Allergia agli anestetici in odontoiatria

Allergeni

Il dentista è il medico più spaventoso. Naturalmente, questa è un'affermazione comica, ma non solo i bambini hanno paura di una visita dal dentista - anche gli adulti possono avere difficoltà a far fronte al panico. L'autocontrollo viene in soccorso, a volte sono necessarie pillole sedative - la pratica dell'uso prima del riempimento è stata a lungo una routine. Tuttavia, il modo migliore per rilassarsi sulla sedia e lasciare che il medico faccia il suo lavoro è iniettare un anestetico, cioè un farmaco che blocca temporaneamente il dolore. Una persona che cerca assistenza medica non sente nulla nella zona di intervento e lo specialista esegue liberamente tutte le manipolazioni necessarie. Naturalmente, questo semplifica notevolmente la situazione sia per il medico che per il paziente, tuttavia un'allergia all'anestesia in odontoiatria può interferire con l'uso della tecnica dell'anestesia. Sfortunatamente, non è così raro - e può portare a una varietà di conseguenze: dall'eruzione cutanea allo shock anafilattico.

Le ragioni

La sensibilità agli anestetici utilizzati nell'ufficio del dentista è un tipo di intolleranza al farmaco. Potrebbe essere correlato:

  • con lo sviluppo di specifici anticorpi immunitari specifici (sensibilizzazione);
  • con una reazione pseudo-allergica;
  • con un sovradosaggio del farmaco.

Il rischio di sviluppare sintomi aumenta:

  1. Con una rapida somministrazione del farmaco.
  2. Quando si utilizza un anestetico a stomaco vuoto.
  3. Nel caso del trattamento di una persona sfinita da una lunga malattia.

La sensibilizzazione è caratteristica della cosiddetta vera allergia, mentre il falso si verifica senza la partecipazione di anticorpi. I sintomi sono gli stessi, quindi non è possibile distinguerli senza analisi speciali. La probabilità di formazione di sensibilità è maggiore nelle persone che hanno già sperimentato un episodio di intolleranza al farmaco, che soffrono di asma bronchiale, dermatite atopica o che ricevono più farmaci farmacologici allo stesso tempo - sono in grado di migliorare reciprocamente il potenziale allergenico.

In alcune persone, la sensibilità è causata da una reazione non all'anestetico stesso, ma a componenti aggiuntivi:

  • Adrenalina (epinefrina);
  • conservanti;
  • antiossidanti;
  • stabilizzanti (solfito, EDTA);
  • additivi batteriostatici (parabeni);
  • lattice nella composizione di un'ampolla con una medicina.

Una vera reazione allergica all'anestetico si sviluppa solo dopo una ripetuta somministrazione del farmaco.

Il sistema immunitario ha bisogno di tempo per generare anticorpi, quindi l'insorgere di violazioni durante il primo utilizzo del principio attivo significa sia la presenza di sensibilizzazione in passato, sia una pseudo-allergia o un sovradosaggio. Questo principio funziona con tutti i farmaci e tutti i metodi per alleviare il dolore (incluso se è pianificata l'anestesia epidurale). Tuttavia, c'è una sfumatura: quando il paziente è già sensibile a uno specifico agente farmacologico e ha una struttura antigenica simile con il farmaco somministrato per la prima volta, una vera allergia può ancora svilupparsi immediatamente.

Sintomi

Le reazioni agli anestetici nello studio dentistico possono essere:

  • immediato (tipo reagin);
  • differita.

Secondo studi statistici, la maggior parte degli episodi di manifestazioni di sensibilità sono registrati, in media, un'ora o due dopo un intervento medico. Ciò consente di identificare rapidamente e prevenire reazioni indesiderate in futuro, nonché di condurre diagnosi differenziali con condizioni simili. Tuttavia, allo stesso tempo, non sono rare le forme ritardate che si manifestano dopo 12 ore o più dal momento dell'iniezione anestetica.

Sintomi locali (locali)

Gli stessi sintomi descritti non sono pericolosi, ma possono svilupparsi insieme ad altre reazioni patologiche - orticaria, edema di Quincke. Se il quadro clinico include solo sintomi locali, il loro sollievo (interruzione) si verifica anche senza trattamento dopo alcuni giorni - ovviamente, a condizione che l'anestetico che ha causato lo sviluppo di disturbi non venga ripristinato.

Manifestazioni dermatologiche

Questo gruppo comprende tutti i tipi di lesioni cutanee associate a intolleranza allergica agli anestetici locali in odontoiatria. Si sviluppano sia in tipi immediati che ritardati, non sono in pericolo di vita o rappresentano una minaccia molto significativa..

Orticaria

È caratterizzato dal seguente complesso di manifestazioni:

  • arrossamento della pelle;
  • gonfiore, forte prurito;
  • la comparsa di un'eruzione cutanea sotto forma di vesciche;
  • debolezza generale;
  • mal di testa;
  • febbre.

A volte c'è anche una diminuzione della pressione sanguigna (ipotensione). Le vesciche sono piccole o grandi (fino a 10-15 cm di diametro), rosa, si fondono l'una con l'altra. La febbre si chiama "ortica", i valori di termometria vanno da 37,1 a 39 ° C. L'eruzione cutanea scompare da sola, può persistere fino a 24 ore; la ricorrenza dopo il sollievo iniziale dei sintomi non è esclusa.

L'edema di Quincke

Questa è una reazione allergica, che viene spesso osservata in combinazione con l'orticaria; nel processo di sviluppo, le diverse parti della pelle, le fibre sciolte sono interessate. È localizzato principalmente nel campo di:

  1. Occhi, naso, labbra, guance..
  2. Cavità orale.
  3. Laringe, bronchi.

Il gonfiore si forma abbastanza rapidamente, cresce in poche ore, ha una consistenza elastica, sale sopra il livello della pelle. La posizione più pericolosa nel tratto respiratorio (in particolare nella laringe) è minacciata di soffocamento e, se non viene fornita assistenza tempestiva, morte. La clinica include sintomi come:

  • significativo gonfiore delle labbra;
  • pallore della pelle;
  • difficoltà a respirare, che aumenta gradualmente;
  • Tosse "abbaiare";
  • dispnea.

Se il tratto gastrointestinale è interessato, appare:

Se la localizzazione dell'edema non minaccia la vita, può arrestarsi automaticamente dopo 10-12 ore. Altrimenti, il paziente ha bisogno di cure mediche di emergenza per ripristinare la pervietà delle vie aeree..

Shock anafilattico

Questa è la conseguenza più grave di una reazione a un anestetico dentale con i seguenti sintomi:

  1. Debolezza.
  2. Vertigini.
  3. Pelle con formicolio e prurito.
  4. Orticaria, edema di Quincke.
  5. Nausea.
  6. Respirazione difficoltosa.
  7. Dolore addominale.
  8. spasmi.

Lo sviluppo di shock anafilattico non è determinato dal dosaggio del medicinale - anche una minima quantità può provocare sintomi.

Esistono diverse forme di patologia, tutte caratterizzate da un forte calo della pressione sanguigna e ipossia (carenza di ossigeno) del corpo a causa di disturbi circolatori. Si verificano in momenti diversi: da pochi secondi a 2-4 ore dal momento della somministrazione del farmaco.

Un'allergia al sollievo dal dolore può anche causare l'insorgenza di sintomi di rinite (naso che cola), congiuntivite (lacrimazione, arrossamento e gonfiore delle palpebre), prurito isolato della pelle, non accompagnato da eruzioni cutanee. Senza trattamento, i segni patologici persistono per diversi giorni, gradualmente si indeboliscono.

Come scoprire se c'è un'allergia all'anestesia?

La reazione è causata dall'interazione di una sostanza farmacologica con anticorpi immunitari di classe IgE. Il loro rilevamento è al centro della maggior parte dei test diagnostici, ma la storia viene utilizzata principalmente. Questo è un sondaggio condotto sul paziente per valutare la natura dei sintomi e la probabilità della loro associazione con l'intolleranza allergica..

Metodi di laboratorio

Il loro uso è ampiamente praticato dai dentisti di tutto il mondo per prevedere le reazioni ad anestetici, materiali di riempimento e altri componenti utilizzati nel processo di trattamento. Tuttavia, un risultato positivo del test non è ancora una diagnosi; il giudizio sulla presenza di allergie dovrebbe essere supportato da altre informazioni (ad esempio, una storia di manifestazioni oggettive osservate dopo l'iniezione del farmaco in passato).

Più comunemente usato:

  • esame del sangue generale (aumento del numero di cellule eosinofili);
  • immunosorbente enzimatico, metodo chemiluminescente per la rilevazione di anticorpi specifici;
  • determinazione del livello di triptasi, istamina;
  • test di attivazione del basofilo.

Tutti i metodi hanno un livello e un periodo di sensibilità diversi. Quindi, la determinazione dei livelli di triptasi può essere effettuata alla vigilia di un intervento dentale (al fine di valutare il probabile rischio) o entro un giorno dall'esordio dei sintomi (i valori massimi per l'anafilassi sono osservati dopo 3 ore e la crescita inizia dopo 15 minuti). La ricerca di anticorpi è spesso raccomandata per 6 mesi dopo l'implementazione di una reazione allergica..

Test di Prik

È riconosciuto come il test cutaneo più sicuro nel caso di determinare la probabilità di sensibilità agli anestetici locali in odontoiatria. Viene effettuato utilizzando:

  1. Lancette compatte.
  2. Sostanze allergeniche.
  3. Fluido di allevamento.
  4. Preparazioni di controllo (negativo, positivo).

Una soluzione della sostanza in esame viene applicata sulla pelle (di solito l'avambraccio). Nelle vicinanze si trovano sospensioni di controllo. Ovunque vengono prese note. Quindi, l'area selezionata viene perforata con una lancetta che, se utilizzata correttamente, non influisce sui vasi sanguigni, ma garantisce un rapido assorbimento dei farmaci (e un elevato livello di sicurezza per il paziente). Durante un determinato tempo, viene monitorata una reazione: arrossamento, gonfiore, vesciche indicano un risultato positivo (sensibilità).

Trattamento

Viene eseguita come un'emergenza (nell'ufficio del dentista, in strada o a casa dopo lo sviluppo dei sintomi) o pianificata (prescritta da un medico per eliminare manifestazioni che non minacciano la vita, ma causano disagio).

Limitazione dell'uso di allergeni

Questo metodo è anche chiamato eliminazione. Il paziente deve abbandonare l'anestetico che ha causato il peggioramento della condizione e, se necessario, sottoporsi a una diagnosi per determinare la natura immunologica della reazione. Se è confermato, l'uso di un farmaco provocatorio in qualsiasi forma dovrebbe essere escluso: è importante prestare attenzione non al nome commerciale del farmaco, ma al principio attivo principale e ai componenti aggiuntivi (se sono diventati i "colpevoli" delle violazioni).

È importante capire che il pericolo non è solo manipolazioni dentali. Il dentista deve essere consapevole dell'intolleranza, ma è necessaria cautela anche in altre situazioni, ad esempio quando si utilizzano spray per la gola e pastiglie contenenti anestetici locali, nonché in preparazione per gastroscopia e altre procedure che comportano la necessità di anestesia locale.

Terapia farmacologica

Per interrompere i sintomi delle reazioni allergiche, sono prescritti:

  • antistaminici (Cetrin, Zyrtec);
  • glucocorticosteroidi topici (Elokom);
  • assorbenti (Smecta, Enterosgel).

Nella maggior parte dei casi, i farmaci vengono assunti per via orale sotto forma di compresse. L'uso di prodotti per la pelle - unguenti, lozioni - è necessario per le lesioni dermatologiche, accompagnate da un'eruzione cutanea, prurito. Gli assorbenti svolgono un ruolo ausiliario, accelerando l'eliminazione degli allergeni dal corpo, non tutti i pazienti sono prescritti.

Le cure di emergenza per shock anafilattico richiedono, prima di tutto, l'adrenalina (prodotta anche come parte della penna per siringa Epipen per uso indipendente). Sono indicati glucocorticosteroidi sistemici (desametasone, prednisolone), antistaminici (soprastina) e altri farmaci (mesatone, acido ascorbico, soluzioni per infusione endovenosa). Questi fondi vengono anche introdotti per l'orticaria, l'edema di Quincke..

Esiste un'alternativa all'anestesia locale??

L'uso di antidolorifici nello studio dentistico è diventato di routine e familiare non molto tempo fa - fino ad ora, alcuni esperti hanno suggerito di rinunciare a un'iniezione. Vale la pena notare che questo, sebbene sembri intimidatorio, è in realtà una via d'uscita con semplici manipolazioni - ad esempio, il trattamento della carie non iniziata. Ma questa opzione non è per tutti. Innanzitutto, devi avere denti praticamente sani e, in secondo luogo, un'alta soglia del dolore.

Quei pazienti che sono terrorizzati nemmeno dal ronzio, ma solo dall'aspetto di un trapano, quando sviluppano sensibilità, si trovano in una situazione estremamente difficile. Come trattare i denti con allergie all'anestesia? Esistono due opzioni:

  1. Sostituzione di farmaci.
  2. Narcosi (eutanasia da farmaco).

Nel primo caso, è necessario preselezionare un medicinale per il quale non esiste sensibilizzazione; per questo vengono eseguiti test diagnostici (pri-test, test di laboratorio). Vale la pena considerare che il rischio di formazione di sensibilità non scompare da nessuna parte e se è trascorso molto tempo dopo il trattamento dentale, non vi è alcuna garanzia che non si verifichi una reazione - è necessario un riesame.

I test vengono eseguiti con il farmaco che verrà somministrato dal dentista: in questo modo è possibile valutare la probabilità di intolleranza a tutti i componenti contenuti nell'ampolla.

L'anestesia fornisce una completa assenza di dolore (il paziente è incosciente), ma presenta controindicazioni, in particolare patologie gravi dell'apparato cardiovascolare e respiratorio. Può essere caratterizzato da varie complicazioni durante il sonno medico e dopo il risveglio - e tra queste ci sono anche reazioni allergiche. Discutere della necessità di anestesia dovrebbe essere fatto individualmente in una consultazione di persona con un medico, poiché è quasi impossibile valutare in remoto correttamente il livello di rischio e altri punti importanti. Inoltre, è spesso impossibile ripetere la procedura, quindi è meglio pianificare il trattamento di più denti problematici alla volta.

Allergia all'anestesia locale in odontoiatria

Mal di denti e carie - problemi per persone di tutte le età, compresi i bambini.

Ma non molti hanno fretta di vedere un dentista, e la ragione di ciò non è solo la paura delle manipolazioni imminenti, ma anche la paura dell'anestesia.

Cause di una reazione allergica all'anestesia

Molte persone hanno probabilmente sentito che durante la somministrazione di antidolorifici, una persona può sperimentare una grave reazione allergica, che è abbastanza difficile da affrontare..

Non fidarti di tutte le storie dell'orrore sul pericolo dell'anestesia in odontoiatria, ma non dovresti presumere che le allergie durante la rimozione di un dente o il suo trattamento siano completamente escluse.

L'ipersensibilità durante l'uso di anestetici è del tutto possibile, ma il suo sviluppo quando si contatta un medico qualificato può essere evitato.

Cause che portano a una reazione allergica all'anestesia:

    Il medico non può scegliere il metodo per alleviare il dolore o l'anestetico stesso. È necessario avere un quadro completo sulla presenza di anestetici, i loro meccanismi di azione, indicazioni e controindicazioni. Una storia del paziente può anche aiutare. Un altro motivo è la presenza nella composizione della soluzione per l'anestesia non solo un farmaco anestetico, ma anche conservanti. Il prossimo motivo è la composizione dei farmaci antidolorifici stessi, ad esempio la lidocaina ha una composizione complessa, include additivi che possono portare a una reazione allergica. Predisposizione genetica, presenza di malattie vegetative-vascolari, disfunzioni mentali e altri disturbi. Una causa comune può essere che tutti gli anestetici abbiano il potenziale di provocare allergie. Un altro motivo può essere un dosaggio calcolato in modo errato, l'introduzione di una grande quantità di una sostanza. Tutte le cause dell'allergia all'anestesia devono essere considerate da un medico..

Quali sono i segni di un'allergia all'anestesia?

I sintomi dell'allergia all'anestesia possono essere suddivisi in tre gruppi.

Il primo sono le reazioni della pelle, la presenza di eruzioni cutanee e prurito.

Il secondo gruppo può essere pericoloso per la vita umana, è gonfiore del viso, del collo e del tratto respiratorio superiore.

Il terzo gruppo, il più difficile. Inizia con formicolio del viso, prurito, quindi le persone si sentono deboli, appare dolore toracico, se il medico non interviene, possono svilupparsi shock anafilattici, gonfiore delle vie respiratorie, insufficienza cardiaca, convulsioni.

Tipi di reazioni allergiche che possono verificarsi durante l'anestesia

Indipendentemente dall'anestesia utilizzata, l'elenco delle reazioni allergiche è lo stesso.

Di seguito sono riportati i tipi di manifestazioni allergiche caratteristiche dell'anestesia:

Shock anafilattico

Si sviluppa in pochi minuti, dopo che il farmaco è entrato nel corpo. I sintomi includono abbassamento rapido della pressione sanguigna, perdita di coscienza, palpitazioni, pallore della pelle, gonfiore e spasmo del tratto respiratorio, arresto respiratorio.

In oltre il 20% di tutti i casi, lo shock anafilattico è fatale.

Se il paziente non è in ospedale, ma, ad esempio, in odontoiatria, chiama urgentemente un'ambulanza.

È necessario entro alcuni minuti, dopo la comparsa dei primi sintomi, iniettare la persona con adrenalina, glucocorticoidi, intubare e connettersi all'ossigeno. Se necessario, eseguire la rianimazione cardiopolmonare.

Edema di Quincke o angioedema

Si sviluppa rapidamente dopo la somministrazione di un farmaco a cui il paziente ha un'allergia. Sintomi: gonfiore della pelle, mucose, vie respiratorie, articolazioni. In rari casi, potrebbe esserci edema cerebrale.

Le conseguenze dipendono dalla gravità della manifestazione della malattia. Se l'angioedema si manifesta con danni cerebrali e gonfiore delle vie aeree, può verificarsi la morte.

Il trattamento è lo stesso dello shock anafilattico. Quando viene rimosso l'attacco acuto - al paziente vengono prescritti antistaminici.

Orticaria

Caratterizzato dalla comparsa di vesciche, che sono accompagnate da un forte prurito.

Di solito, la malattia non è pericolosa per la vita. Dopo il ritiro del contatto con l'allergene e la nomina del trattamento, passa.

Il regime di trattamento comprende antistaminici, assorbenti, consumo eccessivo.

Se una persona sa di essere allergica a qualsiasi farmaco, o se una volta aveva avuto reazioni allergiche tali, dovrebbe sempre portare con sé un foglio di carta dove è scritto. Nessuno è al sicuro da situazioni impreviste e tale promemoria dirà al medico cosa fare e quali farmaci non usare..

Come scoprire se c'è un'allergia all'anestesia

Il paziente stesso deve disporre di alcune informazioni sulle reazioni allergiche verificatesi in passato..

Se hai mai avuto una reazione allergica ai farmaci, si consiglia di portare sempre con sé (nella borsa, nel passaporto) un elenco registrato di tali farmaci per i casi di emergenza in cui potrebbe essere necessaria un'operazione non programmata, ad esempio in un incidente stradale. In tali casi, i medici non avranno il tempo di condurre un esame preliminare e prepararsi per un intervento chirurgico.

Informare sempre i medici su una possibile allergia a determinate sostanze, non dimenticare di menzionare l'esperienza non riuscita dell'uso di anestetici locali (ad esempio dal dentista). Le informazioni sul fatto che si siano verificate reazioni allergiche nei tuoi parenti prossimi (quale effetto ha avuto l'anestesia sui familiari che hanno subito un intervento chirurgico in anestesia), nonché sui medicinali che hai recentemente assunto e sulle malattie che hai preso, saranno utili?.

Il gruppo a rischio per le persone con il possibile sviluppo di una reazione allergica all'anestesia generale comprende bambini, anziani e persone che soffrono di malattie del sistema cardiovascolare.

Prima delle operazioni programmate, consultare sempre un anestesista, concordare in anticipo il superamento di un esame preliminare con la nomina di test speciali - test allergici. Tutti i campioni allergici sono divisi in due gruppi: campioni invivo e invitro.

I primi, a differenza del secondo, sono test cutanei e vengono eseguiti direttamente sul paziente. Oggi esiste un gran numero di test allergologici che non richiedono intervento nel corpo del paziente, poiché vengono eseguiti in vitro - test di invito, ad esempio campioni RTML (reazioni di inibizione della migrazione dei leucociti).

Come risultato di tali test, il medico avrà un'idea di quali farmaci e sostanze il tuo corpo tratterà indulgentemente e quali rifiuterà. Sulla base di questo, gli specialisti decideranno a favore dell'uso dell'uno o dell'altro anestetico.

E infine: la condizione più importante per la rilevazione tempestiva e l'evitamento di una reazione allergica del corpo all'anestesia generale è quella di seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni e le istruzioni del medico sia durante l'esame preliminare sia immediatamente prima dell'intervento chirurgico.

Cosa fare quando si verifica una reazione allergica

È impossibile difendere il cento per cento dallo shock anafilattico.

Ma per ridurre i rischi, gli anestesisti chiedono a una persona in grande dettaglio la presenza di allergie, intolleranza a droghe e prodotti.

Succede che un'allergia al cibo non consente l'uso di un particolare farmaco. Ad esempio, con allergie alle uova e alla soia, il propofol non deve essere usato. Per prevenire l'anafilassi, gli anestesisti usano antistaminici e ormoni glucocorticoidi prima dell'intervento chirurgico, il che dovrebbe ridurre la gravità della reazione allergica. A causa di prove insufficienti, questa raccomandazione è spesso criticata..

Se si verifica una reazione durante il sonno medico, è necessario diagnosticare urgentemente e fornire accesso endovenoso. Una tale serie di misure fornirà un trattamento di alta qualità dello shock anafilattico. Le tattiche dipendono completamente dalla gravità clinica e dagli organi che sono stati colpiti..

Il rischio di future reazioni allergiche durante il sonno medico è aumentato nelle persone che hanno una reazione ai farmaci. Se sono stati condotti studi prima dell'operazione e è stato rilevato l'allergene, i farmaci in cui è incluso non vengono utilizzati. Ma se la causa non è stata stabilita, al paziente viene prescritto un ciclo di antistaminici e steroidi. Tuttavia, i medici non hanno prove che tale prevenzione abbia un effetto..

Se il paziente sottoposto a shock anafilattico non è stato esaminato, la decisione di escludere alcuni farmaci che potrebbero causare lo sviluppo di una reazione negativa del corpo è abbastanza giustificata.

Di norma, gli anestesisti sono pronti a diagnosticare rapidamente l'anafilassi, a eliminare il paziente dalla crisi.

Ma le persone devono necessariamente informare il medico della presenza di intolleranza a determinati farmaci prima di iniziare l'anestesia generale. Molte delle ipotesi del paziente sono errate e solo nel processo di conversazione, un esame approfondito della cartella clinica, l'anestesista è in grado di trarre le conclusioni appropriate.

Test allergologici per anestetici: cos'è, dove farlo, perché è necessario

Benvenuto su alergino.ru, cari lettori del sito. Una visita dal dentista provoca molte persone panico ed eccitazione. Tutti hanno paura di provare dolore spiacevole. L'introduzione dell'iniezione anestetica allevia molti.

Un'iniezione con un anestetico allevia il dolore nell'area di azione del medico durante il riempimento di un dente e l'esecuzione di altre manipolazioni. Ma, sfortunatamente, le reazioni allergiche all'anestetico sono molto comuni. Le manifestazioni possono essere molto diverse.

Prevalenza e caratteristiche del corso

Un'allergia all'anestesia dentale e, più precisamente, ai farmaci usati per l'anestesia locale, si riferisce alle allergie ai farmaci. La prevalenza di questa varietà è circa il 17% del numero totale di allergie ai farmaci, che è considerato un tasso abbastanza alto. Nella maggior parte dei casi, l'allergene principale è la lidocaina, pertanto negli ultimi anni è stata utilizzata sempre meno in odontoiatria terapeutica e chirurgica, sostituendola con analgesici più efficaci e sicuri. Più della metà dei pazienti con diagnosi di allergie a vari anestetici locali sono bambini in età prescolare e in età scolare, poiché la formazione di cellule immunitarie nell'uomo continua fino all'età di sette anni (che determina maggiori rischi di reazioni immunopatologiche quando interagiscono con agenti patogeni condizionali).


Allergie, reazioni allergiche e malattie

Una reazione allergica agli anestetici si manifesta, di solito entro 5-15 minuti dalla somministrazione del farmaco, ma in alcuni casi (ad esempio, con un decorso sfocato o lieve della prima fase della risposta immunitaria), i primi sintomi possono apparire molto più tardi - 1-2 ore dopo iniettabili. La formazione patogenetica dei sintomi di allergia si basa sulla produzione di mediatori infiammatori, il principale dei quali è l'istamina. L'istamina è un catalizzatore per il tipo immediato di reazioni immunopatologiche (sintomi che compaiono in una persona immediatamente dopo il contatto con un allergene). Oltre all'istamina, con allergie agli anestetici, vengono rilasciati anche altri mediatori infiammatori: prostaglandine, citochine, ecc..

Importante! Il principale pericolo di somministrazione di anestetici a pazienti con allergie è un alto rischio di sviluppare condizioni potenzialmente letali: edema di Quincke, anafilassi (shock anafilattico), insufficienza respiratoria acuta e asfissia. Per questo motivo, l'istituzione medica in cui si trova l'ufficio dentistico deve disporre del personale di un medico di rianimazione e delle attrezzature necessarie per la rianimazione di emergenza.


Da dove viene la reazione allergica?

Diagnosi della malattia


Un esame del sangue per le allergie, il modo più comune per determinare rapidamente e accuratamente la presenza di una reazione ai farmaci.

Per trattare con successo un'allergia, è necessario diagnosticare correttamente. Non puoi determinare con precisione a casa che tipo di sostanza ti abbia causato una tale reazione. Può essere sia attivo che eccipiente. Una quantità molto piccola di allergene può causare una reazione. Assicurati di consultare un medico. Ti verrà comunicato quali test devi superare e aiutano a determinare il piano di trattamento. Di solito, il medico esegue un esame del sangue per l'immunoglobulina E. È lui che è responsabile delle reazioni allergiche. Quando l'istamina inizia a essere prodotta nel corpo, le IgE diventano più grandi nel sangue, sebbene in condizioni normali la sua concentrazione sia trascurabile. Ciò aiuterà in breve tempo a determinare cosa è successo esattamente e come agire al meglio in futuro. Scegli una clinica e un medico con attenzione, non acquistare sconti e promozioni. L'allergia è una malattia grave. Se la causa non viene chiarita, ciò minaccia una ricorrenza di sintomi e la reazione potrebbe già essere molto più forte della prima volta.

Cause di reazioni patologiche e scarsa tolleranza

La vera allergia ai farmaci non è così comune e, nella vita di tutti i giorni, questo termine di solito si riferisce a una reazione di scarsa tolleranza o ipersensibilità del corpo a una specifica sostanza farmacologica. Anche un medico esperto non sarà in grado di determinare visivamente, senza test speciali e diagnosi di laboratorio, se i sintomi che compaiono sono vere allergie o reazioni di ipersensibilità, quindi il termine "allergia" è usato ovunque per riferirsi a tutti i sintomi associati alla tolleranza anestetica generale.


Anestesia di estrazione del dente

Le cause più probabili di reazioni immunopatologiche dopo l'anestesia dentale includono:

  • allergia (vera) all'analgesico locale usato dal medico;
  • somministrazione del farmaco a stomaco vuoto;
  • violazione della tecnica di somministrazione (scelta errata del luogo di iniezione, tasso di somministrazione della soluzione troppo elevato, ecc.);
  • violazione del regime posologico (una singola dose in eccesso rispetto alla dose massima consentita per una persona di una certa età e peso).


Anestesia dentale

Alcune malattie, ad esempio vari tipi di dermatiti, asma bronchiale, broncopneumopatia cronica ostruttiva, stati di immunodeficienza, patologie autoimmuni (artrite reumatoide, fibrosi cistica, ecc.) Possono aumentare il potenziale allergenico dei farmaci. Un aumento del rischio di scarsa tolleranza è presente anche in pazienti con gravi malattie croniche (in particolare malattie a lungo termine) e forme estreme di malnutrizione.

Nota! Un'allergia all'analgesia dentale può essere causata non dal farmaco stesso, ma da conservanti e vari additivi chimici che fanno parte della soluzione (solfiti, parabeni). Questi ingredienti si trovano spesso in altri farmaci, quindi prima di eseguire qualsiasi manipolazione, il paziente deve informare il medico su tutti gli episodi di reazioni allergiche nella storia con un'indicazione esatta dei farmaci provocatori.


Composizione dell'anestesia in odontoiatria

Come funziona?

Per i non addetti ai lavori è tutt'altro che chiaro che cosa sia l'allergia, a cosa possa venire in mente. Naturalmente, tutti sanno che nella documentazione di accompagnamento per qualsiasi farmaco il produttore indica che il prodotto può provocare una risposta che indica una maggiore sensibilità, ma dalle stesse istruzioni di accompagnamento per l'uso in fiale Novocain è tutt'altro che chiaro quanto siano grandi i rischi atto.

I professionisti affermano che condurre campioni è obbligatorio per tutti e costantemente - un compito insignificante e ingrato. La reazione può verificarsi in modo imprevedibile, su qualsiasi sostanza usata in medicina, incluso un rimedio contro le allergie. Un risultato negativo di un test una volta organizzato non garantisce che in futuro una persona non incontrerà una condizione che indica una maggiore sensibilità.

Tipi di allergie per tipo di diffusione dei sintomi

Una reazione allergica a qualsiasi farmaco può verificarsi in due forme, che hanno sintomi diversi e differiscono per gravità..

Forma locale (locale) di allergia

Questo è il nome della reazione immunopatologica (o complesso di reazioni), limitato solo dal luogo di somministrazione del farmaco. Nella maggior parte dei casi, tali forme di allergia scompaiono da sole dopo una correzione medica minima (prendendo antistaminici) ed eliminando il contatto con l'agente patogeno. Clinicamente, un'allergia locale all'analgesia dentale si manifesta con i seguenti sintomi:

  • gonfiore e arrossamento di labbra, lingua, gengive;
  • la comparsa di microcricche e piccole afte nella cavità orale;
  • un aumento e un'infiammazione delle papille scanalate e filiformi della lingua;
  • bruciore o compromissione sensoriale (il paziente lamenta che l'intorpidimento non scompare 20-30 minuti dopo la somministrazione del farmaco);
  • eruzione cutanea sulle labbra e sulle mucose della cavità orale;
  • dolore quando si morde e si preme su un dente.


La manifestazione di allergie nella lingua

Se la dose del farmaco somministrato era minima e il paziente ha uno stato immunologico abbastanza stabile, nella maggior parte dei casi il quadro clinico delle allergie è limitato ai sintomi locali. Nei pazienti a rischio, in particolare con una precedente sensibilizzazione del corpo con farmaci per l'analgesia locale, i sintomi possono essere più gravi.

Una forma comune di allergia

Questo è un tipo piuttosto grave di allergia ai farmaci associata ad una maggiore secrezione di immunoglobuline E, che sono gamma globuline e sono prodotte da cellule del plasma (linfociti B). Le immunoglobuline si legano a una proteina situata sulla superficie dei basofili e dei mastociti e provocano lo sviluppo di una risposta allergica acuta.

Le manifestazioni con una forma comune di allergie possono essere diverse. In totale, ci sono diversi gruppi di sintomi caratteristici di tali reazioni. Questi sintomi possono svilupparsi isolatamente o contemporaneamente da più gruppi, determinando le condizioni generali di una persona e la gravità di una reazione allergica.

Tavolo. Sintomi di un'allergia anestetica comune (generalizzata).

Gruppo di sintomiCome si manifesta?
Sintomi dermatologici (dermatite cutanea)Sulla pelle appare un'eruzione cutanea di colore rosso vivo o rosa pallido, possono verificarsi vesciche, piccole piaghe, crepe. Sulla pelle ci sono aree di desquamazione, prurito, bruciore, gonfiore e iperemia (arrossamento).
Sintomi di intossicazione (febbre di ortica)Questo gruppo comprende ipertermia (la temperatura può essere sia in condizioni subfebrilari che raggiungere i 39,5 ° C), mal di testa, debolezza grave, sonnolenza e apatia. Il paziente può sperimentare periodi di febbre e brividi. Importante! Questi segni compaiono quasi sempre sullo sfondo della sindrome dermatologica (alterazioni della pelle).
Sintomi gastrointestinaliIl danno al tratto gastrointestinale non è una localizzazione caratteristica dei processi immunopatologici in caso di allergia all'analgesia, ma in alcuni casi tali sintomi possono precedere forme più gravi di reazioni allergiche. I sintomi gastrointestinali includono i seguenti sintomi: dolore allo stomaco e all'intestino, vomito, assottigliamento delle feci, grave nausea.
Edema angioneurotico (edema di Quincke)Condizioni estremamente gravi, accompagnate da gonfiore patologico dei tessuti (incluso grasso sottocutaneo sfuso) e spesso combinato con orticaria. Le cure di rianimazione immediata per il paziente devono essere fornite con la comparsa di edema locale nelle labbra, nel naso, nel collo, nella laringe, nella bocca. Sintomi pericolosi: tosse che abbaia, raucedine e raucedine, attacco di asma, rapido sviluppo di insufficienza respiratoria, grave gonfiore del viso o del collo, pallore patologico della pelle.
Shock anafilattico (anafilassi)Una complicazione molto grave di un'allergia di tipo immediato, il cui tasso di mortalità raggiunge il 20%. I primi sintomi di anafilassi sono un forte, improvviso dolore nel sito di iniezione dell'anestetico, grave gonfiore e arrossamento, bruciore e prurito, che si diffonde rapidamente in tutto il corpo. La pressione sanguigna del paziente scende bruscamente, le mani e le labbra diventano blu, si sviluppa lo spasmo dei bronchi e della laringe.

Nota! Dall'introduzione del farmaco alla morte con un'allergia all'analgesia locale dentale, possono essere necessari da alcuni minuti a 1-2 ore. Le cure di rianimazione di emergenza dovrebbero iniziare immediatamente dopo i primi possibili sintomi di angioedema o shock anafilattico.

Anestetici e loro allergenicità

Ad oggi, vari istituti medici utilizzano vari anestetici locali che differiscono per principio attivo, durata dell'azione, gravità degli effetti collaterali e grado di allergenicità (capacità del farmaco di provocare una reazione allergica).

Alta allergenicità

L'anestetico più allergenico è la lidocaina. È l'elevata allergenicità di questo farmaco che ne limita l'uso nell'infanzia, così come nelle donne in gravidanza e in allattamento. Nonostante il fatto che la dose minima di lidocaina (da 4,6 a 13,8 mg per volta) sia utilizzata nello studio dentistico, questo anestetico non è raccomandato per l'anestesia locale nelle persone ad alto rischio di allergie.

Un altro farmaco usato tradizionalmente per alleviare il dolore in odontoiatria è la novocaina. Agisce in modo meno efficace rispetto alla lidocaina e spesso provoca anche reazioni allergiche, quindi la maggior parte degli specialisti non la utilizza più nella propria pratica medica. Oltre alle allergie, l'anestesia con novocaina può causare forti mal di testa e una diminuzione della pressione, quindi è meglio optare per un farmaco più moderno e sicuro.

Allergenicità moderata

I seguenti farmaci appartengono a farmaci con proprietà allergeniche moderate:

Il rischio di sviluppare reazioni allergiche durante l'uso di questi farmaci è inferiore rispetto a novocaina e lidocaina, ma è ancora presente, pertanto si consigliano test diagnostici cutanei prima di iniziare il trattamento.

Bassa allergenicità

Gli anestetici moderni con alta attività analgesica e basse proprietà allergeniche includono:

Importante! "Ultracain" è considerato l'analgesico locale più sicuro ed è raccomandato per l'uso in persone che soffrono di asma bronchiale, diabete mellito, ipertensione arteriosa, patologie del cuore e dei vasi sanguigni, nonché varie forme di allergie.

Cosa fare se il paziente è allergico all'anestesia?

Se il paziente è allergico a un anestetico specifico, il problema viene risolto selezionando l'equivalente farmacologico più efficace (un farmaco con le stesse proprietà medicinali). Se per qualche motivo questo non è possibile, o il paziente non tollera alcun tipo di anestesia, ci possono essere due opzioni: trattamento dentale in anestesia o sedazione generale o rifiuto completo di qualsiasi metodo di anestesia.

La seconda opzione non è praticamente utilizzata in odontoiatria terapeutica e non è assolutamente applicabile in odontoiatria chirurgica per diversi motivi. In primo luogo, la mancanza di un'adeguata analgesia non consente di eseguire la quantità necessaria di lavoro (soprattutto per quanto riguarda il trattamento di una maggiore complessità, ad esempio con la polpite) e, in secondo luogo, il disagio psicologico e fisico del paziente può causare gravi errori in caso di immobilità incompleta.

Il trattamento dentale in anestesia generale presenta anche molti svantaggi, tra cui:

  • la necessità di un esame completo e test prima del trattamento dentale;
  • costo elevato (1 ora di anestesia in diverse cliniche può costare da 7 a 15 mila rubli);
  • un ampio elenco di controindicazioni;
  • visione insufficiente del campo di lavoro durante la manipolazione a causa del tubo endotracheale.


Odontoiatria in anestesia generale

Un'opzione eccellente (e, spesso, l'unico modo per un trattamento dentale confortevole) per le persone allergiche all'analgesia dentale può essere la sedazione. Questo è un tipo di sonno medico, ma, a differenza dell'anestesia generale, una persona mantiene pienamente i suoi riflessi ed è cosciente, mentre non sente dolore, ansia o paura. Il costo della sedazione in varie cliniche varia da 3000 a 5000 rubli, il che rende questo tipo di anestesia più conveniente rispetto all'anestesia endovenosa.

Opzioni per risolvere il problema

Se il corpo del paziente reagisce negativamente ai conservanti inclusi nell'iniezione, il dentista può semplificare la composizione della soluzione, lasciando solo un principio attivo attivo. Allo stesso tempo, lo specialista dovrebbe aumentare il dosaggio del farmaco in modo che sia sufficiente fino alla fine della dose. A proposito, l'epinefrina può essere sostituita dalla prilocaina o dalla melivacaina, che hanno molte meno probabilità di essere allergeni..

Se il problema è ancora allergico a "cain", puoi risolverlo utilizzando uno dei seguenti metodi:

  • Applicare l'anestesia generale
  • Applicare il blocco dell'istamina. Questo è un metodo doloroso, quindi viene utilizzato solo in casi estremi
  • Prova ad usare altri "caino". Spesso un paziente che non tollera, diciamo, la lidocaina, tollererà la marcaina o la septocaina
  • Trattamento senza anestesia. Consentito solo con semplici operazioni con i denti (come la pulizia del tartaro) e con l'accordo del medico con il paziente

Importante! Se, durante il trattamento dentale, il paziente presenta sintomi di effetti collaterali sull'anestesia, il medico deve interrompere la sessione e consigliare un altro tipo di trattamento o attendere fino alla fine dell'azione di questo anestetico, quindi applicare un altro. In questo caso, il medico deve inserire tutte le informazioni nella scheda del paziente per evitare tali situazioni in futuro..

Farmaci per il trattamento

Per il trattamento delle vere allergie è necessaria l'immunoterapia a lungo termine, che consiste nell'introduzione graduale di microdosi dell'allergene sotto la pelle del paziente. Il trattamento farmacologico ha principalmente lo scopo di eliminare e arrestare rapidamente i sintomi delle allergie, nonché di evacuare l'agente patogeno dal corpo. Con gli attacchi di allergia, i seguenti farmaci possono essere prescritti al paziente:

  • sorbenti (Enterosgel, Polyphepan, Polysorb);
  • antistaminici ("Tavegil", "Suprastin", "Cetirizine");
  • stabilizzatori di membrana dei mastociti (Zaditen, Ketof, Positan);
  • ormoni glucocorticoidi della corteccia surrenale (cortisone);
  • ormoni midollari surrenali (adrenalina);
  • broncodilatatori, inibitori della fosfodiesterasi ("Teofillina", "Eufillina").

In alcuni casi, è possibile la terapia "Immunoglobulina umana antiallergica". Questo farmaco è composto da sangue donato ed è usato per trattare malattie allergiche croniche nelle persone di età superiore ai 18 anni..

Video - Anestesia Allergy

Un'allergia all'anestesia dentale è una patologia piuttosto grave che può privare una persona della possibilità di ricevere cure dentistiche complete. Quando si identificano le reazioni allergiche agli anestetici, si consiglia di scegliere moderni farmaci di ultima generazione con basse proprietà allergeniche: Ultracain, Ubistesin, Septonest. In caso di ripetute intolleranze, l'unica via d'uscita può essere l'anestesia generale o la sedazione. Il secondo metodo è preferibile a causa di minori controindicazioni ed effetti collaterali, ma la decisione finale dovrebbe essere presa dal medico, in base alla quantità di lavoro imminente e all'anamnesi individuale del paziente.

dove andare?

Se una persona vuole consapevolmente sottoporsi a un test allergologico per anestetici, è necessario andare in una clinica dove lavorano allergologi e immunologi qualificati. Tali istituzioni sono in qualsiasi grande insediamento del nostro paese. Ci sono uffici specializzati nelle cliniche statali; È possibile ottenere un rinvio a un medico dal proprio medico di famiglia. La durata del test è di circa 30 minuti, i risultati sono generalmente pronti in una settimana. I campioni sono spesso raccomandati per le persone che necessitano di un trattamento a lungo termine con antimicrobici e antidolorifici..

Metodi per diagnosticare un'allergia all'anestesia in odontoiatria, trattamento dentale per una reazione allergica all'anestetico

Ciao cari lettori di alergino.ru. Una visita dal dentista provoca molte persone panico ed eccitazione. Tutti hanno paura di provare dolore spiacevole. L'introduzione dell'iniezione anestetica allevia molti.

Un'iniezione con un anestetico allevia il dolore nell'area di azione del medico durante il riempimento di un dente e l'esecuzione di altre manipolazioni. Ma, sfortunatamente, le reazioni allergiche all'anestetico sono molto comuni. Le manifestazioni possono essere molto diverse.

Caratteristiche dell'uso dell'anestesia locale e generale in odontoiatria

L'anestesia (anestesia) in odontoiatria è divisa in locale e generale.

Anestesia locale significa l'introduzione di un farmaco speciale, sotto l'influenza del quale la sensibilità dell'area interessata scompare quasi completamente temporaneamente.

L'uso di anestetici consente al medico di svolgere meglio il suo lavoro, poiché il paziente è seduto tranquillamente su una sedia, non risponde alle manipolazioni nella cavità orale.

È richiesta l'anestesia locale:

  • Nel trattamento della carie profonda;
  • Quando si rimuove un dente o una polpa;
  • Quando si prepara la dentatura per protesi.

Spesso i farmaci per il dolore sono prescritti nel trattamento della carie dentale nei bambini..

L'anestesia locale è divisa in diversi tipi, questi sono:

  • Applicazione, cioè spruzzatura sulla gomma di uno spray con un componente anestetico;
  • Infiltrazione;
  • Conduttore;
  • intraosseo;
  • Stelo.

Il tipo di anestesia locale viene selezionato in base alla tecnica di trattamento che verrà utilizzata nella cavità orale.

Gli anestetici locali agiscono temporaneamente, di solito entro pochi minuti a un'ora. Dopo questo periodo, i componenti analgesici iniziano a rompersi gradualmente e la sensibilità viene ripristinata.

L'anestesia generale in odontoiatria rispetto all'anestesia locale viene utilizzata molto meno frequentemente..

Di solito è prescritto per lesioni della regione mascellare, rimozione di una cisti dai seni mascellari o, se necessario, rimozione di numerosi denti complessi.

Quanto tempo puoi tenere?

La durata dell'esposizione all'arsenico sulla polpa dipende dalla complessità del trattamento. Il periodo medio durante il quale dovrebbe avvenire la necrotizzazione della polpa è di due giorni. Quando un nervo viene rimosso da un dente a radice singola, l'arsenico uccide il nervo nel dente entro 24 ore. Il tempo massimo per l'utilizzo della pasta di arsenico è di 3 giorni.

Quanto può contenere un bambino?

Nel trattamento dei denti da latte, il tempo di esposizione dell'arsenico è regolato. Di solito sono 16-24 ore. Sovraesporre l'arsenico in un dente è pericoloso per la salute. Tra le complicazioni più comuni dell'abuso di pasta di arsenico:

  • oscuramento della dentina;
  • intossicazione del corpo;
  • parodontite medica;
  • edema polmonare;
  • necrosi del periostio.

Farmaci usati per l'anestesia locale e l'anestesia generale

Una dozzina di anni fa, i farmaci anestetici più comuni in odontoiatria erano la lidocaina e la novocaina, è sulla loro introduzione che si sono spesso sviluppate reazioni allergiche.

L'allergia alla lidocaina è spiegata dalla composizione multicomponente di questo farmaco e l'intolleranza alla novocaina si verifica nella maggior parte dei casi a causa della presenza di un conservante in questo medicinale chiamato methylparaben.

Nelle cliniche odontoiatriche moderne, la lidocaina e la novocaina non vengono praticamente utilizzate..

La lidocaina può essere utilizzata come spray per alleviare il dolore superficiale prima dell'iniezione.

I farmaci più popolari per l'anestesia locale sono attualmente:

  • Ultracaine;
  • articaina;
  • Ubistezin;
  • mepivacaina;
  • Scandonest;
  • Septonest.

Gli anestetici elencati sono superiori alla novocaina di 5-6 volte la forza dell'anestesia, la lidocaina è quasi due volte.

Oltre al principale principio attivo, i moderni antidolorifici per le procedure dentali contengono adrenalina o adrenalina.

Questi componenti restringono i vasi sanguigni nel loro sito di iniezione e quindi riducono l'eliminazione del componente analgesico, che a sua volta allunga e aumenta la forza dell'anestesia locale.

Tali farmaci vengono immediatamente consegnati in capsule speciali, questi sono tipi di fiale posizionate nel corpo di una siringa di metallo.

La siringa stessa è dotata dell'ago più sottile e quindi l'iniezione del farmaco nella gomma rimane quasi inosservata dal paziente.

LETTORI POPOLARI: allergia ai gatti, come manifestata in bambini e adulti, trattamento

L'anestesia generale in odontoiatria ambulatoriale è prescritta ai pazienti rigorosamente secondo le indicazioni. Prima della procedura, l'anestesista dovrebbe parlare con il paziente, scoprire le sue malattie e valutare lo stato di salute.

L'anestesia generale è divisa in inalazione e non inalazione:

  • Per anestesia per inalazione si intende l'uso di protossido di azoto con ossigeno, fluorotan e una serie di altre sostanze attraverso una maschera. Questo metodo per alleviare il dolore viene usato raramente, poiché esiste il pericolo che il dentista stesso possa respirare farmaci volatili. L'uso di una maschera rende anche difficile per un medico.
  • L'anestesia non inalatoria si riferisce alla somministrazione di anestetici attraverso una vena. Questi possono essere farmaci come sodio tiofentale, esenale, chetamina, sombrevina, propofol. Questi anestetici agiscono per un breve periodo, da tre a 30 minuti.

L'anestesia generale utilizzata dai dentisti non influisce negativamente sulla salute e pertanto può essere utilizzata abbastanza spesso.

Ma affinché non ci siano reazioni negative, il medico deve prima scegliere il giusto dosaggio in base all'età e alla presenza di malattie concomitanti.

Specifiche del problema

Oggi è impossibile immaginare qualsiasi tipo di intervento chirurgico senza anestesia preventiva, pertanto si presta particolare attenzione alla rilevazione tempestiva dell'ipersensibilità agli anestetici.

Nella pratica medica, vengono utilizzati più spesso i seguenti tipi di anestesia:

  1. Anestesia locale.
  2. Anestesia generale.
  3. Anestesia epidurale.

In ogni caso, vengono utilizzati vari farmaci che possono provocare lo sviluppo di una reazione negativa. Ciò è dovuto all'alto potenziale allergico degli anestetici..

La gravità dei sintomi e il rischio per la salute percepito dipendono dal tipo di anestesia. L'anestesia locale o un'anestesia superficiale (superficiale) utilizzata nello studio dentistico sono tollerate più facilmente. Probabilmente tutti sanno come va la procedura. Il medico estrae una soluzione nella siringa e fa una o più iniezioni superficiali attorno al dente danneggiato. Intorpidimento e perdita di sensibilità in quest'area si verificano molto rapidamente - dopo 5 minuti il ​​paziente smette di provare dolore.

L'anestesia epidurale è caratterizzata da una profonda penetrazione dell'anestetico nel corpo del paziente. Questa procedura viene eseguita durante le operazioni ginecologiche e urologiche e consiste nel bloccare la sensibilità dei recettori del dolore nella parte inferiore del corpo.

Per una persona allergica, l'anestesia generale è pericolosa. Questo metodo di analgesia prevede un contatto profondo e prolungato con un potenziale irritante. Il pericolo è che un'allergia all'anestesia generale si verifichi improvvisamente, direttamente durante l'intervento chirurgico.

Reazioni allergiche possibili con anestesia locale

Un'allergia agli anestetici in odontoiatria è molto rara quando si usano farmaci moderni.

E principalmente le reazioni allergiche sono caratterizzate da un decorso lieve, le forme gravi di ipersensibilità che richiedono un trattamento di emergenza sono considerate casi eccezionali.

Può verificarsi un'allergia all'anestesia:

  • Sintomi cutanei: arrossamento di alcune parti del corpo, eruzioni cutanee, desquamazione, prurito. Di solito, questi sintomi compaiono entro pochi minuti dall'iniezione..
  • Gonfiore localizzato in faccia. L'aumento del gonfiore delle labbra, delle mucose della cavità orale e del tratto respiratorio può portare al soffocamento. Pertanto, quando si fissano tali segni, è necessario introdurre un numero di farmaci.

  • Debolezza, dolore toracico, formicolio in faccia. Tali cambiamenti nel benessere sono un presagio di shock anafilattico, è necessario informare il proprio medico del loro aspetto.
  • La probabilità di sviluppare una reazione allergica è aumentata nelle persone che hanno già una storia allergica gravata. In caso di allergia ai farmaci, il paziente deve informare il dentista prima di iniziare il trattamento.

    Alcune persone sono ipersensibili ai conservanti presenti negli anestetici. Pertanto, con l'introduzione della soluzione, appare tachicardia, aumento della sudorazione, brividi, possono esserci vertigini e debolezza.

    Ma questo non si applica alle reazioni allergiche e, di norma, tali sintomi scompaiono da soli in pochi minuti.

    Sintomi di avvelenamento da arsenico: imparare a riconoscerli

    Esistono molte sostanze che possono avvelenare il corpo umano. Sebbene le persone spesso evitino il contatto con tali veleni, molti di loro sono usati in vari compiti. L'arsenico, considerato una sostanza estremamente pericolosa, viene spesso utilizzato anche in molte aree. Tuttavia, più spesso lo incontrano nel processo di trattamento dentale. Sebbene l'arsenico sia una sostanza tossica ed estremamente pericolosa, è usata in medicina. Quando si usano dosi ragionevoli, è in grado di risolvere molti problemi, senza causare danni agli esseri umani. Ma ci sono casi di avvelenamento da arsenico, che può avere gravi conseguenze.

    Sintomi di avvelenamento da arsenico La portata dell'arsenico è ampia. Si trova in medicina, industria elettronica, metallurgia, agricoltura e altre aree. Pertanto, l'arsenico può colpire una persona in molti luoghi. Dal momento che era precedentemente usato come un potente veleno contro i parassiti, il suo impatto negativo può influenzare una persona, quindi dovresti conoscere i sintomi dell'avvelenamento da arsenico:

    • Sapore metallico in bocca
    • Dolore addominale e muscolare
    • Diarrea, vomito
    • Insufficienza respiratoria, raucedine e naso che cola
    • Aumento della temperatura
    • spasmi

    In caso di avvelenamento, vari tessuti e organi sono interessati. Alcuni sintomi assomigliano a raffreddori o influenza, ma molti sono innaturali per tali malattie. Spesso ci sono crampi muscolari abbondanti, così come ipotensione muscolare. Forse lo sviluppo della paresi, che colpisce in particolare le gambe, inoltre, nel processo di avvelenamento, il fegato è gravemente colpito. C'è insufficienza epatica acuta, che integra i sintomi con i loro sintomi. Può verificarsi grave ittero, ma l'avvelenamento da arsenico non è istantaneo. Esiste un effetto cronico di questa sostanza che si manifesta nei lavoratori delle piante metallurgiche e in altre imprese che lavorano con arsenico. Con un'intossicazione prolungata, i sintomi sono possibili:

    • Debolezza
    • Dermatite
    • Anemia
    • Danni a denti e gengive
    • Laringite, bronchite e tracheite
    • iperpigmentazione

    Con un'esposizione prolungata alla pelle, possono verificarsi piccoli calli e verruche. Si formano su aree problematiche: palme e suole. Questo è un sintomo implicito, dovrebbe essere preso in considerazione con altri segni: i sintomi di avvelenamento da arsenico sono vari e comprendono temperatura, debolezza, problemi digestivi, dolore, crampi e altri segni. Si notano anche segni di esposizione prolungata al veleno, tipico per le industrie. L'arsenico provoca anche sintomi impliciti come calli e verruche, che dovrebbero essere presi in considerazione durante la diagnosi. È possibile inviare il trattamento dei denti? L'arsenico in odontoiatria è usato come farmaco necrotizzante. Aiuta a uccidere il nervo nel dente danneggiato, rimuovendo la sua sensibilità e il rischio di processi infiammatori. Ma molti hanno paura di avvelenare con questa sostanza, perché entra direttamente nella cavità orale, tuttavia, quando si trattano i denti con arsenico, non c'è nulla da temere. Questo strumento viene utilizzato in uno stato estremamente diluito, dove la sua proporzione è trascurabile. Questo non è abbastanza per avvelenare il corpo adulto, anche con un'esposizione prolungata: nell'odontoiatria moderna, cercano di usare questa sostanza meno spesso. Nuovi metodi e sostituti sono in fase di sviluppo, anche se agenti alternativi non sono sicuri per il corpo. Più spesso l'arsenico viene utilizzato in odontoiatria pediatrica per uccidere un nervo, ma viene ostruito in modo affidabile sotto un riempimento temporaneo: se il veleno entra nel corpo, il rischio è minimo. Sono possibili avvelenamento e digestione, la cui gravità dipende dalle dimensioni della dose di arsenico assorbito. Non vi è alcuna minaccia per la salute, poiché stiamo parlando di una piccola dose della sostanza, pertanto non vi sono rischi significativi di avvelenamento dentale con arsenico. Questa sostanza viene utilizzata sotto forma di una pasta, in cui la percentuale di veleno è minima. Anche se entra nel corpo, potrebbe esserci solo un leggero disturbo digestivo. Ma se possibile, il trattamento con arsenico dovrebbe essere evitato, perché il dente soffre molto di questo: scopri le cause dell'avvelenamento da arsenico da questo video..

    Leggi anche: Perché un dente morto fa male senza un nervo

    Come fornire il primo soccorso Se i sintomi di avvelenamento da arsenico coincidono con i sintomi del paziente, è urgente effettuare il primo soccorso. Prima di tutto, devi chiamare un'ambulanza, perché il ritardo in questa materia è inaccettabile. L'effetto del veleno è estremamente attivo, il che influisce in modo significativo sul corpo: se l'arsenico entra nell'approvvigionamento alimentare, è necessario il vomito. Ciò eliminerà i resti del veleno dal corpo che non ha avuto il tempo di essere assorbito dal corpo. Successivamente, devi bere un bicchiere d'acqua, in cui vengono aggiunti 3 grammi di acido citrico e un cucchiaio di aceto, procedure e sostanze aggiuntive sono inutili senza l'aiuto dei medici. Il carbone attivo è inefficace qui, perché lega debolmente l'arsenico. È vietato assumere lassativi, ciò peggiorerà solo le condizioni del paziente: se la persona non è cosciente, è necessario appoggiarlo su un lato. Ciò assicurerà il flusso d'aria e lo proteggerà durante il vomito. In assenza di un segno di vita, viene eseguita la rianimazione cardiopolmonare urgente. Se il veleno entra nel corpo attraverso la pelle, vale la pena rimuoverlo con un panno o un tessuto umido.In caso di avvelenamento, dovresti bere regolarmente acqua per combattere l'intossicazione e la disidratazione. Ma non è possibile versare acqua nelle persone quando sono incoscienti: il liquido può penetrare nel tratto respiratorio. Con un lieve avvelenamento da una sostanza, non è necessario il ricovero in ospedale. Ma devi chiamare un medico, che fornirà una diagnosi accurata e proteggerà il paziente dalle complicazioni. Inoltre, se necessario, il medico introdurrà un antidoto in grado di neutralizzare e rimuovere l'arsenico dal corpo. Il primo aiuto per l'avvelenamento da arsenico è limitato solo a una soluzione di limone e aceto e la chiamata di un medico. Se il veleno ha attraversato le vie del cibo, il vomito ne rimuoverà una parte. Vale anche la pena di bere acqua in piccole porzioni. Se la vittima si trova in uno stato di incoscienza, è necessario metterlo da parte e, se necessario, effettuare la rianimazione. Come viene trattata l'avvelenamento da arsenico Il trattamento dell'avvelenamento da arsenico dipende direttamente dal metodo di immissione della sostanza nel corpo. Per le rotte alimentari, viene utilizzata la lavanda gastrica, per altre opzioni ci sono metodi appropriati. È difficile eseguirli a casa, quindi, con un avvelenamento grave, viene eseguito il ricovero obbligatorio Durante il ricovero, sono possibili le seguenti misure:

    • Inalazione di ossigeno in caso di avvelenamento da vapori di veleno
    • L'introduzione di soluzione salina per ridurre l'avvelenamento e mantenere il volume del sangue circolante
    • L'introduzione della miscela di glucosio-novocaina con grave emolisi
    • Manutenzione cardiovascolare
    • Trattamento dell'insufficienza renale
    • Vengono eseguite la diuresi forzata e l'emodialisi.

    Per il trattamento dell'avvelenamento da arsenico viene utilizzato un antidoto specifico Unitiol. Il farmaco viene somministrato per via endovenosa attraverso un contagocce o per via intramuscolare. Ma con avvelenamento cronico, vengono utilizzate altre sostanze come la D-penicillamina. Il trattamento dell'esposizione cronica richiede tempo, le procedure primarie possono essere eseguite fino a una settimana Il trattamento dell'avvelenamento e la durata dell'esposizione dell'arsenico al corpo sono determinati da test di laboratorio. Per fare questo, è sufficiente condurre un esame delle urine e del sangue. Se la percentuale di arsenico nel primo caso supera 100 μg per litro e nel secondo - 30 μg per litro, questo è un chiaro segno di avvelenamento. La durata del trattamento e le misure sono determinate sulla base dei risultati di questa analisi. Il trattamento dell'avvelenamento da arsenico richiede un po 'di tempo e dipende dal metodo di avvelenamento, dosi di arsenico nel corpo e molti altri fattori. Tra le procedure principali si notano l'introduzione di un antidoto, varie sostanze di supporto, lavanda gastrica e purificazione del sangue. Nell'avvelenamento cronico, viene eseguito un trattamento specifico basato su altri farmaci. Possibili conseguenze per il paziente Le conseguenze dell'avvelenamento con questa sostanza possono essere diverse, a seconda della dose, del metodo di avvelenamento e di altri fattori. Cominciano da lieve indigestione e finiscono con la morte Tra le principali conseguenze dell'avvelenamento da arsenico:

    • Dolori muscolari e crampi
    • Problemi digestivi, vomito e diarrea
    • Danni agli organi interni
    • Soffocamento
    • Dolore addominale acuto

    Leggi anche: Quali pillole aiutano con il mal di denti

    Queste conseguenze si verificano durante un avvelenamento acuto da una sostanza. Tutto ciò è caratterizzato da salute, febbre e debolezza estremamente povere. Se si osserva l'effetto cronico del veleno, gli organi, la digestione vengono danneggiati e l'appetito si riduce. Successivamente, la pelle, le unghie e i capelli sono danneggiati. Si nota l'iperpigmentazione, le strisce trasversali compaiono sulle unghie e con un trattamento tempestivo, le conseguenze sono minime e dipendono dalla gravità delle condizioni del paziente. Se si trovava in gravi condizioni, è possibile una violazione degli organi, in particolare dei reni e del fegato. Ma con la cura adeguata, il corpo viene completamente ripristinato, l'arsenico è un forte veleno, spesso usato in molte aree dell'attività umana. La medicina, la metallurgia, l'industria manifatturiera, l'agricoltura e molte altre aree lo usano per i propri scopi. Pertanto, l'avvelenamento da parte loro è abbastanza comune. Il superamento della dose consentita è estremamente pericoloso, poiché l'esposizione all'arsenico può interrompere il funzionamento degli organi e uccidere una persona. Pertanto, vale la pena considerare i sintomi di avvelenamento e azione secondo le raccomandazioni quando coincidono con i segni del paziente.

    Cause di allergia agli anestetici in odontoiatria

    L'allergia si verifica a causa di una maggiore sensibilità del sistema immunitario ai componenti del farmaco..

    I fattori che predispongono alla malattia possono provocare una reazione simile del corpo, questi sono:

    • Eredità;
    • Tendenza a tutti i tipi di reazioni allergiche;
    • Scelta sbagliata di anestetico;
    • Dosi eccessive del farmaco quando somministrato.

    Sulla base delle cause di una reazione allergica agli antidolorifici, si può dire che la patologia si sviluppa spesso a causa della disattenzione del dentista nei confronti dei suoi pazienti.

    Dose selezionata in modo errato, anamnesi incompleta, mancanza di test e dati provenienti da procedure diagnostiche aumentano notevolmente il rischio di allergie nella poltrona del dentista.

    A volte la comparsa di una reazione allergica non è la colpa del componente analgesico stesso, ma delle sostanze che compongono l'anestetico come componenti aggiuntivi. E molto spesso si tratta di conservanti.

    La probabilità di una reazione specifica del corpo aumenta e se viene utilizzato un farmaco con una composizione multicomponente.

    Sintomi di avvelenamento da arsenico

    Uno dei metodi utilizzati in odontoiatria è l'uso dell'arsenico come parte di speciali paste necrotizzanti per uccidere un nervo. Questa sostanza è molto tossica, quindi ci sono metodi speciali per lavorarci..

    Ciò accade principalmente in 2 fasi. Durante il primo, il medico apre la cavità cariata, rimuove il tessuto morto e inserisce la pasta con arsenico, chiudendolo con uno speciale riempimento temporaneo. Dopo questo, il paziente torna a casa e dopo qualche tempo deve tornare dal medico per estrarre un riempimento temporaneo e un arsenico e completare il trattamento.

    Analisi delle allergie anestetiche

    Se durante una visita dal dentista si verificano ripetutamente sintomi caratteristici di reazioni allergiche, è necessario consultare un allergologo.

    Il medico prescriverà esami del sangue per determinare il livello di immunoglobuline ed eosinofili. I test cutanei determineranno il tipo specifico di allergene.

    Immediatamente prima della somministrazione dell'anestetico in studio dentistico, in alcuni casi, devono essere eseguiti test.

    LETTORI POPOLARI: come trattare un'allergia dolce

    La loro implementazione è particolarmente necessaria per quei pazienti che hanno già avuto reazioni allergiche agli antidolorifici o che hanno malattie associate ad allergie.

    Durante i test, la dose minima per l'anestesia locale viene somministrata per via sottocutanea e tutte le modifiche vengono valutate entro pochi minuti.

    Se non ci sono sintomi cutanei e di allergia generale, questo medicinale può essere usato senza paura.

    Sigillo di amalgama

    Sigillo di amalgama
    Le otturazioni in amalgama hanno una struttura solida, la loro durata di servizio raggiunge i 15 anni. Ma sono loro che possono causare reazioni allergiche. Includono argento, mercurio, stagno, rame e zinco. Qualsiasi di queste sostanze, in particolare il mercurio, nonché le sostanze che svolgono la funzione di legame di questi componenti, possono servire da allergeni. Una grande quantità di rame viene aggiunta al moderno amalgama, tali amalgami sono chiamati alto rame.

    Le otturazioni in amalgama d'argento non possono solo causare allergie. Quando un sigillo d'oro e d'argento viene inserito in due denti adiacenti, può insorgere un conflitto tra i due metalli attraverso la saliva. Un sintomo di questo conflitto sarà un forte mal di denti, questo fenomeno è anche chiamato shock galvanico. Di conseguenza, il dolore si attenua, ma l'amalgama crollerà nel tempo. La saliva, lavando entrambi i metalli, creerà una coppia galvanica, in cui l'oro funge da catodo e l'argento come anodo. L'anodo fornirà gradualmente elettroni al catodo, facendo dissolvere l'anodo (amalgama). Questo fenomeno non ha nulla a che fare con le allergie, ma presenta sintomi simili..

    Trattamento delle malattie

    Le allergie agli anestetici sono trattate secondo gli stessi regimi standard delle altre reazioni allergiche. Ma poiché nella maggior parte dei casi una tale patologia si sviluppa rapidamente, il primo soccorso in casi gravi è fornito da un dentista.

    Se si verificano cambiamenti nella pelle e gonfiore per via intramuscolare, è necessario introdurre Difenidramina, Suprastin o Pipolfen.

    Con sintomi che indicano lo sviluppo di shock anafilattico, è necessario immettere urgentemente 1 ml di adrenalina e, se necessario, collegare un apparato per la ventilazione artificiale dei polmoni. Agire ulteriormente sulla situazione.

    Se la pressione sanguigna diminuisce, deve essere somministrato Prednisolone; se l'attività cardiaca peggiora, utilizzare Cordiamine.

    Di solito queste misure sono sufficienti per interrompere la reazione allergica e ripristinare il funzionamento di tutti i sistemi del corpo. Ma se i sintomi non si fermano, allora il paziente ha urgentemente bisogno di essere ricoverato in ospedale in un ospedale - nell'unità di terapia intensiva.

    Fortunatamente, le reazioni gravi all'anestetico sono estremamente rare ed è possibile prevenirne l'insorgenza raccogliendo un'anamnesi e un'attenta attenzione alla scelta della dose e dei farmaci stessi per alleviare il dolore.

    Nel caso in cui eruzioni cutanee e prurito sulla pelle sul corpo, così come gonfiore sul viso, persistano dopo una visita dal dentista, gli antistaminici dovrebbero essere presi per un po 'di tempo.

    Può essere Claritin, Cetrin, Zirtek, vengono bevuti per 5-7 giorni.

    Gli enterosorbenti aiutano ad accelerare l'eliminazione delle tossine dal corpo - carbone attivo, Polysorb.

    Pericolo di complicanze

    In alcuni casi, l'anestesia per le allergie può provocare una serie di complicazioni. Allo stesso tempo, è molto difficile determinare un cambiamento di stato, poiché una persona è incosciente o ha una sensibilità limitata. Le allergie nei casi più gravi possono provocare:

    • inibizione dell'attività respiratoria e palpitazioni;
    • cambiamenti nei parametri della coagulazione del sangue, che è pericoloso durante l'intervento chirurgico;
    • deviazioni nel funzionamento degli organi e dei sistemi umani, che possono essere fondamentali per la vita.

    Le conseguenze si manifestano con un ritardo sotto forma di trombocitopenia, diatesi emorragica, malattia da siero. Nei casi più gravi, le complicanze portano alla disabilità e persino alla morte del paziente.

    Come sostituire

    Se al paziente viene diagnosticata un'intolleranza anestetica, ma ha urgentemente bisogno di sottoporsi a un intervento chirurgico o a trattare un dente, è necessario scegliere un'alternativa in base ai risultati dell'esame.

    Ad esempio, con l'intolleranza alla lidocaina, una persona può facilmente tollerare la novocaina o la benzocaina. È anche possibile un trattamento dentale in anestesia, anche se non è sicuro per chi soffre di allergie..

    Se necessario, l'intervento chirurgico discute la possibilità di utilizzare l'anestesia locale. Molte operazioni vengono ora eseguite con successo in anestesia epidurale o spinale. Un'alternativa all'anestesia endovenosa è la maschera o endotracheale, dove vengono utilizzati farmaci fondamentalmente diversi..