Rinite allergica

Trattamento

Cause e sintomi

Quali sono le tue associazioni con le allergie? Scorre dal naso, voglio starnutire, respirare attraverso il naso è quasi impossibile - questi sono segni classici di rinite allergica (AR). Nella maggior parte dei casi, il trattamento di tale rinite è sintomatico e dopo l'interruzione del contatto con l'allergene, il naso che cola scompare.

L'AR si verifica a causa della maggiore sensibilità del corpo:

  • agli allergeni delle piante impollinate dal vento, la cosiddetta febbre da fieno;
  • allergeni degli acari della polvere domestica (specie di farinae di Dermatophagoides pteronyssinus e Dermatophagoides);
  • allergeni animali epidermici;
  • libreria allergeni polvere, muffe, scarafaggi.

L'AR è caratterizzata da congestione nasale, secrezione nasale, starnuti, prurito nella cavità nasale. I sintomi dovrebbero manifestarsi per almeno un'ora al giorno. Le AR sono suddivise in stagionali (i segni compaiono meno di 4 giorni a settimana o meno di 4 settimane all'anno) e tutto l'anno (più di 4 giorni a settimana o più di 4 settimane all'anno).

Nell'AR stagionale, il paziente si lamenta spesso di secrezione nasale, starnuti e prurito al naso. Con una forma per tutto l'anno, lo scarico rimane, c'è un naso chiuso e difficoltà nella respirazione nasale. I sintomi classici possono includere malessere generale, mal di testa, mal d'orecchi, perdita dell'udito e olfatto, mal di gola e tosse, lacrimazione, prurito agli occhi, arrossamento della sclera, congiuntiva, fotofobia, occhiaie sotto gli occhi.

Nell'AR stagionale si osserva spesso anche un'allergia crociata con cibo e piante medicinali (vedi tabella). Una tale reazione allergica può essere accompagnata da sintomi da lieve prurito in bocca all'anafilassi..

La diagnosi di AR include la collaborazione di due specialisti: un otorinolaringoiatra e un allergologo. Ma se il compito dell'otorinolaringoiatra è quello di identificare i tipi non allergici di rinite e diagnosticare complicanze nasali da AR, allora l'allergologo deve confermare la diagnosi e determinare gli allergeni che causano una risposta immunitaria atipica. Per fare questo, conduce un'indagine approfondita sul paziente e un esame allergologico.

L'intervista a un paziente aiuta a identificare i fattori che portano allo sviluppo di sintomi di AR. Di solito, si presta attenzione alla stagionalità dell'insorgenza dei sintomi, alla presenza di animali domestici e alle condizioni di lavoro. Aiutano a confermare la diagnosi della presenza di congiuntivite allergica, asma bronchiale, dermatite atopica nel paziente o nei suoi parenti.

La determinazione di un allergene specifico che causa AR è necessaria per la scelta delle tattiche di trattamento e la prevenzione delle malattie. I principali metodi di esame allergologico sono i test cutanei, la determinazione di anticorpi specifici contro gli allergeni e i test provocatori nasali e congiuntivali..

I test cutanei comprendono scarificazione e test di puntura. Durante la scarificazione, viene applicata una goccia di allergene sulla pelle dell'avambraccio e viene attraversato da un graffio superficiale e durante il test di puntura, un ago corto (1 mm) viene perforato sotto la goccia di allergene sulla pelle dell'avambraccio. Si verifica una reazione locale a seconda dell'allergene dopo 20 minuti, 5-6 ore o 1-2 giorni.

Se ci sono controindicazioni ai test cutanei o per determinare più accuratamente l'allergene, viene analizzato un siero del sangue per la presenza di anticorpi specifici per allergeni. Questo metodo consente di determinare la reazione a gruppi (allergopanelli) di cibo, allergeni inalanti, allergeni animali, acari della polvere, erbe, funghi e 280 singoli allergeni non composti in un allergopanel.

Nei test provocatori, l'allergene viene somministrato direttamente alla mucosa nasale o oculare. Sono necessari per chiarire la diagnosi quando divergono i dati del sondaggio del paziente e i risultati dei primi due metodi diagnostici. Con la sensibilità a vari allergeni, un test provocatorio aiuta a scegliere un allergene clinicamente significativo per l'immunoterapia specifica per allergeni..

L'insidiosità dell'AR è che è un fattore di rischio per lo sviluppo di asma e altre complicazioni. La fase iniziale non interferisce con l'attività diurna e il sonno, il che significa che il paziente non ha motivo di consultare un medico. Inoltre, al 15–38% dei pazienti con AR viene diagnosticata l'asma bronchiale. Pertanto, se si sospetta un AR, non si dovrebbe ritardare una visita a uno specialista.

L'obiettivo del trattamento è controllare i sintomi della malattia. Metodi per raggiungere l'obiettivo: ridurre il contatto (eliminazione) con allergeni che causano AR e controllo dei sintomi dei farmaci in caso di contatto.

Molto spesso è impossibile escludere completamente l'interazione con un allergene, ma ciò non significa che non si dovrebbe provare. Dopotutto, anche una parziale restrizione del contatto può facilitare il decorso dell'AR e ridurre la quantità di farmaci consumati per eliminare i sintomi della malattia. Ciò è particolarmente importante quando il paziente, per qualche motivo (prima età, gravidanza), ha restrizioni sull'assunzione di farmaci..

Le misure di eliminazione comuni includono la pulizia quotidiana a umido, l'uso di filtri speciali, l'esclusione del contatto con gli animali domestici, è persino possibile spostarsi in un'altra zona climatica durante la fioritura. Per i metodi medicinali - l'uso di farmaci a base di acqua di mare, che aiuta a pulire la mucosa nasale dalla polvere di strade e stanze, allergeni, riduce il processo infiammatorio e ha un effetto idratante.

Se l'AR è già comparsa, la terapia farmacologica deve essere iniziata. Include un ricevimento:

  • H1-antistaminici per via orale e intranasale. I farmaci di seconda generazione hanno effetti collaterali meno pronunciati e una durata d'azione più lunga;
  • glucocorticosteroidi per via intranasale. Riducono prurito, congestione nasale, starnuti, rinorrea, sintomi di congiuntivite allergica;
  • antagonisti del recettore dei leucotrieni. È prescritto quando l'AR è combinata con l'asma bronchiale;
  • anticongestants. Solo un breve corso (3-4 giorni) per ridurre rapidamente la gravità dei sintomi.

Le tabelle mostrano i farmaci usati nel trattamento dell'AR. Le informazioni sono solo indicative..

Rinite allergica

La rinite allergica (naso che cola) è una malattia infiammatoria della mucosa nasale, provocata dal contatto degli allergeni. Secondo le statistiche, questa patologia si presenta in varie forme in circa un quarto della popolazione mondiale..

Con rinite allergica, si osservano secrezioni dal naso, gonfiore della mucosa, starnuti. In alcuni casi, questi sintomi possono scomparire da soli, ma quando entrano di nuovo in contatto con l'allergene, ritornano. La malattia può colpire persone di qualsiasi età, ma molto spesso si verifica in pazienti giovani e molto giovani (bambini e adolescenti).

Tipi di rinite allergica

La rinite allergica è divisa in tipi in base alla sua durata:

  • intermittente (episodico) si osserva meno di 4 giorni a settimana / 4 settimane all'anno;
  • persistente (permanente) dura più di 4 giorni a settimana / 4 settimane all'anno.

A seconda della gravità dei sintomi, si possono distinguere tre forme di rinite allergica:

  • Forma leggera. I sintomi compaiono leggermente e non compromettono la qualità della vita: il paziente rimane in grado di lavorare e la precedente qualità del sonno.
  • La forma media. I segni di rinite allergica sono aggravati, la malattia rende difficile mantenere uno stile di vita familiare: le prestazioni si deteriorano, appare un guasto, il sonno è disturbato.
  • Forma grave. Il paziente ha insonnia, ci sono problemi significativi con la tolleranza dello sforzo fisico, le prestazioni sono gravemente compromesse. La qualità della vita è notevolmente ridotta.

Cause di rinite allergica

La malattia si sviluppa quando gli allergeni entrano nelle mucose della cavità nasale e degli occhi. Convenzionalmente, la rinite allergica può essere suddivisa in tre varietà, a seconda dei motivi che la provocano:

  • Stagionale (febbre da fieno). Principalmente osservato in primavera e in estate, durante la fioritura attiva delle piante. In Russia (la banda centrale) ci sono tre periodi più pericolosi. Da inizio aprile a fine maggio, alberi e denti di leone fioriscono. Da giugno a luglio, i cereali sbocciano. E da luglio a settembre - fioriscono le erbacce.
  • Durante tutto l'anno. La rinite allergica può verificarsi in qualsiasi stagione. Gli allergeni più comuni sono cibo, polvere, peli di animali domestici, muffe, prodotti chimici domestici. La rinite per tutto l'anno si sviluppa a causa del costante contatto del paziente con sostanze a cui il suo corpo è sensibile. In questo caso, il paziente può avere difficoltà a determinare la causa specifica (ecco perché è importante consultare un medico per identificare un fattore provocante).
  • Professionale. Questo tipo di rinite allergica si osserva nelle persone che di professione incontrano regolarmente potenziali allergeni: fumi tossici, sostanze chimiche, resine, polvere e altre sostanze irritanti.

Spesso i pazienti sono immediatamente vulnerabili a diversi allergeni. In alcuni casi, esiste una combinazione di due tipi di rinite allergica contemporaneamente. Ad esempio, un paziente soffre di febbre da fieno ed è allo stesso tempo sensibile alla polvere o ai peli degli animali domestici.

Il gruppo di rischio comprende:

  • bambini nati prematuri;
  • persone con ereditarietà sfavorevole (i parenti stretti soffrono di rinite allergica);
  • residenti di grandi città o altri luoghi con cattive condizioni ambientali.

La rinite allergica può aggravare durante:

  • fatica
  • mangiare cibi piccanti;
  • ipotermia;
  • malattie respiratorie (ARI, SARS)..

Sintomi di rinite allergica

I sintomi della malattia possono essere suddivisi in principali e correlati. Le caratteristiche principali includono:

  • congestione nasale;
  • nasale;
  • chiaro scarico dal naso (acquoso o mucoso);
  • diminuzione dell'olfatto;
  • prurito al naso;
  • starnuti (di solito parossistico);
  • orecchie chiuse;
  • gola infiammata.

I sintomi concomitanti sono:

  • arrossamento degli occhi;
  • gonfiore del viso;
  • lacrimazione
  • respirazione della bocca;
  • la presenza di occhiaie sotto gli occhi.

Spesso con la rinite allergica, ci sono anche segni di raffreddore - febbre, malessere generale, tosse.

Possibili complicanze della rinite allergica

Se non trattata, la rinite allergica può portare allo sviluppo di:

  • asma bronchiale;
  • Sindrome dell'affaticamento cronico;
  • russare
  • Depressione
  • sinusite;
  • sindrome da apnea ostruttiva del sonno (arresto respiratorio a breve termine durante il sonno).

Inoltre, la malattia può compromettere significativamente le prestazioni del paziente.

Diagnostica

Innanzitutto, l'otorinolaringoiatra raccoglie un'anamnesi: ascolta le lamentele del paziente, gli pone domande di chiarimento. Quindi effettua un'ispezione generale. Durante esso, puoi trovare segni tipici di rinite allergica: arrossamento della pelle sulle ali del naso, gonfiore, arrossamento degli occhi, ecc. Successivamente, viene eseguita l'endoscopia - esame della cavità nasale utilizzando uno speciale dispositivo ottico - un endoscopio.

Se le informazioni ottenute durante le procedure di cui sopra non sono sufficienti per effettuare una diagnosi, vengono effettuati numerosi studi aggiuntivi:

  • esame del sangue con determinazione del livello di immunoglobulina E (IgE) - in presenza di allergie, è significativamente aumentato;
  • radiografia dei seni paranasali (se si sospetta la sinusite);
  • striscio dalla cavità nasale (in presenza di allergie, la scarica contiene cellule speciali - eosinofili).

Per identificare gli allergeni effettuare i seguenti studi:

  • Test cutanei: l'integrità della pelle viene violata da un'iniezione o da un graffio e varie sostanze vengono introdotte nel corpo;
  • Test provocativo endonasale (intranasale): se i risultati dei test cutanei non possono essere interpretati in modo inequivocabile, le soluzioni contenenti allergeni vengono introdotte nella cavità nasale. In presenza di una reazione positiva alla sostanza, il paziente mostra segni di rinite allergica.

Nella diagnosi e nel trattamento di questa malattia, l'otorinolaringoiatra potrebbe aver bisogno dell'aiuto di un allergologo e immunologo.

Metodi di trattamento

Il trattamento della rinite allergica mira a raggiungere due obiettivi contemporaneamente:

  • eliminazione delle manifestazioni della malattia;
  • prevenzione delle ricadute.

Prima di tutto, è necessario identificare l'allergene che ha provocato lo sviluppo della malattia e, se possibile, proteggere completamente il paziente dai suoi effetti. È facile per il paziente rifiutarsi di utilizzare un prodotto alimentare specifico o prestare maggiore attenzione alla pulizia a umido con allergie alla polvere. Ma, sfortunatamente, il paziente non può influenzare il processo di fioritura delle piante ed è improbabile che possa spostarsi in un'altra regione o in un altro paese..

Per eliminare i sintomi della rinite allergica può essere prescritto:

  • agenti antistaminici (antiallergenici);
  • lavando il naso (per pulire la mucosa nasale dagli allergeni che vi si sono depositati);
  • farmaci antinfiammatori;
  • spruzzi o gocce da un raffreddore;
  • corticosteroidi nasali - ormoni steroidei sintetici (in casi gravi di malattia o inefficacia di altri metodi di trattamento);
  • inalazione (per alleviare l'infiammazione, purificare le vie respiratorie, migliorare la circolazione sanguigna, aumentare l'immunità);
  • spray e gocce vasocostrittive.

Nonostante il fatto che molti medicinali per la rinite allergica possano essere acquistati senza prescrizione medica, è possibile acquistarli e utilizzarli solo come indicato dal proprio medico. Altrimenti, sono possibili complicazioni. Ad esempio, l'uso incontrollato di farmaci vasocostrittori può causare rinite da farmaci..

Se è impossibile isolare il paziente dal contatto con l'allergene, viene prescritta l'immunoterapia specifica (ASIT). Un allergene viene iniettato per via intradermica nel paziente per diverse settimane, aumentando gradualmente la dose. Nel tempo, il corpo del paziente ottiene l'immunità a questa sostanza e diventa meno sensibile ad essa. La terapia specifica viene solitamente eseguita prima dell'esacerbazione prevista (ad esempio, prima della stagione di fioritura delle piante).

Il trattamento chirurgico viene effettuato in questi casi:

  • se la terapia conservativa non ha dato il risultato desiderato;
  • con una curvatura del setto nasale, che complica il decorso della rinite;
  • se il paziente ha processi patologici nei seni (cisti, sinusite).

La chirurgia viene eseguita il meno invasivamente possibile. Se è necessario ridurre il volume della concha nasale inferiore, la chirurgia viene eseguita con il metodo delle onde radio.

Prevenzione della rinite allergica

Lo sviluppo della rinite allergica causata da eventuali fattori provocatori può essere prevenuto adottando le seguenti misure:

  • Pulizia bagnata frequentemente;
  • Installa un depuratore e un umidificatore nella stanza;
  • Cerca di evitare fattori provocatori (muffa, polvere, ecc.) Quando possibile;
  • Applicare speciali spray nasali prima del contatto previsto con l'allergene;
  • Monitorare l'igiene nasale e il rossore preventivo.

Se sei allergico al polline nella stagione della fioritura, dovresti:

  • Cambia vestiti dopo essere tornato dalla strada;
  • Fare la doccia almeno due volte al giorno (preferibilmente con un lavaggio della testa);
  • Ventilare l'appartamento con tempo calmo;
  • Cerca di stare meno all'aperto quando fa caldo;
  • Vestiti asciutti lavati al chiuso, non all'aperto, poiché gli allergeni possono attaccarli..

Dovresti anche consultare il tuo medico sulla terapia farmacologica preventiva..

Rinite allergica

Una delle manifestazioni di una reazione immunitaria paradossale è la rinite allergica, altrimenti si chiama stagionale. La malattia è anche chiamata febbre da fieno, perché i segni di una salute compromessa si manifestano non solo con il polline delle piante, ma anche con l'erba secca. Il contatto primario con l'allergene si verifica a livello del tratto respiratorio superiore, nelle cellule della mucosa nasale. A causa della reazione specifica del corpo, che ha una natura genetica, vengono sintetizzati anticorpi verso determinate sostanze di natura organica - immunoglobuline del gruppo E. Si legano particelle estranee, formando complessi: antigene-anticorpo. In caso di contatto ripetuto con particelle estranee, si verifica una reazione violenta. Poiché i complessi immunitari precipitano nelle cellule del naso, prima di tutto, con una tale reazione, si sviluppa la rinite allergica con tutte le sue manifestazioni..

Rinite allergica, meccanismo dello sviluppo

Con il costante contatto con gli allergeni, lo stato del processo infiammatorio cronico nella cavità nasale provoca esacerbazioni durante tutto l'anno. Quando la rinite allergica è solo di natura stagionale, le esacerbazioni “scompaiono” dopo la fine del poro fiorito di alcune piante. Molto spesso, la fonte di questa condizione non è il polline dei fiori, ma gli alberi di betulla durante il periodo in cui fioriscono le foglie.

Molto spesso, la rinite allergica si sviluppa in primavera e in autunno - ciò è dovuto a un altro allergene comune - i microrganismi che si muovono liberamente nell'aria.

Provoca attacchi di starnuti, naso che cola e altri sintomi di rinite allergica irritanti non specifici - inneschi. Nella composizione chimica, non hanno nulla a che fare con gli allergeni, ma irritano i recettori nella mucosa nasale. In uno stato di ipersensibilità del sistema nervoso, la risposta immunitaria dovrebbe essere immediata. I seguenti fattori possono fungere da fattori scatenanti della rinite allergica:

  • Fumo di tabacco, indipendentemente dalla marca di sigarette;
  • Fumi di scarico di automobili;
  • Aria fredda quando ci si sposta da una stanza calda;
  • Profumi pungenti o prodotti chimici domestici.

La cavità nasale, i seni risonanti paranasali del cranio facciale e l'albero tracheobronchiale formano un unico sistema anatomico e fisiologico. Tutti questi organi sono rivestiti con la stessa copertura epiteliale. Pertanto, la rinite allergica è spesso accompagnata dalle seguenti malattie:

  • Rinosinusite poliposa;
  • Bronchite asmatica;
  • Asma bronchiale.

Se la rinite allergica non viene trattata in modo tempestivo, si sviluppano condizioni simili. Inoltre, non come malattie o complicanze concomitanti, ma indicano la prevalenza del processo infiammatorio.

Rinite allergica, sintomi

Il quadro clinico dei sintomi della rinite allergica da malattia ha il seguente:

Le manifestazioni principali includono:

  • Secrezione nasale acquosa;
  • Starnuti parossistici senza motivo apparente, soprattutto al mattino;
  • Bruciore al naso, prurito che si diffonde in tutto il rinofaringe;
  • Respirazione della bocca dovuta a congestione nasale, russare, annusare, diminuzione dell'olfatto, nasale.

La rinite allergica ha un segno caratteristico: "saluto allergico". Il bambino corre il palmo della mano lungo la punta del naso dal basso verso l'alto, alle prese con prurito. Come risultato di questo movimento, graffi e graffi appaiono sul naso, si forma una piega nasale trasversale.

Manifestazioni aggiuntive di rinite allergica non si trovano in tutti i pazienti, ma si trovano nella maggior parte dei casi. Questi sono i seguenti sintomi:

  • Lacrimazione, fotofobia, comparsa di occhiaie sotto gli occhi;
  • Sensazione di merluzzo nelle orecchie durante la deglutizione, problemi di udito;
  • Gola infiammata;
  • Epistassi dovuta a irritazione meccanica della mucosa;
  • Irritazione della pelle delle ali del naso e triangolo nasolabiale.

I sintomi generali della rinite allergica non sono specifici, ma accompagnano costantemente la malattia:

  • Irritabilità, letargia;
  • Perdita di appetito, associata a nausea;
  • Mal di testa;
  • Insonnia.

La rinite allergica ha molte meno probabilità di essere accompagnata da febbre. Ciò si verifica quando i batteri si moltiplicano nel sito di danno epiteliale. Nei bambini si osservano segni di indigestione a causa dell'ingestione di contenuti copiosi dal rinofaringe.

Rinite allergica, trattamenti

L'obiettivo principale del trattamento della rinite allergica è prevenire lo sviluppo dell'asma bronchiale. Per fare questo, è necessario stabilire il controllo sui sintomi e neutralizzare tutte le malattie concomitanti.

La rinite allergica deve essere trattata secondo un chiaro programma, che comprende le seguenti attività:

  • Eliminazione del contatto con un allergene;
  • Terapia antinfiammatoria;
  • Terapia sintomatica;
  • Dieta ipoallergenica;
  • Terapia immunitaria.

Nei casi in cui l'identificazione di fattori allergici è difficile, è necessario che il paziente crei un ambiente vicino alla sterilità. La pulizia frequente della stanza, l'aria condizionata e l'aria umidificata aiutano ad eliminare i motivi per cui si sviluppa la rinite allergica, i prodotti chimici per la casa dovrebbero essere scelti con grande cura. Meglio usare acqua normale..

Il trattamento antinfiammatorio della rinite allergica viene effettuato con farmaci ormonali - glucocorticoidi.

Gli antistaminici di ultima generazione sono raccomandati per alleviare i sintomi, in quanto non hanno effetti collaterali che inibiscono il sistema nervoso centrale..

Con la rinite allergica tutto l'anno, la nutrizione cambia solo nei casi in cui la malattia è combinata con allergie alimentari. Con la manifestazione stagionale della malattia, i prodotti vegetali che hanno un'affinità per gli allergeni sono esclusi dalla dieta.

La terapia immunitaria viene eseguita secondo la testimonianza di un medico allergologo.

Rinite allergica - sintomi, cause e trattamenti per la rinite

Rinite allergica, rinite allergica, cause di rinite allergica

La rinite allergica (rinite allergica) è una malattia diffusa che colpisce oltre il 25% della popolazione mondiale. Inoltre, il numero di pazienti che visitano medici con questo problema aumenta ogni anno. La rinite allergica, la cui natura è dovuta a fattori allergici, è associata a processi infiammatori che si verificano sulle mucose del naso. Appaiono a causa dell'azione di una varietà di allergeni. La malattia può svilupparsi per un lungo periodo di tempo e portare a gravi complicazioni. Pertanto, sono necessarie una diagnosi tempestiva e la nomina di una terapia adeguata.

Rinite allergica, caratteristiche della malattia

La rinite allergica è una manifestazione del comune raffreddore provocata da una reazione del corpo di tipo allergico. Poiché gli allergeni influenzano attivamente le mucose nasali, si verifica e progredisce un processo infiammatorio, che diventa la causa della malattia. Questa malattia, insieme a una tosse allergica, è considerata il problema più frequente con cui i pazienti si rivolgono agli allergologi.

Questa malattia è considerata come una reazione del corpo a un fattore irritante. Si manifesta come alterazioni infiammatorie nella cavità nasale, accompagnate da secrezioni. Questa condizione può ragionevolmente essere considerata un problema immunitario, perché i pazienti con forte immunità hanno meno probabilità di sperimentare cambiamenti allergici. Non sorprende che diagnosticare una rinite allergica spesso confermi la presenza di disfunzioni immunitarie nel corpo..

La malattia è più comune nei bambini piccoli, tuttavia, è anche abbastanza comune tra gli adulti. Al primo contatto con l'allergene, si verifica un disturbo immunitario. Il sistema immunitario considera la componente irritante come un elemento di tipo estraneo e quindi inizia a produrre anticorpi. Di solito il primo stadio della malattia non è accompagnato da sintomi specifici della cavità nasale. Ma con il contatto ripetuto, si verifica un processo infiammatorio, i mediatori biologicamente attivi vengono espulsi.

L'attacco delle cellule immunitarie è spesso soggetto sia all'allergene stesso che alle pareti vascolari, la cui permeabilità sta crescendo. Il risultato è gonfiore. Le caratteristiche della manifestazione della reazione corporea sono determinate dal tipo di allergene, dal metodo di penetrazione e dalla durata del contatto.

Cause di rinite in forma allergica

Una reazione allergica viene scatenata sotto forma di raffreddore con vari allergeni, che causano cambiamenti infiammatori nelle persone sensibili alle sostanze irritanti. In una persona normale, tale contatto non provoca alcun segno significativo e nei pazienti con sensibilizzazione, apparirà un sacco di segni.

L'allergene di solito penetra nelle goccioline trasportate dall'aria, sebbene la penetrazione sia possibile a causa del normale contatto o ingestione di cibo.

Le cause più comuni di rinite sono:

• polline di piante durante il periodo di fioritura;
• componenti di cosmetici, prodotti chimici domestici;
• impurità che una persona incontra in un ambiente di lavoro;
• medicinali

• elementi di saliva, lana, feci di animali domestici;
• polvere domestica e acari e alcune varietà di funghi presenti in esso;
• allergeni contenuti negli insetti e nei loro prodotti metabolici;
• alimenti individuali.

Qualsiasi componente che provoca l'ipersensibilità del corpo ad esso può agire come un allergene. Gli esperti osservano che le condizioni climatiche, ad esempio il vento, i salti di temperatura, possono provocare una reazione. Situazioni stressanti, interruzioni ormonali e reazioni di tipo psicosomatico a volte diventano provocatori. Non meno importante è la predisposizione genetica, frequenti disturbi virali e cronici, infezioni virali respiratorie acute prolungate e adenoidi infiammate.

Clicca qui - tutti i materiali sul raffreddore comune (rinite)

Tutti i materiali del portale sul raffreddore comune (rinite) al link sopra

Sintomi di rinite allergica

La rinite allergica non può sempre essere correttamente diagnosticata in modo indipendente, separandola da un comune raffreddore.

Sintomi comuni associati a:

• l'insorgenza di prurito e disagio nella cavità nasale, che provocano starnuti;
• la comparsa di edema, che causa difficoltà respiratorie;
• scarico dalla cavità nasale, che è trasparente e simile all'acqua.

I segni di un naso che cola in una forma allergica possono verificarsi con un ritardo diverso. Alcuni si notano nei primi minuti dopo il contatto con un fattore irritante, mentre altri si verificano dopo poche ore.

I primi sintomi includono:

1. Starnuti rapidi e incontrollati, che si verificano spesso al mattino. Fermarlo è molto difficile.
2. Scarico prolungato di liquido trasparente dalla cavità nasale. Se un'allergia si manifesta su uno sfondo di infezione, lo scarico può diventare più denso.
3. Rinofaringe.
4. Sensazione di prurito al naso e agli occhi, che iniziano a lacrimare.

Nel tempo, i sintomi iniziano a diventare più complicati, compaiono segni caratteristici di una rinite allergica prolungata:

• mancanza di respiro derivante dalla congestione nasale;
• peggioramento dell'olfatto;
• indolenzimento nella zona facciale;
• russare e annusare durante il sonno;

• tosse secca prolungata, che non viene eliminata assumendo farmaci;
• indolenzimento nel rinofaringe e raucedine;
• dolore all'orecchio, congestione, perdita dell'udito;
• sangue dal naso.

In alcuni casi, si osserva arrossamento nell'area del labbro superiore e degli occhi. I pazienti lamentano mal di testa, perdita di appetito, riduzione delle prestazioni, affaticamento e irritabilità. Saranno frequenti problemi con il sonno: la scarsa respirazione provoca insonnia.

Nei bambini, una rinite allergica si manifesta con problemi di appetito e sonno, nasale, annusando o russando di notte. Tali bambini sono generalmente letargici durante il giorno, avendo difficoltà a concentrarsi. Se il gonfiore è forte, la bocca del bambino è sempre socchiusa, le pieghe nasolabiali vengono levigate.

Forme e tipi di rinite allergica

La malattia può essere attiva per diversi periodi di tempo, e quindi ci sono diversi tipi di esso:

1. Stagionale: si manifesta in determinati periodi dell'anno, quando uno o un altro allergene è attivo.

Ad esempio, stiamo parlando del tempo delle piante da fiore o della vita degli insetti. In questo caso, il periodo di esacerbazione è sostituito da una remissione prolungata. Se le esacerbazioni sono frequenti o prolungate, il disturbo è in grado di assumere una forma cronica.

2. Tutto l'anno - il contatto con un allergene, come la polvere domestica, rimane costante durante tutto l'anno.

In questo caso, lo starnuto è meno comune e lo scarico acquisisce una consistenza mucosa densa. I problemi agli occhi sotto forma di lacrimazione o congiuntivite, nonché agli organi dell'udito stanno diventando più frequenti - si sviluppa otite o congestione.

3. Professionista - causato da allergeni, il contatto con il quale è associato all'attività lavorativa di una persona.

Il grado di manifestazione dei sintomi della malattia dipende dalle condizioni del paziente.

Una rinite allergica può essere:

• polmoni, quando i sintomi non sono particolarmente inquietanti, sebbene possano essere presenti diversi segni, le condizioni generali non peggiorano, il sonno notturno non è disturbato;

• moderato: i sintomi sono più pronunciati, le prestazioni diminuiscono, il sonno peggiora;

• grave: i sintomi della malattia sono acuti, il sonno notturno è difficile, il ritmo della vita è diverso dall'ordinario.

Diagnosi di rinite allergica

Per diagnosticare in modo affidabile la presenza di rinite allergica in un paziente, vengono condotti vari tipi di studi:

1. Esami del sangue clinici per determinare il livello di eosinofili, saturazione con plasma e mastociti, globuli bianchi, valutare i parametri degli anticorpi IgE totali e specifici.

2. Vengono utilizzate procedure di tipo strumentale: rinoscopia, endoscopia. I medici possono prescrivere tomografia computerizzata, rinomanometria, rinometria acustica.

3. Esecuzione di test cutanei per identificare gli allergeni topici. In questo caso, diventa possibile diagnosticare l'origine esatta della rinite allergica..

4. Esame del tipo citologico e istologico a cui è esposta la scarica raccolta.

Trattamento della rinite allergica

Per il trattamento efficace della patologia, viene effettuata una diagnosi tempestiva..

Quindi gli sforzi sono diretti a:

• esclusione del contatto con sostanze irritanti;
• rimozione dei sintomi della rinite allergica;
• immunoterapia di tipo specifico per allergeni;
• misure preventive e di supporto globali.

Antistaminici

Il trattamento di una rinite allergica include necessariamente l'uso di farmaci antistaminici. Questo vale per bambini e adulti..

Si consiglia l'uso di droghe:

• seconda generazione: i medici scongelano le loro preferenze per Zodak, Tsetrin, Claritin;
• terza generazione: si consiglia di utilizzare Zirtek, Erius o Telfast.

Il farmaco viene solitamente selezionato da uno specialista, in base alle condizioni del paziente e alle sue caratteristiche individuali. Il medico deve scegliere il dosaggio giusto. La durata della somministrazione può essere diversa, ma di solito è di almeno 14 giorni. Gli antistaminici più moderni sono caratterizzati da un effetto ipnotico inferiore o dalla sua assenza e l'inizio dell'azione si osserva dopo 20-30 minuti. dopo aver bevuto. L'effetto di tali fondi persiste a lungo..

Risciacquare i preparati

Il sollievo dei sintomi con la manifestazione stagionale della rinite è facilitato dal lavaggio regolare della cavità nasale. Può essere utilizzato con mezzi come Dolphin, Aqua Maris, Aqualor. I medici raccomandano l'uso di altri spray con acqua di mare - Marimer, Allergol, Quicks, ecc. Se necessario, è possibile preparare un semplice rimedio a casa: in 1 tazza d'acqua, diluire un quarto di cucchiaino di sale e soda, nonché 1-3 gocce di iodio.

trattamento della rinite

Gocce con effetto vasocostrittore

Questo gruppo di farmaci aiuta ad alleviare la condizione di congestione nasale, alleviare il gonfiore e la manifestazione vascolare. Si consiglia l'applicazione di gocce prima della procedura di lavaggio. I farmaci di solito non sono prescritti per i bambini piccoli..

Stabilizzatori di membrana dei mastociti

Tali farmaci aiutano ad eliminare i cambiamenti infiammatori nel naso. I medici possono prescrivere spray topici. Sono anche prescritti mezzi di un gruppo di cromoni: Cromohexal, Kromosol, Cromoglin. Grazie al loro uso, diventa possibile prevenire lo sviluppo di una rapida reazione all'azione dell'allergene. Hanno un valore preventivo.

Una serie di misure per la desensibilizzazione

Sotto la pelle della spalla del paziente viene introdotta una composizione contenente un allergene. A poco a poco, la dose aumenta. Le procedure vengono eseguite con un intervallo settimanale e quindi dopo 6 settimane per un periodo di tre anni. Il sistema immunitario si abitua all'allergene e smette di rispondere ad esso. Questo metodo è efficace se la reazione si verifica solo su 1 allergene..

Preparati enterosorbenti

L'assunzione di Polyphepan, Polysorb, Enterosgel o Filtrum STI aiuta ad attivare la rimozione di tossine, tossine e altri componenti dannosi dal corpo. Sono prescritti come parte di una terapia complessa con una durata non superiore a 14 giorni.

come trattare la rinite allergica

Farmaci di tipo ormonale

Prendi come indicato da un medico se altri antistaminici e antinfiammatori fossero inefficaci. Corso a breve termine.

La necessità di un intervento chirurgico

Il trattamento chirurgico per la rinite allergica verrà effettuato se il paziente:

• il setto nasale è curvo, ci sono punte con creste su di esso, che creano ostacoli alla normale respirazione attraverso il naso;
• sono presenti polipi o infezioni dell'ulcera;
• concha nasale inferiore patologicamente ingrandito.

Se il medico lo ritiene appropriato, al paziente viene prescritta un'operazione. Viene effettuato al di fuori del periodo di possibile esacerbazione della malattia, nella stagione in cui non vi è fioritura di piante e si esclude il contatto con un allergene attivo.

Rimedi popolari per il trattamento della rinite allergica

I metodi tradizionali di trattamento della rinite a casa suggeriscono l'uso di procedure complesse.

Uno dei metodi più semplici e convenienti è il lavaggio dei passaggi nasali..

Per fluidificare il muco, puoi preparare una soluzione salina debole. Il sale, sia di mare che normale, è un ottimo strumento per il trattamento e la prevenzione della malattia.

Oltre alla soluzione salina, può essere utilizzata una soluzione di iodio debole. Per prepararlo, dovrai sciogliere un paio di gocce di iodio in un bicchiere di acqua bollita, dopo averlo raffreddato.

rinite allergica

Efficace per lavare i decotti al naso di salvia, camomilla o calendula. Una condizione importante per l'uso di infusi di erbe è l'assenza di una reazione allergica a determinate piante.

Per il lavaggio e l'irrigazione del naso, è conveniente usare una siringa o una siringa senza ago. Non sciacquare il naso con otite media, epistassi frequenti o epilessia.

Le inalazioni di vapore servono anche come trattamento efficace per la malattia. Il vapore diluisce attivamente i depositi di muco e penetra anche nei seni. Le mucose sono ben inumidite, liberandosi dai batteri.

Il dispositivo tradizionale per l'inalazione di vapore sarà una normale padella con vapore. Per comodità, è possibile acquistare un nebulizzatore.

Per il trattamento per inalazione applicare:

  • patate bollite;
  • soluzioni saline;
  • soluzione di bicarbonato di sodio;
  • decotti di erbe.

5 grammi di sale o soda devono essere sciolti in un litro di acqua calda. Le infusioni di erbe vengono preparate al ritmo di 5 grammi di erba secca triturata per litro di acqua calda.

Durante la procedura, è necessario respirare il più possibile con entrambe le narici. Alla fine dell'inalazione, devi avvolgere il viso con una sciarpa calda.

Non è raccomandato il trattamento della rinite immediatamente dopo aver mangiato, con una esacerbazione di una serie di malattie croniche e alte temperature.

Puoi eseguire a casa la procedura per scaldare naso e seni paranasali. L'uso per questo richiede un sacchetto di sale. Il sale viene messo in un sacchetto di lino pulito e riscaldato in una padella. Quindi delicatamente applicato alternativamente su entrambi i lati del naso. Oltre al sale, usa sabbia lavata, grano saraceno, uovo.

Il riscaldamento stimola la circolazione sanguigna. Il sangue si precipita attivamente verso i vasi, il che contribuisce al rapido rilascio di muco insieme agli allergeni. È importante sapere che con una forma purulenta della malattia, il riscaldamento non può essere fatto..

rinite allergica

Un altro trattamento efficace per la rinite acuta allergica è l'uso di oli essenziali. È necessario gocciolare l'olio in acqua calda al ritmo di 7-10 gocce per litro. Usa olio di eucalipto, arborvitae, abete, tea tree.

Il vapore profumato ha un effetto positivo sulla mucosa nasale, alleviando il gonfiore e rimuovendo gli allergeni.

L'olio può essere strofinato nell'area dei seni nasali. A base di olio d'oliva, si consiglia di preparare gocce medicinali. Gocce di succo di Kalanchoe e olio d'oliva naturale danno un buon effetto..

L'antica tecnica della digitopressione favorisce il flusso di sangue ai tessuti e aiuta a facilitare la respirazione. Il diagramma di flusso per la procedura include:

  • movimenti circolari nell'area dei seni nasali per un paio di minuti;
  • tocco morbido dal naso alle orecchie;
  • massaggio sulla fronte con entrambe le mani.

I movimenti dovrebbero essere accurati, non interrompere la procedura quando si verifica il dolore.

Mangiare spezie aiuta anche a sbarazzarsi di una malattia allergica. La dieta deve includere cipolle, senape, rafano, aglio, peperoncino.

Usando le erbe

Per trattare la rinite acuta, puoi usare le erbe:

  • Devi prendere lo zenzero al ritmo di 50 grammi per bicchiere d'acqua. La pianta è macinata, ha insistito e bevuta al posto del tè.
  • La camomilla secca viene infusa e utilizzata per lavare, inalare o bere un'infusione calda.
  • Il tè verde ha pronunciate proprietà antisettiche, rafforza il sistema immunitario. Non è solo ubriaco, ma è anche usato per sciacquare i passaggi nasali.
rimedi popolari per la rinite allergica

Altri rimedi popolari efficaci

Un trattamento efficace è impacchi di miele. Il miele viene anche aggiunto alle gocce fatte in casa, a condizione che il corpo risponda positivamente ad esso, senza manifestazioni allergiche.

Il succo di aloe può essere utilizzato per l'instillazione, miscelato in parti uguali con acqua bollita.

Come trattare la rinite allergica nei bambini?

Molti genitori sanno cos'è la rinite. Tuttavia, non capiscono come trattare questa malattia in un bambino..

Gli esperti osservano che i primi segni di una malattia allergica compaiono entro 5 anni. I sintomi della rinite sono:

  • la comparsa di mal di gola;
  • aumento della lacrimazione;
  • arrossamento delle palpebre e del bulbo oculare;
  • prurito alle orecchie, al naso e agli occhi;
  • abbondanti secrezioni di muco dai passaggi nasali;
  • gonfiore del naso e dell'intero viso.

Le manifestazioni, di regola, sono stagionali. L'eccezione sono gli allergeni domestici.

Nei bambini di età inferiore ai 5 anni, i sintomi della rinite non sono così pronunciati. Il naso depone, di regola, di notte. Il lavaggio regolare del naso aiuterà a sbarazzarsi di depositi e secrezioni di muco. Prima di gocciolare le gocce prescritte da uno specialista, i passaggi nasali devono essere accuratamente lavati con soluzione salina di farmacia, soluzione salina debole o infusione di camomilla. Un cucchiaino di erba secca viene infuso in 250 ml di acqua per circa 10 minuti. Per la procedura è conveniente utilizzare spray pronti all'uso a base di acqua di mare..

È importante sapere che le gocce, restringendo i vasi sanguigni, possono causare dipendenza. Non vengono utilizzati per la rinite allergica per più di 5 giorni..

Gli strumenti efficaci includono:

Il trattamento della rinite è necessariamente prescritto da uno specialista, tenendo conto dell'età del bambino e delle caratteristiche individuali del corpo. L'uso di metodi alternativi di trattamento deve essere concordato con il medico curante. Il medico spiegherà in dettaglio al paziente cos'è la rinite e come trattarla correttamente..

Prima di tutto, lo specialista prescriverà antistaminici:

Il completamento sarà spray e gocce. Un innocuo metodo alternativo di terapia sarà lavare il naso con una soluzione salina debole. È importante ricordare che non sarà possibile liberare autonomamente il bambino dalla rinite allergica con metodi popolari.

trattamento della rinite allergica

Come trattare la rinite allergica nelle donne in gravidanza?

Gli esperti raccomandano l'uso di farmaci che possono:

  • ridurre il gonfiore della mucosa;
  • facilitare la respirazione;
  • ridurre parzialmente la produzione di muco;
  • restringere i vasi nella cavità nasale.

Afrin dà un buon effetto. Ma può essere utilizzato solo come indicato da un medico..

L'obiettivo del trattamento della rinite allergica nelle donne in gravidanza è di ridurre i sintomi. Particolare attenzione è necessaria per prevenire le malattie. Per ridurre il rischio di malattia, gli esperti consigliano di utilizzare il moderno strumento Nazaval, che crea un film protettivo sulla mucosa nasale. Ciò riduce il rischio di esposizione agli allergeni..

Per alleviare la condizione, si consiglia di utilizzare il lavaggio nasale e il massaggio.

Prevenzione della rinite allergica

Il punto principale delle misure preventive è ridurre la probabilità di contatto con fonti di allergie. Le misure preventive includono:

  • regolare pulizia a umido;
  • ventilazione sistematica delle stanze;
  • il rilascio di locali da tappeti, peluche e un gran numero di prodotti tessili.

Queste misure portano a una riduzione della polvere domestica, che può provocare una reazione allergica. Se possibile, eliminare i rivestimenti tessili a pelo lungo, sostituire i peluche con gomma o plastica. La ventilazione e la pulizia continue ridurranno il rischio di esacerbazioni.

Se il corpo reagisce negativamente a peli di animali o lanugine, elimina gli animali domestici ed evita il contatto con gli uccelli, nonché i prodotti in lana naturale, piume e piumino.

Quando iniziano le allergie stagionali, a causa della fioritura di alcune piante, dovrebbe essere presa una dose profilattica di farmaci che aiutano a fermare gli attacchi acuti..

Le misure di prevenzione includono il rafforzamento generale del corpo. Ciò è facilitato da lunghe passeggiate all'aria aperta, una dieta equilibrata e nutriente, l'assunzione di complessi vitaminici.

Nella forma cronica della malattia, è necessario consultare costantemente un immunologo specializzato. Sarà in grado di identificare la causa specifica della reazione negativa del corpo al fine di prevenire ulteriori contatti con gli allergeni. La fonte viene ricercata attraverso ricerche di laboratorio e varie analisi..

Quando il corpo reagisce ai componenti chimici di alcuni cosmetici o prodotti chimici domestici, è necessario sbarazzarsi di tali fondi.

Conseguenze e complicanze dopo rinite allergica

Ai primi segni di rinite allergica, dovresti consultare uno specialista per consigli e selezione di misure terapeutiche efficaci. Identificare la fonte della reazione ed evitare ulteriori contatti con essa..

In assenza di adeguate azioni terapeutiche e preventive, la malattia assume rapidamente una forma cronica. Le complicanze della rinite interferiranno con il normale lavoro e la vita di una persona. Un naso costantemente chiuso complica la respirazione, provoca disturbi del sonno, aumenta la fatica e l'irritabilità.

La mancanza di ossigeno a causa della mancanza di respiro influisce negativamente su tutti gli organi, portando a una notevole riduzione delle prestazioni e alla sindrome da affaticamento cronico. A causa della congestione nasale, l'olfatto peggiora nettamente. I segni di rinite influenzano negativamente la vita di una persona.

Sullo sfondo della forma cronica, compaiono molte complicazioni della rinite. L'immunità diminuisce e aumenta il rischio di raffreddore. Può svilupparsi una forma cronica di rinite o sinusite e aumenta il rischio di mal di gola..

Con una prolungata assenza di trattamento, gli esperti notano un'alta probabilità di sviluppare polipi o atrofia della mucosa.

MedGlav.com

Elenco medico delle malattie

Rinite allergica. Cause, sintomi e trattamento della rinite allergica.

RINITE ALLERGICA.


La rinite allergica può essere chiamata solo quei casi di rinite nella patogenesi di cui il ruolo principale appartiene alle allergie. Quest'ultimo dovrebbe essere provato in ogni caso usando un complesso di moderni metodi diagnostici.

Nella pratica clinica, ci sono due tipi di rinite allergica: stagionale e per tutto l'anno. Nel primo caso, si riferisce alla rinite causata dal polline delle piante, nel secondo - causato da un numero di allergeni esogeni, il cui contatto è possibile indipendentemente dalla stagione.


Eziologia e patogenesi.

La rinite allergica durante tutto l'anno è più comunemente causata da:

  • polvere domestica e industriale,
  • epidermide e peli di animali,
  • cuscini di piume,
  • spore fungine, la cui sensibilizzazione porta a manifestazioni durante tutto l'anno di rinite allergica principalmente nei paesi con clima caldo.
  • allergia alimentare nel 4-5% dei casi.

La rinite allergica tutto l'anno appartiene al gruppo delle malattie atopiche. Un ruolo significativo nel suo sviluppo appartiene all'istamina, la cui azione principale si esprime nell'espansione dei capillari, fornendo abbondantemente la mucosa, aumentando la loro permeabilità con la formazione di edema, il rilascio di abbondante essudato di fluidi nell'ambiente esterno e anche nell'ipersecrezione di muco da parte delle ghiandole che formano il muco. Con l'azione di fattori chemiotossici eosinofili, sono associati eosinofilia delle secrezioni nasali e l'accumulo di eosinofili nella mucosa nasale.

Il decorso della malattia dipende dalla durata del contatto con l'allergene "colpevole". Se con la rinite da polline, il contatto è limitato a diverse settimane, quindi con il contatto per tutto l'anno è quasi costante con fluttuazioni durante il giorno. Le interruzioni di contatto per diverse ore non sono sufficienti per lo sviluppo inverso di una reazione allergica, quindi i sintomi durano quasi costantemente. Le remissioni sono possibili solo con eliminazione prolungata (visite a casa, vacanze, viaggi d'affari).

Tale costanza e durata dei disturbi morfologici e funzionali portano alla formazione di alcune caratteristiche delle reazioni locali a stimoli sia antigenici che non antigenici (non specifici). Le esacerbazioni della rinite nel freddo, la polvere non antigenica, gli odori pungenti sono caratteristici. Negli ultimi anni, l'iperreattività della mucosa nasale è stata attribuita a uno squilibrio nel sistema nervoso autonomo, forse simile a quello dell'asma bronchiale, ma con la differenza che con la rinite, le principali strutture reattive sono vasi, non cellule muscolari lisce. Alcune manifestazioni caratteristiche della rinite durante tutto l'anno sono associate a una ridotta circolazione locale. Pertanto, una lamentela frequente sull'aumentata difficoltà nella respirazione nasale in posizione supina, a quanto pare, è il risultato di una diminuzione del tono vascolare.

È stato dimostrato che in una posizione orizzontale nei pazienti con rinite, la resistenza intranasale aumenta in media di 3 volte. Un allergologo dovrebbe tenerlo presente quando discute le possibili fonti di allergeni, che in questi casi il paziente considera la biancheria da letto. Un fatto noto è la riduzione o la completa scomparsa dell'ostruzione nasale durante l'esercizio.

Ciò suggerisce che l'effetto dell'attività fisica è mediato attraverso il sistema simpatico. Il sollievo dall'attività fisica dura da alcuni minuti a un'ora. Molti pazienti notano non tanto il sollievo dell'ostruzione al momento dello sforzo fisico quanto l'aggravamento della rinite immediatamente dopo.

Quadro clinico.

I sintomi della rinite allergica durante tutto l'anno dipendono in una certa misura dall'allergene con cui il paziente è sensibilizzato, dal grado di sensibilizzazione e dalla durata del contatto.

Un modello simile alla classica rinite allergica con febbre da fieno può essere osservato in pazienti con un alto grado di sensibilità agli allergeni epidermici degli animali a diretto contatto con loro. Il paziente ha prurito al naso e rinofaringe durante 10-15 minuti di esposizione, starnuti, abbondante secrezione acquosa dal naso e difficoltà di crescita rapida nella respirazione nasale. Allo stesso tempo, compaiono prurito delle palpebre e lacrimazione.

Con un grado di sensibilità inferiore e con contatto costante con gli animali, nonché polvere domestica, cuscini di piume, molte polveri industriali. manifestazioni cliniche leggermente diverse sono caratteristiche. Lo starnuto è raro, soprattutto al mattino quando il paziente si sveglia. La congiuntiva di solito non è coinvolta nel processo. La lamentela predominante è una difficoltà quasi costante nella respirazione nasale, che generalmente peggiora quando si è sdraiati. Una lamentela è caratteristica di una maggiore gravità della congestione nasale sul lato che si trova sotto. Lo scarico nasale è meno abbondante, spesso mucoso, piuttosto che acquoso. Con grave ostruzione, è caratteristica la perdita di muco nel rinofaringe. L'anosmia (perdita dell'olfatto) con rinite allergica è rara.

Le malattie atopiche sono spesso osservate nella storia familiare e personale dei pazienti con rinite allergica.

Quando si esamina la cavità nasale, è visibile una mucosa pallida edematosa, i passaggi nasali sono più o meno ristretti, lo scarico è di solito acquoso o mucoso. Con edema grave, è necessario un esame ripetuto dopo aver applicato uno qualsiasi dei vasocostrittori locali in modo da poter esaminare l'area dei seni etmoidi, dove i polipi sono spesso localizzati. Questi ultimi con vera rinite allergica sono molto rari. All'esame del rinofaringe, si nota l'ipertrofia del tessuto linfoide.

Sul roentgenogramma dei seni si trova di solito un ispessimento uniforme, leggermente espresso della mucosa dei seni mascellari. In un esame del sangue - l'eosinofilia moderata è caratteristica.

Diagnosi, diagnosi differenziale.

La diagnosi, la diagnosi differenziale si basa sulla storia, sul quadro clinico e sulla ricerca specifica. Quest'ultimo include test cutanei, un test nasale provocatorio, determinazione di IgE totali e specifiche.
Durante i test cutanei, vengono spesso rilevate reazioni immediate agli allergeni da polvere domestica, forfora e peli di animali domestici, dafnia e meno spesso ad altri inalanti e allergeni alimentari..

In quasi tutti i casi, è necessario differenziare la rinite allergica tutto l'anno dalla rinite non atopica e vasomotoria. La diagnosi differenziale con la rinite allergica durante tutto l'anno è particolarmente difficile, poiché le manifestazioni cliniche sono molto simili. La rinite non atopica è più caratterizzata da una connessione clinica con infezione, una predominanza di un processo iperplastico, spesso con poliposi, una frequente combinazione con intolleranza ai farmaci antinfiammatori non steroidei.

Altre forme di rinite con cui è necessario differenziare la rinite allergica:

  • rinite di donne in gravidanza - descritta come una forma indipendente. L'eziologia e la patogenesi sono sconosciute. Secondo le manifestazioni cliniche, è vicino a un tipo non atopico. Dopo il parto arriva un recupero spontaneo;
  • rinite, descritta come un effetto non allergico laterale dei preparati di rauwolfia. La patogenesi non è chiara. Dopo che il ritiro di medicina passa;
  • rinite associata all'uso topico di simpaticomimetici (naftitina, sanorina, galazolina, rivivina, prvin) e efedrina. In molti pazienti, dopo 3-4 giorni di trattamento efficace della rinite allergica o non atopica con questi farmaci, si verifica una esacerbazione dei sintomi della malattia, un'altra instillazione del farmaco dà un effetto a breve termine, seguito da un'ostruzione nasale pronunciata, che richiede al paziente di utilizzare nuovamente il farmaco con la stessa sequenza di effetti. La rinoscopia rivela un'immagine indistinguibile dalla rinite allergica. Alcuni autori la chiamano "sindrome di rimbalzo" per analogia con la sindrome che si verifica con un sovradosaggio di p-adrenostimolanti negli asmatici;
  • mastocitosi della mucosa nasale, descritta come una malattia indipendente [Connel, 1969]. Il quadro clinico è lo stesso della rinite non atopica. La diagnosi è confermata dalla biopsia..

complicazioni.

Di solito l'infezione si unisce allo sviluppo della sinusite e dell'etmoidite più spesso purulente. Tuttavia, l'infezione è più comune nella rinite non atopica.
Un'altra complicazione è un cambiamento ipertrofico nella mucosa nasale e nei seni nasali con la formazione di polipi.
A volte la rinite allergica durante tutto l'anno è complicata da otite media sierosa. Ciò è particolarmente vero durante l'infanzia..
Solo il 30% circa dei bambini con rinite allergica sviluppa successivamente asma.

In primo luogo, una violazione o un completo arresto della respirazione nasale porta al fatto che il paziente respira costantemente attraverso la bocca, l'aria non trattata, non riscaldata e inumidita entra nei bronchi, il che contribuisce all'infezione dell'albero bronchiale e alla maggiore accessibilità della sua mucosa all'effetto irritante delle impurità chimiche e meccaniche e sensibilizzazione.
In secondo luogo, l'infiammazione allergica della mucosa nasale può irritare le zone reflexogeniche e quindi causare ulteriori stimoli per le convulsioni. Infine, una lesione infettiva dei seni, che complica la rinosinusite allergica, contribuisce alla formazione di bronchite, che complica notevolmente il problema del trattamento dell'asma atopico.

TRATTAMENTO.

  • La terapia specifica include l'interruzione del contatto con allergeni specifici e l'immunoterapia. L'immunoterapia viene effettuata in istituti allergologici specializzati. Applicare metodi di somministrazione sottocutanea di un estratto di allergene e irrigazione locale della mucosa nasale con un aerosol di estratto di allergene. L'efficacia dell'immunoterapia per la rinite allergica si osserva nel 70-80% dei casi.
  • Nella fase acuta della malattia, sono indicati gli antistaminici. Smettono rapidamente di prudere, starnuti e rinorrea abbondante. In caso di ostruzione predominante dei passaggi nasali con mucosa edematosa, l'effetto degli antistaminici è meno pronunciato.
  • Con un certo successo, viene utilizzato il trattamento con istaglobulina. L'efficacia dell'istaglobulina nella rinite allergica raggiunge il 60-70% dei casi. Intale è intranasale sotto forma di insufflazione di polvere o instillazione di una soluzione al 4% di 2 gocce in ciascuna metà del naso 4-6 volte al giorno. È stato osservato che è stato ottenuto un effetto maggiore in pazienti con IgE sieriche elevate.
  • I vasocostrittori locali sono prescritti per la rinite allergica solo in casi di emergenza, se, ad esempio, a causa dell'esacerbazione della rinite, il paziente non riesce a dormire. Il paziente deve essere avvisato che con un sovradosaggio e un uso prolungato (più di una settimana), il farmaco provoca l'effetto opposto.
  • Il trattamento sistemico (orale o parenterale) con corticosteroidi per la rinite allergica può essere raccomandato solo in circostanze speciali, ad esempio per cancellare i farmaci vasocostrittori.

Il corso dovrebbe essere breve - non più di una settimana, ma la dose è sufficiente per un effetto terapeutico (3-4 compresse di qualsiasi farmaco corticosteroideo al giorno per i primi 2-3 giorni). Una riduzione graduale della dose non è necessaria se il paziente non è stato trattato in precedenza con farmaci steroidi o li ha assunti sotto forma di rari corsi brevi.

  • Il beclametasone dipropionato (BDP) viene utilizzato sotto forma di insufflazioni intranasali, ma solo nei casi in cui altri metodi di trattamento, incluso quello intale, non danno un chiaro effetto. Utilizzato anche per poliposi nasale ricorrente..
    Non può essere utilizzato per infezioni fungine del tratto respiratorio superiore, lesioni erpetiche batteriche, infezioni respiratorie acute.