Allergia al sole

Analisi

L'allergia al sole (fotodermatite) è una reazione specifica del sistema immunitario del corpo agli effetti dannosi dei raggi ultravioletti.

I sintomi della malattia foto-drammatica, per la maggior parte, sono macchie rosse, prurito spiacevole o vesciche. Le allergie possono rovinare significativamente la tua vita con il tuo aspetto inaspettato..

Devo dire che un'allergia al sole non si verifica senza motivo. La luce solare provoca solo alcuni allergeni alla reazione.

Potrebbe esserci un'allergia al sole?

A una tale malattia, la medicina moderna include tutte le manifestazioni di ipersensibilità del corpo al sole..

Ma, studi recenti hanno dimostrato che questi problemi non sono collegati alla ricerca di una persona sotto i raggi cocenti del sole. Questo è solo uno dei fattori che provocano un'allergia così specifica. Molto spesso, questo problema è associato a malfunzionamenti degli organi interni.

Perché si sviluppa un'allergia??

Secondo le statistiche mediche, il numero di casi segnalati di allergie al sole aumenta ogni anno. Si noti che l'allergia solare non si verifica necessariamente in forma cronica. Forse dopo che il trattamento è stato prescritto, i sintomi delle allergie saranno eliminati e non sarai mai più disturbato..

I raggi del sole stessi non sono allergeni, ma possono portare al fatto che nel corpo umano, sotto la loro influenza, iniziano ad accumularsi sostanze che causano una reazione allergica..

Spesso si osserva allergia solare nei bambini piccoli, poiché il loro sistema immunitario non è ancora in grado di far fronte al carico posto sul corpo.

In generale, tutte le cause delle allergie al sole possono essere divise in due gruppi.

Cause interne

Le allergie alla luce solare possono contribuire alle malattie del fegato, all'interruzione dell'apparato digerente e a disfunzioni del sistema immunitario. Si noti che con la correzione dei processi metabolici, la normalizzazione del fegato, il sistema immunitario e il rifornimento della carenza di vitamine e microelementi, la gravità della malattia diminuisce significativamente fino a quando scompare completamente..

Cause esterne

Questi includono cosmetici, profumi e agenti terapeutici locali che aumentano la sensibilità del corpo alla luce solare. È noto che anche i farmaci antimicrobici e diuretici aumentano la sensibilità al sole. Naturalmente, molto dipende dalla durata dell'esposizione al sole di una persona..

Prima di utilizzare un particolare prodotto cosmetico o terapeutico, leggere attentamente le istruzioni per esso. Se le istruzioni indicano che il farmaco può causare fotodermite, è necessario ridurre al minimo l'esposizione alla luce solare. Quando si scelgono i cosmetici, prestare particolare attenzione al contenuto di sostanze come acido borico, composti del mercurio, oli essenziali, eosina. Questi componenti aumentano la gravità della malattia..

Come esempio più eclatante di fotodermite esterna (o esogena), possiamo citare la dermatite da prato, che si sviluppa in risposta alla fioritura delle piante da prato in estate. Le sostanze di furocoumarine contenute in tali piante in combinazione con radiazioni ultraviolette possono causare una reazione allergica alla pelle. La fotodermite è spesso causata da alcuni farmaci, ad esempio sulfamidici, clorpromazina, barbiturici, antistaminici, alcuni farmaci antinfiammatori non steroidei, contraccettivi orali, antibiotici e altri. Inoltre, si dovrebbe tener conto del fatto che le allergie al sole si verificano più spesso in un momento in cui la pelle è indebolita da qualche esposizione aggiuntiva, ad esempio tatuaggi o peeling..

Classificazione

I raggi ultravioletti con una lunghezza d'onda specifica eccitano le cellule immunitarie (basofili), che si trovano nello spessore della pelle. Di conseguenza, i basofili esplodono quando esposti alle radiazioni UV..

Questo processo attiva il rilascio di enzimi come istamina, serotonina e altri, sono elementi di composti infiammatori che vengono rilasciati nella pelle e provocano una reazione allergica.

I seguenti tipi di reazioni corporee alla luce solare sono:

  1. Fototraumatico è quando una persona riceve ustioni dal sole sulla pelle. La reazione può verificarsi sia nelle persone con allergie che in quelle completamente sane. I raggi UV agiscono in momenti diversi in modi diversi su una persona:
    • nei primi 15-20 minuti si verificano effetti di riscaldamento e antidepressivi, la produzione di vitamina D;
    • dopo 2 ore di esposizione al sole, possono svilupparsi scottature solari, pigmentazione e immunità.
  2. Fototossico: si verifica quando sulla pelle compaiono ustioni, vesciche, arrossamenti gravi causati dall'azione di determinati farmaci o cosmetici, nonché di determinati alimenti. La medicina chiama queste sostanze fotosensibilizzanti. Più spesso, donne e bambini soffrono di questo tipo di reazione alle radiazioni solari, poiché usano costantemente cosmetici.
  3. Il fotoallergico è una reazione specifica del corpo alle radiazioni UV. Le cellule immunitarie attaccano e le sostanze che causano infiammazione e gonfiore iniziano a essere rilasciate nel corpo. A causa di questa reazione, puoi morire se non viene fornita assistenza tempestiva. Questa risposta del corpo può verificarsi sia nei primi minuti di esposizione al sole, sia entro pochi giorni.

Primi segni

I segni di un'allergia al sole possono essere variati e variare a seconda delle cause che l'hanno causata, sull'età di un adulto o di un bambino, su un fattore provocatorio interno o esterno.

Molto spesso, i sintomi dell'allergia solare si manifestano con i seguenti disturbi:

  1. Rossore, eruzione cutanea, prurito, ascessi della pelle esposti alla luce solare.
  2. Un'allergia al sole sulle mani, sul viso, sulle gambe, sul petto si manifesta come irregolarità della pelle ruvida e piccola che fanno male, prurito, a volte si fondono in foche gonfie e arrossate.
  3. A volte croste, squame, sanguinamento.
  4. Molto spesso, le allergie cutanee del sole sembrano orticaria, eczema o vesciche.
  5. Segni e sintomi di un'allergia al sole compaiono non solo nei luoghi in cui vi è stata un'esposizione solare attiva, se si verifica una reazione allergica sotto forma di eczema, può anche essere in luoghi lontani dagli effetti delle radiazioni ultraviolette.

Un corpo fisicamente forte e sano non dovrebbe avere allergie al sole. Pertanto, soprattutto spesso c'è un'allergia al sole nei neonati, nei bambini che non sono forti dopo una malattia, nelle persone anziane e nelle persone con molte malattie croniche.

Che aspetto ha un'allergia al sole: una foto dei sintomi

Diagnostica

La diagnosi preliminare comprende un sondaggio del paziente e un esame esterno. Per determinare il tipo di allergene, il medico prescrive test di applicazione per il paziente. Per rilevare le cause endogene delle allergie dal sole, il medico prescriverà i seguenti studi al paziente:

  • campioni di Zimnitsky;
  • analisi biochimiche di urina e sangue;
  • TC ed ultrasuoni dei reni;
  • Ultrasuoni dell'addome;
  • analisi ormonale;
  • urografia escretoria.

Durante lo studio delle allergie dal sole, viene tracciata una linea con malattie come:

  • lichene;
  • scottature;
  • erisipela;
  • dermatite atopica, allergica, da contatto, da radiazioni;
  • forma superficiale di valuta forte.

Cosa fare con le allergie al sole?

Per prevenire l'insorgenza dei sintomi della malattia, è necessario rispettare alcune regole:

  1. Limitare l'esposizione al sole. Con una tendenza alle allergie sotto l'influenza dell'ultravioletto, non puoi essere più di 20 minuti;
  2. Prima di andare in spiaggia, è vietato applicare cosmetici e profumi decorativi sulla pelle;
  3. Utilizzare filtri solari ad alto SPF;
  4. Rifiuta l'uso di cosmetici contenenti fragranze, in quanto può provocare la comparsa di pigmentazione;
  5. Applicare la protezione solare circa 20 minuti prima dell'esposizione al sole;
  6. Dopo essere uscito dall'acqua, non asciugarti per non asciugare la pelle. Basta bagnarlo con un asciugamano;
  7. Immediatamente dopo il nuoto, è meglio rilassarsi all'ombra;
  8. Se hai tali problemi, dovresti scegliere il momento giusto per l'abbronzatura - fino a 10 ore o dopo 17 ore;
  9. In casi difficili, si consiglia di indossare abiti a maniche lunghe per coprire il più possibile la superficie della pelle.

Ai primi sintomi di un'allergia, dovresti consultare un medico. Lo specialista effettuerà la diagnosi corretta e selezionerà antistaminici efficaci..

Unguento per allergie al sole

Unguenti e creme che alleviano gli effetti di una tale allergia, oltre a proteggere da questo disturbo, si sono dimostrati efficaci. Tali farmaci sono divisi in due gruppi: farmaci ormonali e non ormonali. Inoltre, tali unguenti possono avere un effetto idratante, antinfiammatorio e ammorbidente..

Elenco di unguenti topici:

  1. "Solcoseryl." Gel a base di ingredienti naturali. Guarisce perfettamente le aree problematiche della pelle, ha un effetto antinfiammatorio. Può essere usato per trattare le ustioni..
  2. "Radevit." Unguento, che comprende vitamine E, D e B. Affronta bene il prurito causato dagli effetti negativi della luce solare..
  3. "Actovegin." Disponibile sotto forma di gel e unguento. Combatte bene con un'eruzione cutanea sul viso. Guarisce perfettamente le ferite della pelle e previene la formazione di cicatrici.
  4. Fenistil-gel. Il mentolo incluso in questa preparazione raffredda la pelle e allevia la sensazione di bruciore. Viene anche utilizzato per rimuovere i problemi di cui sopra. Ha un effetto anestetico.

Le creme antinfiammatorie si sono dimostrate efficaci nella lotta contro le allergie al sole. Includono nimesil, paracetamolo e ibuprofene. Queste sostanze possono eliminare rapidamente il prurito e altri problemi della pelle. Questi farmaci includono:

Creme e unguenti avranno effetto solo se usati insieme agli antistaminici. Se le tossine rimangono nel corpo, l'azione degli unguenti non porterà il risultato desiderato.

Pillole Sun Allergy

Dopo aver superato un esame completo di un allergologo-immunologo, dermatologo, terapista e aver stabilito la causa della reazione allergica, i medici prescrivono antistaminici al paziente.

Elenco delle medicine topiche per il 2019:

  1. Suprastin. È uno dei rimedi allergici più efficaci. Inclusa la fotodermatosi. Questo farmaco è in grado di rimuovere le manifestazioni di tale problema 1-2 ore dopo averlo assunto. Ma "Suprastin" non può essere assunto durante il secondo trimestre di gravidanza.
  2. Diprazi. Un farmaco abbastanza forte che aiuta con i sintomi di allergia. Ma ha alcuni effetti collaterali, a causa dei quali è controindicato nelle donne in gravidanza e nei bambini.
  3. "Clemastine." Il farmaco viene utilizzato per dermatiti, orticaria, edema di Quincke e altre reazioni allergiche. Non può essere assunto da bambini e persone che soffrono di intolleranza alle sostanze attive che vi entrano.
  4. "Diazolin." Efficace per prurito, eczema, orticaria e dermatite. Gli effetti collaterali includono disturbi gastrointestinali, sonnolenza, vertigini e affaticamento rapido..
  5. "Cyproheptadine." Questo farmaco è prescritto per prurito, gonfiore della pelle e orticaria. Non dovrebbe essere preso per le malattie del tratto gastrointestinale, i bambini, le donne in gravidanza e in allattamento.
  6. Kestin. Un farmaco il cui scopo è bloccare le istamine nel corpo. Ha un effetto prolungato, ma può causare insonnia..
  7. Clarisens. Il farmaco, indicato per l'orticaria e l'edema di Quincke. Praticamente nessun effetto sul sistema nervoso e non crea dipendenza.
  8. "Lomilan." Mezzi per combattere il prurito della pelle. In grado di alleviare il gonfiore della pelle. L'azione si verifica 30 minuti dopo la sua somministrazione.

Cibi salutari

Per prevenire la comparsa di reazioni allergiche indesiderate, è necessario modificare la dieta:

  • consumare un gran numero di alimenti contenenti vitamine C, B ed E. È particolarmente utile mangiare bacche e frutti freschi - mirtilli, melograni, ribes;
  • bere molta acqua pulita. Grazie a questo, sarà possibile purificare il corpo dalle sostanze tossiche. In questo caso, si consiglia di eliminare completamente le bevande gassate, l'alcool e i succhi..
  • in vacanza, fai attenzione ai piatti esotici. Con un'alta sensibilità alla luce solare, tali esperimenti dovrebbero essere evitati..

Rimedi popolari

I primi sintomi di un'allergia possono essere rimossi con rimedi popolari:

  1. L'uso del cavolo. È necessario eliminare leggermente la foglia di cavolo in modo che inizi a lasciare il succo e applicarlo sulle aree interessate della pelle.
  2. Compresse Applicare impacchi da patate a fette o grattugiate, cetrioli. Mantieni circa mezz'ora.
  3. Celidonia e assenzio. Cospargi la giovane erba di assenzio con alcool e insisti per tre giorni. Pulisci l'eruzione cutanea con la tintura risultante. Fai il bagno con l'infuso di celidonia.

Elenco fotosensibilizzatore

I fotosensibilizzanti sono sostanze di varia origine che causano un aumento della sensibilità della pelle alle radiazioni solari. Spesso sono loro che provocano lo stato negativo del derma.

Pertanto, se appartieni a un gruppo a rischio o pianifichi una vacanza nel bel mezzo dei giorni estivi, allora dovresti escludere dall'uso l'elenco dei seguenti prodotti e medicinali:

  • bevande alcoliche, in particolare vino rosso;
  • pomodori, carote, mele acide, agrumi, fichi, melograno, prezzemolo, sedano;
  • succhi appena spremuti da questi prodotti;
  • cosmetici contenenti muschio, bergamotto, olii di lime;
  • aspirina;
  • cardiopreparazioni (Cardiomagnyl, Magnikor, ecc.);
  • crema con retinolo;
  • vitamine B6 e B2;
  • diuretici (Furasemide, Pamid, Indap);
  • agenti antifungini (Griseofulvin, Lamisil, Tsidokan, ecc.);
  • fluorochinoloni (Ofloxocin, Ciprofloxocin, ecc.);
  • crema o medicine contenenti l'erba di San Giovanni;
  • antibiotici del gruppo tetraciclina (Doxal, Doxiciclina, Unidox, Tetraciclina, Rondomicina, ecc.);
  • farmaci ormonali corticosteroidi (Prednisolone, Idrocortisone, Sinaflan, Dermoveyt, ecc.);
  • farmaci che rallentano la divisione cellulare (flutamide, metotrexato, azotriopin, ecc.);
  • fondi per ridurre la glicemia (Diabeton, Siofor, Novonorm, ecc.);
  • antidepressivi, antipsicotici (Bifol, Azafen, Aminosil, Truxal, ecc.);
  • contraccettivi orali con un alto contenuto di estrogeni (Tri-regol, Ovidon, ecc.).

Per proteggere te stesso e i tuoi cari, studia attentamente le annotazioni sui farmaci e aderisci alle raccomandazioni del tuo medico.

Prevenzione

La prevenzione aiuta a prevenire i problemi della pelle e contribuisce a un piacevole soggiorno al sole. Le misure preventive includono:

  1. Non utilizzare profumi e cosmetici con olii essenziali, alcool, profumi, acidi nella loro composizione;
  2. Inizia a rafforzare l'immunità alla fine dell'inverno: bevi vitamine, cammina di più all'aria aperta;
  3. Mangia bacche e frutti contenenti antiossidanti, vitamine A, E, B. Ad esempio mirtilli, mele, melograni, banane;
  4. Se possibile, rifiuta piatti piccanti e frutta esotica;
  5. Resta in spiaggia quando l'attività solare è bassa (mattina e sera);
  6. L'uso di creme solari e lozioni dopo l'abbronzatura;
  7. Varia il tempo trascorso al sole e all'ombra;
  8. Indossa un cappello e occhiali estivi;
  9. Pulisci la pelle dopo il bagno e applica nuovamente la crema;
  10. Non consentire la disidratazione, bere 1,5-2 litri di acqua pura al giorno;
  11. Effettuare un esame preventivo di tutto il corpo per rilevare tempestivamente problemi di salute.

Una corretta protezione solare e cura di sé contribuiranno a diventare un periodo estivo spensierato e gioioso..

Marina

Per il secondo anno, siamo stati tormentati dall'insorgere del calore. La pelle del bambino inizia a prudere e poi escono alcune palline di pelle, alcune parti ciascuna, quindi coprono l'intera superficie delle mani dal tronco alle mani e dalle ginocchia a quasi il piede. Pruriscono terribilmente, il bambino soffre.

L'anno scorso sono stati sottoposti a tutti i tipi di test, trattati per marsupio, il medico della pelle diagnosticato, non ha aiutato. Poi sono andato dallo specialista in malattie infettive, con diagnosi di disbiosi. Sciocchezze... Ho trattato sia i vermi che il citomeglovirus, c'era un indicatore molto piccolo, licopide, macmirror, lattofiltrum, creon. Era già la fine di agosto. E quest'anno, da maggio, tutto è ricominciato. In primo luogo, le mani, poi in un silenzio sempre più alto (((.. La primavera è arrivata in ritardo, il caldo è iniziato, tutto è iniziato, secondo le mie osservazioni. Rispondi a qualcuno situazioni simili, che hanno affrontato e ciò che ha aiutato, il mio cuore si spezza quando tengo la mano sulla sua gamba, tutto in piccoli dossi... Il bambino ha 5 anni.

Nell'infanzia, avevo tutte le mani sui gomiti, era solo graffiato, ora ho 20 anni la stessa cosa, non vedo un grosso problema

Anonimo

Marina, buon pomeriggio, esegui un esame allergologico per il tuo bambino (per cominciare: Pediatric Panel 4 - RIDA 4) e diventerà immediatamente chiaro.

Allergia al sole

Ragione principale

Nonostante l'esistenza del termine "allergia solare", i raggi del sole stessi non sono allergeni. Al contrario, la luce solare in quantità sicure ha un effetto benefico sul corpo umano: migliora l'umore, favorisce l'assorbimento della vitamina D e stimola il sistema immunitario. Solo quando il componente ultravioletto della luce solare interagisce con qualsiasi sostanza presente sulla pelle o nella pelle compaiono composti con proprietà antigeniche. Sono questi composti, non i raggi del sole, che causano i sintomi di un'allergia al sole. I medici chiamano questa malattia "fotodermatite".

Di norma, la fotodermatite può verificarsi durante un periodo in cui una persona è esposta a un'esposizione significativa al sole, trascorrendo molto tempo all'aperto, cioè in primavera ed estate. Ma puoi provocare questa malattia in inverno: dopo tutto, alcuni iniziano a prepararsi in anticipo per la stagione balneare, visitando il solarium e qualcuno nella stagione fredda va per il sole aggiuntivo a sud o nei paesi tropicali. Pertanto, l'allergia al sole per molti è diventata una malattia per tutto l'anno.

Perché ci sono sintomi di allergia al sole?

L'emergere della fotodermatite contribuisce a cause interne ed esterne.

Le cause interne includono malattie croniche del fegato e delle ghiandole surrenali, alcuni disturbi metabolici e disfunzioni del sistema immunitario. Va anche notato la tendenza alla fotodermite delle persone con pelle chiara e bambini.

Le cause esterne sono l'effetto sul corpo di sostanze che possono essere divise in tre grandi gruppi:

  1. I furocoumarins sono sostanze speciali secrete da piante come hogweed, pastinaca, cenere, prezzemolo, aneto, erba di San Giovanni e possono causare allergie. L'olio di bergamotto, lavanda, muschio e sandalo ha anche un effetto allergenico..
  2. Componenti di cosmetici - eosina, acido para-aminobenzoico, retinoidi, acidi borici e salicilici, fenolo, composti del mercurio.
  3. Farmaci - sulfanilamidi, barbiturici, clorpromazina, alcuni antibiotici (doxiciclina, tetraciclina), alcuni farmaci cardiovascolari (amiodarone, trazikor), citostatici, contraccettivi orali, alcuni farmaci antinfiammatori non steroidei (indometacina, chetoprofenfenoxen, napro sia sotto forma di compresse che sotto forma di unguenti, creme e gel.

Peeling, tatuaggi o tatuaggi cosmetici, anche temporanei, possono anche provocare fotodermite..

Sintomi di un'allergia al sole: opzioni per manifestazione

Entro un giorno o poco dopo l'esposizione al sole, il dolore e il prurito della pelle iniziano a disturbare. Quindi appaiono aree di arrossamento sulla pelle, un'eruzione cutanea sotto forma di macchie, noduli, placche, vesciche, che talvolta si fondono in placche. Spesso c'è un deterioramento delle condizioni generali. Molto spesso, si verifica un'eruzione cutanea sul viso, meno spesso sul corpo e sugli arti. Le eruzioni cutanee sul viso possono essere accompagnate da congiuntivite, crepe negli angoli della bocca (cheilite). Dopo una diminuzione dei sintomi acuti, si nota il peeling della pelle. Con l'esposizione ripetuta al sole, la malattia può peggiorare di nuovo.

È importante distinguere la fotodermatite dalle normali scottature solari. È anche accompagnato da dolore sullo sfondo del rossore della pelle e con forme gravi, possono verificarsi vesciche. Ma l'eruzione cutanea e il forte prurito, caratteristici della fotodermite, con una scottatura solare non danno fastidio.

Raccomandazioni e trattamento

Ai primi sintomi di un'allergia al sole, è necessario consultare un medico e seguire rigorosamente le sue istruzioni.

La prima raccomandazione del medico per qualsiasi allergia è di eliminare o ridurre il contatto con l'allergene..

  1. Evitare la luce solare diretta, essere all'ombra, sotto una tenda da sole.
  2. Rifiuta di visitare il solarium.
  3. Usa i prodotti di protezione UV applicandoli al tuo corpo 20 minuti prima di uscire.
  4. Non dimenticare i cappelli con visiera o visiera e abiti a maniche lunghe.
  5. Dopo il bagno in acque libere, tampona la pelle, ma non pulirla. Quindi risparmi uno strato di crema solare.
  6. Ridurre al minimo l'uso di trucco, creme, profumi, ecc..
  7. Leggere attentamente le istruzioni per i medicinali: i preparati non devono contenere sostanze che possono provocare fotodermite. Discutere in anticipo con il proprio medico le opzioni per la sostituzione dei farmaci per i sintomi dell'allergia solare.
  8. Evitare il contatto con piante contenenti furocumarine.
  9. Aumentare il consumo di verdure fresche, frutta e bacche, contribuiscono al ripristino della pelle danneggiata a causa della presenza di antiossidanti e vitamine del gruppo B.

Come eliminare i sintomi delle allergie al sole

Per alleviare i sintomi di allergia, il medico può prescrivere antistaminici (ad es. Cetrin ®). In futuro, è consigliabile tenere a portata di mano questi farmaci: sfortunatamente, una reazione allergica al sole può essere ripetuta.

Per trattare le manifestazioni locali sulla pelle, il medico può raccomandare lozioni fredde, nonché pomate o creme esterne contenenti glucocorticosteroidi.

Se la causa della fotodermite è interna, è necessario trattare una malattia che provoca un'allergia al sole.

La conformità con queste raccomandazioni e le seguenti prescrizioni del medico ti aiuteranno a ridurre significativamente la comparsa dei sintomi di allergia al sole o persino a sbarazzarti delle manifestazioni di fotodermite.

Allergia al sole in un bambino: sintomi e trattamento

Il bambino piccolo era appena tornato da una passeggiata in una bella giornata estiva, quando la sua pelle era coperta da una piccola eruzione cutanea rossa e ha iniziato a prudere forte. Sembra che il bambino abbia tutti i sintomi della fotodermatosi sul viso. Questo è esattamente ciò che viene chiamato allergia solare nella terminologia medica.

Una reazione anormale all'ultravioletto appare più spesso nei bambini fino a tre anni. Nei bambini più grandi, è molto meno comune. Da dove vengono i sintomi spiacevoli e cosa fare per sbarazzarsi di loro?

Cause di allergie

La maggior parte delle mummie ritiene che l'intensa radiazione solare sia la causa di spiacevoli reazioni cutanee, ma i medici hanno negato questo malinteso. In effetti, la fotodermatosi si riferisce alle pseudoallergie, poiché la luce ultravioletta nella sua forma pura non è un allergene. Perché, quindi, si verifica un'eruzione cutanea?

I sintomi allergici compaiono quando i raggi ultravioletti interagiscono con un reagente specifico presente nel corpo del bambino. Queste sostanze sono chiamate fotosensibilizzanti. Il sole è solo una specie di catalizzatore. Agendo su sostanze estranee accumulate nella pelle, innesca una catena di reazioni immunitarie insolite.

Perché le allergie "solari" sono più inclini ai bambini piccoli? Il motivo è che in una pelle sottile e sensibile del bambino non si è ancora completamente formato un meccanismo protettivo che si oppone all'azione delle radiazioni ultraviolette. I bambini producono meno melanina rispetto agli adulti. Questo pigmento cutaneo assorbe i raggi UV, neutralizzando così i loro effetti dannosi. I bambini dalla pelle chiara per natura rientrano in un gruppo a rischio speciale.

Sintomi tipici

I segni di un'allergia al sole sono simili alle manifestazioni di altre dermatosi. Il meccanismo dello sviluppo della fotodermatosi non è completamente chiaro, ma la sua diagnosi non è difficile. Le reazioni cutanee iniziano a disturbare il bambino un po 'di tempo dopo essere stati all'aperto in condizioni di sole e solo su parti del corpo che non sono coperte da indumenti. La fotodermatosi può essere sospettata se un bambino ha:

  • arrossamento sulla pelle;
  • prurito, formicolio o bruciore;
  • piccola eruzione rossastra;
  • gonfiore della pelle;
  • peeling.

I bambini particolarmente sensibili possono anche avere piccole vesciche. Dopo un paio di settimane e con un trattamento adeguato ancora più veloce, i sintomi scompaiono, ma dopo un'altra esposizione al sole possono riapparire.

Se sospetti che un bambino abbia un'allergia al sole, presta attenzione a dove si trovano le eruzioni cutanee. Con la fotodermite, il viso soffre più spesso: fronte, guance, orecchie, meno spesso - il corpo, le braccia o le gambe. Allo stesso tempo, i luoghi chiusi dal sole, ad esempio dietro le orecchie, sotto il mento, rimangono puliti.

Le esacerbazioni delle allergie solari si verificano con l'inizio della stagione primavera-estate. Molto spesso le ricadute si verificano in marzo-giugno. È particolarmente necessario monitorare attentamente le condizioni della pelle del bambino in vacanza in paesi con clima caldo. Nella zona climatica tropicale, aumenta la probabilità di allergia al sole.

Dove vivono i "provocatori"?

I sintomi più tipici della cosiddetta fotodermatosi "a prato". La sua fonte è il furocoumarins contenuto nelle piante da fiore. Il polline microscopico si accumula sulla pelle e diventa un allergene sotto l'influenza della radiazione solare. Ecco perché una passeggiata nella calda estate nella zona verde può provocare un'allergia al sole..

Inoltre, possono verificarsi reazioni allergiche se si imbrattano la pelle del bambino con alcune creme, lozioni antisettiche e altri agenti esterni in estate. Le sostanze costitutive, attivate al sole, possono anche causare sintomi spiacevoli. È dimostrato che tale azione può essere esercitata da oli essenziali, ad esempio rose, agrumi, bergamotto, nonché estratti di aneto, prezzemolo e altre erbe. Pertanto, quando acquisti questo o quel rimedio per bambini, assicurati di controllare la composizione sull'etichetta. È meglio se le fragranze di profumo sono assenti in esso.

Non importa quanto possa sembrare incredibile, anche la protezione solare a volte provoca allergie al sole. I produttori spesso aggiungono composti noti come PABA agli agenti abbronzanti. Se attivati ​​con luce ultravioletta sulla delicata pelle del bambino, possono diventare una fonte di allergie..

Prestare attenzione anche con i rossetti igienici in cui l'eosina è un colorante con un forte effetto fototossico. I bambini che hanno sintomi di allergia al sole, è indesiderabile lubrificare le mani con lozioni antisettiche. Al sole, possono anche causare irritazione alla pelle. I prodotti per l'igiene convenzionale dovrebbero anche essere controllati: sapone, shampoo, creme per bambini e sostituiti con analoghi ipoallergenici.

Un altro possibile provocatore si nasconde in alcuni farmaci, in particolare gli antibiotici. Se un bambino ha ricevuto farmaci prima dei sintomi di un'allergia al sole, assicurati di informare il medico.

Anche l'acqua con la candeggina può fungere da fotosensibilizzatore. Pertanto, se un bambino incline alle allergie visita la piscina, devi assolutamente fare una doccia prima di uscire al sole splendente.

Fotodermatosi negli occhi

In alcuni bambini, le allergie al sole colpiscono maggiormente una regione oculare particolarmente sensibile. In questa situazione, sotto l'influenza dell'ultravioletto, la mucosa dell'occhio si infiamma.

  • arrossamento degli occhi;
  • peeling, irritazione, gonfiore delle palpebre;
  • bruciore e prurito;
  • fotosensibilità dolorosa;
  • scarico dagli occhi;
  • lacrima.

Diagnosi di allergie solari

Per confermare la verità della diagnosi, i medici utilizzano il metodo dei test fotografici. Per questo, diverse aree della pelle sono esposte allo spettro ultravioletto. L'intensità dei raggi UVA e UVB aumenta esponenzialmente per determinare la dose minima reattiva. I risultati del test fotografico vengono valutati immediatamente e dopo 24 ore..

Trattamento

Ai primi sintomi di un'allergia, cerca di ridurre al minimo la presenza del bambino alla luce solare diretta. Poiché i segni della fotodermatosi possono essere facilmente confusi con altre malattie allergiche, non esitare a consultare un allergologo o un dermatologo pediatrico. Prova a vedere un medico, anche se il bambino è in vacanza.

Come primo soccorso, puoi raccomandare rimedi popolari che alleviano il prurito della pelle e alleviano il rossore. In luoghi irritati, puoi attaccare fogli di cavolo fresco, cerchi sottili di cetriolo o spalmare sul succo di aloe.

Nel trattamento delle allergie dal sole, vengono utilizzati sia i preparati esterni che quelli interni. Per alleviare il prurito doloroso, un allergologo può raccomandare antistaminici; per eliminare le manifestazioni cutanee - creme ormonali locali. Per alleviare il carico tossico sul corpo, ai bambini vengono mostrati antistaminici di ultima generazione, che hanno un profilo di sicurezza ottimale. In nessun caso dovresti spalmare il tuo bambino con unguento antiprurito da un gabinetto di medicina di casa destinato agli adulti.

Un regime di trattamento delle allergie solari può includere farmaci che migliorano la rigenerazione epidermica. Gli antiossidanti, le vitamine B, E e C. si comportano bene in questo compito: il corso del trattamento di solito dura da alcuni giorni a 2-3 settimane in casi gravi o avanzati..

Per la durata della terapia, è vietato stare al sole. Scegli aree ombreggiate per le passeggiate. Il bambino deve essere vestito con abiti leggeri realizzati con tessuti naturali (cotone, lino). Dovrebbe coprire completamente il corpo del bambino dal sole. Usa un cappello panama a tesa larga per il copricapo.

Il trattamento della fotodermatosi dell'occhio ha alcune caratteristiche. Un oculista consiglierà gocce speciali per alleviare l'infiammazione. Prima di visitare un medico, puoi sciacquarti gli occhi con un decotto di camomilla o un tè debole. Per evitare sintomi simili in futuro, è consigliabile che un bambino del genere indossi occhiali da sole.

Con episodi ripetuti di fotodermatosi, può verificarsi eczema. È molto più difficile trattare tali lesioni. Pertanto, per escludere ricadute e liberarsi completamente delle allergie al sole, un bambino deve seguire alcune misure preventive. Molti genitori ritengono che i bambini “superino” questo tipo di allergia. Questo è vero, ma non per ogni bambino. In alcuni bambini senza trattamento, i sintomi possono peggiorare e diventare un problema serio..

Prevenzione

Nella maggior parte dei casi, per prevenire la fotodermatosi, è sufficiente proteggere il bambino dall'esposizione prolungata al sole. Poiché è impossibile evitare completamente l'esposizione alla luce solare, si raccomanda ai bambini allergici di usare la protezione solare per i bambini.

Le creme solari organiche contenenti pigmenti naturali, ad esempio l'ossido di zinco, sono le più sicure per un bambino. Non dimenticare che i filtri solari, che contengono filtri UV chimici e parabeni, possono essi stessi provocare allergie. Le creme di solito sicure hanno il prefisso "Baby" nel nome.

Come trattamento preventivo, viene utilizzata la fototerapia con raggi UV. Si tiene 1-2 mesi prima dell'inizio della stagione primaverile. Le procedure di fototerapia devono essere eseguite più volte alla settimana. Durata del corso - 5 settimane. Pertanto, la pelle diventa tollerante alle radiazioni ultraviolette.

Accuratamente!

In precedenza si diceva che alcuni farmaci aumentano la sensibilità della pelle dei bambini ai raggi del sole. Pertanto, se un bambino è stato recentemente malato e sono stati usati potenti farmaci (antibiotici, citostatici, FANS) nel trattamento, non affrettarsi a guarire il bambino con l'aiuto dei bagni di sole. Certo, la mamma vuole che il bambino corra al sole, ma non dovresti precipitarti.

Con il sole splendente, il corpo di un bambino spenderà le sue risorse per la sintesi intensiva di melanina e non per un rapido recupero. Di conseguenza, l'immunità repressa dalla malattia può non funzionare correttamente. I medici raccomandano di rafforzare il bambino in fase di recupero non con i bagni di sole, ma con una dieta vitaminica con un alto contenuto di frutta e verdura. Inoltre, la carenza di vitamina in sé provoca la vulnerabilità di un bambino alla luce solare.

Sommario

La cosa principale da ricordare è che il trattamento delle allergie infantili al sole dovrebbe essere iniziato il prima possibile. Non sperare che il prossimo anno il bambino "cresca" la malattia stessa. Affida il suo trattamento a un allergologo pediatrico esperto e dimenticherai per sempre la fotodermatosi.

Malattie allergiche dell'occhio

L'ambiente contiene un numero enorme di particelle di diversa origine. L'aria della città "ci presenta" con gas di scarico, fumo di fabbrica e reagenti. Fuori dalla città, il contenuto di polline nell'aria aumenta. Arrivando a casa, ci troviamo di fronte a particelle di polvere, peli di animali, lanugine di uccelli, cosmetici e prodotti chimici domestici, spore di funghi, ecc. Puoi elencarlo a lungo, ma la cosa principale è che tutte queste sostanze microscopiche possono causare allergie. E in molti casi - nella zona degli occhi.

Molto spesso, con la comparsa di allergie negli occhi, gli esperti parlano di dermatite allergica e congiuntivite. Consideriamo più in dettaglio i sintomi, le varietà e i metodi di trattamento di queste malattie..

Cause di condizioni allergiche

Le caratteristiche anatomiche e fisiologiche degli occhi contribuiscono alla rapida manifestazione di reazioni allergiche. Mucosa aperta, prossimità e connessione con la cavità nasale, che è così sensibile agli allergeni: tutti questi fattori contribuiscono al rapido sviluppo della malattia.

Le principali cause di malattie degli occhi di natura allergica:

  • aria inquinata da allergeni. Il polline delle piante, la polvere interna, industriale o d'ufficio, le spore di muffa e altre particelle disperse nell'aria causano spesso allergie agli occhi.
  • allergia al cibo. Un prodotto alimentare mangiato con una maggiore sensibilità del corpo agli ingredienti costitutivi può causare, tra le altre cose, sintomi di allergia agli occhi.

allergia ai medicinali. Le allergie possono anche verificarsi con medicinali prescritti dal medico e talvolta con farmaci allergici..

  • allergia da contatto. Nuova crema per gli occhi, siero, ombretto o mascara e altri cosmetici fanno apparire rapidamente i sintomi allergici.
  • allergia al sole e al freddo. La sensibilità del corpo alle condizioni meteorologiche spesso influenza le condizioni delle palpebre e dei bulbi oculari.
  • l'uso di lenti a contatto inadeguate per la correzione della vista - lenti a contatto morbide o rigide, nonché mezzi per la loro cura.
  • Malattie allergiche oculari: sintomi

    Questo gruppo di malattie è caratterizzato da sintomi comuni. Tra loro:

    • iperemia delle proteine ​​oculari;
    • arrossamento e gonfiore delle palpebre superiore e inferiore, borse caratteristiche sotto gli occhi;
    • edema congiuntivale;
    • prurito e intorpidimento delle palpebre;
    • lacrimazione abbondante, incontrollata;
    • la pelle cambia con allergie intorno agli occhi: comparsa di sfregi, desquamazione, eruzioni cutanee;
    • aumento del muco.

    Sintomi di danni agli occhi allergici

    I sintomi elencati - a seconda del grado della malattia - possono essere espressi più luminosi o più deboli. A volte l'allergia agli occhi è così forte che il prurito diventa intollerabile, doloroso per il paziente e quindi, naturalmente, la persona consulta rapidamente un medico. Tuttavia, se i sintomi vengono cancellati e sembrano un po 'di disagio, una visita a uno specialista può essere posticipata a tempo indeterminato. E invano: la condizione può e deve essere controllata sotto la supervisione di un oculista, altrimenti sono possibili complicazioni.

    Tipi di malattie allergiche oculari

    Gli specialisti distinguono diverse varietà di questa malattia.

    Dermatite allergica

    La dermatite allergica delle palpebre è un'infiammazione della pelle dell'area sotto l'influenza di allergeni. Si verifica sulla palpebra superiore o inferiore, portando a assottigliamento della pelle già delicata, approfondimento delle rughe, ingrossamento, invecchiamento precoce. Se la dermatite non viene trattata, possono svilupparsi altre malattie infiammatorie dell'occhio: blefarite, cheratite, ecc. Inoltre, con allergie sulle palpebre, possono apparire cicatrici..

    Con tale dermatite, si verifica un'allergia sotto gli occhi e sopra di loro. La pelle è pruriginosa, arrossata, screpolata, desquamata, appare una sensazione di bruciore.

    La dermatite allergica può assumere una forma ritardata o immediata. Nel primo caso, i sintomi compaiono solo 6-12 ore dopo l'esposizione all'allergene. Nel secondo - dopo 15-30 minuti. La forma rallentata dura più a lungo: fino a diverse settimane, quella immediata - scompare un paio d'ore dopo l'interruzione dell'esposizione all'allergene.

    Congiuntivite allergica

    Un tipo di malattia, che colpisce circa il 20% delle persone, caratterizza l'infiammazione della congiuntiva di natura allergica. Spesso causato da aeroallergeni..

    Con congiuntivite allergica, appare una sensazione di bruciore doloroso, prurito in uno (raramente) o in entrambi gli occhi. Il rivestimento dell'occhio diventa rosso, si gonfia e la secrezione si intensifica. Gli occhi si gonfiano e lacrimano per le allergie. L'acuità visiva di solito non cambia.

    Gli specialisti distinguono tra forme stagionali e annuali di congiuntivite allergica. La stagionalità della malattia è dovuta alla fioritura di erbe e alberi, quindi, stagionale, è anche chiamata febbre da fieno, la congiuntivite è solitamente associata al periodo primavera-estate.

    Il rischio del suo verificarsi è influenzato da fattori quali: la situazione ambientale nella regione, il clima, le caratteristiche biologiche del luogo di residenza (lontananza di una casa o appartamento da parchi, giardini, campi), nonché le caratteristiche individuali del corpo del paziente.

    Con una forma per tutto l'anno, gli allergeni che una persona incontra giorno dopo giorno causano irritazione: peli di animali domestici o peli di peli, polvere di libri, acari della polvere, ecc. Tale congiuntivite acquisisce spesso un decorso cronico, l'unico modo per liberarsene è rilevare e interrompere completamente il contatto con la fonte dell'allergene..

    Qatar di primavera

    Questa è una delle varietà di congiuntivite allergica o cheratocongiuntivite. Questa malattia colpisce più spesso i ragazzi che le ragazze e si sviluppa, come suggerisce il nome, in primavera. Si ritiene che la sua causa possa essere la sensibilità degli occhi ai raggi ultravioletti. Oltre al prurito "classico" e alla lacrimazione, la malattia presenta sintomi caratteristici: fotofobia e papillare, in apparenza simili a un pavimento di ciottoli, escrescenze sulla congiuntiva e intorno al limbo.

    Trattamento per danni agli occhi allergici

    La terapia delle lesioni allergiche agli occhi deve essere controllata da uno specialista. Il medico prescriverà antistaminici: compresse o gocce.

    Potrebbe anche essere necessario un ormone per alleviare il prurito e il gonfiore degli occhi o gli antimicrobici in caso di infezione. La cosa principale nel trattamento è identificare e prevenire il successivo contatto con l'allergene. Ad esempio, se si è verificata un'allergia a causa di materiale per lenti a contatto non adatto a te, uno specialista sarà in grado di scegliere un altro paio per te, oltre a dare consigli sulla scelta dei prodotti per la cura e dei colliri idratanti.

    Sito Web di nutrizione

    Una corretta alimentazione è la chiave per la salute!

    Allergia agli occhi al sole

    Perché c'è un'allergia negli occhi? Come trattare una tale patologia? Riceverai le risposte a queste domande dai materiali di questo articolo..

    Informazioni di base

    Prima di dirti come trattare le allergie sulle palpebre, dovresti dire qual è questa condizione patologica..

    La parola "allergia" è di origine greca. Tradotto in russo, la prima parte di questo termine significa "diverso", "alieno" o "diverso", e il secondo - "impatto".

    L'allergia è un'ipersensibilità del sistema immunitario umano, che si manifesta a seguito della ripetuta esposizione di un allergene a un organismo precedentemente sensibilizzato..

    Cause dell'evento

    Come trattare gli occhi gonfi dalle allergie? Prima di rispondere a questa domanda, dovresti scoprire perché tale irritazione si verifica affatto.

    Secondo gli esperti, a causa delle loro caratteristiche fisiologiche, gli organi visivi umani sono molto vulnerabili agli effetti di alcuni allergeni. A proposito, quest'ultimo può essere nell'aria in gran numero. Entrando facilmente in contatto con la superficie degli occhi e del naso, causano una sensazione piuttosto spiacevole..

    Oltre all'aria che circonda la persona, altri fattori possono anche agire come allergeni. Gli esperti ritengono che i più comuni siano: muffe, polvere domestica, peli di animali, sostanze chimiche volatili e polline di piante.

    Molto spesso, un'allergia agli occhi dei bambini (come trattare tale irritazione, lo diremo di seguito) appare a causa della polvere. Questa condizione è caratterizzata da grave arrossamento della mucosa degli organi visivi, nonché bruciore e prurito..

    Molto spesso, gli allergeni che penetrano nel corpo umano in modo diverso (ad esempio, insieme a cibo, punture di insetti, droghe, ecc.) Diventano la causa di reazioni allergiche negli occhi..

    Spesso uno stato così spiacevole è provocato da sostanze che sono a stretto contatto con la pelle delle palpebre e la superficie degli occhi. Di norma, includono cosmetici (ad esempio mascara, crema, ombretto, eyeliner, ecc.), Nonché medicinali destinati agli organi visivi (gocce, unguenti, gel, ecc.).

    Tipi e sintomi della malattia

    Come è l'allergia agli occhi? Come trattare questa malattia? Risponderemo a queste domande ulteriormente..

    I tipi di malattia in questione sono molto numerosi e diversi. Un'allergia può influenzare non solo la pelle delle palpebre, ma anche contribuire alla comparsa di una grave cheratite tossica-allergica (infiammazione della cornea), uveite (infiammazione della coroide) e anche alla retina e al nervo ottico. Fortunatamente, tali forme non sono molto comuni. Molto spesso, i pazienti hanno dermatite allergica delle palpebre e numerosi tipi di congiuntivite. Considera le caratteristiche di queste malattie in modo più dettagliato.

    Dermatite allergica

    Questa è una malattia delle palpebre. Una reazione così acuta del corpo si manifesta in risposta all'uso di droghe o cosmetici. La dermatite allergica è caratterizzata da marcato arrossamento e gonfiore della pelle del viso, nonché da eruzioni papulari, accompagnate da bruciore e prurito.

    Congiuntivite allergica

    Tale malattia si presenta in forma cronica o acuta. In entrambi i casi, la persona ha arrossamento degli occhi, lacrimazione e muco. La congiuntivite allergica acuta si manifesta con la chemosi congiuntivale, cioè con edema grave (vitreo) della mucosa dell'occhio.

    Congiuntivite primaverile

    Questa malattia stagionale è spesso chiamata cheratocongiuntivite o catarro primaverile. Peggiora con l'avvento del caldo costante. La causa della congiuntivite primaverile può essere una caratteristica individuale di una persona, che è l'intolleranza a grandi dosi di radiazione ultravioletta, cioè radiazione solare.

    Gli esperti sostengono inoltre che l'allergia oculare al sole (l'irritazione dovrebbe essere trattata solo dopo aver consultato un medico) è molto rara. È più probabile che il meccanismo di tale malattia sia innescato da allergeni di alcune specie di piante. Molto spesso, i bambini (principalmente ragazzi) sono esposti al catarro primaverile. Il suo corso è cronico. In questo caso, il paziente è preoccupato per il costante prurito, fotofobia, lacrimazione e comparsa di secrezione mucosa. Inoltre, una tale condizione è caratterizzata dai seguenti sintomi: escrescenze papillari sulla congiuntiva delle palpebre, che assomigliano a un pavimento lastricato di ciottoli. A volte compaiono lungo l'arto, cioè lungo il bordo della cornea.

    Congiuntivite da pollinosi

    Tratta le allergie sotto gli occhi solo dopo averne identificato le cause. Molto spesso, l'irritazione causata dal polline delle piante da fiore appare in primavera e all'inizio dell'estate..

    Oltre ai segni generali di congiuntivite, i sintomi clinici della febbre da fieno possono comprendere i seguenti: starnuti, naso che cola, reazioni cutanee e attacchi di asma (incluso l'asma bronchiale).

    Questa allergia colpisce spesso gli utenti di lenti a contatto. In questo caso, l'irritazione è causata da uno dei componenti delle lenti o da una soluzione destinata alla loro disinfezione.

    Anche sostanze chimiche volatili come deodoranti, spray per capelli, che si depositano facilmente sulla superficie delle lenti, possono contribuire allo sviluppo di allergie..

    Irritazione al freddo

    Perché c'è un'allergia agli occhi in inverno? Come trattare tali reazioni? Risponderemo a queste domande in questo articolo..

    L'irritazione a freddo può verificarsi non solo negli adulti, ma anche nei bambini. Dopo una lunga camminata per strada, appare spesso il bambino: arrossamento e gonfiore della pelle sulle palpebre, prurito e desquamazione, nonché arrossamento della sclera degli organi visivi. A volte una tale malattia è confusa con il morbillo o la varicella. Questo tipo di reazione allergica è la risposta al freddo delle difese del corpo umano. Appartiene alle condizioni pseudoallergiche di tipo non immunitario..

    Come viene diagnosticata un'allergia??

    Prurito agli occhi: come trattare una tale manifestazione allergica? Prima di procedere con la terapia, è necessario consultare un medico esperto. Dopotutto, solo un medico può determinare allergie ed escludere la presenza di altre malattie simili nei sintomi.

    Stabilire la diagnosi corretta si basa sul quadro clinico della malattia e sulla chiara storia (ad esempio, rivelando la stagionalità dell'apparenza, che precede il sintomo, se vi è stato contatto con animali, ecc.). Inoltre, la presenza di allergie è determinata dal numero di eosinofili nel sangue. Inoltre, vengono utilizzati test cutanei per identificare il tipo di allergene..

    Allergia agli occhi: come trattare?

    Se la sostanza che provoca la reazione allergica è nota, il modo migliore per curare questa malattia è eliminarla completamente, così come la successiva prevenzione del contatto con essa. Per quanto riguarda i segni della malattia, possono essere rimossi attraverso la terapia locale o sistemica..

    Il trattamento della malattia in questione con farmaci antiallergici deve essere effettuato solo da un medico dopo un esame approfondito del paziente. L'automedicazione è estremamente pericolosa per la salute di quest'ultimo.

    I principali farmaci progettati per eliminare l'irritazione sono i bloccanti del recettore dell'istamina e gli stabilizzatori della membrana dei mastociti. Tali agenti interferiscono con il rilascio di elementi che causano manifestazioni cliniche della malattia. Possono essere somministrati per via orale (ad esempio, "Zodak" o "Tavegil") o topicamente sotto forma di gocce (ad esempio, "Cromohexal", "Lecrolin", "Opatanol").

    Inoltre, al paziente possono essere raccomandati farmaci non steroidei o corticosteroidi con un pronunciato effetto antinfiammatorio e riduzione dell'edema..

    I medici affermano che i corticosteroidi sotto forma di unguenti o gocce sono attivamente utilizzati come integratore nel complesso trattamento dei processi cronici. Va ricordato che hanno alcuni effetti collaterali (ad esempio, aumentare la pressione intraoculare, ridurre l'immunità locale, contribuire alla condizione di un occhio "secco", ecc.). Questi farmaci includono unguento oftalmico all'idrocortisone, desametasone, ecc..

    Trattamenti e raccomandazioni efficaci sull'allergia

    Ora sai come appaiono le allergie intorno agli occhi. Come trattare questo disturbo?

    Al fine di prevenire l'attaccamento delle infezioni secondarie insieme agli antistaminici, ai pazienti vengono spesso prescritti colliri antibatterici come levomicetina, floxal, ecc..

    I FANS possono essere utilizzati solo nel trattamento complesso di congiuntivite grave, uveite e cheratocongiuntivite primaverile. Per fare questo, utilizzare i farmaci "Indocollyr", "Diclofenac" e altri.

    Inoltre, alle persone che hanno confermato reazioni allergiche agli occhi vengono spesso prescritti decongestionanti. Questi sono vasocostrittori che riducono il gonfiore e il rossore degli occhi. Il loro uso prolungato porta alla dipendenza, nonché al ripetersi di segni della malattia quando il farmaco viene ritirato. I farmaci di questo gruppo includono farmaci come Vizin, Octilia, Okumetil.

    Il trattamento complesso delle allergie negli occhi può essere effettuato attraverso l'immunoterapia. Per questo, un allergene precedentemente identificato viene somministrato a dosi microscopiche sulla pelle del paziente. Come risultato di tale iniezione, il sistema immunitario umano inizia a riconoscerlo e smette di rispondervi. Sfortunatamente, questo metodo non è applicabile a tutti gli allergeni noti. Inoltre, non è sempre efficace..

    È possibile trattare i rimedi popolari?

    Il trattamento delle allergie oculari con rimedi popolari è uno dei modi popolari per combattere questa malattia. Per eliminare l'irritazione, molte persone usano varie erbe e decotti. Tuttavia, questo metodo deve essere trattato con estrema cautela, poiché anche queste sostanze sono allergeni..

    Va notato che le ricette popolari possono includere la dieta e la pulizia dell'intestino..

    Un'allergia alla luce solare è comune. Di conseguenza, una persona vede i suoi occhi arrossire al sole. Questa reazione si verifica in circa il 20% della popolazione. Per combattere questa patologia, devi conoscere l'origine, essere in grado di riconoscere i sintomi sospetti in tempo. Il trattamento richiede l'eliminazione della causa principale, vale a dire l'esposizione alla luce solare.

    Cause e fattori di rischio

    L'origine delle allergie al sole nella zona degli occhi può essere polietiologica, cioè verificarsi sullo sfondo degli effetti negativi di diversi fattori. Ma più spesso la reazione è caratteristica e si intensifica a causa di una diminuzione delle funzioni protettive del corpo. Se il sistema immunitario è disturbato, le reazioni allergiche derivano dalle cose più semplici e più ordinarie. Di solito, quando i microrganismi con origine condizionatamente patogena entrano, gli occhi e la pelle reagiscono immediatamente. A rischio sono le persone con una predisposizione genetica (se sulla linea ereditaria qualcuno aveva parenti con una storia allergica gravata). Spesso la reazione si manifesta anche nel sole nei bambini, poiché il loro sistema immunitario non è ancora sufficientemente rafforzato. L'allergia oculare può essere una malattia indipendente o una conseguenza della fotodermite - un disturbo quando la pelle soffre anche di raggi ultravioletti.

    I fornitori di violazioni sono:

    • malattie degli organi interni;
    • disbiosi.

    Torna al sommario

    Come si manifesta?

    Una malattia allergica ha manifestazioni acute e croniche, a seconda dei fattori che l'hanno causata..

    Si distinguono i seguenti sintomi:

    • occhi rossi e gonfi;
    • prurito e bruciore;
    • arrossamento congiuntivale;
    • lacrimazione
    • fotofobia;
    • optosi - movimento caotico delle palpebre;
    • secrezione purulenta dagli organi visivi.

    A volte appare un sintomo come l'infiammazione della coroide degli occhi, che, se non trattata, porterà a danni alla retina e al nervo ottico. A volte si osserva che non solo le palpebre sono gonfie, ma anche la diffusione di edema su tutto il viso con lo sviluppo di orticaria grave nell'area del torace. L'allergia al sole in un bambino è dovuta alla sensibilità della pelle, quindi il fattore di rischio è particolarmente elevato.

    Cosa fare?

    Se si verificano sintomi di allergia, è necessario limitare l'esposizione al sole aperto e cercare immediatamente assistenza medica qualificata presso l'ospedale o la clinica della comunità. Il medico raccoglierà un'anamnesi, determinerà la natura della reazione allergica sulla base di test di laboratorio su sangue e urina, un test allergologico generale. La diagnosi viene fatta da un allergologo. Già nella fase di determinazione delle cause delle allergie, è importante utilizzare gocce antiallergiche e risciacquare gli organi visivi con il rifiuto dei cosmetici e l'esposizione prolungata al sole.

    Farmaco

    Se i sintomi della malattia in questione non scompaiono dopo un giorno, è necessario un trattamento. I farmaci prescritti dall'allergologo includono quelli presentati nella tabella:

    CromohexalAntistaminici oraliTsetrinZodakTavegilsuprastinEriusZirtekTelfastUnguenti locali (per pelle intorno)"Balsamo psilo"BepantenVundehilSkinCapPantenoloLacry

    L'unguento allevia il gonfiore e l'infiammazione.

    Per una terapia complessa combinata ed efficace di questa malattia, si raccomanda:

    • Preparati a base di corticosteroidi con proprietà antinfiammatorie e riduzione dell'edema - "Desametasone" e pomata all'idrocortisone.
    • Per la prevenzione dell'infezione secondaria, gocce antibatteriche come il floxal e il cloramfenicolo.
    • Farmaci vasocostrittori che riducono il rossore e il gonfiore - Okumetil, Vizin, Octilia.

    Torna al sommario

    Rimedi popolari

    I più popolari includono:

    • Lozioni con infuso di geranio. Si prepara così:
    • 2 cucchiai grandi per 2 tazze di acqua bollente.
    • Insisti 20 minuti.
    • Impacchi di carota grattugiati.
    • Applicazione di cetrioli, foglie di cavolo o patate grattugiate.
    • Lozioni con un decotto di una stringa. Algoritmo di cucina:
    • 2 cucchiai. cucchiai per 1 tazza di acqua bollente.
    • Cuocere per 10 minuti.

    Torna al sommario

    Prevenzione

    Per ottenere l'effetto, è meglio prevenire le allergie prima dell'inizio delle festività natalizie. Le misure efficaci includono:

    • Rimozione di cosmetici prima di uscire.
    • Indossa cappelli, occhiali da sole, occhiali da sole.
    • Ricezione di betacarotina e lattobacilli.
    • Grande volume di liquido ubriaco.
    • L'inclusione di una quantità sufficiente di frutta e verdura nella dieta quotidiana.
    • L'uso di filtri solari.
    • Abbronzatura all'ombra e limitata esposizione alle radiazioni ultraviolette.

    A causa dell'elevato numero di allergeni presenti, al fine di evitare lo sviluppo di una reazione negativa al sole, è importante assumere farmaci, prestare attenzione al fatto che siano fotosensibilizzanti e, se necessario, abbandonarli o sostituirli con altri. Per quanto riguarda le misure preventive per i bambini, oltre a quanto sopra, è necessario escludere dalla dieta prezzemolo, noci, piatti piccanti per non provocare una reazione allergica alla luce solare. Seguendo le regole preventive, è possibile evitare la necessità di terapia per questa deviazione e ridurre il rischio che si verifichi in futuro.

    In estate, molti di noi tendono ad abbronzarsi rapidamente. Abbronzatura bronzo a molti volti. I benefici della luce solare sono incondizionati e noti a tutti. Ma sappiamo tutti dei loro aspetti negativi: la capacità di causare ustioni dolorose, l'appassimento prematuro della pelle e le formazioni cutanee maligne. Inoltre, già a maggio, quando i raggi del sole diventano più aggressivi, puoi incontrare i primi sintomi di un'allergia al sole: la fotodermatosi.

    I medici ritengono che il sole stesso non provochi allergie. Dopotutto, la composizione dell'allergene dovrebbe essere una proteina completa. La luce solare, in particolare il sole attivo, è solo un fattore che provoca l'accumulo di un gran numero di allergeni nelle persone che soffrono di malattie degli organi interni.

    Nelle persone praticamente sane non c'è allergia al sole. Pertanto, è necessario pensare a cosa non va in te.

    "Presta particolare attenzione alle condizioni del fegato, delle ghiandole surrenali e dei reni. Durante la gravidanza, può anche verificarsi un'allergia al sole. “

    Un altro motivo è l'assunzione di determinati farmaci. Questi includono farmaci antinfiammatori non steroidei, sulfamidici, chinidina, griseofulvin, amiodarone, fluorochinoloni, tetracicline.

    Si ritiene che un'allergia alla luce solare possa anche essere associata a una violazione del metabolismo del pigmento, carenze di ipo e vitamina, disturbi endocrini.

    I primi sintomi di questa malattia si sviluppano diverse ore dopo aver lasciato la strada. Appare eczema solare o orticaria: la pelle prude, si copre di piccole eruzioni cutanee, diventa rossa, si può sviluppare gonfiore della pelle e mucose. L'orticaria solare è rara negli adulti ed estremamente rara nei bambini. Con l'orticaria solare ritardata, le eruzioni cutanee compaiono dopo 18-72 ore. I pazienti molto sensibili possono sviluppare broncospasmo, diminuzione della pressione sanguigna, perdita di coscienza.

    In casi gravi di allergie al sole, è necessario evitare il sole, utilizzare una crema protettiva con un elevato fattore di protezione sulla strada. Indossa abiti realizzati in tessuto spesso con maniche lunghe. La principale sofferenza in forme gravi provoca prurito. E questo sintomo è difficile da combattere - più difficile, ad esempio, del dolore che può essere alleviato con l'aiuto di farmaci. Se l'allergia non è grave, puoi provare ad aumentare la tua adattabilità alla luce esponendo per breve tempo piccole aree della pelle alla luce UV. Se stai assumendo farmaci, quindi prima di uscire al sole, controlla se il componente è incluso nella composizione del farmaco - li abbiamo già elencati - reagisce alla luce solare. Prima di uscire al sole, non usare deodoranti, profumi, oli aromatici, in particolare bergamotto e agrumi.

    Come essere? Chiuditi a casa tutta l'estate, disegna tende e cammina di notte? Beh, certo che no. Una grave allergia solare è molto rara. Più spesso un fotoallergia e, a questo proposito, uno stile di vita solitario, è più probabile che parli di fotofobia - paura della luce solare. E questo è un problema psicologico. Da ciò possiamo concludere: più una persona ha paura di ammalarsi, maggiori sono le probabilità che si ammali. E se c'è davvero motivo di preoccuparsi della propria salute, allora non dovresti nasconderti da una malattia in casa - è meglio consultare un medico per non essere tormentato dall'ignoto e non perdere l'occasione di una cura.

    Il trattamento della fotodermite è diviso in locale (esterno) e interno. Gli unguenti contenenti lanolina, zinco, metiluracile vengono utilizzati sulle aree interessate della pelle. Dai rimedi popolari, raffreddano bene la pelle e alleviano il prurito di foglie di cavolo, cerchi sottili di cetriolo crudo o patate. Con gravi lesioni cutanee, il medico può prescrivere pomate ormonali.

    All'interno, assumono farmaci che contribuiscono alla normalizzazione della funzionalità epatica, nonché farmaci che aiutano a ripristinare il normale metabolismo nel corpo, a rigenerare la pelle. Di norma, si tratta di antiossidanti, vitamine del gruppo B, vitamine E e C e acido nicotinico. I farmaci antinfiammatori non steroidei come l'indometacina e l'aspirina alleviano bene l'infiammazione della pelle. Con forte prurito, vengono prescritti antistaminici che non causano una reazione allergica al sole.

    Il trattamento di solito dura da alcuni giorni a diverse settimane. Occorrenze ripetute di fotodermatite possono portare a eczema. Pertanto, se la fotodermite appare per la seconda volta, il sole è controindicato per una tale persona.

    Ma molte persone che hanno avuto una sola "allergia al sole" pensano che l'abbronzatura sia ora controindicata per loro. Questo non è vero. Fatte salve alcune precauzioni di sicurezza quando si prendono i bagni di sole, tali persone possono prendere il sole meravigliosamente. E i bambini, in generale, spesso "superano" questa allergia.