Non volevano starnutire: come l'autoisolamento colpisce chi soffre di allergie

Trattamento

Il dipartimento della salute di Mosca ha rassicurato: i pazienti con allergie stagionali al polline delle piante, cioè polline, non sono a rischio di sviluppare complicanze in caso di coronavirus. Con l'avvento della primavera, chi soffre di pollinosi aggiorna costantemente i dati sulla distribuzione del polline e c'è anche un virus con sintomi simili all'allergia. Tuttavia, mentre April non si concede calore, e le passeggiate in modalità autoisolamento sono fugaci e di breve distanza. Quest'anno sarà in grado di fare una pausa per chi soffre di allergie, in che modo l'isolamento influenza il loro benessere e ciò che preoccupa i pazienti - leggi l'articolo di Izvestia.

Betulla - in programma

- La primavera è stata piuttosto strana quest'anno., - afferma Izvestia Candidate of Medical Sciences, allergologa-immunologa e direttrice medica di un residente di Skolkovo - Servizio di monitoraggio del polline di Allergotop Elena Shuvatova.

Tuttavia, anche l'inverno è stato strano: si è rivelato molto caldo e la primavera sembrava essersi ripresa: o la neve, poi la pioggia, poi improvvisamente il riscaldamento e ulteriormente in un cerchio.

- In generale, possiamo dire che la polvere degli alberi sta succedendo, ma non molto intensa. Secondo i miei sentimenti, il feedback dei nostri soggetti allergici è in realtà più facile per loro rispetto, ad esempio, l'anno scorso., - il medico nota una tendenza positiva.

Mentre a Mosca e nella regione di Mosca il polline d'acero domina e non causa così tanti problemi, il livello di intensità è nella media. Ma l'allergene più "cattivo" sta per svegliarsi: la betulla.

- Sta iniziando tradizionalmente da qualche parte negli anni '20, e questo fattore è in qualche modo invariato, indipendentemente da quanto fosse caldo l'inverno e la fredda primavera. Sorprendentemente, la betulla è stabile., - dice Elena Shuvatova. Tuttavia, c'è speranza che la rabbia della betulla quest'anno sarà sostituita dalla misericordia. - Questo è ancora ipotizzato, ma la spolverata non sarà super intensa, ma moderata.

Candidato di scienze mediche, l'allergologo-immunologo Nadezhda Loginina lo ricorda Oltre alla betulla, la lanugine di pioppo dà molti problemi alle persone allergiche. La lanugine stessa non è un allergene, ma raccoglie una grande quantità di polline da altre piante..

- Pooh, nel tentativo di liberarsene, ci fa toccare occhiali, maschere o aree aperte della pelle, che è severamente vietato fare anche con i guanti in relazione alla minaccia della diffusione del virus, - avverte in una conversazione con lo specialista di Izvestia.

Nemici insediati negli angoli

Secondo gli esperti, autoisolamento del pollinoznik a beneficio: in una stanza in cui si osservano misure ipoallergeniche, praticamente non c'è polline e le passeggiate sulla strada sono brevi e mascherate.

- Questo isolamento aiuta davvero a ridurre il contatto con l'allergene.. Anche al di fuori del periodo di quarantena, gli allergologi hanno sempre raccomandato di limitare il contatto con la natura: non uscire di casa in un momento in cui il polline delle piante causali è nell'aria, - dice Elena Shuvatova. - Questa è una delle raccomandazioni centrali degli allergologi e ora, per volontà del destino, dovrà davvero essere soddisfatta..

Per una volta, chi soffre di allergie non è come un alieno in piena munizione, perché tutti noi abbiamo lo stesso aspetto.

- Le maschere sono proprio quello che dico sempre ai soggetti allergici: “Indossa maschere. Guarda i giapponesi che vanno ad ammirare il sakura in fiore. Sono quasi tutti mascherati ".. Se parliamo di polline di piante, la primavera di quest'anno per chi soffre di allergie è più facile che in passato. Ciò è evidente anche dagli appelli: non ci sono grida terribili di aiuto ", ha detto Vladimir Bolibok, allergologo e immunologo, in un'intervista a Izvestia.

Un'altra cosa sono le allergie non stagionali. A questo proposito, la casa è piena di molte sorprese e non sempre piacevole.

- Le persone sono costrette a stare costantemente nell'appartamento, a causa del quale possono aggravare le reazioni allergiche agli allergeni domestici, - dice Vladimir Bolibok. - E sebbene la stanza sia ventilata, l'umidità dell'appartamento è ancora cambiata.

Nell'elenco di allergeni standard che minaccia una persona con autoisolamento: acari domestici che hanno scelto polvere domestica, allergeni della polvere domestica e spore di muffa.

- Se si rimane a lungo in uno spazio confinato, esiste un alto rischio di reazione allergica alla polvere domestica. Di conseguenza vale la pena eseguire la pulizia con acqua più spesso e allo stesso tempo, se possibile, spostare l'uso di prodotti chimici domestici e disinfettanti sui membri della famiglia al fine di evitare il contatto diretto, - consiglia Nadezhda Loginina.

Allergeni di animali - gatti, cani, pappagalli e più in basso nell'elenco possono anche essere riferiti ad allergeni domestici..

- Con un contatto così stretto, 24 ore su 24, un'allergia può svilupparsi in una persona che non l'ha mai avuta prima, - dice Vladimir Bolibok. - E la persona è sotto stress, e gli animali: anche per loro tutto è cambiato, devono abituarsi a questo regime.

Allo stesso tempo, il lavaggio troppo frequente delle mani e l'abuso di prodotti chimici domestici non porteranno a nulla di buono..

- Si verificherà dermatite da contatto irritante e quindi dermatite da contatto allergica a causa della costante irritazione della pelle delle mani, della mucosa nasale e degli occhi, - avverte l'esperto.

Seguiamo la misura e usiamo la crema idratante per le mani dalle cinque alle sei volte al giorno.

Non confondere con il coronavirus

In un recente incontro con il presidente, accademico dell'Accademia delle scienze russa, pneumologo, capo del dipartimento di terapia ospedaliera della facoltà pediatrica dell'Università medica nazionale di ricerca russa intitolata a N.I. Pirogova Alexander Chuchalin preoccupato: i medici stanno per iniziare a confondere le allergie stagionali con il coronavirus.

- Di cosa ho paura? Ora inizia il periodo di malattie allergiche - la pollinosi, specialmente nella prima metà di maggio, ci sarà molto. A Mosca, circa il 20-30% della popolazione sono persone che soffrono di allergie che arriveranno, ma i sintomi sono gli stessi, - ha osservato Alexander Chuchalin. - adesso urgentemente bisogno di formare i medici in modo che comprendano, non andare nel modo sbagliato, che questo è un coronavirus, e in realtà questa è una situazione leggermente diversa.

Tuttavia, è improbabile che sia necessario "allenarsi" nel vero senso della parola: basta ricordare alcune differenze fondamentali.

- L'allergia è fondamentalmente una malattia semplice. C'è contatto con l'allergene - ci sarà un'allergia, non c'è contatto - non ci sarà allergia, - dice Vladimir Bolibok. - Primo - l'allergia non è caratterizzata dalla temperatura. Seconda cosa caratteristica delle allergie e non tipica di qualsiasi infezione virale respiratoria acuta e coronavirus, - attacchi di starnuti e prurito. Più congiuntivite, che è accompagnata da lacrimazione.

Secondo Nadezhda Loginina, la questione della differenza tra la febbre da fieno e la SARS viene sollevata ogni anno. Le manifestazioni sono molto simili: naso che cola, congestione nasale, occhi dolenti, lacrimazione, a volte tosse.

- Con il raffreddore, esistono anche questi sintomi, ma dopo 7-10 giorni scompaiono. Con le allergie, può durare più di un mese. Inoltre, la SARS provoca quasi sempre un aumento della temperatura corporea. Sensazione di dolore e dolore muscolare sono sintomi molto comuni di infezioni virali. Con le allergie, questo non lo è, - il medico nota e lo ricorda per eventuali sintomi caratteristici di ARVI, consultare immediatamente un medico.

Pizzicando l '"anatra" e vivi in ​​pace

Elena Shuvatova afferma che recentemente i pazienti sono diventati più ansiosi. E ci sono diverse ragioni per questo..

in primo luogo quelli (di solito madri con bambini) che sono abituati a partire per il periodo di fioritura violenta degli allergeni non amati stanno vivendo. Quando fu possibile, partirono per il polline in Egitto, non aggirarono Spagna, Cipro, Grecia (sebbene ci siano allergeni lì), la parte costiera della Georgia. Crimea, Anapa, Gelendzhik (se l'albero di pino non dà fastidio), Sochi, Abkhazia... Qualcuno aveva in programma Kislovodsk per quest'anno, ma il coronavirus ha cancellato tutto.

"Non sanno cosa aspettarsi, quale sarà l'intensità dei sintomi, se i farmaci aiuteranno, perché di solito non li usano.", - spiega l'esperto.

Seconda cosa allarma i pazienti: queste informazioni sono apparse sui media secondo cui i soggetti allergici hanno un rischio di infezione 2-3 volte maggiore e un decorso più complesso del coronavirus rispetto ad altri. Ci sono molte domande, dice Elena Shuvatova. Maggior parte nello spirito: "Moriremo più velocemente delle altre persone o sopravviveremo in qualche modo?"

- Secondo cinesi, scienziati americani che hanno iniziato a raccogliere statistiche, Non è mai stato confermato in nessuno studio normalmente condotto che una malattia allergica (e in particolare l'asma atopica) sia un ulteriore fattore di rischio per l'incidenza e la gravità di COVID-19, - il dottore smentisce i miti. - Inoltre, nelle persone che ricevono un trattamento antiallergico (ed è principalmente di natura antinfiammatoria), al contrario, i rischi di gravi complicanze con COVID-19 sono persino leggermente ridotti. A questo proposito, chi soffre di allergie può essere calmo e non preoccuparsi..

Il terzo fattore, e probabilmente un'altra anatra che è saltata fuori dal nido: presunti farmaci antiallergici (in particolare antistaminici) influenzano il sistema immunitario, riducendolo, in modo che una persona allergica sia più vulnerabile.

- Questo è completamente falso.! - Elena Shuvatova rifiuta dichiarazioni pseudo-scientifiche. - I farmaci antiallergici utilizzati nel trattamento della febbre da fieno non influiscono sul sistema immunitario. Non hanno un effetto immunosoppressivo. Non ci sono rischi da ciò e persino viceversa: sono ridotti.

Quando nessun posto dove correre

Quindi, la natura è più o meno favorevole, aiuta anche l'auto-isolamento. Resta da non dimenticare alcune semplici regole quando si esce per una passeggiata (soprattutto a metà maggio).

- Trite - una maschera. Qualsiasi: tessuto usa e getta, riutilizzabile. Tutto ciò impedisce al polline di entrare nel tratto respiratorio., - dice il dottore immunologo-allergologo Vladimir Bolibok. - Secondo - occhiali, preferibilmente più grandi, con le braccia larghe. La rinite allergica è sempre accompagnata da congiuntivite allergica, quindi gli occhi devono essere protetti. Il terzo è un cappello, soprattutto per le donne, in modo che il polline non si accumuli nei capelli, nei vestiti - con una manica lunga.

Al ritorno a casa, assicurati di lavarti le mani (raccomandazione universale per tutti) e per chi soffre di allergie: lavati il ​​viso e risciacqua il naso dal polline.

Secondo Elena Shuvatova, la cosa principale è rispettare le misure ipoallergeniche. Se la modalità di autoisolamento viene rimossa a maggio (il che, ovviamente, sarebbe desiderabile), i pollinoznik cadranno su fioriture insidiose. Per capire a che ora è meglio camminare, aiuteranno i dati di monitoraggio del polline ottenuti con l'aiuto delle trappole del polline. Mentre i servizi mondiali effettuano misurazioni una volta alla settimana, gli specialisti Allergotop aggiornano i dati ogni giorno..

- Non appena la betulla inizia a spolverare, chi soffre di allergie dovrebbe assumere il trattamento antiallergico prescritto dal medico, anche se non ci sono sintomi, - dice un immunologo allergologo. - Il periodo di febbre da fieno sarà più facile se inizi il trattamento prima dell'inizio dei sintomi - da qualche parte in 10 giorni.

Quando terminare il trattamento? Quando l'allergene scompare dai rapporti di monitoraggio del polline. Gli esperti riferiranno separatamente su quale spolvero delle piante locali è terminato.

- Il medico deve anche dire del completamento del trattamento, ma, in linea di principio, non ha senso prendere la medicina se non c'è allergene, - osserva Elena Shuvatova.

Rinite allergica

Descrizione

La rinite allergica (allergica, rinite atopica, rinite vasomotoria allergica) è una patologia in cui la mucosa nasale si infiamma e si gonfia in risposta a un aumento del background allergico.

La causa della rinite allergica è una reazione allergica di tipo immediato che si verifica a seguito del contatto del corpo con un allergene.

Questo tipo di rinite atopica si verifica principalmente nei pazienti con una tendenza genetica a varie reazioni allergiche. Tipicamente, nella storia familiare di tali pazienti, si trovano attacchi di asma di varie eziologie, orticaria di origine allergica, neurodermite multipla e alcuni tipi di rinite allergica che erano presenti nella storia di uno o più parenti stretti.

Prevalenza della malattia

Secondo le statistiche, fino al 30% della popolazione mondiale soffre di rinite. Tuttavia, solo il 60% dei pazienti cerca assistenza medica su questo argomento. La maggior parte delle persone che hanno questa malattia si auto-medicano o curano la SARS ricorrente..

Negli ultimi anni sono state osservate le seguenti tendenze della malattia:

ogni anno aumenta il numero di pazienti con rinite allergica;

la malattia viene spesso diagnosticata in pazienti di età compresa tra 18 e 24 anni;

la patologia è più comune nelle regioni con scarsa ecologia;

in diverse regioni della Russia il numero di pazienti con rinite varia in media dal 12 al 24%.

Sulla base di ciò, possiamo concludere che il problema della rinite allergica è oggi più rilevante che mai.

Rinite allergica: classificazione

Negli ultimi anni, la classificazione della rinite allergica è cambiata molte volte. Alcuni anni fa, la rinite atopica era divisa solo per la natura del decorso (rinite allergica acuta, cronica e subacuta). Ma al momento è considerato obsoleto. Gli allergologi moderni usano una classificazione più semplice, secondo la quale la rinite atopica è stagionale, per tutto l'anno, medica e professionale.

La durata della rinite allergica vasomotoria è:

Intermittente - i segni della malattia perseguitano il paziente per meno di 1 mese all'anno o meno di 4 giorni alla settimana;

Rinite allergica persistente: la malattia accompagna il paziente per più di 1 mese all'anno o 4 giorni alla settimana.

Per natura del corso, si verifica una rinite allergica:

lieve - la presenza della malattia non influisce sulla vita quotidiana e sulle prestazioni del paziente;

moderato e grave: la qualità della vita del paziente sta peggiorando e il paziente non è in grado di frequentare la scuola o il lavoro, di svolgere attività quotidiane.

Rinite allergica stagionale (pollinosi)

Con la rinite stagionale, il polline funge da irritante, meno comunemente, spore di funghi. Spesso i pazienti credono che la rinite allergica in essi appaia a causa della lanugine di pioppo. Ma non è così. Di solito, la rinite provoca polline da piante la cui fioritura si verifica durante la comparsa di lanugine di pioppo per le strade. La stagionalità della rinite allergica può variare a seconda della regione in cui il paziente vive e quasi non cambia ogni anno.

Con questa malattia, i sintomi si manifestano più fortemente al mattino. In alcuni casi, la rinite allergica e la congiuntivite sono combinate. Se non trattata, la rinite atopica stagionale provoca irritabilità, affaticamento cronico, mal di testa e disturbi mentali.

La gravità dei sintomi con tale naso che cola dipende dalla quantità di polline che il paziente contatta. È interessante notare che nella stagione secca, i segni della malattia di solito diminuiscono..

Rinite allergica tutto l'anno

Il secondo nome per questa forma di malattia è la rinite allergica cronica. Questa forma della malattia ha un numero molto maggiore di stimoli a cui il corpo può reagire in questo modo. Per lo stesso motivo, è considerato più grave e richiede un trattamento immediato da parte di un allergologo e un trattamento..

La rinite allergica persistente di solito provoca polvere, peli, particelle dell'epidermide degli animali e alcuni elementi dei prodotti per la pulizia della casa.

Al momento, gli scienziati distinguono i seguenti fattori che possono causare la rinite atopica tutto l'anno:

clima caldo con aria secca;

condizioni di vita sfavorevoli.

In assenza di cure mediche, le conseguenze della rinite allergica possono essere le seguenti:

infiammazione dei seni nasali;

infiammazione della parte interna dell'orecchio;

la formazione di escrescenze patologiche nella cavità nasale.

Per questo motivo, ai primi segni della malattia, si consiglia di consultare un allergologo..

Rinite professionale

Di solito, tale rinite allergica negli adulti è più comune. Si verifica in pazienti che, a causa della loro professione, sono costretti a venire regolarmente in contatto con un qualche tipo di polvere. Quindi, nei fornai, un attacco di rinite allergica può causare farina, nelle sarte - particelle di pile, nei veterinari - piume, lana, ecc..

Con questa varietà, i segni di rinite allergica accompagnano il paziente durante tutto l'anno, indipendentemente dalla stagione, e diventano meno pronunciati solo durante i giorni liberi dal lavoro o in vacanza. Questa malattia deve essere trattata, altrimenti, nel tempo, la rinite allergica del paziente diventerà asma bronchiale. La rinite è anche pericolosa perché con essa la mucosa nasale diventa più sottile, a seguito della quale qualsiasi infezione può facilmente penetrare attraverso il flusso sanguigno attraverso di essa. Pertanto, una rinite atopica professionale può causare un cambiamento nella professione.

Rinite da droga

Questo è un tipo di rinite allergica in cui si verifica gonfiore della mucosa nasale in risposta all'abuso di alcuni farmaci. Molto spesso, tale reazione è causata da farmaci vasocostrittori di azione locale (gocce nasali o spray). Nei primi giorni, restringono i vasi nella cavità nasale, a seguito della quale l'edema diminuisce, la congestione passa. Tuttavia, dopo alcune settimane, molti pazienti sviluppano dipendenza dal medicinale e si verifica un "sintomo di rimbalzo". Ciò significa che le navi non possono restringersi e iniziare a espandersi. Ciò provoca stasi del sangue e, di conseguenza, gonfiore.

Oltre ai farmaci vasocostrittori, i farmaci progettati per abbassare la pressione sanguigna, alcuni farmaci psicotropi, ormonali e antinfiammatori possono scatenare la rinite..

La rinite allergica da farmaco è rara nei bambini, poiché i genitori vigili di solito aderiscono rigorosamente al dosaggio dei farmaci prescritti per i bambini.

La rinite allergica è una patologia che accompagna una persona per tutta la vita. Con la rinite allergica devi imparare a vivere. La realizzazione di misure preventive aiuterà il paziente a prevenire l'insorgenza dei sintomi della malattia e diagnosticare la rinite allergica nel bambino e durante la gravidanza nelle primissime fasi, condurre un trattamento adeguato aiuterà ad evitare molte complicazioni.

Sintomi

Il sintomo più importante di una rinite atopica è una secrezione acquosa trasparente dalla cavità nasale in diverse quantità. Se a questo punto si verifica un'infezione, la rinite allergica si manifesterà sotto forma di starnuti prolungati. Inoltre, il paziente può avvertire prurito al naso e compromissione della respirazione nasale. La congestione nasale e la rinite allergica sono quasi sinonimi, in quanto è uno dei primi segni della malattia. Allo stesso tempo, la congestione si manifesta principalmente di notte e di sera. Per questo motivo, la rinite allergica è accompagnata da mal di testa nei pazienti che non trattano la malattia..

Con lo sviluppo della rinite allergica in un paziente, anche l'aspetto del paziente può indicare una malattia. Nei pazienti che soffrono di rinite atopica, appaiono gli occhi arrossati e lacrimali; nei pazienti adulti, si osservano spesso occhiaie sotto gli occhi. A causa del fatto che i pazienti respirano attraverso la bocca, il loro viso può gonfiarsi. La tosse secca con rinite allergica è anche un chiaro segno della malattia. Si verifica nel momento in cui la mucosa nasale interagisce con l'irritante..

Una reazione allergica dopo il contatto con un irritante in persone diverse appare in momenti diversi. Quindi, in alcuni pazienti, una reazione allergica si verifica 5-10 minuti dopo il contatto con l'allergene, un massimo di 5-8 ore. In altri, possono trascorrere circa 10 giorni dal momento in cui una persona contatta l'irritante fino a quando si verifica una reazione allergica..

Primi segni di rinite atopica

In genere, i sintomi della rinite allergica che si verificano 5-30 minuti dopo l'esposizione a un allergene includono:

prurito agli occhi e aumento della lacrimazione. Se il trattamento della rinite non viene avviato in tempo, quindi in questo caso può essere complicato dall'infiammazione acuta del guscio esterno dell'occhio;

i bambini hanno spesso il naso che cola, c'è una maggiore secrezione di muco dal naso. Di norma, il muco secreto dalla rinite allergica ha una consistenza acquosa. Molto spesso è trasparente. Ma in alcuni casi, può acquisire una tinta giallastra. Tuttavia, se il bambino ha un'infiammazione nella cavità nasale, il muco può diventare piuttosto viscoso. Se un allergene viene inalato, può apparire un naso che cola grave;

starnuti frequenti, che si intensifica al mattino;

solletico alla gola, rinite allergica e tosse sono spesso combinati;

prurito nella cavità nasale.

Sintomi tardivi della rinite atopica

Come si manifesta la rinite allergica che non è stata trattata in tempo? Pochi giorni dopo l'inizio della rinite allergica, il paziente presenta i seguenti sintomi:

violazione dell'olfatto. Poiché il naso è bloccato, il paziente respira costantemente con la bocca;

c'è un aumento della sensibilità degli occhi alla luce intensa;

apatia, affaticamento, sonnolenza, aggressività, disturbi del sonno - sintomi evidenti di rinite allergica vasomotoria;

in alcuni casi, i pazienti hanno problemi di udito, che è accompagnato da dolore alle orecchie;

dolore o semplicemente sensazioni spiacevoli compaiono in faccia;

la tosse secca cronica con rinite allergica non è rara;

mal di testa con rinite allergica - una conseguenza della fame prolungata di ossigeno;

la comparsa di cerchi allergici nella zona degli occhi;

i bambini con un naso che cola atopico possono pulirsi il naso con le mani in una direzione verso l'alto per sbarazzarsi del prurito ed esporre i passaggi nasali;

con una prolungata assenza di trattamento, il risultato del naso che cola atopico diventa spesso una piega allergica derivante da un costante attrito del naso.

Variazioni dei sintomi nella rinite atopica

I sintomi della rinite allergica possono avere diversi. Tutto dipende dal tipo di malattia di cui soffre il paziente. Quindi, con la rinite atopica stagionale, i pazienti spesso lamentano frequenti starnuti, prurito e aumento della lacrimazione degli occhi.

I sintomi della rinite allergica durante tutto l'anno includono: congestione nasale, aumento della secrezione di muco dal naso, starnuti. Spesso tutto ciò è combinato con un'infusione a goccia nel rinofaringe. Nella forma cronica della malattia, spesso si verifica un cambiamento di voce con rinite allergica (appare nasale).

Ma se ci può essere una temperatura nella rinite allergica, nessuno può sicuramente rispondere. La maggior parte degli allergologi concorda sul fatto che la rinite allergica ordinaria non dovrebbe essere accompagnata dalla temperatura. Pertanto, se un paziente ha infiammazione respiratoria, sintomi di allergia e febbre, i medici di solito prescrivono farmaci antivirali.

La rinite allergica a volte accompagna una persona per tutta la vita, ma i suoi sintomi possono variare notevolmente. In generale, i sintomi della rinite allergica nei bambini di età inferiore a 3 anni vengono rilevati raramente. Tuttavia, dal momento in cui inizi a frequentare un asilo o una scuola, queste cifre sono aumentate notevolmente. Quindi, nei bambini in età scolare, i sintomi della malattia sono generalmente più pronunciati, tuttavia, man mano che invecchiano, il corpo può smettere di reagire così violentemente allo stimolo, a causa del quale si indeboliscono.

Non sempre un aumento dei sintomi indica la transizione della malattia in una forma acuta. Questo fenomeno può provocare fumo, inalazione di fumo di legna o semplicemente odori pungenti. I segni di rinite possono anche peggiorare nella stagione fredda, quando una persona trascorre la maggior parte del suo tempo al chiuso. Tuttavia, questo vale solo per la rinite irritante, che è, ad esempio, peli di animali domestici o polvere.

Diagnostica

Un allergologo può diagnosticare una rinite allergica con un paziente in base a lamentele, dati della sua storia medica e rilevazione di allergeni a cui il corpo ha reagito in questo modo..

Come identificare la rinite allergica?

È impossibile farlo da soli a casa. La diagnosi di rinite allergica nei bambini e negli adulti può essere eseguita solo da un otorinolaringoiatra o da un allergologo. Durante l'esame, lo specialista deve assicurarsi che i sintomi della rinite non siano stati causati da anomalie nella struttura della cavità nasale. Pertanto, durante l'esame, deve escludere la presenza del paziente di qualsiasi curvatura, curve anomale, punte e escrescenze.

Successivamente, il medico dovrebbe scoprire se il paziente ha un'infezione allergica al naso che cola. Può ottenere queste informazioni in base ai sintomi presenti nel paziente. Inoltre, lo specialista deve determinare esattamente quale tipo di rinite è presente nel paziente (cronico, stagionale, farmacologico o professionale) e quale allergene lo provoca.

Anamnesi ed esame fisico nella diagnosi di rinite

Quando si riscontra un'anamnesi, il medico deve tenere conto della predisposizione genetica del paziente alla malattia, della presenza di altre malattie allergiche, della durata dei sintomi e del tempo in cui si verificano, delle dinamiche del trattamento precedente (se presente). Inoltre, l'otorinolaringoiatra deve condurre una rinoscopia (esame, in cui il medico valuta l'aspetto della mucosa nasale, il setto nasale, valuta la quantità e l'aspetto del muco secreto dalla cavità nasale). Quindi, la mucosa del naso nei pazienti con rinite è di solito pallida con una tinta grigiastra, leggermente gonfia.

Metodi di ricerca di laboratorio e strumentali

I test allergologici e cutanei sono test di rinite allergica che possono determinare e dimostrare che la malattia ha una natura allergica. Inoltre, questi test aiutano a rilevare gli allergeni a cui il corpo del paziente risponde in questo modo..

Rinite allergica: diagnosi del test cutaneo

Questo test di rinite allergica può rilevare IgE in vivo in un paziente.

Un test cutaneo è indicato per pazienti con:

sintomi sfocati della malattia;

l'incapacità di fare una diagnosi basata sulla storia e sull'esame;

una storia di asma o malattie infiammatorie degli organi ENT.

Un test cutaneo è a basso costo e richiede poco tempo. Tuttavia, può mostrare la presenza di IgE nel corpo. Se il test viene eseguito su allergeni domestici o allergeni ai quali il paziente può toccare, il risultato del test può essere valutato dopo 20 minuti. Durante la valutazione, il medico determinerà quanto la pelle si gonfia e diventa rossa..

Tuttavia, affinché i risultati del test mostrino il risultato più accurato, gli antistaminici devono essere sospesi 7-10 giorni prima. Effettuare correttamente tale test può solo un medico in laboratorio. L'insieme di allergeni può variare a seconda del luogo di residenza del paziente. Uno dei principali vantaggi del metodo può essere considerato che una tale diagnosi di rinite allergica è adatta a bambini e adulti..

Test di assorbimento immunoallergenico

Rispetto ai test cutanei, questo test è meno sensibile, sebbene abbia un costo elevato. Secondo le statistiche, ¼ pazienti secondo i risultati di questo test non hanno allergie, nonostante sia stato rilevato usando un test cutaneo. Ciò significa che la diagnosi di rinite allergica può essere fatta in modo errato. Per questo motivo, questo metodo di ricerca non viene praticamente utilizzato..

RAST: un test con radio allergosorbenti consente di rilevare immunoglobuline di classe E. Nel sangue. Di norma, i suoi risultati coincidono con i risultati dei test cutanei. Tuttavia, questo metodo ha uno svantaggio: non può essere eseguito durante i periodi di remissione della malattia. Tuttavia, questo test può rilevare la formazione di complessi radioattivi nel sangue..

Da tutto ciò, la conclusione suggerisce se stessa che l'autodiagnosi della rinite allergica è impossibile. Solo un allergologo può farlo dopo un esame approfondito. Ma quanto sarà efficace il trattamento dipende dalla diagnosi corretta..

Trattamento

Il trattamento per la rinite allergica può variare notevolmente a seconda della fase della malattia (remissione o esacerbazione). Con una rinite atopica combinata con varie complicazioni, il trattamento con una sola ricetta popolare è inaccettabile. In questo caso, è necessario un approccio integrato al problema..

Tuttavia, in qualsiasi forma la malattia possa essere e in qualunque fase possa essere, la prima fase del trattamento è sempre quella di isolare l'allergene. Dovrebbe essere chiaro che il più delle volte non è sempre possibile proteggere completamente una persona da un irritante. Pertanto, il trattamento della rinite allergica deve necessariamente includere un trattamento medico, che dovrebbe essere selezionato esclusivamente da un medico. Solo lui sa come sbarazzarsi della rinite allergica nel caso specifico di ciascun paziente.

Immunoterapia per rinite allergica

Oggi l'immunoterapia è uno dei trattamenti più comuni per le allergie. La sua essenza sta nell'iniezione di piccole dosi di allergene nel corpo. Nel tempo, questo dosaggio aumenta. Lo scopo di tutte queste manipolazioni è di addestrare il sistema immunitario.

Dopo qualche tempo, il sistema immunitario sarà in grado di rispondere normalmente agli allergeni. Più recentemente, l'immunoterapia ha richiesto molto tempo e ha richiesto l'autodisciplina. Oggi è apparsa una nuova generazione di farmaci, grazie alla quale è possibile curare la rinite allergica in 12-24 sedute effettuate per 1 stagione.

Di norma, il corso di tale trattamento inizia in autunno..

Farmaci ormonali

L'uso di farmaci ormonali può anche portare un buon effetto in breve tempo. Contrariamente alla credenza popolare, tali farmaci non rappresentano una minaccia per la salute, poiché vengono applicati localmente. Inoltre, i farmaci di nuova generazione hanno una bassa biodisponibilità. Per questo motivo, gli ormoni non possono penetrare attraverso la mucosa nasale.

Questo trattamento ha lo scopo di ridurre il gonfiore e la sensibilità alle sostanze irritanti..

Spray e gocce

Spesso, gli allergologi prescrivono vari spray e gocce per il trattamento della rinite atopica. Sono usati solo al momento dell'esacerbazione della malattia. Tuttavia, i preparati per inalazione per la rinite allergica hanno un effetto profilattico piuttosto che terapeutico, poiché la durata del loro uso dovrebbe essere di almeno 7-10 giorni.

Molto spesso, spray e gocce sono raccomandati per il trattamento di pazienti pediatrici. Gli adulti li usano principalmente per malattie lievi o come trattamento per la rinite allergica cronica.

Questi rimedi sono ideali per il trattamento della rinite cronica..

L'inalazione per la rinite allergica aiuta a ridurre il gonfiore e la formazione di un film nella cavità nasale, che protegge la mucosa nasale dall'allergene.

Chirurgia nel trattamento della rinite

Sebbene l'operazione stessa per la rinite allergica non sia in grado di curare la malattia, ma può aiutare a correggere i difetti nasali, che sono un ostacolo al trattamento della malattia. I medici ricorrono a questo metodo come ultima risorsa solo se la terapia farmacologica ha fallito.

Il trattamento chirurgico della malattia, di norma, include:

chirurgia endoscopica durante la quale il chirurgo può eliminare la curvatura del naso o del setto nasale, rimuovere i polipi;

rimozione del fluido dall'orecchio interno o collocazione all'interno di un tubo speciale attraverso il quale scorrerà. Questo trattamento è spesso usato nei bambini con rinite atopica associata a malattie infettive dell'orecchio..

Elettroforesi per rinite allergica

Di norma, i medici usano cloruro di calcio, difenidramina e vitamina B1 per trattare la rinite allergica mediante elettroforesi. Al fine di evitare disagi, la mucosa nasale dei pazienti viene pretrattata con novocaina.

Durante la procedura, i tamponi di cotone vengono posizionati nella cavità nasale, dopo di che gli elettrodi vengono attaccati ad essi. Durante il passaggio della corrente, i sali si decompongono in ioni, che poi penetrano attraverso la mucosa nasale. Tuttavia, questo effetto è trascurabile. La dinamica positiva del trattamento si ottiene a causa dell'effetto stimolante, che provoca lo spasmo vascolare. Tutto ciò aiuta ad alleviare il gonfiore della rinite allergica, rafforza la mucosa nasale.

Di solito, per il trattamento della rinite allergica è prescritto un ciclo da 10 a 14 procedure..

fonoforesi

Prima della procedura, il medico lubrifica il sensore con idrocortisone. Quindi lo specialista li conduce con movimenti lubrificanti lungo la mucosa della cavità nasale. L'idrocortisone durante questa procedura non ha praticamente alcun effetto terapeutico. La sua azione è quella di condurre gli ultrasuoni in strati più profondi.

Questo metodo di trattamento ha lo scopo di migliorare la microcircolazione del sangue, ridurre il gonfiore e accelerare la guarigione delle microcricche nella mucosa nasale.

Il vantaggio della fonoforesi è che non ha praticamente controindicazioni. Di solito, al fine di curare la rinite allergica vasomotoria, i medici prescrivono un ciclo di 5-7 procedure che devono essere eseguite al mattino.

Trattamento laser

Per il trattamento della rinite con un laser, gli allergologi usano tubi che vengono posizionati nel naso durante la procedura. Le radiazioni laser agiscono sulla mucosa in modo tale da rafforzarsi e l'edema scompare. In questo caso, l'azione del laser è diretta principalmente su piccoli vasi. Il laser normalizza i processi metabolici nella mucosa nasale, a seguito dei quali il volume del plasma che lo attraversa, che ha formato l'edema, diminuisce.

Questo metodo di trattamento della rinite allergica non viene utilizzato se il paziente ha malattie infettive degli organi ENT, in quanto ciò può solo aggravare la situazione..

Omeopatia per rinite allergica

La terapia della rinite con rimedi omeopatici consiste in due fasi

trattamento di esacerbazione della malattia;

selezione del rimedio omeopatico costituzionale.

Se il medico seleziona idonei medicinali omeopatici, è possibile ridurre significativamente i tempi di trattamento per la febbre da fieno (rinite allergica che si verifica in alcune stagioni dell'anno) e ridurre l'onere per il corpo derivante dai farmaci. Tali preparazioni dovrebbero essere selezionate esclusivamente da uno specialista in base alle caratteristiche individuali del corpo del paziente. Quando si sceglie un rimedio, il medico di solito non procede da ciò che la persona sta imbiancando, ma da come è malato.

agopressione

La digitopressione per la rinite allergica è un altro modo efficace per curare la malattia. Quando compaiono i primi segni della malattia, la sensibilità delle zone riflessogene aumenta notevolmente. Quando li preme, il paziente può provare disagio. Indipendentemente a casa, si consiglia di effettuare un auto-massaggio spot. Per fare questo, visitare un massaggiatore professionista. Spiegherà cosa fare in caso di rinite allergica, selezionerà una tecnica di massaggio adatta al suo caso e spiegherà come eseguirla. Nei momenti di esacerbazione, si consiglia di eseguirlo 2 volte al giorno: immediatamente dopo il risveglio e prima di coricarsi.

Medicina tradizionale nel trattamento della rinite

A volte i medici stessi raccomandano di usare i loro pazienti con metodi alternativi di trattamento della malattia. Quindi, questo metodo è ideale per il trattamento della malattia nei pazienti pediatrici. Le erbe che vengono utilizzate per preparare rimedi casalinghi per il trattamento della rinite atopica possono anche essere utilizzate per trattare il soffocamento di origine allergica (se combinati). La loro azione consiste spesso nel sopprimere la risposta immunitaria allo stimolo..

Tuttavia, prima di trattare la rinite allergica in questo modo, si consiglia di consultare un allergologo.

Trattamento della rinite allergica nei bambini

La terapia della rinite atopica infantile dal trattamento della rinite allergica negli adulti è praticamente la stessa. Tuttavia, quando prescrivono medicinali per bambini, i medici tengono conto del fatto che non tutti possono essere utilizzati durante l'infanzia. Quindi la maggior parte dei decongestionanti è controindicata nei bambini. Gli antistaminici dovrebbero anche essere prescritti con estrema cautela. Per questo motivo, prima di iniziare il trattamento per la rinite atopica in un bambino, è necessario consultare sempre un medico. Prima di curare i bambini dall'ambiente e dalla dieta, è necessario eliminare tutto ciò che può provocare una reazione allergica..

Farmaco

La rinite allergica non importa in che forma è cronica o acuta complica sempre la vita di una persona. Il suo aspetto diventa doloroso, la sua capacità di lavorare è ridotta. È quasi impossibile curare completamente una rinite allergica. Per questa persona, è necessario proteggere completamente l'allergene che ha provocato lo sviluppo della malattia. Tuttavia, con l'aiuto di farmaci per la rinite allergica, i sintomi di questa malattia possono essere completamente eliminati..

Al momento, gli allergologi per il trattamento della rinite di origine allergica utilizzano i seguenti gruppi di farmaci:

Per ambito, sono suddivisi in:

sistemico (compresse, soluzioni iniettabili, ecc.);

locale (gocce, spray, unguenti).

Alcuni di questi farmaci possono essere consumati a lungo e si dividono solo in corsi di 5-10 giorni. La scelta del farmaco contro la rinite allergica e la durata del suo utilizzo dipendono dalla forma della malattia del paziente, dalla composizione del farmaco e dalle caratteristiche individuali del corpo del paziente. Lasciare andare la malattia per gravità o trattare solo la rinite allergica con rimedi popolari minaccia il paziente con gravi complicazioni, ad esempio l'asma bronchiale.

Antistaminici

Gli antistaminici della rinite allergica aiuteranno ad eliminare nel più breve tempo possibile. Questi agenti sono sensibili ai recettori H1 e H2, a causa dei quali la malattia non può svilupparsi ulteriormente. Molto spesso sono usati per trattare la rinite stagionale acuta, meno spesso cronica. In precedenza, i medici prescrivevano difenidramina e suprastina per la rinite allergica ai loro pazienti. Erano molto efficaci, ma, sfortunatamente, avevano un effetto deprimente sul sistema nervoso centrale. Pertanto, oggi, gli esperti raccomandano di utilizzare una nuova generazione di farmaci allergici. Non causano sonnolenza e il loro effetto dura 24 ore..

Al momento sono in vendita spray antistaminici per rinite allergica, gocce, pomate e compresse.

Preparati glucocorticosteroidi

Questi farmaci hanno effetti sia antistaminici che antinfiammatori e possono essere utilizzati in qualsiasi fase del trattamento della malattia. Fermano rapidamente la manifestazione della patologia. Quindi, a lungo termine, vengono prescritte gocce nel naso per rinite allergica a base di glucocorticosteroidi a pazienti con gravità moderata della malattia. Nelle fasi gravi della malattia o nel caso in cui la rinite allergica sia accompagnata da asma, i medici selezionano farmaci con un contenuto ormonale più elevato. I farmaci mostrano il loro effetto più fortemente nel 7-10 ° giorno di utilizzo. Pertanto, in assenza di effetto all'inizio della somministrazione, il paziente non deve trascurare il trattamento.

Di norma, i farmaci glucocorticoidi sono venduti sotto forma di spray per la rinite allergica. Molto spesso, questi farmaci includono mometasone o fluticasone. Il vantaggio indiscutibile di questi fondi è che hanno un effetto locale e non sono praticamente assorbiti nel sangue.

Con un'esacerbazione della malattia, il medico può prescrivere iniezioni di glucocorticoidi per rinite allergica o compresse in breve tempo.

Farmaci vasocostrittori

I farmaci vasocostrittori (vasocostrittori) sono usati per fermare i spiacevoli sintomi della rinite. Provocano spasmo dei vasi sanguigni, a seguito dei quali sono meno pieni di sangue e gonfiore. Grazie a ciò, la congestione nasale viene eliminata nel più breve tempo possibile e la respirazione è migliorata..

Con la rinite allergica stagionale, questi farmaci per la rinite allergica sono prescritti durante i periodi di esacerbazione da corsi brevi di non più di 10 giorni. Spesso vengono prescritti prima di utilizzare altri mezzi per alleviare il gonfiore e altri farmaci (ad esempio gocce di rinite allergica) potrebbero penetrare meglio nella cavità nasale.

Nel mercato di oggi, ci sono gocce di vasocostrittore nel naso per rinite allergica e spray. Parallelamente a questi agenti, al fine di evitare l'essiccazione della mucosa nasale, si consiglia di irrigare con acqua leggermente salata o farmaci con sale marino. I nomi internazionali dei più comuni farmaci vasocostrittori sono ossimetazolina e fenilefrina..

Farmaci antinfiammatori

Questo medicinale per la rinite allergica ha un effetto stabilizzante sulla membrana, a seguito del quale si interrompe il rilascio di mediatori della mucosa. Tali farmaci di solito hanno un effetto cumulativo. Pertanto, vengono spesso prescritti per supportare la condizione nella rinite cronica o 2 settimane prima di una possibile esacerbazione della rinite allergica stagionale. I medici prescrivono spesso gocce antinfiammatorie nel naso per i bambini affetti da rinite allergica. Tuttavia, tali medicinali possono anche essere somministrati in compresse (ad es. Ketotifene).

immunomodulatori

La terapia della rinite allergica non darà l'effetto desiderato senza armonizzazione dell'immunità. A tal fine, vengono spesso utilizzati rimedi omeopatici per rinite allergica o integratori alimentari. Tali farmaci sono di solito prescritti in un corso di 2 settimane. Tuttavia, se la rinite allergica si verifica in un paziente a causa di una risposta immunitaria anormale a una sostanza di origine vegetale, i rimedi omeopatici non devono essere utilizzati.

Tutti questi farmaci, se usati correttamente, sono ugualmente efficaci. Tuttavia, per ottenere il risultato desiderato, uno specialista dovrebbe selezionare un rimedio per la rinite allergica. Il trattamento della rinite allergica dovrebbe avvenire solo come prescritto dal medico e solo sotto la sua supervisione.

Rimedi popolari

Sintomi spiacevoli di rinite allergica, come naso che cola, congestione nasale, mal di testa e prurito nel rinofaringe a seguito di edema grave, possono portare a completo esaurimento anche dei pazienti più persistenti. Pertanto, i pazienti sono pronti a utilizzare qualsiasi metodo di trattamento solo per eliminare i segni della patologia. E la prima cosa a cui si rivolgono sono i rimedi popolari per la rinite allergica (e spesso questo accade prima di una visita a un allergologo). Ma questo è sbagliato. Le erbe, sebbene sembrino innocue per molte persone, sono anche medicine e talvolta molto forti. Pertanto, il loro uso senza consultare un medico è inaccettabile!

Tuttavia, questi metodi di trattamento hanno i loro vantaggi. Quindi, a differenza dei farmaci, i decotti e le infusioni non hanno un effetto negativo sul fegato.

La migliore soluzione in questo caso è il trattamento della rinite allergica con metodi alternativi in ​​combinazione con il trattamento tradizionale dopo aver consultato un allergologo. Pertanto, il paziente sarà in grado di abbreviare il periodo di recupero, riducendo al contempo l'effetto negativo dei farmaci sul corpo.

Non devi cercare ricette per medicine fatte in casa per molto tempo. La rinite allergica è stata curata dalla medicina tradizionale per molti secoli e ha già accumulato un intero arsenale di fondi testato nel corso degli anni. Puoi familiarizzare con i più efficaci sul nostro sito Web.

Raccomandazioni nel trattamento della rinite allergica con metodi popolari

Prima di produrre medicinali, il paziente deve essere sicuro di non essere allergico ai componenti che lo compongono. Quindi, la medicina tradizionale suggerisce l'uso di miele e aloe per la rinite allergica. Tuttavia, poche persone sanno che il miele è l'allergene più forte e l'aloe può causare ustioni alla mucosa nasale. Pertanto, si raccomanda di trattare la rinite allergica solo con commissioni comprovate..

Una delle erbe più sicure è la camomilla. Può essere usato sotto forma di decotti o pappa, anche per le persone con una storia di reazioni allergiche. Per evitare che il corpo si abitui a una medicina, si consiglia di alternare i prodotti preparati sulla base di camomilla e cinorrodo. Porteranno innegabili benefici per tutto il corpo. Il cinorrodo e il mirtillo sono idealmente combinati tra loro. Utilizzando questi fondi, il paziente tratterà la rinite allergica dall'interno..

Un'altra erba che raramente provoca allergie e altri effetti collaterali è la menta. Da esso puoi preparare una varietà di tè, decotti, infusi e spray. Il trattamento della rinite allergica a casa con questi agenti aiuterà ad alleviare l'infiammazione e il gonfiore il più presto possibile..

Tuttavia, non dimenticare che molte piante sono velenose. Questi includono celidonia, che è famosa per la sua capacità di trattare molte malattie. Poche persone lo sanno, ma anche con una piccola dose eccessiva di questa pianta in una medicina, una persona può subire un avvelenamento grave.

Va inoltre ricordato che quasi ogni pianta è portatrice di un particolare allergene. Il corpo può rispondere ad alcuni di loro con calma, e ad altri inadeguatamente e causare un'altra reazione allergica, provocando così una complicazione della malattia.

Ne consegue che i rimedi popolari per la rinite allergica possono essere utili. Tuttavia, il miele e la celidonia non dovrebbero essere usati nel trattamento della rinite atopica. E se al paziente è ancora consentito eseguire il trattamento con questi farmaci, il loro dosaggio deve essere selezionato dal medico curante.

Devi essere consapevole che il trattamento della rinite allergica a casa è estremamente pericoloso. Prima di tale trattamento, è importante consultare un allergologo. Se qualsiasi decotto o infusione andrà a beneficio del paziente, il medico approverà sicuramente questa scelta.

Come distinguere la rinite allergica dal raffreddore?

Sintomi di rinite allergica e asma bronchiale

Olga Zhogoleva medico allergologo-immunologo, candidato alle scienze mediche, autore di un blog sulle allergie

La capacità di sospettare una rinite allergica, di distinguerla da un raffreddore e di agire in tempo utile può essere molto utile questa primavera. Il fatto è che la stagione di spolverata degli alberi è iniziata insolitamente presto: nocciola e ontano sono sbocciati invece di fine marzo e fine febbraio. Ad oggi, la concentrazione di polline nell'aria è già in grado di provocare un attacco allergico alla febbre da fieno. Non è ancora chiaro come gli eventi si svilupperanno ulteriormente durante l'inverno e la primavera anormali. Ti ricordiamo come un naso che cola e persino l'asma bronchiale possono essere associati ad allergeni nell'aria..

Sintomi e cause della rinite allergica

La rinite allergica è una malattia in cui, a causa del contatto con un allergene, si verifica un'infiammazione allergica nella cavità nasale. Molto spesso, è causato da allergeni presenti nell'aria: acari della polvere domestica, peli di animali, polline di piante, spore di muffa.

Le allergie alimentari possono verificarsi anche sotto forma di naso che cola, congestione nasale, starnuti, ma ciò accade raramente in isolamento, senza sintomi cutanei. Di solito, un naso che cola e una congestione nasale si verificano con orticaria o gonfiore entro pochi minuti (non oltre due ore) dopo aver mangiato cibo e fanno parte di una reazione allergica generalizzata o anafilassi. 1

Molto spesso, la rinite allergica si verifica nei bambini di età superiore a 1-2 anni e negli adulti. La comparsa di rinite allergica nei bambini è possibile, ma accade molto raramente.

Quali sono i sintomi della rinite allergica?

  • Naso che cola con abbondante secrezione mucosa acquosa
  • Congestione nasale
  • Prurito nella cavità nasale
  • starnuti

Questi sintomi si verificano in presenza di un allergene. Nel caso delle allergie ai pollini, ad esempio, l'insorgenza dei sintomi coincide con la stagione di fioritura delle rispettive piante. Ad esempio, nel caso di allergie al polline di betulla nei residenti della regione centrale, i sintomi si verificano nella seconda metà di aprile e durante maggio.

Se l'allergene è vicino a una persona per molto tempo, ad esempio, nel caso di allergie agli acari della polvere domestica o ai peli di animali, i sintomi possono manifestarsi tutto l'anno.

Quando sospettare la rinite allergica?

  • Con una chiara coincidenza dell'insorgenza dei sintomi e del contatto con l'allergene e della loro scomparsa senza contatto. Ad esempio, se un naso che cola, starnuti e prurito agli occhi si verificano nell'appartamento in cui si trovano gli animali e sono assenti in altri luoghi..
  • Con stagionalità dei sintomi. Ad esempio, se un naso che cola, starnuti, tosse si verifica ogni primavera negli stessi mesi.
  • Con la durata dei sintomi. Ad esempio, se il prurito nella cavità nasale e il naso che cola o la congestione nasale si verificano dodici mesi all'anno. 2

Chi è a rischio??

  • Le persone con dermatite atopica e / o allergie alimentari in passato.
  • Persone con una storia familiare di malattie allergiche (principalmente tra genitori e fratelli).

È sicuro assumere una malattia allergica se si è verificato un miglioramento durante l'assunzione di farmaci "antiallergici"?

Non sempre. Alcuni farmaci sono antinfiammatori universali e possono aiutare a far fronte alla rinite, indipendentemente dalla sua causa. Inoltre, l'assunzione del medicinale può coincidere con il miglioramento e potrebbe non essere necessariamente la sua causa..

Come distinguere la rinite allergica dalla SARS?

Nei bambini, a differenza degli adulti, questo compito diventa difficile. Ciò è dovuto al fatto che nei bambini le infezioni si verificano molto più spesso che negli adulti, mascherando una rinite allergica. Inoltre, le allergie nei bambini possono essere di natura infettiva e più pronunciate contro l'infezione.

Esistono diversi segni distintivi delle allergie:

  • naso che cola con abbondante scarico acquoso dal naso
  • starnuti (soprattutto in lotti)
  • congestione nasale
  • prurito al naso
  • la presenza di arrossamento e prurito di entrambi gli occhi, lacrimazione

Se nell'elenco sono presenti due o più sintomi, che durano più di un'ora e vengono osservati durante la maggior parte dei giorni della settimana, ciò conferma la diagnosi di allergia. 3

Importante:

  • Se si nota solo una scarica acquosa abbondante o solo una congestione nasale - è possibile la rinite allergica, ma è necessaria la conferma con metodi di laboratorio.
  • Se l'unico sintomo è la secrezione mucosa profusa dal naso, dovresti cercare cause non allergiche.

Un segno specifico di rinite allergica è un saluto allergico (o "saluto" allergico): pulire il naso con il palmo della mano dal basso verso l'alto per rimuovere contemporaneamente il muco e graffiare il naso.

Controllati. Tu (tuo figlio) hai il raffreddore durante il raffreddore?

  • congestione nasale su un solo lato
  • secrezione nasale solo da un lato
  • denso scarico verde o giallo
  • dolore al viso
  • sanguinamento ricorrente
  • perdita dell'olfatto

Se hai risposto sì ad almeno una di queste domande, devi escludere cause non allergiche del raffreddore comune. È importante ricordare che la rinite allergica e non allergica può essere combinata..

In che modo sono correlati la rinite allergica e l'asma?

L'intero tratto respiratorio dal naso stesso alle sezioni finali dei polmoni è un singolo sistema o un singolo tratto respiratorio. L'infiammazione allergica nel tempo può accumularsi e diffondersi attraverso il tratto respiratorio. Ecco perché con il naturale sviluppo del processo allergico, la rinite allergica è un fattore di rischio per lo sviluppo dell'asma bronchiale. 4

L'asma bronchiale è una malattia accompagnata da un'eccessiva sensibilità (ipersensibilità) dei bronchi.

I bronchi sono tubi respiratori attraverso i quali l'aria entra negli alveoli - le vescicole respiratorie, dove avviene lo scambio di gas - in effetti, respirando. Nella parete dei bronchi c'è uno strato muscolare, con l'aiuto del quale sono regolati il ​​loro lume e la mucosa. Con l'asma bronchiale, lo strato muscolare dei bronchi si riduce in risposta a diversi stimoli, si verifica il broncospasmo.

Ad esempio, in caso di allergia al polline di betulla, quando viene inalato a causa di una catena di reazioni, i bronchi possono contrarsi e difficoltà respiratorie, respiro sibilante, respiro corto, tosse parossistica - sintomi di asma bronchiale.


Bronchi con asma

Con un'infiammazione cronica prolungata, i bronchi possono iniziare a rispondere con uno spasmo (contrazione della membrana muscolare) in risposta a irritanti non specifici: attività fisica, odori pungenti, aria fredda, risate e pianto.

Una caratteristica del broncospasmo è la sua reversibilità sullo sfondo della terapia farmacologica (per inalazione di farmaci broncodilatatori), a volte può passare da sola. Con un corso prolungato del processo infiammatorio, può verificarsi un rimodellamento dei bronchi: una ristrutturazione della loro parete, a causa della quale i cambiamenti nella funzione bronchiale diventano più persistenti e la terapia farmacologica è meno efficace. cinque

Asma bronchiale: cause e sintomi

Il broncospasmo è sempre di origine allergica? Nell'infanzia, a causa della particolare struttura dei bronchi, il broncospasmo può far parte del normale decorso delle infezioni virali respiratorie acute, in particolare nei bambini di età inferiore ai due anni. Come determinare quanto è probabile il rischio di sviluppare l'asma bronchiale in un bambino se ha un broncospasmo?

  • Se i broncospasmi si verificano solo sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute, il bambino non ha un'allergia concomitante, la dermatite atopica non è stata osservata in passato, la famiglia non ha atopica, il rischio di sviluppare l'asma bronchiale in un bambino è basso.
  • Se il broncospasmo si verifica non solo sullo sfondo della SARS, ma anche al di fuori dell'infezione, esiste una chiara connessione tra l'azione dell'allergene e lo sviluppo dei sintomi, queste sono possibili manifestazioni dell'asma bronchiale atopico.
  • Se i broncospasmi si verificano solo sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute, ma il bambino ha avuto dermatite atopica o allergie in famiglia, è molto importante esaminare gli allergeni respiratori e osservare lo sviluppo dei sintomi: un bambino del genere è a rischio. 6

Cosa predispone all'asma bronchiale? 7

  • storia familiare di allergie / asma (nel 90% degli asmatici, uno o entrambi i genitori hanno malattie allergiche)
  • genere maschile
  • allattamento o allattamento per meno di tre mesi
  • fumare durante la gravidanza e il contatto diretto del bambino con il fumo di tabacco
  • la presenza di dermatite atopica, rinite allergica in un bambino
  • esposizione precoce a fattori ambientali avversi
  • tosse convulsa trasferita o polmonite

Quali sono le manifestazioni dell'asma nei bambini?

  • dispnea
  • tosse parossistica
  • sonno agitato, apnea (arresto respiratorio in un sogno)
  • tosse prolungata dopo l'infezione
  • fatica
  • diminuzione dell'attività fisica

Importante: i sintomi dovrebbero essere ripetuti..

Come confermare la diagnosi di asma?

L'asma bronchiale è una diagnosi clinica. Ciò significa che il medico si basa su quali sintomi ha una persona e in quali circostanze..

Nei pazienti adulti e nei bambini di età superiore ai cinque anni, uno strumento diagnostico aggiuntivo è un test speciale: una valutazione della funzione della respirazione esterna o della spirometria. Usando questo test, il medico determina la velocità del passaggio dell'aria attraverso i bronchi durante l'espirazione due volte: nello stato iniziale e dopo l'inalazione di un broncodilatatore.

Se una persona ha un'ostruzione bronchiale reversibile (un segno specifico di asma), cioè i bronchi si restringono a causa della contrazione della loro membrana muscolare, la spirometria mostrerà che dopo l'inalazione di un broncodilatatore, la velocità del passaggio dell'aria attraverso i bronchi aumenterà in modo significativo. In questo caso, il test con il medicinale è considerato positivo, il che conferma la diagnosi di asma bronchiale..

Importante: un test positivo conferma, ma un test negativo non esclude l'asma bronchiale. I bambini di età inferiore ai cinque anni non hanno un test funzionale specifico, pertanto la diagnosi viene effettuata in base alla totalità dei segni clinici.

Perché è importante stabilire una diagnosi? È stato sviluppato un trattamento efficace per l'asma bronchiale, che consente di ottenere il controllo e persino la remissione. Prima viene rilevata la malattia, prima viene avviato il trattamento, più efficace sarà e minore sarà la quantità di terapia richiesta.

Spasmo dei bronchi, insufficienza respiratoria è una condizione pericolosa per la salute, quindi è importante prevenirne il verificarsi. Ecco perché i medici di tutto il mondo prestano così tanta attenzione alla diagnosi precoce dell'asma bronchiale..

Con tre episodi di ostruzione bronchiale entro dodici mesi, il medico sospetta l'asma bronchiale e seleziona un trattamento speciale in modo che non si ripresentino.

Anche se l'ostruzione bronchiale si verifica solo sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute, si raccomanda di eseguire la terapia di base per almeno tre mesi. Gli studi dimostrano che anche con l'ostruzione virale può svilupparsi il rimodellamento dei bronchi, quindi è estremamente importante iniziare il trattamento antinfiammatorio in tempo.

1 Muraro A. et al. Linee guida per allergia alimentare e anafilassi EAACI. Allergy 2014, 69, 590-601
2 Scadding G.K. Linee guida BSACI per la diagnosi e la gestione della rinite allergica e non allergica (Revised Edition 2017; Prima edizione 2007). Clin Exp Allergy. 2017; 47 (7): 856-889.
3 Wallace DV, Dykewicz MS, Bernstein DI, et al. La diagnosi e la gestione della rinite: un parametro di pratica aggiornato [la correzione pubblicata appare in J Allergy Clin Immunol. 2008; 122 (6): 1237]. J Allergy Clin Immunol. 2008; 122 (2) (suppl): S1-S84
4 Gibson P.R., Shepherd S.J. Visione personale: cibo per lo stile di pensiero occidentale e suscettibilità alla malattia di Crohn. L'ipotesi FODMAP. - Aliment Pharmacol Ther. - 2005, 21 (12), 1399.
5 Papadopulos N. Infezioni virali nel rimodellamento delle vie aeree www.eaaci.org
6 Belgrave D.C. et al. Profili dello sviluppo di eczema, respiro sibilante e rinite: due studi di coorte sulla nascita basati sulla popolazione. PLoS Med. 2014; 11 (10): e1001748.
7 Global Initiative For Ashma 2019 www.ginasthma.org

Per domande di carattere medico, assicurati di consultare prima il medico.