Diagnosi di laboratorio delle allergie - eseguire i test

Trattamento

Il numero di persone allergiche sta crescendo e diventando più giovane in tutto il mondo. Un esempio, ma molto caratteristico: secondo la pubblicazione inglese The Guardian, solo nel Regno Unito il numero di ricoveri con anafilassi dal 1992 al 2012 è aumentato del 615%. Inoltre, per circa il 27% di quelli ricoverati in ospedale, lo shock anafilattico è stata la prima reazione allergica nella loro vita - prima credevano di non essere malati.

La ricerca moderna ha rivelato un legame tra allergie e DNA. Una predisposizione a una reazione allergica può essere ereditata dai genitori, ma può anche insorgere a seguito dei loro cambiamenti genetici..

Gli scienziati non sanno ancora perché e quando si "sveglia" l'ipersensibilità a uno stimolo specifico. Ma possono usare un test allergologico per scoprire quale prodotto (allergia alimentare), sostanza chimica, pianta (febbre da fieno), animale, ecc., Si verifica una violenta reazione immunitaria nel corpo. Tale analisi aiuterà ad evitare il contatto con un irritante potenzialmente pericoloso, a mantenere la salute e persino la vita..

I test allergologici possono essere eseguiti per le persone che non hanno avuto reazioni allergiche. I test ti aiuteranno a capire quale potrebbe essere il fattore scatenante di una risposta immunitaria indesiderata..

Il test viene eseguito in 2 modi principali: utilizzando i test delle allergie cutanee per una varietà di allergeni e un esame del sangue. I test sono prescritti dal medico a seconda degli obiettivi dello studio, delle condizioni generali e di altri fattori.

Indicazioni per lo studio:

sono espressi sintomi di cibo, contatto o allergie stagionali: macchie rosse, eruzioni cutanee pruriginose, naso chiuso, lacrime che scorre, gonfiore delle mani, collo, viso, mucosa orale, difficoltà respiratorie, ecc.;

se il trattamento di rinite, dermatite, bronchite cronica, congiuntivite non porta risultati;

se non si tollerano prodotti alimentari, farmaci, contatti con determinati animali;

se lavori in un settore dannoso e spesso / costantemente tossisci, hai respiro corto, rinite, altri sintomi allergici;

in caso di trattamento / estrazione del dente, chirurgia con anestesia.

Nomina di test allergologici per bambini: quando e perché fare

Il test per gli allergeni per i bambini è prescritto in presenza degli stessi sintomi degli adulti: starnuti, lacrimazione, laringostenosi ricorrente, bronchite ricorrente, ipertrofia adenoidea, ecc. Se il bambino è spesso malato, questa è anche un'occasione per sottoporsi a test allergici.

Ma anche con un'allergia identificata, i test vengono eseguiti solo se assolutamente necessari. Se l'ipersensibilità non causa particolari preoccupazioni, complicazioni, lo studio viene condotto non prima dei 5 anni di età.

Ciò è dovuto al fatto che nei bambini l'immunità si sta solo formando ed è probabile che dopo qualche tempo la reazione allergica cambierà.

Ma con grave necessità, i test delle allergie cutanee vengono eseguiti da 2-3 anni, quando il bambino può sedere in silenzio per circa 15 minuti. Per la ricerca, esiste un pannello pediatrico speciale di allergeni:

zecche che vivono nella polvere domestica;

altre sostanze irritanti a seconda della regione, del luogo e dello stile di vita.

Dovresti sapere che i test spesso danno risultati falsi positivi. Ciò è dovuto alle caratteristiche anatomiche della pelle del bambino. Più la persona è anziana, più accurati saranno i test cutanei..

Se un bambino ha bisogno di ricerche (ad esempio, quando i genitori sono allergici), da 4-6 mesi viene prescritto un esame del sangue, principalmente a livello di immunoglobulina E (totale IgE). La sua maggiore concentrazione indica che il bambino è soggetto ad allergie. La norma dell'immunoglobulina E per bambini e adolescenti:

nei bambini di età inferiore a 2 anni - 0–64 mIU / ml;

nei bambini da 2 a 14 anni - 0-150 mIU / ml;

negli adolescenti di età superiore ai 14 anni - 0–123 mIU / ml.

Per determinare con maggiore precisione a cosa il bambino è ipersensibile, viene eseguito un test per determinare IgE specifiche. Il siero di sangue viene messo in contatto con diversi tipi di allergeni:

in relazione a roditori, muffe, funghi;

altro dei pannelli pediatrici e generali.

A differenza dei test cutanei, un esame del sangue è meno sensibile agli allergeni non proteici, quindi a volte è necessario un set di test.

Test sulle allergie alimentari

Un'allergia alimentare o nutritiva è una risposta immunitaria sproporzionata e indesiderabile alle sostanze presenti in verdure, frutta, pesce, ecc. Un'allergia al cibo (così come ad altre sostanze irritanti) non dipende dalla quantità di cibo consumato - a volte sono sufficienti diversi grammi per lo sviluppo anafilattico shock.

La malattia colpisce esplicitamente circa il 3% degli adulti, cancellati (non associare cibo e sintomi dopo ad esso con allergie, perché i sintomi sono lievi e scompaiono rapidamente) - circa il 6% degli adulti, bambini sotto i 6 anni - circa l'8%. Non è ancora possibile curare l'allergia alimentare, ma i bambini lo "superano", e nello stato adulto, per molti, la malattia va in una forma cancellata o non appare affatto.

Una reazione allergica al cibo si verifica entro 2 ore dall'ingestione di un alimento irritante, molto spesso immediatamente dopo l'ingestione. La reazione si manifesta in:

gonfiore di lingua, labbra, collo, viso;

naso che cola e lacrimazione;

diarrea di varia intensità;

debolezza generale, malessere;

nei bambini, inoltre - in flatulenza, coliche, costipazione, che di solito sono combinate con una risposta immediata a un allergene.

La reazione si verifica a causa di un'eccessiva risposta del sistema immunitario a un irritante nel prodotto. Vengono prodotte immunoglobuline specifiche E. Quando interagiscono con le proteine, vengono rilasciate sostanze che possono causare processi negativi nel tratto gastrointestinale, nel tratto respiratorio, nel derma, ecc..

Se l'allergene entra nel corpo per lungo tempo, le immunoglobuline G iniziano a rispondere e formano una reazione ritardata e lenta. Si sviluppa per diverse ore e persino giorni, di solito manifestato da un'eruzione cutanea e prurito. Il ritardo rende difficile identificare un prodotto allergenico e quindi solo i test aiutano a diagnosticare.

Molto spesso, si verificano allergie a uova, arachidi, riso, pesce, nocciole, prodotti con soia, grano, proteine ​​del latte. Nella diagnosi di allergene vengono utilizzati 2 metodi principali: un sondaggio e test di laboratorio:

esame del sangue generale: una reazione al cibo è spesso accompagnata da un aumento del livello di eosinofili - leucociti;

determinazione del livello totale di IgE nel sangue - con allergie, è elevato;

identificazione di immunoglobuline specifiche - per stabilire una specifica componente alimentare che provoca allergie.

Poiché un esame del sangue non consente l'identificazione di tutti gli allergeni, vengono utilizzati anche altri metodi:

mantenere un diario alimentare: il paziente registra tutti i pasti, fissando scrupolosamente il tempo, la composizione, i sintomi dopo l'assunzione (presenza, assenza, gravità, ecc.);

test di eliminazione (metodo di enumerazione): il prodotto - il sospetto allergene - viene rimosso dal cibo del paziente e si osserva il risultato;

test provocatori: quando l'allergene sospetto viene rimosso dalla dieta, i sintomi dell'allergia sono scomparsi, l'allergene viene somministrato appositamente alla persona, sotto la supervisione di un medico, e si osserva la reazione;

test di allergia cutanea: una soluzione con un allergene viene applicata sulla pelle dell'avambraccio, quindi la pelle è leggermente graffiata (test di scarificazione) o perforata a una profondità di 1 mm (test prik), si osserva la reazione.

Tutti questi test sono necessari per identificare accuratamente l'allergene ed escluderlo dal cibo..

Test allergologici per anestetici, antibiotici

I test per anestetici e antibiotici sono diventati molto rilevanti. Viene effettuato prima del trattamento dentale, interventi chirurgici, trattamenti speciali. L'importanza di tali test allergologici è estrema: sempre più persone reagiscono bruscamente ai farmaci: lidocaina, ultracaina, benzocaina, mepivacaina, diclofenac e altri.

Test anestetico, gli antibiotici devono essere fatti per coloro che:

era già avvenuta una reazione acuta agli anestetici locali;

viene diagnosticata qualsiasi allergia;

ci sono sintomi di orticaria, prurito, tosse, lacrimazione senza una causa stabilita.

Per il test, devi donare il sangue da una vena. Non esiste una preparazione particolare per i test: 2 settimane prima della donazione di sangue, è necessario interrompere l'assunzione di antistaminici.

Effettua una donazione di sangue per un test se hai la febbre, una malattia cronica esacerbata o un'infezione, durante la gravidanza e dopo il parto, se viene effettuato un recente aborto.

Importante! Il test con un risultato negativo non garantisce al 100% che durante il trattamento non si verifichino allergie al farmaco. Il meccanismo dell'emergere di una risposta immunitaria acuta è ancora sconosciuto agli scienziati. Ma il test riduce il rischio al minimo assoluto!

Test di immunoglobulina E (IgE)

IgE - immunoglobuline, che si trovano normalmente nel siero del sangue di ogni persona. Negli adulti, la norma è fino a 113 mIU / ml. Le IgE possono aumentare non solo con le allergie, ma anche con altre malattie, quindi, se la diagnosi è difficile, il medico può prescrivere una diagnosi completa secondo le indicazioni.

Tuttavia, anche in caso di allergia, il livello di IgE non è sempre elevato - nel 30% delle persone con malattie atopiche rientra nei limiti normali. Nell'asma bronchiale con una reazione acuta ad 1 allergene IgE è normale, solo un test IgE specifico e un test cutaneo possono aiutare a diagnosticare la malattia. Le IgE non aumentano l'angioedema, l'orticaria cronica, perché nella maggior parte dei casi hanno uno stato immunitario.

Un risultato del test falso negativo si verifica in presenza di anticorpi di altre classi specifici per l'allergene in studio..

Abbiamo citato solo alcuni casi in cui il risultato di un test potrebbe essere impreciso. In effetti, ce ne sono molti altri. Questo significa che i test allergologici hanno una bassa efficienza? Non. Un allergologo esperto selezionerà sempre una serie di campioni che ti permetteranno di determinare con precisione l'allergene e la tua vita sarà molto più sicura e più comoda, perché saprai cosa evitare.

Prevenzione e raccomandazioni

Già all'inizio del ventesimo secolo, le allergie erano una malattia rara. E oggi l'Accademia europea di allergia e immunologia clinica (EAACI) prevede entro il 2025 il 50% degli europei che soffrono di almeno 1 tipo di allergia.

Gli scienziati attribuiscono questo incredibile salto alla sterilità della vita di una persona moderna e alla scarsa situazione ambientale in tutte le sue manifestazioni: lo stato dell'aria, dell'acqua, del cibo, l'eccessivo entusiasmo per i prodotti chimici domestici, le medicine, ecc..

L'immunoterapia allergenica (AIT) viene sempre più utilizzata per curare le allergie. Ad esempio, nel trattamento dell'asma, l'immunoterapia con allergeni ha permesso di ottenere la remissione 7 anni dopo la fine del trattamento. Ma questa direzione si sta solo sviluppando, perché la maggior parte delle persone deve ancora convivere con la malattia.

Per vivere comodamente e in sicurezza, devi seguire semplici regole e gestire le tue allergie:

evitare gli allergeni o minimizzare il contatto con loro - per questo gli allergeni devono sapere esattamente;

prendere la medicina solo come indicato dal medico. Non automedicare mai;

se hai l'anafilassi o un'alta probabilità di shock anafilattico, porta sempre un autoiniettore con adrenalina, l'unico modo per trattare una grave reazione allergica;

tenere un diario in cui annotare ciò che si mangia, con quali piante, animali, sostanze con cui si è in contatto, quali sintomi insorgono dopo il contatto;

Indossa un braccialetto medico se hai una grave reazione allergica. Il braccialetto dovrebbe contenere informazioni sulla tua malattia e le azioni necessarie nel caso in cui non riesci a parlare..

Il costo del test allergologico in JSC "SZDTSM"

Nei centri medici e nei terminali di laboratorio di SZDCM JSC, è possibile superare singoli test allergologici e test allergologici complessi.

Nelle nostre strutture mediche, a prezzi ragionevoli per la ricerca, otterrai il risultato più accurato, spendendo in alcuni test prescritti da un medico, una piccola quantità.

Dove fare i test

Scegli un centro o un terminale di laboratorio più vicino a te: tutte le divisioni di SZDCM JSC sono ugualmente ben equipaggiate, esperte, specializzate competenti che lavorano in esse.

Ti stiamo aspettando per aiutarti a rendere la vita più comoda e sicura.!

Laboratorio di SZTsDM JSC offre servizi che forniscono un esame di laboratorio completo e continuo del paziente

Diagnostica I centri medici di SZTsDM JSC conducono test diagnostici qualitativi su tutto l'organismo.

Trattamento I nostri centri medici si concentrano sulla cura dei pazienti ambulatoriali e sono uniti da un unico approccio all'esame e al trattamento dei pazienti.

Riabilitazione La riabilitazione è azioni volte a fornire assistenza completa a una persona malata o disabile al fine di raggiungere la massima utilità, anche sociale o economica.

Partenza per la casa Attenzione! L'azione "Partenza a casa - 180 rubli"

Esami professionali SZTsDM JSC conduce esami di routine dei dipendenti, tra cui: complessi di misure mediche e preventive condotte per rilevare anomalie nello stato di salute, prevenire lo sviluppo e la diffusione di malattie.

Artikain / ultracain (ubistesin, septanest)

Costo del servizio:750 rub. * Ordine
Periodo di esecuzione:1 - 4 cd.
  • Artikain / ultracaina + epinefrina (adrenalina) (alfacaina, artifrina, brilocaina-adrenalina, primacaina con adrenalina, ubistesina forte, septanest con adrenalina, citocartina) 1370 rub. L'allergia è uno stato di ipersensibilità del sistema immunitario a determinate sostanze (allergeni). Secondo il meccanismo di sviluppo, si distinguono diversi tipi di reazioni allergiche. Il più pericoloso per lo sviluppo di gravi conseguenze è una reazione di ipersensibilità. Per ordinare
Per ordinare Il complesso è più economicoIl periodo indicato non include il giorno di assunzione del biomateriale

Almeno 3 ore dopo l'ultimo pasto. Puoi bere acqua senza gas.

L'allergia è uno stato di ipersensibilità del sistema immunitario a determinate sostanze (allergeni). Secondo il meccanismo di sviluppo, si distinguono diversi tipi di reazioni allergiche. Il più pericoloso per lo sviluppo di gravi conseguenze è una reazione di ipersensibilità immediata (anafilattica). In risposta all'ingestione di allergeni (proteine ​​polliniche delle piante, funghi microscopici, epitelio animale, droghe, prodotti alimentari), vengono prodotti anticorpi - immunoglobuline di classe E (IgE). Una reazione IgE-dipendente si verifica in un tempo molto breve - da alcuni minuti a 2 ore dopo il contatto con un allergene. Se le IgE sono elevate, il contatto con l'allergene deve essere evitato..

L'anestesia locale rimane il principale metodo di analgesia nello studio dentistico ambulatoriale e per interventi chirurgici minori. I criteri di selezione per gli anestetici locali sono ridotti alla loro efficacia, sicurezza, natura dell'intervento, caratteristiche individuali del paziente.

Artikain / ultracain (ubistezin, septanest) - anestetici locali di tipo ammidico di un numero di tiafeni a media azione usati in odontoiatria ambulatoriale. Un'allergia a questo farmaco può verificarsi sotto forma di eruzione cutanea, prurito intorno al sito di iniezione, rinite e, in casi gravi, sotto forma di angioedema e shock anafilattico.

Indicazioni ai fini dello studio: selezione dell'anestesia locale in odontoiatria e interventi chirurgici.

Un esempio del risultato dello studio:

ParametroRisultatoValori di riferimento
Artikain / ultracain (ubistesin, septanest)REAST - Classe 0REAST - Classe 0

Interpretazione di specifiche classi di IgE:

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che l'interpretazione dei risultati della ricerca, la diagnosi e la nomina del trattamento, in conformità con la legge federale Legge federale n. 323 "Informazioni di base sulla protezione della salute dei cittadini nella Federazione russa", deve essere effettuata da un medico di specializzazione pertinente.

  • Classe RAST 0 - meno di 0,35 UI / ml - negativo
  • Classe RAST I - 0,35 - 0,7 UI / ml - bassa concentrazione di anticorpi
  • Classe RAST II - 0,7 - 3,5 UI / ml - concentrazione media di anticorpi
  • RAST-Classe III - 3,5 - 17,5 UI / ml - alta concentrazione di anticorpi
  • Classe RAST IV –17,5 - 50 UI / ml - altissima concentrazione di anticorpi
  • Classe RAST V - 50 - 100 UI / ml - concentrazione di anticorpi intensamente elevata
  • Classe RAST VI - oltre 100 UI / ml - concentrazione estremamente elevata di anticorpi

I risultati dello studio sono interpretati dal medico curante. Secondo le "Linee guida BSACI per la gestione dell'allergia ai farmaci" del 2008, i risultati negativi sono difficili da interpretare: l'assenza al momento dello studio nel siero di sangue del paziente di anticorpi di classe IgE a questi farmaci non significa che non vi sarà alcuna reazione allergica durante la somministrazione iniziale o ripetuta del farmaco. La mancanza di contatto con l'allergene prima del test può portare a risultati falsi negativi.

Lo studio determina la presenza nel siero di sangue del paziente di anticorpi IgE precedentemente sviluppati per i principi attivi dei farmaci elencati. Con un livello aumentato di anticorpi IgE, è necessaria una consultazione allergologica, possono essere necessari test cutanei.

"[" serv_cost "] => string (3)" 750 "[" cito_price "] => NULL [" parent "] => string (2)" 30 "[10] => string (1)" 1 "[ "limit"] => NULL ["bmats"] => array (1) < [0]=>array (3) < ["cito"]=>string (1) "N" ["own_bmat"] => string (2) "12" ["name"] => string (31) "Blood (siero)" >> ["entro"] => array (1 ) < [0]=>array (5) < ["url"]=>string (34) "artikainultrakain-epinefrin_150609" ["name"] => string (302) "Artikain / ultracain + epinephrine (adrenaline) (alfacaine, artifrin, brilocaine-adrenaline, primacaina con adrenalina, ubistesin forte, adrenanocina con ) "[" serv_cost "] => string (4)" 1370 "[" opisanie "] => string (3484)"

L'allergia è uno stato di ipersensibilità del sistema immunitario a determinate sostanze (allergeni). Secondo il meccanismo di sviluppo, si distinguono diversi tipi di reazioni allergiche. Il più pericoloso per lo sviluppo di gravi conseguenze è una reazione di ipersensibilità immediata (anafilattica). In risposta all'ingestione di allergeni (proteine ​​polliniche delle piante, funghi microscopici, epitelio animale, droghe, prodotti alimentari), vengono prodotti anticorpi - immunoglobuline di classe E (IgE). Una reazione IgE-dipendente si verifica in un tempo molto breve - da alcuni minuti a 2 ore dopo il contatto con un allergene. Se le IgE sono elevate, il contatto con l'allergene deve essere evitato..

L'anestesia locale rimane il principale metodo di analgesia nello studio dentistico ambulatoriale e per interventi chirurgici minori. I criteri di selezione per gli anestetici locali sono ridotti alla loro efficacia, sicurezza, natura dell'intervento, caratteristiche individuali del paziente.

Artikain / ultracaina + epinefrina (adrenalina) (alfacaina, artifrina, brilocaina-adrenalina, primacaina con adrenalina, ubistesina forte, septanest con adrenalina, citocartina) - preparazioni combinate - anestetico locale + adreno- e simpaticomimetico. Utilizzato per anestesia locale e di infiltrazione durante interventi chirurgici, sollievo dal dolore durante il parto e trattamento di sindromi dolorose, anestesia lombare, anestesia di conduzione in odontoiatria. Un'allergia a questi farmaci può verificarsi sotto forma di eruzione cutanea, prurito intorno al sito di iniezione, rinite e, in casi gravi, sotto forma di angioedema e shock anafilattico.

Indicazioni ai fini dello studio: selezione dell'anestesia locale in odontoiatria e interventi chirurgici.

"[" catalog_code "] => string (6)" 150609 ">>>

Biomateriale e metodi di acquisizione disponibili:
Un tipoIn ufficio
Sangue (siero)
Preparazione per lo studio:

Almeno 3 ore dopo l'ultimo pasto. Puoi bere acqua senza gas.

L'allergia è uno stato di ipersensibilità del sistema immunitario a determinate sostanze (allergeni). Secondo il meccanismo di sviluppo, si distinguono diversi tipi di reazioni allergiche. Il più pericoloso per lo sviluppo di gravi conseguenze è una reazione di ipersensibilità immediata (anafilattica). In risposta all'ingestione di allergeni (proteine ​​polliniche delle piante, funghi microscopici, epitelio animale, droghe, prodotti alimentari), vengono prodotti anticorpi - immunoglobuline di classe E (IgE). Una reazione IgE-dipendente si verifica in un tempo molto breve - da alcuni minuti a 2 ore dopo il contatto con un allergene. Se le IgE sono elevate, il contatto con l'allergene deve essere evitato..

L'anestesia locale rimane il principale metodo di analgesia nello studio dentistico ambulatoriale e per interventi chirurgici minori. I criteri di selezione per gli anestetici locali sono ridotti alla loro efficacia, sicurezza, natura dell'intervento, caratteristiche individuali del paziente.

Artikain / ultracain (ubistezin, septanest) - anestetici locali di tipo ammidico di un numero di tiafeni a media azione usati in odontoiatria ambulatoriale. Un'allergia a questo farmaco può verificarsi sotto forma di eruzione cutanea, prurito intorno al sito di iniezione, rinite e, in casi gravi, sotto forma di angioedema e shock anafilattico.

Indicazioni ai fini dello studio: selezione dell'anestesia locale in odontoiatria e interventi chirurgici.

Un esempio del risultato dello studio:

ParametroRisultatoValori di riferimento
Artikain / ultracain (ubistesin, septanest)REAST - Classe 0REAST - Classe 0

Interpretazione di specifiche classi di IgE:

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che l'interpretazione dei risultati della ricerca, la diagnosi e la nomina del trattamento, in conformità con la legge federale Legge federale n. 323 "Informazioni di base sulla protezione della salute dei cittadini nella Federazione russa", deve essere effettuata da un medico di specializzazione pertinente.

  • Classe RAST 0 - meno di 0,35 UI / ml - negativo
  • Classe RAST I - 0,35 - 0,7 UI / ml - bassa concentrazione di anticorpi
  • Classe RAST II - 0,7 - 3,5 UI / ml - concentrazione media di anticorpi
  • RAST-Classe III - 3,5 - 17,5 UI / ml - alta concentrazione di anticorpi
  • Classe RAST IV –17,5 - 50 UI / ml - altissima concentrazione di anticorpi
  • Classe RAST V - 50 - 100 UI / ml - concentrazione di anticorpi intensamente elevata
  • Classe RAST VI - oltre 100 UI / ml - concentrazione estremamente elevata di anticorpi

I risultati dello studio sono interpretati dal medico curante. Secondo le "Linee guida BSACI per la gestione dell'allergia ai farmaci" del 2008, i risultati negativi sono difficili da interpretare: l'assenza al momento dello studio nel siero di sangue del paziente di anticorpi di classe IgE a questi farmaci non significa che non vi sarà alcuna reazione allergica durante la somministrazione iniziale o ripetuta del farmaco. La mancanza di contatto con l'allergene prima del test può portare a risultati falsi negativi.

Lo studio determina la presenza nel siero di sangue del paziente di anticorpi IgE precedentemente sviluppati per i principi attivi dei farmaci elencati. Con un livello aumentato di anticorpi IgE, è necessaria una consultazione allergologica, possono essere necessari test cutanei.

Continuando a utilizzare il nostro sito, acconsenti al trattamento dei cookie e dei dati dell'utente (informazioni sulla posizione; tipo e versione del sistema operativo; tipo e versione del browser; tipo di dispositivo e risoluzione dello schermo; fonte da cui l'utente è venuto al sito; da quale sito o con quale pubblicità; la lingua del sistema operativo e del browser; quali pagine l'utente fa clic e quali pulsanti; l'indirizzo IP) al fine di gestire il sito, condurre il retargeting e condurre ricerche e recensioni statistiche. Se non desideri che i tuoi dati vengano elaborati, lascia il sito.

Copyright FBUN Central Research Institute of Epidemiology of the Federal Service for Supervision of Welfare Human

Sede: 111123, Russia, Mosca, ul. Novogireevskaya, d.3a, metro "Entusiasti dell'autostrada", "Perovo"
+7 (495) 788-000-1, [email protected]

! Continuando a utilizzare il nostro sito, acconsenti al trattamento dei cookie e dei dati dell'utente (informazioni sulla posizione; tipo e versione del sistema operativo; tipo e versione del browser; tipo di dispositivo e risoluzione dello schermo; fonte da cui l'utente è venuto al sito; da quale sito o con quale pubblicità; la lingua del sistema operativo e del browser; quali pagine l'utente fa clic e quali pulsanti; l'indirizzo IP) al fine di gestire il sito, condurre il retargeting e condurre ricerche e recensioni statistiche. Se non desideri che i tuoi dati vengano elaborati, lascia il sito.

Reazioni allergiche ai farmaci antidolorifici

Ogni persona ha casi in cui è necessaria l'anestesia, l'introduzione di un farmaco anestetico. In rari casi, i pazienti possono manifestare un'allergia agli anestetici. Perché si manifesta, come eliminarlo, come prevenire lo sviluppo di una forte reazione allergica a un anestetico, descriveremo di seguito.

Cause di una reazione allergica

In condizioni normali, tutti i processi all'interno del corpo procedono senza intoppi, senza problemi. Sotto l'influenza di fattori esterni, possono verificarsi malfunzionamenti nel funzionamento del sistema. Quando una sostanza estranea penetra nel sangue, nelle mucose e nel derma, può iniziare una reazione allergica. Le membrane dei mastociti producono istamina, che provoca grave infiammazione.

Un'allergia ai farmaci per il dolore è una condizione molto spiacevole e pericolosa. Ogni medico è sicuramente interessato al paziente prima di iniziare la procedura imminente sulla presenza di un'allergia a qualsiasi farmaco. Dopo tutto, un'allergia al miele. il farmaco non può solo peggiorare le condizioni di una persona, ma anche causare la morte.

Molto spesso, i pazienti sono allergici all'anestesia in odontoiatria. Farmaci allergenici con metasolfonato di sodio, fenile.

Un'allergia può svilupparsi a causa di un'errata selezione da parte del medico dell'anestetico, metodo di anestesia. Lo specialista deve conoscere il meccanismo d'azione, le indicazioni, le controindicazioni all'uso degli antidolorifici usati.

Un'altra causa della reazione del sistema immunitario potrebbe essere la presenza di determinati conservanti nella preparazione. Un'allergia alla lidocaina è abbastanza comune, che gli esperti spiegano per la complessità della sua composizione. Questo farmaco include molti integratori che possono provocare una risposta dal corpo..

Altre ragioni includono:

  • la presenza di malattie vegetative-vascolari;
  • predisposizione genetica;
  • dosaggio errato calcolato dal medico;
  • la presenza di disfunzioni mentali;
  • somministrazione di una grande dose di anestetico.

Allergia nello studio dentistico

Quando diventa necessario trattare i denti, molti hanno paura. I pazienti hanno paura non solo di visitare un dentista, ma anche di anestesia. Nello studio dentistico, gli specialisti a volte sperimentano un'allergia agli anestetici. Ma questi casi sono rari, uno specialista può sempre prevenire lo sviluppo di una reazione allergica.

L'anestesia è rappresentata dall'introduzione di un farmaco speciale che rimuove la sensibilità per un po 'nell'area di esposizione. L'anestesia locale viene utilizzata in questi casi:

  1. Estrazione della polpa del dente.
  2. Trattamento di carie profonde.
  3. Preparazione di numerosi denti per protesi.

I dentisti devono trattare i denti non solo per gli adulti, ma anche per i piccoli pazienti. Prestare particolare attenzione quando si seleziona l'anestesia per un bambino.

Gli specialisti applicano l'anestesia locale di diversi tipi:

  • infiltrazione;
  • intraossea;
  • applicazione;
  • stelo;
  • conduttore.

Il tipo di anestesia che il medico sceglie dipende dalla tecnica di trattamento imminente. L'anestesia generale in odontoiatria viene usata raramente..

Allergie nei pazienti sviluppate su "Lidocaina", "Novocaina", che sono state utilizzate in precedenza. Nelle cliniche moderne vengono utilizzati nuovi anestetici:

Questi anestetici sono 5-6 volte più efficaci di quelli vecchi. Inoltre, se usato correttamente, il dosaggio provoca raramente una reazione allergica..

Le allergie all'anestesia dovute all'uso di moderni anestetici sono diventate molto rare. Anche se si verifica una reazione allergica, è caratterizzata da un decorso lieve. Solo in casi eccezionali si registrano gravi forme di ipersensibilità.

Come si manifesta l'allergia?

I segni di un'allergia agli antidolorifici sono divisi in 3 gruppi:

  1. Polmoni. Manifestazioni esterne sul derma (prurito della pelle, eruzione cutanea, desquamazione, arrossamento). I medici notano tali sintomi pochi minuti dopo l'iniezione.
  2. In pericolo di vita. Sono rappresentati dal gonfiore del collo, del viso, delle labbra, del tratto respiratorio superiore. Con l'insorgenza di tali sintomi, sono richiesti farmaci speciali.
  3. Il più difficile. Tali segni iniziano con formicolio del viso, prurito. Il paziente può avvertire debolezza, dolore toracico. Se, durante la manifestazione dei più gravi sintomi di allergia, lo specialista non intraprenderà alcuna azione, possono verificarsi shock anafilattici, convulsioni, insufficienza cardiaca ed edema delle vie aeree..

Se il paziente è ipersensibile ai conservanti che compongono gli antidolorifici, l'introduzione della soluzione può provocare tali effetti collaterali:

  • vertigini;
  • brividi;
  • tachicardia;
  • debolezza;
  • aumento della sudorazione.

Tali sintomi non sono allergici. Passano da soli dopo pochi minuti.

Come sono i test allergologici?

La frequente manifestazione di allergie con l'introduzione di antidolorifici è una ragione seria per visitare un allergologo. Lo specialista effettuerà speciali test allergologici per anestetici. Il paziente dovrà donare il sangue per determinare il livello di immunoglobuline, eosinofili. Grazie ai test cutanei, uno specialista determinerà con precisione il tipo di allergene. I test cutanei vengono spesso eseguiti negli studi dentistici prima di somministrare un anestetico al paziente..

I test cutanei sono obbligatori per le persone che hanno reazioni allergiche ai farmaci antidolorifici. Inoltre, tale procedura è necessaria per i pazienti con allergie..

L'essenza di un test cutaneo è la somministrazione sottocutanea di una dose minima di anestetico. Per diversi minuti, il medico monitora lo stato del derma, valuta eventuali cambiamenti. In assenza di segni di allergia, il medicinale può essere utilizzato per l'anestesia locale..

Come eliminare le manifestazioni allergiche?

Una reazione allergica provocata da un anestetico viene trattata secondo lo schema standard. Data la peculiarità che le allergie possono svilupparsi rapidamente, un medico fornisce il primo soccorso.

Se il paziente della clinica presenta cambiamenti nel derma, gonfiore, i seguenti farmaci devono essere somministrati per via intramuscolare:

Se il paziente ha segni di shock anafilattico, il medico deve immediatamente somministrare adrenalina (1 ml). Se necessario, collegare un ventilatore.

Con una diminuzione della pressione sanguigna, viene utilizzato Prednisolone. Il deterioramento del muscolo cardiaco è la ragione per l'uso di "Cordiamine".

Nella maggior parte dei casi, le misure di cui sopra sono sufficienti per fermare lo sviluppo di una reazione allergica a un anestetico, ripristinare il funzionamento di tutti i sistemi del corpo. Se i segni di allergia non possono essere fermati, il paziente viene ricoverato con urgenza in ospedale (nell'unità di terapia intensiva).

Grazie all'uso di antidolorifici moderni, le reazioni allergiche sono rare. Uno specialista esperto non sarà difficile prevenire lo sviluppo di allergie. Per fare ciò, gli basta seguire le seguenti regole:

  1. Studia in dettaglio la storia del paziente.
  2. Conoscere le indicazioni / controindicazioni, gli effetti collaterali degli anestetici usati.
  3. Prestare attenzione al paziente..
  4. Scegli la giusta dose di anestetico, il farmaco stesso per alleviare il dolore.

A volte i segni di allergie nel derma non scompaiono anche dopo aver visitato un medico. È possibile eliminare gonfiore del viso, prurito della pelle, eruzioni cutanee, assunzione di antistaminici. Di questi, il più delle volte i medici raccomandano di utilizzare quanto segue:

Il corso della terapia deve essere eseguito per 5-7 giorni. Gli enterosorbenti (carbone attivo, polisorb) possono essere utilizzati per accelerare la rimozione delle tossine dal corpo..

Metodi alternativi di trattamento delle allergie agli anestetici

Come altri modi per eliminare i segni di allergie, puoi usare i metodi delle persone. L'obiettivo dei rimedi popolari è rafforzare il lavoro di immunità. I seguenti metodi sono considerati molto efficaci:

Le seguenti procedure aiutano a rafforzare il sistema immunitario:

  • nuoto;
  • da taglio;
  • andare in bicicletta;
  • fare sport.

È importante mangiare bene. Mangiare cibi naturali e fortificati aumenta significativamente la resistenza del corpo agli stimoli esterni.

Puoi curare le allergie attraverso i rimedi erboristici:

  1. La ricetta numero 1 è preparata dai seguenti componenti: calamo, radice di liquirizia, origano, erba di San Giovanni. Prendiamo tutti i componenti in quantità uguali. L'infuso viene preparato dalla raccolta (2 cucchiaini), acqua bollente (1 tazza). Il corso della terapia è di un mese. Bevi l'infuso tre volte al giorno per un quarto di tazza.
  2. La ricetta numero 2 è preparata dai seguenti componenti: immortelle, bardana, radice di liquirizia, calendula. Prendiamo tutti i componenti in quantità uguali, prepariamo secondo lo stesso principio della prima infusione.

Il trattamento con i rimedi di erbe sopra descritti può essere alternato.

Se le eruzioni cutanee rimangono sul derma, puoi fare un bagno con un decotto di tali erbe medicinali (successione, camomilla, elecampane). Il brodo per il bagno dovrebbe essere molto concentrato. Tali bagni possono essere effettuati quotidianamente fino a quando i segni di allergia sul derma sono completamente scomparsi.

Per non dover curare un'allergia a un anestetico dopo aver visitato una clinica dentale, è necessario affidare il trattamento dentale a dentisti qualificati.

Diagnosi di allergie e intolleranze a materiali dentali e anestetici

Post recenti da questa community

Quarantine Post-68

Oggi è sabato 23, sembra maggio, ma non è esatto. Grazie per aver scritto geo. Tutto ciò che riguarda la nostra vita di quarantena: dal tecnico al domestico...

Elenco di parole inglesi per il primo anno di studio

Ieri, durante i suoi ultimi compiti, ha scoperto che alla fine del suo primo anno di studi, sua figlia non sapeva nulla. Voglio affrontare l'estate...

Quarantine Post-67

Oggi è venerdì 22 maggio. Grazie per aver scritto geo. Tutto ciò che riguarda la nostra vita di quarantena: dai problemi tecnici a quelli quotidiani, dal fisico al...

Siediti a 7,5 (6) mesi.

Ciao. Sono una madre idiota, non capisco. La figlia ha 7,5 mesi e 6 anni, da quando è nata a 33 settimane. Erano una settimana fa a...

Prima che ti annoi,

Di nuovo venerdì.

Scrivi veloce

Puoi consigliare un sito o un programma in cui insegnano la digitazione tattile con tutte le dita? Una volta che ne avevo uno, c'erano molti esercizi diversi. E le lettere...

Anestetici e reazioni allergiche a loro.

. Tengo tra le mani un pezzo di carta dal laboratorio. Un paziente molto sospettoso, è andato e ha fatto test allergologici per anestetici prima del trattamento, anche se non ha avuto problemi di salute. Trattava i denti senza anestesia; gli anestetici locali non sono mai stati usati. Il risultato di un test allergologico è il seguente (ricordo che viene determinata solo la probabilità di una reazione allergica e non l'allergia in quanto tale - maggiore è la cifra, maggiore è la probabilità):
- Novocaina - 0,30
- Lidocaina - 0,21
- Mepivacaina - 0,24
- Scandonest - 0.18
- Septanest - 0.16
- Ultracaina - 0,14
- Ubistesin - 0.15
- Analkain - 0,05

Le ultime quattro droghe sono interessanti, prima di tutto. Tutti sono fatti sulla base di articaina e sono analoghi diretti. Quindi, come sui primi tre farmaci la probabilità di una reazione allergica era tre volte superiore rispetto all'ultimo?

Inoltre, la stessa reazione allergica è il risultato dell'interazione di anticorpi e antigene. Gli anticorpi, di regola, sono molto specifici e la loro produzione è una reazione del corpo all'ingestione di un antigene estraneo, in questo caso un anestetico. In altre parole, se non ci fosse un'invasione antigenica, non ci sarebbero anticorpi. Non ci saranno anticorpi - non ci sarà una reazione allergica.
Cioè, se il paziente non è stato anestetizzato con i suddetti anestetici, non ci sono anticorpi per loro, quindi non può esserci allergia a loro.

Questa non è la prima volta che mi imbatto in un'immagine simile. Ci dispiace, ma l'unica cosa che posso supporre è una certa cospirazione tra il produttore di anestetici e il laboratorio. Forse mi sbaglio, ma non so come spiegare che secondo il laboratorio, farmaci quasi identici hanno diversi effetti allergenici.

Forse lo sai?

Così è andata. In realtà, oggi stavo per pubblicare la seconda parte del rapporto sul simposio osteologico a Cannes, ma Yandex non mi ha permesso di caricare foto. Quindi il rapporto sarà la prossima volta.

Allergia ai farmaci antidolorifici: anestetici, anestesia

Allergia all'anestesia dentale

Tipi di reazioni allergiche

I dentisti professionisti osservano i due tipi più comuni di allergie ai farmaci antidolorifici nei pazienti:

  • Dermatite allergica - in questo caso, appare un gonfiore nel sito di iniezione;
  • Shock anafilattico: è estremamente raro con un'iniezione di anestesia dentale, ma è una reazione seria. Se lo shock non viene prevenuto in tempo, può essere fatale..

Importante! Un paziente che ha precedentemente assunto uno o l'altro antidolorifico e non ha avuto complicanze ha molte meno probabilità di avere una reazione allergica rispetto a una persona che non ha mai provato un farmaco prima.
A volte gli anestetici locali possono causare un malfunzionamento del sistema nervoso centrale. Il dentista è obbligato a studiare la cartella clinica del paziente prima di iniziare a determinare il dosaggio corretto del farmaco. Inoltre, alcune persone hanno un'intolleranza individuale ai conservanti come parte di un'iniezione. In questo caso, dopo l'iniezione, possono comparire debolezza, sudorazione, battito cardiaco accelerato, a volte vertigini. Tuttavia, tutti questi sintomi non sono un segno di una reazione allergica..


Prima della procedura di anestesia, è necessario testare la tolleranza del farmaco

FARMACI UTILIZZATI PER L'ANESTESIA LOCALE E L'ANESTESIA GENERALE

Una dozzina di anni fa, i farmaci anestetici più comuni in odontoiatria erano la lidocaina e la novocaina, è sulla loro introduzione che si sono spesso sviluppate reazioni allergiche.

L'allergia alla lidocaina è spiegata dalla composizione multicomponente di questo farmaco e l'intolleranza alla novocaina si verifica nella maggior parte dei casi a causa della presenza di un conservante in questo medicinale chiamato methylparaben.

Nelle cliniche odontoiatriche moderne, la lidocaina e la novocaina non vengono praticamente utilizzate..

La lidocaina può essere utilizzata come spray per alleviare il dolore superficiale prima dell'iniezione.

I farmaci più popolari per l'anestesia locale sono attualmente:

  • Ultracaine;
  • articaina;
  • Ubistezin;
  • mepivacaina;
  • Scandonest;
  • Septonest.

Gli anestetici elencati sono superiori alla novocaina di 5-6 volte la forza dell'anestesia, la lidocaina è quasi due volte.

Oltre al principale principio attivo, i moderni antidolorifici per le procedure dentali contengono adrenalina o adrenalina.

Questi componenti restringono i vasi sanguigni nel loro sito di iniezione e quindi riducono l'eliminazione del componente analgesico, che a sua volta allunga e aumenta la forza dell'anestesia locale.

Tali farmaci vengono immediatamente consegnati in capsule speciali, questi sono tipi di fiale posizionate nel corpo di una siringa di metallo.

La siringa stessa è dotata dell'ago più sottile e quindi l'iniezione del farmaco nella gomma rimane quasi inosservata dal paziente.

L'anestesia generale in odontoiatria ambulatoriale è prescritta ai pazienti rigorosamente secondo le indicazioni. Prima della procedura, l'anestesista dovrebbe parlare con il paziente, scoprire le sue malattie e valutare lo stato di salute.

L'anestesia generale è divisa in inalazione e non inalazione:

  • Per anestesia per inalazione si intende l'uso di protossido di azoto con ossigeno, fluorotan e una serie di altre sostanze attraverso una maschera. Questo metodo per alleviare il dolore viene usato raramente, poiché esiste il pericolo che il dentista stesso possa respirare farmaci volatili. L'uso di una maschera rende anche difficile per un medico.
  • L'anestesia non inalatoria si riferisce alla somministrazione di anestetici attraverso una vena. Questi possono essere farmaci come sodio tiofentale, esenale, chetamina, sombrevina, propofol. Questi anestetici agiscono per un breve periodo, da tre a 30 minuti.

L'anestesia generale utilizzata dai dentisti non influisce negativamente sulla salute e pertanto può essere utilizzata abbastanza spesso.

Ma affinché non ci siano reazioni negative, il medico deve prima scegliere il giusto dosaggio in base all'età e alla presenza di malattie concomitanti.

Sintomi allergici

Un'allergia all'anestesia locale è una reazione indesiderata agli antidolorifici. A differenza degli effetti collaterali che possono essere previsti, un'allergia si sviluppa improvvisamente e imprevedibilmente, quindi è più difficile prevenirla.

I sintomi di un'allergia agli anestetici possono essere le seguenti reazioni del corpo:

  • Orticaria (eruzione cutanea sul corpo con prurito)
  • Rinite, congestione nasale
  • Lacrime agli occhi
  • Prurito agli occhi
  • Tosse
  • Nausea
  • Vertigini, debolezza
  • Riduzione della pressione

Nei casi più gravi, il paziente ha


Lo shock anafilattico può portare a edema laringeo e perdita di coscienza.

, che è caratterizzato non solo dai sintomi di cui sopra (spesso diversi contemporaneamente), ma anche più grave:

  • Perdita di coscienza o compromissione
  • Edema di Quincke (soffocamento)

Intolleranza ai farmaci

L'intolleranza ai farmaci si verifica nell'1% delle persone; tra tutti i casi di allergie, viene diagnosticata in ogni decimo paziente. L'allergia ai farmaci è una risposta immunitaria a un particolare farmaco causato dall'ipersensibilità ad esso..

L'assunzione iniziale del farmaco avvia il processo di sensibilizzazione, questa sostanza diventa un allergene per una persona. Con l'uso ripetuto, vengono attivati ​​i mastociti che rilasciano istamina nel sangue..

Ciò porta a irritazione delle terminazioni nervose, spasmo dei muscoli delle navi, aumento della secrezione di muco, espansione dei capillari. Ciò provoca la comparsa dei principali sintomi di allergie: prurito, eruzione cutanea, gonfiore, anafilassi.

C'è anche una reazione immunitaria ritardata, quando i leucociti si precipitano nel sito dell'infiammazione e le cellule infiammate vengono sostituite dal tessuto connettivo. Queste conseguenze sono molto gravi, poiché portano allo sviluppo di patologie pericolose sotto forma di trombocitopenia, anemia emolitica, vasculite, malattia da siero.

Possibili effetti delle allergie

Nella maggior parte dei casi, gli effetti di un'allergia all'antidolorifico dentale non sono troppo gravi. Le eruzioni cutanee o il prurito di solito scompaiono rapidamente e non disturbano il paziente. La situazione è più complicata dallo shock anafilattico, ma in questo caso, in ogni clinica che si rispetti, dovrebbero esserci attrezzature speciali per l'assistenza di emergenza.

Importante! Se il paziente è sospettato di avere un'allergia a un anestetico, puoi semplicemente sostituirlo con un altro. Questo di solito è sufficiente per risolvere il problema.

Allergico nell'ufficio del dentista: regole di condotta

Se una persona con allergie si reca dal dentista, è obbligata a informare il medico delle sue caratteristiche. Anche se il paziente ha intolleranza a un farmaco, è meglio testare il resto..

Il dentista è tenuto a fare il test di anestesia per qualsiasi paziente e anche per chi soffre di allergie.

Questo è l'unico modo per evitare le conseguenze indesiderabili dell'uso di un anestetico. Il test viene eseguito con il seguente metodo: sul braccio del paziente, il dentista inietta per via sottocutanea una piccola dose di anestesia, che prevede di utilizzare nel trattamento. Se la pelle non si arrossa in 15-20 minuti nel sito di iniezione, l'anestesia può essere utilizzata per trattare un dente.

Come sono i test allergologici?

La frequente manifestazione di allergie con l'introduzione di antidolorifici è una ragione seria per visitare un allergologo. Lo specialista effettuerà speciali test allergologici per anestetici. Il paziente dovrà donare il sangue per determinare il livello di immunoglobuline, eosinofili. Grazie ai test cutanei, uno specialista determinerà con precisione il tipo di allergene. I test cutanei vengono spesso eseguiti negli studi dentistici prima di somministrare un anestetico al paziente..

L'essenza di un test cutaneo è la somministrazione sottocutanea di una dose minima di anestetico. Per diversi minuti, il medico monitora lo stato del derma, valuta eventuali cambiamenti. In assenza di segni di allergia, il medicinale può essere utilizzato per l'anestesia locale..

Opzioni per risolvere il problema

Se il corpo del paziente reagisce negativamente ai conservanti inclusi nell'iniezione, il dentista può semplificare la composizione della soluzione, lasciando solo un principio attivo attivo. Allo stesso tempo, lo specialista dovrebbe aumentare il dosaggio del farmaco in modo che sia sufficiente fino alla fine della dose. A proposito, l'epinefrina può essere sostituita dalla prilocaina o dalla melivacaina, che hanno molte meno probabilità di essere allergeni..

Se il problema è ancora allergico a "cain", puoi risolverlo utilizzando uno dei seguenti metodi:

  • Applicare l'anestesia generale
  • Applicare il blocco dell'istamina. Questo è un metodo doloroso, quindi viene utilizzato solo in casi estremi
  • Prova ad usare altri "caino". Spesso un paziente che non tollera, diciamo, la lidocaina, tollererà la marcaina o la septocaina
  • Trattamento senza anestesia. Consentito solo con semplici operazioni con i denti (come la pulizia del tartaro) e con l'accordo del medico con il paziente

Importante! Se, durante il trattamento dentale, il paziente presenta sintomi di effetti collaterali sull'anestesia, il medico deve interrompere la sessione e consigliare un altro tipo di trattamento o attendere fino alla fine dell'azione di questo anestetico, quindi applicare un altro. In questo caso, il medico deve inserire tutte le informazioni nella scheda del paziente per evitare tali situazioni in futuro..

Gli anestetici più sicuri

L'antidolorifico più popolare è la lidocaina.

Di solito gli anestetici dentali più popolari non causano allergie nell'uomo. Inoltre, sono il più efficaci possibile. Tra tali agenti c'è la lidocaina in combinazione con un vasocostrittore. Questo farmaco viene utilizzato attivamente non solo nello studio dentistico, ma anche in altre aree della medicina..

Un altro anestetico abbastanza innocuo è la mepivacaina. Nella sua efficacia, il farmaco non perde la lidocaina e non provoca quasi mai allergie. Vale la pena considerare che la mepivacaina restringe i vasi sanguigni.

Un alto livello di sicurezza si distingue anche per la droga articaina. Questo è un anestetico atossico a lunga durata adatto non solo per le persone con allergie, ma anche per i pazienti che hanno problemi al fegato o ai reni..

Procedura di trattamento

La rimozione del nervo mediante formulazioni a base di arsenico viene eseguita in due fasi. Innanzitutto, il dentista esegue un'autopsia della cavità. Il tessuto necrotico viene rimosso e l'interno del dente viene pulito. Il dentista introduce la pasta di arsenico nella cavità. Un sigillo temporaneo viene posto in cima e il paziente viene rilasciato a casa.

La durata della composizione è determinata dal medico. Nella seconda fase del trattamento, viene rimosso un riempimento temporaneo, viene rimossa una pasta contenente arsenico, le pareti del dente vengono pulite. I farmaci di solito includono pigmenti coloranti. Il resto del colorante sulle pareti del dente indica la rimozione incompleta della pasta dalla cavità.

Prima di eseguire un'operazione per estrarre un nervo, il dentista deve essere sicuro che tracce di arsenico siano state rimosse dalla cavità. La depulpazione è completamente indolore, poiché al momento dell'intervento il nervo è completamente eutanizzato.

Di solito, dopo il trattamento, al paziente viene assegnata una radiografia, necessaria per verificare i risultati positivi del trattamento.

Reazioni allergiche di pazienti in odontoiatria

Nell'odontoiatria moderna, un gran numero di vari farmaci viene utilizzato per la somministrazione orale e iniettabile, nonché per i materiali di impianto che rimangono a lungo nella cavità orale.

Le medicine usate nel campo dell'odontoiatria sono l'anestesia locale e l'anestesia generale, i farmaci antinfiammatori non steroidei usati per anestetizzare il paziente durante l'intervento di uno specialista e i farmaci antibiotici usati per prevenire complicazioni dopo le procedure dentali.

I suddetti farmaci possono provocare la comparsa di una vera allergia ai farmaci, che nella maggior parte dei casi si sviluppa come una reazione allergica, ma sono possibili altri meccanismi. A volte, durante gli interventi dentali, corpi estranei polimerici e metallici vengono impiantati nella cavità orale, causando allergie da contatto, che si verificano più spesso in 4 tipi di reazioni allergiche.

Un certo numero di farmaci anestetici generali può causare fenomeni di pseudoallergia, in cui il processo di isolamento dei mediatori di un processo infiammatorio allergico è causato da un farmaco o una sostanza senza l'immunità del paziente.

IMPORTANTE: se sussiste il rischio di reazioni allergiche all'odontoiatria, prima dell'intervento è necessaria una premedicazione con somministrazione parenterale di antistaminici e corticosteroidi..

Allergia anestetica

I farmaci anestetici locali vengono spesso utilizzati durante le procedure dentali. Una vera reazione allergica all'anestesia locale si sviluppa più spesso in base al tipo di reagin rispetto al meccanismo immunocomplesso delle reazioni allergiche.

Inoltre, l'anestesia locale tende a provocare reazioni pseudo-allergiche a causa dell'attivazione del sistema della chinina con l'ulteriore sviluppo dell'angioedema. La sensibilizzazione allergica può verificarsi sul farmaco stesso o su conservanti e additivi nella sua composizione. La sensibilizzazione all'anestesia locale viene acquisita durante interventi medici che vengono effettuati con il loro uso o con l'uso indipendente di anestetici locali sotto forma di unguenti, rimedi per il dolore allo stomaco, supposte rettali. Inoltre, la maggior parte degli anestetici locali tende a provocare reazioni allergiche crociate con farmaci antibatterici, diuretici e antidiabetici..

Gli specialisti isolano anestetici locali di ammide ed etere all'interno del gruppo. Se in rari casi si sviluppa la sensibilizzazione agli anestetici ammidici, allora le reazioni allergiche agli anestetici eterei sono abbastanza comuni. Le reazioni inter-allergiche tra gruppi sono estremamente rare, ma la sensibilizzazione simultanea a ciascuno dei due gruppi di farmaci è descritta nella letteratura scientifica.

Manifestazioni cliniche di una reazione allergica agli anestetici

I sintomi di una reazione allergica all'anestesia nella maggior parte dei casi sono eruzioni cutanee che assomigliano a orticaria, reazioni tossiche allergiche, che si differenziano per eruzioni papulari e chiazzate che sono diffuse in tutto il corpo. Nei casi più gravi, sono possibili sintomi come eruzioni bollose e vescicolari, danni al sistema nervoso centrale e agli organi interni e ipertermia. I sintomi più gravi sono lo sviluppo di shock anafilattico, accompagnato da perdita di coscienza e un calo della pressione sanguigna, sviluppo di condizioni che minacciano la vita del paziente o sindromi di Lyell e Stevens-Johnson. Gli esperti ritengono che lo sviluppo di allergie ed eventuali reazioni avverse agli anestetici siano la causa di improvvisi disturbi acuti e mortalità nelle persone sane.

Diagnosi di una reazione allergica agli anestetici locali

La diagnosi di una reazione allergica all'anestesia locale viene effettuata da un allergologo-immunologo e inizia con un'accurata raccolta di dati anamnestici. Il medico scopre tutte le reazioni allergiche ai farmaci e ad altri allergeni che il paziente ha l'opportunità di incontrare in clinica. Successivamente, lo specialista chiarisce l'elenco di tutti i farmaci assunti dal paziente e analizza le copie dei protocolli di anestesia durante precedenti interventi chirurgici e la presenza di malattie allergiche nel paziente.

Successivamente, il medico procede direttamente alla diagnosi. In paesi stranieri, viene praticato un uso limitato di prik-test, nonché di test intradermici e cutanei, in Russia in alcuni istituti viene utilizzato il test di inibizione dell'emigrazione dei leucociti naturali, ma al momento l'efficacia di questo test viene ambiguamente valutata da specialisti.

I metodi diagnostici in laboratorio includono la determinazione di IgE specifiche per i farmaci allergici, il test per il rilascio specifico di triptasi dai mastociti. L'accuratezza di questi test è bassa, poiché una reazione allergica può essere causata non dal farmaco, ma dai prodotti della sua trasformazione nel fegato, la sensibilizzazione a questo farmaco può verificarsi nell'intervallo di tempo tra la diagnosi e l'intervento del dentista. Inoltre, le allergie rendono difficile diagnosticare gli eccipienti nel medicinale, quindi gli esperti raccomandano di analizzare attentamente la storia delle reazioni passate agli anestetici.

Sintomi di anafilassi sistemica

I seguenti elementi si riferiscono ai sintomi dell'anafilassi sistemica:

  • Tremore
  • Pallore e ansia
  • Disturbi del ritmo cardiaco
  • Gonfiore nella cavità orale

Sintomi simili possono verificarsi a causa dell'influenza dell'adrenalina nella composizione del farmaco, degli anestetici dell'amide e dell'etere e dello stato di stress del paziente. Inoltre, il gonfiore si verifica a causa di un processo infiammatorio associato a un disturbo o a un precedente intervento.

La manifestazione clinica di allergie e pseudoallergie è possibile quando si utilizza l'anestesia generale durante interventi dentali estesi e dolorosi. Le vere allergie possono essere causate da farmaci in anestesia, ad esempio bloccanti neuromuscolari. La sensibilizzazione a questi farmaci si verifica a causa dell'allergia crociata ai tensioattivi e ai prodotti cosmetici. La diagnosi richiede test intradermici e cutanei, provocatori e test preliminari.

Reazioni allergiche ai farmaci usati dopo la chirurgia dentale

I farmaci antinfiammatori non steroidei prescritti da uno specialista per alleviare il dolore dopo un intervento dentale e fermare l'influenza di un anestetico locale possono causare una esacerbazione di una malattia respiratoria indotta da aspirina o una vera allergia. I farmaci antibiotici per prevenire eventuali complicanze possono causare una vera allergia di varia gravità. I test cutanei sono sviluppati in questo caso solo per cefalosporine, antibiotici beta-lattamici, monobactam, penicilline e carbapenemi.

IMPORTANTE: i sintomi di una reazione allergica all'anestesia nella maggior parte dei casi sono eruzioni cutanee simili a orticaria, reazioni tossiche allergiche, caratterizzate da eruzioni papulari e chiazzate che sono diffuse in tutto il corpo.