Allergia all'uovo di pollo

Cliniche

Secondo gli insegnanti, le uova non insegnano il pollo,
secondo gli studenti, il pollo non è un uccello.

Le allergie alle uova di gallina sono una causa comune di allergie alimentari nei bambini di tutto il mondo. Tuttavia, gli adulti non ne sono al sicuro, poiché una reazione allergica alle uova può verificarsi a qualsiasi età.

Distinguere tra la vera allergia alle uova e la pseudoallergia, che è associata a una mancanza di fermentazione e che molti bambini superano con successo dall'età di 7 - 9 anni.

I sintomi di pseudoallergie si verificano di solito a seconda della quantità di prodotto utilizzato. Mentre per l'insorgenza dei sintomi di una vera allergia, specialmente per chi soffre di allergie, è sufficiente inalare un paio di uova bollenti.

Come distinguere la pseudo-allergia dalla vera, scriverò in uno dei seguenti articoli, oggi analizzeremo in dettaglio la vera allergia alle uova di gallina.

Un uovo di gallina è ampiamente usato nell'industria alimentare e può causare sintomi di allergia alimentare: eruzioni cutanee, dolore addominale, disturbi intestinali, vomito, orticaria, edema di Quincke.

Se una persona allergica inala vapore da uova cotte, ciò può portare alla comparsa di sintomi di allergia per inalazione: respiro corto, tosse, naso che cola e altri.

La particolarità dell'allergia alle uova è che a volte comporta un'allergia alla carne di pollo e alle uova di altri uccelli. Questo si chiama allergia crociata..

Le uova di tutti gli animali mostrano un'alta reazione crociata con l'uovo di gallina. Se sei allergico alle uova, devi essere molto attento e studiare attentamente la composizione di prodotti, farmaci e vaccini.

Attenzione ai farmaci, che includono: interferone, bifilis, lisozima (è nel farmaco per il mal di gola Lizobakt).

È importante sapere che le persone con allergie all'uovo devono fare molta attenzione a prendere vaccini antinfluenzali, tifo, encefalite da zecche.

I vaccini vengono coltivati ​​su embrioni di pollo, quindi non sono frequenti, ma possono causare reazioni indesiderate nei soggetti allergici..

Chi soffre di allergie con gravi reazioni alle proteine ​​delle uova di gallina (edema di Quincke) per eliminare completamente il contatto con l'allergene, è meglio usare un piatto separato per cucinare.

Sfortunatamente, una vera allergia alle uova, come molte altre, non viene trattata, può essere indebolita solo rimuovendo le uova e tutti i prodotti che le contengono dalla dieta.

Candidati all'eliminazione:

  • prodotti da forno;
  • Maionese;
  • torte alla crema, panna e bignè;
  • panna e waffle;
  • crema pasticcera, budino e gelato;
  • eventuali lecca-lecca;
  • marshmallow e marzapane;
  • piatti impanati o fritti in olio;
  • condimento per insalate;
  • involtini di carne, polpette;
  • salsicce;
  • meringhe;
  • spaghetti;
  • salse;
  • bevande a base di uova e zucchero;
  • involtini;
  • cereali da colazione;
  • farina (vedi composizione);
  • sostituti dell'uovo;
  • bevande frizzanti;
  • soufflé;
  • zuppe e brodi di carne;
  • vino;
  • bevande alla panna (ad esempio l'albume montato a volte viene utilizzato nel caffè alla panna).

Diagnostica

Succede che una persona allergica reagisce solo all'albume e il tuorlo di un uovo può mangiare tranquillamente. Si tratta di proteine ​​diverse: allergeni presenti nelle proteine ​​e nel tuorlo di un uovo.

Utilizzando la diagnostica molecolare, è possibile determinare con precisione quale sostanza organica (proteina) di un uovo di gallina risponde al corpo e con un alto grado di probabilità di prevedere una reazione allergica.

Spesso ai soggetti allergici viene prescritta una dieta basata solo sui risultati dell'analisi, mentre le reazioni allergiche (sintomi) sono completamente assenti. Secondo me, questo è sbagliato. Per escludere un prodotto dalla dieta, sono necessarie manifestazioni cliniche della reazione ad esso e non un opuscolo con analisi.

Allergia all'albume

La parte più allergenica di un uovo di gallina è considerata proteina, poiché contiene sostanze organiche (proteine) resistenti alle alte temperature. Quando trattati termicamente, mantengono le loro proprietà allergeniche..

Assegna 5 principali uova allergeniche di pollo

  • Ovomukoid Gal d 1 - resistente alle alte temperature. Se sei allergico a questo tipo di proteine, c'è un alto rischio di reazione alle uova crude e trattate termicamente. La sensibilità dell'ovomukoide è un marker di grave allergia all'uovo con un alto rischio di persistenza dei sintomi in età adulta.
  • L'ovalbumina Gal d 2 è una proteina termolabile che si trova in grandi quantità nelle uova; le proprietà allergeniche di questa proteina si perdono sotto l'influenza delle alte temperature. Esiste il rischio di una reazione clinica a un uovo crudo o semicotto e ad alcuni vaccini.
  • Ovotransferrin o conalbumina è una proteina termolabile. Esiste il rischio di reazioni a un uovo crudo o semicotto.
  • Transferrin Gal d 3 - basso rischio di reazione allergica a un uovo crudo o scarsamente trattato termicamente.
  • Lisozima Uovo Gal d 4.
  • Ovomucin.

Allergia ai tuorli d'uovo

Il tuorlo di pollo è un allergene piuttosto debole, quasi 50 volte più debole delle proteine. L'allergia al tuorlo è spesso associata alla sensibilità alla proteina Livetin Gal d 5.

La livetina appartiene alla famiglia di proteine ​​dell'albumina sierica che si trovano nella carne, nel latte dei mammiferi e nel tuorlo di un uovo.

Per aggiornare le informazioni su proteine ​​e fonti di allergeni, consultare l'articolo Decrypt Allergochip.

Se il corpo è sensibile alla violetta, la probabilità di reazioni allergiche a pollo, latte o carne di altri animali è molto alta.

Gal d 5 è una proteina termolabile, cioè perde le sue proprietà allergeniche se esposto a temperature elevate ed enzimi.

Uova di quaglia

Spesso, come misura preventiva, molti medici consigliano alle persone con allergie alle uova di gallina di sostituirle con le quaglie. Le uova di quaglia sono infatti considerate più sane e hanno una composizione ricca..

Tuttavia, le uova di quaglia, come quelle di pollo, contengono albumina sierica (livetina), quindi se una persona allergica è sensibile alla livetina, può verificarsi una reazione allergica alle uova di quaglia.

Buono a sapersi su ALLERGIA ALL'UOVO (eggallergi)

ALLERGIA ALL'UOVO (eggallergi)

Informazioni utili sull'allergia alle uova - Scheda informativa sull'Unione norvegese per l'asma e le allergie

Cos'è l'allergia alle uova??

Una reazione allergica alle uova si verifica perché il corpo risponde a determinati tipi di proteine ​​presenti nelle uova. L'allergia alle uova è una delle più comuni nei bambini piccoli. Alcune persone hanno reazioni forti anche con una quantità molto piccola di uova negli alimenti, mentre altre hanno solo un leggero malessere o la reazione si verifica prima che il numero di uova consumate aumenti. Alcuni reagiscono al contatto con le uova o al vapore e all'olfatto. L'allergia alle uova è più comune nei bambini che negli adulti. Per la maggior parte, l'allergia alle uova scompare con l'età, ma per altri persiste nell'età adulta..

Quali reazioni sono dovute all'allergia all'uovo??

La reazione di una persona allergica che ha consumato un prodotto alimentare contenente uova può variare. Esempi includono feci molli, dolore addominale, un attacco d'asma, esacerbazione di eczema, mancanza di respiro e shock anafilattico.

A cosa reagisce il corpo??

La reazione del corpo è causata dalle proteine ​​contenute nel tuorlo e nelle proteine ​​dell'uovo. Alcuni rispondono più fortemente alle proteine ​​delle uova presenti nelle uova crude (non riscaldate). In alcuni soggetti allergici, una reazione sotto forma di attacco d'asma e / o rinite allergica può essere causata dall'inalazione di fumi durante la frittura o l'ebollizione delle uova. A volte l'odore dei waffle fritti (vapore contenente uova e allergeni del latte) è sufficiente perché si verifichi una reazione.

Come trattare l'allergia alle uova?

Il trattamento per le allergie alimentari è da escludere dalla dieta

prodotti che il corpo non tollera.

Dov'è l'uovo?

Nomi come albume, tuorlo, polvere d'uovo possono indicare il contenuto di uova negli alimenti. A volte sono indicati anche nomi come albumina o lisozimi di uova..

I prodotti che spesso contengono un uovo includono torte, biscotti, condimenti, salse, maionese e insalate che lo contengono, senape, spaghetti, pasta, waffle, pancake, palline di cioccolato al cocco con condimenti, dolci, impanatura e casseruole.

È importante leggere attentamente l'elenco degli ingredienti prima di utilizzare il prodotto. Secondo le "Istruzioni sull'etichettatura dei prodotti lattiero-caseari", tutti i prodotti contenenti uova dovrebbero essere opportunamente etichettati nell'elenco degli ingredienti. Ciò vale anche per i prodotti non confezionati venduti in negozi, ristoranti, mense e altri luoghi..

Alcuni alimenti sono etichettati "Potrebbero essere presenti tracce di prodotti a base di uova". Ciò non significa che siano state aggiunte uova al prodotto, ma particelle di prodotti a base di uova potrebbero penetrarvi durante il processo di fabbricazione. La maggior parte dei soggetti allergici alle uova ha tracce di prodotti a base di uova in un determinato volume e può mangiare cibi con l'etichetta sopra.

Cosa posso mangiare con un'allergia alle uova?

L'uovo è un prodotto ricco di nutrienti, ma non è anche necessario per un modo di mangiare sano. Un'allergia alle uova comporta, innanzitutto, difficoltà pratiche, in quanto comporta una limitazione della scelta di torte, biscotti, semilavorati, ecc. Le uova hanno proprietà importanti per preparare buoni prodotti da forno. Sono un buon legante e migliorano il processo di lievitazione dell'impasto..

Puoi trovare sostituti dell'uovo nei negozi, come No Egg e Egg Replacer, che hanno leganti simili e altre proprietà necessarie per la cottura, ma differiscono nella composizione dei nutrienti. Prima dell'uso, il sostituto dell'uovo viene miscelato con acqua e montato. In molti casi, è possibile ottenere un sostituto buono ed economico per un uovo aumentando la quantità di lievito o bicarbonato di sodio. Un uovo può essere sostituito con un cucchiaio di lievito in polvere. Aggiungendo 1-2 cucchiai di farina di mais puoi ottenere lo stesso colore dorato dell'impasto di quando usi le uova.

Inoltre, la stragrande maggioranza dei dolci a base di pasta lievitata, gelatina, salse al cioccolato, succo congelato, sorbetto, frutta e bacche non contengono elementi a base di uova e sono ottimi dessert e piatti festivi.

Alcuni vaccini, come l'MMR, si basano sull'embrione di pollo. Tali vaccini, di regola, non portano a reazioni allergiche. Altri vaccini, come il vaccino antinfluenzale, possono essere coltivati ​​in modo tale da contenere una quantità sufficiente di proteine ​​dell'uovo. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, il contenuto di proteine ​​dell'uovo sarà così basso che non comporta un aumento del rischio per chi soffre di allergie all'uovo. I vaccini appartenenti a questi gruppi di vaccini possono essere utilizzati nei centri medici, ma si raccomanda la presenza di un medico. Se esiste una storia di shock anafilattici associati a un'allergia all'uovo, o in caso di un improvviso attacco incontrollato di asma, la vaccinazione deve essere effettuata in ospedale.

Buono a sapersi su ALLERGIA ALL'UOVO (eggallergi)

Allergia alle uova e all'albume

La reazione di ipersensibilità si manifesta nel conflitto tra l'antigene e gli anticorpi prodotti contro di esso. In caso di allergia alle uova, l'antigene è più spesso l'albumina - una sostanza contenuta nella proteina e negli anticorpi - immunoglobuline. Perché un organismo normalmente tollera tutti i prodotti a base di uova, mentre l'altro ha un'intolleranza assoluta all'uovo, è ancora un mistero. Tuttavia, questa reazione è molto comune: ogni decimo abitante del pianeta soffre di allergie alle uova di gallina o ai suoi componenti. Non possiamo escludere il fatto che le persone che hanno già ipersensibilità a qualsiasi prodotto vengano automaticamente disposte alla manifestazione di allergie alle uova. Al contrario, un'allergia identificata al tuorlo o alle proteine ​​dell'uovo può provocare intolleranza al pollame, in particolare al pollo.

Va notato che l'allergia al bianco d'uovo si verifica più spesso, poiché l'albumina non si rompe durante il trattamento termico, come accade con la vittilina, una sostanza contenuta nel tuorlo. Pertanto, le uova sode contengono meno allergeni, ma rappresentano comunque un rischio per il paziente..

È importante sapere che alcuni tipi di vaccinazioni, ad esempio contro l'influenza, la febbre gialla, il tifo, vengono coltivati ​​su embrioni di pollo, quindi possono contenere impurità residue di proteine ​​pericolose. Assicurati di informare il tuo medico delle allergie alimentari.!

Poiché le uova sono un prodotto altamente allergenico, l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) non consiglia di introdurle in alimenti complementari per bambini di età inferiore a 7 mesi e, in caso di reazione ad altri prodotti, fino a fino a 9. Inoltre, dovresti iniziare a familiarizzare con questo prodotto con 1/5 di tuorlo bollito, le proteine ​​dovrebbero essere introdotte nella dieta non prima di un anno. Si scopre spesso che un bambino ha una tale ipersensibilità al prodotto solo in tenera età e nel tempo passa da solo.

L'allergia alle uova in un adulto è per la vita, i farmaci aiutano solo ad alleviare i sintomi acuti. La cosa principale in questo caso è una dieta rigorosa, che consiste nel rifiuto completo di tutti i prodotti contenenti uova e i suoi componenti.

  • eruzione cutanea in qualsiasi parte del corpo, croste bagnate (eczema);
  • rigonfiamento
  • prurito intollerabile;
  • dermatite (orticaria).

Dal sistema respiratorio:

  • congestione nasale, rinite;
  • gonfiore delle mucose della gola e del naso, respiro corto;
  • tosse grave, starnuti;
  • dispnea;
  • angioedema (edema di Quincke).

Manifestazioni gastrointestinali:

  • nausea;
  • rilassamento delle feci;
  • flatulenza, gonfiore;
  • mal di stomaco.

Manifestazioni del sistema nervoso:

  • depressione della coscienza, mal di testa;
  • spasmi
  • tremore alle mani.

Il pericolo di shock anafilattico

Di tutti i suddetti sintomi di allergia all'uovo, i più pericolosi sono l'edema di Quincke e lo shock anafilattico. Queste sono condizioni gravi in ​​cui i processi patologici nel corpo si sviluppano bruscamente, richiedendo cure mediche immediate per evitare un possibile esito fatale. Lo shock anafilattico può essere riconosciuto da segni come:

  • sensazione di calore, mal di testa, depressione della coscienza;
  • un forte calo della pressione sanguigna, polso debole;
  • dolore sternale;
  • spasmi
  • incontinenza urinaria;
  • paura della morte.

L'edema di Quincke è caratterizzato da una rapida diffusione del gonfiore dei tessuti, manifestato principalmente sul viso: le labbra, le palpebre, le guance e le mucose della cavità orale sono interessate. La categoria di sintomi pericolosi di allergie è attribuita al possibile gonfiore della laringe (nel 30% dei casi), che può provocare soffocamento, in assenza di terapia immediata.

Diagnostica

Per riconoscere qualsiasi allergia, è necessario innanzitutto stabilire una connessione tra un determinato prodotto e la successiva reazione ad esso. Per identificare le allergie alle uova di gallina, in tali casi vengono eseguite le solite procedure: esame del paziente, risoluzione dei reclami, determinazione della gravità della malattia, raccolta di un'anamnesi e risultati degli esami di laboratorio (esame del sangue per immunoglobuline, esami della pelle, ecc.) Il medico raccomanda di tenere un diario alimentare.

Trattamento

Il trattamento dell'allergia alle uova è apparentemente semplice: l'esclusione del contatto con l'antigene. Tuttavia, in realtà, questo significa rinunciare a quasi tutti i tipi di piatti familiari. Oltre a interrompere l'uso di piatti a base di uova di gallina (frittata, frittelle, maionese, cottura al forno, insalate, pasta, ecc.), La "lista proibita" comprende alimenti contenenti:

  • lecitina;
  • ovoalbumin;
  • viso;
  • polvere d'uovo, proteine, tuorlo;
  • Wittilin;
  • globulina;
  • coagulanti;
  • emulsionanti;
  • addensanti.

Ma può esserci un'allergia ad altre uova? Dopotutto, la quaglia è un consiglio frequente come alternativa. Tuttavia, contengono anche albumina. Eppure, un'allergia alle uova di quaglia non è così comune e quindi puoi provare un tale rimpiazzo. Devi iniziare con ¼ di testicolo al giorno, monitorando attentamente le tue condizioni. Ma non più di 2 pezzi al giorno! Le uova di quaglia con allergie possono essere una vera salvezza, in assenza di sensibilità ai loro componenti. Una reazione negativa a loro può provocare disturbi endocrini, diabete mellito, malattie croniche degli organi interni.

I farmaci sono prescritti solo per eliminare i sintomi delle allergie. Degli antistaminici utilizzati nel trattamento:

Come assorbenti:

  • Enterosgel;
  • Polysorb;
  • Carbone attivo;
  • Smecta.

Per uso esterno:

  • Advantan;
  • Sinaflan;
  • Unguento all'idrocortisone;
  • Lokoid.

Etnoscienza

È noto che la medicina tradizionale o tradizionale lavora con le erbe. Tuttavia, tale trattamento mira solo ad alleviare i sintomi e la prevenzione; non può garantire una cura per le allergie.

Le ricette sono principalmente per eliminare le manifestazioni cutanee di allergie, ma ci sono consigli generali:

  1. Infuso da una serie in tre parti: 10 g di materie prime per 1 cucchiaio. acqua bollente, tenere a bagnomaria per 15 minuti, lasciare fermentare per 1 ora, spremere, raffreddare. Ricezione: ¼ di tazza tre volte al giorno
  2. Origano, una stringa, radice di liquirizia, erba di San Giovanni e calamo sono mescolati in parti uguali, 1 cucchiaio di composizione ha 1 cucchiaio. acqua bollente. Il prodotto languisce a bagnomaria per 15 minuti, quindi viene filtrato e raffreddato. Prendi 1 cucchiaio. l tre volte al giorno prima dei pasti.
  3. Calendula, radice di liquirizia, immortelle, bardana e una successione si mescolano in parti uguali. L'istruzione è la stessa.
  4. Origano, una stringa, radici di valeriana, violette tricolori si mescolano. L'istruzione è la stessa.

Con la manifestazione di una reazione allergica alle uova sulla pelle, il trattamento a base di erbe si verifica a causa dell'adozione di bagni curativi. Per questi scopi, è bene usare foglie di menta e ortica, uno spago, celidonia, calamo, elecampane, valeriana, radice di bardana, corteccia di quercia. Ricetta: per 5 l di acqua bollente, prendere circa 200 g di una miscela di erbe, lasciarla raccogliere per circa un'ora, posizionare la soluzione in un bagno caldo (33-38 gradi). Prendi la procedura per non più di 20 minuti.

Allergia alle uova

Tutto il contenuto di iLive è monitorato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibili con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

L'allergia alle uova è abbastanza comune e può verificarsi praticamente a qualsiasi età. Gli allergeni contenuti nelle uova sono in grado di provocare reazioni allergiche di varia intensità. I più aggressivi sono ovomukoid e ovalbumina, meno allergenici sono i lisozimi e la conalbumina.

Molto più spesso e più intensamente, l'allergia si manifesta sulle proteine ​​di un uovo crudo, anche se può anche essere abbastanza forte con le uova sode. Va notato che un'allergia alle uova può essere combinata con un'allergia alla carne di pollo, che è associata alla presenza di proteine ​​in essa. L'allergia alle uova può verificarsi quando si mangiano non solo uova di gallina, ma anche tacchino, oca, anatra, ecc. Di norma, tale allergia procede senza complicazioni, in casi estremamente rari può causare shock anafilattico. Alle persone che soffrono di questa forma di allergia è vietato mangiare uova e prodotti contenenti i loro derivati..

Allergia all'uovo di pollo

L'allergia all'uovo di pollo è spesso causata da ovalbumina e ovomucoid, meno comunemente conalbumina e lisozima. Allo stesso tempo, l'ovomucoid ha anche resistenza al trattamento termico, a seguito del quale può verificarsi una reazione allergica sia su un uovo crudo che su un uovo cotto. L'allergia alle uova di gallina è molto spesso accompagnata da intolleranza alla carne di pollo. Anche il tuorlo d'uovo di pollo può causare allergie, ma la frequenza delle reazioni allergiche è circa la metà di quella delle proteine. Inoltre, durante il trattamento termico, l'allergene principale alla vitellina - la vitellina - viene neutralizzato. Le uova di gallina hanno un ambito abbastanza ampio nella produzione di vari prodotti alimentari (salsicce, salsicce, maionese, pasta, ecc.), Motivo per cui i pazienti che soffrono di questo tipo di allergia devono prestare particolare attenzione nella scelta dei prodotti e leggere attentamente la loro composizione prima dell'uso, per evitare che qualsiasi forma di uova venga ingerita.

Allergia all'uovo negli adulti

L'allergia alle uova è molto meno comune negli adulti che nei bambini, di norma, quando il loro consumo è eccessivo, con conseguente rilascio di istamine nel corpo e disturbi del funzionamento dell'apparato respiratorio, digestivo, cardiovascolare, nonché una reazione allergica cutanea. Il corpo inizia a prudere, compaiono macchie rosse, gonfiore. Se la causa dell'allergia alle uova negli adulti è il loro consumo eccessivo, è necessario ridurre drasticamente il loro numero nella dieta o limitarlo completamente.

Come si manifesta l'allergia alle uova?

Per capire come si manifesta l'allergia alle uova, è necessario conoscerne i principali sintomi. Innanzitutto, si tratta di una reazione allergica cutanea: eruzioni cutanee rosse, prurito, gonfiore, eczema, arrossamento della mucosa orale. Una reazione negativa con un'allergia alle uova può verificarsi anche dalla digestione, dai sistemi respiratorio e cardiovascolare. Oltre alle eruzioni cutanee, un paziente può manifestare diarrea, nausea, rinite, lacrimazione, tosse sibilante, le palpebre possono diventare rosse e il mal di testa può anche unirsi.

Sintomi di allergia all'uovo

I primi sintomi di allergia all'uovo possono verificarsi anche durante l'infanzia. Le manifestazioni di allergie possono essere le seguenti: eruzioni cutanee caotiche di colore rosso, sensazione di irritazione dolorosa della pelle, eczema, gonfiore e arrossamento sulla mucosa della cavità orale, disturbi digestivi, tra cui dolore addominale, diarrea, nausea e vomito. Da parte del sistema respiratorio, possono verificarsi anche arrossamento delle palpebre, lacrimazione, starnuti, passaggi nasali, tosse, respiro sibilante nel torace, ecc. E può verificarsi anche mal di testa..

Cosa fare se il bambino è allergico alle uova?

Nei bambini, l'allergia alle uova è una delle più comuni. Se il bambino è allergico alle uova, ciò significa che il sistema immunitario rifiuta le proteine ​​e produce una risposta accompagnata dal rilascio di istamine, causando in tal modo la disfunzione di alcuni sistemi del corpo e colpendo la pelle. Va notato che può verificarsi una reazione allergica al tuorlo. Per la prima volta, l'allergia alle uova può verificarsi in giovane età. Se il bambino è allergico alle uova, non dovrebbero essere mangiate, si dovrebbe anche scartare tutti i prodotti in cui sono presenti in una forma o nell'altra.

Dieta allergica alle uova

Una dieta con allergia alle uova implica principalmente la loro esclusione dalla dieta. Le persone allergiche alle uova dovrebbero tenere conto del fatto che le uova fanno parte di un'ampia varietà di prodotti e questo non è sempre indicato sulla confezione. Ad esempio, le uova vengono utilizzate nella produzione di pasta, salsicce e alcuni prodotti da forno, anche se potrebbero non essere indicate sull'etichetta del prodotto. Anche i prodotti contenenti uova più comuni sono i seguenti: maionese, salsicce, gelati, pasticceria, vari semilavorati, bastoncini di granchio, ecc. Quando si studia la composizione del prodotto, si deve tenere presente che contiene uova se sull'etichetta sono indicati componenti quali albumina, lecitina, addensante, coagulante, albume d'uovo, tuorlo d'uovo, emulsionante, lisozima, ovoglobina, globulina, polvere d'uovo. Per fare a meno delle uova quando si cucina a casa, è possibile utilizzare la loro controparte, diluendo, ad esempio, un cucchiaio di lievito con un quarto di bicchiere d'acqua o aggiungendo un cucchiaio di purea di banana o albicocca al piatto preparato. Puoi anche usare la gelatina per sostituire le uova durante la cottura, sciogliendo un pacchetto in due cucchiai di acqua calda. L'acqua con olio vegetale e soda (circa 1-1,5 cucchiai) può anche sostituire un uovo durante la cottura. Una dieta allergia alle uova può consistere nei seguenti alimenti e alimenti:

  • Zuppe di manzo o di maiale (pollo escluso).
  • Patate, cavoli e altre verdure.
  • Frutta.
  • Porridge di vari cereali.
  • Cottura domestica senza uova.
  • Burro di latte.

In totale, una dieta per l'allergia alle uova può includere vari cibi e piatti, soprattutto, che non contengono uova e loro derivati ​​nella loro composizione. Inoltre sono esclusi dalla dieta pollo e brodo.

Guscio d'uovo allergico

I gusci d'uovo dalle allergie possono avere un effetto piuttosto buono. Per preparare la polvere di conchiglia, è preferibile usare le uova con un guscio bianco. Prima di iniziare la cottura, il guscio deve essere accuratamente lavato con sapone, quindi il contenuto deve essere rimosso da esso e quindi di nuovo accuratamente lavato ed asciugato. Puoi macinare il guscio preparato con l'aiuto di uno spintore o un macinacaffè. Va tenuto presente che durante il trattamento termico il guscio sarà molto più difficile da digerire. La stretta aderenza ai dosaggi è estremamente importante quando si usano conchiglie, specialmente nei bambini piccoli. Ai bambini dai sei mesi a un anno viene dato un piccolo pizzico che può stare sul bordo di un coltello. Per i bambini da un anno, il servizio del guscio è raddoppiato, il dosaggio per i bambini dai cinque ai sette anni è mezzo cucchiaino. Prima dell'uso, si consiglia di aggiungere alcune gocce di succo di limone fresco al guscio per un migliore assorbimento da parte dell'organismo. I gusci d'uovo per le allergie richiedono dai due ai tre mesi o più. Il dosaggio massimo per gli adulti è di un cucchiaino al giorno. L'acqua in cui sono state bollite le uova o le uova deposte per 24 ore può anche essere utilizzata per scopi medicinali - per applicare applicazioni per eruzioni allergiche. Prima di usare il guscio d'uovo per scopi medicinali, non dimenticare che le uova devono essere fresche e il guscio deve essere lavato bene. Il guscio pre-preparato deve essere lasciato in un luogo buio prima dell'uso a temperatura ambiente normale. Il guscio viene solitamente assunto per via orale, indipendentemente dall'assunzione di cibo. L'uso di gusci d'uovo è possibile anche per le persone che hanno una reazione allergica alle uova, poiché di per sé non è un allergene.

Uova di quaglia per allergie

Le uova di quaglia da allergie possono essere utilizzate da adulti e bambini, poiché sono considerate un prodotto ipoallergenico, sono ben assorbite dal corpo, sono una fonte di molti oligoelementi e, pertanto, possono essere raccomandate per l'uso come dieta in varie reazioni allergiche, nonché per uso quotidiano. Le uova di quaglia saturano il corpo con molti minerali. L'uso di gusci d'uovo di quaglia per le allergie aiuta a ridurre i sintomi della malattia e ha un effetto positivo sul suo decorso se il paziente non è allergico a questo prodotto. Le uova di quaglia dovrebbero essere prese a stomaco vuoto mezz'ora prima di mangiare, lavate con acqua o succo naturale. A scopo profilattico, si consiglia di consumare le uova di quaglia nelle seguenti quantità: per bambini di età compresa tra uno e tre anni, una o due uova al giorno, da tre a otto anni - da due a tre uova, da otto a dodici - da tre a quattro uova, per i bambini oltre dodici, e anche gli adulti - da quattro a sei uova al giorno. Le uova di quaglia per le allergie vengono consumate in forma salata, lavate con acqua calda. Se la reazione allergica del bambino si manifesta sotto forma di diatesi, puoi usare il seguente rimedio: prendi un limone, lavalo bene, spremi un po 'di succo in un cucchiaio. Schiaccia il guscio d'uovo di quaglia essiccato in un mortaio e aggiungi alcune gocce di succo di limone. Dare la miscela risultante al bambino in piccole porzioni, a seconda dell'età, più volte al giorno.

Trattamento di allergia all'uovo

Il trattamento dell'allergia all'uovo è sintomatico, poiché è impossibile influenzare la causa della malattia. Come trattamento principale, è necessario escludere dalla dieta uova e prodotti che contengono albume, tuorlo, polvere e altri elementi presenti nelle uova. Nel trattamento delle allergie all'uovo, è possibile utilizzare antistaminici per alleviare i sintomi di allergia. Le uova di quaglia possono essere utilizzate come analogo del pollo o di altri che causano allergie. Per le allergie alle uova, è anche possibile trattare i gusci d'uovo, che vengono schiacciati e assunti per via orale in una quantità corrispondente all'età del paziente. Per i bambini più piccoli, ad esempio, questo è un piccolo pizzico. Prima dell'uso, il guscio d'uovo viene accuratamente pulito con un detergente per alimenti. Tuttavia, senza prima consultare un medico, non è consigliabile utilizzare alcun mezzo per le allergie. Un allergologo eseguirà prima i test allergici e stabilirà un allergene, dopo di che prescriverà una terapia competente, che include anche una dieta terapeutica.

Allergia alle uova

L'uovo di gallina è nei pericolosi otto (90% dei casi) allergeni alimentari per bambini e occupa il secondo posto "onorevole". L'allergia alle uova di gallina è molto diffusa, soprattutto nella prima infanzia. Allergia alle uova negli adulti - un fenomeno più raro.

Cause di una reazione allergica a un uovo

Circa 20 proteine ​​contengono un uovo di gallina. La formazione di una reazione allergica può causare ciascuno di essi. Ma 4 sono considerati altamente allergenici: ovalbumina, ovomucoid, ovomucin e ovotransferin. Queste sono glicoproteine ​​solubili in acqua (proteine ​​bicomponenti). L'albumina ovale (albumina d'uovo) è la base dell'albume.

I prodotti allergenici dipendono da molti fattori. La maggior parte delle proteine ​​durante il trattamento termico cambia la loro struttura spaziale. Di conseguenza, il potenziale allergenico del prodotto alimentare è significativamente ridotto. Le proteine ​​dell'uovo sono termostabili - non cambiano la loro struttura con l'aumentare della temperatura.

Sono resistenti agli acidi organici, alla degradazione e alla digestione. Soprattutto un ovomucoid. Questo spiega la prevalenza di questo tipo di risposta immunitaria del corpo, come allergia alle proteine ​​delle uova di gallina. Avendo un'alta risorsa allergenica, le proteine ​​dell'uovo praticamente non la riducono durante la cottura e quando ingerite.

L'allergia alle proteine ​​dell'uovo è molto più comune rispetto al tuorlo. Si ritiene che la risposta immunitaria non si presenti sul tuorlo, ma sui resti delle proteine, poiché la completa separazione delle parti dell'uovo durante la cottura è piuttosto problematica.

Con l'intolleranza alle proteine ​​del pollo, la domanda logica è se può esserci un'allergia alle uova di quaglia. Questo è un prezioso prodotto dietetico. Le quaglie non soffrono di salmonellosi. La resistenza alle malattie infettive consente di mantenere gli uccelli senza ricorrere alla vaccinazione.

L'allergia alle uova di quaglia si verifica molto meno frequentemente. Tuttavia, sono state osservate reazioni crociate tra le proteine ​​di tutte le specie di uccelli. La maggior parte dei bambini allergici alle proteine ​​delle uova di gallina trasportano uova di quaglia e carne di pollo. A un'età più matura, inizia a svilupparsi una maggiore sensibilità alla carne di pollo..

Un ruolo importante nello sviluppo dell'allergia all'uovo in un adulto è giocato dai cosiddetti fattori associati: farmaci, infezioni concomitanti, presenza di alcol nel sangue. In particolare, l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (acido acetilsalicilico, ibuprofene, diclofenac) aumenta il rischio di sviluppare una reazione immediata tra i pazienti con anafilassi di origine alimentare.

Segni clinici della malattia

Sintomi clinici di allergie alimentari:

  • Reazione locale lieve: prurito al palato e alla lingua, lacrimazione, starnuti, abbondante scarica dal naso.
  • Dermatite allergica cutanea: orticaria, dermatite atopica, edema di Quincke.
  • Reazioni gastrointestinali (infiammazione del tratto gastrointestinale).
  • Gravi reazioni sistemiche.
  • Anafilassi.

È generalmente accettato che le allergie alimentari colpiscono più comunemente il tratto gastrointestinale, la pelle e il tratto respiratorio. Queste manifestazioni sono generalmente attribuite a segni evidenti. Spesso altri organi e sistemi diventano "shock" per lo sviluppo dell'infiammazione allergica: cardiovascolare, nervosa, ematopoietica, urinaria, articolare.

Con l'infiammazione del tratto gastrointestinale, il danno si verifica a qualsiasi livello. Pertanto, le varianti cliniche delle lesioni sono molto diverse: dalle forme più lievi a quelle più gravi. Questo può essere nausea, perdita di appetito, vomito, forte dolore addominale, flatulenza, sangue occulto nelle feci, feci molli con scarico di muco vitreo, diarrea, costipazione e altri disturbi.

La dermatite atopica colpisce spesso i bambini. Il decorso della malattia dipende dall'età, dai livelli ormonali e dalle caratteristiche della risposta immunitaria. Si distinguono le seguenti forme cliniche della malattia:

  • Nei bambini piccoli con lievi manifestazioni iniziali: arrossamento grave, piccoli noduli, pelle secca e squamosa. Eruzioni cutanee fortemente pruriginose sono localizzate sulle curve del gomito, sul dorso delle mani, sulle superfici posterolaterali del collo e nella fossa poplitea.
  • Negli adulti: grave arrossamento della pelle, sui fuochi infiammati - grandi noduli coperti di squame, gonfiore. I focolai infiammati sono localizzati sulla pelle del collo, parte superiore del torace e della schiena, gomito e pieghe poplitea, mani e piedi. Il forte prurito porta a un'infezione secondaria.
  • Focolai limitati di lesioni cutanee principalmente nell'area delle mani con presenza di numerosi noduli, croste secche, crepe e desquamazione.

Il sintomo principale dell'orticaria è la formazione di vesciche a causa dell'edema locale del derma papillare a causa di un aumento sviluppato della permeabilità vascolare. Nel 50% dei casi, l'orticaria è accompagnata da angioedema, che è un edema degli strati più profondi della pelle.

Le proteine ​​delle uova di gallina con quasi la stessa frequenza sono la causa dello sviluppo dei sintomi di tutte le manifestazioni cliniche. Le proteine ​​dell'uovo sono spesso responsabili dello sviluppo di orticaria ed eczema e in alcuni casi di anafilassi.

Trattamento delle allergie alimentari

In caso di ingestione accidentale di un prodotto pericoloso, il paziente deve essere costretto a strappare il cibo mangiato, facendo attenzione, quindi sciacquarsi la bocca. Se si verificano sintomi di una reazione allergica agli occhi, sciacquare immediatamente gli occhi e instillare gocce di antistaminici. Secondo la testimonianza, il medico prescrive i farmaci necessari. Se i sintomi si intensificano o diversi organi sono coinvolti nella reazione, viene urgentemente chiamato un team di ambulanze.

Per il trattamento della malattia da lieve a moderata, è indicato l'uso di antistaminici. Fenistil sotto forma di gocce può essere assunto per i bambini dal primo mese di vita. Come sollievo di una reazione allergica acuta, si raccomanda la forma attiva di cetirizina, levocetirizina. Il farmaco viene rapidamente assorbito. Il suo effetto si osserva già 12 minuti dopo l'assunzione di una singola dose. Il medicinale è indicato per bambini da due anni.

Un aspetto importante del trattamento è insegnare ai pazienti e alle loro famiglie i primi sintomi della malattia e le regole per fermarli. Per fare questo, è importante avere un piano di emergenza con te. Dovrebbe contenere una descrizione dei sintomi di reazioni lievi, moderate e gravi, nonché la sequenza del loro trattamento..

Il corso delle allergie alimentari cambia con l'età. La terapia include anche il monitoraggio dello sviluppo di tolleranza (tolleranza) o il rilevamento di nuovi allergeni. L'esame dei bambini di età inferiore ai 5 anni viene praticato ogni 12-18 mesi.

Dieta allergica all'uovo

Indipendentemente da come si manifesta un'allergia all'uovo, l'approccio principale alla terapia è l'esclusione di un prodotto allergenico, la nomina di una dieta di eliminazione (esclusiva) per il paziente. Questa è la strategia terapeutica più sicura..

Le uova vengono utilizzate nella preparazione di frittate, marshmallow, prodotti da forno, maionese, salse, salsicce e salsicce. Alcuni prodotti finiti contengono un uovo come materiale “adesivo”: condimenti per insalata, alcune varietà di gelato e yogurt, torrone, sorbetto.

Nei prodotti finiti, la composizione completa non è sempre dichiarata. Ad esempio, in zuppe, vini, succhi di frutta, brodi. Nel cioccolato, il contenuto di uova fino al 5% secondo gli standard può essere omesso.

I pazienti si trovano ad affrontare un pericolo come la contaminazione degli alimenti da piatti comuni (attrezzature), che viene utilizzato per cucinare. Quando è necessaria la risposta immunitaria alle uova negli adulti, fare attenzione nei luoghi di ristorazione.

Gli albumi vengono spesso utilizzati nella produzione non solo di alimenti, ma anche:

  • in shampoo;
  • in compresse con lisozima per la gola, preparati di interferone leucocitario; alcuni medicinali includono l'ovalbumina (a volte sotto forma di ferrimanitoli di albumina).
  • nei vaccini per influenza, morbillo-rosolia-parotite, febbre gialla, rabbia, epatite A.

Le seguenti designazioni della composizione del prodotto possono indicare che contiene componenti dell'uovo: albumina, globulina, lisozima, lecitina (E 322), livetina, ovomucina, ovomukoide, vitellina, ovalbumina; stabilizzatori, emulsionanti.

I sostituti dell'uovo sono spesso necessari quando si cucinano alimenti che richiedono un componente legante. In questo caso, puoi consigliare:

  • decotto di semi di lino (1 cucchiaio per 1 bicchiere d'acqua);
  • farina di soia, cagliata di fagioli;
  • soluzione di gelatina alimentare;
  • fecola di patate;
  • Farina di tapioca.

Osservazioni cliniche mediche hanno dimostrato che con i sintomi dell'allergia all'uovo, il corpo può rispondere ai prodotti di soia e al lievito. Si consiglia di escluderli dalla dieta al fine di escludere complicazioni della malattia.

Se viene rilevata un'allergia alle proteine ​​dell'uovo in un bambino, con una dieta limitata, è importante monitorare il suo peso corporeo e l'altezza. Se il bambino non ha una risposta a pesce, noci, pollame, non dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Questo approccio impedisce lo sviluppo di allergie in futuro e questi prodotti serviranno come ricca fonte di proteine ​​ed energia..

Allergia alle uova: come conviverci

L'allergia alle uova è uno dei tipi più fastidiosi di allergie alimentari, causando gravi disagi al paziente. Per evitare attacchi, una persona deve escludere dalla dieta non solo le uova stesse, ma anche tutti i piatti preparati con il loro uso. In questo articolo, esamineremo i sintomi di una malattia e i metodi per sbarazzarsene.

Allergia all'uovo - Descrizione

L'allergia alimentare fa sì che una persona limiti costantemente la propria dieta. Il paziente ha intolleranza cronica a determinati prodotti, che è associata all'iperattività del sistema immunitario. Oggi ci sono molte forme di allergia alimentare e l'allergia alle uova è una delle più pericolose. La patologia richiede una dieta rigorosa, poiché si verificano manifestazioni allergiche quando si mangiano non solo le uova direttamente, ma anche eventuali piatti con il loro contenuto. Nelle malattie gravi, il processo infiammatorio inizia anche con il contatto della pelle con il prodotto. In tali casi, la persona è limitata nella scelta dei prodotti per l'igiene e dei prodotti cosmetici, poiché l'albume fa spesso parte dei prodotti chimici domestici.

Il meccanismo di sviluppo del processo allergico è posto nel sistema immunitario. Normalmente, il corpo dovrebbe facilmente assorbire le proteine, che sono ricche di uova. Un'allergia si verifica quando gli antigeni vengono prodotti attivamente quando una proteina entra nel flusso sanguigno. Il sistema immunitario percepisce erroneamente la componente benefica come sostanza dannosa, in questo modo cerca di neutralizzarla. Gli antigeni, combinati con gli allergeni, attivano l'enzima responsabile della produzione di istamina. L'istamina viene rilasciata nel flusso sanguigno, che porta allo sviluppo di una reazione allergica.

Le ragioni

La base di qualsiasi reazione allergica è la risposta immunitaria all'ingestione di proteine. L'uovo di gallina contiene 5 proteine ​​principali che possono provocare reazioni IgE-dipendenti:

  • Ovomukoid Gal d 1 - il principale allergene di un uovo di gallina, resistente al riscaldamento fino a 100 gradi per un'ora e all'azione degli enzimi digestivi, è nel bianco d'uovo; passa nel latte materno e può essere presente nella polvere domestica.
  • Ovalbumina Gal d 2 - proteina termolabile, perde parte delle sue proprietà allergeniche dopo il trattamento termico, è nelle proteine ​​dell'uovo; le sue molecole sono in grado di penetrare nella placenta e nel latte materno e interagire con il sistema immunitario del bambino.
  • Ovotransferrin Gal d 3 - proteina termolabile, perde parte delle sue proprietà allergeniche durante il trattamento termico e durante la digestione; presente nelle proteine ​​delle uova, nel tuorlo e nel plasma, ha una cross-reattività parziale con le proteine ​​del siero di pollo.
  • Lysozyme Gal d 4 - instabile al trattamento termico, situato nel bianco d'uovo.
  • Alpha-Livetin Gal d 5 - situato nel tuorlo d'uovo.

A causa della termolabilità di alcune proteine, alcuni pazienti possono avere uova sode se hanno una reazione allergica alle proteine ​​del pollo.

Se sei allergico alle proteine ​​delle uova di gallina, può verificarsi una reazione crociata alle proteine ​​delle uova di altri uccelli (tacchino, anatra, oca, quaglia), siero di pollo e carne, possono verificarsi reazioni a piume e lanugine di uccelli. L'uovo di quaglia, sebbene sia considerato meno allergenico del pollo, contiene meno ovomukoid.

Sintomi

I sintomi dell'allergia all'uovo si verificano dopo il contatto con un allergene. Possono variare in modo significativo e includere:

  • Le eruzioni cutanee, inclusa un'eruzione cutanea come l'orticaria, sono le reazioni allergiche all'uovo più comuni
  • Congestione nasale, naso che cola e starnuti (rinite allergica)
  • Sintomi digestivi come dolore addominale spastico, nausea e vomito
  • Sintomi di asma come tosse, respiro sibilante nei polmoni, senso di oppressione al petto o mancanza di respiro

Una grave reazione allergica può portare all'anafilassi. Questa è una grave condizione pericolosa per la vita in cui sono richieste adrenalina di emergenza e ricovero in ospedale. I sintomi dell'anafilassi includono:

  • Restringimento delle vie aeree, gonfiore della faringe, sensazione di un nodo alla gola, difficoltà respiratoria
  • Dolore addominale spastico
  • Cardiopalmus
  • Lo shock con un pronunciato calo della pressione sanguigna avvertiva vertigini, disturbi o perdita di coscienza

Se tuo figlio ha una reazione allergica alle uova, non importa se sia facile o difficile, discuterne con il medico. La gravità di una reazione allergica alle uova può variare, quindi anche se la reazione è stata lieve l'ultima volta, potrebbe essere più grave dopo..

Se il medico ritiene che tu o il tuo bambino sia ad alto rischio di sviluppare una reazione anafilattica, può scriverti una prescrizione per un autoiniettore con adrenalina, un dispositivo di adrenalina di emergenza che porterai con te in caso di anafilassi.

Trattamento di allergia all'uovo

Succede che una persona allergica reagisce solo all'albume e il tuorlo di un uovo può mangiare tranquillamente. Si tratta di proteine ​​diverse: allergeni presenti nelle proteine ​​e nel tuorlo di un uovo.

Utilizzando la diagnostica molecolare, è possibile determinare con precisione quale sostanza organica (proteina) di un uovo di gallina risponde al corpo e con un alto grado di probabilità di prevedere una reazione allergica.

Spesso ai soggetti allergici viene prescritta una dieta basata solo sui risultati dell'analisi, mentre le reazioni allergiche (sintomi) sono completamente assenti. Secondo me, questo è sbagliato. Per escludere un prodotto dalla dieta, sono necessarie manifestazioni cliniche della reazione ad esso e non un opuscolo con analisi.

Trattamento

Il successo del trattamento richiede un rifiuto completo o parziale di mangiare un uovo. Senza questo serio e per molti passi difficili, non un singolo farmaco aiuterà.

Allo stesso tempo, dovrai rifiutare non solo l'uovo stesso, ma anche i prodotti che potrebbero contenerlo, ad esempio prodotti da forno, gelati, maionese, pasta.

Non acquistare prodotti contenenti:

I medici possono prescrivere Tavegil, Suprastin, Claritin e iniezioni endovenose per ridurre i sintomi..

I bambini con una tale malattia richiedono un approccio individuale alla vaccinazione, poiché molti vaccini contengono una piccola miscela di proteine ​​dell'uovo. Un tale vaccino somministrato a un bambino può portare a gravi e pericolose conseguenze per la salute, inclusa la morte.

Pertanto, per un trattamento efficace, è necessario un approccio integrato con controllo nutrizionale, ad eccezione dell'allergene e l'uso di farmaci prescritti dal medico.

Prodotti proibiti

Sfortunatamente, un'allergia alle uova, come molte altre, non viene curata. Puoi indebolirlo solo rimuovendolo, così come tutti i prodotti nella preparazione di cui sono stati utilizzati, dalla dieta.

Candidati per servire: maionese, salsa tartara, miscele da forno, gelati, cereali per la colazione, cialde, soufflé, pasta, spaghetti, pasta, farina e persino salsicce, polpettone e salsicce, poiché le uova possono anche essere utilizzate per la loro preparazione. Vale la pena prestare attenzione all'etichetta e sapere quali ingredienti contengono le uova: albumina, lisozima, coagulante, addensante, emulsionante, vitellina, globulina e altri.

Una caratteristica dell'allergia alle uova è il fatto che a volte comporta un'allergia alla carne di pollo e alle uova di altri uccelli. Questo si chiama allergia crociata..

Fatto interessante. Le persone con allergie alle uova non devono essere vaccinate contro influenza, tifo, encefalite da zecche. Il fatto è che i vaccini vengono coltivati ​​su embrioni di pollo, quindi possono essere pericolosi per le persone con allergie alle uova..

I principali sintomi dell'allergia alle uova e come affrontarla

Non tutti sanno se potrebbe esserci un'allergia alle uova. In alcune persone, può portare a shock anafilattico ed edema di Quincke. È difficile curare la malattia, puoi solo prevenire le esacerbazioni prendendo antistaminici e dieta.

Reazione allergica alle uova

Le uova sono un prodotto animale molto consumato e altamente nutriente e un potenziale allergene. Contiene proteine ​​e tuorlo. La causa più comune di una reazione allergica è la proteina. L'intolleranza al tuorlo è meno comune. Le reazioni allergiche si verificano negli adulti e nei bambini che usano le uova..

La prevalenza di questa patologia tra la popolazione raggiunge il 10%.

I più allergenici per l'uomo sono l'ovomukoide e l'ovalbumina. Meno comunemente, una risposta immunitaria patologica è causata da lisozima e conalbumine. Lo sviluppo di una reazione allergica è dovuto alla maggiore sensibilità del sistema immunitario a sostanze estranee. Nelle persone sane, i componenti delle uova non causano una risposta patologica.

Nelle persone allergiche, gli anticorpi (immunoglobuline) vengono prodotti quando un irritante entra nel corpo. Si accumulano nei tessuti e formano complessi con antigene. La re-penetrazione della sostanza stimola una risposta immunitaria patologica, a seguito della quale vengono attivati ​​il ​​montante e altre cellule. Ciò porta allo sviluppo di mediatori infiammatori (istamina). In risposta a ciò, si verificano un'eruzione cutanea, gonfiore e altri sintomi..

Fattori di rischio allergico

L'allergia alle uova nei bambini si sviluppa più spesso tra i 5-12 anni. Nei paesi sviluppati, la prevalenza di questa patologia è molto più elevata. I fattori di rischio per lo sviluppo di allergie alimentari sono:

  • eredità gravata;
  • fumatori;
  • inalazione di aria inquinata;
  • la presenza di asma;
  • una storia di dermatite atopica;
  • malattie infettive;
  • basso status socioeconomico;
  • malattie croniche;
  • un brusco cambiamento nella natura della nutrizione.

Un corso sfavorevole di gravidanza e parto ha un grande effetto sul bambino. I fattori di rischio sono:

  • madre fumante;
  • cattiva alimentazione;
  • lavoro prolungato;
  • tossicosi;
  • alimentazione artificiale.

Molto spesso, si verifica un'allergia alle uova di gallina, poiché questo prodotto viene utilizzato più spesso. Le uova di quaglia hanno molte meno probabilità di essere irritanti..

Sintomi cutanei della malattia

Devi sapere non solo cosa provoca l'allergia, ma anche come procede. La malattia può manifestarsi come sintomi cutanei. Più spesso sviluppato:

  • orticaria;
  • Edema di Quincke;
  • dermatite atopica.

Le proteine ​​nelle uova possono causare infiammazione della pelle nei bambini. Si sviluppa dermatite atopica.

Questa patologia è rara nei bambini di età superiore ai 14 anni. I bambini in età prescolare sono colpiti principalmente.

Le seguenti manifestazioni cliniche sono caratteristiche della dermatite atopica:

  • pelle secca;
  • prurito
  • eruzioni cutanee;
  • infiammazione della mucosa orale;
  • desquamazione delle palpebre;
  • pallore della pelle del viso;
  • sopracciglia diradate;
  • approfondimento della piega;
  • la perdita di capelli;
  • gonfiore dei piedi;
  • cambio unghie.

Un'allergia alle uova in un bambino nella fase acuta è caratterizzata da eruzioni nodulari o chiazzate di colore rosso. Ulteriori sintomi includono gonfiore, erosione e pianto della pelle. Nel tempo compaiono delle croste. Se continui a mangiare uova e non sei trattato, sono possibili un'infezione secondaria e la formazione di pustole.

L'allergia al tuorlo in forma cronica è diversa in quanto vi è un ispessimento della pelle (lichenificazione). Crepe e graffi compaiono sui palmi e sui piedi di tali bambini a causa del forte prurito. I componenti proteici delle uova causano danni alla pelle di fronte, arti, collo, petto, schiena, superfici di flessione, glutei e occhi.

Le proteine ​​che entrano nel corpo, oltre alla dermatite atopica, causano orticaria. Questa patologia è caratterizzata da eruzioni cutanee pruriginose sotto forma di vesciche rosa o rosse. L'orticaria si verifica in qualsiasi parte del corpo ed è accompagnata da prurito. Il verificarsi di vesciche è causato dall'edema del derma papillare. Se una persona è allergica all'albume, l'orticaria si verifica in pochi minuti.

Altri segni di allergie

La reazione del sistema immunitario può manifestarsi in modo diverso. Dopo aver mangiato un uovo di gallina, si osservano spesso sintomi di organi digestivi. Questi includono:

  • forte dolore addominale;
  • nausea;
  • vomito
  • violazione delle feci;
  • saturazione veloce;
  • difficoltà a deglutire;
  • flatulenza.

Le allergie alle proteine ​​sono spesso accompagnate da disturbi respiratori. Questi includono respiro corto, respiro corto, prurito al naso e starnuti. L'allergia alle proteine ​​si manifesta spesso con la rinite. È caratterizzato da secrezioni abbondanti e acquose dal naso, congestione nasale, starnuti e difficoltà in un nuovo respiro. I segni di un'allergia alimentare sono spesso mascherati da laringite, tracheite e bronchite..

Se mangi uova di gallina o di quaglia, c'è il rischio di sviluppare l'edema di Quincke. Questa è una manifestazione di una reazione anafilattica sotto forma di edema acuto e in rapido sviluppo dei tessuti degli strati profondi della pelle che si verifica a causa della maggiore permeabilità vascolare.

È noto che un uovo ha molti potenziali allergeni che scatenano una reazione di ipersensibilità immediata..

I presagi dell'edema possono essere sensazioni di bruciore e formicolio. Nella metà dei casi, questa patologia è combinata con l'orticaria. Con l'allergia alle uova, i sintomi negli adulti e nei bambini compaiono entro 5-30 minuti dopo aver mangiato il prodotto. L'edema è localizzato in faccia e collo. A volte sono interessati il ​​torace e le mucose degli organi interni.

Le labbra, le palpebre, le guance e la lingua di una persona si gonfiano. A volte aumenta il volume dei genitali. L'edema si distingue per il fatto che sono caldi, pallidi e non formano un'impressione al momento della palpazione. L'allergia alle uova negli adulti nei bambini può essere complicata dall'ostruzione delle vie aeree a causa del gonfiore della laringe e della lingua.

Metodi di trattamento e prevenzione

Devi sapere non solo come si manifesta l'allergia alle uova, ma anche come curare i pazienti. Per chiarire la diagnosi avrai bisogno di:

  • test allergologici;
  • test provocatori;
  • analisi immunologiche;
  • test clinici generali;
  • colloquio.

È molto importante identificare un allergene. Ciò consente di organizzare correttamente il trattamento e la dieta. In presenza di questa patologia, è necessario escludere malattie dermatologiche e una reazione pseudo-allergica. Se una persona è allergica alle proteine ​​del pollo, vengono prescritti antistaminici (Erius, Zodak, Zirtek, Cetrin, Claritin, Suprastin, Tavegil, Loratadin, Lorahexal).

I pazienti devono escludere i seguenti prodotti dal menu:

  • uova di quaglia;
  • uova di gallina;
  • uova di struzzo;
  • frittate;
  • pasta;
  • Maionese;
  • salsicce;
  • prodotti semi-finiti;
  • confetteria;
  • prodotti da forno ricchi;
  • gelato.

Si consiglia di mangiare più frutta, zuppe, cereali, verdure e carne pura. Se sei allergico alle proteine ​​del pollo, non puoi mangiare meringhe, marshmallow, creme e altri dolci. Un'eccezione sono i prodotti in cui non ci sono uova come componenti. Mangia solo cibi ipoallergenici. Si consiglia ai pazienti di rifiutare caffè e cioccolato, poiché contribuiscono all'esacerbazione della malattia. Le uova per le allergie non possono essere mangiate.

Per le allergie alle uova di gallina o di quaglia, vengono spesso prescritti corticosteroidi e sorbenti. Per la rinite, vengono utilizzate gocce. Con l'anafilassi delle uova di quaglia sotto forma di shock, può essere necessaria l'introduzione di adrenalina, atropina e prednisolone. Con segni manifesti di edema laringeo, viene eseguita una tracheotomia o intubazione.

Anche dopo che i sintomi si sono attenuati, non vi è alcuna certezza che l'allergene non causerà nuovamente l'anafilassi..

È possibile prevenire l'orticaria, lo shock e l'edema di Quincke, non tutti lo sanno. La principale misura di prevenzione delle malattie è il rifiuto di uova e prodotti basati su di esse. Pertanto, le allergie rappresentano un pericolo per le persone sensibili e sono estremamente pericolose perché possono provocare shock..