Allergia ai materiali utilizzati in odontoiatria ortopedica

Cliniche

L'allergologia studia la relazione di una persona con il mondo esterno e le forme di risposta alterata del sistema immunitario, quando il corpo del paziente diventa ipersensibile a determinate sostanze. Malattie allergiche, come l'asma bronchiale

L'allergologia studia la relazione di una persona con il mondo esterno e le forme di risposta alterata del sistema immunitario, quando il corpo del paziente diventa ipersensibile a determinate sostanze. Le malattie allergiche, come l'asma bronchiale, sono note fin dall'antichità, ma l'allergologia divenne una disciplina medica e scientifica indipendente solo a metà del XX secolo.

Negli ultimi decenni, le malattie allergiche sono diventate un problema medico e sociale globale. C'è un costante aumento dell'incidenza. Oggi, circa il 10% della popolazione mondiale è suscettibile alle allergie in una forma o nell'altra e questo indicatore può variare notevolmente - dall'1 al 50% o più in diversi paesi, regioni, tra singoli gruppi di popolazione. Attualmente, c'è un aumento del numero di forme gravi di malattie allergiche, che porta a disabilità temporanea, una diminuzione della qualità della vita e persino disabilità. A questo proposito, la diagnosi precoce delle malattie allergiche, i metodi corretti di trattamento e prevenzione sono di grande importanza.

Un allergene è una sostanza che entra nel corpo e provoca un certo tipo di risposta immunitaria, a seguito della quale si verifica un danno tissutale. Siamo circondati da 5 milioni di xenobiotici, molti dei quali sono allergeni. Il compito dell'allergologo è identificare l'allergene causale.

Malattie allergiche - un gruppo di malattie che si basano su danni causati da una risposta immunitaria agli allergeni esogeni..

La classificazione delle reazioni allergiche proposta da P. Cell e R. Coombs (1968) è molto diffusa nel mondo. Si basa su un principio patogenetico. La classificazione si basa sulle caratteristiche dei meccanismi immunitari.

Tipo I - reagin, anaphylactic. Gli anticorpi di classe IgE sono coinvolti nello sviluppo della reazione, e meno spesso - anticorpi IgG. Manifestazioni cliniche: asma bronchiale, rinite allergica, dermatite atopica.

Tipo II - citotossico. Si chiama un tipo citotossico di danno tissutale perché gli anticorpi formati contro gli antigeni cellulari si legano alle cellule e causano il loro danno e persino la lisi (effetto citolitico). Nella clinica, il tipo di reazione citotossica può essere una delle manifestazioni di allergia ai farmaci sotto forma di leucopenia, trombocitopenia, anemia emolitica, ecc. Il meccanismo immunitario della reazione è dovuto agli anticorpi IgG e IgM.

Tipo III - danno da complessi immunitari. Il danno in questo tipo di reazione allergica è causato dai complessi immunitari antigene + anticorpo. Sinonimi: tipo immunocomplesso, fenomeno di Arthus. Gli anticorpi IgG e IgM sono coinvolti nello sviluppo della reazione.

Le reazioni allergiche di tipo III stanno portando allo sviluppo di malattia da siero, alveolite allergica esogena e altre malattie.

Tipo IV - una reazione allergica di tipo ritardato, nello sviluppo di cui sono coinvolti i linfociti sensibilizzati. Le reazioni allergiche si verificano nelle persone sensibilizzate 24-48 ore dopo l'esposizione a un allergene. Presentazione clinica tipica - dermatite da contatto.

Pertanto, un'allergia è una risposta immunitaria di un organismo, accompagnata da un danno al proprio tessuto..

Negli ultimi anni, un aumento dell'aspettativa di vita, nuove opportunità che sono apparse in ordontologia: tutto ciò ci fa pensare ai meccanismi che si verificano in determinate complicanze quando si utilizzano materiali per protesi dentarie.

Le protesi in metallo e plastica possono causare non solo allergie, ma anche stomatiti tossiche e irritazioni meccaniche.

I materiali utilizzati per le protesi dentarie hanno determinati requisiti. Tra le altre cose (durezza, estetica, ecc.), I materiali devono essere chimicamente resistenti agli effetti dell'ambiente nella cavità orale, creato con la partecipazione di saliva, sostanze alimentari e microbi. Questi fattori possono migliorare la dissoluzione e l'ossidazione del metallo..

La dentiera non dovrebbe avere effetti dannosi sulla mucosa orale e sul corpo nel suo insieme. È necessario selezionare materiali elettrochimicamente neutri..

Per la fabbricazione di protesi metalliche, vengono utilizzati circa 20 metalli: acciai inossidabili, cromocobalto, leghe argento-palladio, leghe a base di oro e platino. Per i cermet - leghe a base di nichel, che includono ferro, cromo, titanio, manganese, silicio, molibdeno, cobalto, palladio, zinco, argento, oro e altri metalli.

Le saldature contenenti argento, rame, manganese, zinco, magnesio, cadmio e altri elementi vengono utilizzate per collegare parti di leghe dentali..

Le leghe fusibili utilizzate per gli stampi contengono piombo, stagno, bismuto e alcune altre sostanze.

Lo sviluppo di allergie è promosso dalla gravità dei processi elettrochimici (corrosione) nella cavità orale, che dipende dalla struttura delle leghe, dall'eterogeneità dei metalli, dalle condizioni di temperatura nella fabbricazione di protesi metalliche, dalla chimica della saliva e da altri fattori.

Il nichel è parte integrante dell'acciaio inossidabile utilizzato per il trattamento ortopedico. Nella cavità orale, il nichel si corrode sotto l'influenza della saliva, causando reazioni allergiche.

Per i pazienti con una storia di sviluppo di dermatiti al nichel che indossano braccialetti per orologi, dettagli di abbigliamento (chiusure lampo, fermagli), gioielli, l'uso di questo materiale non è mostrato.

Il cromo viene utilizzato per protesi dentarie sotto forma di cromocobalto e altre leghe. Può avere un effetto versatile sul corpo umano, anche causando reazioni allergiche.

Complicazioni allergiche possono verificarsi quando si utilizza manganese, cobalto. Nei pazienti con stomatite allergica causata da protesi in acciaio inossidabile, nel sangue si trovano anticorpi anti-aptogenici contro il manganese.

Composto di alluminio insolubile - caolino (silicato di alluminio), usato in odontoiatria come materiale di riempimento.

Il ferro è un metallo caratterizzato da resistenza alla corrosione. Le complicanze allergiche non causano.

Il rame è un componente delle leghe d'oro dei campioni 750 e 900, saldature e amalgama di rame. I processi elettrochimici tra le strutture metalliche nella cavità orale portano ad un aumento del contenuto di rame nella saliva, nel succo gastrico e nel sangue. Possibili reazioni tossiche.

L'ossido di zinco fa parte del cemento dentale, amalgama dentale, saldature, ottone. Lo zinco è più attivo del ferro. In presenza di umidità, questi metalli formano una coppia microgalvanica, in cui lo zinco è l'anodo, quindi, quando le protesi metalliche sono corrose nella cavità orale, lo zinco si dissolve per primo. La tossicità dei composti di zinco quando ingeriti è bassa.

Quando si utilizzano protesi metalliche, il contenuto di piombo nella saliva aumenta. Il piombo si riferisce a metalli corrosivi e ha un effetto tossico..

Lo stagno è una parte delle leghe fusibili per i modelli utilizzati per la fabbricazione di corone. I composti di stagno sono tossici e non utilizzati in medicina.

Il titanio fa parte dell'acciaio inossidabile per protesi. Il ruolo biologico del titanio non è ben compreso..

Il molibdeno ha una bassa tossicità, fa parte dell'acciaio inossidabile come additivo per legatura.

L'indio fa parte della saldatura per acciaio inossidabile, bassa tossicità.

L'arsenico, che viene utilizzato in odontoiatria per il trattamento dentale, ha una tossicità significativa..

L'argento è una parte delle leghe (argento-palladio, oro del 750 ° test, ecc.) Utilizzate nel trattamento ortopedico. Dato l'effetto battericida e antinfiammatorio dell'argento, si raccomanda la lega argento-palladio per le malattie croniche delle mucose della cavità orale e degli organi del tratto gastrointestinale.

L'oro ha un'alta resistenza alla corrosione, fa parte di leghe d'oro e saldature per protesi.

I metalli del platino (palladio, platino, ecc.) Non sono tossici. Il palladio fa parte della lega argento-palladio per protesi. I metalli del gruppo del platino, incluso il palladio, sono allergeni.

Attualmente sono stati creati materiali superelastici con memoria di forma. Questa direzione è molto promettente e determina il futuro dell'ortodonzia. Un esempio è il nicheluro di titanio (Ti, Ni, Mo, Fe).

Il ruolo più importante nella comparsa di sensibilizzazione alle protesi metalliche è svolto dagli apteni (nichel, cromo, cobalto, manganese) in essi contenuti. Diventano antigeni solo dopo la combinazione con le proteine ​​del tessuto corporeo. Il risultato è la formazione dei cosiddetti antigeni coniugati..

Le materie plastiche utilizzate in odontoiatria per il trattamento ortopedico sono composti organici altamente polimerici. La plastica acrilica può causare stomatite allergica e tossica. Il principale fattore eziologico nello sviluppo dell'allergia acrilica è considerato il monomero residuo contenuto nella plastica in una quantità dello 0,2%. In caso di violazione del regime di polimerizzazione, la sua concentrazione aumenta all'8%.

Le allergie possono anche essere osservate con coloranti usati in odontoiatria estetica..

La ceramica non causa complicazioni allergiche.

Notiamo una serie di fattori non specifici che contribuiscono alla penetrazione di aptene dalla cavità orale nel sangue, aumentano la sua dose e quindi aumentano il rischio di sviluppare una malattia allergica.

  • Violazione dei processi di trasferimento del calore in protesi acriliche rimovibili. Un aumento della temperatura favorisce l'allentamento, la macerazione della mucosa del letto protesico, un aumento della permeabilità vascolare, che a sua volta crea le condizioni per la penetrazione dell'aptene (monomero) nel flusso sanguigno.
  • La lesione meccanica con una protesi rimovibile durante la funzione di masticazione porta allo sviluppo di infiammazione del letto protesico.
  • I processi elettrochimici (corrosione) nella cavità orale tra le protesi metalliche aumentano il numero di apteni metallici nella saliva e nelle mucose.
  • La modifica del pH della saliva nella direzione di una maggiore acidità porta allo sviluppo di processi di corrosione in strutture metalliche e plastiche. In questo caso, aumenta la produzione di apteni (metalli, monomeri, ecc.) Nella saliva e nelle mucose.
  • I processi di abrasione dei materiali dentali portano ad un aumento del contenuto dei loro componenti nella saliva, mentre aumenta il rischio di sensibilizzazione.

Con l'infiammazione, la funzione barriera della mucosa è compromessa. La permeabilità della mucosa dipende direttamente dalla chimica della saliva.

È necessario differenziare la stomatite allergica causata da una protesi, una stomatite gastroenterologica e una candidosi.

La stomatite può essere una manifestazione di una malattia del sistema endocrino (diabete, menopausa patologica), pelle (lichen planus) o malattia sistemica (sindrome di Sjögren).

I reclami possono essere dovuti a una diminuzione dell'altezza occlusale (sindrome di Costen), manifestazioni di galvanismo, reazioni tossiche.

Il galvanismo si verifica dopo il primo contatto delle mucose della cavità orale con sostanze irritanti. Tali stimoli sono una varietà di potenziali (microcorrenti) tra materiali diversi.

La stomatite allergica deve essere distinta dalle reazioni tossiche alle protesi metalliche. La stomatite tossica è caratterizzata da un rapido sviluppo dopo il trattamento ortopedico (stomatite, gengivite, glossite).

Viene effettuata una valutazione qualitativa e quantitativa dello spettrogramma della saliva per rilevare una dose tossica di metalli pesanti. La valutazione della qualità e della correttezza dei progetti di protesi rimovibili nella cavità orale aiuta a differenziare l'irritazione meccanica e la stomatite tossica e allergica.

Per diagnosticare la natura delle complicanze, è necessario raccogliere una storia dentale e allergologica. Una storia allergica include l'identificazione della predisposizione ereditaria del paziente alle malattie allergiche. È necessario scoprire se il paziente soffre di rinite allergica, asma bronchiale, eczema, allergie ai farmaci e agli alimenti, vale a dire, in altre parole, ha una costituzione allergica.

È richiesta un'ispezione del paziente, compresa la cavità orale. In odontoiatria ortopedica, i test di eliminazione ed esposizione sono ampiamente utilizzati. Quando si rimuove una protesi, cioè durante l'eliminazione, il numero di sintomi clinici diminuisce drasticamente per un periodo di tempo (3-5 giorni) o scompaiono.

Per confermare la natura allergica della malattia, è necessario condurre ulteriori test immunologici e, in particolare, per la presenza di anticorpi contro plastica e metalli. I risultati della diagnostica di laboratorio immunologica odierna includono l'esame di 8 test per identificare il vero meccanismo di allergia:

IgE a / t - anticorpi nel siero del sangue;
IgE b - anticorpi su basofili;
IgG a / t - anticorpi nel siero del sangue;
IgG n - anticorpi neutrofili;
TLC - Sensibilizzazione linfocitaria T nel test di stimolazione dell'IL-2;
AHT - aggregazione piastrinica sotto l'influenza di allergeni;
IPLA - inibizione dell'adesione dei leucociti da parte degli allergeni;
RGML - inibizione della migrazione dei linfociti sotto l'influenza di allergeni.

In caso di aumento del contenuto di saliva di apteni - nichel, cromo, cobalto, manganese superiore a 1x10-6% - le protesi devono essere rimosse. Un aumento del contenuto di microelementi che danno un effetto tossico (rame, cadmio, piombo, bismuto, ecc.) È anche la base per la rimozione della protesi.

Per diagnosticare le allergie, è possibile utilizzare test cutanei (flebo, scarificazione, ecc.). Per identificare le allergie da contatto a nichel, cromo, vengono utilizzate soluzioni alcoliche di sali metallici. È possibile utilizzare un test di applicazione della pelle e un test di applicazione sulla mucosa orale. Va notato che la pelle e i test provocatori devono essere eseguiti solo nelle condizioni di un gabinetto allergologico da un allergologo con l'esperienza necessaria..

Un'intolleranza di natura galvanica si osserva nel 6% delle persone che utilizzano protesi in acciaio inossidabile. Nelle donne, la malattia si verifica 3 volte più spesso che negli uomini. Clinicamente, la malattia si è manifestata come una sensazione di "flusso corrente" e un disturbo del gusto che si è sviluppato nei primi giorni dopo la protesi. In presenza di un processo allergico, c'è irritazione della mucosa orale, arrossamento, gonfiore e anche manifestazioni distanti di allergia (eruzione cutanea con dermatite al nichel).

PH-metria della saliva e potenziometria (misurazione dei potenziali dell'elettrodo della protesi) non sono informativi.

Nel trattamento delle intolleranze di natura elettro-galvanica, le inclusioni metalliche dovrebbero essere completamente rimosse, seguite dalla sostituzione con strutture appropriate fatte di leghe preziose. Una tattica simile dovrebbe essere adottata quando si rilevano allergie al cromo o al nichel..

L'eliminazione delle allergie può essere ottenuta non solo rimuovendo la protesi dalla cavità orale, ma anche proteggendo (argentatura chimica della protesi), placcando l'oro con dispositivi di fusione solida.

È possibile diagnosticare l'intolleranza di natura allergica solo attraverso un'analisi approfondita dei reclami, dell'anamnesi e dei risultati dell'esame clinico e allergologico dei pazienti.

In presenza di complicanze allergiche (stomatite, eczema), vengono utilizzati antistaminici, agenti sintomatici. Nelle reazioni allergiche gravi, vengono utilizzati glucocorticoidi..

In caso di sviluppo di stomatite allergica, è necessario prescrivere antistaminici al paziente in forma iniettabile o in compresse. La priorità è la somministrazione intramuscolare di antistaminici di prima generazione - suprastina e tavegil, poiché lo sviluppo di un processo allergico può causare dolore nella cavità orale e rendere difficile l'assunzione di cibo e medicine.

Gli antistaminici che bloccano i recettori H1 sono abbastanza sicuri. I bloccanti H1 di prima generazione vengono rapidamente assorbiti sia per ingestione che per iniezione. Il loro effetto farmacologico appare dopo 30 minuti. La maggior parte dei farmaci viene escreta nelle urine dopo 24 ore in forma inattiva. Lo svantaggio di questi farmaci è il fatto che molti farmaci di prima generazione causano secchezza delle fauci, che può aumentare i sintomi di disagio nella cavità orale.

Attività n1-i bloccanti sono approssimativamente gli stessi, quindi, quando si sceglie un farmaco, sono guidati dai suoi effetti collaterali, dall'esperienza d'uso e dall'efficacia in questo paziente. N1-gli antagonisti di prima generazione, almeno nel prossimo futuro, rimarranno nell'arsenale di farmaci ampiamente utilizzati nella pratica clinica. Ciò è facilitato da 50 anni di esperienza nell'uso di questi farmaci, la presenza di forme di dosaggio iniettabili assolutamente necessarie per il trattamento di condizioni allergiche acute. Inoltre, va notato il costo relativamente basso di questo gruppo di farmaci.

Dalla fine degli anni '70. nell'ampia pratica medica, iniziarono ad essere utilizzati antistaminici di seconda generazione. Va notato la loro alta selettività del blocco di N1-recettori e mancanza di blocco di altri recettori. L'effetto dei farmaci inizia a comparire 20 minuti dopo la somministrazione e dura per un tempo piuttosto lungo, fino a 24 ore, disponibili solo in compresse. Sono usati 1 o 2 volte al giorno, che è preferibile a un'assunzione di 3 volte di antagonisti di prima generazione. Gli antistaminici di seconda generazione non creano dipendenza, sono anche sedativi e colinergici.

Pertanto, gli antistaminici di seconda generazione (telfast, 180 mg; claritina, erius, zirtec) sono considerati un'alternativa ai farmaci per la somministrazione parenterale in assenza di forti dolori nella cavità orale. Dato che la fexofenadina (telfast) è il metabolita finale e non subisce ulteriori trasformazioni nel fegato, può essere prescritta a pazienti con patologia di questo organo.

Se la funzione di masticazione e deglutizione del cibo è difficile, è possibile utilizzare dentifrici contenenti anestetici. Come agente ammorbidente, vengono utilizzati i risciacqui di soda..

Poiché ci sono molti microbi nella cavità orale (fino a 400 specie), la cura orale è molto importante. È necessario sciacquare la bocca regolarmente con una soluzione di furacilina. Puoi usare KMnO4 (una soluzione rosa debole).

Quando viene attaccata un'infezione secondaria, devono essere prescritti antibiotici ad ampio spettro. Nella pratica clinica, i macrolidi di seconda generazione (sumamed, rulide, rovamicina) si sono dimostrati efficaci. La rovamicina può essere utilizzata in forma iniettabile. Nei casi più gravi, vengono prescritti farmaci chinolone (taridi, maxaxquin, tsiprobay, ecc.). Si consiglia di effettuare l'inoculazione dalla cavità orale sulla flora batterica e sui funghi con la determinazione della sensibilità della microflora ai vari antibiotici al fine di prescrivere un trattamento etiotropico.

Nei processi erosivi gravi, i glucocorticoidi vengono somministrati nella cavità orale per motivi di salute. Va notato che il prednisolone è considerato il glucorticoide ad azione più breve e deve essere somministrato almeno 4 volte al giorno. È preferibile usare 4-8 mg di desametasone 2-3 volte al giorno o celeston, 1,0–2,0, due volte al giorno per 5-7-10 giorni. È stata acquisita esperienza positiva con l'uso di farmaci prolungati, come diprospan, 1.0-2.0, che viene somministrato una volta.

Con l'inizio dei sintomi della dermatite in varie parti del corpo, che viene spesso osservato con protesi contenenti nichel, cromo, vengono prescritti anche antistaminici. Il trattamento con glucocorticoidi locali e sistemici viene effettuato secondo principi generali. Va notato la presenza di varie forme di glucocorticoidi utilizzati esternamente: unguenti, creme, lozioni. Negli ultimi anni, i farmaci Elocom e Advantan sono stati ampiamente utilizzati nella pratica clinica. Questi glucocorticoidi possono anche essere usati sulla pelle del viso. In caso di infezione della pelle, vengono prescritti agenti combinati: triderm, celestoderm con garamicina. In presenza di un'infezione purulenta, sono indicati antibiotici in compresse o in forma di iniezione.

Quando il processo allergico acuto si attenua dopo 7-10 giorni, puoi passare ai farmaci antinfiammatori non ormonali locali. Si osserva un buon effetto quando si applica la crema Elidel. Nella terza o quarta settimana della malattia, puoi usare creme idratanti: tolleran, lipicar, crema fredda, ecc. Vengono utilizzati balsamo per le labbra con crema fredda, ceralip. Inoltre, vengono prescritti anche complessi vitaminici con microelementi.

Va notato che le malattie allergiche causate dall'uso di materiali per protesi dentarie sono ben curabili, hanno una prognosi favorevole quando si esegue un ciclo completo di trattamento, adeguato alla gravità delle condizioni del paziente.

Yu. V. Sergeev, dottore in scienze mediche, professore
T.P. Guseva
Istituto di allergologia e immunologia clinica, Mosca

Allergia ai metalli

Articoli di esperti medici

Allergia al metallo - suona in sé esotico. Coloro che si trovano ad affrontare questo problema non scherzano affatto: gonfiore dei lobi delle orecchie, irritazione e arrossamento della pelle sulle mani, macchie pruriginose sul decolleté. Fibbia per cintura in metallo, chiusure su jeans alla moda, soldi in metallo - e creano molti problemi.

La dermatite da contatto o un'allergia al metallo fa soffrire il 10% della popolazione. Da dove viene questa malattia? Dopotutto, il metallo non ha odore, non viene consumato all'interno e non ha la capacità di sgretolarsi come il polline.

Cause di allergia ai metalli

Le statistiche mostrano che le allergie ai metalli sono particolarmente sensibili ai residenti nelle grandi città industriali. Spesso la malattia si nasconde e si manifesta dopo un po '. Un allergene può vivere nel corpo per diversi giorni, o addirittura anni, senza creare problemi. Il ritardo nella reazione è dovuto ai seguenti fattori:

  • attività dello stimolo stesso;
  • lo stato del background immunitario;
  • età del paziente;
  • natura della sensibilità a un allergene.

Un'allergia al metallo si verifica più spesso al contatto con nichel, cobalto, cromo, molibdeno e mercurio. I gioielli in oro, platino, argento, di regola, non causano irritazione. Un'eccezione possono essere le leghe di metalli preziosi con nichel, rame, ecc..

Un'allergia al metallo, le cause della sua insorgenza risiedono nel contatto prolungato con un allergene che entra nel corpo attraverso la pelle. Le cellule del corpo cambiano la loro composizione chimica sotto l'influenza di ioni metallici. Poiché alcune cellule proteiche riorganizzate sono percepite dall'organismo come dannose, si genera una reazione protettiva su di esse.

Inoltre, viene presa in considerazione l'intolleranza individuale a un determinato tipo di metallo, che innesca il processo immunologico.

Sintomi di un'allergia ai metalli

Un'allergia ai metalli viene spesso rilevata dopo alcuni giorni. I sintomi compaiono direttamente nel sito di contatto con l'allergene. Tuttavia, ci sono casi noti di ingestione di nichel incluso nel contenuto di cioccolato o pesce. Una minaccia nascosta sono fermagli per reggiseno, cerniere e bottoni in metallo sui vestiti.

I segni di un'allergia al metallo sono i seguenti:

  • eruzione cutanea, desquamazione o cheratinizzazione dello strato superiore dell'epidermide;
  • arrossamento che ricorda un'ustione della pelle;
  • prurito intollerabile;
  • la comparsa di vesciche piene di un liquido chiaro;
  • aumento della temperatura.

Ai primi segni di dermatite allergica da contatto, è meglio consultare un allergologo.

Trattamento di allergia ai metalli

Un'allergia al metallo è associata a una diminuzione dell'immunità. Al fine di mantenere le difese dell'organismo, i medici raccomandano misure preventive, tra cui:

  • arricchimento della dieta con frutta fresca, verdura;
  • procedure di indurimento;
  • cammina all'aperto;
  • esercizi fisici.

Se si è manifestata un'allergia al metallo, è necessario consultare un medico. Il contatto con il metallo dovrebbe essere evitato. Ad esempio, rimuovere i gioielli e dopo alcune settimane scompaiono i segni delle allergie. Far fronte ai sintomi di irritazione e infiammazione aiuterà gli unguenti "Polcortolone", "Advantan". Entrambi i farmaci sono potenti, quindi vengono applicati con uno strato sottile non più di 2-3 volte al giorno. Il trattamento è prescritto fino a 7 giorni.

Per la rimozione di sostanze tossiche dal corpo, "phytosorbovit plus" è riconosciuto come il miglior rimedio. Un integratore alimentare attivo aiuta le cellule a purificarsi dai sali di metalli pesanti e ad alleviare i sintomi di intossicazione in caso di allergie. Il complesso naturale "phytosorbovit" contiene fiori di tanaceto, rosa canina, foglia di senna. Elimina perfettamente gonfiore, infiammazione della pelle. I lattobacilli, inclusi nel supplemento, aumentano l'immunità. Per gli adulti, la dose giornaliera raccomandata è: 2-3 compresse con pasti fino a 4 volte. L'effetto terapeutico si ottiene in 2-3 settimane di somministrazione. Durante la gravidanza e l'allattamento, il farmaco non è prescritto.

Buoni risultati per il trattamento delle allergie ai metalli si ottengono con l'uso del rimedio omeopatico "lymphomyosot". La norma adulta del farmaco è fino a 15 gocce due o tre volte al giorno prima dei pasti. Lo strumento è composto da ingredienti naturali, viene utilizzato anche per il trattamento dei neonati. Il dosaggio per i bambini è di 3-8 gocce..

Gli antistaminici abituali per chi soffre di allergie (suprastin, tavegil) in caso di dermatite allergica da contatto sono impotenti.

A volte è consentito indossare orecchini, bracciali, catene di metalli non preziosi. Ma la durata di tali gioielli sul tuo corpo dovrebbe essere limitata. Tutto dipende dalla tua sensibilità individuale, di norma, questo è di poche ore (visita). Non abusare dei metalli di base e indossarli non più di una volta alla settimana.

In caso di dubbi su quale particolare prodotto ti rende ipersensibile, eseguire un semplice test. Per qualche tempo, scartare tutti i gioielli fino a quando non sono passati i sintomi dell'allergia ai metalli. Quindi attaccare l'oggetto del sospetto (orecchino, parte del bracciale) sulla pelle dell'avambraccio per tre giorni, compresa la notte. Se sei di nuovo allergico al metallo, allora il motivo che hai scoperto.

Come essere fashioniste e fashioniste? Puoi ordinare nel laboratorio di gioielleria orecchini o orecchie (parte dell'orecchino a contatto con il lobo dell'orecchio) in metallo prezioso che non causano reazioni allergiche in te. Quindi sarà possibile attaccare i tuoi orecchini preferiti a loro. Con bracciali, pendenti, le cose sono più complicate. Ma qui c'è un trucco: coprire il lato del corpo dei gioielli toccando il corpo con smalto trasparente. Cari allergici, assicuratevi di controllare la vernice per sostanze tossiche chiamate big3free. Questi includono il noto - Essie, L’Oreal, Revlon, ecc. Segui le regole dell'igiene personale: tratta regolarmente i tuoi gioielli con mezzi speciali, puliti da polvere e sporco.

Un'allergia al metallo dei gioielli che hai appena acquistato può essere innescata:

  • residui di agenti irritanti utilizzati durante la saldatura o la lucidatura del prodotto;
  • a causa dell'infezione rimasta sui gioielli dopo i precedenti accessori;
  • il design del dispositivo di fissaggio stesso potrebbe non riuscire, causare irritazione meccanica (orticaria meccanica).

Prima della protesi, l'installazione di berretti, è necessario informare il dentista che si è allergici al metallo. Il nichel è utilizzato nella produzione di corone, sistemi di staffe. Se non sai se sei allergico al metallo, devi testare un allergene.

Vorrei sottolineare che le persone con intolleranza al nichel dovrebbero seguire una certa dieta, esclusi: formaggi lavorati, pasticcini con avena, fiocchi di avena, noci, pesce affumicato, ciliegie, semi di soia, tè verde, alcool. Non abusare di cibi acidi come agrumi, crauti, alcune bacche. È preferibile cucinare in argilla, vetro o piatti smaltati.

Un'allergia al metallo è una malattia spiacevole che richiede le seguenti regole da seguire:

  • acquistare gioielli in oro o argento senza una miscela di nichel;
  • il periodo di indossare gioielli dovrebbe essere limitato;
  • rimuovere anelli, orecchini, catene prima di andare a letto (non solo a causa di considerazioni sulla comparsa di dermatiti, ma anche ai fini della pulizia energetica dei tuoi gioielli);
  • utilizzare alternando gioielli in oro e argento.

Allergia ai metalli: elementi pericolosi della tavola periodica

Fibbia della cintura, braccialetto, monete, fibbia in metallo, rivetti sui jeans, orologi: cosa potrebbero combinare questi oggetti? Ogni decimo conosce la risposta a questa domanda. Così tante persone nel mondo soffrono di dermatite da contatto causata da allergie ai metalli..

Il meccanismo di sviluppo di un'allergia ai metalli e alle caratteristiche della malattia

Per la gente comune, il contatto con il metallo è completamente innocuo. Ma il corpo di chi soffre di allergie reagisce al contatto in un modo specifico: quando gli ioni metallici penetrano nello strato superiore dell'epidermide e iniziano a colpire le cellule native, percepisce questo come un attacco nemico e segnala il pericolo di irritazioni cutanee. Questo non succede all'improvviso. Gli allergeni si accumulano nel corpo nel tempo, ma possono manifestarsi improvvisamente.

Cos'è la dermatite da contatto - video

Le ragioni

Nessuno è al sicuro dalla dermatite da contatto. Al contrario, l'esercito delle persone allergiche sta diventando sempre più numeroso di anno in anno. Una persona ha tutte le possibilità di ricostituire questi ranghi se nella sua vita è presente almeno uno dei seguenti fattori:

  1. Vivere in una metropoli. Più è grande la città, più è inquinata l'aria che respirano i suoi abitanti, maggiore è la probabilità che il loro sistema immunitario, indebolito dall'ecologia avversa, si comporti in modo inappropriato quando incontra qualsiasi sostanza.
  2. Genitori che soffrono di allergie ai metalli: non l'allergia stessa viene trasmessa per eredità, ma una predisposizione ad essa.
  3. Immunità indebolita. Una recente malattia grave che deve essere affrontata quotidianamente richiede forza e un giorno potrebbero non essere sufficienti per combattere gli allergeni..
  4. Età dai 20 anni. Più una persona è anziana, maggiore è la concentrazione di sostanze nocive nel suo corpo.
  5. Intolleranza individuale ai prodotti contenenti metallo.

È impossibile eliminare completamente i fattori che provocano allergie, perché i metalli nella nostra vita sono stati, sono e saranno sempre. Quindi, dovresti ascoltare attentamente il tuo corpo al fine di prendere misure alle prime manifestazioni della malattia.

Metalli allergenici

Diversi metalli possono causare una reazione negativa. L'elenco dei più insidiosi per una persona comprende:

  • nichel. Numero uno nella lista degli allergeni metallici. Può essere trovato in gioielli, accessori per cucire, prodotti ortopedici e medici, in alcuni prodotti;
  • rame. Puoi rifiutare gioielli in rame, ma è praticamente impossibile escludere denaro in rame dalla vita;
  • alluminio. Il pericolo è rappresentato dalle posate in alluminio e dagli antitraspiranti, in cui è presente;
  • zinco. Viene utilizzato nelle otturazioni, quindi possono verificarsi allergie durante o dopo aver visitato uno studio dentistico;
  • cobalto. Chi soffre di allergie nei saloni di bellezza, perché fa parte di alcuni colori di capelli;
  • cromo. Presente in pitture e vernici.
  • ferro. Contenuto in molti farmaci. Questo tipo di allergia può essere un problema serio per le persone con anemia;
  • titanio. È utilizzato nella fabbricazione di impianti dentali e ossei;
  • acciaio chirurgico. Gli orecchini "medici" ne sono fatti. Sono indossati da persone che hanno recentemente avuto le orecchie forate e che sono allergiche a qualsiasi altro metallo;

L'acciaio chirurgico è il più sicuro, ma anche può provocare una reazione allergica a causa delle impurità contenute in esso..

Sintomi

Il rossore della pelle nel punto di contatto con il metallo è uno dei principali sintomi di un'allergia

I sintomi di un'allergia al metallo sono simili ad altre manifestazioni allergiche:

  • arrossamento, eruzione cutanea, desquamazione e vesciche sulla pelle nel luogo in cui si verifica il contatto con il prodotto irritante per il metallo: dalla fibbia della cintura alla cintura, dal braccialetto al polso, dalla catena sul collo, ecc.;
  • gonfiore e gonfiore;
  • prurito
  • febbre se l'allergene colpisce il corpo per troppo tempo;
  • se il metallo entra nel corpo con il cibo, l'eczema può diffondersi nell'area genitale ed essere accompagnato da mal di testa, problemi gastrointestinali, nausea;
  • quando si installano impianti dentali allergenici, compaiono vesciche in bocca, si sviluppa stomatite ed è possibile l'edema di Quincke.

Se compaiono tali sintomi, consultare un medico. Lo specialista condurrà gli studi necessari per effettuare la diagnosi corretta..

Diagnostica

Il compito principale per il medico è identificare tutti gli allergeni. Per questo, vengono effettuati numerosi studi diagnostici:

  1. Esame del sangue per immunoglobuline. Con il suo aiuto, vengono determinati i fallimenti del sistema immunitario.
  2. Vari test cutanei che vengono eseguiti durante il periodo di remissione della malattia. L'allergene viene applicato direttamente sulla pelle o viene introdotto nel corpo attraverso graffi o forature. Successivamente, viene esaminata la risposta del paziente..

Durante i test cutanei, gli allergeni vengono applicati direttamente sulla pelle.

Un test allergologico al metallo (patch test) può essere eseguito da solo a casa. Per fare questo, attendi fino a quando tutti i sintomi visivi sulla pelle sono passati, prendi un oggetto che causa sospetti (gioielli, rivetti, ecc.) E attaccalo alla tua mano per diversi giorni. Se ti rappresenta davvero una minaccia, durante questo periodo appariranno nuovi segni allergici.

Tali patch test devono essere eseguiti dai dentisti prima delle protesi al fine di proteggere i loro clienti da spiacevoli reazioni allergiche da parte del cermet e loro stessi dalle prove successive.

Trattamento

Terapia farmacologica

Il trattamento della dermatite da contatto è un processo complesso, ma necessario. Se lasci l'allergia incustodita, prima o poi si trasformerà in una forma cronica, nel qual caso non sarai mai in grado di liberartene.

  1. I farmaci corticosteroidi di azione universale sotto forma di compresse, capsule, iniezioni o unguenti: Prednisone, Decadron, Florinef, Kenalog, Dermozolone, Mesoderm, Trimistin aiuteranno ad alleviare l'infiammazione della pelle. Le compresse sono generalmente prescritte per un breve periodo fino a 5 giorni..
  2. Gli antistaminici saranno in grado di resistere all'ulteriore sviluppo di sintomi allergici - Claritin, Zodak, Tsetrin, Erius.
  3. Per rimuovere le tossine accumulate dal corpo, puoi rivolgerti al supplemento dietetico Fitosorbovit-Plus e al rimedio omeopatico Lymphomyozot.
  4. Per ripristinare la pelle, le aree interessate vengono trattate con unguenti Pantenol, Advantan o Retinol..

Importante! Non automedicare. Qualsiasi farmaco dovrebbe essere prescritto da specialisti qualificati - un dermatologo e un allergologo.

Farmaci per il trattamento delle allergie metalliche - gallery

Rimedi popolari

  1. Si consiglia di trattare le aree interessate con impacchi dal succo di verdure e frutta crude: patate, mele, cetrioli. Lozioni utili da infusi di erbe: calendula e camomilla, corteccia di quercia e iperico.
  2. Con un forte peeling, viene applicata una crema con olio di olivello spinoso e grasso d'oca, vengono utilizzati panna acida e burro.
  3. Per mantenere la pelle in buona forma, vengono presi i bagni con le infusioni di una corda, la camomilla.
  4. I pazienti allergici lasciano molte recensioni positive dall'uso di mumiyo naturale, che rimuove bene l'irritazione e rafforza il sistema immunitario..

Dieta

Una dieta equilibrata è un altro modo per resistere alla dermatite da contatto. La dieta per le allergie ai metalli è progettata per rafforzare l'immunità generale e proteggere la persona allergica dai prodotti che provocano una specifica reazione del corpo.

Gli alimenti contenenti nichel dovrebbero essere minimizzati o eliminati del tutto:

  • legumi (piselli, fagioli marroni, soia);
  • cereali (crusca di avena e grano, farina di soia);
  • alcuni tipi di noci (mandorle, pistacchi, arachidi);
  • cacao.

Allo stesso tempo, devi cercare di mantenere un'alimentazione equilibrata e includere molta frutta e verdura fresca. Solo in questo modo il sistema immunitario può funzionare stabilmente.

Prodotti vietati - Galleria

Prevenzione

Il modo migliore per evitare le allergie ai metalli è di non contattarli. Ma questo è quasi impossibile nella vita moderna. Le seguenti raccomandazioni aiuteranno a ridurre il rischio di dermatite da contatto:

  1. Non comprare gioielli economici. Meglio non avere affatto gioielli che indossare quelli che causano sofferenza fisica..
  2. Tempo limite per il contatto con gioielli in metallo esistenti. Non indossarli sempre, ma solo quando necessario.
  3. Coprire le superfici di bottoni, rivetti, elementi di fissaggio e altri accessori sui vestiti con piccoli pezzi di tessuto o coprirli con vernice incolore.
  4. Rimuovi i gioielli, comprese le fedi nuziali, quando fa caldo e a contatto con l'acqua.
  5. Ottieni gioielli di alta qualità senza impurità di nichel.
  6. Attenersi alla dieta.
  7. Essere all'aria aperta più spesso, non sovraccaricare di lavoro Oro: un allergene metallico

La maggior parte dei medici ritiene che le allergie non vengano curate. Ma tutti concordano sul fatto che è nel potere umano raggiungere la remissione per lunghi periodi. È necessario solo accettare il fatto che l'allergia non è una frase, ma un test che viene superato con successo.

Una reazione allergica al metallo: cause, sintomi e metodi di trattamento

L'allergia al metallo appare nel 10% della popolazione ed è espressa dalla dermatite da contatto sotto forma di arrossamento, prurito, bruciore della pelle.

La reazione rende il paziente a disagio e significativi problemi, perché la gravità della risposta immunitaria è evidente non solo per gioielli in oro, argento e gioielli, ma anche per denaro in metallo, gemelli, fermagli su vestiti, fibbie su pantaloni, metallo su corone di denti e dispositivi intrauterini.

Riferimento! Non tutte le persone allergiche al metallo consultano uno specialista per la diagnostica. Con una gravità dei sintomi debole e non specifica, nonché la tendenza di un'allergia ai prodotti metallici alla scomparsa spontanea, le allergie preferiscono essere trattate in modo indipendente, il che a volte complica il decorso della malattia. Tra le persone con intolleranza individuale agli ioni metallici, è stato scoperto che la patologia negli adulti è più comune che nei bambini.

Cause di allergia ai metalli

Spesso, un'allergia al metallo si manifesta nelle persone che vivono in insediamenti inquinati dall'ambiente nelle città industriali, la cui aria è piena di gas di scarico contenenti metà della tavola periodica.

Tuttavia, l'ipersensibilità si sviluppa solo su determinati metalli ed è causata da un fattore genetico. Le sostanze allergeniche possono accumularsi nel corpo per molto tempo, ma un giorno un'allergia si manifesterà a contatto con il metallo..

Allergia ai metalli: sintomi e trattamento

Una reazione allergica ai gioielli è molto meno comune, ma le impurità metalliche vengono aggiunte ai gioielli per ridurre i costi, quindi potrebbe esserci una reazione indesiderata anche ai gioielli d'oro e d'argento.

A volte indossare catene e bracciali non provoca sintomi dolorosi, tuttavia, un'allergia appare su orecchini preziosi, specialmente nell'ombelico, nella lingua, nelle aree intime, non solo sotto forma di iperemia cutanea, gonfiore e prurito, ma anche una reazione infiammatoria e il rifiuto di un corpo estraneo. Il processo patologico è dovuto all'aggiunta di rame, nichel, cobalto, gallio, cromo, molibdeno, berillio al metallo prezioso.

Fatto! Non c'è allergia all'oro, all'argento e al metallo nobile di alta qualità..

Molto spesso, un'allergia viene espressa dopo che una persona è in contatto con i seguenti metalli:

  • il nichel dalle leghe di nichel crea molti elementi di abbigliamento, gioielli, strumenti medici,
  • il cromo viene utilizzato come trattamento anticorrosivo e decorativo della superficie. Quando penetra nei tessuti del corpo, contribuisce non solo al verificarsi di una reazione allergica, ma anche a composti velenosi (ad esempio sali di acido cromico),
  • L'alluminio era un metallo ampiamente usato per la produzione di stoviglie, ma recentemente l'uso di alluminio nelle case è stato ridotto. Il cloruro di alluminio si trova nei deodoranti antitraspiranti e in altre sostanze cosmetiche.,
  • Lo zinco metallico è popolare nell'industria dentale per la fabbricazione di materiali di riempimento. I composti di zinco fanno parte di alcuni unguenti e cosmetici.
Allergia al metallo sulla pelle delle mani

Cause di allergie ai metalli:

  • stato di immunità bassa,
  • età,
  • attività allergenica,
  • ipersensibilità a un determinato metallo,
  • stress frequente, aumento della fatica, eccessiva irritabilità.

Nota! Molte persone credono che anche il cobalto e il mercurio scatenino allergie. Quando una persona entra in contatto con questi metalli e miscele di elementi chimici, compaiono sintomi allergici. Tuttavia, l'irritazione e l'infiammazione dei tessuti non sono causate da allergie e ipersensibilizzazione, ma dalle proprietà tossiche dei metalli.

Sintomi di reazioni allergiche al metallo

I sintomi delle allergie sono spesso non immediatamente evidenti, ma dopo pochi giorni, quando gli ioni metallici penetrano negli strati superiori della pelle e causano una risposta immunitaria allo stimolo. La durata del periodo asintomatico dipende da fattori come:

  • qualità della lega,
  • attività delle ghiandole sudoripare,
  • sensibilità corporea.

La manifestazione più comune di allergie è la dermatite da contatto che si verifica nell'area di contatto con l'allergene metallico (placche, bottoni, gioielli).

Allergia ai prodotti metallici

I sintomi della dermatite da contatto sono i seguenti:

  • eruzioni cutanee sulla pelle, desquamazione, comparsa di croste nel punto di contatto con l'allergene,
  • eruzione cutanea eczema,
  • iperemia cutanea (arrossamento), simile a un'ustione,
  • gonfiore dell'epidermide,
  • chiari bolle liquide,
  • infiammazione e rigetto di impianti metallici.

Attenzione! Sono state segnalate allergie quando si mangia cibo, che include nichel, succo d'arancia, cioccolato fondente, fagioli rossi, burro di arachidi. L'allergia al nichel è caratterizzata da un'eruzione cutanea sui genitali e nell'ano.

Le manifestazioni più comuni di allergie sono fissate su addome, fibbia, cintura, collo, polsi, orecchie, orecchini, catene, bracciali. Nelle donne, si osserva un'allergia al metallo sulla parte posteriore e sulle spalle delle parti metalliche del reggiseno.

Sintomi complicati

Se si ignorano i sintomi allergici, la formazione di erosioni e abrasioni sul corpo è possibile a causa della pettinatura e del disturbo dei processi di microcircolazione nell'area interessata. La temperatura dovuta alle allergie sotto forma di dermatite da contatto aumenta raramente, anche il malessere generale non si verifica.

Cause di allergia ai metalli

Raramente si sviluppano anche complicazioni allergiche sotto forma di edema di Quincke. Ma con la comparsa di un tale sintomo di allergia come l'angioedema, gli esperti si riferiscono all'intolleranza al cermet o al materiale di riempimento con una maggiore concentrazione di zinco.

Una complicazione della dermatite è possibile con un'infezione batterica secondaria, che viene introdotta durante la pettinatura e il danno allo strato superiore della pelle. Inoltre, alcuni lavoratori dell'industria metallurgica sviluppano l'asma bronchiale a causa di specifici allergeni batterici, una conseguenza dell'ipersensibilità alla polvere di metallo.

Protesi e allergie

Un'allergia ai metalli nelle protesi è un evento comune quando compaiono i seguenti sintomi negativi:

  • segni di stomatite,
  • dolore nella cavità orale,
  • gusto metallico in bocca,
  • erosione nella lingua,
  • infiammazione su gengive, lingua e labbra.
Gonfiore delle palpebre da allergie metalliche

Quando si verifica un'allergia al metallo, i dentisti insistono sull'impostazione di speciali corone metalliche:

  • zirconiaceramica pesante,
  • oro-ceramica sono di alto costo,
  • titanio ceramico.

Riferimento! Nell'odontoiatria moderna, esistono dispositivi speciali per determinare la tendenza del paziente ad essere allergico al metallo prima che le protesi inizino a impedire ai pazienti di andare in tribunale. Se la clinica rifiuta tale servizio, richiedere la presentazione di un certificato di qualità per le protesi utilizzate, dove è indicata la composizione a destra.

Diagnostica

Per diagnosticare un'allergia al metallo, dovresti consultare un allergologo. Spesso un dermatologo invia i pazienti a un allergologo, a cui sono esposti i pazienti che sono esposti alla dermatite da contatto a causa del contatto con il metallo.

Allergia alle corone metalliche

Lo specialista identifica le allergie secondo il seguente algoritmo:

  • Esame fisico,
  • Storia che prende dalle parole del paziente,
  • Test provocatori, con la varietà alimentare di allergie, dieta di eliminazione.

Nota! Con danno alle mucose della bocca, è esclusa la stomatite di un'eziologia infettiva. L'intolleranza alimentare ai metalli è difficile da distinguere dalle allergie a causa dell'uso di altri prodotti alimentari, solo l'ipersensibilità al nichel ha le sue caratteristiche.

Trattamento di allergia ai metalli

Il trattamento di tutti i tipi di allergie è lo stesso: inizialmente, dovresti interrompere l'interazione con una sostanza allergenica, quindi iniziare la terapia sintomatica. Se una reazione allergica è causata dall'uso di prodotti in metallo, devono essere scartati elementi di fissaggio, fibbie, pulsanti che provocano la risposta immunitaria del corpo..

Se sei allergico ai cosmetici con componenti metallici, devi evitare questo tipo di cosmetici. Se si verifica stomatite allergica a causa del riempimento dei denti, vengono rimossi bretelle, posizionamento dell'impianto, elementi a base di leghe metalliche. Il trattamento dell'intolleranza alimentare richiede una correzione della dieta nutriente, a volte è necessario cambiare i piatti in ceramica o smaltati.

I principi di base del trattamento delle allergie metalliche:

  • l'uso di antistaminici Suprastin, Zodak, Zirtek, Erius e altri. Si consiglia una nuova generazione di farmaci antiallergici, poiché i farmaci non causano sedazione, sonnolenza, una compressa è sufficiente durante il giorno,
  • l'applicazione di unguenti al glucocorticosteroidi nelle aree interessate del trattamento ormonale locale è prescritta solo da un medico, tenendo conto dell'età, della gravità delle allergie, delle caratteristiche individuali del paziente, di Advantan, del Lokoid, dell'idrocortisone, del Prednisolone e di altri deboli, moderati, forti e con una maggiore attività ormonale dell'unguento,
  • unguenti e gel contenenti retinolo che accelera la rigenerazione cellulare e protegge l'epidermide da influenze ambientali dannose.

Metodi alternativi di trattamento

Gli intenditori di medicina alternativa suggeriscono di trattare le allergie con i seguenti metodi:

  • applicare impacchi di cetriolo, mela, patata sulla pelle colpita,
  • quando si sbuccia la pelle, applicare crema acida fatta in casa o burro sulle aree interessate con uno strato sottile,
  • usa tinture di iperico e corteccia di quercia,
  • fare il bagno con estratti di origano, camomilla, fiordaliso, spago.

Attenzione! L'effetto del trattamento alternativo si osserva solo in combinazione con la medicina tradizionale. Prima di applicare i metodi sopra indicati per sbarazzarsi delle allergie, è necessario consultare il proprio medico. Le medicine a base di erbe sono considerate forti allergeni, quindi se si verifica una reazione crociata, il trattamento alternativo deve essere annullato e il medico deve essere avvertito del deterioramento.

Riassumendo

Un'allergia alle parti metalliche viene facilmente trattata e raramente porta a condizioni complicate. Tuttavia, non è consigliabile ritardare la terapia, altrimenti la malattia contribuisce a condizioni favorevoli per lo sviluppo di altri problemi di salute.

In caso di ipersensibilità al metallo, evitare il contatto prolungato con prodotti metallici e in caso di allergie, seguire tutte le istruzioni mediche.

Allergia ai metalli: non solo un problema estetico.

Sembrerebbe una seccatura fastidiosa, e in qualche modo è persino scomodo definirlo un fastidio: non posso indossare gioielli... Scherzo di amici: "Cara donna, dammi solo l'oro!" E qui in qualche modo non sto ridendo: nel punto in cui il metallo viene a contatto con la pelle, si verificano arrossamenti e gonfiori, quindi appare una piccola eruzione cutanea acquosa e per finire tutto incredibilmente prurito. E va bene, la questione riguarda solo anelli, orecchini, catene, bracciali e orologi... Ogni acquisto di nuovi jeans implica un'attenta fodera di bottoni e rivetti con pezzi di cotone dall'interno, fibbie metalliche sulla cintura sono un tabù completo e guai a me se la chiusura tocca la pelle o "osso" su un reggiseno!

Nonostante l'apparente “frivolezza” di questo problema, i segni di una reazione allergica del corpo ai metalli sono osservati in un modo o nell'altro in ogni decimo abitante della Terra, e questa tendenza sta diventando sempre più evidente ogni anno. Oltre alla reazione più comune al nichel e alle sue leghe, si può osservare un'allergia anche ai prodotti in oro, in questo caso non all'oro stesso (è abbastanza indifferente), ma a varie impurità presenti nella lega dei gioielli (ad esempio il palladio).

La base di una tale reazione atipica è un malfunzionamento del sistema immunitario: il corpo percepisce il metallo e i suoi prodotti di ossidazione come un pericoloso elemento estraneo, inizia a combatterli e produce anticorpi che si accumulano gradualmente nel sangue. Per questo motivo, un'allergia al metallo, di regola, non appare immediatamente, ma dopo qualche tempo, quando la concentrazione di anticorpi nel sangue raggiunge un certo valore.

Se il problema è limitato solo dalle manifestazioni della dermatite da contatto, come nel mio caso, questo non è poi così grave. È molto più grave quando le manifestazioni di allergia sono di natura sistemica: oltre alle eruzioni cutanee di varia localizzazione (e non solo nei punti di contatto diretto del metallo con la pelle), il paziente può lamentare mal di testa, problemi al tratto digestivo (nausea, vomito, gonfiore, dolore addominale, costipazione o diarrea), naso che cola grave o mancanza di respiro, temperatura prolungata del subfebrile (leggermente superiore a 37 ° C), dolore alle articolazioni e ai muscoli:

Una delle reazioni allergiche più pericolose ai metalli è l'edema di Quincke, soprattutto quando il gonfiore cattura non solo i tessuti per lo più morbidi della testa, del viso e del collo dall'esterno, ma c'è anche un forte gonfiore interno della laringe - in questo caso, se al paziente non viene dato un aiuto immediato, potrebbe morire dal soffocamento.

Le manifestazioni di una reazione allergica ai metalli possono verificarsi non solo con il contatto diretto del metallo con la pelle (gioielli, orologi, indumenti in metallo, piercing), ma anche a seguito di un contatto prolungato con oggetti domestici in metallo (monete, posate, idraulici, maniglie delle porte, anche su mobili da cucina), cosmetici, vari coloranti e prodotti chimici domestici contenenti metalli e anche quando si consumano alimenti ricchi di metalli sotto forma di oligoelementi:

In varie quantità, i metalli si trovano anche nell'acqua potabile (di solito sotto forma di sali) e nel suolo; il contatto con essi non può essere completamente escluso.

Le manifestazioni di un'allergia al metallo possono creare problemi durante l'installazione di controventi, corone di denti in metallo-ceramica, protesi. Provocano anche difficoltà quando si utilizza l'apparato Ilizarov convenzionale (se gli aghi per maglieria al suo interno non possono essere sostituiti con oro o non magnetici), a volte rendono impossibile installare speciali piastre metalliche per fissare frammenti ossei durante fratture o protesi metalliche delle articolazioni. Se in precedenza hai avuto sintomi di un'allergia ai metalli, dovresti assolutamente informare il tuo medico di questo, al fine di evitare gravi complicazioni.

Le ragioni che spingono il sistema immunitario a rispondere ai metalli in questo modo non sono ancora state stabilite. Sono noti solo alcuni fattori che aumentano la probabilità di sviluppare una reazione allergica:

- noti casi di allergie simili nei parenti di sangue;
- affiliazione di genere;
- manifestazioni di allergia ad altri possibili allergeni;
- contatto prolungato con metalli per vari motivi.

Le manifestazioni di un'allergia ai metalli sotto forma di dermatite allergica vengono diagnosticate senza problemi sia nella posizione che nell'aspetto delle eruzioni cutanee, e inoltre mediante uno speciale test allergologico (sfortunatamente, fino a poco tempo fa è stato effettuato solo su nichel). Per fare ciò, un cerotto contenente metallo viene incollato all'interno dell'avambraccio o sul retro del paziente e tenuto per 48 ore. Quindi, viene valutata la condizione della pelle sotto il cerotto: i segni di infiammazione indicheranno una maggiore sensibilità al metallo.

La diagnosi in questo caso di rinite allergica o fenomeni asmatici non è troppo difficile: particelle di metallo vengono spruzzate sulla mucosa dei passaggi nasali, che viene quindi controllata per gonfiore e segni di infiammazione.

È molto più difficile diagnosticare con precisione altre manifestazioni sistemiche di un'allergia ai metalli (dal tratto gastrointestinale, dal sistema nervoso).

A causa della mancanza di comprensione delle cause delle allergie ai metalli, il trattamento è sintomatico. Con dermatite allergica da contatto ed eczema allergico, è indicato l'uso di antistaminici, pomate cutanee con corticosteroidi, con infezione batterica di eruzioni cutanee (principalmente da pettine), pomate combinate con corticosteroidi e antibiotici.

Con manifestazioni di allergia sistemica ai metalli, è anche possibile prescrivere farmaci antiallergici, ma l'enfasi principale è su una dieta speciale, progettata per ridurre l'assunzione di metalli nel corpo (in particolare, il nichel) insieme al cibo. Naturalmente, i metalli sotto forma di oligoelementi sono vitali per il nostro corpo: partecipano a vari processi metabolici, regolano lo stato del sistema nervoso, sono responsabili della salute della pelle, dei capelli e delle unghie, ecc., Quindi è impossibile abbandonarli completamente. Tuttavia, puoi provare a ridurre la percentuale di alimenti con un contenuto relativamente elevato dello stesso nichel nella dieta per eliminare rapidamente i sintomi e prevenire la ricaduta della malattia. Gli alimenti ricchi di nichel includono:

- cacao e prodotti che lo utilizzano;
- frutti di mare (molluschi, crostacei);
- tutti i tipi di cibo in scatola;
- legumi;
- arachidi, nocciole, noci;
- Farina integrale.

È completamente impossibile sbarazzarsi di un'allergia ai metalli, sfortunatamente, sarà il tuo compagno per tutta la vita, tuttavia, puoi provare a minimizzare le sue manifestazioni.

Per prevenire l'insorgenza di allergie ai metalli, è consigliabile attenersi alle seguenti regole:

- indossare gioielli e piercing realizzati esclusivamente con leghe ipoallergeniche;
- se possibile, evitare il contatto diretto di metallo e pelle, soprattutto a lungo;
- utilizzare pentole e utensili in materiali alternativi (smaltati, ceramica, vetro);
- è desiderabile abbandonare le posate fatte di leghe contenenti nichel.

24 agosto 2017, 7:03