Apchi, betulla! Come riconoscere le allergie stagionali e facilitarne il decorso

Analisi

La primavera è il periodo dell'anno che tutti stanno aspettando... tranne le allergie alla fioritura. Quest'anno molti Lyuli sono seduti a casa in isolamento, da cui i sintomi sono meno pronunciati, ma c'è ancora un'allergia. E ciò che è più spiacevole: può manifestarsi a qualsiasi età. Ecco come riconoscerla e alleviare le sue condizioni..

Le allergie stagionali sono spesso causate dalla fioritura di alcune piante, compresi gli alberi. Se sei allergico al polline, dovresti stare attento da marzo a maggio, e se stiamo parlando di alcuni fiori, fino alla fine dell'estate.

Dato che le allergie spesso compaiono alla fine della stagione influenzale e della SARS (e l'attuale coronavirus non è ancora diventato stagionale), non è così facile distinguere le manifestazioni allergiche da quelle virali, specialmente se questa è la prima volta.

Sintomi allergici

La maggior parte dei soggetti allergici soffre di classici problemi al tratto respiratorio superiore: naso chiuso, tosse, starnuti, mal di occhi. I virus ovviamente causano circa gli stessi sintomi.!

La differenza principale è la durata della "malattia". Con un'infezione virale, i sintomi gravi di solito scompaiono in un giorno o due e le allergie durano per settimane o addirittura mesi. Inoltre, con le allergie, non c'è temperatura elevata. Ma succede, ad esempio, il prurito, che non è caratteristico di un'infezione virale. La diagnosi finale, ovviamente, deve essere fatta dal medico.

Come affrontare le allergie?

Quindi, se hai un'allergia stagionale, il medico prescriverà antistaminici. Di norma, si tratta di compresse o sciroppi. Il medicinale può essere prescritto nello spray, ma deve essere preso in un corso e iniziato prima dell'inizio della stagione delle allergie.

Se la prima linea di difesa fallisce, la seconda è collegata - ASIT (immunoterapia specifica per allergeni). Questa è una serie di iniezioni eseguite da un medico una volta all'anno. Questa terapia non è raccomandata per tutti, quindi non è necessario provare a condurla da soli..

Se hai nuovi sintomi, assicurati di consultare un medico! Possono essere necessari medicinali più potenti..

Reazioni allergiche al polline di betulla

Una delle malattie allergiche più comuni è un'allergia alla betulla, o piuttosto un'allergia alla fioritura della betulla. Spesso, è registrato proprio nei residenti di megalopoli, perché i cambiamenti nel loro sistema immunitario si verificano a causa di composti chimici che si accumulano nell'aria urbana. Inoltre, non è necessario che la betulla sia direttamente nelle vicinanze: il suo polline si diffonde nell'aria per diversi chilometri durante la fioritura, il che, di conseguenza, provoca reazioni allergiche.

Sintomi di una reazione allergica al polline di betulla

L'allergia crociata alla betulla si manifesta come qualsiasi altra allergia, i cui sintomi sono molto simili all'insorgenza di un raffreddore: congestione nasale, starnuti e tosse, lacrimazione, ecc. Ma ci sono diversi gradi di gravità delle manifestazioni di una reazione allergica - questi sono:

  • Debole I principali sintomi delle allergie sono lievi, c'è disagio, ma lieve. Questo modulo non richiede droghe e passa in modo indipendente.
  • Medio. I sintomi sono più pronunciati e influenzano negativamente la qualità della vita del paziente. L'opportunità di fare a meno delle droghe è preservata, ma indesiderabile.
  • Pesante. I sintomi allergici sono pronunciati, la condizione è difficile da tollerare, che può anche portare a complicazioni. Trattamento obbligatorio richiesto.

L'allergia crociata si riferisce alla risposta immunitaria negativa di un organismo a quei prodotti che hanno una struttura simile all'allergene principale - in questo caso, un allergene di betulla. Di conseguenza, può apparire intolleranza alimentare e i sintomi della febbre da fieno possono intensificarsi, manifestandosi già con i seguenti sintomi:

  • arrossamento e gonfiore dei tessuti molli del viso,
  • gonfiore della lingua e delle labbra,
  • gola infiammata,
  • prurito al palato,
  • edema laringeo,
  • difficoltà a deglutire,
  • orticaria,
  • nausea e vomito,
  • dolore addominale,
  • disturbi delle feci.

Cause di allergie

Il polline di betulla rappresenta una minaccia per tutti i soggetti allergici, ma esistono gruppi a rischio in cui la probabilità di reazioni allergiche è particolarmente elevata. Questi sono bambini con allergie e bambini con un'immunità indebolita, così come le persone che vivono in aree ecologicamente sfavorevoli. Naturalmente, coloro che hanno un'intolleranza individuale al polline in quanto tale sono a rischio. Il motivo principale per cui si verifica la risposta allergica del corpo è la ridotta immunità. Ma le malattie del fegato, la rimozione anticipata di tonsille o adenoidi, anche la presenza di malattie bronchiali e una predisposizione genetica possono aumentare la sua probabilità.

Metodi di trattamento

La terapia allergica per la betulla deve essere somministrata da uno specialista, perché altrimenti sarà aggravata solo di anno in anno (questo è anche facilitato dalla selezione indipendente di antistaminici). Tale trattamento consiste in tre punti correlati:

  1. Isolamento allergenico, ad es. in questo caso, devi lasciare la zona vicina con betulle o ridurre al minimo le uscite dai locali e indossare respiratori, occhiali e indumenti coperti per tutto il periodo di fioritura.
  2. Terapia farmacologica - antistaminico e sintomatico.
  3. Correzione della nutrizione e rispetto delle misure preventive in futuro.

Un'allergia alla betulla in un bambino viene trattata allo stesso modo di un adulto e secondo lo stesso schema, solo con una più attenta selezione del dosaggio dei farmaci. Immunomodulatori speciali sono anche usati per trattare i bambini e usano un metodo come la terapia ASIT, che significa l'introduzione o l'uso delle più piccole dosi di allergene, ad es. è una specie di vaccinazione contro le allergie. Pertanto, è possibile formare gradualmente il corretto funzionamento del sistema immunitario nel bambino e in futuro, le possibilità di una reazione allergica alla betulla sono ridotte al minimo.

La medicina tradizionale offre anche i suoi modi per sbarazzarsi di questo disturbo, ma qui è importante ricordare che la persona allergica può mostrare intolleranza ad altre piante, quindi dovresti stare attento con tali raccomandazioni. Fondamentalmente, in questo caso, si propone di portare la mummia di montagna all'interno per aumentare l'immunità e, con scopi omeopatici, l'uso esterno di gemme di betulla. Ma se i sintomi si intensificano con questi o altri metodi, devono essere immediatamente interrotti..

Dieta per allergie stagionali

Con un'allergia alla betulla, alcune restrizioni sono imposte anche al cibo, poiché esiste una reazione crociata con intolleranza alimentare, che in rari casi può persino portare a shock anafilattico. Vale la pena iniziare e le eccezioni di quei prodotti in cui il polline di betulla potrebbe arrivare fisicamente: questo è miele, linfa di betulla. Da questo punto di vista, anche la frutta o la verdura scarsamente lavate sono pericolose, perché potrebbero crescere vicino a un boschetto di betulle. Di seguito è riportato un elenco di ciò che non si può mangiare con le allergie:

  • mele, prugne, pesche,
  • ananas, kiwi, meloni, ciliegie,
  • agrumi - soprattutto mandarini,
  • nocciole, noci,
  • carote, cipolle, erba cipollina,
  • patate, cetrioli, pomodori, sedano.

Se possibile, dovresti rinunciare a alcol, fumo, carni affumicate, dolci, pasticcini, sottaceti e cibi in scatola. Nel periodo acuto di allergie, la dieta si riduce a mangiare minestre vegetariane leggere, porridge sull'acqua e segale o pane grigio. Mentre ti riprendi, puoi introdurre gradualmente carne magra bollita o in umido, nonché latticini e uova, oltre a pasta di grano duro.

Più della metà delle persone con febbre da fieno soffre di allergie crociate a determinati alimenti, quindi è vitale per tutti coloro che soffrono di allergie conoscere questo elenco di alimenti vietati per le allergie alla betulla. È particolarmente importante farlo a metà primavera, quando i rischi di reazioni polliniche sono massimi, motivo per cui è necessario seguire una dieta.

Prevenzione

Ridurre significativamente il rischio di reazioni allergiche può essere misure di sicurezza, che generalmente riducono l'effetto del polline di betulla sul corpo. Per questi scopi, si consiglia di:

  • Durante il periodo di fioritura della betulla, tieni le finestre chiuse in casa, usando i depuratori d'aria e la pulizia giornaliera bagnata nella stanza.
  • Quando si esce di casa, indossare occhiali scuri che coprano il più possibile la zona degli occhi e avvolgere l'area del naso e della bocca con una sciarpa (se i respiratori non sono adatti).
  • Lava il viso il più spesso possibile per eliminare la polvere (che contiene polline dalle piante) e fai una doccia almeno due volte al giorno.
  • Al ritorno a casa, cambia immediatamente in abiti puliti, inviando immediatamente cose sporche da lavare, per prevenire la possibile diffusione dell'allergene.
  • Nei giorni caldi, soprattutto di sera, evitare di uscire e ventilare la stanza solo dopo la pioggia passata. Ionizzatori buoni da usare.

Osservando queste misure preventive, evitando il contatto diretto con il polline e attento alla dieta, rimuovendo i prodotti che sono rischiosi per una determinata situazione, è possibile posticipare il periodo di fioritura della betulla in modo relativamente comodo e fare a meno del trattamento. Ma se tuttavia sono comparse reazioni allergiche, è necessario andare dal medico, il che è particolarmente importante nei casi in cui i bambini soffrono di febbre da fieno - l'automedicazione è vietata.

Come nutrire un bambino con allergie durante la fioritura della betulla

Dieta per allergie alla betulla. Pollinosi nei bambini

La fioritura della betulla - il principale allergene della Striscia di Mezzo - è iniziata nella regione di Mosca alla fine di aprile, continua ancora oggi e, come sempre, provoca un'allergia al polline di betulla, che in molti sembra febbre da fieno. Il trattamento delle allergie dipende in gran parte dall'alimentazione - alimenti adeguatamente selezionati aiutano almeno a non peggiorare le condizioni di un bambino con allergie. Quali sono le caratteristiche della dieta per le allergie ai pollini, afferma Vera Afanasyevna Revyakina, MD, professore, capo del dipartimento di allergologia della Clinica di nutrizione clinica del Centro di ricerca federale per l'alimentazione, la biotecnologia e la sicurezza alimentare.

- Come nutrire un bambino allergico al polline di betulla durante la sua fioritura?

- Se il bambino è allergico alla betulla, consigliamo di rimuovere mele, noci, miele, funghi, cioccolato e noci durante il periodo di fioritura. Bambini e bambini con la febbre da fieno non devono dare miele e noci. Ma le ciliegie bianche sono possibili, anche se le ciliegie sono snocciolate e dovrebbero sembrare reagire con il polline di betulla.

Se un bambino non ha altri allergeni oltre al polline, al di fuori del periodo di fioritura, ad esempio, è consentita una mela cotta: i bambini non devono essere completamente privati ​​del piacere! E succede: hanno rivelato un'allergia alla betulla ed hanno escluso tutta la frutta e la verdura. E il povero bambino cammina affamato tutto il tempo.

- Ci sono prodotti che tutti possono? Ad esempio, grano saraceno?

- In precedenza il grano saraceno era considerato un prodotto dietetico e ora ci sono persone nelle quali provoca allergie. Qualsiasi cereale può causare una reazione allergica, ma per questo esiste un algoritmo di scelta. Ogni bambino ha i suoi cereali, il suo set di prodotti, se soffre di gravi forme di allergia alimentare.

- Ora anche la carne di pollo, sempre considerata dietetica, è piena di antibiotici.

- Sì, se il pollo viene nutrito con antibiotici e ormoni, il bambino può reagire. La via d'uscita è la faraona. Le uova di faraona hanno un guscio spesso, quindi molte sostanze non penetrano all'interno. Inoltre, questo uccello viene alimentato con mangime puro senza additivi..

- Se il bambino è allergico alla betulla, è possibile assumere vitamine?

- Le vitamine stesse non sono allergeni, perché sono composti a basso peso molecolare, tranne forse B2 e B12. Può verificarsi una reazione a quelle sostanze ausiliarie che aggiungono, ad esempio, acido citrico o alcuni componenti a base di erbe. In generale, devi guardare la composizione.

- È possibile che alcuni componenti non siano indicati sull'etichetta.?

- Sfortunatamente, può! Ora la domanda è rigorosamente sollevata in modo che tutti i componenti siano indicati sull'etichetta, anche a concentrazioni microscopiche. Il nostro centro sta preparando un tale disegno di legge.

- Come nutrire un bambino se non riesce a mangiare nulla?

- Come - niente può? È un mito che un bambino possa avere un'allergia alimentare polivalente, cioè un'allergia a tutto. Il mito secondo cui un bambino non può mangiare nulla. Non ci sono bambini che non tollererebbero tutti gli alimenti. Ci saranno sempre quelli che possono nutrire i bambini. Tuttavia, ci sono madri pigre che non vogliono cercarle. Devi solo non essere pigro e risolvere questo problema insieme agli specialisti.

Per domande di carattere medico, assicurati di consultare prima il medico.

Allergia ai pollini di betulla

L'allergia al polline di betulla è una malattia stagionale comune che sta diventando più comune nelle persone moderne. Una grande percentuale di pazienti è registrata tra la popolazione urbana, poiché molti composti chimici diversi che si trovano nell'aria, nell'acqua e nel cibo influenzano la loro immunità dall'infanzia..

La malattia può iniziare anche se la betulla vicino a te non cresce da nessuna parte, le raffiche di vento possono trasportare polline su lunghe distanze, anche decine di chilometri.

Ecco perché se da metà aprile a fine maggio si notano malessere, febbre, prurito al naso, alla gola e agli occhi, lacrimazione e mancanza di respiro, specialmente quando si cammina per strada, cercare un aiuto qualificato da un allergologo e ottenere i necessari test allergologici.

Grado di manifestazione

  1. Il primo. È caratterizzato da manifestazioni minori di sintomi. Di norma, la qualità della vita durante questo periodo non cambia, forse una manifestazione di un piccolo disagio.
  2. Il secondo. I sintomi diventano più pronunciati. Il ritmo della vita e la sua qualità sono in qualche modo ridotti. L'efficienza diminuisce, lo stato di salute peggiora. Gli antistaminici e i corticosteroidi sono prescritti come trattamento di base.
  3. Il terzo. Sembra piuttosto difficile. Possono comparire complicazioni, incluso l'asma bronchiale.

Fattori di rischio

  1. I residenti di megalopoli, in particolare le donne, hanno maggiori probabilità di soffrire di allergie. Ciò è dovuto al ritmo e alla qualità della vita, nonché all'ambiente urbano, che influisce negativamente sull'immunità umana.
  2. Un ruolo importante è svolto dal fattore ereditario. È dimostrato che nei genitori allergici nel 50 percento dei casi può nascere un bambino con la stessa diagnosi e in un figlio di genitori sani la probabilità di malattia è del 10 percento.
  3. Fattore ecologico, climatico e geografico.
  4. Un bambino in buona salute ha tutti i presupposti per lo sviluppo di allergie, se è spesso in una stanza contaminata da sostanze irritanti, raramente cammina all'aria aperta e la sua dieta è disturbata.

Le ragioni

Un'allergia al polline di betulla appare a causa di allergeni che si verificano al momento della fioritura. Il polline di betulla contiene circa 40 composti proteici, ma solo sei di essi causano intolleranza. Nella maggior parte dei pazienti, una reazione allergica si verifica proprio a contatto con glicoproteina.

Il periodo per il rilascio di proteine ​​dannose dalla betulla cade tra aprile e maggio; durante questo periodo, la maggior parte delle persone avverte la manifestazione di sintomi allergici, alcuni sono difficili da tollerare, alcuni sono facili e alcuni hanno riscontrato un tale problema per la prima volta. Una persona in buona salute non prova alcun disagio in questo momento..

Se noti che tosse, starnuti, febbre, naso che cola non scompaiono dopo una settimana e quando cammini per la strada si intensificano, dovresti pensare alla natura del disturbo e cercare un aiuto qualificato e non curare il raffreddore.

Sintomi

I sintomi di un'allergia alla fioritura della betulla compaiono immediatamente dopo il contatto diretto con un irritante.

Poiché l'allergene è principalmente a contatto con il tratto respiratorio e le mucose della congiuntiva umana, anche i primi sintomi sono respiratori.

Lievi manifestazioni cliniche di febbre da fieno:

  • congiuntivite allergica;
  • prurito agli occhi, al naso e alla gola;
  • il naso è costantemente bloccato, ci sono attacchi di starnuti e tosse, la mucosa nasale è abbondantemente secreta;
  • gli occhi diventano rossi, il gonfiore appare intorno agli occhi, il gonfiore del viso è possibile;
  • congiuntivite;
  • si nota una grave lacrimazione;
  • respiro affannoso.

Allergie gravi:

  • orticaria;
  • febbre;
  • la temperatura aumenta;
  • asma bronchiale;
  • lo shock anafilattico è piuttosto raro;
  • L'edema di Quincke.

Nelle persone che soffrono di asma, durante un periodo di esacerbazione, la condizione viene esacerbata ed è richiesta una speciale supervisione del medico.

Il quadro clinico è identico nei bambini e negli adulti, ma nei bambini i sintomi sono più pronunciati e aggressivi.

complicazioni

Un'allergia alla betulla può portare a tali complicazioni:

  • shock anafilattico;
  • crollo;
  • cistite;
  • crampi allo stomaco;
  • shock anafilattico;
  • asma bronchiale;
  • Edema di Quincke;
  • spasmi
  • aritmia.

La mancanza di una terapia adeguata durante le convulsioni può essere fatale.

Non automedicare!

Solo uno specialista qualificato ti dirà cosa fare con un'allergia alla betulla, che, sulla base dei sintomi e delle condizioni generali del corpo, prescriverà un trattamento adeguato.

Allergia crociata

L'allergia crociata alla betulla è una condizione peggiorante di una persona con febbre da fieno della betulla a causa dell'uso di determinati prodotti, il contatto con determinate piante ed erbe. Ciò è dovuto al fatto che le proteine ​​del polline e alcuni alimenti sono simili, un corpo indebolito non percepisce la differenza tra l'allergene e il prodotto e innesca una risposta.

La reazione crociata si verifica in quasi la metà delle persone che soffrono di allergia ai pollini e la reazione della betulla è piuttosto rara, solo il 7% dei pazienti. Appare indipendentemente dal periodo dell'anno.

Secondo le manifestazioni, la croce non differisce dalle allergie alla betulla, mentre si osserva:

  • rinite;
  • prurito
  • congiuntivite;
  • gonfiore delle mucose;
  • lacrimazione e arrossamento degli occhi;
  • starnuti
  • orticaria e altri.

Tali allergeni incrociati si distinguono per le allergie alla betulla:

Oltre al cibo, può verificarsi una reazione crociata quando viene a contatto con altre piante ed erbe fiorite:

  • alberi forestali;
  • frutta;
  • cereali;
  • ambrosia e assenzio.

Sfortunatamente, il trattamento di una reazione crociata, così come il trattamento di un'allergia alla fioritura della betulla, è impossibile, è possibile alleviare la condizione solo indebolendo le manifestazioni del quadro clinico.

In questo caso, vengono utilizzati antistaminici..

Prima di tutto, la terapia dovrebbe essere direttamente nella prevenzione delle allergie:

  • aerare le stanze attraverso un panno umido o aria condizionata;
  • evitare il contatto con l'allergene, se si tratta di polline di altre piante, non camminare all'aperto durante la fioritura;
  • non mangiare prodotti allergenici incrociati;
  • l'esclusione di alcol, linfa di betulla e tisane;
  • ridurre il consumo o escludere cioccolato, marmellate, marmellate e altri prodotti potenzialmente pericolosi dalla dieta;
  • attenersi alle raccomandazioni del medico.

Allergie nei bambini

L'allergia a una betulla in un bambino con un'eziologia e un quadro clinico è quasi identica a una malattia dell'adulto.

Ma, nei bambini più piccoli, i sintomi possono essere espressi in modo più chiaro e aggressivo rispetto a un adulto, motivo per cui i genitori sono obbligati a contattare immediatamente il pediatra presente alle prime manifestazioni.

Di seguito su come trattare le allergie alla betulla in un bambino.

Il trattamento dei bambini non differisce dalla terapia per adulti e, prima di tutto, consiste nel massimo isolamento del bambino dal contatto con un allergene.

I farmaci e il dosaggio sono prescritti esclusivamente dal medico curante, in base alla diagnosi e alle condizioni generali del corpo del bambino. Gli immunomodulatori sono utilizzati specificamente per i bambini.

L'immunoterapia, che viene eseguita solo sotto la stretta supervisione di un medico, è anche popolare oggi..

Nel frattempo, i genitori non dovrebbero perdere tempo e seguire queste raccomandazioni:

  • fare regolarmente la pulizia a umido a casa;
  • le passeggiate con un bambino devono essere eseguite solo con elevata umidità e con una maschera;
  • dopo la camminata, dovresti cambiare i vestiti, fare il bagno al bambino e sciacquarti il ​​naso, gli occhi e la gola;
  • durante le uscite sulla strada, è indispensabile avere salviettine umidificate (bambino inodore), e se il bambino è asmatico, quindi un inalatore;
  • ventilare la stanza attraverso un panno umido denso o usando un condizionatore d'aria;
  • fare il bagno agli animali domestici il più regolarmente possibile;
  • osservare una dieta speciale per il bambino durante il periodo di esacerbazione;
  • in caso di cambiamenti nelle condizioni, consultare un medico.

Diagnostica

Un'allergia alla betulla viene diagnosticata come qualsiasi altra allergia ai pollini..

La diagnosi è:

  • determinazione di tutti i sintomi;
  • storia medica;
  • condurre un esame del sangue generale e determinare la reazione all'allergene T3, che è responsabile della sensibilità al polline di betulla;
  • condurre test cutanei speciali per identificare l'eziologia della malattia.

Ulteriori esami aiuteranno a fornire un quadro completo delle condizioni del corpo del paziente.

Non fidarti solo delle tue supposizioni e intuizioni, passa attraverso la diagnostica in cliniche specializzate e segui le raccomandazioni di un allergologo, solo in questo caso il trattamento avrà successo e ti salverà da sintomi spiacevoli durante la fioritura.

Trattamento

  1. Il trattamento di un'allergia alla betulla comporta l'uso di antistaminici, poiché durante un'esacerbazione, nel corpo viene prodotta una quantità eccessiva di istamine che provocano la comparsa di sintomi.
  2. I farmaci ormonali locali vengono utilizzati per alleviare i sintomi locali, come il naso che cola. Ma tali farmaci possono indebolire un corpo già esaurito..
  3. Gli spray nasali aiutano ad alleviare il gonfiore delle mucose del rinofaringe. Come spruzzare puoi usare l'acqua di mare.
  4. I rimedi di erbe aiutano ad aumentare l'immunità del paziente, nonché a ridurre i sintomi.
  5. Durante il trattamento, il paziente deve seguire una dieta speciale.
  6. Prima che un allergene dell'albero inizi a fiorire, i medici raccomandano di fare un ciclo di vaccinazioni..
  7. L'immunoterapia specifica per le allergie ha lo scopo di ridurre la risposta del corpo a un allergene introducendo regolarmente piccole dosi di esso nel corpo. È possibile curare le allergie per raggiungere la tolleranza all'irritante..

La febbre da fieno può peggiorare in modo significativo le condizioni di una persona, causare molti sintomi spiacevoli che riducono la qualità della vita e, di conseguenza, soffre lo stato psicoemotivo. E come sai, la tensione nervosa può aggravare il benessere già indisposto e causare complicazioni.

Pertanto, se si soffre di allergie, seguire le prescrizioni del medico, seguire una dieta, osservare le regole di igiene e comportamento durante l'esacerbazione e cercare di non concentrarsi su di essa, meditare, fare speciali esercizi di respirazione.

Si consiglia inoltre di comprendere la causa psicosomatica delle allergie e quindi cercare di superare le paure.

Sfortunatamente, il trattamento delle allergie al polline di betulla, così come altri tipi di febbre da fieno, è attualmente praticamente impossibile, quindi tutti i metodi terapeutici mirano a combattere le manifestazioni di questa malattia.

Dieta

I preparati e i farmaci per le allergie al polline di betulla aiutano a indebolire i sintomi della malattia e rafforzare l'immunità, ma il trattamento deve essere integrato con una dieta speciale..

I medici raccomandano alle persone che soffrono di febbre da fieno di betulla di escludere i prodotti che sono allergeni crociati dalla loro dieta, compresi alcuni frutti, bacche, verdure, ortaggi a radice, spezie, dolci.

Al momento del trattamento, dovresti abbandonare l'uso di bevande alcoliche, linfa di betulla, tisane, in particolare bevande con germogli e foglie di ontano e betulla.

Si deve prestare attenzione a carni affumicate, sottaceti e marinate..

La febbre da fieno è una malattia popolare nel nostro clima, ma l'osservanza di semplici regole, nonché un trattamento tempestivo, ridurrà i sintomi e tollererà facilmente un periodo di esacerbazione..

Prevenzione

  • escludere dalla dieta tutto ciò che non si può mangiare con un'allergia alla betulla;
  • per ridurre al minimo il contatto con lo stimolo, è consigliabile lasciare la zona pericolosa per la fioritura, cambiare il clima se possibile;
  • le passeggiate sulla strada devono essere eseguite solo con tempo calmo e umidità elevata, ad esempio, dopo la pioggia o prima di uscire, indossare una maschera protettiva speciale;
  • è meglio chiudere le finestre della casa e usare l'aria condizionata, come opzione, è possibile ventilare la stanza attraverso una finestra con una tenda con un panno spesso precedentemente bagnato;
  • Dopo aver visitato la strada, assicurati di sciacquarti gli occhi, il naso e la gola, fare una doccia e anche cambiarti in vestiti puliti;
  • la pulizia a umido in casa è desiderabile più volte al giorno;
  • Gli animali domestici devono fare il bagno il più spesso possibile, poiché il loro mantello può contenere un allergene;
  • usare farmaci antiallergenici per ridurre i sintomi della malattia;
  • seguire le raccomandazioni di un allergologo.

previsione

Un'allergia alla fioritura della betulla non tollera la negligenza e il rispetto di semplici regole ti permetterà di goderti la vita anche durante un'esacerbazione:

  1. Non auto-diagnosticare e auto-medicare..
  2. Consultare un allergologo qualificato.
  3. Crea condizioni di fioritura confortevoli per te stesso..
  4. Segui tutti i consigli del medico.

L'implementazione di queste regole garantisce l'esclusione dello sviluppo della malattia e delle complicanze, e possibilmente un completo recupero.

Come si manifesta e che nella maggior parte dei casi agisce come un allergene

Come si manifesta il quadro clinico. Quali tipi di fiori sono potenzialmente irritanti.

Quali tipi di piante possono causare una reazione. Prevenzione e trattamento.

Sintomi e metodi per il trattamento della febbre da fieno.

Allergia alla betulla: dove partire dal polline per il periodo di fioritura e come trattare la febbre da fieno

Le allergie alla betulla iniziano spesso nella prima infanzia e per decenni portano a un deterioramento della qualità della vita. Ciò accade perché il polline di betulla è l'allergene più potente tra gli alberi. Cosa fare quando l'arrivo della primavera e della fioritura diventa un vero test per te, lo diremo nell'articolo.

Freddo o allergia: come distinguere?

Un'allergia al polline di betulla inizia a intensificarsi durante il periodo di fioritura: da aprile a maggio. L'essenza dell'allergia è l'inadeguata risposta del sistema immunitario all'allergene polline di betulla, che riconosce come un pericolo.

In primavera, oltre alle allergie, sono diffuse anche le infezioni virali (ARVI). Pertanto, le persone spesso assumono i conseguenti sintomi di allergia per un raffreddore e, quindi, causano danni ancora maggiori al loro corpo..

Non è difficile distinguere un'allergia da un'infezione virale. Bisogna solo prestare attenzione alla durata dei sintomi. Se persistono per più di una settimana, molto probabilmente è una malattia allergica. Poiché sette giorni sono in genere sufficienti per sbarazzarsi dei sintomi di un raffreddore.

Vale la pena notare che quando una persona è in casa, i sintomi iniziano a diminuire. Questo è anche un segno distintivo delle allergie. Per chiarire la diagnosi, è necessario consultare un medico.

Allergia alla betulla - Sintomi

I sintomi che provoca il polline di betulla sono gli stessi nei bambini e negli adulti. La gravità delle allergie dipende dalle condizioni meteorologiche e dal vento. Al mattino presto, i sintomi sono più pronunciati a causa dell'alta concentrazione di polline nell'aria..

Un'allergia ai fiori di betulla può verificarsi improvvisamente, a qualsiasi età. Ma molto spesso le persone dai 15 ai 30 anni soffrono di questo fenomeno..

L'allergia alla betulla in un bambino e in un adulto è espressa dalle seguenti manifestazioni.

Infiammazione delle mucose

Molte persone notano fastidio ai loro occhi: "bruciano", prurito, lacrimazione e c'è una sensibilità alla luce. Anche le palpebre iniziano a gonfiarsi e arrossire, si sviluppa congiuntivite allergica.

Allergia al polline di betulla: foto

Spesso trovato rinite allergica (naso che cola). Una persona avverte congestione nasale e prurito, ci sono secrezioni acquose dal naso e starnuti frequenti.

Disturbi respiratori

Di norma, respiro corto, prurito, mal di gola e mal di gola, tosse, difficoltà respiratorie.

Manifestazioni cutanee

Principalmente, le manifestazioni si presentano sotto forma di vesciche infiammate rosse, orticaria, macchie rosse in tutto il corpo, accompagnate da prurito.

Disturbi comuni

  • diminuzione dell'olfatto e del gusto;
  • mal di testa, emicrania;
  • disturbi gastrointestinali;
  • affaticamento e riduzione delle prestazioni;
  • disordini del sonno.
La reazione nel bambino: foto

Se compaiono questi segni, dovresti consultare un medico - un allergologo. Ignorare i sintomi o l'automedicazione può causare una possibile progressione della malattia e l'insorgenza di complicanze sotto forma di asma bronchiale allergico..

Allergia alla betulla: cosa fare?

I medici raccomandano di iniziare il trattamento delle allergie alla betulla con diverse raccomandazioni che possono semplificare la vita durante la fioritura..

  • Monitorare quotidianamente la concentrazione di polline contenuta nell'aria, per questo ci sono siti speciali.
  • Effettua la pulizia con acqua ogni giorno - elimina polline e polvere nell'appartamento.
  • Utilizzare prodotti per la protezione dai pollini: spray nasali, maschere mediche, occhiali da sole. È particolarmente importante mantenere umide le mucose delle vie respiratorie, in quanto sono una barriera contro allergeni, virus e batteri.
  • Resta all'aperto al minimo durante la fioritura, soprattutto al mattino..
  • Ventilare la stanza solo la sera o dopo la pioggia..
  • Tieni i finestrini in casa e la macchina chiusa.
  • All'arrivo dalla strada, prova a lavare immediatamente il viso, a pulire il naso dagli allergeni e sciacquare bene i capelli.
  • Usa un umidificatore nell'appartamento o in casa, così come uno speciale aspirapolvere con un filtro per l'acqua che non fa tornare gli allergeni nell'aria.

Allergia ai fiori di betulla: dove andare?

Se possibile, prova ad andare negli altopiani o in una località balneare. Zone desertiche ideali, Mediterraneo, Israele, Caucaso, Alpi.

Birch Allergy - Diagnosi

Un allergologo può diagnosticare allergie causate dal polline di betulla. La diagnosi si basa su test cutanei o test di laboratorio sul sangue per gli allergeni..

L'essenza di condurre un test del prik della pelle: gocce di allergene vengono applicate sulla mano del paziente, che vengono poi forate con una lancetta speciale per valutare la sensibilità del corpo a queste sostanze.

Se nel sito della puntura la pelle inizia a prudere, compaiono arrossamenti, piccole vesciche - viene determinato l'allergene. Il risultato del test è noto da 15 minuti. Quindi viene prescritto un ciclo di trattamento..

La betulla è un allergene ad alta attività, quindi non ritardare con il trattamento.

Ma questi campioni non possono essere eseguiti durante il periodo di fioritura. Pertanto, in primavera vengono prescritti esami del sangue in laboratorio, che sono un metodo diagnostico più accurato, ma il più costoso. Spenderlo in centri medici specializzati e cliniche nella direzione di un medico.

Birch Allergy - Trattamento

Se una persona infastidisce la febbre da fieno su una betulla ogni primavera, il trattamento farmacologico dovrebbe essere iniziato un mese prima dell'inizio della stagione della spolverata. Ed è necessario continuare il corso fino alla fine di questo periodo, cioè fino alla fine di maggio.

Nelle reazioni allergiche acute, quando compaiono un'eruzione cutanea, l'edema di Quincke e altri sintomi, vengono utilizzate compresse antiallergiche. Zodak, Suprastin e altri antistaminici sono prescritti, a seconda della gravità della reazione.

Le allergie al polline degli alberi possono essere trattate con farmaci o con immunoterapia specifica per allergeni (ASIT).

Per la prevenzione della febbre da fieno, della rinite allergica e della congiuntivite, vengono utilizzati i seguenti medicinali:

  • spray nasale o collirio contenenti sostanze con specifica attività antistaminica: CromoHEXAL, Cromoglin, ecc..
  • in alcuni casi, come prescritto da un medico, vengono utilizzati gocce e spray ormonali: Nazonex, Avamis, ecc..
  • soluzione di sale marino per lavare e idratare la mucosa.

Come trattare l'allergia alla betulla con ASIT?

L'immunoterapia specifica per allergeni è l'unico trattamento efficace. Allergologi e immunologi lo usano per trattare le comuni malattie allergiche: febbre da fieno, rinite allergica, congiuntivite e asma..

Questa forma di terapia prevede la somministrazione sottocutanea di dosi gradualmente crescenti di allergene al paziente fino al raggiungimento della dose massima prescritta dal medico. Questo regime terapeutico è efficace per sviluppare la tolleranza di una persona agli allergeni che lo disturbano..

L'obiettivo principale di ASIT è ridurre i sintomi causati dall'allergene alla betulla, nonché prevenire la recidiva della malattia a lungo termine.

Questa terapia viene eseguita nel periodo autunno-inverno, quando la stagione della spolverata è già terminata o non è ancora iniziata, al fine di evitare gravi manifestazioni allergiche.

Cross Birch Allergy: cosa non puoi mangiare

Secondo le statistiche, il 70% delle persone allergiche agli alberi in fiore soffre anche di una reazione crociata ad alcune proteine ​​presenti negli alimenti. Questi sono prodotti incrociati con proteine ​​che hanno una struttura simile a quelle presenti nel polline di betulla..

La maggior parte delle reazioni si verificano a causa dell'uso di verdure, frutta e altri alimenti non trattati termicamente..

È importante sapere che gli allergeni crociati vengono distrutti durante la cottura. L'eccezione è il sedano e le noci, che possono causare una reazione anche dopo il trattamento termico.

Allergia alla betulla: cosa non puoi mangiare

Durante la fioritura della betulla, vale la pena osservare la dieta di eliminazione, la cui essenza è quella di rimuovere i prodotti allergenici dalla dieta per un certo tempo. Anche la linfa di betulla è vietata.

Una dieta per le allergie alla betulla ti consente di evitare lo stress sul corpo, proteggendo così una persona dalle reazioni allergiche acute.

Sotto il fuoco incrociato

Allergia crociata: perché non puoi mangiare le mele quando fioriscono le betulle

Spesso puoi sentire "mia figlia è allergica alla betulla" o "mio figlio non tollera le noci". Tuttavia, non tutte le madri, anche le madri di bambini allergici, ricordano le allergie crociate. Un allergene non è solo una "pianta maligna", ma una sostanza chimica specifica che (o simile ad essa) può essere trovata nelle piante più inaspettate, nei frutti, nel polline e persino nei prodotti sintetici.

Il medico di medicina generale Tatyana LITVINOVA parla di allergie crociate.

In primavera, con una natura rigogliosa, vengono attivati ​​non solo i rappresentanti del mondo vegetale e animale, ma anche il sistema immunitario umano. E perché? Allergeni in "aria condizionata" sono arrivati ​​... Inizia la stagione delle allergie crociate al polline delle piante da fiore e di altri alimenti e allergeni domestici.

"Le allergie alimentari si verificano in circa il 4% dell'intera popolazione americana adulta (il più delle volte nelle donne) e nell'8% dei bambini, con una prevalenza di bambini piccoli (fino a 5 anni). Non ci sono statistiche simili in Russia.

Allergia o intolleranza?

I termini "allergia alimentare" e "intolleranza alimentare" sono in qualche modo simili; sia lì che lì, il contatto con il cibo spazzatura durante la sensibilizzazione del corpo porta a sintomi dolorosi, ma sono diversi.

D'accordo: i sintomi sono molto diversi ed è difficile stabilire una relazione causale, soprattutto se si ha un'allergia crociata.

"Ad esempio, ogni primavera non puoi mangiare mele o noci, o la lingua inizia a prudere da senape e ravanello, o la prima ciliegia provoca mal di testa.

Non si tratta dei pesticidi che pensi siano contenuti nei primi frutti di pietra importati. Le reazioni crociate si verificano tra i componenti proteici del polline degli alberi - alle nostre latitudini il più delle volte betulla (nelle regioni meridionali sono ancora ontano e nocciola) e un elenco piuttosto ampio di piante della famiglia delle Rosaceae (frutti di pietra - mele, pesche, albicocche, prugne, ciliegie), ombrello (carote e sedano, ma non cancellano il coriandolo, sono anche coriandolo, aneto e cumino), belladonna (patate, pomodori, peperoni) e ci sono anche noci che crescono sugli alberi (noci, mandorle e nocciole) e frutti esotici (kiwi e mango ).

Perché, quando fiorisce una betulla, c'è intolleranza a certi prodotti, anche per chi respira con calma?

Diversi rappresentanti del regno vegetale hanno proteine ​​comuni. Quindi la somiglianza strutturale di allergeni di mela e betulla è di circa il 63%. Questo è sufficiente per stimolare le cellule della nostra immunità a un'eccessiva produzione di immunoglobuline E (IgE). La betulla in fiore sotto la finestra sensibilizza il corpo (lo rende particolarmente sensibile all'allergene) e un secondo incontro con sostanze simili porta a una reazione immediata. Dopo aver mangiato una specie di prugna, una persona inizia improvvisamente a provare una sensazione di formicolio, gonfiore delle mucose della sua bocca, gli sembra che le sue orecchie si stiano ostruendo, o improvvisamente inizia a fuoriuscire dal naso e dagli occhi acquosi.


Come diagnosticare le allergie incrociate

Il calcolo della relazione tra allergeni può essere abbastanza difficile. Il diario alimentare può aiutare.

“Quando annoti cibi e sintomi potresti scoprire che la testa della composta di prugne fa male solo in primavera. È più difficile quando la stagione del cibo e la fioritura coincidono, è difficile dire se l'intolleranza alla ciliegia è una reazione crociata a qualcosa fino a quando non la mangi in agosto o ottobre.

Il pannello delle allergie può aiutare a diagnosticare: un test per un set specifico di IgE (per polline, allergeni domestici, allergeni alimentari...) Questo test viene eseguito senza esacerbare le malattie infiammatorie croniche e acute e senza assumere antistaminici, in modo da non ottenere un'immagine distorta.

L'intolleranza alimentare può trasformarsi in qualcosa di più spiacevole o, al contrario, scomparire

La reattività del sistema immunitario cambia nel corso della vita di una persona, ciò è dovuto sia alle peculiarità del funzionamento degli organi immunitari sia alla possibilità di contatto con allergeni.

I bambini piccoli hanno maggiori probabilità rispetto agli adulti di soffrire di intolleranza alimentare a causa delle caratteristiche strutturali dell'intestino. L'aumentata permeabilità della parete intestinale consente a diverse molecole proteiche di entrare in contatto con il sistema immunitario (ci sono molti linfonodi nell'intestino e in esse cellule della memoria immunitaria - l'80% di tutte le cellule immunocompetenti del corpo). Sulla base di questa conoscenza, si basano le moderne strategie di alimentazione..

Il 90% di tutte le allergie alimentari fornisce otto allergeni principali:

uova (e pollo)

noci (noci, noci pecan, pistacchi, anacardi, mandorle),

crostacei e molluschi.

All'età di 5-8 anni, ogni seconda persona allergica diventa tollerante agli alimenti precedentemente intolleranti, le allergie alimentari scompaiono. Oggi i pediatri ritengono che se un bambino nasce con un rischio di allergie alimentari (nei genitori allergici), l'introduzione razionale di alimenti complementari riduce significativamente il rischio di reazioni allergiche in età adulta.

"È possibile che presto vengano riviste le date per l'inizio dell'alimentazione dei bambini con prodotti tradizionali a base di latte vaccino e farina di frumento. E questo ridurrà il numero di coloro che non tollerano il glutine e la caseina. I medici occidentali raccomandano già di introdurre pane integrale e ricotta ai bambini dopo un anno.

Cosa fare in caso di intolleranza alimentare o sintomi che lo indicano

Rimuovi i cibi dubbi dalla tua dieta o dai bambini durante la fioritura e tieni un diario alimentare. Il periodo di "lavaggio" dagli anticorpi già circolanti nel corpo, che può partecipare a reazioni ritardate e causare gonfiore delle estremità e delle articolazioni, arrossamento delle mucose degli occhi, lacrimazione, naso che cola e sensazione di soffocamento nel naso e nelle orecchie, richiede 2-3 settimane. Confrontando la dieta con i sintomi, puoi assumere ciò che ha dato una reazione crociata. Ricorda che alcuni antistaminici perdono la loro efficacia con l'uso prolungato, devono essere cambiati ogni 14 giorni.

Se sei incinta e hai un'allergia stagionale.

Durante la gravidanza, le cellule corioniche sopprimono l'immunità locale in modo da poter impiantare un uovo fetale (un trasportatore di geni e proteine ​​estranei). Pertanto, l'inizio della gravidanza è caratterizzato da un "fallimento dell'immunità". Esiste una versione secondo cui la tossicosi precoce delle donne in gravidanza è solo la risposta a una forte immunosoppressione e un modo per rimuovere parte dei complessi immunitari dal corpo. Spesso, le donne che soffrono di allergie stagionali e alimentari durante la gravidanza, i sintomi peggiorano o si verificano nuove manifestazioni della malattia. Ad esempio, l'eczema si unisce alla febbre da fieno o l'asma bronchiale fa il suo debutto. La buona notizia è che spesso con la nascita di un bambino, l'esacerbazione termina, i sintomi della pelle scompaiono, così come i complessi immunitari, il cui aspetto è causato dalla presenza di proteine ​​estranee nel corpo.

"Tuttavia, se l'inizio della gravidanza (fino a 12 settimane) cade al culmine delle allergie stagionali, può interrompere spontaneamente. Con l'alta tensione di immunità e ipersensibilità delle cellule immunitarie, l'embrione non può "imbrogliare" il corpo della madre e impiantare con successo, sviluppare la vascolarizzazione nel corion e ricevere l'alimentazione attraverso il sistema circolatorio materno.

Durante la gravidanza, l'assunzione di qualsiasi farmaco, compresi gli antistaminici, deve essere concordata con il medico. Al momento, non esistono farmaci antiallergici che sarebbero raccomandati durante il primo trimestre di gravidanza. Se sei incline alle allergie e stai pianificando una gravidanza, cerca di avere un concepimento nel periodo autunno-inverno e proteggiti dagli allergeni incrociati.

Marina Yu.
Tutte le reazioni allergiche possono essere classificate in IgE mediate e non mediate tramite IgE - ci sono altri modi con lo stesso effetto finale.

https://www.lvrach.ru/2012/04/15435392/ Qui vengono analizzate le reazioni anafilattiche, non tutte associate a titoli IgE elevati, mastociti in cui sono granuli di istamina - e provoca edema, spasmo dei bronchi e dei vasi sanguigni, potrebbe non rispondere solo su Ig ma anche sui miei ormoni, su complessi di proteine ​​associate a virus, come Epstein-Barr e herpes, ho avuto una delle prime reazioni anafilattiche che si sono verificate il primo giorno del ciclo con l'introduzione del glucosio per via endovenosa. La sindrome da shock tossico sui tamponi è anche una sottospecie di anafilassi..
Non è mediato dalle IgE.

Le modalità di sensibilizzazione sono complesse, i tipi di reazioni e sostanze a cui il corpo reagisce durante la vita possono cambiare. È difficile arrivare alla radice della questione, è più facile trattare i sintomi.

Marina Yu.
Le allergie alimentari possono essere mediate da IgE: un tipo immediato di reazione, ti senti già male, gonfiore, formicolio delle mucose, si esaurisce immediatamente dal naso e dagli occhi, l'orticaria. E ci sono reazioni lente che non sono mediate attraverso le IgE con un ritardo fino a 48 ore, questo è ciò che spesso chiamiamo intolleranza (anche se questa e quella risposta immuno-mediata possono anche essere chiamate una reazione allergica di tipo immediato e una reazione allergica di tipo lento), che ha mangiato qualcosa al mattino e all'ora di pranzo il mio stomaco si è ammalato, o il giorno dopo un'eruzione cutanea. Ciò che è difficile da associare al mangiare. La diatesi infantile è un classico esempio di intolleranza alimentare; un bambino non è immediatamente coperto di macchie. Ecco un articolo illustrativo, sebbene in inglese come diffondere l'intolleranza al lattosio, l'allergia al latte di mucca e l'intolleranza al latte di mucca (che gli autori considerano sostanzialmente la stessa cosa: un tipo di reazione allergica e l'intolleranza al lattosio è la fermentopatia). ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4979917/

Se il titolo di IgE non aumenta e alcuni sintomi sono associati al cibo, sono più difficili da rilevare e spesso scompaiono con l'età.

Trattamenti per allergie alla betulla

Un'allergia alla betulla è una malattia spiacevole che provoca disagio. Combattere un tale fenomeno non è facile, ma possibile. Per fare questo, utilizzare i metodi di terapia tradizionale e popolare e anche aderire a determinate regole nutrizionali.

Sintomi della malattia

Se una persona è allergica alla betulla, i sintomi della malattia sono facili da riconoscere. Le particelle di polline iniziano a depositarsi sulle mucose del rinofaringe, causando problemi al sistema respiratorio. Inoltre, il polline rimane sul derma e sulla congiuntiva degli occhi, irritando così gli organi visivi e l'epitelio. I segni di una reazione allergica alla betulla compaiono sotto forma di febbre da fieno.

  • rinofaringe gonfia; abbondante scarica dall'organo respiratorio;
  • starnuti, prurito nella parte superiore del viso;
  • naso chiuso;
  • palpebre arrossite.

In un bambino, una reazione allergica alla betulla appare immediatamente dopo la formazione di gemme su un albero e si manifesta sotto forma di eruzioni cutanee.

Spesso c'è l'orticaria, un malessere generale associato a debolezza, letargia e talvolta irritabilità.

Se i bambini o gli adulti precedentemente soffrivano di eczema, asma e neurodermite, tali disturbi peggioreranno solo in un momento in cui la betulla sta attivamente fiorendo. Se il caso è grave, l'allergia può manifestarsi come shock anafilattico e edema di Quincke..

Il concetto di allergie incrociate

Esiste un'allergia crociata alla betulla, perché ci sono sostanze vicine l'una all'altra nella struttura, quindi provocano le stesse reazioni.

Se sei allergico alla fioritura della betulla in un bambino o in un adulto, è possibile che la stessa cosa causi:

Questi allergeni a volte possono essere percepiti dall'organismo normalmente, ma succede che causano vari problemi. Sarà possibile far fronte a questo fenomeno solo eliminando gli allergeni incrociati dalla dieta e dall'ambiente..

Terapia tradizionale

Come trattare le allergie ai germogli di betulla nei bambini? Durante il periodo acuto della manifestazione della malattia, dovresti cercare di limitare il contatto del bambino con la sostanza che causa la malattia. Per fare ciò, si consiglia spesso di andare in vacanza in montagna o al mare, dove tali alberi non crescono..

Se ciò non è possibile, i bambini dovrebbero ridurre il loro soggiorno in strada. Le passeggiate non durano troppo a lungo e le visite alle aree del parco forestale si fermano completamente.

Quando sboccia una betulla, è meglio cercare di non aprire le finestre e raffreddare la stanza con un condizionatore d'aria. È regolarmente necessario effettuare la pulizia a umido, pulire zanzariere e lavare le finestre.

Quali farmaci possono essere usati per trattare la malattia? È consentito l'uso di antistaminici di azione generale e locale.

Per l'instillazione nasale, si consiglia lo spray Nasonex e per gli occhi: desametasone. Puoi scegliere un altro strumento che il medico prescriverà..

Il trattamento convenzionale deve essere combinato con le regole generali di terapia. Dopo essere tornato a casa dalla strada, devi assolutamente cambiare i vestiti, lavarti il ​​viso, le mani e fare la doccia. Si raccomanda inoltre di lavare i vestiti dopo l'esposizione a un allergene..

Se un bambino inizia una malattia, puoi dargli enterosorbenti. I farmaci aiutano a purificare il corpo da allergeni e sostanze tossiche. Se si verificano eruzioni cutanee, devono essere utilizzati pomate speciali per la dermatite. È meglio selezionarli insieme al medico.

Cosa fare per prevenire le allergie al polline di betulla? Spesso i medici suggeriscono l'implementazione della terapia ASIT. Questo è un modo per eliminare le reazioni dannose del corpo introducendo piccole dosi di allergene. La tecnica viene utilizzata per i bambini, in modo che in futuro il bambino possa formare il corretto funzionamento del sistema immunitario.

Linee guida per la nutrizione allergica

Seguire una dieta per le allergie è una fase importante in un pieno recupero. La nutrizione dovrebbe essere bilanciata, con abbastanza vitamine e minerali. Devi sapere cosa non puoi mangiare con un'allergia alla betulla. Altrimenti, sarà molto difficile evitare conseguenze negative. In un momento in cui la malattia peggiora, è necessario aderire al digiuno terapeutico per 24-48 ore. È consentito prendere tè debole, acqua naturale o minerale (massimo 2 litri al giorno). Dopo 5 giorni, si consiglia di mangiare il pane bianco o grigio di ieri, la zuppa, la farina d'avena e il porridge di grano saraceno senza olio.

Dopo che l'allergia del bambino si è calmata, altri alimenti nutrienti possono essere inclusi nella dieta:

  • carne in umido o bollita (a basso contenuto di grassi);
  • zucca e zucchine al forno;
  • latte, kefir, ricotta; uova pasta; frutti e bacche.

La quantità di dolci e carni affumicate dovrebbe essere ridotta. In nessun caso dovresti assumere farmaci a base di foglie e gemme di betulla, nonché prodotti che causano reazioni allergiche crociate.

Soluzioni di medicina alternativa

Se un adulto o un bambino è allergico al polline di betulla, allora il trattamento con rimedi popolari dovrebbe essere selezionato con molta attenzione.

Molte erbe possono causare la stessa reazione di un allergene di betulla..

Eliminare la malattia è spesso raccomandato usando la mamma. La colla curativa normalizza lo stato del sistema immunitario, riducendo così la sensibilità del corpo agli allergeni. 1 g dovrebbe essere assunto al giorno, sciogliendolo in acqua. Si consiglia di eseguire la terapia 30 giorni prima dell'inizio della fioritura della betulla. Di solito, il trattamento è prescritto nella seconda metà di febbraio e dura fino a metà marzo..

Per preparare il corpo agli effetti degli allergeni, puoi usare i reni di questo albero. Dovrebbero essere preparati con acqua bollita e aggiunti a un bagno caldo. Si consiglia di eseguire la procedura una volta ogni 7 giorni, aumentando regolarmente la quantità di materie prime.

È meglio iniziare il trattamento in inverno, in modo che una persona si abitui gradualmente alla sostanza.

Se il bambino è allergico alla betulla, il trattamento può essere effettuato utilizzando un estratto di foglie di fragola. Dovresti prendere materie prime, aggiungere assenzio, bardana e radici di tarassaco, ortica (3: 2: 4: 4). Le erbe devono essere tritate e quindi 1 cucchiaio. l miscela di massa 250 ml di acqua bollente. Il farmaco deve essere lasciato durante la notte e filtrato al mattino. I mezzi devono essere bevuti per 3 dosi al giorno.

Se sei allergico alla betulla in un bambino, allora puoi dargli il tè dallo zenzero. Accelera il metabolismo, grazie al quale rimuove le tossine e le tossine dal corpo. Per preparare un drink, devi prendere la radice della pianta (lunga 4-6 cm), grattugiarla e versare 1 litro di acqua bollita. Bollire il farmaco per 60-120 secondi. Quindi il tè dovrebbe essere filtrato e dato al bambino durante il giorno.

Quando fiorisce la betulla, le allergie si verificano all'istante, quindi puoi pulire il corpo con carbone attivo. 2 volte al giorno (mattina e sera) è necessario assumere compresse (1 per 10 kg di peso), bevendo molta acqua. Questa procedura aiuta a purificare il corpo e rimuovere le tossine. La manipolazione è consigliata per 10 giorni.

Se sai come trattare un'allergia alla fioritura della betulla, puoi sopravvivere facilmente in questa stagione.