Allergie ai gatti nei bambini: cause e trattamento

Allergeni

Ciao cari lettori. Oggi scopriremo perché i bambini possono avere un'allergia ai gatti, come si manifesta, cosa dovrebbero fare i genitori in questo caso.

Manifestazioni di allergie ai gatti nei bambini

Le allergie ai gatti nei bambini non sono legate né alla razza del tuo gatto né alla lunghezza del pelo.

La reazione non si verifica sul gatto stesso (cioè non sui suoi capelli). I medici isolano dodici allergeni "gatto".

Ma i più pericolosi sono la saliva animale, le urine e le particelle di pelle. Contengono un tipo speciale di proteine ​​proteiche, che provoca al bambino la più grave reazione allergica.

È sufficiente che il gatto sia seduto sulla sedia, tocchi gli abiti dei bambini e su di essi si poseranno immediatamente particelle invisibili morte morte della pelle dell'animale domestico.

Le particelle possono rimanere nell'aria per diverse ore e il bambino le inala con l'aria. Quindi si sistemano. Tappeti, mobili imbottiti, letti sono particolarmente pericolosi in termini di accumulo di allergeni..

È comune che un gatto si lecchi costantemente il pelo, mentre la saliva, che contiene una proteina allergenica, rimane sul pelo.

Piccole goccioline di urina sono sempre presenti sulle zampe dell'animale dopo aver visitato il vassoio della toilette.

I gatti ipoallergenici in natura semplicemente non esistono, tutti possono causare allergie nel tuo bambino.

E quando l'immunità è ridotta e c'è una tendenza alle manifestazioni allergiche, la reazione dei bambini anche al contatto a breve termine con un gatto può essere molto burrascosa.

Gli studi hanno dimostrato che i gatti hanno più proteine ​​allergeniche rispetto ai gatti. La castrazione dei gatti riduce significativamente il livello di proteine ​​pericolose.

I medici tendono tuttavia a credere che le razze di gatti nudi o ricci, ad esempio la sfinge o il Devon Rex, siano leggermente meno allergenici e i più pericolosi siano i peli lunghi: angora, siberiano, persiano, ecc..

Ma anche uno sphynx o orientale può causare una reazione allergica in un bambino allergico, quindi in questo caso non dovresti portare a casa un gattino “nudo” per eliminare il rischio.

Cani, criceti, pappagallini, secondo le statistiche, causano allergie infantili molto meno spesso.

Segni di reazioni allergiche nei bambini ai gatti

È molto importante per i genitori che hanno un animale domestico che fa le fusa in casa sapere come i bambini sono allergici ai gatti.

Una reazione può verificarsi nei bambini sotto forma di un singolo sintomo o della loro combinazione, immediatamente o dopo alcune ore.

È necessario essere vigili e mostrare al bambino un allergologo se compaiono tali segni:

  • Il naso è costantemente bloccato (un naso che cola può o non può essere), le mucose del rinofaringe si gonfiano.
  • C'è uno starnuto frequente, nel rinofaringe nei bambini.
  • Gli occhi diventano rossi, la lacrimazione si intensifica (questa è una congiuntivite allergica).
  • Tosse secca, raucedine si sviluppa, respiro sibilante può essere sentito in mancanza di respiro.
  • I sintomi dell'asma in una reazione allergica comprendono tosse lunga, respiro corto, le labbra possono diventare blu a causa della carenza di ossigeno.
  • Letargia improvvisa appare senza motivo, sonnolenza, peggioramento dell'umore, diminuzione dell'immunità.
  • Sulla pelle dei bambini, si verifica un'irritazione: un'eruzione cutanea simile agli alveari, può svilupparsi l'eczema.
  • La pelle può arrossarsi, prudere, sbucciarsi.

Uno sviluppo pericoloso della malattia (shock anafilattico o edema di Quincke) appare molto raramente con una tale allergia, ma lo sviluppo della malattia nell'asma o nella bronchite ostruttiva, purtroppo, non è raro.

Se i bambini sono in realtà allergici ai gatti, i sintomi compaiono quando interagiscono con l'animale o qualche tempo dopo.

Ad esempio, ad una festa il bambino giocava con l'animale e già a casa i suoi occhi diventavano rossi, apparivano starnuti e così via..

Succede anche che nei bambini l'allergia non sia in grado di svilupparsi su tutti i gatti, ma su una razza e persino su un solo animale specifico (e non sempre, ma, ad esempio, solo in un momento in cui l'immunità dei bambini è ridotta).

Le reazioni allergiche nei bambini possono verificarsi stagionalmente. Ad esempio, le allergie possono verificarsi solo in primavera..

I medici lo spiegano con il fatto che i bambini a volte hanno diverse fonti di malattia. Quindi in primavera i bambini reagiranno fortemente al polline, diventando sensibili agli altri allergeni..

La primavera passa, l'immunità si rafforza e il gatto può smettere di causare irritazione allergica.

In alcuni bambini, le allergie ai gatti possono scomparire con l'età, mentre altri possono svilupparsi fino all'asma. Tutto questo è molto individuale, quindi è così importante andare subito dal medico, non ritardare una visita..

I bambini hanno maggiori probabilità di sviluppare allergie ai gatti se hanno, ad esempio, dermatite atopica, febbre da fieno, intolleranza a determinati alimenti.

Sfortunatamente, le allergie ai gatti nei bambini sono molto spesso ereditarie e se entrambi i genitori hanno un'allergia, la probabilità che il bambino sia allergico è di circa l'80%.

Come viene diagnosticata l'allergia ai gatti e come viene trattata

Se non sai se i sintomi allergici di tuo figlio sono associati a un gatto, cerca di assicurarti che per qualche tempo non ci sia contatto con l'animale.

Dare il gatto agli amici per un po ', fare le pulizie di primavera. Monitora le condizioni del bambino.

Se è allergico a un gatto, cosa fare?

Come con qualsiasi reazione allergica, è necessario visitare un medico, soprattutto perché le manifestazioni di allergie a gatti e sostanze chimiche, polline di piante e polvere domestica sono molto simili.

Un allergene viene rilevato nei bambini mediante esami della pelle o esami del sangue. Il trattamento di solito prevede l'assunzione di antistaminici (per bloccare l'istamina, la cui produzione quando si incontra un allergene diventa eccessiva, il che provoca una reazione allergica).

Il medico può anche prescrivere decongestionanti (riducono il gonfiore e consentono al muco di fuoriuscire), vasocostrittori (influenzano il raffreddore comune) o rimedi locali (gocce negli occhi, naso) per ridurre i sintomi.

Inoltre, un allergologo può prescrivere un corso di terapia con l'uso di agenti antisintomatici e immunomodulanti che agiscono in modo complesso, attivando il corpo per combattere gli allergeni..

Ma l'unico metodo assolutamente efficace per liberare un gatto dai bambini con manifestazioni allergiche è la mancanza di contatto con lei.

Prevenzione

Le misure preventive sono semplici:

  • Ventilare l'appartamento più spesso, fare la pulizia bagnata ogni giorno.
  • Disporre il gatto e tutti i suoi accessori dove il bambino non è molto spesso.
  • Lavare il gatto regolarmente (almeno due volte ogni sette giorni).
  • Il gatto dovrebbe mangiare solo alimenti di qualità.

Con lievi allergie nei bambini, queste azioni hanno un effetto. Ma con un serio sviluppo di reazioni, è necessario visitare immediatamente un medico e dare un animale domestico a qualcuno.

Allergia ai gatti nei bambini

L'allergia ai gatti nei bambini è una reazione protettiva di un organismo alle proteine ​​estranee. Sono considerati dal sistema immunitario pericolosi per la salute. Si ritiene erroneamente che la fonte della malattia sia il pelo degli animali. In realtà, le proteine ​​si trovano nella saliva, nelle urine, nelle feci, nelle squame della pelle degli animali domestici.

Qualsiasi contatto con un gatto, trovarsi nella stessa stanza con esso può provocare la comparsa di sintomi reattivi. La malattia è di natura stagionale, richiede un'adeguata diagnosi e un trattamento serio. In casi avanzati, può essere complicato da edema, asfissia, shock anafilattico, asma o bronchite ostruttiva di Quincke..

Allergia ai gatti nei bambini: i sintomi principali

Le allergie ai gatti nei bambini sono caratterizzate da alcuni segni che è difficile non notare per i genitori premurosi. Tutti loro appaiono contemporaneamente o parzialmente:

  1. Apparato respiratorio - congestione nasale, tosse secca, lacrimosa, raucedine, difficoltà respiratoria con respiro sibilante o fischi, starnuti frequenti.
  2. Organi visivi: congiuntivite, lacrimazione abbondante, arrossamento del mantello proteico, fotofobia, gonfiore delle palpebre, prurito agli occhi.
  3. Tegumenti: eruzione cutanea in varie forme (macchie, orticaria), iperemia (arrossamento) di singole aree, prurito, desquamazione, eczema.
  4. Condizioni generali - debolezza, apatia, aumento dell'affaticamento, sonnolenza, disturbi del mal di testa, riduzione dell'attenzione, concentrazione, lacrimazione senza causa, febbre.

Molti di questi sintomi sono causati da altri allergeni (cibo, droga, famiglia). Per stabilire la causa esatta della malattia, è necessario sottoporsi a un esame speciale e diagnosticare accuratamente la malattia.

Chi contattare per una diagnosi?

È preferibile condurre ricerche in istituti medici specializzati. All'appuntamento con un allergologo, dovrai parlare di tutti i cambiamenti notati nel comportamento e nella salute del bambino, indicare l'età e la frequenza del loro aspetto. Di solito, un esame esterno non è sufficiente per la diagnosi e il paziente riceve un rinvio per test di laboratorio:

  • esami del sangue e delle urine;
  • rimozione dell'immunogramma;
  • test cutanei allergenici.

Secondo gli esperti, un allergene può causare una reazione dolorosa ad altri fattori provocatori. Quindi, l'allergia alimentare aumenta la suscettibilità del corpo del bambino a polvere, polline di piante, animali. Per questo motivo, qualsiasi trattamento include non solo i farmaci, ma anche una dieta rigorosa durante le esacerbazioni (rifiuto di dolci, farina, cioccolato, agrumi).

Quali farmaci assumere?

Il regime di trattamento è elaborato e monitorato dal medico, poiché si basa sull'uso di antistaminici. In casi complicati gravi, non può fare a meno di iniezioni e ricoveri. Elenco di antistaminici disponibili per i bambini:

Dai sei anni in suRaggiunto tre anni o piùPiù di un anno e meno di tre anniInfermiere di età inferiore a un annoAiuti di emergenza
Ts etirizineKetothefenErius SyrupGocce Zirtekdesametasone
suprastinClaritinTavegilGocce FenistilAdvantan
budesonide

Per facilitare la respirazione, usano Aqualor, No-salt, Aquamaris. I preparati a base di carbone attivo, Polysorb, Enterosgel aiuteranno ad alleviare l'intossicazione..

La medicina tradizionale raccomanda di fare l'interno e fare bagni con decotti di camomilla, calendula, spago, sedano. La pertinenza e l'idoneità di determinati fondi in ciascun caso è determinata dal medico curante.

Condizioni sanitarie

Come mezzo più efficace, qualsiasi medico proporrà di escludere il contatto del bambino con il gatto e liberarsene. Ma questa opzione è inaccettabile se l'animale è considerato un membro della famiglia. In caso di manifestazioni allergiche minori, si propone di osservare una serie di semplici regole igieniche e igieniche:

  • costante mantenimento della pulizia in casa;
  • rimozione giornaliera della polvere mediante lavaggio a secco e ad umido;
  • sbarazzarsi di tappeti, peluche, copriletti in pile;
  • rivestimenti per pavimenti in laminato, linoleum, parquet;
  • mantenere la pulizia di ciotole per gatti, servizi igienici;
  • tenere l'animale fuori dal vivaio;
  • frequente cambio di lenzuola e vestiti;
  • frequenti bagni regolari dell'animale domestico;
  • monitorare l'igiene personale del bambino.

Le allergie ai gatti nei bambini sono spesso una reazione secondaria alla polvere, al polline, alle piante che l'animale porta a casa dopo una passeggiata (tutto ciò rimane sul suo mantello). Il bagno costante dell'animale riduce al minimo il rischio di sviluppare la malattia nel bambino. Si noti che i gatti delle razze Sfinge, Bomba e Siberia, nonché gli animali con un leggero colore monofonico, diventano molto meno probabili essere fonti della malattia..

Allergia ai gatti nei bambini

Secondo gli psicologi, gli animali domestici hanno un effetto benefico sullo stato psico-emotivo di una persona. Tuttavia, molto spesso un'allergia non consente di ottenere un gatto, le cui vittime non sono solo adulti, ma anche bambini. Ciò che provoca la comparsa di sintomi spiacevoli ed è possibile liberarsene?

Congenito o acquisito?

In effetti, l'allergia è una reazione potenziata dell'immunità del corpo a sostanze che di solito non causano danni al corpo e non provocano tale risposta. Ma per qualche ragione, il nostro corpo li percepisce come ostili e intensamente "segnali" sul contatto con loro.

Un'allergia ai gatti può essere congenita? Gli allergologi affermano che se i genitori o altri parenti stretti hanno una predisposizione alle reazioni allergiche, anche il bambino lo avrà. Allo stesso tempo, sia un animale che una pianta o qualsiasi prodotto possono provocare la comparsa di sintomi spiacevoli..

Non la stessa malattia è ereditata, ma solo una predisposizione ad essa. Pertanto, se c'è un gatto in casa, aumentano significativamente le possibilità che il bambino sviluppi un'allergia.

Tuttavia, accade anche che i genitori non abbiano mai sofferto di allergie, ma in un bambino fiorisce con un colore magnifico. Le ragioni possono essere diverse:

  • utilizzo da parte della madre durante la gravidanza o l'allattamento al seno di vari cibi "aggressivi", ad esempio agrumi, alcool, cibi piccanti, cioccolato;
  • stress - contrariamente all'opinione generalmente accettata, non è meno nella vita dei bambini che in un adulto.

In questo caso, tutto può fungere da allergene e poiché i gatti sono in molte famiglie, spesso diventano il "grilletto".

Fatto interessante! Le persone inclini all'ipertensione (pressione sanguigna cronica alta) hanno maggiori probabilità di soffrire di allergie ai gatti.

Segni e sintomi di una reazione allergica

Uno dei sintomi delle allergie è una varietà di eruzioni cutanee, tra cui orticaria

Con le allergie, si osservano i seguenti sintomi:

  1. Problemi di respirazione. Tosse, raucedine, respiro sibilante, respiro corto, respiro sibilante dovuto al restringimento delle vie aeree, attacchi di asma: tutti questi fenomeni possono essere sintomi di un'allergia asmatica. Se non presti attenzione e agisci in tempo, potrebbero verificarsi asfissia o shock anafilattico..
  2. Danni alla pelle. Varie eruzioni cutanee (diatesi). Il più delle volte si manifesta durante l'infanzia, ma a volte può essere osservato negli adulti. Un altro tipo di eruzione cutanea, comunemente noto come orticaria, assomiglia a un'ustione di ortica o alle punture di zanzara. È spesso accompagnato da prurito, il bambino "pettina" le aree colpite e l'infezione può entrare nel corpo attraverso queste aree. Inoltre, spesso rimangono cicatrici..
  3. Congiuntivite allergica. Molto spesso si manifesta sotto forma di lacrimazione, fotofobia, gonfiore delle palpebre, sensazioni di "sabbia negli occhi". Se il bambino è ancora piccolo, dovresti prestare attenzione alle seguenti azioni: il bambino spesso si strofina gli occhi con le mani, sbatte le palpebre rapidamente e chiude gli occhi nella luce.
  4. "Febbre da fieno". La mucosa nasale si infiamma a lungo, causando starnuti, naso che cola, prurito, difficoltà respiratorie a causa di congestione nasale. Può portare a mal di testa, riduzione della concentrazione. In forma avanzata, può causare edema di Quincke. Fare attenzione a non portare la malattia a questo stadio.!

Se appare uno o più dei sintomi elencati, dovresti assolutamente consultare un allergologo. Non cercare di determinare la presenza o l'assenza di allergie da solo e non ricorrere a "metodi popolari".

Nei casi in cui si tratta di un neonato (soprattutto con l'alimentazione artificiale), vale la pena monitorare attentamente tutte le sue reazioni al fine di notare i sintomi pericolosi in tempo e adottare misure.

Ricorda! Il corpo del bambino è molto più sensibile dell'adulto e quindi anche le normali manifestazioni di allergie (starnuti, eruzioni cutanee) non possono essere ignorate.

Ci sono gatti "ipoallergenici"?

Deve essere chiaro che le allergie non sono causate dai gatti stessi. La malattia si manifesta come una reazione alle proteine ​​contenute nei peli del gatto, scaglie di pelle, particelle di sudore, saliva, forfora, feci. Tracce di queste sostanze vengono trasportate nell'aria, rimangono su vestiti e mobili, quindi il bambino non deve toccare il suo animale domestico o essere nella stessa stanza con lei per far sì che si manifestino sintomi allergici. Prima di acquistare un gatto, ti consigliamo di considerare i seguenti fatti:

  1. Non c'è differenza tra un gatto a pelo lungo e un gatto a pelo corto.
  2. Quando l'allergia del bambino è al pelo, l'acquisizione di un gatto senza peli può risolvere il problema. Una delle razze popolari è la Sfinge..
  3. Ci sono momenti in cui un bambino è allergico a una particolare razza di gatto.

Se il bambino ha già un'allergia al mantello, la sua predisposizione può provocare una reazione ad altri tipi di allergeni. E anche la "sfinge" può diventare una fonte di malattia.

Se il bambino è allergico ai peli, un gatto sphynx può essere una buona opzione

Trattamento

Per fare una diagnosi e determinare la causa delle allergie, il medico esamina il bambino e prescrive anche una serie di esami:

  • esami del sangue e delle urine;
  • un immunogramma;
  • test di scarificazione.

A seconda dello stadio della reazione allergica e dei sintomi, il medico determina il regime di trattamento e prescrive farmaci. Di norma, per neonati e lattanti, i preparati sono prescritti sotto forma di gel, spray. Se è necessaria assistenza medica urgente, vengono utilizzate iniezioni.

  1. Se hai bisogno di un rapido effetto sul corpo e dell'eliminazione di numerosi sintomi correlati di allergie, vengono utilizzati corticosteroidi sistemici, ad esempio il desametasone. Ha un pronunciato effetto anti-infiammatorio e anti-allergenico..
  2. Quando è necessario eliminare rapidamente i sintomi locali di gravi allergie, vengono prescritti corticosteroidi locali, come unguento Advantan 0,1%, spray budesonide.
  3. Al fine di bloccare l'effetto dell'allergene sul corpo, vengono utilizzati antistaminici. Per i bambini più piccoli (da 1 mese a sei mesi) - Dimetinden gocce (Fenistil), da 6 a 12 mesi - Zirtek (Cetirizine). Ai bambini più grandi viene prescritto Zirtek.
  4. Con lo sviluppo di reazioni allergiche acute, i medici usano l'iniezione di Suprastin.
  5. In alcuni casi, i medici possono prescrivere farmaci che hanno un effetto vasocostrittivo, antispasmodico ed eubiotico.

Importante! Non automedicare. Solo un medico può prescrivere la medicina giusta e determinare il dosaggio corretto, a seconda delle caratteristiche individuali del corpo del bambino.

Prodotti per il controllo delle allergie (Galleria)

Prevenzione

Se è accertato che la causa dell'allergia è davvero un gatto, il medico consiglierà di escludere l'animale domestico dal vivere nello stesso appartamento di un bambino allergico. Se, per qualche motivo, ciò non può essere fatto, devono essere prese misure per ridurre al minimo l'esposizione all'allergene. Gli stessi metodi possono essere utilizzati per la profilassi se esiste una predisposizione alle allergie..

  1. Prima di tutto, quando si tratta di un neonato, continuare l'allattamento il più a lungo possibile. Ciò non solo ridurrà il rischio di allergie rispetto all'alimentazione artificiale, ma aumenterà anche l'immunità generale del bambino.
  2. Riduci il contatto del bambino con il gatto. Assicurati che prenda raramente il suo animale domestico tra le sue braccia, non lo porti in faccia, ecc..
  3. Bagna quotidianamente la tua casa con detergenti e ionizzatori d'aria..
  4. Non lasciare che il gatto dorme sul letto del bambino. Assicurati che non ci siano bozze nell'appartamento. Tieni la porta del vivaio ben chiusa.
  5. Se hai tappeti a casa, prova a sostituirli con un rivestimento duro - linoleum o laminato. I tappeti, come i tappeti, accumulano un gran numero di particelle diverse.
  6. Chiudi saldamente tutte le librerie e gli scaffali dei vestiti.
  7. Usa cuscini artificiali.

O forse passerà?

In caso di allergia, in nessun caso dovresti aspettarti che si "risolva da solo". I sintomi da soli non scompariranno. Inoltre, non fare affidamento sul fatto che suo figlio "crescerà". Le allergie non vanno via con l'età. Quando si utilizzano antistaminici prescritti dal medico, è possibile ridurre o addirittura ridurre a zero il numero di manifestazioni.

Allergia ai gatti nei bambini (video)

Ricorda che l'allergia ai gatti è una malattia che, se non prestata adeguata attenzione, può portare a gravi complicazioni. Ecco perché è così importante diagnosticare la malattia in tempo e iniziare a curarla. Non ritardare la visita dal medico. Salute a te e al tuo bambino!

Come è l'allergia ai gatti nei bambini e negli adulti

Le allergie ai gatti sono un problema che chiunque può affrontare. Pertanto, è importante sapere perché si sviluppa, come si manifesta, con quali mezzi per combatterlo e come evitarlo, se ci sono gatti che non causano allergie nelle persone e come le persone allergiche vivono nella stessa casa con un animale domestico soffice.

Come con qualsiasi malattia allergica, la causa delle allergie ai gatti è una proteina estranea. La proteina Fel d 1 è prodotta dalle ghiandole sebacee di gatti di tutte le razze, che si tratti di Maine Coon o di Toyobob.

  • è in forfora,
  • entra in pelle, lana, zampe, escrementi di animali.

Di conseguenza, è distribuito assolutamente in tutto l'appartamento, trovandosi su mobili, tappeti, pareti, peluche, libri, ecc..

È logico che il "venditore ambulante" più attivo di proteine ​​sia la lana. Si disperde in tutto l'appartamento, stabilendosi su superfici e cose. Tuttavia, anche le sfingi (anche se non le tocchi) causano allergie - perché?

La reazione può svilupparsi sull'epitelio, o meglio, sulle sue particelle, che esfoliano dalla pelle dell'animale e si diffondono anche nella stanza, si mescolano con la polvere e arrivano alla persona. Inoltre, il proprietario è in qualche modo costretto a ripulire l'animale, dargli da mangiare, quindi il contatto non può essere evitato.

L'allergene Fel d 1 è una delle sostanze irritanti più aggressive, non solo tra quelle domestiche, ma tra tutte le proteine ​​allergeniche in linea di principio. Tuttavia, i gatti possono anche vantarsi della proteina Fel d 2, che si trova nella forfora e nella saliva. Pertanto, anche un morso di gatto o un graffio su una zampa appena leccata provoca una reazione. Vale la pena notare che gli stessi graffi di gatto sono dolorosi e mal curati e per chi soffre di allergie questa situazione è aggravata da una risposta inadeguata del sistema immunitario.

Foto: pulci nella pelliccia di un gatto

Ma non sempre la causa dell'allergia è il gatto stesso. Le reazioni di ipersensibilità possono svilupparsi:

  • su pulci o altri parassiti;
  • cibo per gatti (anche cibo per gatti ipoallergenico Le colline / colline possono causare una reazione eccessiva nell'uomo);
  • sulla lettiera per gatti;
  • prodotti per la cura degli animali (ad es. shampoo);
  • e così via.

Vale la pena notare che un'allergia a un gatto può apparire all'improvviso. L'animale ha vissuto nell'appartamento per diversi anni, e quindi il proprietario senza motivo ha sviluppato ipersensibilità. Esistono diversi modi per spiegare questo fenomeno:

  1. Stress psico-emotivo. Molto spesso, questa ragione è rilevante nei bambini: un animale ha morso, graffiato, rovinato un giocattolo preferito - questi eventi possono innescare lo sviluppo di allergie. Lo stress non può essere correlato all'animale: morte di un parente, divorzio dei genitori, trasferimento, cambio di scuola, ecc. Gli adulti che hanno sperimentato lo stress (anche se apparentemente minimo) possono anche svegliarsi improvvisamente allergici;
  2. Insufficienza del sistema immunitario. Dopo malattie prolungate, lunghe e gravi, l'immunità spesso fallisce e il corpo inizia a rispondere a una proteina apparentemente familiare;
  3. Regolazione ormonale. Adolescenza, inizio dell'attività sessuale, gravidanza, malattie del sistema endocrino.

Allergia crociata

L'allergia crociata è più caratteristica della febbre da fieno, tuttavia, la proteina felina ha anche i suoi "doppi", che possono causare una reazione eccessiva in una persona sensibilizzata.

Un tipoAllergeni incrociati
Famiglia felinaLe persone con questa allergia hanno spesso un'allergia ad altri rappresentanti felini: tigri, leoni, giaguari, leopardi. Ecco perché le persone con allergie ai gatti non si sentono bene nei circhi e negli zoo..
Sindrome del gatto da maialeUna persona sensibile può sviluppare allergie alimentari quando mangia carne di maiale e qualsiasi prodotto a base di essa. Inoltre, la letteratura descrive i casi di sviluppo di shock anafilattico durante lo sforzo fisico dopo aver mangiato carne di manzo o di maiale.
Altri animali (allergene - albumina sierica felina)Possibili reazioni a cani e altri animali - cavalli, bovini, suini, roditori, animali da pelliccia (ad es. Visoni e volpi)

Sintomi di Cat Allergy

In media, i primi segni di allergia ai peli di gatto sono già 5 minuti dopo essere stati con l'animale nella stessa stanza. Senza trattamento del suo picco, i sintomi raggiungono dopo 2,5-3 ore, con l'aiuto di antistaminici, i sintomi possono essere completamente eliminati dopo 20 minuti.

Se una persona ha l'asma bronchiale, un attacco di broncocostrizione si sviluppa entro 15-20 minuti dopo il contatto con l'animale, ma ci sono casi in cui la pervietà bronchiale è diminuita dopo 2-3 ore.

Foto: manifestazione di una reazione allergica in un bambino dopo il contatto con un gatto

Le allergie ai gatti danno sintomi piuttosto intensi, gravi e interferiscono con le attività quotidiane:

Congiuntivite allergica

  • prurito intenso;
  • gonfiore delle mucose e della cornea (l'edema è percepito come la presenza di un corpo estraneo, soprattutto quando distoglie lo sguardo);
  • arrossamento, sensazione di sabbia negli occhi, lacrimazione intensa, visione offuscata temporanea.

Rinite allergica

Nelle persone allergiche si osserva congestione nasale, rendendo impossibile la respirazione nasale, accompagnata da secrezione abbondante, prurito al naso, causando ripetuti starnuti.

La mucosa si asciuga spesso, appaiono microcricche, che causano la comparsa di strisce di sangue nelle secrezioni nasali. Il prurito di solito si diffonde alle orecchie, al rinofaringe, una persona diventa irritabile e irrequieta, perché non può eliminare questa sensazione dolorosa;

Bronchite allergica

  • tosse,
  • a volte mancanza di respiro,
  • solletico e solletico nei bronchi;

Asma bronchiale atopico

Può svilupparsi come conseguenza di un'allergia respiratoria che non è stata trattata o come sintomo quasi di debutto. Quindi, c'è la possibilità di asma in assenza di sintomi di rinite e congiuntivite.

  • La malattia accompagna una tosse secca e intensa con la separazione dell'espettorato magro alla fine dell'attacco,
  • soffocamento,
  • sensazione al petto,
  • respiro sibilante secco,
  • a volte reazioni psico-emotive, come la paura della morte;

Manifestazioni cutanee

  • Orticaria nel punto di contatto con l'animale (acne o vesciche piene di liquido chiaro e prurito),
  • eruzione cutanea,
  • arrossamento della pelle,
  • peeling,
  • prurito (eczema).

A volte questi sintomi compaiono non solo direttamente nell'area dell'allergene, ma sul viso, sul lato interno degli avambracci, sul collo, sullo stomaco;

Manifestazioni comuni

Con un fenomeno come un'allergia ai gatti negli adulti, la temperatura di solito non aumenta, tuttavia, tutto è individuale.

  • Spesso una persona allergica sente un aumento della temperatura, mentre rimane normale. Ciò è dovuto all'espansione attiva dei vasi sanguigni, tra cui sul viso.
  • A volte aumentano i linfonodi cervicali o sottomandibolari, compaiono debolezza, irritabilità, pianto, sonnolenza, le prestazioni sono significativamente ridotte.

Sfortunatamente sì. Se una persona sensibile viene a contatto con un animale, possono svilupparsi shock anafilattici o edema di Quincke e queste sono condizioni che minacciano direttamente la vita.

Inoltre, un allergene di gatto può causare la formazione di uno stato asmatico (un attacco duraturo di asma bronchiale), che può anche portare alla morte.

I sintomi negli adulti, come già accennato, sono piuttosto gravi, ma le manifestazioni di allergia ai gatti nei bambini di solito sono molte volte più intense e meritano un'attenzione speciale.

Allergia ai gatti nei bambini, nelle donne in gravidanza e in allattamento

Una donna dovrebbe pensare alla presenza di allergie negli animali nella fase di pianificazione di un bambino. In primo luogo, durante la gravidanza, i sintomi possono peggiorare e nel primo trimestre quasi tutti gli antistaminici sono controindicati.

  • un'eruzione cutanea appare in tutto il corpo,
  • gli occhi si gonfiano e arrossiscono,
  • il prurito spesso ti tiene sveglio.

Tutto ciò influisce non solo sulle sue condizioni, ma anche sulla salute del feto..

Un'allergia ai gatti nei neonati è pericolosa a causa della possibilità di arresto respiratorio, sia a causa di edema che di riflesso. Nei neonati, i sintomi sono generalmente pelle e gastrointestinali, sebbene si manifestino rinite e congiuntivite..

  • Di solito, le feci sono rotte nella direzione del rilassamento, il bambino può rifiutare di mangiare, sputare spesso, piangere durante e dopo l'alimentazione.
  • Orticaria, arrossamenti compaiono su viso e collo, stomaco, schiena, glutei. Tale reazione nei neonati può verificarsi in caso di contatto diretto con un gatto.

Un bambino raro che ha raggiunto l'età di 4-5 anni non chiede ai genitori un animale domestico. Le condizioni di alloggio non consentono sempre di tenere i cani, i piccoli animali nelle gabbie hanno pochi contatti, quindi spesso la scelta ricade sul gatto.

L'allergia a un gatto in un bambino dà gli stessi sintomi, solo che sono più intensi:

  • il gonfiore delle mucose e del grasso sottocutaneo spesso interferisce con l'apertura degli occhi;
  • diversi linfonodi singoli si infiammano o un gruppo contemporaneamente;
  • appare un mal di testa piuttosto intenso, la temperatura aumenta;
  • lo starnuto è molto frequente, può essere quasi continuo.

Diagnosi: quali test devono essere fatti

Come verificare se c'è un'allergia? Il modo migliore per determinare questo è consultare un medico. Condurrà un sondaggio e un esame, quindi programmerà un esame:

Foto: test di Prik

  • esame del sangue per la presenza di immunoglobuline E,
  • test di scarificazione o test di iniezione.

Un test allergologico completo per gatti può sostituire il test rapido, che è accettabile anche a casa. Secondo la letteratura, la sua precisione è 9 su 10, ma non ci si può fidare del tutto.

Per condurlo, è sufficiente applicare una goccia di sangue sulla striscia reattiva e dopo mezz'ora è possibile valutare il risultato (l'algoritmo di valutazione deve essere presentato nelle istruzioni).

Nel caso in cui sia impossibile interagire con il medico per un motivo o per un altro e sia necessario scoprire la presenza di allergie, è possibile utilizzare una sorta di test a casa. Perché i segni di allergia ai gatti nei bambini compaiono quasi immediatamente dopo il primo contatto con l'animale, è sufficiente venire nella casa dove si trovano gli animali. Se i sintomi allergici si verificano in una persona in tale ambiente, è molto probabile che parli della presenza di ipersensibilità alle proteine ​​feline.

Cat Allergy Treatment

È possibile curare l'ipersensibilità ai gatti? Questa è una domanda difficile. In linea di principio, sì, ma richiede molto tempo - tempo, finanziario, volontario. La previsione è diversa in ciascun caso..

Eliminazione di allergeni

In realtà, questo metodo è terapeutico e profilattico, perché senza di esso, in primo luogo, la terapia completa è impossibile e, in secondo luogo, se l'allergene viene eliminato, non ci saranno manifestazioni di allergia. Naturalmente, il modo più semplice per prevenire le allergie ai gatti non è avere animali..

Tuttavia, se l'animale è già presente ed è impossibile trasferirlo, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni nella massima misura possibile:

  • eseguire regolarmente (idealmente, quotidianamente) la pulizia a umido, evitare che polvere e lana si depositino sulle superfici;
  • utilizzare aspirapolvere e filtri aria HEPA o ULPA;
  • ventilare regolarmente la stanza;
  • abbandonare tutti i "collettori di polveri", tende enormi, soffici tappeti, ecc.
  • non lasciare che l'animale entri nella camera da letto, sul letto;
  • lavarsi le mani dopo ogni contatto con l'animale;
  • usare filtri nasali (ad es. nasali);
  • applica lo shampoo per i gatti dall'allergia di una persona (altrimenti si chiama shampoo allergia ai gatti) per fare il bagno ad un animale domestico almeno una volta alla settimana.

Terapia farmacologica

Come sbarazzarsi completamente delle allergie ai gatti? A tal fine, esiste solo un rimedio: l'immunoterapia. ASIT comporta l'introduzione di un allergene nel corpo, iniziando con piccole dosi e aumentandole durante il trattamento. Entro la fine del corso, la reazione alle proteine ​​feline dovrebbe essere nulla o essere minimizzata..

Aziende che forniscono allergeni di gatto:

  • Sevafarma, allergeni da polvere e peli di animali;
  • Diater, Cat.

Per un problema di allergia ai gatti, il trattamento può essere più semplice - sintomatico. Include l'uso di:

  • antistaminici (compresse, sciroppi, gocce - Loratadin, Zirtek, Erius, ecc.),
  • ormoni locali (unguenti Advantan, Akriderm, Gistan N, spray nasali - Nazonex, Nazarel, Nozefrin).
  • unguenti e creme idratanti, i decongestionanti aiutano, in alcuni casi, gli enterosorbenti.
  • è necessario risciacquare il naso con soluzioni saline.

Trattamento alternativo

Il trattamento con rimedi popolari non è efficace. È consentito sciacquare il naso e gli occhi con la camomilla, trattando con essa le aree interessate della pelle. Altre erbe che possono essere utilizzate sono salvia, menta, spago, achillea.

L'omeopatia in nessuno studio ha confermato la sua sicurezza, non può essere utilizzata, specialmente nei bambini.

Mancanza di trattamento

Cosa succederà se un'allergia non viene curata? Esistono due opzioni:

  1. lo sviluppo di una marcia allergica e, di conseguenza, l'asma bronchiale,
  2. abituarsi al proprio animale ed eliminare completamente i sintomi delle allergie.

Una particolarità dell'ipersensibilità ai gatti è il fatto che può apparire improvvisamente o scomparire. Pertanto, è possibile che dopo l'introduzione del gattino, una persona allergica starnutisca per due settimane o "viva con antistaminici", quindi l'animale dormirà sul cuscino di questa persona - e non ci saranno sintomi.

Inoltre, è possibile la dipendenza dal tuo animale. Pertanto, se i sintomi delle allergie non sono eccessivamente intensi e la persona allergica è in condizioni soddisfacenti, puoi provare la "catoterapia" per le allergie, ma dovresti consultare un allergologo prima di farlo.

Miti sulle allergie ai gatti

Mito 1. L'allergia è causata da peli di animali..

Come già accennato, una proteina allergenica è “da incolpare” e non la lana. Le sfingi sono anche allergeniche.

Mito 2. Che non ci fosse allergia nel bambino, non puoi prendere un animale.

È dimostrato che prima e più strettamente il bambino contatta l'animale, minore è il rischio di sviluppare l'asma bronchiale in futuro.

Razze ipoallergeniche

Quindi, quali razze di gatti non causano allergie? Sfortunatamente, non c'è risposta a questa domanda: tutti chiamano. Tuttavia, ci sono alcuni criteri in base ai quali è possibile scegliere l'animale meno allergenico:

  • la proteina di un gatto è meno aggressiva di quella di un gatto;
  • un gatto sterilizzato in termini di allergia è più sicuro di un gatto a tutti gli effetti, così come un gatto;
  • i piccoli gattini hanno meno probabilità di provocare allergie rispetto ai gatti adulti: una persona allergica ha tempo di abituarsi agli animali;
  • la risposta alla domanda quali razze di gatti non sono allergici ai bambini sarà "britannica". Il gatto scozzese (sia una piega che una varietà dalle orecchie dritte) è anche considerato una razza "pediatrica". Oltre al fatto che sono meno aggressivi in ​​termini di proteine, sono molto amichevoli e flessibili, calmi e indipendenti, quindi è possibile minimizzare il contatto;
  • i gatti dai capelli chiari sono più sicuri degli animali con i capelli scuri (quindi, è preferibile avere animali domestici di razza, ad esempio tailandese, orientale, ragdoll).

Nonostante il fatto che il mantello stesso non sia un allergene, è più facile con i gatti a pelo corto - l'allergene si disperde di meno. Tra le razze a pelo corto:

Foto: gatto abissino

  • abissino;
  • bengalese
  • Birmano (birmano);
  • orientale;
  • Giavanese;
  • savana;
  • chartreuse;
  • Toyger;
  • Angora.

Tra le razze a pelo lungo e semi-pelo lungo, le più popolari:

  1. Birmano: il problema della ipoallergenicità di questi animali è complesso. Hanno molta lana e sottopelo, sono molto puliti, spesso leccano. Pertanto, una persona allergica va d'accordo solo con un gatto sterilizzato;
  2. Per un gatto mascherato Neva (questo è lo stesso gatto siberiano, solo una specie di colore), un'allergia si sviluppa spesso come per un birmano;
  3. Ma il gatto balinese non ha sottopelo, quindi può essere considerato il più sicuro possibile tra i gatti a pelo lungo.

Risposte a domande comuni

Seguire le regole di prevenzione descritte nella sezione "Eliminazione dell'allergene", cercare di ridurre il contatto con l'animale. Inoltre, devi provare a scegliere la razza "adatta", ad esempio un gatto balinese o uno scozzese.

Sì, anche i gatti sphynx causano reazioni allergiche.

Utilizzare solo detergenti di alta qualità, dopo aver verificato la presenza di allergie a loro stessi. È consentito l'uso di qualsiasi sostanza chimica per uso domestico - l'importante è che la pulizia venga eseguita il più spesso e accuratamente possibile.

L'ipersensibilità a un gatto è sempre un peccato. Una persona rara cammina indifferentemente davanti a un grumo soffice e caldo. Tuttavia, la presenza di questa malattia non è una frase o un tabù sulla comunicazione con gli animali.

Fatte salve alcune regole e precauzioni, la vita nello stesso appartamento con un animale domestico è del tutto possibile.

Allergia ai gatti: sintomi e trattamento nei bambini

Le giovani madri a volte non pensano nemmeno al fatto che il loro bambino abbia un'allergia ai gatti, i sintomi nei bambini in cui sono simili a una reazione negativa ai prodotti alimentari. Questo è ciò che li induce in errore, e pensano a tutto tranne che agli animali domestici. E solo dopo aver studiato a lungo le possibili cause, pensano: "Può esserci un'allergia ai gatti?" Gli allergologi rispondono affermativamente e forniscono numerosi argomenti..

Il contenuto dell'articolo:

Allergia ai gatti, cosa fare

Una tale allergia può verificarsi abbastanza spesso, specialmente durante l'infanzia, quando il giovane corpo non è ancora maturato. La sua causa potrebbe non essere solo il mantello dell'animale, ma anche la sua saliva, l'urina e persino la forfora. Gli esperti osservano che maggiore è l'età del gatto, maggiore è il rischio di malattie nel bambino. Pertanto, quando si verifica il primo sospetto di tale allergia, l'animale deve essere immediatamente isolato dal bambino.

In alcuni casi, la causa dell'evento può essere psicosomatica, un'allergia ai gatti nei bambini in questo caso è provocata da una serie di fattori concomitanti:

    Isolamento del bambino dalla madre per un giorno o più Litigi frequenti e pianti dei genitori in presenza del bambino Interruzione anticipata dell'allattamento al seno

Tale trauma psicologico provoca una protesta di un piccolo organismo, espresso sotto forma di allergie. Pertanto, al primo sospetto, crea immediatamente il massimo comfort in famiglia. Molti esperti ritengono che ciò possa aiutare a risolvere il problema senza assumere farmaci..

Se le giovani madri sapessero se è possibile curare un'allergia ai gatti senza gravi conseguenze per il bambino, un tale problema non causerebbe loro molta preoccupazione.

Sì, in effetti, causa una serie di inconvenienti, ma la cosa principale è che si presta a un trattamento sicuro. E se il possibile sviluppo di allergie viene rilevato tempestivamente, allora non ci saranno complicazioni. Per fare questo, è necessario conoscere i possibili primi segni della malattia, che aiuteranno a riconoscere il problema in tempo e chiedere aiuto a un medico. L'aiuto di specialisti in tal caso dovrebbe essere obbligatorio.

Allergia ai bambini di gatti, sintomi

Per proteggere il tuo bambino, se c'è un gatto in casa, dovresti monitorare attentamente le sue condizioni, notare i minimi disturbi ed essere sempre in allerta. Un elenco di possibili sintomi ti aiuterà in questo, da cui puoi scoprire come si manifestano allergie ai gatti nei bambini. Tali manifestazioni possono essere:

    Naso che cola grave e congestione nasale Infiammazione della mucosa degli occhi, arrossamento, lacrimazione, tosse frequente starnuti, voce rauca, respiro sibilante o sibilante durante la respirazione, respiro corto, arrossamento della pelle sotto forma di eruzione cutanea che si sviluppa, sonnolenza e letargia, ci sono graffi di gatto, quindi la pelle intorno a loro diventa rossa

I sintomi nei bambini e negli adulti, con l'insorgenza di tale allergia, sono esattamente gli stessi. L'unica differenza tra allergie infantili e adulti è un pericolo molto maggiore per il corpo. Se vengono rilevati i primi segni, è meglio giocare in sicurezza e consultare immediatamente un medico. Ciò contribuirà in tempo a prevenire esacerbazioni che possono provocare lo sviluppo di asma bronchiale o rinite allergica nel bambino. Il medico eseguirà la diagnostica necessaria, ti dirà come affrontare le allergie ai gatti e prescriverà correttamente il trattamento.

Una maggiore tendenza nei neonati si nota quando:

    Il bambino è nato prematuro (uno o più mesi prima del previsto). C'è una predisposizione genetica (uno o entrambi i genitori sono ammalati). Si noti inoltre che le allergie ai genitori possono essere completamente estranee agli animali domestici e sono stati ripetuti casi di trattamento antibiotico.

Pertanto, se il bambino appartiene ad almeno uno di questi gruppi, è meglio non avere gatti.

Come curare un'allergia ai gatti

Per imparare a sbarazzarsi delle allergie ai gatti, è necessario consultare immediatamente un medico. Eseguirà le procedure necessarie per confermare o confutare la diagnosi. Il modo più semplice e veloce per verificare è un'analisi in cui il sangue viene prelevato da una vena per test di laboratorio. Con una conclusione positiva e la conferma di sospetti, viene prescritto un trattamento.

Nel caso in cui la visita di un medico fosse tempestiva e i sintomi di allergia siano minimi, il medico consiglia di isolare l'animale dal bambino. Allo stesso tempo, non dovresti chiudere il gatto in un'altra stanza, perché questo può aiutare solo per un po '. Dovrebbe essere somministrato ad amici o parenti per ridurre il rischio di possibili contatti ed esacerbazione della malattia. Dopo lo spostamento forzato dell'animale, è necessaria un'accurata pulizia approfondita..

Se per qualche motivo, i proprietari non sono pronti a separarsi dall'animale domestico, non dovresti lasciare che il gatto dorma accanto al bambino.

È inoltre necessario svolgere attività per ridurre al minimo il rischio di ulteriore sviluppo di allergie:

    Rimuovi tutti i tappeti della casa; ventilare periodicamente; bagnare quotidianamente; non usare prodotti chimici domestici; se la causa delle allergie è un gatto, dovresti castrarlo. dai locali della permanenza permanente del bambino È necessario pettinare più spesso i peli dell'animale, ma questo deve essere fatto fuori casa

Con un lungo decorso o gravi manifestazioni della malattia, isolare l'animale da solo non è sufficiente, quindi, oltre a questo, il medico seleziona il rimedio giusto per le allergie ai gatti. Tutti i fondi sono selezionati individualmente, a seconda dell'età del bambino e dei sintomi.

Elenco di possibili farmaci prescritti per le allergie nei bambini

Fenistil. È un antistaminico, in cui il principale ingrediente attivo è il dimetindene malato. È apprezzato dagli specialisti per il suo effetto efficace sulle allergie e la rapida eliminazione del prurito. Questo medicinale può essere somministrato ai bambini da un mese. In alcuni casi, sotto la supervisione di un medico, vengono prescritti fino a questa età. Questo strumento ha un effetto lampo, che inizia già 20 minuti dopo l'applicazione. Viene aggiunto al biberon. Possibili effetti collaterali di fenistil: nausea o secchezza delle fauci.

Bepanten. È prescritto sotto forma di unguento o crema. Tratta bene le allergie lievi della pelle nei bambini. È sicuro per l'uso nei neonati e tratta bene le irritazioni della pelle. Bepanten contiene nella sua composizione il principio attivo dexpantenolo, che è coinvolto nei processi metabolici del corpo. Se si verifica un effetto collaterale sotto forma di aumento dell'orticaria e sua forte diffusione, è necessario consultare un medico. Annullerà il farmaco e prescriverà un altro rimedio..

Suprastinex. È prescritto sotto forma di gocce. Questo strumento riduce le manifestazioni di allergie dovute al principio attivo nella composizione: levocetisirina dicloridrato, bloccando l'azione delle allergie. Le istruzioni indicano che si raccomanda di prescrivere il farmaco a partire da due anni, ma questo strumento viene spesso utilizzato anche nel trattamento dei neonati. Ciò si verifica quando l'effetto di altri farmaci per il paziente non è efficace. Il suo effetto si nota dopo 12 minuti ed è progettato per un giorno. Non ci sono effetti negativi quando si usa Suprastinex, non ci sono effetti sul cuore, sui reni e sul fegato, la reazione non è disturbata. È adatto per l'uso in combinazione con altri farmaci senza ridurre la loro attività..

Zirtek. Contiene nella sua composizione un principio attivo per il trattamento - cetirizina cloridrato. Questo farmaco è prescritto per i bambini dai sei mesi. I medici, se necessario, possono raccomandarne l'uso prima di questa età, ma assicurarsi di ridurne il dosaggio. Questo medicinale ha diversi effetti collaterali: dolore addominale, disturbi del sonno, sovraeccitazione, crampi, nausea.

Un elenco completo di farmaci popolari e, soprattutto, efficaci per uso esterno può essere trovato nell'articolo di unguento e crema per le allergie per i bambini.

Un trattamento tempestivo salverà il bambino dalle manifestazioni negative di allergie, neutralizzando in modo sicuro il suo effetto. Puoi prevenirne lo sviluppo in futuro osservando tutte le regole e gli scopi prescritti.

Razze di gatti anallergici

Se un bambino è apparso in casa tua e vuoi prendere un gatto, ma hai paura delle possibili conseguenze per il bambino, allora dovresti studiare le informazioni su quali gatti non sono allergici ai bambini. Nonostante il fatto che molti esperti e allevatori affermino che non ci sono gatti che non causano allergie, c'è ancora una via d'uscita. Dopotutto, ci sono razze, il numero di allergeni che è molto basso e il loro allevamento nell'appartamento è quasi sicuro per il bambino.

Tipi di gatti con una quantità minima di allergeni:

Razza baltica. Anche se li chiamo a pelo lungo, sono comunque riferiti alla categoria allergia alla quale è quasi impossibile. Questi gatti sono anche chiamati siamesi..

Oriental Shorthair (orientale). Il suo vantaggio è che è facile da pettinare, il suo pelo è liscio e corto. Facendo regolarmente il bagno a un tale gatto, la probabilità di allergie sarà praticamente ridotta a zero.

Razza giavanese. I suoi capelli di media lunghezza non rotolano in grumi e non c'è sottopelo. Questo aiuta l'allergene a non indugiare sulla sua superficie. Inoltre, i gatti di questa razza praticamente non si sbiadiscono, il che riduce significativamente il rischio di sviluppare la malattia.

Devon Rex. Questa razza appartiene alla famiglia dei gatti a pelo corto. Questi animali non necessitano di cure accurate e frequenti procedure idriche. Puoi semplicemente pulire periodicamente le orecchie e le zampe del segreto accumulato su di loro.

Cornish Rex. I gatti appartenenti a questa razza devono essere lavati frequentemente e accuratamente in modo che l'allergene nel loro mantello abbia la concentrazione più bassa.

Sfinge senza peli. Il rischio di sviluppare allergie da tali gatti è praticamente zero. Non hanno lana, il che contribuisce alla loro sicurezza per i bambini inclini alle allergie. L'unico aspetto negativo: i rappresentanti di questa razza sono molto difficili da curare. Hanno bisogno di bagni frequenti in modo che la pelle non sia appiccicosa e il segreto non si accumuli su di essa. A loro non piace leccarsi, il che porta ad un serio aumento del numero di procedure idriche.

Razza siberiana Gli esperti ritengono che la maggior parte delle persone con allergie non siano sensibili alla malattia di questa razza. Il contenuto di allergeni di questi gatti è molto basso, nonostante abbiano un pelo lungo e spesso.

Inoltre, per la scelta dovrebbe essere considerata non solo la razza dell'animale. Molti esperti rilevano numerosi altri criteri che aiuteranno a ridurre il rischio di sviluppare la malattia:

    È meglio scegliere un animale femmina. Si ritiene che il contenuto di allergeni nei gatti sia molto più basso rispetto ai maschi. Se hai deciso di prendere un gatto per la prima volta, prendi un gattino, perché la reazione allergica ad un animale adulto è più forte. Dai la preferenza agli animali con i capelli chiari: secernono meno proteine ​​proteiche, il che contribuisce allo sviluppo della malattia

Dopo aver deciso di ottenere un gattino appartenente a una di queste razze, non abbiate fretta di acquistarlo immediatamente. Chiedi al venditore, se possibile, di dartelo per un po 'per vedere se il bambino ha sintomi negativi..

Se vuoi prenderti cura in anticipo della salute dei tuoi figli, prova a calcolare tutti i possibili rischi di un ulteriore soggiorno degli animali nel tuo appartamento prima che nascano. Ricorda, ci sono stati casi nella tua vita di allergia in te o nei tuoi familiari. Se decidi di lasciare l'animale, equipaggialo e abitualo a un luogo permanente dove riposare e mangiare. Dopo la comparsa del bambino, eseguire una pulizia generale regolare ed escludere uno stretto contatto con l'animale nei primi mesi.

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a capire come si manifestano le allergie ai gatti nei bambini, cosa fare e come curare le allergie ai gatti.

Ti piace l'articolo ?! Condividi con gli amici, fai clic sull'icona in basso!