È possibile per le allergie acute

Nutrizione

La vaccinazione DTP è il vaccino “dell'infanzia” più popolare al mondo, che ogni giorno salva la vita di molti bambini in tutto il mondo, proteggendoli da malattie terribili e gravi: difterite, tetano e pertosse. Farlo o no, è una scelta di tutti, ma ci sono più vantaggi che svantaggi. Meglio salvare una vita e sopravvivere a un'allergia piuttosto che avere paura delle conseguenze..

È possibile fare DTP per le allergie in un bambino?

La domanda se vaccinare con una reazione allergica in un bambino è molto preoccupante per i genitori di bambini allergici. Gli adulti si prendono sempre cura della vaccinazione, poiché ogni vaccinazione può produrre un effetto indesiderato in un bambino sano, per non parlare dei bambini allergici.

Il Ministero della salute russo afferma chiaramente che l'allergia non è nell'elenco delle controindicazioni per la vaccinazione.

Pertanto, il bambino deve essere vaccinato, ma è importante seguire importanti raccomandazioni: quindi bambini e genitori sopravvivranno con calma a questa difficile manipolazione. Alla domanda dei genitori: se dovesse essere dato un tale vaccino, la risposta sarà il fatto confermato che la vaccinazione è considerata una panacea per molte malattie gravi.

Inoltre, le malattie infettive nei bambini con una reazione allergica sono più difficili. In primo luogo, questi bambini devono essere protetti da gravi malattie, che aiuteranno la vaccinazione.

Il rischio di complicanze in tali bambini è più elevato rispetto ai bambini sani, ma bisogna tenere presente che se una persona allergica ottiene un'infezione pericolosa, può morire se la vaccinazione fallisce in tempo.

I medici raccomandano ai genitori di non trattare il vaccino come una causa specifica di allergie..

In effetti, a volte anche lo stress infantile può sviluppare un processo allergico.

I bambini con allergie devono essere vaccinati contro tutte le malattie infettive che sono in programma di vaccinazione. Il medico terrà conto delle caratteristiche personali del bambino..

Come ottenere la vaccinazione DTP per un bambino allergico?

È meglio vaccinare un bambino con lievi manifestazioni di una reazione allergica (l'inizio della remissione) o in completa assenza di sintomi (recupero). La presenza di sintomi allergici è una controindicazione temporanea. Una reazione allergica viene vaccinata se non ci sono progressi?

Viene prodotto un effetto antistaminico (ad esempio, i beta-bloccanti vengono utilizzati per l'asma e per la dermatite, i farmaci ormonali selezionati personalmente dal medico):

  • per la prevenzione, prima di somministrare il vaccino (al di fuori delle manifestazioni di allergia), non sono prescritti antistaminici;
  • i bambini vengono vaccinati in alcune stanze se hanno agenti antishock;
  • dopo la vaccinazione, un bambino con un'allergia deve essere osservato da un medico (da 30 minuti a 1 ora);
  • gli allergologi consigliano i mezzi acellulari per la vaccinazione;
  • 7-10 giorni prima della vaccinazione non prendere nuovi prodotti per l'igiene, non partire per la foresta, a sud;
  • sette giorni prima della vaccinazione e tre mesi dopo, è necessario seguire una dieta speciale, che per il bambino sarà prescritta personalmente da uno specialista. Ciò è particolarmente necessario se viene stabilita una reazione allergica alimentare. Ma la regola principale è l'esclusione di noci, uova, bacche, arance, cioccolato e altri prodotti che causano reazioni allergiche. Nel menu per bambini, non è possibile includere nuovo cibo;
  • vaccinare i bambini con allergie il più delle volte ad intervalli di tempo più lunghi rispetto ai bambini sani. Non aver paura se tuo figlio è leggermente indietro rispetto al programma di vaccinazione;
  • i bambini con una reazione allergica che sono stati vaccinati devono essere protetti da carichi gravi di qualsiasi tipo e da un forte raffreddore;
  • a tali bambini non vengono mostrate vaccinazioni complesse, questo è un onere molto grave per il corpo dei bambini.

Dopo la procedura, i genitori dovrebbero monitorare attentamente la temperatura del bambino e le condizioni generali.

Complicazioni da preparare

Prima della vaccinazione, dovresti capire cosa aspettarti. Molti non sanno quali sono le complicazioni..

Le reazioni alla somministrazione di questo medicinale sono divise in due gruppi principali:

  • locale o locale, che può essere visto nell'area dell'amministrazione dei farmaci;
  • comune quando la reazione arriva a tutto il corpo con un'eruzione cutanea, febbre e altri cambiamenti nel corpo.

Quanto durerà un'allergia alla vaccinazione DTP dipenderà dalle difese immunitarie dell'organismo e anche dal rispetto del regime e dalle raccomandazioni per la somministrazione del farmaco.

Ad esempio, la temperatura può aumentare in diversi modi, per questo distinguono:

  • una lieve reazione allergica quando il termometro non è superiore a 37,5 ºC;
  • reazione moderata con salto della temperatura fino a 38,5 ºC;
  • forte se la reazione supera la struttura principale di 38,5 ºC.

Quanto durerà la temperatura dopo la somministrazione di DTP? In modalità normale, questa reazione del corpo passa immediatamente entro due giorni, ma accade più a lungo. Possono dipendere da molti fattori importanti: l'attaccamento di una grave infezione virale o batterica, lo sviluppo di allergie.

Ogni bambino può rispondere in modo diverso. La regola più importante che i genitori devono seguire è di non ascoltare gli altri su complicazioni e reazioni..

In quali casi la vaccinazione è severamente vietata?

Ci sono momenti in cui la vaccinazione è severamente vietata. L'elenco è piccolo, ma esiste..

La vaccinazione DTP non viene eseguita nei seguenti casi:

  • condizioni di immunodeficienza pericolosa;
  • tubercolosi;
  • gravi problemi del sistema nervoso;
  • malattia della coagulazione del sangue;
  • Allergia pericolosa al DTP nella storia;
  • epatite;
  • storia di convulsioni;
  • forte sensibilità a qualsiasi componente del farmaco o alle proteine ​​del pollo;
  • una reazione luminosa in un bambino alla vaccinazione passata: temperatura fino a 40 ° C, un nodulo nell'area di iniezione di oltre otto centimetri di diametro.

Queste controindicazioni sono considerate assolute, in questa situazione il bambino acquisisce un ritiro medico per tutta la vita da questo vaccino.

Video collegati

Dr. Komarovsky su controindicazioni per la vaccinazione:

La vaccinazione DTP è la vaccinazione più pericolosa per i bambini, che può portare allo sviluppo di un numero considerevole di effetti collaterali. Quasi ogni bambino ha la febbre dopo la somministrazione di DTP. Pertanto, è necessario seguire le raccomandazioni di uno specialista e prima che il vaccino venga sottoposto a un esame completo. Ciò contribuirà a ridurre il rischio di reazioni indesiderate e gravi complicazioni nel bambino..

Il vaccino più discusso dai genitori è il DTP. Molte madri e padri, quando ricevono informazioni dal pediatra sulla necessità della vaccinazione, iniziano a farsi prendere dal panico e raccolgono varie informazioni sulle vaccinazioni su Internet.

La DTP eseguita correttamente può proteggere il bambino da malattie pericolose come la pertosse, il tetano e la difterite. Infatti, grazie all'introduzione del vaccino, il sistema immunitario "fa conoscenza" dei patogeni e, quando i microbi entrano nel corpo, possono eliminare rapidamente la minaccia. La maggior parte dei genitori pone la domanda: cosa succede se il bambino è allergico? Ne vale la pena o è più facile scrivere un rifiuto?

Vaccinazione DTP e reazione allergica

Se al bambino viene diagnosticata un'allergia, il vaccino viene prescritto con una diminuzione dei sintomi. Questo approccio ti permetterà di notare rapidamente una risposta inadeguata del sistema immunitario al DTP e di agire rapidamente.

  • Pochi giorni prima della vaccinazione, inizia a prendere un antistaminico.
  • Il medicinale e la dose giornaliera devono essere prescritti da uno specialista.
  • Il farmaco continua ad essere assunto dopo la vaccinazione..

Puoi consultare il tuo medico e ottenere vaccini Infanrix o Pentaxim, appositamente progettati per i bambini indeboliti.

È possibile una reazione allergica con DTP?

Le cause delle allergie dopo la vaccinazione con DTP:

  • Il corpo risponde all'introduzione del vaccino. Durante l'iniezione, la pelle del bambino viene ferita, il che porta allo sviluppo di una reazione protettiva.
  • Un'iniezione è stata iniettata nell'area sbagliata.
  • Il sistema immunitario reagisce in modo aggressivo all'antigene che appare a seguito della vaccinazione.
  • L'immagazzinamento inappropriato del farmaco ha causato una reazione allergica.
  • Intolleranza individuale a uno dei componenti del vaccino.
  • Al bambino è stata fatta un'iniezione e ha una controindicazione alla procedura.

È necessario identificare prontamente una reazione allergica e fermarne rapidamente i segni. Ma solo uno specialista competente può farlo, quindi non dovresti dare al tuo bambino farmaci da solo, specialmente nel primo anno di vita.

Allergia dopo la vaccinazione DTP

Risposta normale al vaccino:

  • Sigillatura nel sito di iniezione, ma non più di 1-2 cm. Si notano arrossamenti dell'area della pelle e la gamba può persino ferire.
  • Un aumento della temperatura corporea (anche fino a 40 ° C), ma questa condizione dura fino a 3 giorni. Se l'antipiretico non fa fronte, chiama un'ambulanza.
  • Anche il naso che cola e la tosse sono la norma, ma è necessario mostrare il bambino al pediatra. Dal momento che l'ARVI dovrebbe essere escluso, che un bambino potrebbe ammalarsi in un contesto di indebolimento del corpo.

I sintomi allergici dopo la vaccinazione DTP sono presentati nella foto:

  • Compattazione aumentata nel sito di iniezione fino a 8 cm, tessuto gonfio e rosso.
  • Rash: fiale d'acqua.
  • Forte prurito.
  • I bambini iniziano a urlare in modo penetrante diverse ore dopo il DTP.
  • Convulsioni afebrili (nessuna temperatura). Si verifica con irritazione di alcune parti del cervello e della sua membrana da parte degli antigeni. L'epilessia viene messa in discussione.
  • Orticaria.
  • Edema di Quincke - respirazione rauca e altri segni di soffocamento dovuti al gonfiore della laringe e della faringe.
  • Lo shock anafilattico è una condizione pericolosa in cui il bambino perde conoscenza, si verificano cadute di pressione e arresto respiratorio..

Durante la vaccinazione DTP, il personale medico riferisce che non è possibile lasciare la clinica entro 30 minuti per monitorare le condizioni del bambino.

Come ridurre il rischio di una reazione allergica?

Misure di prevenzione che ogni madre dovrebbe conoscere:

  • Al momento della vaccinazione, il bambino deve essere sano.
  • Preliminare a un esame del sangue, feci e urina.
  • Assicurati di sottoporsi a un esame dal pediatra: devi ascoltare i polmoni, studiare le condizioni di gola, naso, orecchie e misurare la temperatura.
  • Compra gli antipiretici in anticipo in modo che siano sempre a portata di mano.
  • Non dare da mangiare al bambino un'ora prima e dopo la vaccinazione..
  • Da 30 a 60 minuti dopo la somministrazione del vaccino, rimanere in una struttura sanitaria in modo che se si verificano reazioni, queste verranno eliminate..
  • Se si verifica un'allergia, il bambino dovrebbe essere protetto da ipotermia, situazioni stressanti e pace emotiva.

Se si verifica un'allergia dopo DTP, la successiva vaccinazione viene eseguita senza il componente pertosse o viene completamente annullata.

Il calendario nazionale delle vaccinazioni, approvato dal Ministero della Salute della Federazione Russa, regola le regole e i termini per la vaccinazione (rivaccinazione) di bambini e adulti. Il vaccino è un farmaco immunologico, quindi spesso si pone la questione se le malattie croniche costituiranno un ostacolo alla vaccinazione, in particolare se le vaccinazioni possono essere somministrate per le allergie. I genitori dei bambini piccoli sono particolarmente preoccupati, perché a ogni terzo bambino vengono diagnosticati sintomi allergici che si verificano a causa di un malfunzionamento del sistema immunitario.

Vaccinazione antiallergica: è possibile e necessaria?

Le vaccinazioni tempestive proteggono una persona da molte malattie pericolose, spesso persino fatali. Pertanto, è più sicuro sopravvivere a un'esacerbazione di una reazione allergica piuttosto che temere per la propria vita e quella di un bambino. Il Ministero della Salute della Federazione Russa definisce chiaramente che le allergie non sono una controindicazione per la vaccinazione. Un'altra cosa è che è consigliabile essere vaccinati durante il periodo di remissione. Quindi non comporterà un deterioramento dello stato di salute e le complicazioni tra le persone con allergie dopo la vaccinazione non sono molto maggiori rispetto a quelle sane. La decisione sulla procedura sarà presa dal medico, tenendo conto dello stato generale della salute e del benessere del paziente in questo particolare giorno.

Va tenuto presente che nei bambini allergici, le malattie infettive sono generalmente più gravi. Prima di tutto, hanno bisogno di protezione da malattie pericolose. Sebbene il rischio di complicanze in tali bambini sia leggermente più elevato rispetto ai bambini sani, si deve tenere presente che se una persona allergica non riceve la vaccinazione in tempo, è possibile un esito letale.

Pertanto, i medici raccomandano le vaccinazioni e consigliano ai genitori di non assumere allergie come motivo per rifiutare la vaccinazione..

Immunizzazione sicura

Il vaccino viene somministrato durante un periodo di remissione completa (assenza di sintomi allergici) o remissione parziale (sintomi lievi). Secondo la decisione del medico, la vaccinazione può essere ritardata se si osservano segni pronunciati di una reazione allergica: eruzione cutanea, gonfiore, prurito, ecc..

Come regola generale, gli antistaminici non vengono utilizzati. Ma se la remissione non è presente ed è necessario inserire il vaccino, lo specialista selezionerà individualmente gli antistaminici. Viene eseguito un corso prima e dopo l'immunizzazione. Ad esempio, se c'è dermatite allergica - vengono utilizzati farmaci con ormoni, con asma bronchiale - beta-bloccanti. Vengono anche prescritti preparati a base di calcio. Puoi, con il permesso di un medico, bere invece del tè un decotto di erba di San Giovanni, liquirizia, radici di bardana. Le erbe medicinali aiutano a ridurre il rischio di effetti indesiderati dopo l'immunizzazione..

Cosa devono ricordare i genitori per le allergie in un bambino:

  • un'ora e mezza o due settimane prima della vaccinazione, è meglio non cambiare drasticamente la dieta del bambino, non iniziare a usare nuovi cosmetici per bambini, non portare il bambino a riposare in un'area con un clima drammaticamente diverso;
  • prima di visitare la clinica, è meglio non nutrire il bambino per 2 ore. Bere dovrebbe essere dato acqua bollita pulita;
  • i bambini devono essere vaccinati in sale specializzate dove è presente una serie di farmaci anti-shock in caso di reazione atipica acuta;
  • dopo aver somministrato il vaccino, il medico deve osservare il bambino per almeno mezz'ora;
  • di solito i bambini allergici vengono vaccinati a intervalli più lunghi rispetto ai bambini sani. Un leggero ritardo nel calendario delle vaccinazioni non dovrebbe essere motivo di preoccupazione per i genitori, l'importante è che la procedura venga eseguita;
  • vaccinazioni complesse, così popolari di recente, non sono raccomandate per chi soffre di allergie, poiché viene creato un carico eccessivo sul corpo e sul sistema immunitario;
  • dopo l'immunizzazione, i genitori devono assicurarsi che il bambino non si raffreddi e non subisca gravi sovraccarichi fisici e mentali.

Per le allergie alimentari, è necessaria una settimana prima dell'immunizzazione e tre mesi dopo per seguire una dieta ipoallergenica selezionata individualmente. Prodotti che di solito sono esclusi dal menu:

  • noccioline
  • frutti di mare, pesce azzurro;
  • cioccolatini e cioccolatini;
  • miele;
  • uova di gallina;
  • carne grassa e pollame;
  • formaggio, in particolare gradi morbidi;
  • latte di mucca;
  • prodotti ortofrutticoli e bacche rosse;
  • salse piccanti e condimenti, spezie;
  • carni affumicate;
  • Fast food;
  • cibo in scatola;
  • bevande gassate dolci, succo dai pacchetti.

È consentito mangiare latticini, carni magre, uova di quaglia, pesce magro, pane (preferibilmente cereali integrali o crusca), vari tipi di cereali, verdure e frutta verde.

Caratteristiche delle vaccinazioni e periodo post-vaccinazione

Devono essere considerati i seguenti punti:

  • se una persona soffre di febbre da fieno, la procedura viene eseguita alla fine dell'autunno, in inverno e all'inizio della primavera, cioè al di fuori del periodo di fioritura delle piante;
  • con intolleranza a uova di gallina e di quaglia e antibiotici nel vaccino non vaccinare contro la parotite e il morbillo;
  • con ipersensibilità al lievito del panettiere, è controindicato essere vaccinato contro l'epatite B;
  • assoluta controindicazione all'uso di un farmaco specifico in futuro: anafilassi trasferita ed edema di Quincke.

Secondo la prescrizione del medico, la terapia antistaminica può essere prescritta per un massimo di 3 settimane, in modo che il paziente possa tollerare più facilmente il periodo post-vaccinazione. Consigliati anche farmaci con bifidobatteri e lattobacilli. Contribuiscono alla normalizzazione della microflora intestinale, che è spesso disturbata nelle persone allergiche..

  • locale (arrossamento, gonfiore, prurito): appare nel sito di iniezione;
  • comune quando tutto il corpo reagisce con un'eruzione cutanea, febbre, ecc..

Quanto durerà questa reazione dipende dallo stato del sistema immunitario e da quanto attentamente vengono seguite le raccomandazioni di uno specialista.

La vaccinazione più pericolosa, ma necessaria, che viene somministrata ai bambini è la DTP. Questo è un vaccino contro il tetano, la difterite e la pertosse. Il primo DTP è dato ai bambini di tre mesi. In 60 giorni, gli anticorpi ricevuti dalla madre dalla madre attraverso il cordone ombelicale scompaiono nel corpo del bambino.

Il DTP per le allergie viene eseguito, osservando le stesse regole di quando vaccinato con altri farmaci e tenendo conto delle controindicazioni. Ma devi sapere che il vaccino provoca un numero considerevole di effetti collaterali. In quasi tutti i bambini, la temperatura aumenta, spesso sopra i 38,5 C. Di solito passa entro due giorni, ma se ciò non accade, dovresti consultare uno specialista.

Analoghi importati di droghe domestiche

Se c'è una tendenza alle allergie, può essere giustificato utilizzare i seguenti analoghi:

  1. DTP. Lo strumento può essere sostituito con il farmaco belga Infanrix. Anche Tetraxim prodotto in Francia ha ottenuto buone recensioni. Entrambi i prodotti hanno un effetto delicato; ci sono subito siringhe nella confezione.
  2. L'analogo del nostro farmaco per morbillo, rosolia, pertosse è MMR II - un prodotto combinato fabbricato negli Stati Uniti.
  3. Per l'epatite B vengono spesso utilizzati il ​​vaccino americano Sci-B-Vac e il belga Angerix-B..
  4. I farmaci domestici BCG e BCG-M per la tubercolosi sono identici nella composizione con controparti straniere.

Le opzioni di vaccino migliorate appaiono ogni anno, quindi è necessario chiedere a uno specialista quale opzione è preferibile. C'è anche un'opinione secondo cui le controparti straniere sono spesso simulate, hanno una durata di conservazione fissa. Che tipo di vaccino scegliere, domestico o importato, spetta ai genitori o al paziente stesso se è un adulto.

Va ricordato che le persone che non sono state vaccinate in tempo sono a rischio. L'allergia non è una controindicazione all'immunizzazione, è necessaria solo una rigorosa osservanza delle raccomandazioni del medico.

È possibile fare AKD con dermatite allergica?

L'obiettivo della vaccinazione di bambini e adulti è prevenire i processi patologici che si verificano a causa di una serie di motivi. Non sempre l'effetto delle vaccinazioni influisce positivamente sul corpo umano. Il processo di vaccinazione richiede una consultazione preventiva con il medico, se necessario, un esame visivo di laboratorio. I pazienti sono spesso preoccupati della questione se le vaccinazioni possono essere somministrate per la dermatite atopica. Le risposte della medicina moderna sono in contrasto.

Le persone a cui viene diagnosticata la dermatite atopica spesso rifiutano molte vaccinazioni. Spiegano le loro azioni con la paura di esacerbare la malattia. Gli esperti hanno dimostrato che nel processo patologico non può esserci un divieto definitivo sulla vaccinazione pianificata. Ma l'efficacia di questa procedura dipende dal singolo caso..

Esistono diversi casi specifici che richiedono la necessità di vaccinazioni. Il primo motivo è la categoria di età. Durante l'infanzia, si consiglia di non rifiutare la vaccinazione di routine, ma solo dopo il permesso del medico curante. La vaccinazione non è meno importante durante il periodo in cui una donna sta pianificando una gravidanza, il che riduce il rischio di molte malattie della donna incinta stessa, il futuro bambino.

Regole di vaccinazione di base

La dermatite atopica e le vaccinazioni sono concetti compatibili se i pazienti seguono una serie di regole sviluppate da professionisti. Regole particolarmente importanti per i pazienti pediatrici.

  • Le vaccinazioni sono prescritte durante il periodo di remissione persistente del processo patologico.
  • Prima della procedura, si consiglia di eseguire una terapia complessa della malattia. Il paziente, come prescritto da uno specialista, assume antistaminici, farmaci immunomodulatori. Il corso, la dose di somministrazione è prescritta dal medico. Il trattamento viene effettuato per un mese e mezzo prima della vaccinazione..
  • È meglio farsi vaccinare al mattino. Questo periodo, secondo specialisti qualificati, è contrassegnato dal livello richiesto di funzionamento dei sistemi interni umani.
  • Per non provocare effetti inattesi di organi sul vaccino, deve avere un numero seriale.
  • Il paziente che ha ricevuto il vaccino deve essere osservato da uno specialista per almeno trenta minuti dopo la procedura..
  • Un vaccino PDA viene somministrato a un paziente con una diagnosi di dermatite atopica durante una remissione della malattia con una durata. Soprattutto questa regola si applica ai bambini. Dovresti essere consapevole che durante l'infanzia tutti i vaccini vengono somministrati in questa condizione della patologia.
  • Quando non viene raggiunto il periodo di remissione stabile e la vaccinazione è assolutamente necessaria, la procedura viene eseguita sotto la stretta supervisione di medici nel reparto ospedaliero. La sorveglianza dovrebbe essere ininterrotta per almeno tre giorni.
  • La regola è particolarmente rilevante quando si vaccina la DTP durante un periodo di malattia con dermatite atopica. Questo vaccino provoca molte reazioni avverse post-vaccinazione indesiderabili..

Le vaccinazioni devono essere eseguite, tuttavia, è importante conoscere tutte le sfumature e consultare uno specialista prima di eseguire la procedura.

  • Nella diagnosi di dermatite atopica, dopo la vaccinazione, i pazienti sono protetti dalla comunicazione con i pazienti con disturbi infettivi.
  • I bambini con dermatite atopica dopo la vaccinazione non devono frequentare la scuola materna, la scuola e le strutture extracurricolari per sette giorni.
  • I genitori di bambini malati sono tenuti a monitorare la loro dieta, escluso l'uso di prodotti contenenti allergeni.
  • Il medico curante decide se le vaccinazioni possono essere somministrate per la dermatite atopica. Dipende dalle condizioni del paziente, perché ogni organismo è un meccanismo individuale che richiede un'attenzione e un approccio speciali..

Se la vaccinazione viene eseguita in conformità con tutte le regole, non porterà a reazioni inattese e porterà solo benefici all'organismo.

Il momento giusto per le vaccinazioni

Per rendere il bambino o l'adulto tollerare più facilmente il processo di vaccinazione, è necessario scegliere il momento giusto per la vaccinazione.

  • La prima cosa a cui dovresti prestare attenzione è il calendario delle vaccinazioni. Ogni vaccinazione ha un effetto efficace sul corpo con la data giusta per la procedura. Il calendario delle vaccinazioni è stato sviluppato da specialisti qualificati per l'efficacia della vaccinazione, sia bambini che adulti. Per non dimenticare le date di vaccinazione, indicale nel tuo calendario condiviso e preparati per la procedura seguendo le regole precedentemente prescritte.
  • Tre settimane prima del vaccino viene data particolare attenzione alla dieta. La terapia dietetica in questo caso è particolarmente popolare. Escludendo i prodotti allergenici dal menu giornaliero, sono escluse le complicanze dopo la vaccinazione.
  • Prima del giorno della vaccinazione, non dimenticare il regime alimentare. Elimina l'accumulo di tossine nel corpo, sostanze nocive che provocano effetti avversi dopo la vaccinazione..

La consultazione obbligatoria con un medico non porterà a complicazioni della malattia dopo la vaccinazione, se non si ignorano i consigli e le raccomandazioni.

Vaccinazione di bambini con diagnosi di dermatite atopica

La pratica medica ha dimostrato che la dermatite atopica non è un divieto categorico per la vaccinazione di un bambino malato. Ma con questa procedura, le regole sviluppate per questa patologia dovrebbero essere seguite. Il compito principale degli adulti: determinare a quale gruppo appartiene il bambino. La medicina moderna distingue quattro dei gruppi più comuni:

  • Il primo gruppo comprende bambini il cui corpo non si è completamente liberato del processo patologico e ha i suoi effetti residui, manifestandosi spesso in una forma aggravata. Per un gruppo di questi bambini usano vaccini ADS, ADSM, AFP. I genitori non devono rifiutare condizioni stazionarie durante la vaccinazione, in modo da non perdere il momento dell'esacerbazione, che porterà a conseguenze indesiderate.

Ogni persona, che sia un bambino o un adulto, ha il suo organismo unico. Pertanto, prima della vaccinazione, è necessario sottoporsi a un esame completo da parte di uno specialista.

  • Il secondo gruppo ha raccolto bambini affetti da dermatite atopica, la cui remissione dura fino a due mesi. Gli specialisti di pazienti così piccoli usano gli stessi farmaci immunizzanti dei pazienti del primo gruppo. La procedura viene eseguita nella sala di immunizzazione. Inoltre, è consentito vaccinare un bambino con vaccini BCG, ZhPV, ZhVK, contro l'epatite B, la rosolia, la poliomielite.
  • Se la remissione della dermatite atopica nei bambini dura da tre a sei mesi, sono nel terzo gruppo. Tali pazienti possono essere vaccinati con ADSM, ADS, DTP, ZhKV, ZhPV, BCG, rosolia, epatite B, vaccini contro la poliomielite. La procedura viene eseguita dal pediatra presente da solo, osservando il bambino nella prima fase per la prima mezz'ora dopo la procedura. Il secondo stadio prevede un periodo di sette giorni di stretto controllo sulle condizioni generali del piccolo paziente.
  • Il quarto gruppo raccoglie pazienti con patologia della dermatite atopica, la cui remissione dura più di sette mesi. Il pediatra o paramedico locale sta immunizzando tali bambini. Il tempo di vaccinazione deve essere conforme al programma generale usando tutti i preparati di vaccinazione richiesti..

Al bambino devono essere somministrati tutti i vaccini previsti per la dermatite atopica. Non aver paura delle complicazioni. Se si sceglie il momento giusto per la procedura, le condizioni, seguire tutti i consigli dei professionisti che escludono conseguenze indesiderabili dopo la vaccinazione.

Ciao cari lettori. Oggi parleremo delle peculiarità della vaccinazione dei bambini allergici..

Le vaccinazioni sono davvero necessarie, ci sono regole speciali per la vaccinazione dei bambini con allergie e quali sono.

Vaccinazione di bambini allergici

La domanda se sia possibile essere vaccinati per le allergie in un bambino è molto preoccupante per i genitori di bambini allergici.

I genitori sono sempre attenti alla vaccinazione, poiché ogni vaccinazione può avere un effetto collaterale in un bambino sano, per non parlare dei bambini con allergie..

Tuttavia, il Ministero della Salute russo indica chiaramente che le malattie allergiche non sono incluse nell'elenco delle controindicazioni per la vaccinazione..

Pertanto, le vaccinazioni per i bambini allergici devono essere fatte, ma è importante seguire le regole necessarie: quindi bambini e genitori sopporteranno con calma questa entusiasmante procedura.

I bambini con diagnosi di malattia allergica devono essere vaccinati contro tutte le malattie infettive incluse nel programma di vaccinazione..

Lo specialista terrà conto delle caratteristiche individuali del bambino..

Alla domanda dei genitori: la vaccinazione per le allergie, è possibile farlo, la risposta sarà il fatto provato che la vaccinazione è una panacea per molte malattie formidabili.

Inoltre, le malattie infettive nei bambini con allergie sono più gravi. In primo luogo, tali bambini devono essere protetti dalle malattie pericolose, che è ciò che serve alla vaccinazione.

Il rischio di complicanze nei soggetti allergici è maggiore rispetto ai bambini sani, ma tenere presente che se un soggetto allergico subisce un'infezione mortale, può morire se non viene vaccinato in tempo.

Gli esperti raccomandano ai genitori di non trattare la vaccinazione come l'unica causa significativa di esacerbazione allergica..

Infatti, a volte anche le condizioni stressanti dei bambini possono innescare un processo allergico.

Regole di vaccinazione

Si consiglia di vaccinare un bambino con lievi segni di allergia (remissione parziale) o in completa assenza di sintomi (remissione completa).

La presenza di sintomi allergici è una controindicazione temporanea. Vengono vaccinati per le allergie se non c'è remissione?

In questo caso, viene eseguita una copertura antistaminica (ad esempio, i beta-bloccanti vengono utilizzati per l'asma, per la dermatite allergica, i farmaci ormonali selezionati individualmente dall'allergologo).

  • Per la prevenzione prima della vaccinazione (senza esacerbazione), gli antistaminici non sono accettati.
  • I bambini vengono vaccinati in stanze speciali se dispongono di kit di pronto soccorso anti-shock..
  • Dopo la vaccinazione, uno specialista deve osservare un bambino allergico (da trenta minuti a un'ora).
  • Gli allergologi raccomandano farmaci acellulari per la vaccinazione..
  • Da sette a dieci giorni prima della vaccinazione, non usare nuovi prodotti per l'igiene, non andare nella foresta, al mare.
  • Sette giorni prima della vaccinazione e tre mesi dopo, è necessario seguire una dieta ipoallergenica, che il medico prescriverà individualmente per il bambino. Ciò è particolarmente importante se viene diagnosticata un'allergia alimentare. Ma la regola generale è l'esclusione di frutta a guscio, uova, bacche rosse, agrumi, cioccolato e altri prodotti altamente allergenici. Il menu del bambino non include nuovo cibo.
  • Un bambino con una malattia allergica viene solitamente vaccinato a intervalli di tempo più lunghi rispetto ai bambini sani. Non fa paura se tuo figlio è leggermente indietro rispetto al calendario delle vaccinazioni..
  • I bambini vaccinati con allergie devono essere protetti da eccessivo stress psicofisico e ipotermia.
  • Le vaccinazioni complesse per i bambini con allergie non sono mostrate, questo è troppo stress sul corpo dei bambini.

Dopo la vaccinazione, i genitori devono monitorare attentamente la temperatura del bambino, le sue condizioni generali.

I medici hanno stabilito che la vaccinazione dei bambini allergici in un momento in cui non c'è esacerbazione della malattia, molto spesso non ha complicanze post-vaccinazione o esacerbazioni allergiche.

L'allergia è un'indicazione urgente per le vaccinazioni e non viceversa. Un allergologo competente non medita se è possibile vaccinare un bambino con allergie, poiché la risposta è inequivocabile.

Il medico sceglie il momento migliore per la vaccinazione e pensa a quale tipo di protezione dai farmaci potrebbe essere necessaria in ogni singolo caso..

Né le allergie infantili, né gli effetti collaterali della post-vaccinazione sono in alcun modo una controindicazione assoluta alle vaccinazioni in futuro..

Alcune caratteristiche delle vaccinazioni per un bambino con allergie

Di norma, per i bambini allergici, il numero di vaccinazioni all'anno è maggiore rispetto ai bambini sani, poiché viene effettuata la vaccinazione contro l'influenza, le malattie da pneumococco ed emofile.

Questi vaccini, inoltre, hanno un effetto positivo sul tempo di remissione delle allergie..

  • In caso di reazione allergica ai componenti antibatterici disponibili nei vaccini e alle proteine ​​delle uova di gallina o di quaglia, la vaccinazione contro il morbillo e la parotite non viene effettuata.
  • Se sei allergico al lievito di panetteria, questa è di solito una controindicazione al vaccino contro l'epatite B..
  • L'allergia ai prodotti, se non pronunciata, non è una controindicazione alla vaccinazione. Un allergologo prescriverà un antistaminico prima e dopo la vaccinazione. Lo specialista seleziona il farmaco e determina la sua dose giornaliera. La durata e l'intensità del decorso terapeutico sono determinate dalla gravità dei sintomi.
  • Se viene utilizzato un vaccino vivo, la durata della terapia antistaminica dopo la vaccinazione può essere di tre settimane. Questo aiuta il bambino a rinviare più facilmente il periodo post-vaccinazione..
  • Per alleviare i sintomi dolorosi dopo un'iniezione, il medico può prescrivere farmaci antipiretici o analgesici per diversi giorni.
  • Lo specialista può anche prescrivere farmaci che contengono bifidobatteri e lattobacilli. Questi farmaci hanno un effetto positivo sulla microflora intestinale (e con le allergie, è spesso disturbato). Prendi i farmaci prima e dopo la vaccinazione..
  • I bambini asmatici che necessitano costantemente di inalazione (non ormonale o ormonale) vengono vaccinati senza interrompere questi farmaci.
  • Per le allergie al polline (pollinosi), la vaccinazione viene effettuata al di fuori dei tempi di impollinazione degli allergeni.
  • Durante i periodi di epidemia, i bambini allergici possono essere vaccinati durante un'esacerbazione di allergie, ma è necessaria la supervisione di uno specialista, che prescriverà antistaminici prima e dopo la vaccinazione e possibilmente adrenalina (somministrata prima di usare il vaccino).

Gli studi dimostrano che per qualsiasi allergia che non si manifesta come anafilassi o edema di Quincke, le vaccinazioni sono ben tollerate..

Lo shock anafilattico o l'edema di Quincke, che si è verificato a seguito di una reazione a un particolare ingrediente del vaccino, è una controindicazione assoluta per l'uso di questo farmaco in futuro.

Importante da ricordare

  1. I vaccini sono necessari per i bambini allergici perché proteggono il bambino da formidabili infezioni..
  2. Esistono alcune regole in base alle quali la vaccinazione sarà ben tollerata..
  3. Le vaccinazioni per i bambini allergici vengono eseguite sotto la supervisione di un allergologo. Se necessario, viene prescritto un ciclo antistaminico prima e dopo la vaccinazione..

Ci vediamo nel prossimo articolo.!

La prevenzione specifica di varie malattie comprende principalmente la vaccinazione. L'introduzione di batteri, virus e loro particelle indeboliti nel corpo può rafforzare la difesa immunitaria umana. Tuttavia, cosa succede se il corpo è già indebolito da un'altra malattia? Una delle malattie allergiche più comuni è la dermatite atopica. Come può essere correlato alla vaccinazione? Diamo un'occhiata più da vicino a questo.

In che modo l'atopia influisce sullo stato dell'intero organismo

Questa è una malattia allergica cronica, predeterminata geneticamente, accompagnata da prurito ed eruzioni cutanee. Tra tutte le malattie allergiche, la dermatite atopica ha la prevalenza più ampia. Come ogni malattia cronica, la dermatite ha periodi di remissione, cioè miglioramento dei sintomi ed esacerbazione. Non è possibile recuperare completamente da esso, ma un trattamento tempestivo può alleviare i sintomi..

Lo sviluppo della malattia è associato a disturbi del sistema immunitario. Di conseguenza, si trovano manifestazioni sulla superficie della pelle. Tuttavia, il problema principale risiede nel corpo. Un sistema immunitario debole ha bisogno di supporto con l'aiuto di speciali farmaci immunomodulatori. Pertanto, la presenza nella storia di tale malattia può essere la ragione per rifiutare di essere vaccinati..

Tuttavia, ci sono vaccinazioni obbligatorie necessarie per la prevenzione di malattie particolarmente pericolose nei bambini. In questo caso, è necessaria la vaccinazione per la dermatite atopica. Non è una controindicazione assoluta alla vaccinazione. È solo necessario scegliere il momento più favorevole per il sistema immunitario del bambino.

focolai di atopia sulle guance Come preparare il corpo del bambino alla vaccinazione

  1. Dovresti conoscere le date della vaccinazione di routine indicate nel calendario delle vaccinazioni tutto russo.
  2. Un mese prima della vaccinazione prevista, si raccomanda di preparare il bambino riducendo per un po 'la reazione allergica nel suo corpo. Per fare questo, è necessario seguire una dieta con solo cibi ipoallergenici. Se possibile, è necessario limitare il consumo di carne e pesce, eliminare completamente noci, agrumi, cioccolato, amarezza e frutta e verdura dai colori vivaci..
  3. Si consiglia di bere più acqua pura pura, poiché ciò aiuta ad eliminare i prodotti metabolici dal corpo, compresi gli allergeni.
  4. Se necessario, è possibile assumere antistaminici come profilassi. Per questo, è obbligatorio un consulto con il medico curante per determinare il tempo e la dose di somministrazione.

Quindi, le vaccinazioni per la dermatite atopica possono essere fatte, ma se la malattia è in uno stato di compensazione.

Cosa fare dopo la vaccinazione

Di solito, tutte le misure adottate per stabilizzare le condizioni del bambino sono sufficienti per ottenere un risultato favorevole. Le complicazioni in questo caso sono rare e improbabili. Possono essere evitati utilizzando un vaccino dello stesso produttore per la prima volta durante la vaccinazione. I genitori, dopo la vaccinazione, devono monitorare le condizioni del bambino per un certo tempo:

  • 30-60 minuti dopo la vaccinazione stessa per prevenire improvvise reazioni allergiche coliche che possono essere eliminate solo all'interno delle pareti di un istituto medico. Pertanto, non andare immediatamente a casa, ma devi aspettare un po '.
  • 24 ore dopo la vaccinazione. Durante questo periodo, anche le condizioni del bambino possono cambiare. Se compaiono reazioni patologiche acute in lui, è necessario chiamare un'ambulanza, poiché qualsiasi sintomo può indicare una esacerbazione della malattia e costituire una minaccia per la vita.
  • 7-10 giorni dopo la vaccinazione, si raccomanda di proteggere il bambino dagli allergeni usando una dieta ipoallergenica e osservando il regime alimentare. Se possibile, dovrebbe ricevere riposo e nessun contatto con pazienti infetti..

La dermatite atopica dopo la vaccinazione può peggiorare se queste istruzioni non vengono seguite, che possono essere percepite come conseguenza della vaccinazione. Tuttavia, in questo caso, l'aggravamento sarà moderato e le condizioni del bambino non sono critiche.

Secondo le statistiche, la percentuale di bambini con esacerbazioni della dermatite atopica dopo la vaccinazione non supera il 20%, il che è molto probabilmente dovuto al mancato rispetto della dieta o all'assunzione di antistaminici. Se il regime è impostato correttamente, i sintomi dovrebbero presto passare e inizierà uno stato di remissione..

dermatite atopica sul viso Vaccinazione di bambini atopici

In generale, il decorso della malattia nei neonati e negli anziani non è sostanzialmente diverso. L'unica differenza è che i bambini molto piccoli hanno un sistema immunitario più debole e hanno bisogno di più cure. Ma devono anche essere vaccinati. Tuttavia, allo stesso tempo, le misure per prevenire lo sviluppo di complicanze saranno più gravi. In questo caso, non puoi più essere limitato alla dieta, devi assolutamente assumere farmaci antiallergici prescritti dal tuo medico.

Questi includono:

  • Ormoni steroidei, glucocorticoidi.
  • Unguenti che idratano la pelle e decotti che aumentano la sua funzione protettiva.
  • Antistaminici e farmaci stabilizzanti della membrana.
  • L'uso di probiotici per normalizzare la microflora.

vaccino per dermatite atopica Selezione del vaccino per bambini con atopia

I bambini possono avere una diversa reazione a diverse vaccinazioni. Per una determinazione più accurata del quadro allergologico, si consiglia di condurre un test allergico per identificare il più reattivo. Successivamente, sarà possibile cambiare il vaccino in uno più sicuro, ad esempio, da un altro produttore..

Nel calendario delle vaccinazioni, uno dei primi è il vaccino contro l'epatite B. Non rifiutare questo vaccino, poiché la malattia stessa può essere molto peggio delle conseguenze a breve termine dopo la vaccinazione. Quasi tutti i bambini vaccinati contro l'epatite B non hanno avuto complicanze della dermatite atopica, ovviamente, sottoposti a dieta. L'unica controindicazione a questo vaccino è una grave intolleranza al lievito. Poiché il materiale per il vaccino viene coltivato su un terreno contenente lievito, e possono entrare nella medicina finita.

vaccini atopici

La vaccinazione DTP provoca la maggior parte delle complicanze della dermatite atopica, in particolare con la vaccinazione. Entro due mesi non è consigliabile effettuare un test di Mantoux, a causa della probabilità di ricevere risultati falsi positivi. Secondo il calendario delle vaccinazioni, un bambino con dermatite atopica, come altri bambini, deve essere rivaccinato in sei mesi per mantenere un'immunità stabile.

Può anche essere somministrato un importante vaccino contro la poliomielite nei bambini con dermatite atopica. A causa del fatto che puoi scegliere un vaccino di diversa composizione, è possibile evitare complicazioni indesiderate. Un immunologo che può consigliare la vaccinazione più sicura può aiutare..

Riteniamo necessario avvertire che le conseguenze del rifiuto della vaccinazione potrebbero essere peggiori delle conseguenze della vaccinazione.

I vaccini possono essere somministrati durante l'esacerbazione?

Naturalmente, se i genitori insistono su questo, i medici non hanno il diritto di rifiutare. Accade così che il vaccino debba essere consegnato con urgenza e non c'è tempo per le misure di compensazione. In questo caso, dopo la vaccinazione, è necessario eseguire in ospedale sotto la supervisione di almeno un giorno. Lì gli verrà fornita l'assistenza necessaria per le emergenze in caso di reazioni negative.

Va ricordato che qualsiasi vaccinazione è stress per un piccolo organismo, ma lo rende più forte. La dermatite atopica e altre malattie allergiche sono di per sé spiacevoli, ma se si aggiunge un'altra infezione a loro sarà ancora peggio. Pertanto, si raccomanda di essere vaccinati nonostante la dermatite atopica, ma solo durante il periodo di remissione.

Quando si vaccina il proprio figlio per i genitori, sorge la domanda urgente: esiste un'allergia alla vaccinazione e in che modo influenzerà le condizioni generali del corpo in futuro, cosa succederà dopo? I medici in questo caso forniscono molte risposte e ci sono un numero enorme di opinioni sul ruolo delle allergie. La soluzione più ottimale, se non sai se è possibile eseguire la procedura AKD direttamente dopo l'insorgenza di alcuni sintomi, vale la pena provare a prendere una procedura medica.

Importante! In nessun caso dovresti ricevere vaccinazioni di AKD, puoi contattare direttamente un allergologo in questa situazione, condurre un esame e identificare una reazione a sostanze irritanti specifiche, fare test.

Vale la pena rimuovere dalla stanza in cui la persona vive (per AKDS) tutti gli animali domestici, che includono anche pappagalli, persino pesci. Anche numerosi cuscini e coperte in lana completamente naturale devono essere puliti, questo deve essere fatto in modo tempestivo. Ciò che è degno di nota, nei primi anni di vita, il corpo si forma nel bambino e, quindi, dopo un certo numero di reazioni allergiche possono verificarsi. Non è necessario che vengano osservati in relazione al mantello di un particolare animale, il polline dei fiori. Quando si stabilisce la vaccinazione profilattica con AKDS si osservano effetti collaterali significativi, questo può essere preso in considerazione.

Pericolo per il bambino

Effettuare successivamente le vaccinazioni preventive può essere complicato per il bambino dalla possibile presenza di una reazione allergica a un componente specifico, la sostanza contenuta nella composizione. Questo, quindi, porterà a una reazione negativa del corpo, quindi il vaccino non dovrebbe essere fatto. È importante notare che un tale effetto può avere sia un complesso di sostanze, sia una cosa, quindi può causare conseguenze molto negative per l'uomo. In questo caso, di conseguenza, può verificarsi una reazione agli AKD, che porterà persino alla morte. Contrariamente agli effetti simili di vari componenti, ad esempio quelli presenti nei peli dell'animale, la composizione problematica delle vaccinazioni è l'incapacità di rimuovere rapidamente una persona da un ambiente allergico, che deve essere eseguita con cura.

Raccomandazioni e istruzioni dei medici

Considerando se è possibile eseguire la procedura AKDS in presenza di vari disturbi allergici, la risposta inequivocabile è no. La raccomandazione può essere ottenuta da medici di un allergologo, immunologo, in grado di dare una risposta per ogni caso specifico con il paziente, indipendentemente dalla sua età. Ciò che è degno di nota, nei primi anni di vita di un bambino è assolutamente impossibile determinare in modo inequivocabile se ha reazioni allergiche specifiche. In questo caso, il medico sarà in grado di registrarsi, fare esami medici alla stazione, ad esempio, fino a quando il bambino non ha due anni, tre, il che è più tipico per questa pratica.

Importante! Delle stesse vaccinazioni che un bambino deve spesso essere somministrato in tenera età, viene somministrato un BCG, che viene applicato direttamente al bambino dopo la nascita.

Tuttavia, il medico fa solo una raccomandazione, la decisione finale da prendere o no, dovrebbe essere presa direttamente dai genitori. In caso di sospetto di allergia, è obbligatoria la verifica della presenza di una reazione a vari componenti, sostanze, come parte di farmaci e vaccinazioni.

Un'attenzione speciale merita la necessità di rivolgersi all'immunologo dopo un allergologo. Aiuterà a valutare lo stato di immunità e identificare una possibile relazione con l'impatto dello stato del corpo e vari allergeni nocivi che fanno parte del vaccino, dare una raccomandazione sull'eventuale vaccinazione. Un immunologo diventerà, sebbene non sia un medico obbligatorio da visitare, tuttavia, il suo ruolo nella risoluzione del problema è significativo. Questo medico non fornirà prove mediche per AKDS, non è un allergologo. Allo stesso tempo, la sua decisione può essere utilizzata come prerequisito affinché il verdetto sia l'ultimo, eventualmente determinando la durata della vaccinazione attuale e l'inizio del periodo di vaccinazione, aspettando il risultato dopo.

Implicazioni da preparare

Come conseguenze della vaccinazione nel caso in cui il paziente abbia una reazione allergica positiva, possiamo distinguere:

  • La comparsa di tosse, che si osserva nel tempo, dopo un raffreddore.
  • Possibile ricovero in ospedale dove il trattamento viene effettuato nel pieno rispetto dei sintomi dichiarati.
  • Il bambino è tenuto a sottoporsi a vari test necessari, che quindi aiutano a identificare i problemi di un particolare organismo e sulla base di essi, viene ulteriormente effettuata la prevenzione e viene chiarita la possibilità di una successiva vaccinazione.
  • In caso di complicanze con allergie nella prima fase della vita, si propone di prolungare in qualche modo il tempo assegnato per la vaccinazione.

Ad esempio, si può decidere di effettuare tutte le vaccinazioni necessarie per AKDS all'età di cinque anni o anche più tardi, ma anche quest'ultima non è raccomandata. Allo stesso tempo, viene prestata particolare attenzione al processo di preparazione prima e dopo la vaccinazione, che è tipico per i bambini dell'ospedale obbligatorio o sotto stretto controllo di un medico. Per la vaccinazione contro l'AKDS, un tale ritardo da due a tre anni può difficilmente essere categorico, per questo motivo dovrebbe essere mantenuto in modo che non si verifichino recidive in futuro.

Importante! Non dovresti prendere una decisione del genere da solo, puoi semplicemente consultare uno specialista.

Puoi familiarizzare con questo problema in modo più dettagliato:

Diventa vaccinato! Caratteristiche della vaccinazione allergica

Dice la nostra esperta - allergia pediatrica Maria Sedova.

Scegli il tempo

Sebbene una malattia allergica in un bambino non sia una controindicazione alla vaccinazione, richiede un programma di vaccinazione individuale. I bambini con allergie non devono essere vaccinati durante un'esacerbazione, cioè con gravi manifestazioni di dermatite atopica, asma o febbre da fieno. In caso di febbre da fieno, la vaccinazione dovrebbe essere evitata durante la stagione di fioritura, anche se al momento non ci sono sintomi di allergia forte. È meglio attendere un periodo di completo "riposo" per evitare inutili stress sul sistema immunitario.

Assicurarsi che il vaccino sia sicuro.

Prima di vaccinare un bambino, è necessario non solo verificare la buona qualità del vaccino, ma anche chiarirne la composizione, poiché potrebbe non essere adatto a una persona allergica. Alcuni vaccini (ad esempio, morbillo vivo - rosolia - parotite - parotite) sono preparati su embrioni di pollo e sono controindicati per allergie alle proteine ​​delle uova di gallina. Se sei allergico al lievito di panetteria, non puoi somministrare un vaccino contro l'epatite B e se sei allergico alla gelatina, non dovresti ricevere il vaccino contro la varicella. I bambini sensibili spesso non rispondono bene alla componente della pertosse del vaccino DTP e i medici raccomandano di vaccinarli con difterite e tetano con il vaccino ADSM, che è considerato più mite. Se un bambino è allergico agli antibiotici, i vaccini viventi e multicomponenti sono pericolosi per lui. In generale, quando si vaccina chi soffre di allergie, è meglio evitare il più possibile vaccini vivi e multicomponenti. Il programma di vaccinazione si estende quindi nel tempo, ma per il corpo del bambino sarà migliore.

Misure preventive

Se hai intenzione di vaccinare anche un bambino sano, è bene, poco prima della vaccinazione, fare test del suo sangue e delle sue urine per assicurarti che non ci sia un periodo di incubazione nascosto della malattia nel corpo. Per quanto riguarda le persone allergiche, è consigliabile assumere antistaminici tre giorni prima della vaccinazione, il giorno della vaccinazione e tre giorni dopo. Nel caso, questo dovrebbe essere fatto ai bambini con una possibile predisposizione alle allergie (quando ci sono allergie tra parenti stretti), in cui il vaccino può svolgere il ruolo di "innesco" per iniziare la malattia.

Occasionalmente, immediatamente dopo la vaccinazione, si verifica una reazione allergica acuta nota come malattia da siero o shock anafilattico e i bambini allergici corrono un rischio maggiore rispetto ad altri. Non importa quanto sia bassa la probabilità che ciò accada, è meglio non lasciare la clinica per almeno mezz'ora dopo la vaccinazione - la sala di trattamento ha tutto il necessario per un aiuto urgente in questi casi. Se il bambino si ammala dopo il tuo ritorno a casa, devi chiamare un'ambulanza.

Cosa fare con la reazione di Mantoux?

La reazione di Mantoux non è formalmente un vaccino, ma questa è l'introduzione di una sostanza estranea nel corpo, che spesso provoca allergie. Lo svantaggio di questa procedura è che troppo spesso dà una reazione falsa positiva. Quasi tutti i soggetti allergici reagiscono in tal modo al componente del farmaco: la tubercolina. Pertanto, i bambini con un'allergia o una tendenza ad esso devono fare Mantoux sotto forma di antistaminici o utilizzare altri metodi di test per la tubercolosi. Ad esempio, esiste una diagnosi sviluppata in Russia sotto il nome di diaskintest: non la tubercolina viene iniettata sotto la pelle, ma una proteina ricombinante che provoca una risposta immunitaria solo alla tubercolosi del micobatterio. Ma sebbene questo farmaco sia considerato meno allergenico, è comunque meglio somministrarlo durante l'assunzione di antistaminici.

Puoi anche ricorrere a un'opzione alternativa per la diagnosi della tubercolosi: prelevare il sangue da una vena per l'analisi. Questa è una procedura più complessa e lunga, ma più parsimoniosa per il sistema immunitario del bambino allergico..

Doppio vantaggio

Ci sono vaccinazioni che i soggetti allergici sono particolarmente... utili. Ad esempio, con l'asma bronchiale indotto da virus (allergia alle infezioni virali), un tale vaccino può semplicemente proteggere da una reazione allergica a una malattia virale. Si raccomanda inoltre che tutti i bambini con allergie siano vaccinati contro la difterite e il tetano in modo tempestivo, poiché il rischio di reazioni allergiche acute al trattamento - la somministrazione di tetano e sieri di difterite - è significativamente più elevato rispetto ai tossine utilizzati nei vaccini per queste malattie.