Vasculite allergica

Allergeni

La vasculite allergica nei bambini, nelle sue manifestazioni e sintomi, è pienamente coerente con l'adulto. Questa è una lesione delle pareti dei vasi sanguigni del sistema circolatorio, derivante dalla loro infiammazione allergica. Questa categoria non include una malattia, ma un intero gruppo di disturbi che hanno un meccanismo complesso per la diagnosi e lo sviluppo. Eliminando l'allergene, la malattia può essere rapidamente curata.

Chi è a rischio?

La causa della vasculite allergica può facilmente diventare pericolose infezioni causate da uno dei seguenti agenti patogeni o fattori:

  • Staphylococcus;
  • virus dell'influenza;
  • cirrosi biliare primaria;
  • raffreddori, sinusite e SARS regolari;
  • streptococco;
  • deficit di α1-antitripsina;
  • lebbra;
  • Infezione da HIV;
  • epatite A, B e C;
  • fibrosi retroperitoneale;
  • virus dell'herpes;
  • policondrite ricorrente;
  • diabete di tipo 2;
  • Bacchetta di Koch (tubercolosi);
  • gotta;
  • esposizione alle radiazioni;
  • peso in eccesso.

A rischio sono le persone con allergie alimentari, pazienti che assumono antibiotici, contraccettivi (dalla categoria orale) e grandi dosi di vitamine. La malattia è anche pericolosa per coloro che lavorano con prodotti chimici - detergenti, antisettici, benzina e altri prodotti petroliferi..

Come si sviluppa la vasculite?

Lo sviluppo di vasculite allergica con un'eruzione cutanea rossa sulla superficie della pelle inizia con il fatto che il corpo umano si trova ad affrontare un qualche tipo di allergene. Il sistema immunitario lo riconosce e inizia la produzione di anticorpi - immunoglobuline, dopo di che inizia il seguente meccanismo:

  1. Gli anticorpi sviluppati circolano liberamente con il sangue di una persona fino a quando incontra di nuovo l'allergene che li ha fatti apparire. Dopo ripetute esposizioni dell'allergene al corpo, le immunoglobuline si sviluppano in complessi immunitari.
  2. C'è una connessione di anticorpi con le membrane delle cellule situate direttamente sulla superficie dei vasi sanguigni (sono chiamati endotelio).
  3. I complessi immunitari causano una potente infiammazione allergica, che porta alla graduale distruzione della parete vascolare. La profondità della lesione della vasculite dipende direttamente dalla gravità del processo infiammatorio.
  4. Attraverso una fessura nella parete del vaso, non solo la parte liquida del sangue, ma i leucociti e gli eritrociti vi entrano. Questo è ciò che porta a emorragie rotonde di diverse dimensioni. A causa loro, si sviluppa l'infiammazione e compaiono tutti gli altri sintomi, a seconda della posizione della lesione..

La vasculite allergica colpisce vasi arteriosi e venosi di qualsiasi dimensione. Più sottile è la parete endoteliale, più rapida è la sua distruzione. I capillari, le piccole vene e le arterie che le nutrono soffrono della malattia. I sintomi più evidenti della distruzione si osservano sui vasi sanguigni dell'epidermide della pelle. Allo stesso tempo, anche gli organi soffrono della malattia: cuore, pancreas, intestino, reni (il livello di filtrazione del sangue diminuisce), stomaco e persino articolazioni.

Con ANCA-SV (vasculite associata), si osservano gravi danni ai reni e i loro cambiamenti morfologici. Le caratteristiche distintive del decorso della malattia includono:

  • combinazione con sintomi di vasculite necrotizzante;
  • ipertensione arteriosa moderata;
  • proteinuria (non supera i 3 g in 24 ore);
  • tendenza a progredire rapidamente (vi è una diminuzione del GFR di quasi il 50% nelle prime settimane).

Classificazione e varietà di vasculite

La vasculite allergica è divisa in tipi direttamente in base all'area della lesione, alla profondità dell'infiammazione risultante, alla comparsa dell'eruzione cutanea e alla manifestazione clinica generale (un'analisi completa dei sintomi disponibili). Se parliamo di lesioni cutanee, si distinguono i seguenti tipi:

  • vasculite emorragica (sinonimi usati in campo medico - porpora anafilattica, malattia di Schoenlein-Genoch, talvolta chiamata capillarotossicosi);
  • leucocitoclastico: il decadimento dei nuclei dei leucociti, viene rilevato mediante esame istologico;
  • vasculite orticaria (nota negli ambienti medici come vasculite urticaroide necrotica);
  • reumatico (sistemico) - è direttamente associato a lupus e artrite;
  • vasculite polimorfica (i medici la chiamano arteriolite allergica di Ruiter);
  • granulomatoso: all'interno dei vasi si formano granuli che rallentano o fermano il dotto sanguigno;
  • vasculite nodulare (eritema nodoso, raramente appare a causa di farmaci);
  • vasculite papulo-necrotica (un disturbo simile alla sindrome di Werther-Dumling);
  • cellula gigante - porta a gravi danni alle grandi arterie;
  • vasculite ulcerosa intricata (triplo nome - eritema nodoso cronico).

Sintomi primari

La vasculite allergica deve essere sospettata nei seguenti casi:

  • il paziente ha una storia allergica, cioè un'allergia al cibo o ad alcune sostanze chimiche;
  • stabilito in modo affidabile il fatto di contattare il paziente con una sostanza che per lui è un allergene;
  • se un'eruzione cutanea o altri sintomi compaiono immediatamente dopo l'interazione con una sostanza allergenica o poco dopo.

L'eruzione cutanea può apparire visivamente in molte malattie croniche di tipo infettivo o autoimmune, in modo che non indichi sempre la vasculite. Per una diagnosi accurata, è necessario utilizzare tecniche immunologiche per rilevare anticorpi nel sangue che reagiscono con un allergene.

Sintomi di vasculite allergica

I sintomi vividi della vasculite sono un'eruzione simmetrica situata direttamente sulla superficie di cosce, glutei, piedi o gambe. Un po 'meno spesso, si verificano allergie su avambracci, orecchie, viso o corpo. Con la vasculite allergica, può svilupparsi quasi qualsiasi eruzione cutanea nota alla medicina, ma le sue caratteristiche possono variare a seconda del grado del processo infiammatorio che si è manifestato. Tipi di eruzioni cutanee comuni:

  1. Macchie eritematose - hanno una forma irregolare, ma confini chiaramente definiti.
  2. Eruzione cutanea Utticar: sigilli sulla pelle rosa. Le bolle risultanti non hanno cavità e prurito.
  3. Macchie vascolari - si sviluppano con la distruzione dei vasi sanguigni della pelle. Se hanno una dimensione massima di 20 mm, vengono chiamati roseola, se di più - eritema. Quando si preme dolcemente il dito sul posto, scompare, ma dopo un po 'appare di nuovo.
  4. Papule (noduli): dolorose o non tese sulla pelle, possono avere un diametro compreso tra 1 e 20 mm.
  5. Le vescicole sono vescicole con contenuti sanguinanti. A volte si formano al centro delle papule, ma si seccano rapidamente, creando una crosta dura. Questa eruzione cutanea si chiama pustola..
  6. Viola: sembrano macchie vascolari emorragiche, cioè l'area in cui è comparsa l'emorragia. I bordi di una tale eruzione cutanea appaiono sfocati e non hanno un contorno chiaro. I punti di dimensioni fino a 10 mm sono chiamati petecchie, e quelli grandi sono chiamati ematomi. Sembrano lividi e possono variare di colore dal viola scuro al verde giallo..
  7. Bullae - bolle con un diametro superiore a 5 mm. Hanno un riempimento sanguinante e si aprono dopo la maturazione. Al loro posto si forma l'erosione, cioè un'area di pelle danneggiata in cui manca quasi l'intero strato superficiale dell'epidermide.

Le vescicole cavitarie, come le petecchie o gli ematomi, sono soggette a necrosi. Conducono alla morte di intere aree della pelle, dopo di che ci sono cicatrici o ulcere trofiche. I siti con erosione, al contrario, sono inclini alle infezioni e, senza un trattamento adeguato, possono diventare prosciuganti. Per combatterli vengono utilizzati antibiotici e antimicrobici locali (lozioni, pomate, creme).

Segni di danno o infiammazione degli organi interni

I sintomi dell'infiammazione e il conseguente danno agli organi interni con vasculite allergica possono verificarsi sia prima dell'eruzione cutanea che dopo di essa. Ma nel primo caso, complicano solo la diagnosi della malattia e possono inviare un medico sulla strada sbagliata. Ecco perché vale la pena considerare attentamente le manifestazioni della malattia e descrivere in dettaglio i sintomi di cui il paziente è preoccupato:

  1. Danni alle articolazioni: c'è gonfiore, ematomi (si verificano sotto la pelle) e dolore alle articolazioni. Molto spesso, il ginocchio e la caviglia soffrono, meno spesso i sintomi riguardano le zone del gomito e della spalla.
  2. Danni a uno o entrambi i reni: i sintomi più eclatanti della lombalgia, i test delle urine mostrano la presenza di proteine ​​e globuli rossi. In assenza di un trattamento adeguato, si sviluppano insufficienza renale e sindrome urinaria primaria.
  3. Danni al sistema nervoso centrale - emorragia nel cervello, che è difficile da diagnosticare e richiede la consultazione di un neurologo.
  4. Danni al cuore o al muscolo cardiaco - sviluppo di angina pectoris, aritmia, caduta di pressione, insufficienza cardiaca, ictus e infarto.
  5. La sconfitta degli organi digestivi secondari e del tratto gastrointestinale - i sintomi principali sono nausea (vomito), fitte strisce sanguinolente nelle feci quotidiane, dolore spossico parossistico o acuto allo stomaco. Bambini e adolescenti sono più sensibili a questa vasculite rispetto agli adulti..

I sintomi sopra descritti possono essere integrati da un malessere generale. Il paziente si sente debole, brividi, salti di pressione e temperatura, l'appetito è significativamente ridotto.

Procedure diagnostiche

Se si sospetta una vasculite allergica, al paziente viene prescritto un esame del sangue generale (dal dito). Sulla base, il medico sarà in grado di tracciare le seguenti patologie infiammatorie:

  • sedimentazione eritrocitaria lenta;
  • variazione del volume dei globuli bianchi.

La principale tecnica diagnostica per la vasculite allergica è una biopsia cutanea. Ti consente di identificare con precisione quali cambiamenti si verificano con l'epidermide. Ricerca condotta in un laboratorio appositamente attrezzato.

Con un corso nascosto di vasculite allergica, al paziente viene prescritto un esame immunologico. Aiuta a rilevare anticorpi e cellule immunitarie che provocano lo sviluppo di allergie. Il sangue viene prelevato da una vena per l'analisi in un laboratorio.

Trattamento di vasculite allergica

Il trattamento di vasculite allergica è richiesto da te senza fallo. Dovrebbe essere completo e dipendere direttamente dalla gravità del decorso della malattia o dai sintomi identificati.

Prima di tutto, il paziente è isolato dal contatto con l'allergene:

  • il farmaco che causa l'allergia è cancellato;
  • i cibi allergenici vengono rimossi dalla dieta;
  • tabù sull'interazione con prodotti chimici domestici e detergenti.

Se la malattia procede in forma lieve, al paziente vengono prescritti antistaminici di seconda e terza generazione, integrati da angioprotettori, che contribuiscono al ripristino della rete vascolare. I FANS aiuteranno ad alleviare l'infiammazione.

Nella vasculite grave, il paziente ha bisogno di un trattamento ospedaliero. La terapia intensiva include i seguenti farmaci:

  • ormoni glucocorticoidi: prednisolone, desametasone, idrocortisone sono prescritti in dosi elevate;
  • antibiotici ad ampio spettro, aiutano ad evitare complicazioni di natura infettiva o microbica;
  • Cloruro di calcio - viene somministrato al paziente per via endovenosa attraverso un contagocce;
  • farmaci che riducono la coagulabilità del sangue e aiutano a evitare la formazione di coaguli di sangue: eparina, fraxiparina;
  • inibitori della proteolisi (farmaci che prevengono la degradazione delle proteine) - può essere Ovomin, Trasilol, Contrical o Gordox (somministrato tramite un contagocce).

Poiché la vasculite è di natura allergica, l'uso di antibiotici deve essere affrontato con cautela. La cosa principale è evitare la polifarmacia: la prescrizione irragionevole di un ampio elenco di farmaci che possono influenzare negativamente il fegato, i reni e altri organi interni. Per ridurre il carico, al paziente possono essere mostrate le opzioni per la purificazione del sangue extracorporeo:

  • emodialisi (più comune);
  • hemosorption;
  • plasmaferesi;
  • assorbimento del plasma.

La scelta dei metodi di purificazione del sangue dipende dalle condizioni del paziente, dagli obiettivi terapeutici e dalle attrezzature tecniche della clinica.

Il trattamento locale per la vasculite prevede l'uso di unguenti: antinfiammatori, cicatrizzazione delle ferite, eparina o contenenti antibiotici.

Senza trattamento, la vasculite porta non solo a dermatite cronica e difetti estetici della pelle, ma anche a conseguenze più gravi:

  • insufficienza epatica renale;
  • polineuropatia;
  • ascessi dell'addome;
  • intussuscezione intestinale;
  • emorragia polmonare.

Prevenzione delle malattie

Per escludere lo sviluppo di vasculite allergica in pazienti inclini a questa malattia, è necessario osservare una serie di semplici regole:

  • esercizio quotidiano al mattino e molte attività durante il giorno (una visita in palestra 3 volte a settimana avrà un buon effetto sul benessere);
  • esclusione del contatto con sostanze allergeniche;
  • diagnosi tempestiva, individuazione dei sintomi e cura delle malattie della pelle;
  • rigoroso rispetto delle norme di igiene personale;
  • prevenzione dell'ipotermia in inverno e surriscaldamento al sole in estate;
  • rinunciare a tutte le cattive abitudini (principalmente dal bere alcolici e dal fumo);
  • divieto di farmaci senza la raccomandazione del medico.

Non automedicare o acquistare farmaci senza prescrizione medica. Eruzioni cutanee ed emorragie sulla pelle indicano che si verificano processi simili con gli organi interni. La vasculite allergica richiede un'adeguata diagnosi e cure mediche di emergenza.