La temperatura per le allergie in un bambino: cause e terapia

Trattamento

Molto spesso, gli specialisti e le persone che soffrono di reazioni allergiche incontrano temperature elevate quando un antigene invade il corpo. Questo sintomo non è strettamente richiesto per tutte le allergie e di solito causa una causa separata di preoccupazione per gli specialisti..

Perché il corpo umano può reagire in questo modo a un'invasione di allergeni e l'aumento della temperatura è veramente associato all'allergene? Particolarmente rilevante oggi è la questione se esiste una temperatura per le allergie nei bambini.

Meccanismo di reazione allergica

Quando agenti estranei entrano nel corpo, un gran numero di mediatori speciali iniziano a essere prodotti. Alcuni di loro sono responsabili della secrezione bronchiale e gastrica. Di conseguenza, c'è una violazione della regolazione della pressione sanguigna, aumenti di lacrimazione, produzione di espettorato e il livello di secrezione di succo gastrico aumenta bruscamente. La quantità di urina rilasciata è significativamente ridotta..

La comparsa di febbre e febbre non è i principali segni clinici di una reazione allergica. Di solito il suo aspetto è la prova di un'invasione virale o batterica del corpo. I patogeni infettivi portano allo sviluppo del processo infiammatorio nel corpo e interrompono tutte le funzioni, causando un aumento della temperatura corporea.

Quando la temperatura aumenta con le allergie

Un aumento della temperatura negli adulti in risposta a una reazione allergica può verificarsi nelle seguenti situazioni:

  1. L'emergere di una reazione individuale a determinati farmaci. In questo caso, si osserva un quadro clinico pronunciato: prurito e bruciore della pelle, eruzioni cutanee luminose di natura orticolare, gonfiore della pelle in varie parti del corpo. La temperatura in questi casi può aumentare bruscamente.
  2. Tubercolosi o altre infezioni. La temperatura può aumentare fino a cifre subfebriliche e rimanere a lungo. Ciò indica la presenza di gravi violazioni nel corpo. Oltre alla comparsa di febbre e brividi, la malattia può essere accompagnata da aumento della sudorazione, tosse secca persistente, segni di intossicazione generale.
  3. Pollinosi, un'allergia al polline. In questo caso, l'assunzione di antistaminici può portare alla normalizzazione..
  4. Un forte aumento della temperatura nelle allergie negli adulti può essere causato da punture di insetti. Pertanto, il corpo reagisce violentemente agli allergeni di questo tipo. Il quadro clinico in questo caso può essere molto luminoso e diversificato. Il paziente può sperimentare cambiamenti nella pressione sanguigna, mancanza di respiro, gonfiore delle vie respiratorie, dolore nel sito del morso, la temperatura corporea può salire a 39 gradi.
  5. Una reazione allergica può anche essere causata dal cibo. In questo caso, il quadro clinico è accompagnato da forti mal di testa, brividi, eruzioni cutanee.
  6. La risposta del corpo può essere alla somministrazione di un preparato proteico o di un vaccino. Questo tipo di allergia è anche chiamata malattia da siero. Molto spesso accompagnato dallo sviluppo di shock anafilattico e morte.

L'ingestione di una proteina estranea può causare una condizione potenzialmente letale. Questa condizione richiede cure mediche immediate..

Quali numeri possono aumentare la temperatura

L'intervallo di aumento delle reazioni allergiche può variare da numeri subfebrilici (37-37,5 gradi) a frenetici (40 gradi). Se una reazione allergica è accompagnata da un processo infiammatorio infettivo, la febbre non può essere abbassata anche quando si assumono farmaci antipiretici. L'instabilità della reazione di temperatura può essere accompagnata da difficoltà respiratorie, disturbi del ritmo cardiaco, nausea.

Diagnosi differenziale

Per capire se c'è una temperatura in caso di allergie, è necessario effettuare una diagnosi differenziale di reazioni allergiche e altre malattie simili a loro nelle manifestazioni cliniche.

  1. Rosolia. Un'eruzione cutanea da rosolia, a differenza di una reazione allergica, non appare in tutto il corpo, ma sul viso. La temperatura della rosolia diminuisce molto bene con l'aiuto di farmaci antipiretici e il giorno successivo inizia a indebolirsi notevolmente con una terapia adeguatamente prescritta.
  2. La varicella può anche avere alcune somiglianze con le allergie. Con questa malattia, si verifica un forte aumento della temperatura. Gli elementi dell'eruzione cutanea iniziano a diffondersi in tutto il corpo e sembrano vesciche piene di liquido sieroso o sanguinante. Tre giorni dopo, le vesciche con la varicella iniziano a placarsi, mentre con le allergie possono persistere senza trattamento per lungo tempo.
  3. Scabbia. Una caratteristica distintiva è pronunciata prurito con scabbia di notte, con allergie, il prurito è più forte durante il giorno. La scabbia è una malattia molto contagiosa. La temperatura in questa malattia di solito rimane entro 37,5 gradi.
  4. Sintomi simili a una reazione allergica possono essere un'infezione respiratoria virale. Le differenze sono nei segni della sindrome da intossicazione con raffreddore - letargia, sonnolenza, dolore muscolare, articolazioni doloranti. Di solito non ci sono eruzioni cutanee in questo caso..

Per determinare correttamente la causa del disturbo, è necessario andare a un appuntamento specialistico. Solo un medico può determinare con precisione la diagnosi e prescrivere il trattamento più efficace. Non cercare di auto-medicare, perché la febbre e la febbre possono essere un formidabile segno di problemi nel corpo.

Sintomi allergici concomitanti

La temperatura corporea elevata con allergie può essere accompagnata da altre manifestazioni classiche di questo disturbo:

  1. Grave prurito della pelle.
  2. Eruzioni cutanee in tutto il corpo, con un aspetto specifico e soprattutto coprendo la pelle degli arti.
  3. Gonfiore del viso e del tratto respiratorio superiore.
  4. Lacrimazione aumentata, naso che cola abbondante.
  5. Grave mancanza di respiro, soffocamento.
  6. Disturbi del ritmo cardiaco.
  7. Brividi e grave sudorazione.
  8. Nausea e vomito.

Ogni tipo di allergene può causare un quadro clinico peculiare, caratteristico solo per questo..

Allergia alla febbre negli anziani

Come molte altre malattie, le manifestazioni allergiche negli anziani sono molto meno pronunciate. Un paziente in età avanzata non può presentare alcun reclamo soggettivo in merito alle sue condizioni di salute. I sintomi clinici nei pazienti di età superiore a 60 anni sono lievi e molto lievi. Ecco perché si pone un po 'meno spesso la domanda se ci possa essere una temperatura con allergie nelle persone anziane..

Un aumento della temperatura con allergie negli anziani si verifica solo in casi estremamente gravi, quando l'allergene entra nel corpo in quantità colossali. La sindrome più comune che è accompagnata da una reazione così violenta può essere la malattia da siero associata all'introduzione di un particolare farmaco. La temperatura in questo caso è nell'intervallo da 37 a 38 gradi.

Allergia alla febbre nelle donne in gravidanza

Qualsiasi aumento della temperatura corporea in una donna incinta è una ragione per il ricovero immediato. È lì che gli specialisti forniranno assistenza e scopriranno cosa ha causato esattamente l'aumento della temperatura corporea nella futura mamma. Tuttavia, va notato che le donne in gravidanza hanno molta meno probabilità di provare la febbre rispetto al di fuori della gravidanza. Ciò è dovuto a una diminuzione dell'immunità durante la gestazione e una gravità significativamente più bassa delle reazioni allergiche.

La reazione più comune è la rinite allergica nelle donne in gravidanza. Di norma, una tale malattia non tende a generalizzare.

Febbre nei bambini

La domanda se ci sia una temperatura con un'allergia in un bambino molto spesso preoccupa le mamme. Il corpo dei bambini è molto più sensibile a un'ampia varietà di stimoli rispetto al corpo di un adulto. Ecco perché i bambini hanno maggiori probabilità di reagire con la febbre in risposta all'introduzione di un allergene. In questo caso, è molto importante riconoscere se l'allergia è davvero alla base della febbre o è un segno della malattia di un altro bambino.

Quando si esamina un bambino, gli esperti raccomandano di procedere dal postulato che una reazione allergica non dovrebbe produrre un aumento della temperatura. Se si escludono tutte le possibili malattie e la temperatura continua a essere mantenuta a livelli elevati, vale davvero la pena pensare alle allergie. Nei prossimi 2-3 giorni dovrebbero apparire anche altri segni di una reazione allergica: eruzione cutanea, prurito e bruciore, naso che cola, lacrimazione. Di solito, la temperatura di un'allergia in un bambino non supera i 38 gradi, rimanendo ai numeri subfebrilici.

Caratteristiche dell'immunità infantile e delle allergie

Nei bambini è possibile una reazione allergica sotto forma di sola temperatura. Per gli adulti, questa immagine è insolita. Molto spesso, i bambini danno una reazione potenziata del sistema immunitario in risposta alla vaccinazione o alla somministrazione di un farmaco. Una tale reazione paradossale si verifica con una diminuzione dell'immunità e allo stesso tempo con una reazione allergica molto grave.

In questo caso è molto difficile fare una diagnosi differenziale. È importante raccogliere attentamente l'anamnesi e scoprire se il bambino ha avuto contatti con l'allergene il giorno prima o la clinica dei fenomeni prodromici della malattia infettiva. In ogni caso, non rimandare una visita a uno specialista per bambini. La temperatura per le allergie in un bambino richiede la nomina di farmaci antiallergici e antinfiammatori.

La temperatura può scendere?

Una diminuzione della temperatura corporea di fondo durante una reazione allergica è un fenomeno raro, ma anche possibile..

La causa più formidabile di questo fenomeno potrebbe essere lo stadio iniziale dello shock anafilattico. In questo momento, la pressione sanguigna del paziente diminuisce, il polso si accelera e la pelle diventa coperta di sudore freddo. Una squadra di emergenza deve essere chiamata immediatamente. Fino all'arrivo, la paziente deve essere sdraiata e coperta con una coperta. Airways dovrebbe essere liberata quando possibile..

Non meno frequenti e pericolose cause di una riduzione delle allergie possono essere la malattia da siero nella sua fase iniziale e l'allergia alimentare nei bambini piccoli. In ogni caso, il trattamento non dovrebbe essere mirato ad aumentare la temperatura, ma ad eliminare la reazione allergica..

Considerando il fatto che un cambiamento nella reazione di temperatura non è un sintomo patognomonico per le allergie, non perdere di vista questo sintomo e attribuirlo alla normale manifestazione di una reazione allergica. Assicurati di consultare un medico, soprattutto quando si tratta della salute di un bambino o di una donna incinta. Uno specialista qualificato effettuerà un esame e determinerà se un'allergia può dare una temperatura in ciascun caso.

C'è una temperatura per le allergie?

Può esserci una temperatura con allergie?

Molto spesso, devi pensarci con un naso che cola, che nella fase iniziale delle manifestazioni assomiglia sia a sintomi di sensibilità individuale sia a un'immagine di un'infezione virale. Congestione dovuta a edema, lacrimazione, scarico chiaro, prurito al naso e starnuti convergono. Pertanto, il riferimento diventa la temperatura corporea. Se le letture sul termometro superano il segno di 37 ° C, la diagnosi è chiara. O no?

In effetti, le allergie e la temperatura non sono affatto concetti incompatibili. La febbre accompagna spesso forme di sensibilità immunitaria individuale - ad esempio, come:

Pertanto, la presenza di una temperatura corporea elevata non può servire da base per escludere la diagnosi di allergie.

Le ragioni

La febbre è un tipico processo patologico. Si sviluppa in base a determinate leggi ed è sia una forma di risposta del corpo agli stimoli sia un modo di proteggerli. Può essere causato da un cambiamento nelle "impostazioni" del centro di termoregolazione, ovvero da uno spostamento di uno speciale punto di regolazione del calore a un livello superiore. Ciò si verifica sotto l'influenza di sostanze chiamate pirogeni. Sono divisi come:

  • primario (virus, batteri e altri agenti che possono provocare una risposta immunitaria - antigeni);
  • secondario (citochine (interleuchina1a, ecc.) - proteine ​​specifiche che influenzano il centro della termoregolazione)

Gli antigeni sono sostanze che vengono percepite dal sistema immunitario come estranee; devi proteggerti da loro - questo è lo scopo di ogni fase della reazione. Naturalmente, se il meccanismo funziona adeguatamente, questo si applica solo ai patogeni e ad alcuni altri agenti che possono danneggiare il corpo; l'immunità è configurata per identificarli e distruggerli. Con sensibilità distorta, l'aggressività è anche diretta contro polvere domestica, peli di animali e componenti cosmetici; essi, come pirogeni primari, attivano le cellule protettive, le citochine vengono secrete - si verificano infiammazione e febbre.

Caratteristiche delle manifestazioni

Confutando un'opinione errata - che non ci sono reazioni febbrili con intolleranza individuale, dovresti procedere alla seconda, non meno comune. Indica che la temperatura nel caso di patologie allergiche non supera gli indicatori subfebrilici, cioè è nell'intervallo 37,1-37,5 ° C. Questo è possibile, ma non esclude la possibilità di una febbre più alta. Inoltre, ci sono diverse forme di allergie per le quali l'aumento della temperatura è un componente classico del quadro clinico: le considereremo a loro volta.

Febbre da fieno

Questa è un'allergia al polline, manifestata da:

  • congestione nasale;
  • arrossamento degli occhi, lacrimazione;
  • prurito e gonfiore delle palpebre;
  • starnuti ecc.

È di natura stagionale (si verifica durante il periodo di fioritura di piante causalmente significative: ambrosia, assenzio, ecc.). Non c'è febbre o rientra nei valori del subfebrile. L'alto è solo con intossicazione da polline - questa è una variante del decorso grave della malattia, in cui i pazienti sono preoccupati:

  • debolezza;
  • vertigini;
  • diminuzione dell'appetito;
  • disturbi del sonno.

La temperatura corporea sale a 38–39 ° C, con brividi, un forte deterioramento delle condizioni generali, una diminuzione della capacità di lavoro e affaticamento..

Toxicoderma

È un processo infiammatorio acuto, provocato dal contatto con allergeni che contemporaneamente hanno le proprietà delle tossine, cioè i veleni. Entrano nel corpo:

  1. Dopo inalazione.
  2. Se ingerito.
  3. Durante l'iniezione.
  4. Quando viene introdotta nel retto, la vagina (rettale, vaginale).
  • eruzione cutanea (vescicole, vesciche, macchie, noduli);
  • prurito, gonfiore;
  • debolezza generale;
  • nei casi più gravi - nausea, vomito.

Il toxicoderma è molto spesso medicinale, cioè si sviluppa in risposta all'uso di farmaci farmacologici (antibiotici, sulfamidici, procaina, ecc.). È diviso in tre gradi e la febbre accompagna tutto tranne il primo. Con un danno moderato, la temperatura è subfebrile e, con un danno grave, può salire a 38–39 ° C o più. Allo stesso tempo, è impossibile escludere la probabilità di un'infezione, ad esempio a causa della pettinatura di aree dell'eruzione cutanea.

Orticaria

Questa è una lesione della pelle e delle mucose, con lo sviluppo dei quali si verificano i seguenti sintomi:

  1. Prurito intenso.
  2. Edema.
  3. La comparsa di vesciche di rosa, rosso, tonalità di porcellana.

Gli elementi dell'eruzione cutanea compaiono improvvisamente e, di regola, senza i sintomi di "precursori". Possono essere localizzati in aree separate (comprese suole, palme, cuoio capelluto) o coprire l'intero corpo (forma generale o sistemica). In patologia acuta, non ci sono più di 24 ore; scompare rapidamente, senza cicatrici, alterazioni cutanee secondarie.

Le vesciche con orticaria possono fondersi in singoli fuochi e diventare sempre pallide con la pressione.

Un aumento della temperatura corporea (da 37,1 a 39 ° C) appare contemporaneamente all'insorgenza di un'eruzione cutanea e si chiama "febbre di ortica". Tuttavia, questo sintomo accompagna solo la forma sistemica di patologia. Dopo che la risoluzione (cioè la scomparsa) delle vesciche viene interrotta (arrestata).

L'edema di Quincke

Rappresenta un gonfiore dei tessuti nell'area di:

  • guance;
  • secolo;
  • labbra
  • genitali esterni;
  • mucose: naso, faringe, laringe, trachea, stomaco, ecc..

L'edema si forma abbastanza rapidamente, mentre non c'è prurito e i sintomi dipendono dalla localizzazione. Quindi, quando si trova nella laringe, si verifica una tosse, si sviluppa insufficienza respiratoria e con una lesione del tratto digestivo - nausea, vomito, ecc. La febbre, come con l'orticaria, non precede l'edema, ma è inclusa nello spettro dei sintomi vividi dopo che si verifica, è in tra 37,1–39 ° C e scompare con la risoluzione del processo.

Malattia da siero

La patologia, che è diventata nota solo con l'inizio della produzione di massa di ambienti preventivi e terapeutici necessari per prevenire o sopprimere lo sviluppo di processi infettivi - una varietà di vaccini, sieri, anticorpi monoclonali, ecc. È un esempio di una reazione allergica immunocomplessa, caratterizzata da segni come:

  • eruzione cutanea;
  • linfonodi ingrossati;
  • bruciore, prurito, gonfiore, arrossamento nella zona di iniezione;
  • gonfiore, dolore alle articolazioni;
  • nausea, vomito, ecc..

Quale sarà la febbre dipende dalla gravità del decorso - se la malattia da siero è facile, è a un livello di 37,5–38 ° C per 2-3 giorni. Le condizioni del paziente sono considerate soddisfacenti. Nel secondo grado, la temperatura raggiunge valori più alti (38–39 ° C) e dura 1-2 settimane. Nei casi più gravi compaiono segni che ricordano un'infezione:

  • arrossamento degli occhi e mucosa della faringe;
  • eruzione cutanea in tutto il corpo;
  • grave debolezza.

Le alte temperature - 39–40 ° C, osservate per un lungo periodo di tempo, esauriscono il paziente.

Febbre infettiva e allergie: qual è la differenza?

Molti lettori, avendo familiarizzato con le informazioni nelle sezioni precedenti, possono giungere alla conclusione che è piuttosto difficile distinguere differenze chiare. Questo è davvero così; inoltre, una serie di accuse abituali riguardanti la febbre sono dubbie. Ad esempio, il livello di aumento, che viene spesso preso come criterio per la gravità del decorso della malattia, è in realtà molto soggettivo e dipende dalla prevalenza del processo (locale, locale o sistemico), dall'età, dallo stato di salute del paziente. Ad esempio, la temperatura con allergie nei bambini è più comune che negli adulti. È più conveniente descrivere le sfumature più significative nella tabella:

Febbre come sintomoProcesso patologico
AllergiaInfezione
Livello di aumento della temperatura corporea, ° CValori normali o aumento a 37,1–38. Altro - solo con un processo sistemico, grave.37,5 a 39 ° C in media.
Persistente, protrattoInerente alla febbre da fieno, malattia da siero, tossicoderma.La febbre alta si osserva all'inizio del processo, durante il periodo di risoluzione scompare; in caso contrario, dovresti pensare a complicazioni o patologie aggiuntive che non sono state immediatamente prese in considerazione.
La presenza di manifestazioni di "precursori" (periodo prodromico)No, l'insorgenza della malattia è spesso improvvisa, acuta, spesso una netta connessione di violazioni e contatto con una sostanza provocante (se stiamo parlando di ipersensibilità di tipo immediato).Sì. Questa fase dello sviluppo della malattia è intermedia tra due periodi: l'iniziale (infezione, incubazione) e manifest (altezza, manifestazioni luminose).
Possibili sintomi associatiEruzione cutanea, prurito, arrossamento, gonfiore della pelle e delle mucose, congestione nasale in combinazione con starnuti ripetuti, a volte indomabili. Danno bilaterale agli occhi, grave gonfiore delle palpebre. Lo scarico è acquoso, abbondante senza impurità. Nell'asma - mancanza di respiro, attacchi di tosse (secco o con una piccola quantità di espettorato "vetroso" trasparente). Violazione delle condizioni generali sotto forma di grave debolezza, sonnolenza - raramente (di solito in casi gravi).Bruciore, secchezza, formicolio delle mucose del naso e della gola, starnuti periodici. La tosse è secca, invadente o umida, con secrezione purulenta. La presenza di dolore - forte mal di testa, così come durante la deglutizione, nei muscoli e nelle articolazioni senza una certa localizzazione e in altre aree coinvolte nel processo. Se gli occhi sono interessati, di solito prima da un lato, con forte arrossamento, la presenza di pus. Grave malessere - quasi sempre caratteristico, associato alla sindrome di intossicazione infettiva sistemica.

Nel valutare i segni oggettivi della febbre, è importante ricordare che si verificano processi non solo isolati, ma anche combinati.

L'infezione può precedere una reazione allergica agli antibiotici che trattano il paziente o si uniscono quando il paziente combina pruriti chiazze di pelle con ferite sanguinanti. Pertanto, vale la pena considerare le probabili cause delle violazioni da tutte le parti..

Quale dovrebbe essere il trattamento?

Quando si pianifica un algoritmo di misure progettato per migliorare il benessere del paziente, è necessario comprendere che l'allergia è un processo che influenza molti sistemi funzionali del corpo. La febbre è solo uno dei sintomi e il trattamento separato è inutile se non si influenza la malattia di base..

Come ottenere il recupero? Vengono utilizzati diversi metodi:

  1. Interruzione del contatto con un allergene (ad esempio, la sostituzione di un farmaco che ha causato sintomi o lo spostamento in una regione in cui non vi è alcuna pianta fiorita con polline pericoloso).
  2. Dieta (basata sull'esclusione dalla dieta di alimenti che spesso provocano reazioni - agrumi, pomodori, funghi, ecc.).
  3. Terapia farmacologica (eseguita con l'aiuto di antistaminici (Cetrin, Zirtec), glucocorticosteroidi (Prednisolone, Elokom), cromone (Ketotifen, Zaditen) sotto forma di compresse, unguenti, iniezioni).

Nel caso dello sviluppo di alcune forme di allergia, sono richiesti enterosorbenti (Multisorb, Atoxil), diuretici (Furosemide), farmaci antinfiammatori non steroidei (Nimesil, Indometacina). L'ultimo gruppo di farmaci ha un effetto antipiretico, ma dovrebbero essere usati solo quando non c'è altro modo di affrontare la febbre. Se stiamo parlando di un aumento temporaneo della temperatura ai valori subfebrilici (ad esempio, con orticaria o febbre da fieno), questi farmaci sono inutili.

Tipi di tosse allergica e cause del suo aspetto.

Come le allergie possono ricordare a te stesso in futuro.

Tipi di allergie, cause e modi per affrontarla.

Cosa fare se ti ammali durante la gravidanza? Quanto è pericoloso per un bambino?.

Temperatura di allergia

Articoli di esperti medici

Può esserci una temperatura con allergie? E se può, qual è la ragione dell'aumento degli indicatori di temperatura, perché le allergie non sono infiammazioni infettive, ma la risposta immunitaria del corpo.

Come parte della risposta immunitaria a un antigene trigger, questa reazione è dovuta all'accumulo di anticorpi IgE sulle membrane dei mastociti e basofili sensibilizzati e ad un aumento del rilascio di un composto azotato immunostimolante, un mediatore del tessuto istaminico che si lega alla proteina G del recettore H1 dell'istamina.

Cause della temperatura allergica

I ricercatori hanno concluso che le cause della temperatura nelle allergie risiedono proprio nell'istamina.

Sebbene il ruolo chiave di questa ammina biogenica sia il mediatore della prurite (prurito della pelle), infatti, è presente in tutte le cellule del corpo e partecipa a più di due dozzine di diverse funzioni fisiologiche, compresa la reazione infiammatoria. Aumentando la permeabilità dei capillari ai leucociti e ai fagociti, l'istamina offre loro l'opportunità di concentrarsi sull'infiammazione e di neutralizzare i batteri patogeni nei tessuti infetti.

Fattori di rischio

I principali fattori di rischio per la febbre nelle allergie sono l'infezione di qualsiasi localizzazione e lo sviluppo parallelo di un processo infiammatorio infettivo. Soprattutto spesso per questo motivo, vi è un aumento della temperatura con allergie nei bambini. Pertanto, si dovrebbe prestare attenzione alla comparsa simultanea di sintomi che non sono caratteristici delle malattie allergiche: possibile nausea, dolore addominale sotto l'ombelico o nell'ipocondrio, secchezza delle fauci, vertigini, ecc. È inoltre necessario tenere presente che nei bambini piccoli, un aumento della temperatura corporea può provocare un'allergia alle punture di insetti, all'introduzione di vaccini durante le vaccinazioni preventive.

Secondo gli allergologi, spesso una temperatura elevata nelle allergie negli adulti è associata all'uso di prodotti (allergie alimentari, compresi prodotti con glutammato di sodio e coloranti alimentari) o all'uso di alcuni farmaci che sopprimono l'attività degli enzimi che forniscono biotrasformazione ciclica dell'istamina. Il fatto è che in una persona sana l'istamina viene costantemente scissa dagli enzimi diammina ossidasi e istamina-N-metiltransferasi. La diammina ossidasi è sintetizzata dalle cellule della mucosa intestinale e se le funzioni intestinali sono compromesse dall'assunzione di alcuni medicinali, il metabolismo dell'istamina da deaminazione ossidativa è compromesso. In particolare, un aumento della temperatura dovuto a un aumento della quantità di istamina non digerita può essere allergico all'aspirina, all'acetilcisteina, all'ambroxolo, agli antibiotici beta-lattamici del gruppo cefalosporina, al diazepam (Valium), al verapamil, al naprossene, alle sostanze radiopachi, ecc..

patogenesi

La patogenesi della febbre nelle allergie è spiegata dal fatto che l'istamina agisce anche come neurotrasmettitore del sistema nervoso centrale e che i neuroni contenenti istamina sono concentrati nei nuclei tubermammilari dell'ipotalamo. Ciò garantisce la partecipazione dell'istamina al ciclo sonno-veglia (è responsabile della veglia), la regolazione della sensibilità nocicettiva (dolore fisico) e dell'appetito, l'omeostasi endocrina e la temperatura corporea (attraverso i centri di termoregolazione ipotalamica).

Sintomi

I sintomi causati da un aumento dei livelli di istamina dipendono da dove viene rilasciato e da quali recettori si lega. Quindi, l'istamina contribuisce ad aumentare la permeabilità capillare, a causa della quale i tessuti sono sovradimensionati da liquido e gonfiore. E la stimolazione sensoriale associata all'istamina delle terminazioni nervose delle mucose porta ai classici sintomi di una reazione allergica: starnuti, naso che cola e lacrimazione. Quindi la temperatura del subfebrile con le allergie può apparire brevemente con la febbre da fieno, cioè la febbre da fieno o le allergie stagionali. Molto spesso, al culmine di un'allergia alla lanugine di pioppo o all'ambrosia in fiore si verifica un cambiamento di temperatura verso l'alto.

Abbassata temperatura allergia

È anche possibile e una bassa temperatura con allergie. Il rilascio di istamina da parte delle cellule endoteliali (rivestimento vascolare interno) durante le allergie porta ad un aumento dell'ossido nitrico, iperpolarizzazione delle membrane delle cellule endoteliali e vasodilatazione: rilassamento delle fibre muscolari delle pareti vascolari e espansione dei vasi sanguigni. Di conseguenza, la pressione sanguigna diminuisce drasticamente (30% al di sotto degli indicatori standard) e questi possono essere i primi segni di sviluppo di shock anafilattico, in cui sintomi come battito cardiaco rapido o lento, mancanza di respiro (risultato di broncospasmo), respiro sibilante e stridore (respirazione con fischio), gonfiore della lingua e della gola, pallore della pelle (con cianosi), sudore freddo, vertigini, perdita di coscienza.

Chi contattare?

Diagnosi della temperatura con allergie

Se il paziente è allergico, la diagnosi della temperatura per le allergie deve essere effettuata dal suo allergologo. Se una persona dubita di avere un'allergia, dovresti comunque andare da un allergologo.

Diagnosi differenziale

È difficile sopravvalutare la responsabilità del medico che conduce la diagnosi differenziale della temperatura in caso di una reazione allergica del corpo e della temperatura, il cui aumento è associato al processo infiammatorio di eziologia batterica. Pertanto, potrebbe essere necessario un ulteriore esame del paziente con il coinvolgimento di specialisti in malattie infettive, un otorinolaringoiatra, uno specialista della tubercolosi, un gastroenterologo, nonché una diagnostica strumentale (radiografia, ultrasuoni, ecc.).

Trattamento di allergia

Ancora una volta, sottolineiamo che qualsiasi trattamento, incluso il trattamento della temperatura per le allergie, è prescritto da un medico.

Dato che la reazione allergica è dovuta all'attività dell'istamina, i farmaci del gruppo antistaminico che bloccano il legame dell'istamina ai recettori H1 sono spesso prescritti.

La loratadina (Claritin, Clargotil, Lotharen e altri nomi commerciali) agisce rapidamente e il suo effetto terapeutico dura per un giorno. Pertanto, la dose per adulti e bambini di età pari o superiore a 12 anni è di 10 mg una volta al giorno (cioè una compressa) e ai bambini di età inferiore a 30 kg di peso deve essere somministrata mezza compressa al giorno. Un bambino di età inferiore a due anni è meglio somministrare un farmaco sotto forma di sciroppo.

Tra gli effetti collaterali, c'è una sensazione di secchezza delle fauci e, in rari casi, vomito. Non è auspicabile che le donne in gravidanza utilizzino antistaminici ed è controindicata nel primo trimestre.

Hifenadina (Fenkarol) in compresse da 25 mg per adulti è prescritta una o due compresse tre volte al giorno; bambini dopo 12 anni - una compressa fino a tre volte al giorno; bambini 7-12 anni - mezza compressa, 3-7 anni - 20 mg al giorno (divisi in due dosi). Gli effetti collaterali e le controindicazioni sono identici alla loratadina.

Cetirizina (Cetrin, Zirtec) è disponibile in compresse (10 mg ciascuna) - per pazienti adulti e bambini di età pari o superiore a 12 anni. Puoi assumere una compressa una volta al giorno o ½ compressa due volte al giorno (con un intervallo di 8-9 ore). Per i bambini di età compresa tra 2 e 6 anni, ci sono gocce che vengono assunte una volta al giorno (10 gocce). Oltre alla secchezza nella cavità orale, possono esserci effetti collaterali sotto forma di mal di testa, vertigini, aumento della sonnolenza o irritabilità. Oltre alla gravidanza, l'insufficienza renale appare nell'elenco delle controindicazioni per la cetirizina.

La levocetirizina (Gletset, Tsetrilev, Aleron) - compresse da 10 mg - la stessa della loratadina, deve essere assunta una volta al giorno (una compressa). Questo medicinale non è prescritto per i bambini di età inferiore ai sei anni, con problemi ai reni e durante il periodo di gravidanza e allattamento. L'uso di questo farmaco può portare a nausea e vomito, secchezza delle fauci e prurito, aumento dell'appetito e dolore addominale..

Nei casi in cui viene diagnosticata un'infiammazione infettiva (che causa un aumento della temperatura se i pazienti hanno allergie), il trattamento viene effettuato da uno specialista appropriato con la nomina dei farmaci necessari.

Complicanze e conseguenze

Lo shock anafilattico associato ad allergie (codice T78.2 secondo ICD-10), una rapida reazione sistemica a punture di api, vespe, insetti triatomici o shock anafilattico idiopatico è una condizione pericolosa per la vita che ha gravi conseguenze e complicazioni. L'anafilassi richiede cure mediche di emergenza fino all'applicazione di misure di rianimazione. Il rischio per la vita di ricorrenza di una tale reazione dell'organismo è 0,05-2%. L'anafilassi causata da agenti farmacologici molto spesso porta alla morte..

Prevenzione

La profilassi della temperatura per le allergie non è trattata nella letteratura medica: ovviamente, tali metodi semplicemente non esistono oggi.

Temperatura per rinite allergica

Inoltre, i primi segni di rinite allergica compaiono già nei primi venti minuti dopo il contatto con l'allergene. A volte bastano anche pochi secondi per iniziare il processo infiammatorio.

Il paziente è superato da tutta una serie di sintomi spiacevoli che interferiscono con il normale lavoro e il processo educativo..

Molti pazienti sono preoccupati per la domanda, può esserci una temperatura con rinite allergica? Oppure un aumento della temperatura corporea indica che la malattia ha una natura infettiva e non è associata ad allergie? Capiamo!

Come si verifica una reazione allergica??

Quando un allergene entra nella mucosa nasale, viene avviato un processo complesso nel corpo umano. Quando un allergene entra nel naso di una persona, il corpo lo percepisce come un elemento estraneo e cerca di combatterlo. Perché la nostra immunità reagisca in questo modo non è noto con certezza. Ma inizia a difendersi strenuamente da questo irritante, producendo un gran numero di anticorpi speciali - istamine, che provoca la comparsa di segni di allergia. È interessante notare che quando un allergene entra per la prima volta nel corpo, non si manifestano sintomi di allergia. Si verifica la cosiddetta familiarità dell'immunità con la sostanza. E se questa "conoscenza" è andata storta, con un contatto ripetuto una persona sentirà su di sé tutti i segni di allergia in tutta la sua gloria.

Sintomatologia

I primi sintomi di rinite di un'eziologia allergica sono simili ai segni di malattie infettive. Ecco perché alcuni pazienti prima di tutto iniziano a essere curati per il raffreddore e si chiedono perché i sintomi della malattia non scompaiano e le condizioni generali non migliorino..

I segni della malattia includono:

  • frequenti attacchi di starnuti;
  • naso che cola grave - che scorre costantemente dal naso; il muco è abbondante e prevalentemente trasparente;
  • lacrimazione
  • prurito agli occhi;
  • congiuntivite;
  • prurito nella cavità nasale e nella gola;
  • congestione nasale;
  • difficoltà a respirare attraverso il naso;
  • fotofobia;
  • tosse;
  • irritabilità, affaticamento;
  • difficoltà a dormire.

L'effetto degli allergeni sul corpo in alcuni casi può anche innescare un aumento della temperatura corporea. Soffermiamoci su questo sintomo in modo più dettagliato..

Aumento della temperatura corporea per allergie: cause

Esistono diverse cause allergiche che possono causare febbre..

Il primo motivo sono gli allergeni alimentari. Succede che tali allergeni possono causare un aumento della temperatura a 39 ° C. Allo stesso tempo, il paziente può provare arrossamento della pelle, mal di testa, aumento della sudorazione.

Il secondo motivo sono le reazioni ai farmaci, che possono anche provocare prurito alla pelle, gonfiore di viso, mani, piedi, intossicazione generale del corpo.

La rinite allergica può essere causata da polline di piante fiorite, arbusti e alberi, polvere domestica, lana o saliva di animali domestici sulla mucosa nasale..

Anche le punture di insetti e le vaccinazioni possono causare febbre..

Di norma, in tutti i casi, l'assunzione di antistaminici porta a una normalizzazione del paziente.

Come distinguere la temperatura allergica dai segni di malattie infettive?

All'inizio, raffreddori e allergie sono difficili da distinguere l'uno dall'altro a causa della somiglianza dei sintomi. Un paziente può tentare invano di curare una malattia infettiva, ma in realtà ha un'allergia banale. Devi essere in grado di distinguere tra allergie e raffreddore comune..

Amici! Un trattamento tempestivo e adeguato ti garantirà una pronta guarigione.!

In primo luogo, il raffreddore dura fino a una settimana, mentre le allergie possono verificarsi tutto l'anno. In secondo luogo, l'allergia è caratterizzata da sintomi rapidi. Abbiamo già detto che i primi segni compaiono entro e non oltre venti minuti dopo l'interazione con lo stimolo. In terzo luogo, le perdite nasali con una malattia infettiva hanno una tinta gialla o verde, mentre con le allergie sono trasparenti. Inoltre, con un raffreddore, il paziente avverte dolori in tutto il corpo, grave debolezza.

Alcune malattie infettive hanno un segno simile con un'allergia: un aumento della temperatura corporea e un'eruzione cutanea, ma ci sono anche demarcazioni. Ad esempio, con la rosolia, le eruzioni cutanee compaiono solo sul viso, in contrasto con le allergie; la temperatura corporea è alta, ma scende rapidamente con farmaci antipiretici e, con una terapia adeguata, è in declino il giorno successivo.

Rispetto alla varicella: la temperatura corporea del paziente sale a 38 ° C, ma l'eruzione cutanea che si trasforma si trasforma in vescicole che scoppiano e scompaiono dopo alcuni giorni, mentre con una malattia allergica l'eruzione cutanea potrebbe non scomparire a lungo.

Alcune persone confondono le allergie con la scabbia. Quando la scabbia, la temperatura viene mantenuta a 37,5 ° C. La principale differenza tra queste due condizioni: con la scabbia, il prurito della pelle supera il paziente durante la notte e con le allergie - per tutto il giorno.

Solo un medico può diagnosticare correttamente una diagnosi particolare. Non automedicare, dal momento che un tale approccio negligente è pieno di complicazioni. La temperatura è una campana seria a cui dovresti immediatamente prestare attenzione e consultare un medico.

Trattamento della rinite allergica

Se un medico ORL alla reception, dopo una serie di esami e test, ha stabilito che la causa dell'aumento della temperatura corporea e di altri sintomi spiacevoli è la rinite allergica, ti verrà prescritta una terapia efficace.

Prima di tutto, è necessario limitare urgentemente ed è meglio escludere completamente il contatto con l'allergene. Se la causa della rinite allergica è il polline delle piante da fiore, dovresti evitare di camminare, ma è meglio andare in un'altra area per il periodo di fioritura. Chiudi i finestrini nell'appartamento o nell'auto in modo che il polline non voli nella stanza o all'interno dell'auto. Se è impossibile sedersi a casa, dopo ogni passeggiata, sciacquare i passaggi nasali con soluzioni saline come "Aquamaris".

Al paziente vengono prescritti farmaci, che includono: l'assunzione di antistaminici che bloccano la produzione di istamina, l'uso di gocce di vasocostrittore, che rimuovono il gonfiore della mucosa nasale (Attenzione! Le gocce non possono essere utilizzate per più di cinque giorni, in modo da non provocare dipendenza). Se queste misure sono inefficaci, il medico può prescrivere farmaci ormonali - corticosteroidi.

Recentemente, un metodo di immunoterapia specifico per allergeni è diventato sempre più popolare. Il suo obiettivo è ridurre la sensibilità del paziente a una specifica allergia. Il principio di funzionamento di questo metodo è simile alla vaccinazione: il paziente, a partire da piccole dosi, viene gradualmente iniettato con un allergene, aumentando il dosaggio nel tempo, assicurando successivamente che la reazione del sistema immunitario allo stimolo cessi di essere pronunciata come prima.

Amici! Ricorda! La rinite allergica, come qualsiasi altro tipo di allergia, è una malattia! E qualsiasi malattia richiede un trattamento competente e tempestivo. Per favore, fissa un appuntamento e vieni. Saremo lieti di vederti e di fornire assistenza qualificata.!

Temperatura di allergia

Un'allergia può dare la febbre? In quali casi? Queste domande si trovano sempre più in vari forum tematici su Internet. I loro genitori spesso chiedono ai medici. Quindi, proviamo a rispondere a loro..

C'è una temperatura per le allergie

La risposta a questa domanda è sì. Tuttavia, non pensare che la temperatura sia un sintomo obbligatorio di una reazione allergica. In questo caso, è vero il contrario. È un sintomo secondario e di solito appare raramente..

In quali casi può aumentare la temperatura:

  1. Con intolleranza individuale ai pazienti di qualsiasi farmaco. Di solito il corpo del paziente risponde ai farmaci con un aumento della temperatura.
  2. Durante le fioriture stagionali. Il paziente può manifestare gravi allergie al polline..
  3. Quando con gli animali. In alcuni casi, una reazione allergica è causata dal cappotto dei "nostri fratelli minori".
  4. Per allergie al sole. Nella fotodermatosi, un'allergia alla febbre può apparire se il paziente ha ricevuto un colpo di sole durante il riposo.
  5. In risposta a un prodotto. Ad esempio, arancia o cioccolato.
  6. Con la selezione sbagliata di cosmetici. La temperatura aumenta solo se il rimedio che ha causato l'allergia è stato applicato a una parte significativa del corpo.
  7. Con una puntura d'insetto. Ad esempio, una zanzara, un'ape, una vespa o un calabrone.
  8. Durante la trasfusione di sangue, nonché dopo la vaccinazione di qualsiasi malattia. Molto spesso, la temperatura aumenta dopo la vaccinazione con DTP.

Sintomi

Una reazione allergica si manifesta sotto forma di:

  • prurito della pelle;
  • starnuti
  • gola infiammata;
  • "Sabbia" negli occhi;
  • eruzione cutanea
  • gonfiore del viso;
  • nausea
  • temperatura elevata;
  • vomito
  • Vertigini
  • fiato corto
  • lacrimazione
  • frequenza del battito cardiaco.

Non è necessario che tutti i suddetti sintomi si verifichino con allergie, tuttavia vale comunque la pena conoscere la possibilità del loro verificarsi. Quanto tempo persistono i sintomi dipenderà dal trattamento corretto. Quali segni lo accompagneranno dipende da cosa ha causato l'allergia.

Con una forma lieve, la temperatura corporea può rimanere nei limiti normali o aumentare leggermente. Se il segno sul termometro non ha raggiunto i 38 gradi, non è necessario abbatterlo. In forma acuta, può salire a 39, e talvolta fino a 40 gradi. In questo caso, è necessario un intervento medico urgente..

Quindi, se un determinato prodotto è diventato la causa, il paziente può provare dolore addominale. Forse la comparsa di nausea, diarrea, vomito. In caso di allergie alimentari, un adulto e un bambino possono manifestare sintomi come eruzione cutanea, prurito cutaneo e sudorazione eccessiva..

Ma la reazione allergica alla fotodermatosi è caratterizzata da altri sintomi, vale a dire:

  • desquamazione della pelle;
  • vesciche rosse in aree aperte del corpo;
  • prurito
  • arrossamento locale.

La temperatura per le allergie negli adulti con questo tipo di allergia può saltare. Può essere basso o alto.

Se l'allergia è stata causata dalla febbre da fieno, il sintomo principale sarà la rinite. Inoltre, il paziente avrà lacrimazione abbondante, respiro rapido. Possibile mancanza di respiro. Questo tipo di allergia può dare una temperatura, tuttavia, non supererà i 37,8 gradi.

Reazioni allergiche alle punture di insetti

  • gonfiore nel sito del morso, una piccola eruzione cutanea vicino ad esso;
  • dolore e bruciore nella zona interessata;
  • salti di pressione sanguigna;
  • gonfiore delle vie aeree e della laringe.

La temperatura è di solito tra 37-38 gradi.

Allergia alle medicine

  • eruzioni cutanee;
  • vertigini;
  • debolezza generale del corpo;
  • prurito della pelle;
  • intossicazione;
  • rinorrea;
  • gonfiore del viso.

La temperatura sia in un adulto che in un bambino può salire a 39 gradi.

Sintomi di un'allergia ai componenti del vaccino

Una temperatura di 37 gradi e oltre di solito si verifica sempre dopo l'introduzione di una sostanza estranea nel corpo di un bambino. Una reazione allergica, oltre all'ipertermia, può includere:

  • gonfiore, gonfiore o arrossamento nel sito di iniezione;
  • indolenzimento, nonché un aumento delle navi vicine;
  • eruzione cutanea in tutto il corpo;
  • prurito della pelle;
  • edema laringeo (in rari casi);
  • gonfiore articolare.

Chi può avere una brillante reazione allergica

Molto spesso, la temperatura si sviluppa con allergie nei bambini. Come allergeni, alimenti, medicine, punture di insetti e anche sostanze estranee introdotte da lui durante la vaccinazione di solito agiscono. Per quest'ultimo, possono avere una grave allergia, con un'allergia possono avere un aumento significativo della temperatura.

Nelle persone anziane, viceversa. Un'allergia a qualcosa appare raramente. Anche se si sviluppa, difficilmente verrà notato. La temperatura durante una reazione allergica non aumenta quasi mai. L'ipertermia può svilupparsi solo con una trasfusione di sangue o durante l'introduzione di farmaci in essa.

Fatto interessante! Nelle donne "in posizione", una reazione allergica con la temperatura si verifica meno frequentemente rispetto al gentil sesso, che non ha un bambino. Ciò è dovuto al fatto che il sistema immunitario nel primo funziona peggio del secondo. Molto spesso, le donne in gravidanza sviluppano rinite allergica.

Metodi diagnostici

Capire cosa causa la temperatura in alcuni casi non è così semplice. Il fatto è che i sintomi allergici risuonano spesso con segni di malattie infettive e batteriche. Per stabilire cosa causa l'ipertermia con un'eruzione cutanea, una rinite e altri segni, al paziente viene inizialmente prescritto di eseguire un esame delle urine e del sangue. Quindi, a seconda dei loro risultati, può essere prescritto un esame aggiuntivo..

Quindi, il paziente può essere testato per le immunoglobuline sieriche. Quindi, se è stato dimostrato che la causa della temperatura è un'allergia, quindi per identificare l'allergene che lo causa, utilizzare i test di scarificazione.

L'essenza dell'analisi

Innanzitutto, i medici puliscono la mano del paziente con alcool. A tale scopo, possono utilizzare qualsiasi altro antisettico. Quindi una goccia di una soluzione di una sostanza viene applicata sull'area trattata, che, a loro avviso, potrebbe causare una reazione nel paziente. Successivamente, il medico graffia leggermente la pelle della mano con uno scarificatore e dopo mezz'ora scoprono che la sostanza ha causato un'allergia o altro. Quindi, se l'area trattata della pelle della mano diventa rossa, si è formato un gonfiore, il che significa che l'allergene è stato selezionato correttamente. In caso contrario, il campione è negativo..

Come affrontare le allergie

Inizialmente, è necessario scoprire la causa della reazione ed eliminare l'allergene. Quindi somministrare un antistaminico al bambino o all'adulto. Ad esempio, Cetrin, Fribris, Azelastine, Loratadin.

Se la temperatura aumenta durante una reazione allergica, al paziente deve essere somministrato non solo un antistaminico, ma anche un antipiretico. Come farmaco antiallergico, puoi usare "Suprastin", "Diazolin" o "Diphenhydramine".

La temperatura in caso di allergia in un bambino dovrebbe essere alleviata con l'aiuto dello sciroppo "Paracetamol for Children" o "Nurofen". Ci sono droghe sotto forma di candele per bambini - "Cefecon D". Ad un adulto può essere somministrato ibuprofene o aspirina..

Se un'allergia include un'eruzione cutanea, gli adulti possono assumere corticosteroidi. Per i bambini, non sono adatti. Si consiglia invece di usare unguenti antiallergici. Ad esempio, "Bepanthenom" o "Panthenolum".

Se una reazione allergica è accompagnata da rinite allergica, si consiglia di utilizzare spray o gocce intranasali di un vasocostrittore o un effetto antinfiammatorio per alleviare questo sintomo..

Attenzione! Se hai un'allergia con una temperatura in un bambino, devi chiamare un medico a casa e non provare a far fronte alla malattia da solo. Se non viene trattato correttamente, può trascinarsi e aumentano anche i rischi di varie complicazioni..

Cosa non si può fare con una reazione allergica

  1. Piedi alti con intonaci senape.
  2. Sdraiati nella vasca idromassaggio.
  3. Aggiungi un nuovo prodotto alla dieta del bambino.
  4. Inalazione.

Quindi, può esserci una temperatura con allergie. Sì, forse, ma questo è estremamente raro. Di norma, o non aumenta affatto o aumenta leggermente. Un'allergia può causare una temperatura in risposta all'introduzione di una sostanza estranea durante la vaccinazione o la trasfusione di sangue. Inoltre, con le allergie, l'ipertermia può verificarsi se una persona è stata morsa da un insetto. In tutti gli altri casi, la temperatura non accompagna quasi mai una reazione allergica.