando rivolgersi alla medicina tradizionale?

Le eruzioni cutanee possono essere rimosse con bagni alle erbe. Come piante curative, camomilla, successione, salvia sono perfette. Dalle materie prime preparate, è necessario effettuare un decotto, quindi mescolarlo con normale acqua calda nel bagno e fare il bagno nel liquido per bambini risultante.

Se ci sono segni dolorosi in un neonato, è necessario chiedere aiuto a un pediatra e una donna che allatta dovrebbe escludere tutti i prodotti contenenti allergeni dalla sua dieta. L'automedicazione è fortemente scoraggiata, poiché i sintomi dell'allergia alimentare sono simili ad altre malattie..

Allergia al latte

C'è un'allergia al latte in un bambino o in un adulto quando il corpo interagisce con un allergene. L'allergia al latte assomiglia ai sintomi di una reazione cutanea a un prodotto.

Sintomi di un'allergia al latte in un bambino

Di solito, l'allergia al latte di un bambino (foto 1) appare con i primi alimenti complementari a base di latte. I sintomi delle allergie compaiono abbastanza rapidamente, poiché il sistema immunitario in un bambino è molto più suscettibile rispetto a un adulto. Già nella prima volta dopo l'alimentazione complementare, il bambino ha sintomi di intolleranza al latte.

Ci sono problemi con il funzionamento del tratto digestivo, a seguito del quale il bambino diventa irrequieto, piange costantemente e attira le gambe allo stomaco dal dolore. Un'allergia al latte di capra in un bambino con tali sintomi è più comune, poiché il latte di capra è più grasso e più difficile da digerire.

L'allergia al latte si manifesta anche con i tipici sintomi della pelle. I sintomi dell'allergia al lattosio possono comparire sul mento, le labbra si gonfiano nei bambini, la congiuntiva può gonfiarsi o la rinite appare improvvisamente. Quando la laringe è gonfia, il bambino emette suoni fischi con raucedine, piange costantemente di paura e questo aggrava ancora di più la situazione..

Che aspetto ha l'allergia al latte

Di norma, un'allergia al latte (foto 2) sembra macchie rosse, si gonfiano, tutto ciò è accompagnato da prurito e bruciore. Un'allergia al lattosio nei neonati appare in tenera età con i primi tentativi di bere latte di mucca o di capra e negli adulti può verificarsi dopo qualsiasi malattia grave. Nell'infanzia, un'allergia può essere "superata" - di solito una reazione negativa passa all'età di cinque anni.

Un'allergia al latte di mucca in un bambino o in un adulto può svilupparsi in qualsiasi momento. La persona allergica diventa irrequieta, vuole costantemente grattarsi le guance. Se gli adulti riescono ancora a controllarsi, i bambini con prurito e bruciore non riescono a far fronte - le allergie cutanee nei bambini con latte sono accompagnate dalla pettinatura dei punti allergici dell'eruzione cutanea, che da questo aumento delle dimensioni ancora di più.

Un'allergia al latte nei neonati è anche accompagnata da segni caratteristici del sistema digestivo. Quando si osserva un bambino, è molto facile vedere i cambiamenti del suo umore dopo aver mangiato con il latte.

Un'allergia al latte di mucca in un bambino si manifesta con gonfiore, coliche, irritazione intestinale a causa della quale inizia la diarrea e le feci si ammorbidiscono. Se compaiono tali sintomi, è obbligatoria la consultazione con un medico.

Sintomi di un'allergia al latte negli adulti

È generalmente accettato che un'allergia al latte negli adulti (foto 3) sia principalmente associata all'incapacità del corpo umano di digerire gli zuccheri contenuti nel latte. Il lattosio proteico è responsabile di questo processo, che non è abbastanza nel corpo delle persone allergiche.

I sintomi di un'allergia al lattosio negli adulti si manifestano con i seguenti sintomi:

  1. Le contrazioni spasmodiche dello stomaco senza una ragione apparente sono uno dei segni più comuni di intolleranza al latte. I sintomi sono simili all'avvelenamento, sebbene una persona abbia mangiato tutti gli alimenti freschi e trattati correttamente. Lo stomaco è fortemente ridotto, questo processo è accompagnato da contrazioni dolorose nell'epigastrio e nella parte destra. La gravità degli spasmi dipende dalla quantità di prodotto indesiderato ingerito..
  2. Le frequenti visite in bagno sono un altro segno che il tratto digestivo non elabora tutti gli alimenti. Oltre al fatto che i viaggi nella toilette stessi diventano più frequenti, un'allergia alla miscela cambia la composizione delle feci, diventano più fluidi. Prima che inizino i dolori caratteristici della defecazione nell'addome inferiore, il gonfiore viene costantemente sentito.
  3. Il malessere costante è anche un segno di intolleranza al latte. In questo caso, una persona dovrebbe escludere fattori come una sindrome da sbornia, l'inizio della gravidanza e un brusco cambiamento di altezza. Se questi fattori sono assenti, dovresti pensare all'intolleranza al latte..
  4. Il rilevamento dell'eczema in qualsiasi parte del corpo è un'ulteriore conferma che esiste un problema con la digestione del latte. Un'eruzione eczematosa è di solito il risultato dell'intolleranza alla caseina, la proteina del latte vaccino.

I sintomi di un'allergia al latte negli adulti, come l'orticaria, l'eruzione cutanea, il gonfiore della congiuntiva o l'edema di Quincke, nonché il gonfiore delle labbra sono segni meno comuni di allergie, si trovano in forme gravi della malattia. Al fine di non sviluppare shock anafilattico, è necessaria assistenza medica immediata.

Allergia al latte nei bambini

Uno dei tipi più comuni di intolleranze alimentari è l'allergia al latte nei bambini (foto 4). Il tre percento dei bambini durante l'infanzia sviluppa una tale reazione, ma con cure mediche tempestive e correzione dietetica, i sintomi allergici possono essere eliminati.

Un'allergia al latte di mucca appare come una risposta all'ingestione di una miscela di latte durante l'alimentazione artificiale, che viene preparata sulla base del latte di mucca e di capra. Un'allergia al latte nei neonati può verificarsi se la madre ha mangiato molti prodotti lattiero-caseari naturali. In questo caso, è difficile identificare la fonte di disagio, ma un'allergia nei lattanti al latte materno richiede un attento monitoraggio della dieta della madre.

Un'allergia al lattosio in un bambino appare a causa dell'intolleranza a una proteina mucca piuttosto pesante della caseina, che si trova nel latte. Non si rompe nemmeno durante il trattamento termico e interagisce male con gli enzimi alimentari. Pertanto, la caseina viene aggiunta alle formule del latte per i bambini sani..

L'intolleranza al latte è una conseguenza del fatto che una persona non ha maturato un sistema enzimatico in grado di far fronte alla digestione delle proteine. Esiste un secondo tipo di reazione allergica, il cosiddetto vera allergia alle proteine ​​di mucca, in cui l'assunzione di proteine ​​nel corpo è considerata la penetrazione di un corpo estraneo. Il corpo in questo caso dà una risposta immunitaria più potente. Queste reazioni allergiche sono più gravi..

Allergia al latte vaccino

Il latte di mucca è al primo posto nell'elenco dei prodotti che causano sintomi di vere allergie e intolleranze alimentari nei bambini (pseudoallergie), che nella maggior parte dei casi scompare con l'età.

Sintomi di un'allergia al latte

  • Prurito della pelle;
  • Desquamazione della pelle;
  • Eruzione cutanea;
  • Orticaria;
  • Congestione nasale;
  • Rinorrea
  • Disturbi intestinali - coliche, diarrea, costipazione, dolore addominale;
  • Edema di Quincke;
  • Mancanza di respiro, respiro sibilante, fischi.

Sia le vere allergie che le pseudoallergie (intolleranze alimentari) possono scatenare questi sintomi..

Per confermare la diagnosi di una vera allergia, è possibile passare un'analisi Allergochip, nei cui risultati sarà visibile una specifica proteina del latte, a cui la persona allergica reagisce.

Se il chip allergico mostra un risultato negativo per le proteine ​​del latte vaccino, allora con un alto grado di probabilità abbiamo a che fare con pseudo-allergia (intolleranza alimentare). In questo caso, è meglio consultare un nutrizionista.

Di solito, la pseudo-allergia al latte di mucca, nei bambini arriva con l'età.


Ragioni per la reazione al latte

  • La reazione del corpo a una delle proteine ​​- allergeni del latte;
  • Intolleranza al lattosio;
  • Predisposizione ereditaria;
  • Allergia crociata (ad es. Gatto)
  • Carenza di enzimi;
  • Malattia infiammatoria intestinale.

In altre parole, in alcuni casi, la causa della reazione è l'intolleranza alimentare - una pseudo-allergia, in altri la vera allergia.

Propongo una comprensione più dettagliata del latte vaccino, come fonte di vere allergie.

Il latte, come qualsiasi allergene, contiene proteine, allergeni che provocano una reazione allergica del corpo.

I principali allergeni nel latte di mucca sono caseine, beta-lattoglobulina, alfa-lattoalbumina e proteine ​​del siero di latte.

Il trattamento termico del latte (ebollizione) o dei prodotti contenenti latte (cottura al forno) può portare a cambiamenti nelle proprietà delle proteine ​​- allergeni.

La caseina è molto resistente alle alte temperature e può causare sintomi allergici dopo 90 minuti di ebollizione a temperature superiori a 90 ° C.

Le proteine ​​del siero di latte, tuttavia, perdono le loro proprietà allergeniche dopo 15-20 minuti di ebollizione a temperature superiori a 90 ° C.

Pertanto, in un normale pannello sugli allergeni del latte, vengono utilizzati diversi indicatori: latte vaccino e latte vaccino bollito.

L'albumina sierica bovina ha una struttura identica all'albumina umana e all'albumina di manzo, gatto e cane.

Pertanto, chi soffre di allergie sensibili alle proteine ​​dell'albumina, come i gatti, può reagire se mangia un piccolo pezzo di manzo..

L'albumina sierica bovina è anche responsabile delle manifestazioni cliniche di allergia crociata tra latte vaccino e carne cruda..

Se il corpo umano è sensibile all'albumina sierica, che si trova nel latte, molto probabilmente risponderà alla carne bovina scarsamente trattata termicamente.

Esiste una forte reazione crociata tra le proteine ​​del latte vaccino, del latte di capra e del latte di pecora.

Al contrario, è stata osservata una leggera reazione crociata tra il latte di mucca, bufalo, asino, cavalla e cammello.

È importante non confondere l'allergia al latte e il concetto di "intolleranza al lattosio" (o altri componenti del latte).

L'allergia al latte di mucca è la causa del sistema immunitario del corpo, che percepisce una delle proteine ​​del latte come una minaccia e include una reazione protettiva.

Le manifestazioni della reazione possono essere molto diverse, da disturbi gastrointestinali ed eruzioni cutanee allo shock anafilattico da una sola goccia di latte.

Se il corpo non tollera il lattosio, reagirà solo lo stomaco. In questo caso, puoi essere sicuro che l'allergia è causata da deficit enzimatico, il più delle volte il deficit enzimatico è la lattasi.

Dopo i primi due anni di vita, la maggior parte dei bambini inizia a ridurre la quantità di lattasi prodotta, e in alcuni casi il corpo smette di produrlo completamente (specialmente spesso accade a coloro che, per qualche motivo, non bevono latte da molto tempo e che hanno parenti con intolleranza al lattosio ).

Allo stesso tempo, i prodotti lattiero-caseari possono essere consumati, poiché il lattosio viene decomposto dagli enzimi, senza la partecipazione di enzimi corporei.

È interessante notare che l'intolleranza al lattosio ha una chiara dipendenza etnica: fino all'80% degli adulti in Asia e in Africa non può bere latte, mentre negli scandinavi, ad esempio, solo il 3-4% della popolazione è costretto a evitare questo prodotto.

Grazie alla diagnostica molecolare, puoi scoprire esattamente quale sia la causa della reazione, in una vera allergia o mancanza di enzimi.

Se un'analisi molecolare mostra che non c'è reazione del corpo alle proteine ​​del latte vaccino, allora devi cercare l'aiuto di un nutrizionista, non di un allergologo.

Test allergologici al latte

Determinare correttamente la diagnosi e distinguere tra una vera allergia in un bambino e, ad esempio, una carenza di lattosio, un allergologo esperto può. Quando l'esame e l'analisi dei sintomi non sono sufficienti, vengono prescritti ulteriori metodi di esame.

  • Allergochip;
  • Analisi del sangue generale;
  • Esame del sangue per immunoglobuline;
  • Test di puntura della pelle.

L'analisi dell'allergocip è uno studio di base che può mostrare accuratamente quali proteine ​​del latte sono la fonte di una reazione allergica..

Le principali proteine ​​allergeniche del latte di vacca

La caseina è una proteina resistente al calore. Non perde le sue proprietà allergeniche anche a temperature elevate.

  • Bos d 8 - caseina;
  • Bos d 9 Alpha s1 -casein;
  • Bos d 10 alfa s2-caseina;
  • Bos d 11 beta-caseina;
  • Bos d 12 caseina kappa.

Le proteine ​​del siero di latte sono proteine ​​minori. Responsabile della reazione crociata tra: carne - carne, peli di animali - carne, peli di animali - peli di animali.

Le proteine ​​si trovano nell'epidermide, nella lana, nel latte e nella carne degli animali, così come nel tuorlo di un uovo di gallina

  • Bos d 4 alfa-lattalbumina;
  • Bos d 5 beta-lattoglobulina - lipocalina;
  • Bos d 6 albumina sierica;
  • Trasferimento di lattoferrina.

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che la reazione alla lipocalina nel latte (Bos d 5 - b lattoglobulina) nei bambini in tenera età aumenta il rischio di sviluppare un'allergia alle lipocaline animali in età avanzata. E un'allergia alle lipocaline animali, a sua volta, aumenta il rischio di sviluppare l'asma bronchiale.

4 sintomi di allergia ai latticini

Alcuni alimenti o i suoi componenti minacciano non solo la salute ma anche la vita umana. Uno dei tipi più comuni di allergie è il cibo, che viene spesso osservato quando vengono consumati prodotti lattiero-caseari. È importante essere in grado di riconoscere il problema al fine di prevenire lo sviluppo di sintomi pericolosi nel tempo.

Qual è la differenza tra un'allergia e un'intolleranza al lattosio

A volte il sistema immunitario umano percepisce il cibo come una potenziale minaccia e innesca il meccanismo di formazione di anticorpi. Si trasformano in istamina, che provoca una reazione anormale del corpo: questa è l'allergia alle proteine ​​del latte. La condizione è accompagnata da sintomi caratteristici: prurito, eruzione cutanea, dolori articolari..

C'è una condizione simile, che molti confondono con una reazione allergica. L'intolleranza al latte non è correlata all'immunità, ma si riferisce piuttosto a disturbi digestivi. Le persone con questa diagnosi non hanno abbastanza lattasi, che viene prodotta nell'intestino tenue. La sostanza è classificata come un enzima necessario per la scomposizione dello zucchero del latte (lattosio)..

Una persona con intolleranza non è in grado di ottenere sostanze nutritive dal latte. Semplicemente non digerisce, provoca interruzione dell'intestino - diarrea, dolore addominale. Un'allergia al latte può causare una condizione pericolosa per la vita e l'intolleranza provoca disagio, ma non rappresenta una minaccia.

Sintomi allergici

Secondo le statistiche, il 2-5% dei neonati soffre di allergia alle proteine ​​del latte. Molti di loro superano il problema, eliminandolo di 3 anni. I segni di una specifica reazione del corpo compaiono immediatamente o poche ore dopo aver mangiato.

In base al momento dell'evento, una reazione allergica si divide in immediata e ritardata. L'intolleranza al lattosio provoca anche crampi allo stomaco, gas, diarrea e vomito, ma questa condizione non è caratterizzata da naso che cola, tosse o gonfiore..

Sintomi di un'allergia al latte:

  • colica gastrica, flatulenza, diarrea, vomito, nausea;
  • eruzione cutanea, orticaria, eczema, arrossamento e prurito della pelle;
  • naso che cola, congestione nasale, tosse, respiro sibilante o respiro corto;
  • gonfiore del viso, delle labbra, della gola o della lingua.

Malattie della pelle

Il primo segno di una reazione allergica alle proteine ​​del latte sono eruzioni cutanee, arrossamenti o prurito. Questi fenomeni si osservano sulla pelle del viso, del collo e di altre parti del corpo. Molti studi confermano il legame tra acne e prodotti lattiero-caseari. Provocano una reazione ritardata, manifestata sotto forma di eczema, quindi i pazienti riferiscono di sbarazzarsi dei problemi della pelle dopo aver escluso gli allergeni dalla dieta.

La complicazione più pericolosa di una reazione allergica è l'edema di Quincke. Quando raggiunge il sistema respiratorio, si sviluppa una mancanza di ossigeno. Questa condizione minaccia la vita del paziente..

Dolori articolari

Un'allergia al latte innesca l'infiammazione nel corpo - questo è il risultato di una specifica risposta immunitaria al cibo inappropriato. Colpisce spesso ossa e articolazioni, che si manifestano con dolore alle braccia e alle gambe. Se rifiuti il ​​cibo a base di latte, puoi sbarazzarti di questo disagio. Alcuni pazienti affermano di aver alleviato i sintomi dell'artrite reumatoide, una malattia che colpisce le piccole articolazioni e il tessuto connettivo attraverso la dieta..

Asma, problemi respiratori

La caseina nei prodotti lattiero-caseari può causare l'attivazione della produzione di muco nei polmoni, che porta all'infiammazione della mucosa bronchiale, dei seni. A causa del processo cronico, si sviluppa asma allergico o sinusite. L'allergia alla caseina in un adulto o in un bambino si manifesta spesso con congestione nasale, accompagnata da respiro sibilante. Una grave insufficienza respiratoria può causare respiro corto, labbra blu.

Affaticamento, problemi di peso

Ci sono altri segni nascosti di allergia alle proteine ​​del latte. Ad esempio, la fatica può essere associata a molti problemi: squilibrio ormonale, interruzione della ghiandola tiroidea. Se i test sono normali, la causa della debolezza può essere un'allergia alimentare latente, che si verifica senza sintomi caratteristici.

La fatica provoca un aumento dell'appetito, che porta a un eccesso di peso. I chilogrammi non vanno via nemmeno con una dieta - questo è dovuto a una violazione del sistema immunitario: prende erroneamente le proteine ​​del latte per un componente alieno. Se questo dura per anni, i focolai di infiammazione cronica si formano nel corpo. Di conseguenza, il metabolismo viene interrotto, il che porta ad un aumento di peso.

Quali ingredienti dovrebbero essere evitati

Per verificare la presenza di allergie, è necessario rimuovere le sue fonti dalla dieta. Questo vale non solo per il latte, ma anche per gli alimenti che contengono le sue proteine..

Cosa evitare:

Prodotti

ingredienti

Caseina idrolizzata o caglio

Yogurt, yogurt, kefir

Lattoalbumina o suo fosfato

Prodotti lattiero-caseari scremati

Lattosio, lattoferrina, lattoglobulina

Burro, margarina, sostituti

Proteine ​​del latte idrolizzate

Concentrato di proteine ​​del siero di latte

Per prevenire una carenza di vitamine e minerali, sostituire il latte e i derivati ​​con altri prodotti. Consultare un nutrizionista prima di modificare il menu..

  • Mangia cibi ricchi di calcio: salmone, frutta secca, verdure a foglia verde.
  • Bevi succo di arancia o latte di soia. Due bicchieri al giorno forniranno al corpo la quantità necessaria di vitamina D e calcio.
  • Prendi integratori. Il medico ti aiuterà a scegliere le vitamine, tenendo conto delle caratteristiche individuali.

video

Trovato un errore nel testo? Selezionalo, premi Ctrl + Invio e lo ripareremo!

Metodi di trattamento delle allergie al latte

Ci è stato insegnato fin dall'infanzia che i latticini fanno bene alla salute. Ma per ogni decimo terrestre, il latte è un vero veleno. Nella maggior parte dei casi, c'è intolleranza al lattosio - la mancanza delle mutazioni necessarie nel corpo per la scomposizione dei carboidrati del latte. Ma a volte c'è un problema più serio: un'allergia al latte.

Da questa malattia, i bambini piccoli spesso soffrono, il che rende la cura di loro un vero test per i genitori. Fortunatamente, nel tempo, il corpo del bambino cresce e i suoi sintomi non danno più fastidio. Ma se sei uno di quelli che sono costretti a mantenere una dieta senza latticini per tutta la vita, questo articolo ti sarà molto utile.

Cause della malattia

L'allergia al latte è più comunemente osservata con il latte di mucca. E il punto qui non è solo nella sua prevalenza assoluta rispetto alla capra o alle pecore. Contiene oltre 20 diverse proteine ​​allergeniche. Compresa la caseina, responsabile della maggior parte dei casi di reazione allergica nei bambini.

Tuttavia, le proteine ​​allergeniche sono tutt'altro che l'unica causa di allergia al latte vaccino. È difficile immaginare la moderna zootecnia senza l'uso di vari alimenti per animali e steroidi. Alcuni di loro possono entrare nel cibo ed essere sul nostro tavolo..

Una parola separata merita latte fresco. Secondo molti, contiene molti composti preziosi ed è rigorosamente raccomandato a tutti, dai più piccoli ai più grandi. La verità qui non è più della metà. Questo prodotto è davvero molto utile, ma il danno è considerevole. Oltre alla possibilità di infezione da salmonella o Escherichia coli, il latte di vacca non bollito provoca una grave reazione allergica anche in una persona sana.

Principali gruppi a rischio

Un ruolo importante nella predisposizione a questa malattia è giocato dall'eredità. Se il latte provoca allergie in uno o entrambi i genitori, la probabilità di problemi simili nei loro figli varia dal 29% al 71%.

Inoltre, i medici identificano i seguenti gruppi a rischio:

  • Bambini di età inferiore ai 3 anni. Particolare attenzione è rivolta ai bambini, il cui corpo non sa ancora come abbattere efficacemente le proteine ​​del latte. Pertanto, si raccomanda di allattare al seno il più a lungo possibile;
  • Chi soffre di allergie. In questo caso, un'allergia al latte si sviluppa durante un'esacerbazione della principale malattia allergica, quando il corpo del paziente è indebolito e non può rispondere adeguatamente ai patogeni;
  • Le persone con sistema immunitario compromesso. Il motivo è lo stesso di cui sopra. L'immunità indebolita o colpita percepisce gli allergeni del latte come nemici, attivando meccanismi protettivi.

Sintomi della malattia

I sintomi di una reazione allergica sono molto diversi e abbastanza individuali. Spesso sono limitati a manifestazioni cutanee o disturbi nel lavoro del tratto gastrointestinale. Ma a volte un'allergia al latte può colpire il sistema respiratorio..

Negli adulti, si notano i seguenti sintomi:

  • Prurito o arrossamento della pelle. La comparsa di edema;
  • Flatulenza, crampi e dolore all'addome. Costipazione o viceversa diarrea;
  • Gonfiore della mucosa nasale, starnuti, naso che cola, respiro corto. Nei casi più gravi - edema polmonare e shock anafilattico.

Nei bambini possono verificarsi diverse reazioni aggiuntive. Compreso:

  1. Croste di colore bianco sulla testa (la cosiddetta crosta di latte);
  2. Diarrea mista a muco o sangue;
  3. Sanguinamento intestinale;
  4. Perdita di peso anche con una buona alimentazione.

Differenze dall'intolleranza al lattosio

In alcuni casi, un'allergia al latte viene confusa con l'intolleranza al lattosio. In generale, hanno una serie di sintomi simili, ma fortunatamente ci sono abbastanza differenze tra loro..

Una caratteristica distintiva dell'intolleranza al lattosio è la dipendenza delle reazioni del corpo dal volume del prodotto consumato. Puoi tranquillamente bere mezzo bicchiere di latte o una tazza di yogurt, senza conseguenze gravi. Ma per una reazione allergica, un singolo sorso può essere sufficiente.

Diagnostica

Ai primi sintomi della malattia, consultare un medico. Il motivo principale non è tanto nei pericoli dell'automedicazione quanto nel fatto che alcune malattie gravi presentano sintomi simili. Prima di tutto - gastrite e ristagno della bile. Pertanto, quando si visita la clinica non essere troppo pigro per fissare un appuntamento con un gastroenterologo. Può farti risparmiare un sacco di problemi..

Gli strumenti diagnostici standard per l'allergia al latte sono i test delle immunoglobuline e i test sugli allergeni. Inoltre, è consigliabile ricordare tutte le caratteristiche della dieta dei giorni passati. Questo vale principalmente per i bambini piccoli. Pertanto, si consiglia ai genitori di registrare attentamente tutti i dettagli della nutrizione del bambino in un diario alimentare speciale. La reazione del bambino ai prodotti è anche registrata lì..

Metodi di trattamento

Il modo più semplice ed efficace per sbarazzarsi dei sintomi di allergia è eliminare le fonti. Per questo, viene utilizzata una dieta senza latticini. Anche se qui ci sono sottigliezze. Alcune proteine ​​allergeniche presenti nel latte puro vengono neutralizzate dall'ossidazione o dalla fermentazione. Di conseguenza, il paziente può tranquillamente consumare formaggi o latticini. Ma questo punto richiede l'approvazione del medico curante sulla base dei risultati delle prove di laboratorio.

Le manifestazioni allergiche vengono anche eliminate con l'aiuto di antistaminici comuni. Anche i farmaci ormonali a base di corticosteroidi sono molto efficaci. Ma prima di usarli, è necessario consultare un medico.

Consigli pratici

Se tu o i tuoi cari siete allergici al latte di mucca, non ha senso disperare. Anche i bambini possono vivere una vita piena e sana con una dieta priva di latticini. Segui solo alcuni semplici consigli:

  • Continua l'allattamento per i tuoi bambini il più a lungo possibile. Allo stesso tempo, cerca di evitare l'uso di alimenti altamente allergenici. Prima di tutto, soia, noci e frutti di mare;
  • Evitare l'uso di latte artificiale. Nella maggior parte dei casi, provocano una reazione allergica acuta. Non fare affidamento su miscele a base di soia ampiamente pubblicizzate. Sono anche abbastanza allergenici;
  • L'allergia al latte nei bambini passa indipendentemente dall'età di 3 anni. Fino ad allora, non dovresti dargli da mangiare prodotti lattiero-caseari;
  • Non dimenticare di compensare la mancanza di nutrienti da altre fonti;
  • Se il latte è indispensabile, sostituire il latte vaccino con latte di capra. Tra tutti i tipi di latte, è il meno allergenico..

E, soprattutto: guarda cosa mangi. Spesso, le reazioni allergiche si verificano a causa di una combinazione di allergeni con scarsa ecologia, dieta malsana e stile di vita. Dopotutto, un organismo debole è molto più facile da battere.

Allergia alle proteine ​​del latte negli adulti

Fin dall'infanzia, molti hanno saputo che il latte è un prodotto salutare. Ma alcune persone in età adulta sono costrette ad abbandonare una bevanda così gustosa, a causa della reazione allergica del loro corpo che si verifica sulle proteine ​​del latte vaccino. Quindi è davvero necessario abbandonare un prodotto del genere per tutta la vita o puoi affrontare con successo questo tipo di allergia? Vale la pena parlarne in modo più dettagliato..

Allergia al cibo

L'allergia alimentare nasconde una maggiore sensibilità del corpo a determinati alimenti scarsamente tollerati e difficili da assorbire dal sistema interno..

Di conseguenza, c'è una reazione corrispondente dal lato dell'immunità.

Coloro che soffrono di malattie del tratto biliare e del tratto intestinale sono a rischio. In questo caso, le allergie alimentari possono verificarsi con una reazione tossica e non tossica. Una reazione tossica si verifica dopo aver mangiato cibi che inizialmente contengono impurità di tossine. Ma una reazione allergica non tossica si manifesta al momento del fallimento del sistema immunitario e con intolleranza alimentare a determinati prodotti.

Cause di allergia al latte

Gli esperti identificano diversi fattori che provocano lo sviluppo di una reazione allergica al latte. Questi motivi includono:

  1. Immunità indebolita dalla nascita. Di solito questo accade se il bambino nasce prematuro. Di conseguenza, nel corpo iniziano a svilupparsi anomalie, che portano all'intolleranza al lattosio. E questa proprietà del sistema interno è preservata nell'età adulta..
  2. Patologie di natura genetica. Si sviluppano durante lo sviluppo fetale e molti di loro sono ereditati..
  3. Disturbi digestivi. A causa di alcune circostanze, con l'età, il sistema digestivo inizia a fallire. Ciò accade a causa dell'osservanza a lungo termine di una dieta molto rigorosa e con elmintiasi.
  4. Cambiamenti legati all'età nel corpo. Dopo quarant'anni, le cellule che producono enzimi lattosio riducono la loro attività. Di conseguenza, il latte inizia a essere digerito male, mal di stomaco.
  5. Consumo eccessivo da parte di una donna durante la gravidanza e durante l'allattamento di troppo latte. E poi, già in un bambino e successivamente in un adulto, aumenta la sensibilità del sistema immunitario alle proteine ​​del latte.
  6. Il costante impatto di fattori avversi come cattive condizioni ambientali, periodi stressanti frequenti, cattiva alimentazione con una quantità limitata di importanti minerali e vitamine.
  7. Assunzione incontrollata di farmaci immunostimolanti. Se una persona nella stagione fredda inizia a bere eccessivamente immunomodulatori, il sistema interno diventa molto attivo e inizia a reagire in modo diverso alle proteine ​​del latte vaccino.

E se nella vita di una persona ci sono molti di questi fattori contemporaneamente, allora la probabilità che incontrerà un'allergia al latte è molto alta.

Come è un'allergia al latte

La presentazione clinica dell'allergia al latte può essere variata..

L'unica cosa che una tale reazione si verifica sempre non appena il latte oi prodotti che la contengono entrano nel corpo.

La negligenza dei sintomi dipende da quanti allergeni sono entrati nel corpo e da quanto è forte l'immunità umana stessa. E l'allergia al latte si manifesta come segue:

  1. Disturbi gastrointestinali.
  2. Rinite allergica.
  3. Eruzioni cutanee.
  4. Cambiamenti Vegetativi.
  5. Edema dell'angioedema.

Una reazione allergica dal sistema immunitario può manifestarsi con un certo numero di sintomi e può influenzare immediatamente tutte le funzioni del corpo. Dipenderà dalla dose dell'allergene ottenuto..

Sintomi di un'allergia al latte

I sintomi di una reazione allergica al latte di mucca sono simili a quelli di un'allergia comune. Puoi sospettare la presenza di un tale disturbo da segni come:

  • un'eruzione cutanea appare sulla pelle, simile a dermatite e orticaria;
  • alcune parti del corpo diventano rosse e su di esse si formano delle vesciche;
  • lo stomaco si gonfia e aumenta la formazione di gas;
  • la funzione intestinale viene interrotta, il che provoca disturbi alle feci;
  • lo stomaco può ferire e si verifica il vomito;
  • si forma la congestione nasale;
  • l'asma bronchiale si sviluppa e può verificarsi l'edema di Quincke;
  • dopo aver bevuto il latte, la pressione potrebbe diminuire bruscamente;
  • il coordinamento dei movimenti rallenta e si verificano vertigini;
  • la respirazione diventa più veloce, la frequenza cardiaca si intensifica.

Questi sono i principali sintomi con cui viene riconosciuta un'allergia alimentare alle proteine ​​del latte vaccino. Ma a seconda delle caratteristiche individuali di una persona, possono apparire segni aggiuntivi. A volte i cerchi pronunciati compaiono sotto gli occhi e i bulbi oculari sono irritati e arrossiscono. Nel collo, una persona inizia a sentire prurito e quando mangia, come se qualcosa interferisse con lui. Un colpo di tosse può tormentarlo, compaiono raucedine nella sua voce e intorpidimento nelle orecchie. La respirazione può diventare difficile, si osserva disidratazione da parte del corpo.

E se la dose degli allergeni ottenuti è stata sufficientemente superata e la condizione peggiora, in futuro puoi affrontare lo shock anafilattico.

Diagnostica

È molto difficile diagnosticare e determinare autonomamente la presenza di un'allergia al latte.

Molte di queste reazioni corporee sono spesso confuse con l'intolleranza al lattosio..

E se il paziente insiste su una tale diagnosi, questo aggrava solo il processo di trattamento. Pertanto, si raccomanda di condurre una diagnosi completa.

Per cominciare, viene esaminata la microflora dello stomaco. Se stiamo parlando di carenza di lattosio, le sostanze contenute nel latte non vengono affatto assorbite. Si stabiliscono nello stomaco e una persona inizia gradualmente a sentire il deterioramento della sua salute. Ma con un'allergia alle proteine ​​del latte vaccino, anche se una piccola quantità entra nel corpo, la condizione peggiora istantaneamente e compaiono immediatamente sintomi allergici. Pertanto, per effettuare una diagnosi accurata, vengono eseguiti test di laboratorio e test provocatori. E solo dopo aver ricevuto tutti i risultati, il trattamento inizia a essere prescritto. E, significa che se sospetti un'allergia esistente, dovresti consultare immediatamente un allergologo. Esamina il paziente e prescrive le seguenti attività:

  1. Esame del sangue di direzione generale e biochimica. Se c'è un'allergia, alcuni indicatori saranno aumentati.
  2. L'immunogramma. Questo studio aiuta a determinare il rapporto tra diversi tipi di anticorpi..
  3. Test cutanei. Durante tale esame, piccoli graffi vengono applicati in modo speciale sulla superficie della pelle del paziente e quindi sugli stessi allergeni. Lo specialista controlla la reazione del corpo alle sostanze applicate.
  4. Rilevazione di anticorpi cellulari ipersensibili alle proteine ​​del latte.
  5. Effettuare un test provocatorio. La sua essenza sta nel fatto che una persona è invitata a prendere all'interno di una capsula in cui è inserito un concentrato di allergene. E poi una valutazione delle reazioni che si verificano dal corpo.

Trattamento allergia al latte

La base della terapia medica per le allergie esistenti al latte sarà il cibo dietetico. Tuttavia, prima devi bloccare la comparsa di segni che indicano una reazione allergica del corpo.

Non sarai in grado di sbarazzarti completamente di un tale disturbo, ma puoi fermare la manifestazione dei suoi sintomi e migliorare significativamente il tuo benessere generale attraverso preparazioni speciali.

Il primo soccorso per un tale disturbo è l'assunzione di assorbenti. Una volta all'interno del corpo, legano rapidamente gli allergeni e contribuiscono alla loro eliminazione. Quando i medici sono allergici al latte, i medici consigliano anche di bere carbone attivo, che pulirà la microflora interna degli allergeni. Quindi viene prescritto un rimedio che bloccherà e inibirà la reazione allergica. Può essere Tsetrin o Loratadin. E poi puoi iniziare i farmaci che riducono la manifestazione di sintomi spiacevoli.

Sarà possibile eliminare il prurito con l'aiuto di agenti antistaminici. Questo è Tavegil, Difenidramina o Suprastin. Se l'attacco è appena iniziato e allo stesso tempo, sta solo esacerbando, causando difficoltà con la normale respirazione, i corticosteroidi verranno in soccorso. Quando una reazione allergica provoca una grave eruzione cutanea, viene prescritto un trattamento complesso, inclusi i seguenti strumenti e procedure:

  • unguenti non ormonali Bepanten e Fenistil;
  • ingestione di un decotto preparato da semi di aneto;
  • l'uso dei bagni con l'aggiunta dell'erba di San Giovanni, una serie di fiori di camomilla e calendula.

Affinché il trattamento farmacologico dia un risultato positivo, le proteine ​​del latte devono essere escluse dalla dieta.

Inoltre, si raccomanda di rafforzare l'immunità, cercare di non essere nervosi ed evitare lo stress grave, nonché monitorare il lavoro del tratto digestivo.

Nei casi in cui una reazione allergica provoca una forte diminuzione della pressione e un significativo deterioramento della salute generale, dovrebbe essere chiamata un'ambulanza.

Raccomandazioni dietetiche

Questo prodotto dovrebbe essere completamente escluso dalla dieta per le allergie al latte vaccino. Può essere sostituito con latte di capra se la persona non ha una reazione crociata. Puoi anche scegliere un prodotto lattiero-caseario fatto con materiali vegetali e non contenente allergeni che rappresentano un pericolo per la salute.

È consentito includere nella vostra dieta prodotti a base di latte fermentato.

Pertanto, puoi bere latte e kefir fermentati, ma fallo con estrema cautela. In questo caso, sarà necessario abbandonare l'uso di prodotti che contengono latte intero. It:

  • torte, torte e altri prodotti di pasticceria;
  • cocktail nella preparazione del latte usato;
  • gelato alla panna e al latte;
  • cioccolata bianca e dolci simili;
  • panna acida e panna, burro;
  • ricotta e cagliata glassata;
  • formaggio e crema di formaggio;
  • cereali e zuppe cotte nel latte;
  • latte condensato ed essiccato;
  • semilavorati di carne in cui vengono aggiunte proteine ​​del latte per esaltarne il gusto.

Se si manifesta una reazione allergica durante l'uso di latte in polvere, sarà necessario monitorare attentamente la composizione di molti prodotti finiti.

Inoltre, si raccomanda di ridurre nella dieta quei prodotti che migliorano la percezione del corpo di sostanze irritanti provenienti dall'ambiente esterno. Questi sono caffè, agrumi, legumi e noci..

Misure preventive

Di fronte a una reazione allergica del suo corpo alle proteine ​​del latte vaccino, una persona può successivamente organizzare la propria vita in modo tale da ridurre il rischio di ricorrenza di un tale spiacevole fenomeno. Per fare ciò, osservare le seguenti raccomandazioni:

  1. Durante la gravidanza, una donna dovrebbe regolare il consumo di latte e latticini.
  2. Se possibile, il latte dovrebbe essere alternato a bevande a base di latte fermentato..
  3. Non dovresti assumere farmaci immunostimolanti incontrollati che contribuiscono allo sviluppo di una reazione allergica del corpo.
  4. Si sottolinea che è necessario evitare di compromettere la salute generale..

Tutte queste semplici regole aiuteranno in futuro a prevenire le allergie alle proteine ​​del latte e proteggere il tuo corpo da gravi sintomi di tale disturbo..

Le allergie al latte possono verificarsi in età adulta. E se ciò accade, dovresti consultare immediatamente un medico. Non aspettare che i sintomi di un tale disturbo inizino a manifestarsi ancora di più, offrendo disagio tangibile. Se rilevi una reazione allergica alle proteine ​​del latte, dovrai riconsiderare la tua dieta abituale e modificarla in modo che non incontrerai mai più un tale problema e i suoi sintomi.

Allergia al latte di mucca in un bambino

L'allergia ai latticini di un bambino è comune. Soprattutto nei primi 1-5 anni di vita. In Russia, 1 bambino su 50 soffre della malattia. Di più sulle cause e sui metodi di trattamento.

Le ragioni

Una reazione negativa al latte vaccino è il risultato di una risposta immunitaria ipersensibile a una proteina del latte oa un gruppo di proteine ​​del latte.

Se una persona non tollera il latte di mucca, il sistema immunitario reagisce eccessivamente alle proteine ​​in esso contenute. Il corpo pensa che queste proteine ​​siano "invasori dannosi". E inizia a combattere con loro. Questo provoca una reazione negativa..

La causa della risposta potrebbe essere la carenza di lattasi. Questo accade quando il corpo manca di lattasi. La lattasi è un enzima che scompone il lattosio. La proteina viene parzialmente processata e "l'eccesso" viene percepito dal sistema immunitario come dannoso.

Nota: una reazione allergica alle proteine ​​della mucca non è la stessa dell'intolleranza al lattosio. Con "intolleranza" è difficile per gli organi digestivi elaborare il latte.

Sintomi e segni

Sintomi di un'allergia al latte in un bambino:

  • respiro affannoso;
  • raucedine;
  • tosse;
  • ostruzione della gola;
  • disturbi di stomaco;
  • vomito e diarrea;
  • prurito, occhi gonfi;
  • orticaria;
  • abbassamento della pressione sanguigna.

I sintomi possono variare in momenti diversi. A volte la reazione è lieve, ad esempio un'eruzione cutanea, orticaria, naso che cola. Ma questo non significa che la prossima volta la risposta sarà simile..

Ci sono bambini in cui i sintomi compaiono in seguito. La reazione si verifica dopo alcune ore o giorni.

  • feci molli (possibilmente con sangue);
  • vomito, diarrea;
  • rifiuto di mangiare;
  • irritabilità, coliche;
  • eruzione cutanea, eczema.

Un'allergia al latte di mucca in un bambino si manifesta 2-5 settimane dopo la prima assunzione di una formula basata su di essa. Tuttavia, ci sono eccezioni.

Nota: quando i bambini hanno problemi simili, è meglio che la madre non consumi latticini. Soprattutto prima di nutrirsi.

Siamo allergici alle proteine

L'indicatore principale è i sintomi. Dopo aver rilevato i segni, contattare un pediatra.

Il medico farà domande e analizzerà i segni della malattia. Esaminerà il bambino.

Assegnare esami delle feci e del sangue. Scriverà un rinvio a un allergologo.

Un allergologo effettuerà test cutanei. Durante il test, il latte viene applicato sulla pelle del paziente e graffiato. Se un bambino risponde a un allergene, la pelle nell'area del graffio si gonfia.

Identificare il deficit di lattasi

L'intolleranza al lattosio non è un'allergia al "latte". Quest'ultima è una risposta immunitaria alle proteine ​​negli alimenti..

E la carenza di lattasi è l'incapacità del sistema digestivo di distruggere il lattosio, causando gonfiore, dolore, diarrea. La carenza non è associata a una risposta immunitaria.

Quale malattia in un bambino è determinata da una dieta di prova. La dieta è prescritta da un medico.

Gli alimenti senza lattosio sono esclusi dai menu dell'infermiere e del bambino:

  • miscele di mangimi a base di lattosio (sostituire senza lattosio);
  • latte materno;
  • latticini e prodotti lattiero-caseari.

Se durante la dieta non è stata osservata una risposta allergica nel bambino, allora c'è una carenza di lattasi. Quando sono allergici alle proteine, le manifestazioni non scompaiono rapidamente, ma vengono eliminate gradualmente.

Lo sviluppo di allergie al latte

Di solito, i latticini non percepiscono lo stomaco dei bambini. Questo è un evento naturale. Il sistema immunitario e la microflora intestinale non sono completamente formati. Entro tre anni un'allergia di solito scompare.

Inoltre, la comparsa e lo sviluppo di allergie regolano le condizioni ambientali e l'ereditarietà..

Il gruppo di rischio è costituito dalle seguenti circostanze:

  • una madre che allatta o altri parenti sono inclini alle allergie;
  • gravidanza difficile (minacce di aborto spontaneo, stress, tossicosi grave, ipossia fetale);
  • una donna incinta viveva in condizioni inadeguate (area svantaggiata per l'ambiente, lavoro in un'impresa "dannosa");
  • infezione da rotavirus;
  • problemi intestinali.

Negli ultimi due casi, viene acquisita un'allergia. Tentano di eliminarlo con una dieta.

Nota: la nutrizione consigliata per il neonato è il latte materno. In esso sono le sostanze necessarie per il bambino. E non ci sono proteine ​​"aliene".

Come trattare un'allergia al latte in un bambino?

Il trattamento chiave dovrebbe essere la dieta. L'approccio raccomandato è di escludere questo prodotto. Tuttavia, il latte è importante per lo sviluppo dei neonati. E i bambini più grandi. È indesiderabile rimuoverlo dalla dieta di un organismo in crescita. Questo mette a rischio il suo sviluppo..

E se al bambino viene diagnosticata un'allergia, il medico prescrive una speciale formula ipoallergenica della miscela, che fornirà sollievo dai sintomi e sicurezza della crescita con lo sviluppo.

Se il bambino è nel mix

Se il paziente assume miscele acquistate, è possibile provare formulazioni a base di idrolizzato proteico. Questa è una proteina parzialmente digerita con un effetto curativo e profilattico..

La composizione di tali prodotti include proteine ​​del siero di latte facilmente digeribili, o caseina - una proteina del latte animale, prodotta nel processo di cagliatura.

Le miscele di idrolizzato sono divise in alte, basse e parzialmente idratate.

Altamente idrolizzati includono:

  • siero di latte (si tratta di miscele come Nutrilak PEPTIDI SCT, la formula brevettata Nutrilon PEPTI TSC, miscela di polvere Friso PEP e Alfare);
  • caseina (una miscela di Neocate, la composizione di Pregestimil, nonché Nutramigen e il raro Friso PEP AC).

Sono acquisiti con forme significative di risposte allergiche e nel periodo acuto dei sintomi.

Quelli idrolizzati sono parzialmente utilizzati per la prevenzione, nonché per i sintomi lievi o moderati.

  • Miscela Nutrilak HA;
  • HA Nan Powder (consigliata per i più piccoli);
  • composizione di Humana GA;
  • la formula di Tёma GA (considerata la più sicura);
  • altro.

Le formulazioni di basso livello sono utilizzate a scopo preventivo..

Genitori da sapere: le miscele di idrolizzato si distinguono per dimensione proteica. Più piccola è, meno allergica è la composizione. Il livello di allergia è gravemente ridotto con un volume inferiore a 5-6 kDa. Inoltre, la composizione esamina il contenuto di acidi aminocarbossilici. A causa loro, la miscela diventa amaro-salata. La concentrazione ottimale è del 10-15%. Tutto è indicato sulla confezione..

Se il bambino mangia il latte materno

Il latte materno è l'opzione migliore per nutrire un neonato. Tuttavia, un'allergia al latte nei neonati può influenzarlo. Quindi vale la pena provare miscele artificiali di idrolizzati o alimenti complementari al latte acido..

Importante: somministrare latte acido non prima di 7 mesi.

Prodotti lattiero-caseari adatti:

  • fiocchi di latte. Contiene concentrato di proteine ​​del latte e grassi (anche latte), che sono ben percepiti dal corpo "piccolo". Inizia a dare con 1/2 cucchiaino al giorno. Entro un mese, questo volume viene aumentato a 30-40 g.
  • kefir. Kefir viene somministrato non prima di 8 mesi, a partire da 30 ml al giorno. Aumentare gradualmente il volume a 200 ml.
  • inoltre, puoi ricorrere al tuorlo d'uovo. È mescolato con purè di patate. Ma questo prodotto viene somministrato dopo che un malato di allergia ha almeno un anno. Altrimenti, i bambini potrebbero essere avvelenati..

Esistono prodotti caseari speciali dei produttori di alimenti per l'infanzia. Si consiglia di iniziare con loro. A proposito, Agusha e Tema ne hanno molti.

Se il bambino ha più di 3 anni

Per i bambini di età superiore ai tre anni, i principi del trattamento rimangono gli stessi. Allergene escluso dalla dieta del bambino.

Occasionalmente, un medico prescrive farmaci antiallergici - per uso interno (per prevenzione) e per uso esterno (per alleviare i sintomi).

Cosa fare con un'esacerbazione delle allergie?

Se il medico scopre che esiste il rischio di una grave reazione allergica, prescrive un autoiniettore con adrenalina. Questo è un piccolo dispositivo portatile per la somministrazione di una dose di adrenalina. Utilizzare in situazioni estreme - con gravi minacce per la salute. Ad esempio, quando un bambino non può respirare o sviene.

In altri casi, durante l'esacerbazione, è richiesto:

  • pace
  • bere pesantemente;
  • farmaci per alleviare i sintomi (ad esempio, gocce da un raffreddore o un unguento lenitivo in caso di prurito).

Separatamente, dovrebbe essere detto sulla cura della pelle durante l'esacerbazione.

Il bambino sarà utile:

  • bagni caldi a giorni alterni. Miglioreranno la funzione dell'epidermide. Acqua - declorata, durata - non più di 10 minuti;
  • crema ipoallergenica per bambini per pelli sensibili. Applicare quotidianamente 1-2 volte al giorno;
  • esclusione di agenti aggressivi come salviette e indumenti grossolani.

Il medico può fornire raccomandazioni specifiche..

farmaci

  • Enterosorbents. Gli allergeni sono legati nell'intestino e impediscono loro di entrare nel flusso sanguigno. Ci sono enterosorbenti speciali per bambini. Uno dei rimedi più popolari ed efficaci per le allergie è Enterosgel. Tuttavia, è più sicuro se il farmaco è prescritto individualmente da un medico.
  • Antistaminici. Sopprime la produzione di istamina da parte dell'organismo, che provoca una reazione allergica.
  • Unguenti e creme antiallergenici non ormonali. L'unguento al glucicort è spesso prescritto per i bambini..
  • Ulteriori (per alleviare i sintomi):
  1. Broncodilatatori. In caso di problemi respiratori. Salbutamol e Ketotifen sono efficaci. Quest'ultimo, oltre all'effetto principale, riduce gonfiore e prurito.
  2. Gocce nasali. Ad esempio, Xylometazoline.
  3. Gocce anti-allergiche agli occhi. Ad esempio, Ketotifen. Allevia il prurito ed elimina la lacrimazione.
  4. Spesso ai bambini vengono prescritte gocce di Fenistil - da prurito e arrossamento.

Tipi di miscele e raccomandazioni

La miscela per il bambino deve essere selezionata dallo specialista presente. Soprattutto se si è allergici alle proteine ​​del latte vaccino nei neonati. Il medico prepara una formula individuale ipoallergenica o semplicemente aiuta a scegliere la marca e la composizione. Anche qui vengono prese in considerazione raccomandazioni generali..

Miscele a base di soia

Le formulazioni per neonati di soia non devono essere utilizzate fino a sei mesi.

Il motivo è l'alto contenuto di fitoestrogeni nella soia. Questi sono composti che imitano gli effetti degli estrogeni ormonali femminili e rappresentano un rischio per la salute e la crescita del bambino.

Anche in età avanzata, ad esempio, a 3 anni, consultare un medico prima di acquistare latte di soia.

Esiste anche una reattività crociata tra proteine ​​del latte e soia. Pertanto, alcuni pazienti con intolleranza alle proteine ​​di mucca hanno problemi di soia.

Miscele di latte di capra

Le proteine ​​del latte di capra vengono assorbite meglio. Pertanto, la mucosa gastrica è meno irritata. E i processi trasformano gli alimenti più velocemente. Nel 2020, le madri hanno iniziato molto spesso a utilizzare questa miscela per i loro figli.

Tuttavia, sebbene le proteine ​​della capra e del latte di mucca siano diverse, entrambi i tipi sono estranei al corpo del bambino. Pertanto, un'allergia a una capra può o meno esserlo. Devo provare.

In generale, le miscele di latte di capra sono migliori. Il loro costo è di più.

Miscele popolari raccomandate dagli esperti

I medici raccomandano le seguenti marche:

  • Bambinaia. Composizione a base di latte di capra. Non adatto a tutti i pazienti, poiché può anche portare a una risposta. Se non è presente, l'allergia scompare in 1-2 settimane.
  • Neocate. Adatto a neonati con reazioni allergiche minori..
  • Nutrilon Pepti Allergy. Mescolare con proteine ​​del latte vaccino altamente idrolizzate. Adatto a bambini con moderata intolleranza al latte.
    La miscela viene selezionata secondo le raccomandazioni di un allergologo. A proposito, i medici consigliano prodotti per bambini di fabbricazione russa.

Per verificare se la miscela è adatta, è meglio dare al bambino 1-2 cucchiaini da tè. Aspetta 2-5 ore. Non ci dovrebbe essere una reazione alla composizione corretta.

Dieta per l'allergia al latte in un bambino

La dieta per le allergie è esclusiva. I genitori dovrebbero semplicemente escludere il contatto del bambino con l'allergene.

Se è nota una specifica proteina allergenica, viene prodotta una dieta individuale.

Quando non viene stabilito un allergene specifico, al bambino viene prescritta una dieta leggera: un menu senza latticini specifici. Innanzitutto, vengono esclusi dalla dieta e poi gradualmente introdotti indietro.

Nota: il latte e i suoi componenti sono contenuti in molti altri prodotti: prodotti da forno, salsicce, cioccolato, gelati, maionese. Devono anche essere esclusi..

Se rimuovi i prodotti lattiero-caseari dal menu e poi li dai un po 'ogni giorno (aumentando la porzione), i sintomi dell'allergia potrebbero scomparire. Miglioramento particolarmente spesso osservato delle condizioni della pelle. Questo è un esercizio del sistema immunitario..

Quando il sistema digestivo del bambino si è finalmente formato, il latte può essere consumato liberamente. Questo succede all'età di 5-6 anni. In rare circostanze, le allergie accompagnano una persona alla vecchiaia.

Sostituzione del latte con altri mammiferi

Si sconsiglia di sostituire il latte vaccino con altri tipi. Soprattutto nel caso di bambini di età inferiore a 1-2 anni. Neanche il latte di altri mammiferi è una panacea. Può anche portare a una reazione indesiderata. Le pecore e le capre non sono particolarmente adatte.

Tuttavia, il latte di diversi mammiferi differisce nella composizione proteica. Pertanto, un'allergia al latte in un bambino può verificarsi solo quando si consuma la mucca.

Le bevande a base di cereali o fagioli non sono adatte a bambini di età inferiore a 5 anni. Il motivo non è abbastanza nutrienti.

Tuttavia, vale la pena provare il percorso di sostituzione. Preferibilmente sotto la supervisione di un medico. I pediatri raccomandano il latte di cavalla.

Cosa può confondere un'allergia al latte

L'allergia al latte vaccino è spesso confusa con le malattie indicate:

  • intolleranza al lattosio. Il caso più comune di "confusione". Con intolleranza, una persona non tollera affatto i prodotti lattiero-caseari. È possibile distinguere l'uno dall'altro con l'aiuto di una dieta. Informazioni sul menu è scritto sopra.
  • infezioni intestinali. Segni come diarrea o vomito sono confusi. Tuttavia, con l'infezione intestinale, si verifica spesso un aumento della temperatura. La temperatura si mantiene per diverse ore.
  • problemi al tratto respiratorio superiore. Bronchite, naso che cola, mancanza di respiro. I sintomi elencati possono essere solo sintomi. Il medico farà una diagnosi accurata..
  • intolleranza ad altri prodotti. Identificato da analisi e cambiamenti dietetici.

Nella maggior parte dei casi, l'intolleranza a qualsiasi latte scompare all'età di cinque anni. Occasionalmente - alle otto.

Promemoria per i genitori

Va ricordato: l'allergia al latte elimina quando il corpo si forma..

Di solito l'intolleranza persiste per i primi 3 anni di vita di una persona. A volte di più. Secondo gli studi, il 50% si sbarazza della malattia entro 7-8 anni. 30% - conservalo fino a 16 anni.

Se un'allergia al latte non si manifesta entro 2-6 mesi dalla nascita, molto probabilmente non esisterà più (se non provocato in aggiunta).

Il latte di pecora e di capra può causare una risposta negativa del corpo. Acquista con cautela.

In circostanze estreme, viene utilizzato un autoiniettore con adrenalina. Il dispositivo inietta adrenalina, prevenendo la morte.

Le formule parzialmente idrolizzate non sono sufficientemente ipoallergeniche. I medici dei bambini raccomandano di acquistare opzioni altamente idrolizzate.

Le allergie al latte possono essere confuse con altre malattie.
Il gusto delle miscele preventive potrebbe non piacere al bambino.

Le proteine ​​allergeniche sono in grado di passare nel corpo del bambino insieme al latte materno. Quindi dovrebbe anche seguire la sua dieta..

Leggere attentamente le etichette degli alimenti. Il latte appare nei luoghi più inaspettati..

Prima di prendere decisioni da solo, vale la pena consultare un medico. Soprattutto sui medicinali. Lo specialista analizzerà le condizioni del bambino, la storia medica. Con un approccio competente, l'allergia andrà via. La cosa principale è sistematica.