Una reazione negativa alla vitamina B9 o un'allergia all'acido folico: come si manifesta e come trattare la patologia

Analisi

Le reazioni allergiche alla vitamina B9 sono piuttosto rare, ma questa sostanza è tra i primi tre acidi (folico, ascorbico, salicilico), che spesso causano una risposta immunitaria acuta. L'intolleranza all'acido folico è considerata un disturbo pericoloso, che porta allo sviluppo di eczema, asma bronchiale..

Il processo patologico è accompagnato da sintomi fortemente negativi, la malattia richiede cure mediche di emergenza. Studia attentamente le cause di un'allergia all'acido folico, il quadro clinico della malattia, i metodi di trattamento e le raccomandazioni preventive per prevenire il verificarsi di attacchi di allergia acuta.

Qual è l'acido folico utile per il corpo umano

La vitamina B9 è necessaria per il corpo umano alla dose di 200 mcg al giorno. L'uso della sostanza è stato dimostrato nel corso degli anni da numerosi studi. Alle donne in gravidanza viene mostrata una maggiore quantità di acido folico (il dosaggio esatto è indicato dal medico curante). Una sostanza utile prende parte a molti processi vitali del corpo umano, è semplicemente necessaria per il suo normale funzionamento:

  • l'acido folico è attivamente coinvolto nel metabolismo, la sintesi di aminoacidi;
  • influenza positivamente il sistema riproduttivo del corpo femminile;
  • partecipa alla divisione delle molecole di DNA;
  • riduce il rischio di cancro, influenza positivamente le condizioni della pelle, dei capelli.

Per le donne in gravidanza, è necessario l'acido folico, è coinvolto nella formazione del sistema nervoso fetale. A molte donne che pianificano una gravidanza viene prescritto un ciclo di vitamina B9 tre mesi prima del concepimento..

Scopri i sintomi dell'allergia alla carne di un bambino e come trattare la malattia..

Leggi i tipi di allergeni naturali e la loro classificazione a questo indirizzo..

Ai bambini e agli adolescenti viene prescritto l'acido folico in questi casi:

  • iperreattività, autismo infantile, anemia;
  • per i ragazzi adolescenti che sono in ritardo di sviluppo dai loro coetanei, soffrono di perdita di appetito.

La carenza di acido folico porta allo sviluppo di anemia, parto prematuro, sonnolenza, debolezza, forza, sfondo emotivamente instabile.

Cause dell'evento

L'intolleranza all'acido folico si forma sullo sfondo di un funzionamento improprio del sistema immunitario del paziente, che percepisce la sostanza come una proteina estranea. Spesso, i sintomi sono scatenati da un sovradosaggio di B9, che è un disturbo chiamato pseudo-allergia.

Gli esperti identificano diversi fattori che influenzano la formazione di intolleranza all'acido folico:

  • uso improprio / uso eccessivo di cibi ricchi di vitamina B9. La sostanza tende ad accumularsi, una risposta immunitaria acuta si manifesta spesso diversi giorni dopo una forte assunzione della sostanza;
  • intolleranza individuale all'acido folico. La patologia è rara, spesso si forma un'allergia non sulla vitamina stessa, ma sugli eccipienti (gelatina, altri componenti di un multivitaminico);
  • predisposizione ereditaria alla malattia. Se i genitori soffrono di questa patologia, la probabilità di un disturbo simile nel bambino aumenta al 60%;
  • overdose di vitamine B9. Si verifica con la somministrazione simultanea di diversi agenti multivitaminici, incluso l'acido folico;
  • un sistema immunitario indebolito non è in grado di funzionare normalmente, spesso percepisce sostanze utili come reagenti estranei, inizia ad attaccarli, provocando reazioni allergiche.

Sintomatologia

L'acido folico provoca lievi reazioni allergiche:

  • la pelle della vittima diventa rossa, quindi coperta da un'eruzione allergica;
  • si formano vesciche nelle aree danneggiate dell'epidermide, il paziente si lamenta di prurito, bruciore della pelle;
  • ci sono problemi respiratori, vertigini, mal di testa;
  • problemi con il tratto gastrointestinale si manifestano raramente (nausea, vomito, dolore addominale acuto, disturbi delle feci).

Lo shock anafilattico è un sintomo pericoloso di allergia. Una condizione patologica si sviluppa in pochi secondi, accompagnata da mancanza di respiro, diminuzione della pressione sanguigna, perdita di coscienza. Lo sviluppo di shock anafilattico richiede una chiamata di emergenza immediata.

Diagnostica

Dopo aver interrotto i sintomi spiacevoli, consultare un medico. Solo uno specialista esperto sarà in grado di identificare la causa della reazione allergica, di prescrivere il corso appropriato di terapia. Per identificare un allergene specifico, viene utilizzato un metodo efficace: test di allergia cutanea. Vengono praticate piccole incisioni sulla pelle del paziente, viene somministrata una piccola quantità di un possibile allergene. A seconda della reazione, confermare o negare la diagnosi.

Metodi per il trattamento della malattia

La condizione patologica viene fermata solo dalla completa esclusione di acido folico dalla dieta del paziente. Sotto il divieto sono presenti prodotti contenenti allergeni in grandi quantità. È impossibile superare una reazione allergica a un elemento specifico, con l'aiuto di farmaci è possibile far fronte a sintomi spiacevoli, aumentare la durata della remissione.

Se sei intollerante all'acido folico, i medici raccomandano l'uso dei seguenti farmaci:

  • antistaminici. La durata media di un ciclo di trattamento dopo una risposta immunitaria acuta non è superiore a sette giorni. Presta particolare attenzione al dosaggio, ogni farmaco ha le sue regole per l'ammissione. Per gli adulti, si consiglia di assumere Suprastin, Tavegil, Fexadine. Ai bambini di età inferiore ai due anni vengono prescritti Zirtek, Zodak, Fenistil sotto forma di gocce, sciroppo;
  • gli assorbenti (carbone attivo, Polysorb, Smecta, Filtrum, Enterosgel) aiuteranno a ridurre la reazione negativa del tratto gastrointestinale a un allergene. Ha senso assumere i farmaci entro e non oltre quattro ore dopo l'uso dell'allergene, quindi i sorbenti rimuoveranno solo le tossine dal corpo, senza influenzare i sintomi delle allergie;
  • in situazioni difficili, con lo sviluppo di shock anafilattico, è necessario utilizzare corticosteroidi che fermano rapidamente i sintomi allergici spiacevoli (Prednisolone, Idrocortisone);
  • per le allergie all'acido folico, vengono spesso utilizzate iniezioni endovenose di tiosolfato di sodio, cloruro di calcio.

Allergia agli acidi folici durante la gravidanza

Durante il periodo di trasporto del bambino, l'ipersensibilità all'acido folico può provocare gravi conseguenze per il feto e la madre. Se noti sintomi negativi, consulta immediatamente un medico, interrompi l'assunzione del farmaco.

Prima di assumere medicinali multivitaminici, studia attentamente la loro composizione. La maggior parte dei farmaci in gravidanza include l'acido folico. Se i sintomi negativi non scompaiono dopo il trattamento, eseguire ripetuti test allergologici per determinare la causa esatta della malattia. Nella maggior parte dei casi, una reazione negativa del corpo è provocata dall'assunzione di una dose maggiore del farmaco, una diminuzione della quantità della sostanza ridurrà la sensibilità alla vitamina.

Guarda la panoramica degli sciroppi allergici per bambini e impara anche le regole per il loro uso.

Potrebbe esserci un'allergia al kefir e come trattare la patologia? Leggi la risposta in questo articolo..

Vai su http://allergiinet.com/lechenie/preparaty/belyj-ugol.html e leggi come assumere White Activated Carbon per purificare il corpo dagli allergeni.

Alimenti ricchi di potenziali allergeni

La sostanza entra nel corpo non solo con i medicinali, la vitamina B9 viene fornita con cibo, bevande..

Se trovi intolleranza all'acido folico, presta attenzione alla tua dieta, riduci l'assunzione dei seguenti prodotti:

  • insalata verde, ortica, spinaci, prezzemolo, menta;
  • agnello, manzo, maiale;
  • tonno, salmone;
  • ricotta, uova.

Un consumo eccessivo dei prodotti di cui sopra può provocare una reazione negativa dal sistema immunitario..

Raccomandazioni preventive

Per prevenire il ripetersi di allergie, semplici regole aiuteranno:

  • Prima di assumere preparati multivitaminici contenenti vitamina B9, fai un'analisi speciale. Il medico aiuterà a calcolare il dosaggio esatto di vitamina B9, eliminando il sovradosaggio;
  • Non utilizzare farmaci ricchi di un possibile allergene per più di tre mesi. La terapia a lungo termine porta spesso allo sviluppo dell'intolleranza individuale;
  • assumere farmaci prescritti da uno specialista a scopo preventivo;
  • non abusare di prodotti che contengono acido folico, una raccomandazione analoga si applica ai medicinali;
  • guarda la microflora intestinale. La maggior parte delle reazioni allergiche si verificano sullo sfondo di una violazione del sistema digestivo;
  • prendersi cura di rafforzare l'immunità.

Sintomi di allergia agli acidi folici

Allergia agli acidi folici

L'acido folico è una delle sostanze più importanti per l'uomo, che determina lo sviluppo e le condizioni del corpo. Ma, nonostante tutta l'utilità e la pertinenza, può causare il rifiuto. L'allergia all'acido folico - una delle manifestazioni di una singola reazione corporea - si verifica per diversi motivi..
I dettagli sull'acido folico sono qui..

Cos'è l'acido folico e perché è necessario

Le proprietà benefiche dell'acido folico sono note da molto tempo, ma solo negli ultimi decenni c'è stato un vero boom nella sua popolarità. È attivamente prescritto alle donne che pianificano una gravidanza, si raccomanda di essere usato nei primi mesi dopo il concepimento e anche ai pazienti con anemia da carenza di ferro.

L'acido folico è il nome più comune per la vitamina B9. La sostanza appartiene ai composti idrosolubili, quindi non si accumula bene nel corpo. È sintetizzato per le sue esigenze dalla microflora intestinale, ma proviene principalmente dall'esterno - insieme al cibo.

La vitamina è coinvolta nei processi metabolici, determina la correttezza della costruzione del DNA e dell'RNA durante lo sviluppo del feto, regola l'ematopoiesi, partecipa alla formazione della placenta e del feto. Durante la gravidanza, mantenere l'assunzione di acido folico è particolarmente importante, poiché il suo consumo aumenta. Colpisce:

  • Usura fetale
  • Trasferimento di informazioni geniche
  • Le condizioni della placenta
  • Il corretto sviluppo del feto, la presenza o l'assenza di patologie.

Con un normale contenuto di acido folico durante la gravidanza, i rischi di anomalie nel corpo del bambino sono ridotti al minimo.

Cause di allergie

Il rifiuto dell'acido folico può essere per diversi motivi. Prima di tutto, si tratta di disturbi del sistema immunitario che si verificano a causa di uno stile di vita malsano, un metabolismo improprio e malattie croniche. Inoltre, possono anche essere causate anomalie genetiche..

Se il corpo ha abbastanza vitamina B9 dalle proprie risorse e dal reddito dai prodotti, quindi, di regola, le reazioni allergiche non si sviluppano.

Molto spesso, sono provocati da una violazione della ricezione: automedicazione, uso di dosi elevate o uso troppo prolungato di droghe sintetiche, associato al consumo di prodotti contenenti folati.

In questi casi, invece dei benefici, la vitamina B9 può essere dannosa per il corpo..

Sintomi dell'intolleranza ai folati

Un'allergia all'acido folico si segnala con i seguenti sintomi:

  • Disturbi della pelle (eruzione cutanea, forte prurito, orticaria, varie dermatiti, vesciche), in casi gravi, sviluppo di eczema.
  • Interruzione del sistema respiratorio - sviluppo di broncospasmo, asma bronchiale. Le manifestazioni più pericolose sono le condizioni potenzialmente letali: l'edema di Quincke, shock anafilattico. È possibile giudicare l'edema laringeo dalla cianosi sviluppata, dal pallore della pelle, dalla mancanza di respiro, dalla caduta di pressione e dal disturbo del funzionamento degli organi vitali. In questi casi, la vita e la salute di una persona dipendono dalla velocità di reazione degli altri e da un'assistenza tempestiva..
  • Spesso un sovradosaggio di acido folico si maschera come una mancanza di vitamina B12. In questo caso, l'allergia si manifesta con aumento del nervosismo, disturbi del sonno, lieve eccitabilità e compromissione della memoria..
  • L'uso a lungo termine di alte dosi di farmaci folati può causare dolore addominale, disturbi delle feci (costipazione o diarrea), gonfiore, nausea e vomito..

Come trattare le allergie

Se ci sono sintomi negativi di allergia all'acido folico, sarà necessario abbandonare temporaneamente l'uso di prodotti e preparati con il suo contenuto e per determinare il regime di trattamento, consultare un medico. A seconda dei segni manifesti di intolleranza alla sostanza, la terapia sintomatica viene utilizzata per eliminarli. Per fare ciò, utilizzare:

  • Antistaminici (meglio della terza generazione) - Tigofast, Cetrin, Cetrinal, Allergomax, ecc. A differenza di altri farmaci, sono trasportati con più parsimonia dal corpo e non complicano il lavoro del cuore. L'uso di fondi di 1a e 2a fila (Tavegil, Suprastin, Fenistil, Claritin) può causare reazioni ritardate, letargia, sonnolenza e compromissione della minzione.
  • Per eliminare i sintomi dell'allergia cutanea all'acido folico, vengono utilizzati unguenti (con o senza ormoni). Con una lesione lieve, vengono prescritti agenti non ormonali, nei casi più gravi con corticosteroidi. In caso di infezione secondaria, saranno necessarie creme e unguenti con antibiotici.
  • Per rimuovere i provocatori allergici dal corpo, vengono utilizzati carbone attivo, polisarb o altri sorbenti..
  • Un buon risultato si ottiene dall'iniezione endovenosa di cloruro di calcio, tiosolfato di sodio.

Particolarmente pericoloso è lo sviluppo di un'allergia all'acido folico durante la gravidanza. Può provocare un deterioramento delle condizioni non solo della madre, ma anche dello sviluppo di patologie nel bambino, l'aborto spontaneo. Con evidenti segni di intolleranza alla sostanza, consultare un medico. Determinerà il regime di trattamento.

Come evitare le allergie agli acidi folici

L'intolleranza all'acido folico è un evento piuttosto raro, più spesso le persone si trovano ad affrontare lo sviluppo di condizioni causate dalla sua mancanza.

Pertanto, se non vi è intolleranza ereditaria alla vitamina, i disturbi metabolici e i farmaci con acido folico vengono utilizzati esattamente con le raccomandazioni, le reazioni allergiche praticamente non si sviluppano. Per non provocare il loro verificarsi, è necessario aderire alle norme di ammissione.

Ad oggi, le dosi giornaliere raccomandate di vitamina B9 approvate dall'OMS sono:

  • dalla nascita a 1 anno - 50 mcg
  • da 1 anno a 6 anni - 70-100 mcg
  • da 6 anni a 10 - 150 mcg
  • da 11 anni e adulti - 200 mcg

Per le donne in gravidanza, si consiglia un'assunzione aggiuntiva di 200 mcg di acido folico, per le donne che allattano - 60 mcg al giorno.

Inoltre, con una tendenza alle reazioni allergiche all'acido folico, dovrai rivedere la tua dieta al fine di ridurre o eliminare gli alimenti con un alto contenuto di esso:

  • Verdure a foglia scura (spinaci, prezzemolo, menta, ecc.)
  • Pesce di mare (salmone, tonno), frutti di mare
  • Cavolo, fagiolo
  • Noccioline
  • agrume
  • Maiale, pollame
  • Semole d'orzo
  • Succo di pomodoro.

Sebbene l'acido folico sia vitale, può anche causare allergie. Per ridurre al minimo i rischi di una condizione patologica, non è possibile superare le dosi raccomandate di vitamina, utilizzare diversi farmaci con il suo contenuto in una volta.

Allergia all'acido folico, vale la pena rinunciare alla vitamina B9

Lo squilibrio vitaminico nel corpo umano viene rilevato abbastanza spesso e questa condizione non influisce bene sulla salute.

Per normalizzare il funzionamento di tutti gli organi interni, il medico dopo l'esame seleziona i complessi vitaminici per un certo periodo.

Per le donne, una vitamina come la B9 viene spesso prescritta durante un certo periodo di vita, altrimenti viene definita acido folico.

L'allergia all'acido folico non è comune, ma richiede l'interruzione del farmaco, poiché i sintomi di intolleranza possono peggiorare notevolmente il benessere e causare le complicazioni più gravi.

A cosa serve l'acido folico?

Con il normale funzionamento di tutto l'organismo e con un'alimentazione adeguatamente organizzata, ogni persona dovrebbe ricevere e assorbire l'intero complesso di vitamine senza ulteriore somministrazione sotto forma di farmaci.

Sfortunatamente, nella maggior parte delle persone questo processo è interrotto. La mancanza di vitamine si verifica quando il sistema digestivo e il sistema immunitario non funzionano correttamente, quando sono presenti diete e un'alimentazione squilibrata. Cioè, ci sono molte ragioni per la carenza di oligoelementi.

L'acido folico non viene assorbito dai prodotti che entrano nel tratto digestivo, principalmente a causa di disturbi della microflora e una carenza di questa vitamina si riflette principalmente nei seguenti sintomi:

  • Anemia da carenza di ferro;
  • Affaticamento periodico, compromissione del funzionamento del sistema nervoso;
  • Malattia gengivale;
  • Lesioni cutanee.

La vitamina B9 è attivamente coinvolta in tutte le reazioni metaboliche e in particolare questo oligoelemento è necessario nel periodo di crescita aumentata..

Le donne in gravidanza hanno bisogno di acido folico affinché il sistema nervoso del loro bambino si formi correttamente.

Idealmente, assumere questa vitamina è necessario anche durante il periodo di pianificazione del bambino, circa 3 mesi prima del concepimento.

Se usi questa vitamina in questo momento, nel corpo della madre verranno create le condizioni più favorevoli per un portamento senza problemi e il pieno sviluppo di tutti gli organi del bambino.

Dopo la gravidanza, si consiglia di bere vitamina B9 fino a circa 20 settimane.

In alcuni casi, l'assunzione di acido folico in un corso è anche necessaria per i bambini..

Poiché questa vitamina favorisce la divisione cellulare e il metabolismo, la sua carenza si riflette soprattutto nel corpo del bambino durante il suo intenso sviluppo.

Naturalmente, non è necessario prescrivere l'acido folico per il bambino, ma ci sono diverse condizioni in cui il medico può scegliere questa vitamina come terapia aggiuntiva.

È anemia, autismo infantile o viceversa iperattività.

Nell'adolescenza, la vitamina B9 è inoltre necessaria per quei ragazzi che sono significativamente dietro i loro coetanei nello sviluppo, soffrono di una mancanza di appetito.

Se durante questo periodo il medico prescrive l'acido folico al bambino, la formazione ormonale del corpo avverrà molto più velocemente.

Cause dello sviluppo e della manifestazione di allergia all'acido folico

Un'allergia all'acido folico può manifestare sintomi piuttosto spiacevoli e pertanto l'assunzione di questa vitamina dovrebbe essere sempre concordata con il medico.

LETTORI POPOLARI: allergia all'anguria, cause, sintomi, trattamento

L'intolleranza alla vitamina si verifica a causa del malfunzionamento del sistema immunitario, che percepisce i componenti di questo farmaco come proteine ​​estranee.

In alcuni casi, alcuni sintomi possono essere causati da un sovradosaggio di acido folico..

Se l'acido folico non viene rilevato e rimosso dall'uso nel tempo, una reazione allergica può provocare lo sviluppo di asma bronchiale o eczema.

Devo dire che la vitamina B9, insieme all'acido salicilico e alla vitamina C, si riferisce a quegli oligoelementi che, quando introdotti come farmaci, causano spesso reazioni di intolleranza.

Pertanto, a partire dall'assunzione iniziale di acido folico, devi sempre prestare attenzione ai vari cambiamenti nel tuo benessere.

L'allergia all'acido folico si manifesta in diversi modi, molto spesso le persone sono preoccupate per i seguenti sintomi:

  • Prurito della pelle L'irritazione colpisce gli arti inferiori e superiori, glutei, addome, schiena;
  • Eruzione cutanea. Le eruzioni cutanee possono essere a punta piccola o sotto forma di orticaria, cioè vesciche;
  • In casi gravi di intolleranza o con sovradosaggio, si verifica un attacco d'asma. Questo attacco può terminare con l'edema di Quincke o lo shock anafilattico..

Se la reazione allergica all'acido folico non viene interrotta in tempo, possono svilupparsi asma, dermatite cronica ed eczema.

Pertanto, la fissazione anche dei più piccoli sintomi insoliti durante l'assunzione del farmaco prescritto dovrebbe essere una buona ragione per la consultazione ripetuta con un medico.

Le donne in gravidanza ne hanno particolarmente bisogno, poiché una grave reazione di intolleranza può influire negativamente sulla salute del nascituro.

Cosa fare se si è allergici all'acido folico

Se noti alcuni segni di un cambiamento nel benessere durante i giorni di utilizzo della vitamina B9, la prima cosa da fare è rifiutare il trattamento con questo farmaco.

Si consiglia di assumere immediatamente un antistaminico, ad esempio Suprastin o Difenidramina in un dosaggio correlato all'età.

Se dopo averli assunti dopo una o due ore i sintomi dell'intolleranza diminuiscono, allora è già più probabile suggerire un'allergia specifica all'acido folico.

Naturalmente, devono essere presi in considerazione anche altri fattori, che spesso portano allo sviluppo di vari tipi di reazioni allergiche. Durante la gravidanza, il medico deve prescrivere tutti i trattamenti.

Se l'intolleranza al B9 si manifesta con sintomi pronunciati, il medico deve dipingere l'intero regime di trattamento.

Oltre agli antistaminici, chi soffre di allergie deve assumere enterosorbenti, utilizzare unguenti e sedativi per ridurre il prurito cutaneo.

Contenuto di acido folico dei prodotti

Se sei allergico all'acido folico in compresse, la carenza di questa vitamina deve essere compensata introducendo alcuni alimenti nella dieta in cui questo oligoelemento è in quantità sufficiente.

Questo gruppo di prodotti include:

  • Il fegato e i reni degli animali;
  • Spinaci, insalate di foglie;
  • Fiocchi di latte;
  • Tuorli d'uovo
  • Salmone e tonno;
  • Avena e grano saraceno.

Di solito, quando si mangiano cibi, non ci sono segni di intolleranza..

Ma se sviluppi un'allergia all'assunzione di acido folico in compresse durante il trattamento principale, dovresti evitare gli alimenti sopra elencati in grandi quantità, questo ti permetterà di interrompere rapidamente la reazione allergica del corpo.

LETTORI POPOLARI: macchie rosse sulla pelle, ragioni per come trattare

Successivamente, questi prodotti vengono introdotti gradualmente..

Forniscono una normale assimilazione di vitamine e una microflora intestinale sana, quindi, per le malattie dell'apparato digerente, è sempre necessario utilizzare preparati speciali - probiotici, enterosorbenti, enzimi.

L'allergia all'acido folico viene raramente rilevata in persone completamente sane con normale funzione intestinale e buona immunità..

Non sarà necessario un ulteriore uso di vitamina B9 anche se si assumono sempre alimenti fortificati e di alta qualità.

Sintomi di allergia agli acidi folici

L'acido folico è una sostanza che può causare reazioni allergiche che si verificano con sintomi caratteristici quali prurito, gonfiore e arrossamento dell'epidermide, eruzioni cutanee in varie parti del corpo.

In presenza di ipersensibilità a qualsiasi prodotto alimentare o ad altri medicinali, la probabilità di anafilassi, angioedema non è esclusa. Molto spesso, la patologia si sviluppa a causa di un funzionamento improprio del sistema immunitario, il suo indebolimento a causa di malattie croniche.

In alcuni casi, le allergie sono causate da una predisposizione genetica. Per il trattamento vengono utilizzati antistaminici, farmaci locali per eliminare eruzioni cutanee e prurito, terapia dietetica.

Campo di applicazione dell'acido folico

L'acido folico è essenzialmente la vitamina B9 importante per la salute umana.

La prescrizione di farmaci con la presenza di sostanze sintetizzate artificialmente è dovuta al fatto che è molto scarsamente assorbita nel corpo, nonostante sia contenuta in molti prodotti.

L'acido folico è coinvolto nel metabolismo, contribuisce alla normale attività del cuore e dei vasi sanguigni, influenza i processi di formazione del sangue e previene anche le patologie congenite nel nascituro. L'assunzione di compresse è indicata nelle seguenti condizioni:

  1. Il morbo di Alzheimer.
  2. Epilessia.
  3. Malattie oncologiche.
  4. Diabete.
  5. Anemia.
  6. Sindrome di Down.
  7. Patologia intestinale.
  8. Pianificazione della gravidanza.
  9. Primo trimestre di gravidanza.

Fattori predisponenti

Una persona può essere allergica all'acido folico? Dopotutto, svolge molte funzioni vitali nel corpo, partecipa ai processi metabolici.

Tuttavia, ci sono stati molti casi registrati di reazioni di ipersensibilità durante l'assunzione di farmaci contenenti vitamina B9.

È possibile che la malattia sia provocata da componenti aggiuntivi se il paziente sta assumendo farmaci complessi. L'allergia all'acido folico si sviluppa sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • Predisposizione ereditaria a reazioni patologiche.
  • Sistema immunitario indebolito.
  • Abuso del farmaco, eccesso significativo del dosaggio raccomandato, uso concomitante di altri farmaci contenenti acido folico.
  • La presenza di asma bronchiale.
  • Ipersensibilità ad altri allergeni.

Sintomi

Le manifestazioni delle reazioni patologiche possono essere diverse, poiché ogni organismo è individuale ed è impossibile prevedere come il sistema immunitario reagirà alla sostanza in questione. I sintomi più comuni dell'allergia all'acido folico sono la comparsa di una piccola eruzione cutanea o prurito o vesciche in varie parti del corpo.

Possibile deterioramento della salute a causa dello sviluppo di gonfiore delle mucose della laringe, difficoltà respiratoria, tosse secca, respiro corto.

I segni di shock anafilattico, come vertigini, pallore e cianosi della pelle, una forte diminuzione della pressione, indebolimento del polso, perdita di coscienza, gravi disturbi della funzione respiratoria sullo sfondo dell'angioedema, sono particolarmente pericolosi.

Le allergie dell'acido folico possono portare ad esacerbazione dell'asma bronchiale.

Trattamento

La comparsa di sintomi anche minori di patologia (arrossamento della pelle) richiede l'interruzione dell'uso di un medicinale contenente vitamina B9, soprattutto quando si tratta di donne in gravidanza.

Quando un'eruzione cutanea si diffonde sul corpo e peggiora, è consigliabile assumere antistaminici per sopprimere una reazione allergica e prevenire lo sviluppo di complicanze. Per ridurre la sensazione di prurito, eliminare gli elementi infiammatori sulla pelle, vengono utilizzate creme e unguenti speciali..

Gli enterosorbenti aiutano a rafforzare l'effetto terapeutico e rimuovono le sostanze tossiche..

Preparazioni orali

Per il trattamento delle reazioni di ipersensibilità all'acido folico, viene prescritta l'ultima generazione di antistaminici, che hanno il minor numero di effetti collaterali. Questi includono Telfast, Tsetirizin, Zodak, Ksizal, Erius, Tsetrin, ecc..

Rimuovono efficacemente i sintomi della malattia e migliorano il benessere del paziente. Quando si assumono assorbenti, come Polyphepan, Polysorb, Enterosgel, Filtrum, Lacto-filter, i componenti dannosi vengono rapidamente rimossi dal corpo.

Affinché questi farmaci possano aiutare a indebolire le manifestazioni della patologia, è importante prenderli entro e non oltre 3-5 ore dopo che l'allergene è entrato nel corpo.

Preparativi per uso esterno

Con una lieve forma di allergia, vengono utilizzati unguenti, con i quali è possibile alleviare l'infiammazione, eliminare il prurito e prevenire l'infezione. I più efficaci sono Pantenolo, Fenistil, Bepanten, Protopic, Desitin, ecc..

Se un'infezione batterica si unisce a causa della lotta al prurito degli elementi infiammatori, vengono prescritti antibiotici, ad esempio Levomekol, Eritromicina o Triderm.

Con gravi lesioni dell'epidermide e l'assenza di un effetto terapeutico dopo l'uso dei suddetti farmaci, è consigliabile una terapia con unguenti ormonali, come Prednisolone, Elokom, Idrocortisone.

Caratteristiche del trattamento delle allergie nelle donne in gravidanza

Le reazioni di ipersensibilità nelle donne in gravidanza sono particolarmente pericolose nel primo trimestre, quando si verifica la deposizione di organi interni nel nascituro. Tali processi possono influire negativamente sul suo sviluppo..

Anche gli antistaminici sono controindicati durante questo periodo, quindi una donna dovrebbe monitorare attentamente la sua salute e non usare sostanze che sono potenziali allergeni. Se si verificano sintomi di reazioni patologiche all'acido folico, è importante informarne immediatamente il medico.

In caso di necessità acuta (edema del tratto respiratorio), può essere prescritta una terapia con l'uso di medicinali antiallergici, ma sotto la stretta supervisione di specialisti. Se la malattia si manifesta solo sotto forma di lesioni cutanee, è sufficiente il rispetto del regime alimentare e l'uso di unguenti non ormonali (Bepanten, Fenistil).

Puoi anche usare ricette di medicina tradizionale: prendi decotti di camomilla, spago, calendula, ma rigorosamente su consiglio di un medico.

Quali alimenti contengono acido folico?

Quando si tratta un'allergia alla vitamina B9, è consigliabile seguire una dieta e cercare di limitare l'uso di alimenti che la contengono in grandi quantità. Ma si dovrebbe anche tenere presente che questa sostanza viene distrutta molto rapidamente sotto l'influenza del trattamento termico e come conseguenza della conservazione a lungo termine dei prodotti.

  • Cavolo bianco e broccoli.
  • Carota.
  • Rapa.
  • Cetrioli.
  • Pomodori.
  • verdura.
  • Arance.
  • Limoni.
  • Noccioline.
  • Semi di girasole e zucca.
  • Avocado.
  • Fegato di manzo.
  • Fegato di merluzzo.
  • Cereali.
  • Mais.
  • Funghi.
  • Uova.

Quali farmaci contengono acido folico?

La sostanza sintetizzata artificialmente si trova in alcuni complessi vitaminici e preparati..

Spesso alle donne in gravidanza viene prescritto acido folico in compresse, nonché Elevit o Vitrum prenatale, che è una combinazione di tutte le vitamine e i minerali importanti per il normale corso della gravidanza. Se hai un'allergia, devi rifiutare di prendere tutti questi fondi.

È possibile sostituire il farmaco con un complesso a basso contenuto di sostanza B9, ad esempio l'alfabeto "La salute della mamma". L'acido folico è presente in farmaci come:

  • Foglio,
  • Falacin,
  • Centrum Materna,
  • Apo filik,
  • Femibion,
  • Mamifol,
  • Foliber,
  • Maltofer,
  • Caccia.

Fonti: medscape.com, mdlinx.com, health.harvard.edu.

Sintomi di allergia agli acidi folici - Centro medico salute Proprio a Ekaterinburg

  • Lo squilibrio vitaminico nel corpo umano viene rilevato abbastanza spesso e questa condizione non influisce bene sulla salute.
  • Per normalizzare il funzionamento di tutti gli organi interni, il medico dopo l'esame seleziona i complessi vitaminici per un certo periodo.
  • Per le donne, una vitamina come la B9 viene spesso prescritta durante un certo periodo di vita, altrimenti viene definita acido folico.
  • L'allergia all'acido folico non è comune, ma richiede l'interruzione del farmaco, poiché i sintomi di intolleranza possono peggiorare notevolmente il benessere e causare le complicazioni più gravi.

Con il normale funzionamento di tutto l'organismo e con un'alimentazione adeguatamente organizzata, ogni persona dovrebbe ricevere e assorbire l'intero complesso di vitamine senza ulteriore somministrazione sotto forma di farmaci.

Sfortunatamente, nella maggior parte delle persone questo processo è interrotto. La mancanza di vitamine si verifica quando il sistema digestivo e il sistema immunitario non funzionano correttamente, quando sono presenti diete e un'alimentazione squilibrata. Cioè, ci sono molte ragioni per la carenza di oligoelementi.

L'acido folico non viene assorbito dai prodotti che entrano nel tratto digestivo, principalmente a causa di disturbi della microflora e una carenza di questa vitamina si riflette principalmente nei seguenti sintomi:

  • Anemia da carenza di ferro;
  • Affaticamento periodico, compromissione del funzionamento del sistema nervoso;
  • Malattia gengivale;
  • Lesioni cutanee.
  1. La vitamina B9 è attivamente coinvolta in tutte le reazioni metaboliche e in particolare questo oligoelemento è necessario nel periodo di crescita aumentata..
  2. Le donne in gravidanza hanno bisogno di acido folico affinché il sistema nervoso del loro bambino si formi correttamente.
  3. Idealmente, assumere questa vitamina è necessario anche durante il periodo di pianificazione del bambino, circa 3 mesi prima del concepimento.
  4. Se usi questa vitamina in questo momento, nel corpo della madre verranno create le condizioni più favorevoli per un portamento senza problemi e il pieno sviluppo di tutti gli organi del bambino.
  5. Dopo la gravidanza, si consiglia di bere vitamina B9 fino a circa 20 settimane.
  6. In alcuni casi, l'assunzione di acido folico in un corso è anche necessaria per i bambini..
  7. Poiché questa vitamina favorisce la divisione cellulare e il metabolismo, la sua carenza si riflette soprattutto nel corpo del bambino durante il suo intenso sviluppo.

LETTORI POPOLARI: trattamento delle allergie alle arachidi

  • Naturalmente, non è necessario prescrivere l'acido folico per il bambino, ma ci sono diverse condizioni in cui il medico può scegliere questa vitamina come terapia aggiuntiva.
  • È anemia, autismo infantile o viceversa iperattività.
  • Nell'adolescenza, la vitamina B9 è inoltre necessaria per quei ragazzi che sono significativamente dietro i loro coetanei nello sviluppo, soffrono di una mancanza di appetito.
  • Se durante questo periodo il medico prescrive l'acido folico al bambino, la formazione ormonale del corpo avverrà molto più velocemente.

Immunità alle vitamine: allergia agli acidi folici

L'acido folico è una sostanza di cui hanno bisogno i sistemi circolatorio e immunitario, migliora i processi metabolici. L'altro nome è vitamina B9. Entra nel corpo attraverso l'uso di un preparato farmacologico e quando alcuni prodotti vengono aggiunti al menu. Tuttavia, è sempre sicuro assumere la vitamina A? Può svilupparsi una reazione negativa su di essa?

Caratteristiche

Un'allergia ai farmaci è l'intolleranza di un particolare medicinale o dei suoi componenti. Una variante di questa malattia è una reazione negativa a B9, che può assumere forme acute.

Sebbene la patologia sia piuttosto rara, i componenti dell'acido folico come la gelatina hanno maggiori probabilità di essere irritanti..

Il terreno fertile per l'emergere e lo sviluppo dell'intolleranza può essere uno dei seguenti motivi:

  • Assunzione di vitamine senza consultare il medico.
  • Intolleranza individuale dovuta a malfunzionamento della difesa immunitaria.
  • Predisposizione genetica. Il rischio di trasferire la malattia dai genitori ai bambini è di circa il 60%.
  • Sovradosaggio dovuto all'uso di più preparati multivitaminici contemporaneamente, in cui è presente B9.
  • Difese immunitarie indebolite (dopo frequenti raffreddori, a causa di cattive abitudini).
  • I sintomi di intolleranza possono peggiorare in presenza di asma bronchiale, eczema.

Interessante! C'è un'allergia multivalente: cioè una persona ha intolleranza a diversi allergeni.

Stabilire la diagnosi

Dopo aver fornito il primo soccorso ed eliminato i sintomi primari, il paziente deve prendere un appuntamento con un allergologo. Conduce un sondaggio iniziale, apprende i dettagli della manifestazione di una reazione negativa, conosce la storia medica.

Per rilevare un allergene, vengono eseguiti esami del sangue. Quindi vengono eseguiti i test delle allergie cutanee: presunte sostanze irritanti vengono introdotte a loro volta in piccoli graffi sulla pelle. Il test termina dopo la comparsa di edema nel sito di input..

Caratteristiche durante la gravidanza

Durante il portamento del bambino, una donna deve assumere più acido folico e suoi derivati. Queste sostanze migliorano il corso della gravidanza, il completamento con successo del parto dipende da loro per molti aspetti. Una reazione negativa alla vitamina si verifica più spesso a seguito di un forte sovradosaggio. La malattia è pericolosa per la salute della madre e del bambino.

La possibilità di un'allergia all'acido folico, cause e sintomi di una reazione allergica, trattamento e prevenzione della patologia

La vitamina B9 ha molte funzioni, si riferisce a sostanze idrosolubili, proviene principalmente dal cibo. È indispensabile nella formazione del feto, quindi fino a 12 settimane è prescritto da un medico. È durante questo periodo che possono essere rilevati i sintomi dell'allergia all'acido folico.

C'è un'allergia all'acido folico??

Alla domanda se potrebbe esserci un'allergia all'acido folico, i medici affermano che una vera reazione è impossibile. Esistono diverse condizioni in cui compaiono i sintomi di una reazione allergica, ma ciò non è dovuto all'intolleranza alla sostanza..

Benefici della vitamina B9

L'acido folico svolge una serie di funzioni nel corpo:

  • stimola la crescita delle cellule nervose;
  • colpisce la formazione di organi nel feto;
  • protegge dalla menopausa precoce;
  • aumenta l'attività degli spermatozoi;
  • migliora l'umore;
  • assicura una fecondazione efficace dell'uovo;
  • protegge il corpo di una donna dalla nascita prematura;
  • partecipa alle proteine, sintesi enzimatica;
  • aumenta l'immunità;
  • normalizza il sistema digestivo;
  • normalizza il sistema ematopoietico.

Molti organi, tessuti e componenti del DNA sono sintetizzati con acido, quindi è così importante fornire una fonte aggiuntiva nelle prime fasi della gravidanza. Benefici della vitamina B9 migliorata in presenza di B12.

Circa il più importante: vitamine del gruppo B, artrosi, cancro della cavità nasale

L'acido folico deve essere assunto se una persona è carente. I segni di una mancanza sono una diminuzione dell'umore, la comparsa di paura, ansia, una diminuzione della capacità lavorativa e dell'attenzione. Altri sintomi includono disturbi digestivi, difficoltà a sopportare il feto, anemia e interruzioni nel ciclo mestruale..

Le indicazioni per l'uso sono anche un periodo di notevole stress mentale o fisico, una gravidanza, un periodo di malattia. Agli adolescenti che sono in ritardo nel loro sviluppo fisico e mentale vengono prescritte vitamine per un lungo corso. Il risultato appare rapidamente, il bambino è più facile da assorbire nuove informazioni, migliora il rendimento scolastico.

Cosa causa una carenza di B9?

Se una persona si trova ad affrontare sintomi di carenza di acido, è necessario chiarire quali conseguenze ciò può portare a:

  • anemia megaloblastica;
  • pubertà ritardata;
  • menopausa precoce;
  • aterosclerosi, infarto o ictus;
  • aborti spontanei.

Più lunga è la mancanza di sostanza, più pronunciata è la violazione. Un bambino la cui madre non ha assunto vitamine può mostrare iperattività, autismo o anemia.

Ragioni della reazione

Segni di intolleranza si verificano in diversi casi: quando si assumono vitamine complesse con acido folico, un sovradosaggio o quando il sistema immunitario è più sensibile alle nuove sostanze.

Intolleranza individuale

Questo fattore si verifica quando inizia il periodo di infezione. L'immunità può iniziare a diffidare di nuove sostanze, producendo una reazione di intolleranza.

A volte allergici all'acido folico, i sintomi sono dovuti a un complesso di vitamine ed è necessario stabilire esattamente quale componente. La probabilità di intolleranza aumenta se vi è vitamina C nella composizione..

ACIDO FOLICO: cosa contengono gli alimenti?

Se nella dieta umana sono presenti molti alimenti vegetali e è necessario assumere acido folico in compresse, può verificarsi un accumulo della sostanza e la comparsa di segni di sovradosaggio.

Caratteristiche della reazione nelle donne in gravidanza

In questa categoria, una reazione all'acido folico si verifica più spesso, poiché durante il portamento del feto aumenta la necessità e aumenta l'assunzione. La manifestazione di allergie è irta della comparsa di malattie croniche (asma bronchiale, rinite, dermatite), nonché della minaccia di alterazione della circolazione placentare.

Prodotti a base di vitamina B9

Nel calcolare la dose richiesta di acido folico, è necessario considerare quanto viene fornito con il cibo. Alimenti ad alta sostanza:

  • verdure e verdure verdi;
  • legumi;
  • carni rosse e frattaglie;
  • pesche, albicocche e melone;
  • cereali (avena e grano saraceno);
  • fiocchi di latte;
  • uova
  • cetrioli, barbabietole, carote.

Se una donna ama l'insalata, gli spinaci, i broccoli e gli asparagi, è necessaria una fonte aggiuntiva di vitamina in meno quantità..

Sintomi di allergia agli acidi folici

Con un eccesso di materia, una persona sperimenta segni di eccitabilità e irritabilità, disturbi digestivi. Per soddisfare questa condizione, gli acidi devono essere ingeriti a grandi dosi per lungo tempo. Se l'assunzione della sostanza provoca un'allergia, i sintomi possono essere i seguenti:

  • prurito sulla pelle;
  • eruzione cutanea sotto forma di vesciche;
  • arrossamento.

Le manifestazioni della reazione sono piccole, variano nell'intervallo di 0,1-0,5 mm. La loro localizzazione: arti, addome, schiena e collo.

Un allergene può causare una reazione immediata più grave, l'edema di Quincke o lo shock anafilattico. La prima condizione è caratterizzata dalla comparsa di mancanza di respiro, che aumenta in un breve periodo di tempo.

Un triangolo nasolabiale bluastro appare a causa della mancanza di ossigeno. I sintomi dello shock anafilattico includono un forte calo della pressione, che può manifestarsi con perdita di coscienza, vertigini, minzione involontaria e defecazione.

Se l'aiuto non viene immediatamente fornito, il paziente smette di respirare e si verifica la morte.

Assunzione di farmaci durante la gravidanza e l'allattamento - Scuola del Dr. Komarovsky - Inter

Se viene stabilita la causa della violazione, il trattamento deve essere iniziato immediatamente. È necessario escludere le vitamine dalla dieta, eliminare i sintomi esistenti e prevenirne le conseguenze.

Metodo di esclusione

Per eliminare la manifestazione della reazione, è necessario eliminare gli allergeni e interrompere la loro assunzione. Per escluderli dalla dieta, è necessario escludere non solo i complessi vitaminici, ma anche gli alimenti ad alto contenuto. Dopo il trattamento e la scomparsa dei segni di una violazione, dopo un po 'puoi includerli nella dieta. Per ridurre le manifestazioni, vengono spesso prescritti agenti sistemici e locali.

Se il paziente inizia uno shock anafilattico, è necessario agire rapidamente. Un singolo farmaco a base di ormoni ad alte dosi può aiutare..

Antistaminici

Per accelerare il processo di eliminazione dei sintomi, vengono prescritti farmaci che ritardano il rilascio di istamina. Questi sono i mezzi di diverse generazioni: Suprastin, Difenidramina, Zodak, Cetrin, Cetirizina... Alcuni di essi sono utilizzati nella pratica pediatrica, altri negli adulti e nei bambini di età superiore ai 6 anni.

Il medico seleziona i farmaci che sono appropriati per l'età e il grado di manifestazione della reazione, devono essere assunti mentre ci sono segni di violazione e pochi giorni dopo.

Enterosorbents

Carbone attivo, Enterosgel e simili assorbono il liquido dal tratto digestivo, dove si accumulano veleni e tossine. In una reazione allergica, gli antigeni sono concentrati nel sangue e l'azione degli adsorbenti consente di legare queste sostanze.

Il più grande effetto dei farmaci si osserva il primo giorno dall'inizio. Ciò consente di ridurre le manifestazioni della reazione e rimuovere rapidamente gli antigeni dal corpo..

Cloruro di calcio

Una reazione allergica è più rapida se al paziente viene prescritto cloruro di calcio. Viene somministrato per via endovenosa, utilizzato nel periodo acuto della patologia.

Evitare le allergie - Suggerimenti per la prevenzione

È necessario prendere le vitamine molto sul serio. Le aziende farmaceutiche sono interessate a grandi volumi di vendite, pertanto possono lanciare nelle masse informazioni sulla necessità di assumere complessi vitaminici per mantenere il corpo. In effetti, ciò può essere giustificato in caso di carenza di oligoelementi, che dovrebbe essere confermato da studi di laboratorio.

L'assunzione di vitamina dovrebbe essere la prescrizione di un medico. La vitamina in eccesso è improbabile, ma la dieta deve essere controllata. Se una persona consuma molti alimenti ricchi di acido, potrebbe essere necessario un consulto medico per correggere la fonte sintetica di vitamina.

L'acido folico è una sostanza necessaria per formare tessuti e organi, quindi il suo apporto è particolarmente importante durante la gravidanza. Le allergie si verificano spesso a causa della combinazione con altri prodotti chimici o di un eccesso nella dieta. Se hai un'allergia, devi consultare un medico per una diagnosi e un trattamento accurati.

Come curare un'allergia

Allergia all'acido folico

Allergia all'acido folico

L'acido folico (vitamina B9) è una delle vitamine idrosolubili. È necessario per una persona il normale sviluppo e funzionamento del sistema circolatorio e dell'immunità. Una mancanza di vitamina B9 porta all'anemia. Se poco acido folico entra nel corpo durante la gravidanza, il nascituro può avere un difetto congenito nel sistema nervoso. Pertanto, i medici prescrivono spesso compresse contenenti vitamina B9. Tuttavia, nonostante il fatto che questa sostanza sia così necessaria per una persona, potrebbe esserci un'allergia ad essa. Questo è uno dei tre acidi (insieme a ascorbico e salicilico), che molto spesso provoca una risposta immunitaria patologica.

Cause di una reazione allergica alla vitamina B9

L'allergia all'acido folico si verifica a causa di:

Un'allergia all'acido folico si manifesta con tali segni:

Nei casi più gravi, possono manifestarsi i seguenti sintomi:

Inoltre, un'allergia all'acido folico può causare un attacco d'asma nelle persone che soffrono di questa malattia..

Gli effetti della risposta immunitaria alla vitamina B9

Se una persona ha i sintomi sopra elencati dopo aver assunto integratori vitaminici, è necessario consultare immediatamente un medico. Se l'allergia non viene trattata, può causare complicazioni, come la dermatite allergica cronica. E la risposta immunitaria alla vitamina B9 durante la gravidanza è particolarmente pericolosa, perché se non trattata, il bambino potrebbe avere una patologia nello sviluppo del sistema immunitario.

Se una persona ha un'allergia all'acido folico, quindi prima di tutto è necessario interrompere l'assunzione di integratori vitaminici che lo contengono.

Successivamente, inizia il trattamento, che ha lo scopo di eliminare i sintomi (arrossamento, eruzione cutanea, prurito) e anche di prevenire le complicanze.

Prima di tutto, vengono prescritti antistaminici. Sono divisi in tre gruppi: prima, seconda e terza generazione. Molto spesso, vengono nominati questi ultimi. Gli antistaminici di terza generazione includono:

Questi medicinali hanno effetti collaterali meno pronunciati rispetto ai farmaci antiallergici della seconda e prima generazione. Sono anche meno dannosi per il cuore. I farmaci di prima e seconda generazione, sebbene meno comuni, possono anche essere prescritti per le allergie all'acido folico. Gli antistaminici di seconda generazione includono:

Gli antistaminici di prima generazione includono:

Quando si usano farmaci antiallergici della seconda e prima generazione, la velocità di reazione può rallentare, può verificarsi sonnolenza. Gli effetti collaterali includono problemi urinari.

Se l'assunzione di antistaminici all'interno non aiuta a eliminare completamente i sintomi, vengono prescritti pomate o creme per alleviare il prurito, il bruciore e il rossore sulla pelle. Sono divisi in due tipi: non ormonali e ormonali. I primi sono usati per le allergie lievi. Se i sintomi sono gravi, i medici raccomandano l'uso di unguenti ormonali (corticosteroidi).

Gli unguenti antiallergici privi di ormoni includono:

I corticosteroidi topici includono:

Esistono anche pomate antiallergiche contenenti antibiotici. Questi sono tali farmaci:

Aiutano ad alleviare il processo infiammatorio sulla pelle, a seguito della quale vengono rimossi sintomi come arrossamento e bruciore..

Inoltre, per una più rapida eliminazione dell'allergene dal corpo, vengono prescritti sorbenti come Polysorb, carbone attivo, ecc..

In caso di allergia all'acido folico, possono anche essere utilizzate iniezioni endovenose contenenti cloruro di calcio..

Caratteristiche del trattamento durante la gravidanza

Durante il parto di un bambino, alle donne non è raccomandato assumere antistaminici, in particolare la prima e la seconda generazione. L'assunzione di farmaci antiallergici di terza generazione è possibile nel secondo o terzo trimestre. Nel primo trimestre non è raccomandato il trattamento con antistaminici. Tuttavia, in casi gravi di allergie, è possibile utilizzare questi farmaci sotto la stretta supervisione di un medico..

Per alleviare i sintomi di una reazione allergica durante la gravidanza, è possibile utilizzare unguenti senza ormoni come Bepanten, Pantenolo, Protopico, Fenistil, ecc. L'uso di unguenti ormonali non è raccomandato.

Come prevenire una risposta immunitaria alla vitamina B9?

Per fare ciò, è necessario rispettare le seguenti regole:

Se una persona ha già avuto un'allergia all'acido folico, quindi per prevenirne la ricomparsa, è necessario controllare la quantità di cibo consumata con un alto contenuto di questa sostanza. Questi sono i seguenti prodotti:

Allergia all'acido folico

L'acido folico o la vitamina B9 si trovano in molti alimenti e medicine. L'uso diffuso della sostanza iniziò all'inizio del XX secolo, quando l'acido folico veniva usato per prevenire e curare l'anemia megaoblastica nelle donne in gravidanza. Più precisamente, a quel tempo i pazienti venivano semplicemente nutriti con piatti dal fegato, dopo di che si notavano miglioramenti significativi della loro salute.

Nel tempo, si è scoperto che era l'acido folico, che allora era chiamato vitamina M, che ha un effetto benefico sul corpo. È iniziata la ricerca attiva della sostanza, è stato osservato che il suo contenuto significativo è osservato nelle foglie di spinaci e prezzemolo, quindi la sostanza ha preso il suo nome attuale "acido folico", dalla parola "folium" - foglia.

Acido folico negli alimenti

Le proprietà benefiche dell'acido folico sono state dimostrate per anni e generazioni. Ecco solo alcune delle posizioni della vitamina nel corpo umano:

  • partecipazione al processo metabolico
  • partecipazione alla sintesi di aminoacidi
  • aiutare nel corretto sviluppo del sistema riproduttivo del corpo femminile
  • partecipazione al processo di divisione delle molecole di DNA
  • effetto sul funzionamento del sistema nervoso
  • ruolo importante nello sviluppo iniziale dei neonati
  • riduzione del rischio di cancro

Come puoi vedere dall'elenco, l'uso di acido folico è molto comune in questi giorni. Una mancanza di vitamina nel corpo può portare a gravi malattie, tuttavia, un sovradosaggio di vitamina A è, ovviamente, molto dannoso..

Allergia agli acidi folici: sintomi

Un'allergia agli acidi è uno "strato" significativo in tutta la varietà di reazioni allergiche, specialmente quando si tratta di allergie alimentari. L'acido folico è uno dei tre acidi che causano allergie più spesso (anche salicilico e ascorbico).

Un'allergia all'acido folico è considerata estremamente pericolosa: porta a gravi malattie come l'asma e l'eczema.

Alcuni dei sintomi tipici dell'allergia all'acido folico sono:

  • varie dermatiti
  • prurito della pelle
  • L'edema di Quincke
  • orticaria
  • eruzioni cutanee allergiche
  • asma bronchiale
  • shock anafilattico (possibile in rari casi)

Trattamento di allergia agli acidi folici

Al primo segno di allergia all'acido folico, dovresti smettere di prenderlo e consultare un medico.

Vale la pena ricordare che l'acido folico entra nel corpo non solo a causa dell'uso di droghe che lo contengono, ma anche con cibi e bevande..

Ai primi sintomi di un'allergia all'acido folico, devi pensare all'alimentazione, per prevenire l'insorgenza di allergie alimentari, come una delle più pericolose.

L'acido folico si trova nei seguenti alimenti:

  • salmone e tonno
  • frondoso: spinaci, prezzemolo, menta, ortica, insalata verde
  • Manzo
  • montone
  • Maiale
  • le uova
  • ricotta e prodotti a base di cagliata

Se i sintomi allergici sono descritti nell'articolo, è necessario interrompere immediatamente l'assunzione di acido folico, incluso l'abbandono temporaneo dei prodotti sopra elencati.

Per alleviare i sintomi di allergia, dovrebbero essere usati i farmaci prescritti da un allergologo..

Allergia all'acido folico

L'allergia all'acido folico è piuttosto rara. La vitamina B9 è un componente indispensabile che partecipa attivamente alla sintesi degli aminoacidi nel corpo e alla formazione dell'apparato genico. Ancora più importante, l'assunzione sufficiente durante la gravidanza.

Soddisfare

Quando si manifesta l'allergia all'acido folico??

La causa più comune di un'allergia alla vitamina B9 è considerata una violazione della sua assunzione e supera la dose giornaliera raccomandata. Alcune persone possono provare intolleranza individuale a questa vitamina. Mangiare cibi incontrollati ricchi di acido folico può anche causare una reazione allergica.

  • L'acido folico è ricco di verdure: spinaci, lattuga a foglia, prezzemolo, ortica, menta.
  • La vitamina B9 è presente nella carne (manzo, agnello, maiale) e pesce (tonno, salmone).
  • Ricco di uova di gallina.
  • Il componente è nei latticini, in particolare nella ricotta..

Alimenti ricchi di acido folico

Sintomi di allergia all'acido folico:

  • Il segno più caratteristico è la comparsa di eruzioni cutanee sulla pelle. L'eruzione cutanea è comune, la sua formazione è accompagnata da prurito e bruciore. L'orticaria può svilupparsi.
  • In alcuni casi, si manifesta l'edema di Quincke - questa è una condizione acuta caratterizzata da gonfiore della mucosa, della pelle o delle fibre. Se il processo si estende alla laringe, si nota spesso una forte difficoltà respiratoria..
  • In rari casi, si sviluppa uno shock anafilattico. Nelle reazioni gravi, può verificarsi eczema..
  • Una reazione allergica alla vitamina B9 può provocare lo sviluppo di asma bronchiale.

Trattamento di reazione allergica

Al primo segno di allergia, gli alimenti ad alto contenuto di acido folico dovrebbero essere completamente eliminati dalla dieta. I seguenti farmaci sono usati per sbarazzarsi dei sintomi patologici:

  • Gli antistaminici devono essere assunti per una settimana a un dosaggio specifico per età. Con la prima allergia manifestata, è necessario dare la preferenza ai farmaci di prima e seconda generazione: Diazolin, Suprastin, Tavegil, Fenkarol. Per i bambini di età inferiore a due anni, i pediatri raccomandano di somministrare Zodak, Fenistil o Zirtek in forma di dosaggio liquida.
  • Per ridurre l'intensità dei fenomeni negativi che si sono verificati dopo l'assunzione di preparati contenenti acido folico, è necessario bere un carbone attivo adsorbente, Filtrum, Polysorb, Enterosgel. Inibiscono l'assorbimento dell'allergene dall'intestino, pertanto si osserva un'alta efficienza solo nel primo giorno dopo la comparsa di sintomi negativi.
  • I farmaci ormonali (prednisone e idrocortisone) possono essere usati per via orale per condizioni potenzialmente letali - segni di shock anafilattico, broncospasmo e inefficacia dei farmaci antiallergici.
  • Un buon effetto per le allergie all'acido folico è dato dall'iniezione endovenosa di cloruro di calcio o tiosolfato di sodio.

Allergia agli acidi folici durante la gravidanza

Un'allergia all'acido folico durante la gravidanza è particolarmente pericolosa, in quanto può portare allo sviluppo di gravi conseguenze. La comparsa di una reazione patologica durante l'assunzione di preparati contenenti vitamina B9 richiede il ritiro immediato del farmaco. La consultazione di un allergologo è obbligatoria se si verificano i primi segni di una reazione allergica.

Per le allergie, dovresti studiare attentamente la composizione di eventuali preparati multivitaminici: nella loro composizione può essere presente acido folico. Se gli effetti negativi non scompaiono dopo il trattamento, è necessario eseguire un test allergologico per identificare con precisione quale sostanza ha causato la reazione allergica..

  • Allergia 325
    • Stomatite allergica 1
    • Shock anafilattico 5
    • Orticaria 24
    • Edema di Quincke 2
    • Pollinosi 13
  • Asma 39
  • Dermatite 245
    • Dermatite Atopica 25
    • Neurodermite 20
    • Psoriasi 63
    • Dermatite seborroica 15
    • Sindrome di Lyell 1
    • Toxermia 2
    • Eczema 68
  • Sintomi comuni 33
    • Naso che cola 33

La riproduzione totale o parziale dei materiali del sito è possibile solo se esiste un collegamento indicizzato attivo alla fonte. Tutti i materiali presentati sul sito sono solo indicativi. Non automedicare, il medico dovrebbe dare raccomandazioni in una consultazione di persona.

26 febbraio. L'Istituto di allergologia e immunologia clinica, insieme al Ministero della salute, sta conducendo il programma Allergy Free di San Pietroburgo. Nell'ambito del quale il farmaco Histanol Neo è disponibile per soli 149 rubli, per tutti i residenti della città e della regione!